Gp di Sepang, la Ferrari domina le prove libere

Raikkonen (40 giri) ha fatto segnare il miglior tempo in
1'35"707 davanti a Massa, che dopo 38 giri ha chiuso in
1'35"832. Terza miglior prestazione per la Red Bull di Vettel in 1'35"954. McLaren in crisi: via il ds Ryan ed Hamilton si scusa per la "bugia"

Sepang (Malaysia) -  È targata Ferrari la seconda sessione delle prove libere in vista del Gran Premio della Malaysia. Sul circuito di Sepang, Kimi Raikkonen (40 giri) ha fatto segnare il miglior tempo in 1’35"707 davanti al compagno di squadra brasiliano, Felipe Massa, che dopo 38 giri ha chiuso in 1’35"832. Terza miglior prestazione per la Red Bull di Sebastian Vettel in 1’35"954, unico oltre alle due monoposto della scuderia di Maranello a scendere sotto il muro dell’1’36".
Solo sesta la Brawn Gp di Rubens Barrichello (1’36"161) davanti al compagno di squadra Jenson Button (1’36"254), ma Barrichello partirà comunque 5 posti indietro in base al piazzamento che otterrà nelle qualifiche ufficiali perché  ha dovuto sostituire il cambio. E soltanto 11/a la McLaren del campione del mondo Lewis Hamilton in 1’36"515, mentre non fa meglio Fernando Alonso su Renault con un 15/o tempo in 1’36"640. Chiude 12/a la Toyota di Jarno Trulli in 1’36"516, mentre è penultima in 1’37"432 la Force India dell’altro italiano Giancarlo Fisichella che ha terminato in anticipo le prove a causa di una uscita di pista alla curva 11. Nessuna conseguenza per il pilota romano, ma vettura gravemente danneggiata.

Massa e Raikkonen: bene la F60 "Siamo andati bene, e siamo soddisfatti. La macchina sembra rispondere ai cambiamenti fatti". Il pilota della Ferrari, Felipe Massa, è soddisfatto del suo secondo tempo dietro al compagno di squadra Kimi Raikkonen nelle prove libere. Ora Massa spera di fare il colpo anche in gara? "Vediamo", ha risposto il ferrarista. E Raikkonen conferma: "La macchina va meglio vediamo in gara". Sul problema avuto al Kers stamattina alla fine della prima sessione, Raikkonen ha aggiunto: "Non ho avuto paura del fumo, tutto era sotto controllo".

McLaren: via il ds Ryan  Dave Ryan non è più il direttore sportivo della McLaren Mercedes. Lo ha reso noto il team manager Martin Whitmarsh con un comunicato. Il comportamento di Ryan "in particolare con i commissari di gara della Fia (a Melbourne n.d.r.), ha causato serie ripercussioni al nostro team, per le quali ci scusiamo. Per questo ho deciso di sospenderlo, e lui ha accettato la mia decisione", afferma Whitmarsh. La vicenda è legata alla squalifica di Lewis Hamilton. Ryan lavorava alla McLaren dal 1974.

Hamilton chiede scusa "Mi dispiace molto per la situazione che si è venuta a creare. Sono stato male consigliato e chiedo scusa": così Lewis Hamilton. "Chiedo scusa a tutti e sono sicuro che non accadrà di nuovo. Dave Ryan è una brava persona, ma sono stato male consigliato. Non sono un disonesto". Il campione del mondo della McLaren si riferisce a quanto accaduto alla fine del Gp d’Australia, quando non ha detto la verità sull’episodio del sorpasso di Trulli in regime di safety-car.