Quella cena a tre stelle sotto l'occhio degli squali

Ha incuriosito e affascinato, oltre al pubblico numeroso e sempre molto attento, persino gli squali che facevano da sfondo particolarmente suggestivo allo «show cooking» nella sala dell'Acquario del Porto antico di Genova. Ma lui, il protagonista, Bruno Barbieri, chef pluristellato, orgoglio della cucina italiana e uno dei «MasterChef», con Carlo Cracco e Joe Bastianich, dell'omonimo talent in onda su Sky, ha continuato imperterrito a cucinare «in diretta» per due ore filate, alternando aneddoti, frizzi, lazzi e consigli enogastronomici, con l'abilità e la professionalità dell'autentico comunicatore. Doti, del resto, che lo hanno reso famoso anche presso il grande pubblico televisivo, e sono state collaudate proprio in «MasterChef», quel programma ormai cult di cui è in corso di organizzazione la terza edizione, sponsorizzato dall'azienda Franke che è leader mondiale nella produzione di lavelli ed elettrodomestici e fornitore esclusivo degli elettrodomestici utilizzati in tv. La stessa Franke, società svizzera nata nel 1911 come semplice laboratorio artigianale e dal 1965 operativa con una sede anche in Italia, a Cinisello Balsamo, ha voluto scegliere Genova come serata d'esordio del Franke Chef, il road show messo a punto in collaborazione con Barbieri. Un binomio, quello tra lo chef e l'azienda, all'insegna della passione per la cucina che continuerà sotto forma di 30 eventi itineranti organizzati insieme ai rivenditori Franke delle maggiori città italiane.
Di fronte alla vasca degli squali, dunque, Barbieri ha presentato una cena completa, cucinando ogni singolo piatto a livello dimostrativo, mentre i componenti del suo staff di collaboratori del catering portava in tavola i «risultati», preparati nelle cucine dell'Acquario, servendoli ai più importanti operatori genovesi del settore del mobile selezionati per la circostanza.
Ogni tappa del road show vede Barbieri, come si è già sperimentato con successo all'Acquario, cimentarsi in una serie di preparazioni culinarie elaborate e commentate dal vivo, con un menù di cinque portate (due antipasti, un primo, un secondo e un dolce). In ogni caso, sono state e saranno sempre tutte ricette originali create per l'occasione, avvalendosi delle prestazioni professionali e dei plus dei nuovi prodotti della collezione Franke, tra cui i forni con tecnologia brevettata Dynamic Cooking Technology e i nuovi piani cottura e lavelli della collezione Sinos. Al termine del road show, le ricette create da Bruno Barbieri per Franke saranno raccolte in un esclusivo ricettario, a disposizione del pubblico.
E sempre a proposito di «MasterChef», edizione numero 3, nel corso della serata genovese all'Acquario si è avuta conferma che sono già numerosissimi, a migliaia, i potenziali concorrenti che aspirano a cimentarsi nel talent nel periodo a cavallo fra 2013 e 2014. E buona parte di questi potenziali concorrenti, è stato ribadito, sono liguri, sull'onda della presenza decisamente «forte» della Liguria nelle passate edizioni, caratterizzata fra l'altro da due «assaggi esterni» del programma in onda su Cielo, il canale in chiaro del digitale terrestre numero 26. Notevole successo, hanno ottenuto, infatti, le performance allestite rispettivamente a La Spezia e nella città della Lanterna. Nel primo caso si è trattato di una prova di abilità culinaria, in cui due squadre erano alle prese con l'elaborazione pratica di un menù completo per cento militari di una portaerei. La seconda prova esterna è andata in onda dallo stadio di Marassi, dove i concorrenti hanno dovuto cimentarsi nel cucinare un menù tutto a base di verdure (ma senza patate fritte), da sottoporre ai «pulcini», campioncini in erba, del Genoa e della Sampdoria.