Duca di Galliera Via al restauro della statua abbandonata

Un'altra denuncia che termina con una vittoria. Un caso che il Giornale, grazie ai suoi lettori, aveva segnalato spesso in passato: ha preso il via il delicato restauro del monumento al Duca di Galliera, commissionato dal Comune di Genova allo scultore Giulio Monteverde nel 1889 per ricordare il munifico finanziamento che quindici anni prima il marchese Raffaele De Ferrari, duca di Galliera, aveva destinato alla città: venti milioni - oro (una cifra favolosa per l'epoca), allo scopo di ampliare il porto con la costruzione di due grandi moli foranei.
Il monumento venne inaugurato il 12 aprile 1896 in piazza Principe. Nel 1989 venne smontato per permettere lo scavo delle gallerie della metropolitana nella zona di Principe e trasferito in un deposito comunale, dove ha subito drastiche manomissioni
Il restauro prevede di ricostruire gli elementi sottratti (ali, parti di arti, fregi e modanature applicate al basamento) sulla base di una scansione in 3d dell'esistente e di documenti fotografici d'epoca, così da ottenere una serie di prototipi positivi da trasmettere alla fonderia. Per svolgere nel migliore dei modi l'intervento, che comporterà più lotti di lavoro e si concluderà con il rimontaggio del monumento nello spazio verde compreso tra le vie Fanti d'Italia e Bersaglieri d'Italia, è stato siglato un articolato protocollo d'intesa tra diversi soggetti tra i quali il Comune di Genova, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.