I segreti del mare: in 3 anni scoperte 5mila nuove specie

Gli scienziati impegnati nella ricerca di census of marine life: dalle nostre scoperte può dipendere il futuro del nostro pianeta e dell’uomo

da Milano

C’è un’enciclopedia ancora tutta da scrivere. Fatta di meraviglie e sorprese. E di misteri, affascinanti magari anche paurosi. Un mondo ancestrale che comincia là dove il blu è più buio della notte. Negli abissi.
La storia potrebbe cominciare così: lo sapevate che negli Oceani esistono oltre 100mila montagne sommerse che si ergono con altezze di almeno un chilometro? E che lì potreste incontrare un «mostro», magari proprio uno di quelli che qualche vecchio marinaio racconta di aver visto in una notte di tempesta. Esistono davvero. «Due terzi del nostro pianeta sono coperti dal mare, eppure conosciamo meno del 5 per cento di ciò che sta sotto la loro superficie». Jesse Ausubel, professore alla Rockefeller university di New York con il suo collega italiano Roberto Donovaro dell’università Politecnica della Marche, e un’altra settantina di scienziati da cinque anni, spiega così il senso di «Census of marine life», il più grande progetto di ricerca mai avviato nel campo della biologia marina. I ricercatori sono convinti che siano ancora milioni le specie di animali marini ancora da scoprire. Pesci dalle forme insolite o mostruose, forme di vita adattate in ambienti che richiedono strutture anatomiche inusuali, insomma un universo ancora tutto da scoprire. E dal quale - dicono - può dipendere il futuro del nostro pianeta. E dell’uomo.
«La maggior parte di questi animali sconosciuti vive negli abissi degli oceani. Ci stiamo concentrando sullo studio delle scarpate continentali, ovvero quei burroni ad alta pendenza che collegano l'ambiente marino costiero con le piane abissali. E si tratta di un autentico rebus» afferma Donovaro. «Si tratta di una delle scoperte più affascinanti dell'ultimo decennio e siamo solo all'inizio».
La storia potrebbe poi continuare così: lo sapevate che i microrganismi presenti negli Oceani sono più numerosi degli astri presenti nell'Universo, raggiungendo lo strabiliante numero di oltre 1029, ovvero cento miliardi di miliardi di miliardi di organismi? Basti pensare che un solo litro d'acqua di mare o un grammo di sedimento ne contiene oltre un miliardo. Ma questa è solo la prefazione. La storia è ancora tutta da scrivere.