Grillo soffre di manie di persecuzione: "I media istigano perché qualcuno mi elimini"

Sul suo blog il comico si chiede se "dal tiro al bersaglio metaforico" nei suoi confronti "si passerà a quello reale". Ma è solo una farsa: in realtà Grillo è intoccabile...

Cita Orwell e dedica un’ampia citazione da 1984 per riadattare ai giorni nostri l’immaginario Rito dell’Odio. E ancora: si rifà agli anni di piombo per paventare addirittura un attentato ai suoi danni come ipotetico frutto della campagna di aggressione che denuncia da parte di politica e media. È il solito Beppe Grillo che, vittima delle sue manie di persecuzione, spera nel martirtio mediatico per incidere maggiormente alle prossime elezioni. "Il rito quotidiano dell’Odio da parte di aizzatori di professione nei miei confronti, nei confronti degli appartenenti al MoVimento 5 Stelle e dei miei collaboratori sta diventando fragoroso, insopportabile, indecente", scrive sul blog il comico genovese attaccando a testa bassa quei media che, negli ultimi mesi, lo hanno sempre considerato con un occhio di riguardo.

Non è la prima volta che Grillo va all'attacco. Basta una mezza critica per farlo imbestialire, per spingerlo a usare la rete e il blog come un'arma nucleare. Contro tutto e tutti: basta dire o scrivere una mezza parolina contro il guro del Movimento 5 Stelle per far scatenare l'inferno. Già dopo l'attentato alla scuola "Morvillo" di Brindisi, Grillo aveva parlato di terrorismo, schegge impazzite nell'apparato statale e segreti: "Furono le bombe del Pac di Milano, dei Georgofili a Firenze allora a precipitarci in un ventennio infame di cui stiamo pagando le conseguenze e a impedire ogni cambiamento. Spero che Brindisi, che segue l'attentato ad Adinolfi a Genova, non sia l'inizio di una militarizzazione del territorio, di leggi speciali, di neo terroristi e di depistaggi. Cui prodest questo attentato?". Manie di protagonismo o manie di persecuzione? Non si sa. Sta di fatto che oggi il comico genovese è tornato a sparare contro i media con accuse pesantissime. "Lo scopo è quello, chiaro, di creare dei mostri da abbattere per mantenere lo status quo", spiega accusando i critici perché "non discutono mai nel merito, ad esempio del Programma del M5S, insultano, fomentano con l’obiettivo di isolare, infamare, distruggere".

"E dopo? Cosa verrà dopo?", si domanda Grillo che passa a fornire anche uno scenario. "Dal tiro al bersaglio metaforico, si passerà a quello reale? L’informazione - incalza - sta sconfinando in molti casi in istigazione a delinquere, come avvenne negli anni di piombo. Li diffami, li isoli e poi qualcuno li elimina. Ci vediamo in Parlamento. Sarà un piacere". Sostituendo il suo al nome dell’Emmanuel Goldstein creato dalla penna di George Orwell, Grillo racconta allora di quel "rito dell’Odio era cominciato. Come al solito, la faccia di Beppe Grillo, il Nemico del Popolo, era apparsa sullo schermo. S’udì qualche fischio, qua e là, fra i presenti. La donnetta dai capelli color sabbia diede in una sorta di gemito in cui erano mescolati paura e disgusto. Grillo era il rinnegato. Durante il suo secondo minuto, l’Odio arrivò fino al delirio. La gente si levava e si rimetteva a sedere con gran rimestio, e urlava quanto più poteva nello sforzo di coprire il belato di quella voce maledicente che veniva dallo schermo. La donnetta dai capelli color sabbia era diventata rossa come un peperone e apriva e chiudeva la bocca come un pesce tratto fuor d’acqua. Una bruna aveva cominciato a strillare: 'Porco! Porco! Porco!'". Qui arriva un’altra interpolazione grillista, che aggiunge agli insulti della folla dei non casuali populista, fascista, assassino ed evasore. In realtà, se si va a dare un'occhiata alla stampa (nazionale e internazionale), il leader del Movimento 5 Stelle è sempre stato trattato coi guanti. Se sul Fatto Quotidiano l'endorsement di Marco Travaglio è stato messo nero su bianco, sul Corriere della Sera e su Sette non è mai mancato lo spazio per mettere in luce Grillo & Co. Basti citare la lettera (senza replica) di Gianroberto Casaleggio. Anche Repubblica non ha mai avuto la mano pesante con i grillini, verso i quali ha sempre nutrito una certa simpatia senza mai, però, urtare i nervi a qualche notabile del Partito democratico.

Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 02/09/2012 - 16:58

MA perchè cosa si aspettava il finto ingenuo? Questa sua tecnica è vecchia e ricalca le spregevolezze di Dell'Utri e le offese di berlusconi contro i giudici. Benvenuto nella realtà, comico!!. Stai per diventare un politco dell'ultima repubblica.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 02/09/2012 - 17:19

stia tranquillo gli italiani seri non ammazzano i pagliacci al massimo non vanno più a circo

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Dom, 02/09/2012 - 17:23

Grillo non mi è mai piaciuto come comico, immaginiamoci come politico......, ma adesso il poco cervello rimastogli se lo è completamente bevuto.

cgf

Dom, 02/09/2012 - 17:23

lei signor luigi mai avuto a che fare con avvocati, vero? non le auguro del male, non si augura nemmeno al peggior nemico, ma che abbia a che fare con la giustizia italiana, non mi fraintenda per carità!! non è necessario commettere reati per averci a che fare!

motomec74

Dom, 02/09/2012 - 17:43

ha ragione da vendere grillo, e poi chi dovremmo votare? i soliti politici che litigano di giorno, e di notte cenano assieme? non è mai esistitita ne destra ne sinistra. sono tutti uguali, casta e basta. nessuno di voi capisce che grillo no si candida, non è un politico, non ha un partito, siete talmente abituati alla vecchia politica che vi sembra uno di loro!

a.zoin

Dom, 02/09/2012 - 17:48

Hai voluto la bicicletta ??? ALLORA PEDALA !!!

honhil

Dom, 02/09/2012 - 18:01

Prima c’era Berlusconi, il mare magnum, su cui tutti i fiumi dell’odio italico, e ce n’è tanto stivato nelle nostre cattive coscienze, si riversavano. E tutto era normale. Anzi naturale. Anzi faceva scuola. E così tutti potevano a loro piacimento impiccare la sagoma del Cav. o metterla su un catafalco e celebrare il suo funerale. Non c’era manifestazione del popolo della sinistra senza un cadavere allegorico di Silvio portato a spasso per le vie delle città. E tutt’intorno plausi a non finire. Mentre la intellighenzia col torcicollo sinistro, su tutti i giornali della libera stampa, dava spiegazioni sociologiche per spiegarne la genesi e incoraggiarne la diffusione. Ed Eugeniuccio Scalfari e Marcuccio Travaglio, non ancora su linee di pensiero diverse, in perfetta sintonia, sono arrivati anche ad auspicarne la morte. Tanto che qualcuno tentò anche di accontentarli. E che faceva Grillo? Non certo il pompiere. Chi semina vento raccoglie tempesta, prima o poi. Non esistono zone franche su cui mettersi al riparo, una volta che si sono rotti gli argini della convivenza civile e della democrazia. E grillo finora a lavorato per il diavalo.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 02/09/2012 - 18:05

xPISOPIPPO- Vedo con meraviglia che rimani sempre un comunista di unita proletaria.Solo che al tuo lato, di proletari sono rimasti solo gli estracomunitari.Un saluto da Grillo.

