Il gruppo Del Conca sbarca al Dubai Sports City

Il gruppo Del Conca, realtà ai vertici mondiali nella produzione di piastrelle in ceramica (fatturato 2008: 145 milioni), attraverso la controllata Pastorelli, ha ottenuto l'appalto per la fornitura dei rivestimenti delle mille abitazioni di lusso in corso di costruzione al Dubai Sports City, la capitale mondiale degli sport del costo di 4 miliardi di dollari che verrà portata a termine entro il 2011. Con questa commessa il gruppo sammarinese si afferma con rinnovata forza in un mercato, quello degli Emirati Arabi, in continua ascesa, del valore attuale di 3 milioni di euro. Il Dubai Sports City, con 5 milioni di mq, è la prima città al mondo dedicata interamente allo sport, candidata a ospitare le Olimpiadi 2020. Qui sono presenti tutte le discipline e le migliori scuole sportive del mondo: la David Lloyd per il tennis, la Butch Harmon Academy per il golf, la Manchester United per il calcio. Il progetto comprende 4 stadi, diverse scuole internazionali, strutture mediche, alberghi, centri commerciali, e un esclusivo complesso residenziale denominato Victory Heights, realizzato con materiali al top della gamma. Ed è proprio per il Victory Heights, e per l'annesso Sport Academy, che Pastorelli è stata chiamata a fornire 15mila mq di piastrelle per interni ed esterni. «Ancora una volta l'alta qualità e l'eleganza dei nostri materiali sono stati premiati - commenta il Ceo Enzo Donald Mularoni. - Con questa commessa la nostra espansione negli Emirati accelera decisamente il passo, tanto che di qui a fine anno ci attendiamo un raddoppio di fatturato. Un risultato particolarmente rilevante a fronte della contrazione in atto nel mercato italiano, dove per il 2009 puntiamo al consolidamento delle nostre posizioni». Grandi soddisfazioni sono in arrivo anche dalla Cina, dove Del Conca è presente in un numero crescente di showroom e negozi monomarca, con una previsione di fatturato per il prossimo triennio che supera i 5 milioni. «Alla crisi dell'edilizia nei mercati occidentali facciamo fronte conquistando nuove quote in quelli emergenti - sottolinea Mularoni. - In quest'ottica continueremo anche in futuro a investire senza risparmio per elevare al massimo il livello del nostro apparato produttivo e per continuare a proporre a livello nazionale e internazionale materiali sempre all'avanguardia, esteticamente unici e ineccepibili dal punto di vista qualitativo». Gli investimenti medi che ogni anno il gruppo riserva alla sola innovazione tecnologica ammontano a circa 5 milioni. Del Conca, che complessivamente impiega 520 addetti, è composto da tre poli industriali situati tra l'Emilia-Romagna e San Marino: Ceramica Faetano, Ceramica del Conca e Pastorelli. Dei 145 milioni fatturati nel 2008, il 70% è arrivato dall'estero, il restante 30% dall'Italia. Grazie ai crescenti successi ottenuti all'estero, e in particolare negli Emirati e in Cina, i vertici del gruppo, nonostante la stagnazione del mercato italiano, prevedono di riuscire a consolidare i risultati già ottenuti lo scorso anno, confermando un fatturato da 145 milioni per il 2009.