Nano e panzone sì, nero e gay no

Perché è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare Brunetta in quanto basso?

Perché è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare Brunetta in quanto basso? Perché si può chiamar panzone un obeso e non si può chiamar ricchione un gay? Perché si può metaforicamente sparare su Nitto Palma ed è reato invece fare la stessa cosa sul ministro dell'Integrazione? Cos'è questo ius sola, come direbbero i discendenti romaneschi dei latini? Sono domande di una semplicità rozza ma necessarie in una società che ha perduto l'abc elementare di una civiltà. Lo scopo non è accettare per compensazione e par condicio tutti i tipi di insulti nel nome di un liberismo della cafoneria; ma, al contrario, per distinguere i confini della buona educazione dall'inciviltà senza confonderli coi confini tra lecito e illecito. Considerare come reati alcuni tipi di maleducazione significa sollevare la società e le sue agenzie da ogni responsabilità educativa, affidando tutto ancora una volta ai giudici. No, l'educazione non va tutelata dai magistrati, ma va impartita dagli insegnanti, dai fantomatici padri, dalle ineffabili madri, dai media e dalle élite. Viviamo nell'era della cafoneria arrogante, come mostrano gl'insulti del web, il grillismo politico, l'offesa in Twitter. L'uomo volgare impone dappertutto il diritto alla volgarità, scriveva Ortega y Gasset già nel 1930. È la democrazia come diritto alla cafoneria, salvo alcuni casi ideologici, penalmente perseguibili. Ma è pure il frutto rancido dell'età dei diritti, che dovrebbero stare ai doveri come inspirare sta ad espirare.

Commenti

bruna.amorosi

Dom, 12/05/2013 - 15:12

alla gentile MINISTRO che dice vogliamo dire qualcosa a questo uomo ..oppure perchè del suo stesso colore lasciamo passare ?..poi in quanto alle offese possiamo anche sorvolare noi del PDL ci siamo abituati sentirle dire sempre dalle peggio ruote .

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 12/05/2013 - 15:16

perchè gli italiani hanno paura degli stranieri in quanto non vengono puniti adeguatamente dalle nostre leggi, giudici e carceri. Se bruci un'immagine di Cristo non accade nulla se invece bruci una immagine di Maometto si scatena la violenza e le istituzioni politiche avendo paura condannano l'accaduto. Babbeopoli = Italia

primula

Dom, 12/05/2013 - 15:17

la congolese al paro della boldrini si sono montate la testa come una mongolfiera, e il prossimo passo sarà sicuramente di farsi un loro partitino, la prima tutta di neri e, la seconda di clandestini e zingari.

nino47

Dom, 12/05/2013 - 15:18

Perché è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare Brunetta in quanto basso? Perchè Brunetta è del pdl. Chiaro! ..o no?

killkoms

Dom, 12/05/2013 - 15:21

a proposito di gay,l'eritrea ha appena espulso un italiano, insegnante presso la locale scuola di lingua italiana,in quanto omosessuale!l'omosessualità in eritrea è un reato punibile col carcere dai 3 agli atto anni!cosa ci dicono in merito la ministra nera,sua signora delle nazioni unite ed il macho del tavoliere?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 12/05/2013 - 15:22

Interessante osservazione. Peccato però che i neri e i gay sono stati storicamente discriminati per anni mentre i bassi e i panzoni no

Anna H.

Dom, 12/05/2013 - 15:22

Perché essere bassi non è mai stato motivo di apartheid, incarcerazione, tortura e schiavismo legalizzati. I bassi non hanno mai dovuto portare marchi di alcun genere cuciti sulle casacche, non sono mai stati fermati e massacrati dalla polizia perché bassi. Veneziani, Le ricordo, nel caso Le fosse sorto il dubbio, che anche usare i neuroni non è reato.

Ritratto di elidec

elidec

Dom, 12/05/2013 - 15:28

Perché non si ha altro a cui pensare. L'ipocrisia all'ennesima potenza, alias polytically correct. Si è partiti con chiamare i ciechi non vedenti, i sordi non udenti, gli spazzini operatori ecologici. Nella fabbrica dove lavoro ha lavorato un signore di colore di quelli con la pelle parecchio parecchio, credo fosse ghanese, e rideva divertito quando i colleghi lo ribattezzarono fiocco di neve. Alla fine (cito uno splendido commento sentito in radio) dovremo chiameremo i morti non viventi, sai mai come la potrebbero prendere... saluti

The lion

Dom, 12/05/2013 - 15:31

L'errore piu' grosso e' aver messo una congolese nel Parlamento italiano!! ma chi l'ha visto mai??!! L'Italia e'degli Italiani. Tutti gli altri sono ospiti e devono comportarsi come tali, senza pretese!!!!!!

