Hanno dato un calcio all'unità nazionale

Appena l'Italia ha perso la finale si è sfasciata l'unità nazionale. Caduti sotto i colpi della dominazione spagno­la, gli italiani hanno ritrovato le loro divi­sioni e si sono avventati sui loro miti del giorno prima

Appena l'Italia ha perso la finale si è sfasciata l'unità nazionale. Caduti sotto i colpi della dominazione spagno­la, gli italiani hanno ritrovato le loro divi­sioni e si sono avventati sui loro miti del giorno prima. I leghisti che sull'onda dell' entusiasmo patriottico avevano promos­so Balotelli a «padano dalla pelle nera», hanno declassato Buffon a «negro dalla pelle bianca», terùn che si finge padano ma si chiama in realtà Gabon. Ciao ciao Pirloni, inveivano.

Per gli antigovernativi Monti in tribu­na ha portato sfiga. Presenza jettatoria, aveva l'occhio torvo e la parlata sghem­ba, il viso cereo e l'aura malefica. La sua influenza negativa era evidente su Buf­fon, a cui ha messo l'Imu anche sulla por­ta. Quando tutti cantavano Fratelli d'Ita­lia, hanno notato che Monti non si è acco­dato ma biascicava formule sataniche. Dal suo labiale a denti stretti hanno letto: pagherete tutto il male che avete fatto al­la Germania e alla sua Signora Chiappe d'oro, ve l'avevo detto che il calcio dove­va essere sospeso, come la democrazia. E spruzzava spread da tutti i pori, fino al de­fault finale.

Gli ottimisti, invece, hanno tirato un so­spiro di sollievo per la sconfitta. Temeva­no che sull'onda dell'euforia, avrebbero approfittato per darci un'altra mazzata fi­scale. Gli utopisti hanno festeggiato lo stesso perché avevano già comprato spu­manti, botti e tric-trac: in fondo era solo un gioco, cioè una simulazione e un pre­te­sto per far festa; perché dunque non fin­gere fino in fondo di aver vinto? L'Italia, ridotta in prandelli, rincasa a Piangento­poli.

Commenti

gigggi

Mar, 03/07/2012 - 17:04

Se non ci fosse da ridere ci sarebbe da piangere!!!!Ma caro veneziani , meridionale tutto nero di quel di bisceglie ...lei , ex msi passato e convertito al berlusconismo che articola i suoi interventi scritti su argomenti su cui dovrebbe avere un benchè minimo di pudore!!!!!!!Il berlusconismo per 20 anni DICO 20 anni è stato spalla a spalla con il partito dei ladri che odia tutto cio' che non è padano ( e quindi anche lei caro veneziani tutto nero ), alleato di 4 buzzurri che per fortuna stanno per essere cancellati dalla faccia della pianura padana ...lei, che l'altro giorno si lamentava della mancanza di unita' fra le fila degli intellettuali di destra ( alleati con i piu' ignoranti , meno acculturati,meno letterati e meno intellettualizzati di tutta europa ) lei lascia perplesso un cittadino che vorrebbe credere che a destra ci siano intellettuali , che fossero idealmente vicino alla madre patria...e poi, sono alleati della marmaglia leghista...eh, veneziani...cresca...ne ha bisogn

bruno monferrà

Mar, 03/07/2012 - 17:36

Sconsolante, ma azzeccatissimo e pieno di spirito il suo Cucù di oggi! (Ma attento: "... sprizzava, e non spruzzava, da tutti pori..."). Con simpatia.

Massimo

Mar, 03/07/2012 - 17:57

Ridendo castigat mores. Col sorriso sulle labbra ha ridicolizzato i neofiti del patriottismo, quelli che, fino a ieri, sventolavano uno straccio rosso o, al più, arcobaleno e poi si sono ritrovati allineati e coperti a berciare di Italia, Tricolore, Mameli, dopo aver sbagliato indirizzo per tutta la vita e sbagliando ancora oggi perchè sostengono l'internazionale globalista europea che non è altro che l'internazionalismo comunista in doppio petto.

blues188

Mar, 03/07/2012 - 20:01

#1 giggi. Ma lei la cultura la mangia? Cosa intende per cultura? Come crede che la cultura faccia progredire i popoli? Di quale tipo di cultura parla lei? L'unica cosa che condivido con lei è che Veneziani è un venditore di parole, e su mio invito ad andare ad aiutare i terremotati emiliani, non ho mai letto che si sia dato da fare. Vero è, poi, che al Sud lavorare è un'onta e Veneziani da buon meridionale (dovrei dire terrone?) evita ACCURATAMENTE il lavoro manuale. Lui pesca dal vocabolario due parole, le cucina e le pubblica guadagnandosi così la stima del suo stomaco e del suo sarto. Ma nulla più. Ma lei giggi, che parla come Veneziani, ha mai lavorato? seriamente intendo, vale a dire di pala e piccone. Perché all'estero che sono tutti buzzurri ci devono portare tutta la tecnologia che ci meraviglia e dal suo Sud non cresce nulla? Dico proprio nulla, se non la solita pizza e fiumi di parole inutili

