È hamburger mania: gli indirizzi giusti per il panino perfetto

McDonald's non basta più, l'hamburger è diventato una prelibatezza per palati fini. La sfida è trasformare un piatto della cultura dei fast-food a stelle e strisce in un prodotto tutto italiano. La qualità è al primo posto e Milano ama questa variante del sogno americano. L'hamburger si è insinuato nei menù dei ristoranti e alcuni locali sono nati solo per proporre questa pietanza che con il tempo è stata sdoganata da spuntino veloce a pasto vero. Carni scelte rigorosamente italiane, maionese fatta in casa, verdure a chilometro zero, sono solo alcune delle caratteristiche che lo contraddistinguono. A Milano gli hamburgerai specializzati sono tantissimi.
«Al Mercato» in via Sant'Eufemia è tra i più rinomati. Il locale è diviso in due parti: la sala ristorante, dove il pezzo forte è la carne, e il «Burger Bar», qui la scelta è tra l'hamburger classico, o di tartare, che sarà poi condito a proprio piacimento. Questo paradiso dello street-food dove mangiare bene comunque costa, è infatti di dieci euro la spesa minima per un panino, nasce dalla passione di Beniamino e Eugenio, due chef milanesi giramondo che hanno formato le proprie conoscenze culinarie tra i Paesi Baschi e la California.

«Burger Wave» in via Ascanio Sforza, sul Naviglio Pavese, è una hamburgeria australiana. Si può scegliere tra oltre venti diversi tipi di panini, da quello classico con carne di manzo black angus a quello con carne di pollo, di agnello o vegetariano. Il locale è molto piccolo, ma particolarmente caratteristico. I prezzi sono abbordabili, da un minimo di 4 euro a un massimo di 7.

«Denzel» in via Washington è ritenuto uno dei migliori ristoranti d'Italia per gli hamburger. La carne, sempre freschissima, varia dai 150 grammi a oltre mezzo chilo. Ogni panino è personalizzabile con uova all'occhio di bue, cipolle e funghi grigliati, coppa di manzo, peperoni o pomodori speziati. Qui il prezzo degli hamburger varia dai sei euro ai 13 euro del «Denzel Burger Plus». Il locale propone anche un'ampia varietà di piatti, dalle melanzane al forno alle ali di pollo fritte, tutti apprezzatissimi dai clienti.

«Fatto Bene» in via Vincenzo Monti è un burger-bar raffinato. La carne utilizzata per i panini è rigorosamente carne di razza Fassona piemontese. Gli hamburger possono essere arricchiti con ingredienti delicati come il foie-gras, i germogli di soia, il formaggio Asiago, la burratina, la senape di Digione o le melanzane grigliate. L'ambiente è minimal e non accoglie esclusivamente amanti dei burger, ottima è infatti la «veggie salad». Non molto convenienti i prezzi per un panino che variano dai 12 ai 16 euro.

«Trita» è il locale dove si può trovare la maggiore varietà di carni scelte, dal bufalo campano alla limousine padana per quanto riguarda la selezione italiana, il black angus dalla Scozia e il Wagyu dal giappone, meglio conosciuto come manzo Kobe, il cui prezzo di mercato può sfiorare i mille euro al chilo. Il ristorante, aperto sette giorni su sette in piazza XXIV maggio, è arrivato primo nella classifica dei migliori hamburger di Milano secondo il blog «Milanese 02». I prezzi per un panino variano dai 6 ai 20 euro, in base alla qualità di carne.

«Original Pizza Ok» in piazzetta Santo Stefano, proprio nel cuore della città, a due passi dal Duomo, nasce come pizzeria, ma presto si specializza in questo cult americano. I panini sono serviti con patatine e pannocchie alla brace, da provare l'Original Raf Double con doppio hamburger, formaggio americano, bacon e salse. I prezzi arrivano ad un massimo di 15 euro, il locale è molto spazioso e d'estate vengono i tavoli vengono disposti in una veranda nel cuore della piazza.

Da «Pisacco» in via Solferino si può gustare l'hamburger dello chef friulano Andrea Berton, trasferitosi dal ristorante della casa di moda Trussardi in piazza della Scala a questo bar-ristorante in zona Brera. L'amburgerdiberton costa 16 euro, 6 in meno di quando era presente nel menu di Trussardi, ma non per questo la qualità è diminuita, anzi, sono soldi spesi bene per forse il miglior hamburger della città.

«Margy Burger», tra via Larga e Piazza Santo Stefano, è un locale spartano, i posti a sedere sono pochi, ma il servizio è rapido e amichevole. Qui si possono trovare gli hamburger classici, con il bacon, con il formaggio o doppio; i prezzi sono tra i più abbordabili, un massimo di 6 euro per panino. La proprietà è tutta italiana e si sente.

«Mama Burger» è una catena con più sedi a Milano, presente sia in via Vittor Pisani che in via Agnello. I prezzi variano dagli 8 euro del basicburger ai 16 del panino di black angus. E mentre si sorseggia il tipico caffè lungo americano si ha la possibilità di scegliere la cottura della carne che più si preferisce.