Ritratto di ADM

ADM

Dom, 12/05/2013 - 15:35

Grandioso....troppo grandioso!!!!! Altre parole non esistono!!!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 12/05/2013 - 15:40

Perché in Italia, i SINISTRI possono dire impunemente tutto quello che vogliono, però guai a parlar male di loro.

Ritratto di Marco Marconon

Marco Marconon

Dom, 12/05/2013 - 16:01

Rispondo al titolo messo sotto forma di domanda retorica da Veneziani. Il quale, fra l'altro, dovrebbe rappresentare la dx più colta e informata. Il perché e' da ricercarsi nella storia degli uomini di colore. Non c'è mai stato un KKK Vs nani e panzoni, non sono mai state bruciati loro e le loro case, le loro donne, figlie e mogli, mai stuprate e poi sgozzate. Un po' di storia e letteratura americana, Veneziani, suvvia! Ecco perché e' un paragone da bar. Ecco perché la battuta di Berlusconi su Obama abbronzato cancellava cinquant'anni di progresso culturale.

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 12/05/2013 - 16:10

bruna amorosi su dica qualcosa di più pungente si lasci andare e dica quello che pensa veramente non si preoccupi x la censura.

Ritratto di ADM

ADM

Dom, 12/05/2013 - 16:11

Marconon...suvvia...vatti a nascondere, per favore!!! rivediti la storia...per favore!!! E...non disperare...oggi c'è di peggio!!! Vedi l'amico della congolese...che ha fatto ieri a Milano! Uno dei tanti!

benny.manocchia

Dom, 12/05/2013 - 16:15

SCUSATE MA QUALE E' IL PROBLEMA DELLA SIGNORA KYENGE? nON CI HO CAPITO NIENTE.qUALCUNO VUOLE ESSERE CHIARO E PORECISO? uN ITALIANO IN usa

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 12/05/2013 - 16:20

Il compito della carta stampata dovrebbe essere quello di informare ed al tempo stesso illuminare i suoi lettori con degli articoli che li spronino a riflettere. Il tentativo di abbassare il livello per colpire la pancia del lettore medio per fargli vomitare improperi sarebbe squallido. Ma sono sicuro che questo non è e non sarà mai la linea di un giornale che si voglia definire tale

vince50_19

Dom, 12/05/2013 - 16:26

Il politically correct della sinistra, preoccupatissima di omologare terminologie che non risultino offensive, non s'è accorta che si è coperta, progressivamente, di ridicolo.. Così un paralitico diventa "ipocinetico", un negro diventa "afroamericano", un cieco "otticamente svantaggiato", un carcerato "cliente del sistema penitenziario", una prostituta "fornitrice di servizi sessuali", un pigro "privo di motivazione", un basso "verticalmente svantaggiato", i primitivi .. "emergenti" etc. etc.. Veramente ridicola certa sinistra parolaia: pensano che cambiando certe terminologie, la gente venga maggiormentte tutelata e rispettata? Questa è solo IPOCRISIA bell'e buona, un buonismo di facciata per apparire più "tolleranti"? Penosi, semplicemente penosi!

Guglielmo M

Dom, 12/05/2013 - 16:26

Ma se io a questa Keyenne o come si chiama lei, le darei della nasona me la farebbero passare liscia?, sarei sicuramente apostrofato di razzissmo, ma lo sanno tutti che con questo razzismo ipocrita si stanno costruendo i grattacieli..d'argilla!

