Google L’Antitrust indaga sulla pubblicità

Ancora un altro colpo a Google: dopo la recente condanna di tre dirigenti del colosso del web per il video sui maltrattamenti di una ragazzo down e l’apertura di un’indagine dell’Ue per l’algoritmo usato dal motore di ricerca, arriva dall’Antitrust italiana l’ampliamento di una istruttoria già avviata sul sistema di raccolta pubblicitaria. Per l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato «le condizioni contrattuali fissate da Google non consentono agli editori di siti web affiliati di conoscere in maniera chiara, dettagliata e verificabile elementi rilevanti per la determinazione dei corrispettivi loro spettanti». «Benchè siamo contrariati a questa decisione, continueremo a collaborare costruttivamente con l’Autorità, nella convinzione che le nostre attività rispettino le normative in vigore sulla competizione nel mercato», ha commentato a caldo un portavoce di Google dopo la notizia. In realtà l’Antitrust aveva già avviato l’istruttoria lo scorso 26 agosto, ma nei confronti di Google Italy in relazione al servizio Google News. Successivamente, il 3 settembre, l’aveva estesa anche alla capogruppo statunitense poichè risultava che la gestione del servizio oggetto del procedimento era in capo alla sede di Mountain View in California.
Annunci
Altri articoli