Hacker sul sito del governo "Sono i pirati pro-Wikileaks"

Alle 15 è scattata l'operazione della rete Anonymous, una catena di hacker che sostengono Assange. La polizia postale: "Traffico bloccato, ma nessun furto di dati"

Roma - È in corso un "attacco" di hacker contro il sito del governo italiano, www.governo.it, il cui accesso è reso difficoltoso a causa delle migliaia di richieste di accesso provenienti contemporaneamente da più server sparsi nel mondo. Non ci sono pericoli di furto di dati, né problemi legati alla sicurezza informatica. L’attacco era stato annunciato dal network pro Wikileaks Anonymous.

La polizia "Attualmente - spiega la polizia postale - la situazione è sotto controllo". L’inizio dell’attacco, annunciato da un comunicato diffuso su internet, firmato da Anonymous Italy, era previsto alle 15. Si tratterebbe di "un’azione dimostrativa" per rivendicare la libertà sulla rete e protestare contro il boicottaggio di Wikileaks, operato da governi e aziende, a seguito delle rivelazioni fatte dal sito fondato da Julian Assange. "C’è una enorme quantità di richeste di accesso al sito web del governo - spiega la polizia postale - e finchè la banda riesce a sostenere le richieste, il sito rimane accessibile". I responsabili del sito sono stati avvisati e la situazione dovrebbe tornare nella normaltà.