Tom Hagen

Dom, 12/05/2013 - 16:31

Forse bisogna ricordare che questo governo è frutto di un accordo politico tra diversi partiti, che se hanno accettato un ministro hanno avuto una contropartita. O sono scelte condivise, (e ci si fa piacere una congolese che sembra uscita da Via col Vento) o ci si dimette, senza troppi piagnistei. Putroppo al cittadino per manifestare il suo dissenso non resta che RICORDARSENE, quando si andrà a VOTARE, magari per chi più coerentemente è rimasto all'opposizione. Oggi ci ritroviamo quello che meritiamo,una Boldrini al posto di Nilde Jotti, o un Veneziani al posto di Paolo Granzotto. Il tema del razzismo o l'intolleranza verso gli omosessuali, trattato con questa superficialità è un'ipocrisia che nasconde l'ignoranza di fondo, pari solo alla spocchia.

mbotawy'

Dom, 12/05/2013 - 16:41

L' Italia ora sta'cadendo dal mal concetto, al ridicolo. Collocare all'insaputa del popolo un ministro africano per l'integrazione,in una Italia invasa da queste popolazioni, chiunque lo considera un comico assurdo.

Campo dei Santi

Dom, 12/05/2013 - 16:49

@Marco Marconon, dato che dalle cronache e statistiche criminali USA, risulta che da decenni avviene il contrario (cosi come in Francia, Sudafrica, ecc...), non pensa che questo equazione nero=vittima sia un po obsoleta? Le ricordo inoltre che le persone molto basse o molto grasse sono derise e discriminate (anche se informalmente) nella nostra societa'. Ricordiamoci inoltre che anche altre popolazioni (pure bianchissime come gli irlandesi) sono state ''oppresse'' ma non godono di protezionii speciali: forse perche' l'egemonia culturale di sinistra ci ha imposto non solo il proprio modo di pensare ma anche le proprie ossessioni.

meneghetti giovanni

Dom, 12/05/2013 - 16:50

La realtà di sinistra che distoglie la logica delle cose.

angelomaria

Dom, 12/05/2013 - 16:53

la solita sinistra del solo noi ossiamo offendere quanto hanno rotto col la loro supremazia intellettuale delle mie calze sporche

angelomaria

Dom, 12/05/2013 - 16:59

maracon oh maricon e tutti sappiamo xosa significa e non certo le ultime 4parole anzi molto piu'vicini al ventola cambia canale che ha volte fa'bene

linoalo1

Dom, 12/05/2013 - 17:06

Basta rispondersi alla domanda' ma chi la ha eletta?'Non credo,il Popolo!O forse un partito che fa quello che vuole e guai a chi protesta??Lino.

killkoms

Dom, 12/05/2013 - 17:08

@benny mannocchia,sarebbe come se negli USA un cittadino di origine messicana,membro del congresso,propugnasse l'abbattimento della frontiera col suo ex paese e libertà per chiunque di entrare negli USA come e quando vuole!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 12/05/2013 - 17:13

MACHETE…LO DICO AFFA? La curiosità di conoscere ciò di cui si parla, onde non sparlarne, e la facilità d’accesso alle informazioni mi spingono a navigare nell’ universo mediatico ogni volta che posso, quando nella mia memoria d’anziano emergono eventi antichi e si cancellano quelli di ieri. Chissà perché, oggi m’ è venuto un nome: Kindu, ex Congo Belga. Forse m’ è venuto parlando con un amico comboniano missionario da anni a Kinshasa, tra l’ altro sede di un giornale Le Potentiel che ha recentemente pubblicato un ‘interessante articolo biografico sulla dr. Cécile Kyenge Kashetu (49 anni) di cui si sta parlando e scrivendo. Nata il 28 agosto 1964 a Kambove in Katanga (sud-est della RD Congo, meno di un’ ora di aereo da Kindu), una delle 37 figlie di un capovillaggio di etnia bakunda, approdata a 19 anni in Italia nel 1983 e ivi nominata Ministro. Forse le due cose assieme. Sta di fatto che il nome Katanga è quello che ha riscovato nei cassettini della memoria quello di Kindu. Nome tragico, crudele, truce, selvaggio. In quegli anni (1961), in Katanga comandava la fazione secessionista katanghese di Moise Ciombe con i gendarmi guidati da mercenari bianchi, soprattutto belgi. Gente che non scherzava. Sì, Ciombe il mandante dell’ uccisione di Patrice Lumumba, l’ex Primo Ministro, col sostegno del presidente della repubblica Joseph Kasavubu e del capo delle forze armate Mobutu Sese Seko, il quale avrebbe in seguito retto le sorti del paese per circa quarant’anni. Nel novembre del 1961 due equipaggi aerei italiani dell’ ONU addetti al trasporto alimentari ai militari malesi a Kindù, Katanga. Lì alla mensa, disarmati, vengono catturati e pestati a sangue dagli indigeni inferociti, passati a mitraglia e poi, i corpi dei morti e di sopravvissuti, fatti a brandelli a colpi di machete, sparsi in lungo e in largo e, dicono alcuni, anche cannibalizzati e per diversi giorni dati alle bestie. Usanze locali. In 13, il più giovane 25 anni, poi insigniti di medaglia d’ oro al valor militare. Insomma, nemmeno quelli del posto scherzavano. Tanto è vero che, per non scontentare nessuno, nel nord del Katanga una pattuglia di tredici irlandesi dell’ONU cadde in una imboscata: tredici anche loro come i nostri. Furono uccisi e gli fu divorato il cuore, appunto per cannibalismo rituale (il cuore del nemico dona la sua forza). Usanze locali. I resti degli italiani, ritrovati in fosse comuni, furono rimpatriati nel 62 e restituiti alle famiglie, allora straziate. Oggi, anche incazzate nere per la infelice scelta di una congolese dello stesso Katanga di Kambove e di Kindu, a farci da ministro, per farci importare gente da quelle parti e farci integrare. Nelle usanze. E ora che me ne sono ricordato, sto incazzato anche io. Dite che è razzismo? Ci penserò e vi farò sapere. Accedìte le vicchje ca sàpene le fatte!

