Il nuovo Genoa nasce sull'asse Delli Carri-Liverani

La rivoluzione rossoblù è ufficialmente cominciata. Dopo l'ingresso in società di Antonio Rosati nel ruolo di vice-presidente esecutivo, il prossimo tassello ad essere sistemato sarà quello del direttore sportivo. Tutti gli indizi portano all'ex giocatore del Genoa Daniele Delli Carri. Radio mercato parla di un contatto avvenuto ieri pomeriggio tra Delli Carri, Preziosi e Rosati. «In questo momento mi trovo a Roma. Finora non ho ricevuto nessuna telefonata dal Genoa. Se arrivasse, non mi tirerei indietro. Con Preziosi ho un buon rapporto da anni - ha detto Delli Carri -. Sarei lusingato di approdare al club rossoblù anche per i miei trascorsi da calciatore. Il Genoa comunque ha già un direttore sportivo...».
Ancora per pochi giorni. Rino Foschi, infatti, sta per approdare al Cesena. La notizia diventerà ufficiale entro sabato. Chi ha parlato con Foschi lo ha sentito molto dispiaciuto e ormai rassegnato a lasciare il Genoa. Una volta sistemato il tassello del direttore sportivo, sarà il turno dell'allenatore. Fabio Liverani è sempre in pole position. L'attuale tecnico degli Allievi nazionali ha già dato la sua disponibilità a Preziosi nei giorni scorsi. Ieri pomeriggio il procuratore di Liverani, Alessandro Moggi, ha incontrato il patron rossoblù e il suo vice, Antonio Rosati, per discutere dell'ingaggio dell'ex centrocampista rosanero. Se la scelta ricadesse su Liverani, Preziosi potrebbe decidere di affiancargli lo staff di Delneri che ha costi pesanti.
In attesa di sciogliere il nodo allenatore, il mercato rossoblù è già entrato nel vivo. In entrata Juan Fernando Quintero (5 milioni al Pescara per la comproprietà). In uscita Cesare Bovo e Juan Manuel Vargas. Il procuratore di Bovo, Franco Zavaglia, ha fatto sapere che Torino sarebbe una soluzione gradita: «Bovo difficilmente rimarrà a Genova. L'interesse del Torino c'è. Le due società ne stanno parlando. Io però non ho avuto ancora nessun contatto con i granata, ma sicuramente sarebbe una piazza gradita», ha detto Zavaglia a Pianetagenoa 1893. Futuro lontano da Genova anche per Juan Manuel Vargas. Il club rossoblù non lo riscatterà dalla Fiorentina: «Non possiamo permettercelo. - ha detto Preziosi a Telenord -. Non possiamo tenere dei calciatori con un rendimento altalenante. Servono giocatori che possibilmente giochino tutte le partite e solo ogni tanto riposino».
Intanto il Genoa ha reso noti i termini della campagna abbonamenti per la stagione 2013/2014. Oggi scatta la fase delle prelazioni. Fino al 19 giugno sarà possibile rinnovare le tessere allo stadio Luigi Ferraris (orari 9/13, 15/19 domenica esclusa).
Da sabato 22 giugno a venerdì 28 giugno gli abbonamenti potranno essere rinnovati presso la palazzina San Giobatta al porto Antico (orari 10/20 lunedì escluso). La vendita libera partirà il 2 luglio. I prezzi degli abbonamenti a tariffa intera sono rimasti invariati: Tribuna inferiore centrale 1.000 euro, Tribuna inferiore laterale 750 euro, Tribuna superiore 350 euro, Distinti 250 euro, Gradinata nord 190 euro, Gradinata Sud 150 euro (18 partite). La società ha previsto forti sconti per le tariffe young (8-16 anni). Da 300 a 100 euro in Tribuna inferiore centrale, da 250 a 100 euro in Tribuna inferiore laterale, da 150 a 100 in Tribuna superiore e da 150 a 100 nei Distinti.