Hayden e la Ducati a Milano per lanciare il Superenalotto con la Rossa

Il nuovo gioco nasce dalla partnership con la Sisal. E il pilota, reduce dai test del Mugello, è ottimista per la moto del 2012 e per il Gp d'Italia del 3 luglio: «Ci divertiremo»

Ieri in centro a Milano c'era Nicky Hayden, ex campione del mondo con la Honda e compagno di Rossi in sella alla Ducati. È arrivato in Piazza Diaz ovviamente con una Ducati, Diavel il modello. Poi ha parlato degli ultimi test al Mugello. Ha detto: «Le prove sulla Gp12, la moto del prossimo anno, sono andate bene, quanto alla pista dove si disputerà il Gp d'Italia, è stata riasfaltata ed è ottima... credo potremo divertirci».
Questo alla voce sport. Quanto al vero motivo dell'evento milanese, si tratta dell'annuncio di una partnership Sisal-Ducati. L'hanno presentata Emilio Petrone, amministratore delegato di Sisal e Lucio Attina, Brand Development Director di Ducati. Dall'accordo nasceranno i nuovi "SuperEnalotto GiocaFacile! Ducati", disponibili dal 4 luglio in tutta Italia.
"SuperEnalotto GiocaFacile!" è una modalità di gioco lanciata nel 2009, che ha avuto da subito grande successo perché offre agli appassionati di Superenalotto l'opportunità di giocare in modo più facile, veloce e divertente. Da luglio, la nuova scheda "SuperEnalotto GiocaFacile! Ducati" sarà disponibile in differenti tagli da 4, 5 e 6 euro, corrispondenti ad altrettante combinazioni casuali abbinate ad un numero SuperStar. I giocatori troveranno le schede di gioco "SuperEnalotto GiocaFacile! Ducati" nelle quasi 45mila ricevitorie Sisal in tutta Italia. Ai "SuperEnalotto GiocaFacile! Ducati" sono abbinati anche due concorsi speciali: il primo, che prende il via a luglio e terminerà a settembre, permetterà al vincitore di vivere per un intero week end l'esperienza unica del mondo delle corse al fianco del team Ducati alla gara MotoGP di novembre a Valencia. Il secondo, valido da ottobre a dicembre, mette in palio sei favolose moto Ducati dei modelli Diavel Carbon Red e Monster 696 con kit GP Replica.