pietro94

Dom, 02/09/2012 - 18:26

http://www.ilgiornale.it/news/interni/quando-beppe-grillo-era-fascista-834125.html nel link un articolo vostro di oggi dove mostra una foto di "grillo fascista" tratta da un fotogramma di un film, ma questo non è scritto.

grattino

Dom, 02/09/2012 - 18:29

Pensa che giornalista questo Rame...va a fare copia e incolla dal sito di Grillo e poi ci aggiunge qualche caxxata

Paul Vara

Dom, 02/09/2012 - 18:32

Mentre altri con grane giudiziarie hanno accusato la magistratura di esser comunista... È chiaro che si sta creando una campagna mediatica contro il nemico pericoloso: destra e sinistra hanno paura di Grillo e soprattutto di perdere i privilegi ai quali i rappresentanti si aggrappano, manco fossimo nella Francia pre-rivoluzionaria.

cesaresg

Dom, 02/09/2012 - 18:33

Grillo se da comico facevi un po schifo, da "nonpiucomico fai pena. Invece "luigipiso" con i suoi commenti ormai prevedibili fanno ridere pure il mio gatto. Continua così che farai concorrenza anche al grilloparlante.

pietro94

Dom, 02/09/2012 - 18:34

letto in risposta sull'articolo PRIMA TI IGNORANO: hanno fatto di tutto per azzerare le giuste iniziative del Blog e del Movimento, vedi le firme per il parlamento pulito. POI TI DERIDONO: Beppe è brutto, cattivo, dice le parolacce e gli attivisti del movimento sono dei coglioni senza esperienza e senza cervello.Sono i seguaci del gabibbo. POI TI COMBATTONO: ci siamo, gli attacchi al Movimento arrivano da tutte le parti, giornali (quasi tutti), politici di ogni risma, feste di partito e comici. POI VINCI. In Parlamento faremo la rivoluzione e per ogni "Scillipoti" che si vende ci saranno decine di agguerriti combattenti! FORZA M5S.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 02/09/2012 - 18:40

Poi alla fine fanno così. Grillo come Berlusconi quando creano dissenso, vittime di se stessi lamentano i complotti.

MateDe

Dom, 02/09/2012 - 18:43

Ma come Grillo viene sfotxxto perchè soffre di manie di persecuzione.... e il vostro padrone ai bei tempi cosa faceva???me ne ricorderò la prossima volta che userete la parola doppiopesismo! Btw lungi da me difendere Grillo: lui é solo la versione 2.0 del nano malefico!Ma si sa questo è cio che piace agli italiani...

Follia

Dom, 02/09/2012 - 18:45

E' inutile che continuate con queste notizie... avete stancato anche un vecchio sostenitore come me. Io non voterò nessuno che nel suo programma non proponga un taglio netto e decisivo degli stipendi bonus e altre porcate. Sinceramente hanno veramente rotto il.... non mi interessa Grillo Bersani Berlusconi... si è passato il segno.

mariolino50

Dom, 02/09/2012 - 18:49

marforio Ci sono ci sono i proletari, e con l'aria che tira diventeranno sempre di più, magari anche molti di voi, così forse la penserete diversamente, quando sentirete il morso del lupo nel di dietro, e quello della fame davanti.

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Dom, 02/09/2012 - 18:57

Lui che basato il successo politico del suo movimento andando a grattare nel fondo dei cassetti degli altri e scoprendo altarini che diversamente non sarebbero mai venuti a galla, avendo (Grillo) un passato che definire 'gioviale' è solo l'inizio, cosa doveva aspettarsi? Ora che c'è lui i ballo si sente perseguitato? Comincia a mostrare qualche segnale di ingenuità.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 02/09/2012 - 18:58

paola29yes, grazie al pocco cervello di grillo come dici tu, oggi non paghi più la tassa sulla ricarica del tuo telefonino. Grazie invece ai grandi cervelloni che hai votato siamo costretti a pagare la tassa anche sulla carta sull'aria che respiriamo. meno male che tu di cervello ne hai....

