«Non spostate l'Agenzia delle Entrate»Sampierdarena, parla il presidente del Municipio

Trasloco dell'Agenzia delle Entrate dalla Fiumara a Sestri Ponente. In odore di trasferimento in via Giotto, i genovesi si arrabbiano e il presidente del municipio Centro Ovest Franco Marenco si preoccupa. «Guadagnare personale, servizi, uffici, mezzi pubblici e iniziative nuove. Sampierdarena ha bisogno di miglioramenti e non di delocalizzare - incalza Marenco -. Il trasferimento a Sestri non è solo un'ipotesi. Meno di dieci giorni fa ho ricevuto in municipio una rappresentanza sindacale che ha espresso totale dissenso all'operazione. Diciamo che ancora non ho ben chiaro i motivi di tale scelta; se per affitti troppo alti o per scelte aziendali, comunque dipende tutto a livello centrale». A difesa di cittadini e di lavoratori in agitazioni, il presidente del municipio di Sampierdarena promette battaglia: «Il 6 marzo presenteremo in consiglio un ordine del giorno dove esprimiamo il nostro dissenso. Lo invieremo al Prefetto, al responsabile regionale e per conoscenza anche al sindaco Marco Doria e al governatore della Liguria». E mentre i residenti lamentano più chilometri e traffico (soprattutto quelli provenienti dalla Valpolcevera e dalla Valle Scrivia) e la mancanza di parcheggi nella nuova sede, il presidente Marenco pone l'accento sul mancato trasferimento degli stessi uffici in via Rela a Sampierdarena: «Non conosco i motivi per cui hanno scartato quell'ipotesi e spostarsi a Sestri. Non si può svuotare così il nostro territorio. Si tratta di scelte in controtendenza con gli impegni presi con i cittadini a livello amministrativo. E diciamola tutta: la preoccupazione resta: chi occuperà questi spazi?».