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 17:13

Chiunque non capisca che differenza ci sia tra il prendere per i fondelli qualcuno perchè basso o insultarlo per il colore della pelle non solo dimostra di essere ignorante storicamente, o quanto meno di far finta di esserlo per poter portare avanti il proprio razzismo, ma anche moralmente inetto. Il semplice fatto che si ponga una questione in questo modo ottuso è patetico. Comunque, chiunque scriva o appoggi queste idiozie non se la prenderà, se gli si dice che è moralmente un nano.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 12/05/2013 - 17:14

Siamo alle solite. La maggior parte di coloro che parlano e invocano democrazia non sa nemmeno di che cosa parla. E poi, è in nostro provincialismo diffuso a livello nazionale che ci ispira un senso di inferiorità ogni volta che ci fanno rilevare che in altri Stati ci sono leggi “più evolute”, e il nostro legislatore - che in genere non brilla per cultura e conoscenza, né per maturità né per autonomia di pensiero - assomiglia al cozzalo che, per sembrare alla moda e credendo riscattarsi dal suo rozzezza, ricorre al “rimedio” di comprarsi un' automobile o un capo firmato. Vi ricordate l' epoca dei cozzali “Giulietta”? Il risultato è un esito grottesco. Facciano una lista esatta delle parole ingiuria e di quelle consentite. Gobbo, nasone, culacchione, pappagorgia, panzone, ciolone, palle dure, orecchione, cecato, smiccio, lautrec, nero, negro, mulatto, marocchino, ebreo, italiano, etc. Si sente davvero il bisogno di un' altra legge, magari fatta a cazzo come tante altre, giusto per dare spazi alle interpretazioni e al conseguente potere sulle nostre vite. E la locuzione: Va' a fare in culo, è consentita se è attiva e offensiva se passiva?

Campo dei Santi

Dom, 12/05/2013 - 17:14

Ricordiamoci inoltre di come hanno pesantemente offeso le ministre di centrodestra definendole senza mezzi termini delle prostitute (senza alcuna prova che lo fossero) mentre. Adesso strillano al maschilismo per alcuni episodi di sgradevole goliardia internettiana nei confronti della presidente della camera.

laura

Dom, 12/05/2013 - 17:17

Per lo stesso motivo per il quale "stronzo' a un bianco si puo' dire e ad un nero no. Per lo stesso motivo per il quale si puo' offendere Berlusconi dalla mattina alla sera e mandarlo, molto piu' che a quel paese, ma si muove la Digos se qualcuno scrive Kyenge torna in Congo. E' l'ipocrisia del politically correct, bellezza. Si puo' essere pateticamente e molto ipocritamente politically correct, tanto la sostanza delle cose non cambia. Si puo' dire culona alla Merkel? Non vedo perche' non si possa dire nasona alla Kyenge.Se si puo' dire troia a una donna, non vedo perche' non si possa dire frocio a un gay.Secondo me e' solo una questione di educazione. Non si dovrebbe offendere, ne' urtare la sensibilia' di nessuno, anche solo per una questione di stile e buon gusto, tutte le altre cavolate del politically correct sono solo inutili arzigogoli mentali.

