I magnifici quattro per la panchina rossoblù

Chi siederà sulla panchina rossoblù nella prossima stagione? Il mistero verrà svelato a metà della prossima settimana quando Enrico Preziosi comunicherà ufficialmente il nome del nuovo allenatore. Che dovrebbe uscire da un poker di candidati: Corini, Liverani, Nicola e Sannino in rigoroso ordine alfabetico. Eugenio Corini è stato contattato nei giorni scorsi dopo aver rotto con il Chievo. Attende un'altra chiamata, quella decisiva. Fabio Liverani è la soluzione low cost.
Davide Nicola è il nome più gradito alla tifoseria per i suoi trascorsi rossoblù e per l'ottimo campionato che sta disputando a Livorno e che si concluderà stasera con la finale dei play-off contro l'Empoli. Nei giorni scorsi il suo telefono è squillato a vuoto tutte le volte che a chiamarlo sono stati i giornalisti genovesi. Sarà un caso? Beppe Sannino è la soluzione più complicata per i costi (900.000 euro all'anno) e per le resistenze di Zamparini. Inoltre piace al Chievo e al Parma.
C'è poi il capitolo outsider che comprende due tecnici emergenti del campionato cadetto: Francesco Moriero e Carmine Gautieri. Il primo ha appena rescisso il contratto con il Grosseto. Il secondo con il Lanciano. A PianetaGenoa1893 però Gautieri ha smentito ogni contatto con il club rossoblù: «Mi fa piacere questo eventuale interessamento del Genoa, ma per ora nessuno mi ha contattato. Sono lusingato, ma non c'è assolutamente nulla».
Il mercato del Genoa, però, non può aspettare che venga risolto il rebus allenatore. Ci sono una quarantina di giocatori da piazzare. Il primo a fare le valigie sarà Francesco Acerbi, di ritorno dal Chievo, e destinato al Sassuolo, mentre Pisano dovrebbe andare al Verona. Gilardino è un caso spinoso: «Vogliamo tenerlo con noi, ma la situazione è fluida perché in ballo ci sono anche le comproprietà di Rodriguez e Acquafresca con il Genoa», ha detto il direttore generale del Bologna Zanzi. Preziosi vuole solo cash: 5 milioni di euro.
Il procuratore di Borriello ha confermato la disponibilità dell'attaccante a restare in rossoblù. Ma andrà trovato un accordo con la Roma. Il Cittadella ha chiesto uno tra Said e Marchiori in cambio del riscatto del giovane Battagliarin. Il Genoa ha fatto un sondaggio con il Novara per il centrocampista Flavio Lazzari.
Intanto Antonelli può tirare un sospiro di sollievo dopo l'infortunio subito nel corso dell'amichevole della Nazionale contro San Marino. Gli esami hanno evidenziato solo un trauma contusivo-distorsivo alla caviglia sinistra, escludendo conseguenze più serie come la frattura del perone. Stasera Antonelli tornerà a Coverciano per il raduno convocato dal commissario tecnico Cesare Prandelli. Le sue condizioni verranno valutate nuovamente dallo staff medico della Nazionale. Ma dopo la grande paura, gli esami hanno già scongiurato il peggio.