Indoor e outdoor per la casa, viaggio fra le novità di Homi

Prodotti e nuove tendenze "disegnano" lo stile dell'abitare contemporaneo nel salone aperto in Fiera Milano fino al 16 settembre. L'Oasi Urbana ispirata a Bruce Chatwin e Paul Bowles. Nell'area di Design Competion i progetti under 35 che saranno esposti a Expo Dubai 2020

Integrazione e contaminazione fra gli spazi indoor e outdoor della casa contemporanea, un approccio che si ispira alla sensibilità ambientale e alla qualità degli oggetti di arredo e dei complementi con uno stile contemporaneo sottolineato dal design curatissimo. È questa la “cifra” delle proposte di Homi Outdoor–Home&Dehors aperta in Fiera Milano a Rho fino al 16 settembre.

Concetti che hanno come protagonisti anche l’artigianato in tutte le sue declinazioni e nell’innovazione “giovane” del progetto che guarda al futuro. Sul tema dell’innovazione c’è l’area speciale che mette in primo piano i vincitori della Design Competition Expo Dubai 2020, la call for ideas riservata a designer under 35 e imprese che hanno sviluppato i progetti in coerenza con il tema di Expo 2020 Connecting minds, Creating the future sul tema del Connecting Spaces. Oggetti pensati per connettere gli spazi che richiamano la tradizione italiana dell'artigianato interpretato in maniera innovativa e come spazi connessi attraverso il digitale, IoT, nuove tecnologie di domotica applicate al design e information design, strutture temporanee per connettere le persone. Un’area tutta da scoprire per la qualità e originalità delle proposte che rappresentano l’ingegno creativo e la capacità manifatturiera italiana e lombarda che sarà presente all’ Esposizione Universale.

“La Design Competition - sottolineato Lara Magoni, assessore lombardo al Turismo, Marketing territoriale e Moda - rappresenta un'opportunità fondamentale per i futuri campioni dell'innovazione, una competizione alla quale Regione Lombardia crede molto".
L’iniziativa è promossa da Regione Lombardia e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Unioncamere Lombardia, realizzata con il coordinamento scientifico del Politecnico di Milano e la collaborazione del Commissariato Generale per l'Italia per Expo 2020 Dubai, Triennale Milano, ADI-Associazione per il Disegno Industriale, Fiera Milano Spa, nonchè dell'American University of Sharjah ed Expo 2020 Dubai-Construction Department.

Tante le novità - e le sorprese - che si possono scoprire Homi Outdoor – Home&Dehors e possono essere simboleggiate dall’evento Oasi Urbana con il suo allestimento suggestivo e coinvolgente, nato da un concept di Cinzia Felicetti, direttrice di Marie Claire Maison e ispirato ai racconti di viaggio di Bruce Chatwin, all'iconico romanzo Il tè nel deserto di Paul Bowles, è realizzato dallo studio /àr o/, guidato da Andrea Steidl e Raquel Pacchini. L’ambiente fluido e innovativo propone soluzioni d’arredo che rendono meno visibili i confini dell'abitare, sottolineando l’importanza sempre maggiore di integrare spazi esterni e interni, in armonia con l'ecosistema che ci circonda in un'ottica di eco-sostenibilità per riaffermare l’importanza della qualità del lifestyle.

Le tendenze più interessanti e in crescita, ispirate alla contaminazione di generi e usi, stili e culture che rendono gli oggetti per interno una soluzione inedita e originale per gli spazi aperti e gli interni hanno in “boundless” la parola chiave. Che si traduce nella possibilità di dare sempre più personalità allo stile dell’abitare.