Boccato

Dom, 12/05/2013 - 17:17

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ! IO NO INSULTO NESSUNA PERSONA ! INSULTO , COMBATTO LE IDEIE DI CERTE PERSONE COME QUESTA SIGNORA CHE NEMENNO RIESCO A PRONUNCIARE IOL NOME ! MIO PROBLEMA NON É CON LA COLORE DI PELL DI QUESTA SIGNROA, MA SÍ CON LO OBLIGGO CHE LEI VUOLER IMPORRE A ME DI ACCETARE LE LORO IDEIE...NO ! IO NO MI INTEGRO ! PAULO BOCCATO, DAL BRASILE

Boccato

Dom, 12/05/2013 - 17:17

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ! IO NO INSULTO NESSUNA PERSONA ! INSULTO , COMBATTO LE IDEIE DI CERTE PERSONE COME QUESTA SIGNORA CHE NEMENNO RIESCO A PRONUNCIARE IOL NOME ! MIO PROBLEMA NON É CON LA COLORE DI PELL DI QUESTA SIGNROA, MA SÍ CON LO OBLIGGO CHE LEI VUOLER IMPORRE A ME DI ACCETARE LE LORO IDEIE...NO ! IO NO MI INTEGRO ! PAULO BOCCATO, DAL BRASILE

AndreaT50

Dom, 12/05/2013 - 17:18

Perché "loro" sono i portatori del bello, del giusto e del sacrosanto e non tu (che sei di destra o centro-destra)che sei rozzo, ignorante e razzista. A Roma direbbero: ma fatte' vede'111

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Dom, 12/05/2013 - 17:21

D'accordo. In Italia si applica la regola: due offese, due misure

angelo piras

Dom, 12/05/2013 - 17:24

ERSOLA. Ieri l’ho definita, imponente e supponente. Mi sono sbagliato lei è insolente e ripugnante.

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 17:28

L'unico aspetto positivo di questo articolo? far venire fuori come funghi dopo la pioggia una bella serie di razzistelli da quattro soldi, leggere i commenti che scrive certa gente per cercare di giustificare la propria fobia razziale ha del tragicomico. Lo sapete perchè essere bassi, o obesi e neri non è la stessa cosa? Il nanismo è dovuto a difetti genetici, l'obesità a disturbi dell'alimentazione o del metabolismo...ESSERE NERI non è un difetto ne un problema, ci sono neri nani, neri grassi e...da quanto leggo qui...bianchi scemi.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 12/05/2013 - 17:28

Non so piu' come chiamare i neri se il termine non gli aggrada,e non so come li chiamano nel mondo, per i gay se non gli va , torno alle vecchie maniere quando erano definiti bulicci o checche

ciannosecco

Dom, 12/05/2013 - 17:30

Perché è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare Brunetta in quanto basso?Perchè a dispetto di quanto credono gli ingenui,la Legge non è uguale per tutti.Saluti.

killkoms

Dom, 12/05/2013 - 17:31

@tom hagen,troppo facile fare gli sfascisti!questo governo serviva per superare lo stallo poichè,appena la germania avrà votato a sua volta,c'è il rischio molto forte che riparti l'attacco al nostro debito sovrano!e comunque i peggiori personaggi di questa legislatura,la boldrini e la kienge,li ha messi la sinistra!anci,la boldrini,è parlamentare di sel che è all'opposizione!

Ivano66

Dom, 12/05/2013 - 17:33

Anna H.: condivido in pieno.

Ritratto di Marco_Aurelio

Marco_Aurelio

Dom, 12/05/2013 - 17:42

DOMANDA: Perché è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare Brunetta in quanto basso? RISPOSTA:...perchè un nano è una carogna di sicuro perchè ha il cuore troppo vicino al buco del culo!!! (da una celebre canzone di F, De Andrè......che non l'ha scritta per caso......! Saluti

enricotartagni

Dom, 12/05/2013 - 18:06

direi di che è un insulto e per giunta dei più brutti tra i razzisti. ma fanno pena le kyenge e le boldrini

marvit

Dom, 12/05/2013 - 18:08

Stefano Fontana. A chi spetta stabilire la ragione od il torto nelle opinioni e nei commenti?? Solo a te che accusi di razzismo gli altri?? Rileggiti quando scrivi. Il primo razzistello sei proprio tu: vai dallo psicologo

enricotartagni

Dom, 12/05/2013 - 18:11

Boldrini, parente con Bulow? Kyenge andate in Africa a fare del bene dai, che qua ci pensiamo noi da soli, su andate, che dopo vi danno il premio nobel quello per la pace...ah e portatevi dietro per sempre prodi e veltroni.

