Un gruppo di 18enni bene assalta una gioielleria: "Volevamo vestiti costosi"

<p>
Fermati quattro ragazzi, colpevoli di avere rapinato una gioielleria ad Aprilia. I rapinatori, provenienti da famiglie bene hanno spiegato: &quot;Volevamo comprare scarpe e vestiti firmati&quot;
</p>

LATINA - Volevano comprarsi scarpe firmate e vestiti costosi, ma non avevano i soldi. Così hanno deciso di fare irruzione in una gioielleria nel centro di Aprilia, in provincia di Latina e di minacciare il proprietario con una pistola giocattolo. Bottino della bravata, gioielli per un valore di 20mila euro e 700 euro in contanti. Dura poco però la festa dei colpevoli, quattro ragazzi tra i 18 e i 19 anni. La pistola giocattolo viene rinvenuta nei pressi del negozio di preziosi e un blitz nelle case degli accusati permette ai militari di stanza ad Aprilia di recuperare il maltolto.

I quattro ragazzi, provenienti da famiglie benestanti, condotti in caserma si sono dichiarati colpevoli. "I soldi ci servivano per comprare scarpe costose e vestiti firmati", hanno spiegato. Sgomenti i genitori, che si sono detti all'oscuro di tutto.