Bozzola Paola

Dom, 02/09/2012 - 19:17

E' andato!!Il virus della politica/poltrona/potere lo ha contagiato. Se prima poteva(??????) essere perlomeno interessante ora si è adeguato benissimo al clima ed ai sistemi della casta. Lui pretende di dire e fare tutto quello che vuole (anche se prima ce l'aveva con Bossi, Berlusconi,Bersani intesi come DITTATORI dei propri partiti), ma se lo insultano (come faceva lui agli altri)o altro grida AL LUPO AL LUPO (ne più ne meno come gli altri)ALLORA DEVE PREPARARSI AL PEGGIO!!Voleva la bicicletta, adesso pedala!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di foresto

foresto

Dom, 02/09/2012 - 19:19

Scusi sig. Luigi Piso, ma la sua vita quotidiana e' costellata da paranoie come quelle politiche ossessivamente reiterate in questo forum? Sorrida qualche volta che le allunga la vita. :) [Nella paranoia interviene una fissazione su pensieri ossessivi singolari, spesso di tipo persecutorio. Un individuo afflitto da paranoia è spesso in grado di elaborare convinzioni profonde basandosi su osservazioni o eventi casuali ed interpretandoli secondo schemi di ragionamento abnormi.]

FrancescoCeC

Dom, 02/09/2012 - 20:36

Da notare che anche Berlusconi in passato disse la stessa cosa. Tra pagliacci populisti alla fine si incontrano.

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Dom, 02/09/2012 - 20:37

Grillo è un comico che ha capito che la vecchia satira politica per avere successo e fare crescere il conto in banca, il suo, deve darsi una parvenza di impegno sociale e politico. Ora la gente non ride più solo per il gusto di divertirsi e del ridere per il ridere, ma anche in questo "impegno" vuole sentirsi parte di un disegno sociale e politico, meglio se rivoluzionario o pseudo tale, di un certo spessore, se non altro apparente. Il problema non è Grillo ma il relativamente alto numero di seguaci, che sono un problema che andrebbe affrontato nel campo della psicologia di massa. Se non si troverà una via d'uscita in termini di "terapia sociale" i voti che confluiranno sulla politica come barzelletta per sentirsi impegnati avrà dei notevoli effetti collaterali negativi. Quando l'opinione pubblica ne avrà sperimentato gli effetti, se non saprà trarne i debiti ammaestramento verrà un'altro Grillo ed il gioco ricomincerà da capo. Purtroppo per contrastare il fenomeno, peggio se a catena, occorrerebbe una classe politica adeguata ed all'altezza, che in primo luogo abbia cognizione reale dei problemi e che poi li sappia esporre alla gente. Purtroppo anche i "tecnici" dell'attuale governo in parte impersonano gli stessi aspetti negativi di Grillo, parlano con demagogia adatta a coagulare consenso, ma si sforzano di sembrare seri e ponderati, in modo da fare sentire impegnati chi è disposto a seguirli con motivazioni non di semplice protesta. Suscitano a volte questi pseudo politici anche ilarità e sorriso amaro, ma solo su una ristrettissima fascia di opinione pubblica, magari quella elitaria e consapevole, purtroppo ancor oggi minoritaria ed ininfluente.

