Giovani detenute diventano rockstar

Esce &quot;Il Viaggio&quot;, primo videoclip musicale (<a href="/video.pic1?ID=il_viaggio.flv"><strong>guarda</strong></a>) realizzato da dieci ragazze, quasi tutte rom, detenute al carcere Beccaria di Milano. Al loro fianco molte star del piccolo schermo: da Ambra a Luca e Paolo

Milano - “Canta che ti passa”, recita l’adagio popolare. E le ragazze rom detenute al Beccaria l’hanno preso alla lettera. Fuggire sulle ali della musica. E’ stato presentato oggi, infatti, a Palazzo Isimbardi, il video clip musicale “Il Viaggio” realizzato da dieci giovani detenute, quasi tutte di nazionalità rom. Nel video le ragazze compaiono al fianco di volti noti del mondo dello spettacolo italiano, che hanno aderito volontariamente a questa iniziativa. Fra loro Ambra Angiolini, Camila Raznovich e le due “iene” Paolo Kessisoglu e Luca Bizzarri.

Clip La realizzazione è il frutto di un anno di lavoro del regista Antonio Boccola, e il video probabilmente parteciperà al prossimo Giffoni Film Festival come fuori concorso, mentre già oggi si trova on line su Youtube. Atmosfere rarefatte, sbarre, mare, cielo, immagini di libertà e molto ritmo sono le caratteristiche della clip.

Testo “Canto i colori che qui non vedrò ma che so sognare. Lascia che io viva la vita che ho”. Intonano così le giovani del carcere minorile Beccaria. Il testo e la musica del brano, scritto e composto dalle ragazze, rientra nell’ambito di “progetto rete”, che ha lo scopo di aprire il mondo del carcere ad un confronto con gli studenti delle scuole superiori di Milano

Libertà “L’arte esce dalle sbarre. Bisogna promuovere l’affermazione di quei diritti che hanno la capacità di rendere liberi, anche all’interno di una prigione”, ha dichiarato l’assessore all’Integrazione sociale per le persone ristrette in carcere, Francesca Corso. “Il viaggio che per alcuni si interrompe nel meandro di una difficile ma resta – ha proseguito l’assessore -, la voglia di vivere la propria giovinezza anche reclusi in una struttura”.