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 03/07/2012 - 20:29

Innanzitutto, Dr. Veneziani, una grande solidarietà per gli inqualificabili attacchi di cui Lei è stato fatto segno all'interno del forum e che meritano il "non ragioniam di lor". Detto questo credo che non ci si debba tanto meravigliare se gli italiani sono così labili nell'esercitare il patriottismo. Non dimentichiamo che il 29 agosto saranno 150 anni (li festeggeranno?) da quel 1862 sull'Aspromonte, quando i soldati del neo regno d'Italia, per ordine della Francia di Napoelone III e per pedissequa esecuzione della fresca classe dirigente italica, spararono su colui che l'italia l'aveva in gran parte fatta e cioè Garibaldi che voleva andare a Roma. Il nostro Paese inaugurava così quel disastroso "fronte interno" fatto di traditori e ordini superiori esteri e nostrani e misteri che ancora ci portiamo dietro!

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mar, 03/07/2012 - 22:51

L'Italia non mi entusiasma. Certo, non è che ci tifo contro, ma ormai non mi ci ridevo da quando avevo 13 anni (da Usa '94 per intenderci). Complici anche e forse soprattutto i falsi tifosi e nazionalisti solo in occasioni sportive. Meglio tifare solo Inter va...

cincinnatus

Mer, 04/07/2012 - 01:43

Ancora una volta mi sono sentito un ITALIENO (italiano alieno) nell'osservare il coinvolgimento emotivo degli ITALIOTI (italiani idioti) in una questione assolutamente irrilevante come il calcio. Dapprima euforici poi depressi e inc@kki@ti contro Angela Merkel (ma si può?), gli ITALIOTI, incapaci di pensare e distinguere le cose serie dalle idiozie, sprofondati in una vita fasulla ed irreale si aggrappano come naufraghi all’effimero che agisce come anestesia cerebrale utile non sentire l’insensatezza della loro esistenza, come persone e come Paese. Finito il panem, meno male che continua il circenses.

saraceno eduard...

Mer, 04/07/2012 - 09:02

Veneziani non penso che Lei speri che il pallone vada in rete o ci siano i mondiali. In Usa alla mattina a scuola fanno il giuramento alla bandiera, le strade sono piene di bandiere di tutte le dimensioni, più che l'inno c'è il tripudio della bandiera a striscie. Poi Lei chiede che ci sia promosso nel mondo Italo Balbo, De Chirico, il razzionalismo ? Si pensa a comprare cento F15 e non a rifare un idrovolante ovviamente tecnologico per mandarlo nel mondo nelle Americhe o nelle Russie. Tutta promozione del Made in Italy, di quello che abbiamo sempre fatto dall'apertura a Ghandi o ai paesi arabi.

saraceno eduard...

Mer, 04/07/2012 - 09:11

Allora Veneziani vuol suonare la carica visto che è sudista .E vada dal Suo compaesano On Francesco Boccia a dar lui un cafè al cianuro, visto che và in TV con la Gancia la moglie dell'inquisito Caldedroli per lo scandalo Unipol/ Bnl/Fiorani/Banco di Chiavari etc. a prendersi un cafè. Nel PDL ha senso una De Girolamo che si presta a simili ideozie. Vuole cambiare, incominci dalle scuole, dai posti di lavoro. Gli insegnanti legati al soldo sono preda delle turbe di una sinistra sfascista e anti italiana.

ben

Mer, 04/07/2012 - 11:43

Ho visto la partita della finale all'estero in un centro di italiani di una cittadina europea. Be', eravamo un centinaio accalcati in una sala con lo schermo gigante. Non mi sarei mai aspettato di assistere e un' euforia patriottica da parte soprattutto dei giovani presenti, studenti e stagisti in questo paese del Nord. Forse è un segno di cambiamento? Diamo voce ai giovani che sono meramente il futuro...

gardadue

Gio, 05/07/2012 - 00:17

Veneziani Fingi Di Non Sapere Che Il Calcio è Il Collante D' Italica Memoria (che Si Vinca O Che Si Perda Che Sia Nazionale O Club)un Pò Come Coppi E Bartali. E I Nostri Governanti Ci Sguazzano (re Napolitano Per Primo)

Aristofane etneo

Ven, 06/07/2012 - 10:21

Tutte le volte che sento parlare della sig.ra Merkel - culona o Signora Chiappe d'oro non faccio che dirmi "avessimo noi "il c*ulo" che tanto bene sta difendendo gli interessi dei Tedeschi. Ho appena finito di leggere "La lotta politica in Italia" (Alfredo Oriani, Soc. Anonima Editrice "La Voce" Firenze, 1921), visto per caso in una bancarella di libri vecchi e comprato per c*ulo. Ne consiglio la lettura a quei Suoi lettori desiderosi di avere una visione più ampia di ciò che oggigiorno stiamo subendo in Italia da parte di bande di predoni italiani ed esteri.