arkangel72

Dom, 02/09/2012 - 21:53

Non passa giorno che non scriviate un articolo "contro" Grillo e il suo movimento. Io non li leggo di solito, ma oggi ne avete pubblicato addirittura due! Non capite che state esagerando a dargli importanza? O forse lo avete capito molto bene e il vostro fine è quello di creare consenso nei suoi confronti suscitando nell'elettorato un sentimento di difesa verso colui che è denigrato. Esattamente come fece la sinistra quando a parole combatteva Berlusconi e in realtà ne fece una vittima perseguitata che il popolo si apprestò a proteggere col voto e con i consensi che sappiamo. Regalandogli così il potere per 20 anni. Sembra che abbiate imparato bene l'esempio della sinistra e adesso siete voi a denigrare un movimento nuovo con il suo leader per portarlo al potere con lo stesso metodo con cui la sinistra portò Berlusconi alla guida del Paese. La logica in tutto questo? Semplice... il PDL non è pronto per le elezioni, Berlusconi ormai è out e il suo delfino è troppo debole per rafforzare la coalizione. L'appoggio indiscriminato al governo Monti non ha contribuito a rifare la verginità nè alla sinistra nè alla destra, pertanto occorre tempo per tutti. Allora continuare a denigrare Grillo per farlo arrivare in Parlamento e possibilmente al governo farebbe comodo a tutti. Quando poi ci saranno dei leader degni di questo nome in entrambi gli schieramenti si manderà Grillo a casa con qualche scandalo e processo farsa di una magistratura complice. Scommettiamo che sarà così?

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 02/09/2012 - 22:07

"CARISSIMO" PIETRO 94. Si fà presto a scrivere, ma prima bisognerebbe "COLLEGARE" IL CERVELLO. Laddove Lei scrive che il Giornale pubblica una fotografia senza dichiarare che si tratta di un film, dice una caxxata, perchè nell'articolo viene charamente scritto FOTO DI SCENA. E se una frase del genere per LEI non vuole dire che è tratta da una scena di un FILM, si faccia visitare. Saludos

Marzia Italiana

Dom, 02/09/2012 - 22:18

Luigipiso - cosa c'entra Berlusconi con la tattica di Grillo? E poi quali offese alla magistratura! Quelle sue erano denunce bell'e buone contro una magistratura politicizzata e di parte. Niente a che vedere col Grillo sparlante!

Marzia Italiana

Dom, 02/09/2012 - 22:26

Concordo pienamente con Ferrara quando disse che abbiamo politici che sono buffoni e, riferendosi a Grillo, e' un buffone che fa il politico.

flashpaul

Lun, 03/09/2012 - 00:00

Per Giorgio Prinzi: analisi fatta con il taglio di un diamante. Il miglior commento. Io non ho niente da aggiungere se nonchè da quando si è dato alla politica, si sta rendendo sempre più ridicolo e sta perdendo credibilità. Si distruggera da solo, lui e il suo movimento.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 03/09/2012 - 01:18

Non si tratta di mania di persecuzione ma più semplicemente di delirio di onnipotenza. Il suo delirare, girando per le piazze di tutta Italia, ha raggiunto il culmine. E' arrivato al punto che solo lui può insultare chicchessia ma guai se insultano lui. PERBACCO, LEDONO SUA MAESTA' IL GRANCIARLATANO.

Roberto Casnati

Lun, 03/09/2012 - 02:40

Qualcuno, e soprattutto i "media" vuol far fuori Grillo? Ma dai! Se dopo Berlusconi ora cancellassero anche Grillo di che cosa vivrebbero mai i numerosi giornalai di sinistra? Di che cosa vivrebbero mai i sinistri? Senza un nemico "esterno" i sinistri, per evitare la dissoluzione dei loro partiti, dovrebbero litigare tra di loro e solo tra di loro. No è molto più conveniente avere o crearsi un "nemico", un capro espiatorio di tutti i mali e, poi, presentarsi come i "salvatori" della patria. Insomma un pò come ha fatto Napolitano.

Massimo

Lun, 03/09/2012 - 06:38

Se Grillo è nel centro del mirino lo deve alla solita abitudine dei comunisti di demonizzare chi li ostacola. Invece di partecipare alla polemica a supporto delle tesi di Bersani, noi di Centro Destra dovremmo rincarare la dose. Perchè il nemico non è Grillo (pur con tutto quello che ha detto contro Berlusconi) ma il pci/pds/ds/pd e i suoi caudatari vecchi e nuovi.

