Poli saluta la sua Samp con il primo gol azzurro

Andrea Poli – dopo il primo gol in azzurro, l'altra sera contro San Marino – vuole dividere i meriti con la Sampdoria. Le sue sono parole dolci, ma che sanno tanto di «arrivederci e grazie». Non è un mistero che il centrocampista veneto sia sempre più vicino al Milan. Un'operazione da 6 milioni di euro per le casse blucerchiate, anche se nell'affare potrebbe rientrare qualche contropartita tecnica, come il difensore Albertazzi, di rientro ai rossoneri dopo il prestito al Verona. «Ad oggi sono un giocatore della Sampdoria e ho molta riconoscenza nei confronti di squadra, società e tifosi. Ho vissuto una stagione importante: alla Samp sto bene, sono stato bene», dice Poli.
Il tam tam di radio mercato però insiste. «Il mio futuro? Non mi pongo il problema adesso. Voglio solo pensare alla nazionale. Al momento non so dove andrò, non ho preso alcuna decisione. Sono tranquillo, perché mi sento di aver dato tutto con la maglia doriana. E continuerò a farlo se dovessi restare»
In realtà però Poli avrebbe ormai le valigie pronte e – dopo la stagione vissuta in prestito all'Inter due anni fa – sta per tornare a Milano, questa volta sulla sponda opposta. Un giocatore su cui Allegri crede molto, e che rientra comunque nei piani della società rossonera anche nel caso di un improbabile divorzio col tecnico livornese. Tra l'altro, era stato lo stesso Edoardo Garrone – la settimana scorsa – ad anticipare la sua partenza. I punti fermi della squadra sono, ad oggi, Gastaldello, Palombo, Mustafi, Costa, Obiang, Krsticic ed Eder: questi giocatori sono confermati e non saranno messi sul mercato, a meno di clamorose sorprese. Poli – insieme a Icardi (di fatto già alla corte di Mazzarri all'Inter) – sarà invece uno dei due quadri da sacrificare, nella pinacoteca blucerchiata.
I tifosi ora si aspettano qualche colpo in entrata, anche se il tempo (siamo solo ai primi di giugno...) non manca. Resta più che mai calda la pista Paulinho, che sarà impegnato stasera nella finale di ritorno dei play off di B col Livorno e che, forse già nei prossimi giorni, si legherà ai blucerchiati. Sul piatto 4 milioni, più le conferme di Fiorillo e Gentsoglu tra i labronici. Aldo Spinelli, patron del Livorno, ha ammesso nelle ultime ore che la Sampdoria è «in pole position» su Paulinho. L'affare – secondo molti – sarebbe già fatto, ma per una questione di opportunità l'annuncio slitterà solo alla fine del campionato cadetto.
Discorso simile per il difensore Regini, attualmente in forza all'Empoli, che stasera affronterà proprio Paulinho nel derby toscano che vale la serie A. Il giocatore è in comproprietà tra Sampdoria ed Empoli: le due società cercheranno un accordo per evitare le buste. Da risolvere, da qui alla prossima settimana, anche la posizione di Eramo, a metà col Crotone, che avrebbe tanta voglia di tornare alla Samp e provare finalmente a mettersi in discussione nella massima serie.