Le iniziative per i recuperi alimentari

Slowfood e Comieco: la sinergia gratuita antispreco

Quante volte ci è capitato di recarci al ristorante e di non terminare le vivande o i vini ordinati? Ma anche quante volte avremmo voluto (presi da sensi di colpa sul discorso sprechi) portarci a casa ciò che abbiamo avanzato e pagato ma non abbiamo osato chiederlo?

Da oggi, grazie al progetto caratterizzato da una forte valenza sociale, culturale e ambientale: “Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi” più di 100 ristoranti lombardi (di cui almeno 75 milanesi) riceveranno e offriranno gratuitamente ai loro clienti dei modernissimi set anti spreco, o meglio delle speciali scatole chic, e illustrate nelle quali saranno inseriti e consegnati ai clienti al termine di pranzi o cene cibi e vini ordinati ma non consumati.

Realizzati da Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi Cellulosici in collaborazione col presidio Slow Food Italia hanno lo scopo di ridurre le quantità di alimenti gettati e di stimolare un cambio di mentalità e di abitudini nei ristoratori e nei consumatori. Le doggy bag sono veri e propri oggetti d'autore e di design. Per la loro realizzazione l'architetto Michele De Lucchi e il prof. Andrea Kerbaker hanno coordinato un team di importanti professionisti: i designer Giulio Iacchetti, Matteo Ragni, Chiara Moreschi e gli illustratori Olimpia Zagnoli, Beppe Giacobbe e Guido Scarabottolo.