Gianrico

Lun, 03/09/2012 - 06:48

Ha ragione. Si è reso conto che siamo in un regime. Lo dica ai suoi compagni.

a.zoin

Lun, 03/09/2012 - 07:35

Vorrei solamente sapere!!!!!!! CHI SONO I -B U R A T T I N A I-, che danno tanta corda a quei ridicoli e ottusi politici che ci sono in Italia.

cast49

Lun, 03/09/2012 - 08:29

Paul Vara, puoi dire che le toghe rosse non siano comuniste? e i comunisti fanno sempre flop e si è visto.

fabrizio

Lun, 03/09/2012 - 09:12

siamo alle solite, quando i nostri parlamentari sentono il pericolo di perdere la poltrona a beneficio di un nuovo movimento, si mobilita la stampa amica per affossare e gettare fango sul nuovo che avanza. Ma ormai, gli italiani hanno capito da un pezzo il giochetto e, alle prossime elezioni nazionali, sarà il giorno del giudizio per molti e il momento di lasciare la poltrona per tornare al duro lavoro di tutti i giorni per un tozzo di pane..

Ritratto di flordluna

flordluna

Lun, 03/09/2012 - 09:18

caro grilletto.....adesso fai la vittima... ma quando attaccavi berlusconi tutto andava bene vero??? sei un ipocrita ed un corrotto, non sei neppure piu' un comico....ma una ridicola appendice di potere, preparata da anni per ricoprire il ruolo attuale di politicante cialtrone!!!

scott

Lun, 03/09/2012 - 09:22

Insomma, Grillo era buono prima per erodere voti al PD. Ora che ne ha erosi troppi è cattivo?

liibalaaba

Lun, 03/09/2012 - 09:33

Giustissimo! Beppe ha colto nel segno! Il rito dell'odio? E di cosa ci meravigliamo? Il primo che lo ha messo in campo è stato proprio il Cav.contro i Comunisti quando,nel 1994,ha capito che stavano per avere una maggiorannza Bulgara in Parlamento. E' stato capace,di mettere gli italiani,l'uno contro l'altro! Vi mneravigliate di quello che dice Grillo (che ripeterò "ad libitum",nessuno riuscirà mai a zittire)? Allora o avete la memoria corta, o ricordate solo quel che vi fa piacere ricordare! Cercate,per favore, di non essere faziosi! Liibalaaba

luigi civelli

Lun, 03/09/2012 - 11:30

Ora il grillo sparlante, un po' scosso dalle polemiche interne del movimento di sua proprietà, con tanto di marchio registrato, si atteggia a vittima, novello Calimero, quello che:"tutti ce l'hanno con me perché sono piccolo e nero". Come tanti altri politici prima di lui, scopre il fascino del "chiagne e fotte" ed entra a pieno titolo nella compagnia di giro del teatrino della politica: è pronto per Porta a Porta.

FasciInFasceAsfasciO

Lun, 03/09/2012 - 12:04

Quant'è odioso questo personaggio. Ogni giorno che passa lo rende sempre più insopportabile alla vista e all'udito. Dopo le iene ci mancavano solo gli sciacalli come grillo a raccogliere gli scarti...

little hawks

Lun, 03/09/2012 - 12:10

Grillo sta però promettendo di liberarci dai politicanti che hanno succhiato il sangue sia allo Stato che alle imprese, mantenendo centinaia di migliaia di famiglie improduttive ma che vivono nel lusso. Prenderà voti sia da destra che da sinistra perchè gli italiani si sono stufati di essere governati da furbissimi incapaci imprevidenti egoisti scansafatiche, sia di destra che di sinistra, camaleonti voltagabbana, professionisti delle chiacchiere che hanno gestito per troppi decenni un paese eccezionale fino a renderlo povero e misero.

gianni.g699

Lun, 03/09/2012 - 12:59

HA RAGIONE ! ! !

pasquale_tibur

Lun, 03/09/2012 - 13:22

Se cade Grillo, per gli italiani finiranno gli ultimi rimasugli di speranza. Avremo ancora PD, PDL, UDC, IDV, Sel ecc. Ed è agghiacciante!

