La guida al risparmio

È tempo di cautele, di risparmi, di attenzione alle spese, e tutto questo non può non essere effettuato anche sulla nostra casa, sul nostro vivere quotidiano, se pensiamo che solo per l'acqua minerale spendiamo 3,2 miliardi di euro. In questa pagina trattiamo alcuni dei problemi più comuni, quelli di tutti i giorni, ma più la nostra abitazione è complessa, più è grande, più risente degli anni, maggiori debbono essere le attenzioni, e questo vale per ogni aspetto della costruzione e della sua vita e del comportamento dei suoi abitanti. Dal tetto e dalla sua tipologia, dallo spessore dei muri perimetrali e dal loro tipo di costruzione,dai serramenti, dal sistema di riscaldamento o di condizionamento, e quindi anche a tutti gli apparecchi che vengono usati in questa casa, da quelli per il caldo a quelli per il freddo, dagli elettrodomestici ai televisori, agli strumenti di riproduzione, alle stufe, ai caminetti. Se abbiamo un poco di attenzione ci accorgeremo che i risparmi potranno essere anche notevoli, anche perché, in considerazione che in barba ad ogni periodica dichiarazione, i costi di energia, di gas, di luce e di comunicazione non fanno che lievitare. Soprattutto poi quando le stagioni mutano, perché se i riscaldamenti non sono ancora in funzione, il freddo in casa spesso si fa sentire in maniera anche fastidiosa ed allora si ricorre ad apparecchiature di riscaldamento che sono vere e proprie mangiatrici di energia. La più importante rivista americana nel settore della casa, raccomanda per esempio di non tener mai accesi nelle ore notturne né lo scaldabagno né il televisore, di evitare in ogni modo lampade alogene, limitare il condizionamento a pochi intervalli di tempo. Noi in questa pagina cerchiamo di mettere in evidenza quelli che sono gli elementi maggiori di spesa, sperando di esservi stati utili.
(hanno collaborato: Albino Boffi e Gabriella Kurovilla)