A partire dai cuscini di varie fogge, colori e dimensioni che decorano le sedute o le sostituiscono e danno spazio ai materiali grezzi, resistenti e adatti all’ambiente esterno. Le tovaglie, invece, illuminano tavoli e altri elementi con una varietà di stampe e cromie infinita: a tinte unite o minimal per un gusto equilibrato o ancora con grandi stampe floreali o ispirate alla natura. Se il re incontrastato del mondo outdoor è il barbecue, tra le novità del mondo kitchen troviamo quelle di Progetto Outdoor, che propone barbecue e braceri come Feverdesign, Redfire e Sunred che portano all’esterno il simbolo del focolare domestico. Oppure le soluzioni di Digiplast, distributore in Italia per brand di settore quali Arteflame e Everdure. Anche le lampade si evolvono per creare la giusta atmosfera outdoor: a stelo o a bulbo, classiche o contemporanee. E le profumazioni sono sempre più importanti anche nei contesti open air, in un gioco di essenze e bouquet di profumi, utili anche come antidoto per gli insetti nelle serate estive.

Idee e prodotti nuovi fino dalla progettazione per una visione ecologica senza compromessi sono invece quelli di My Easy Green Design, che attraverso il supporto della realtà aumentata crea elementi ecosostenibili in collaborazione con il partner DFG specializzato in pergolati bioclimatici. Ci sono poi soluzioni come quelle di Teraplast, che ha tra i suoi prodotti una linea di vasi di design in plastica riciclata o come Myyour, brand che produce vasi e complementi arredo per esterno in plastica ecosostenibile. Protagonista all'interno del salone anche Adria, azienda leader nel settore per il glamping e produttrice di Mobile Homes, suite-case mobili perfettamente abitabili realizzate nel pieno rispetto dell'ecosistema.

Ampio spazio al design da esterni, con le soluzioni di Lafuma, realtà di riferimento per il settore delle sdraio relax e di Qeeboo, società che realizza oggetti d’arredo extra-ordinari per il l'uso quotidiano. Ma anche le novità di Skyline Design Italia, multinazionale di luxury outdoor furniture, in esclusiva per l’Italia a Bortoli, o Fatboy, con prodotti di design di qualità e sostenibile, come le iconiche poltrone a sacco.

Nel pieno dello spirito green senza confini si inseriscono le proposte artigianali di Fiorirà un Giardino, con materiali raffinati quali lino, abaca e latta. Oppure le tele stampate a mano dell’antica bottega Pascucci 1826, che da sette generazioni propone tovaglie e biancheria stampate con la tecnica delle matrici in legno impregnate di colore.

Molte le aziende che puntano sul recupero delle antiche tradizioni artigiane come Pianezza, storica azienda del disegno tessile, attiva con prodotti all’avanguardia della moda e del design e ancora Miho Unexpected Things che propone complementi di arredo come il porta-capsule per il caffè espresso all'insegna del gusto, i coloratissimi cuscini in velluto di VanillaFly o gli oggetti-icone pop ispirate ai santi di Santhonoré. Con un progetto nato da un team tutto al femminile, 13 Ricrea recupera materiali non più utilizzabili che diventano risorse per creare nuovi oggetti come sedute da giardino, pouf e panche.

Il “fatto a mano”, l’alto artigianato si ritrova anche nelle opere della vetreria artistica Murano Design impreziosite da tecniche di lavorazione come incalmo, filigrana e murrine, declinate nel classico stile veneziano e in quello contemporaneo. Nelle ceramiche artistiche di Marcella Renna, gusto grafico e materia si fondono in forme semplici, colorate e allegre. Divertenti le iconiche bottiglie flat riutilizzabili di Memobottle, nate da un progetto creativo australiano e perfette per essere portate in qualsiasi borsa e le illustrazioni su carte di alta qualità e con un occhio di riguardo all'ambiente di Illustation, per decorare in maniera creativa gli spazi della casa. Waiting for the bus, brand che riedita il bello e ben fatto del saper fare italiano propone invece un affascinante viaggio di recupero da Sud a Nord reinterpretando le teste dei Mori di Caltagirone, le ceramiche di Vietri sul Mare o le creazioni in legno di Lissone.

Tutte le informazioni su www.homihomeanddehors.com