MEFEL68

Lun, 03/09/2012 - 13:30

E' proprio vero: chi tocca i fili muore- Se non stai nel coro, via. Vieni demonizzato, irriso, fino alla distruzione della tua immagine (spero che non si vada oltre). Quello che trovo strano è che "Il Giornale" si associ al coro. Eppure stanno facendo con Grillo le stesse identiche cose che hanno fatto con Berlusconi. Perchè quest'atteggiamento? Se Renzi non si adeguerà, fra poco toccherà anche a lui. Invito, pertanto, tutti i lettori de "Il Giornale" a non accodarsi ai "bla, bla, della denigrazione. I politici ufficiali, sono certamento peggio dell'apprendista stregone. Lo vorrei provare. Così come ho fatto con Berlusconi.

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 03/09/2012 - 14:03

ma certo ora veniamo a sapere che tutti i mezzi d'informazione sono sempre stati gentili con grillo come no stile emilio fido con prodi. se lo definite un pazzo isterico che soffre di manie di persecuzione sapreste spiegarmi come mai senza che abbia mai avuto l'ausilio servente di stampa e televisioni,ci sono milioni di italiani pronti a votarlo?????

SiamoNeiGuai

Lun, 03/09/2012 - 14:14

Si, forza, tutti all'attacco contro grillo, la strega da portare al rogo è lui. Ma tu guarda un pò, un comico che vuole salvare l'italia. Ma come si permette? Intanto per non sapere ne leggere ne scrivere alle prossime elezioni gli darò il voto, giusto per punire gli altri. 25% di voti che mancheranno all'appello fanno venire la tremarella, vero? Saluti

Massimo Bocci

Lun, 03/09/2012 - 14:32

Grillo, non incentivi le reazioni DEMOCRATICHE dei democratici (comunisti, ex,post,attuali), questi sono dei veri guardiani (partigiani??) custodi del regime dei padri costituenti;….Cioè dei comunisti a guardia di una costituzione comunista (che gli assicura la pagnotta da 65 anni) e per questo pronti ALLA MORTE (si fa per dire) se gli levassero veramente la pagnotta sicura,….abbandonerebbero l’azione del partigiano per quella del PARMIGIANO!!!;…….Dunque si ricorda l’azione del guerrigliero il CE GHEVARA (nostrano), che ha tirato una statuina del Duomo di Milano al Bunga Bunga (un vero eroe Bolscevico tipo Greganti), si perché se c’è una cosa che non manca PAN democratici, mistificatori comunisti, oltre ai LADRI (certificati) è la manodopera di basso (infimo!!) livello,…..di riFINIti (inutili Idioti),devastatori di città e affini, provetti lanciatori di….(molotov, estintori, sampietrini, statuette e affini) tutti (atleti) DELLA FASCIA PROTETTA, degli intoccabili (perché MANIFESTAMENTE e irreparabilmente celebro lesi CERTIFICATI), per accertare questo basta chiedergli chi sono e chi li mandanti?? Se ti rispondono che sono dei comunisti democratici, è prova provata che son affetti da ENCEFALOPATIA ACUTA e IRREVERSIBILE:……..Dunque Grillo Lei stia attento alle LANTERNE dei compagni, perché da codeste parti di LADRI e ENCEFALOPATICI (comunisti) c’è un EPIDEMIA.

Massìno

Lun, 03/09/2012 - 14:36

Banale dilettante, per recitare bene il ruolo della vittima bisogna essere padroni di giornali e tv e sostenere che sono in mano ai comunisti.

guidode.zolt

Mar, 04/09/2012 - 00:06

FrancescoCeC ...Massìno...quando terminano le ferie i vostri cervellini comunicatecelo...