guidode.zolt

Dom, 12/05/2013 - 18:16

La Kienge non è nasona, ha il naso camuso, ma quello che fa specie è che come congolese non ce la vedo a rappresentare gli Italiani in Parlamento e, da Lei, mi aspetto proposte turche... purtroppo, in quanto alle offese basterebbe astenersi, in base alla propria educazione però...!

Ritratto di Gio47

Gio47

Dom, 12/05/2013 - 18:18

Siamo in un paese democratico, si paese dei fascimunisti, vero Boldrini? senza dimenticare il mio ex amico Letta

Ritratto di Gio47

Gio47

Dom, 12/05/2013 - 18:21

Dragon_Lord, non è l'Italia che si comporta così ma quegli stronzi dei fascimunisti e cattocomunisti, che oltre ad affamarci ci voglio imporre anche i banditi di altri paesi.

MMARTILA

Dom, 12/05/2013 - 18:24

Nera no, negra sì...gay no,culattone sicuro! La prima in Congo sul canotto, il secondo a Sodoma e Gomorra!

mares57

Dom, 12/05/2013 - 18:24

Beh ma la Signora è nera e Brunetta è basso. E' il modo con cui alcune persone che si ritengono depositarie della cultura usano in modo spregiativo la fisicità delle persone per denigrarle che non va bene. Forse questo è appannaggio della Cultura Progressista, l'unica Cultura, che però è ancora in evoluzione. E' parecchio retrocessa ultimamente, serviranno corsi di recupero.Noi poveri ignoranti di destra aspetteremo che prima o poi qualcuno impari almeno un tantino di buona educazione, altrimenti la Cultura non si vede......

guidode.zolt

Dom, 12/05/2013 - 18:25

Ci sarà un nero gay nano e panzone...e con Lui come ci dobbiamo comportare...?

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Dom, 12/05/2013 - 18:29

Sono contento di essere emigrato in Francia dove ho la possibilità di esprimere il mio giudizio su una persona senza essere tacciato di razzista. Ma siete diventati tutti .... rincoglio_niti? Tra Cicciolina, minetti e Rosy + Bunga Bunga posso dire che le prime due mi sono SIMPATICHE e le vorrei in Paradiso! LE ULTIME DUE NO,NO,NO non voglio vederle perchè la pensano in modo diverso da me e mi sono ANTIPATICHE! Si può dire? Capitto mi hai? In Francia dicono: MèRDE,Mèrde Aff.lo

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/05/2013 - 18:35

nna H e Marconon - Stando alle vostre motivazioni anche il termine 'cristiano' dovrebbe essere inteso in accezione negativa,perché 2000 anni fa i cristiani furono perseguitati,torturati,derisi ecc.La storia va avanti,bisogna certo tener presente la sua lezione,ma ormai le vostre giustificazioni per interdire certi vocaboli non hanno più validità e stanno dando luogo ad un razzismo verso la razza bianca.

sanma66

Dom, 12/05/2013 - 18:38

Nulla in contrario per avere un ministro nero, ma vorrei ricordare di tutte le angherie subite da tutti quelli come me che sono nati e cresciuti all'estero.... E i peggiori erano gli italiani naturalizzati ( cioè che avevano presa la cittadinanza estera) . Altro che Ius soli...! Esiste solo in America, ma lì fanno distinzione delle tue origini e di quante generazioni sei americano. Occorre il rispetto a prescindere, sia per le origini, l'orientamento sessuale che per la statura... Immaginate poi se dovessimo andare in giro nudi, quali altre distinzioni si potrebbero fare....?!;-)

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 12/05/2013 - 18:39

Perché è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare Brunetta in quanto basso? Perchè mica possiamo equiparare Biancaneve con Brontolo?

previlege

Dom, 12/05/2013 - 18:55

SPEDIRE KYENGE IN AFRICA LA PUO FARE DEL BENE QUI APPORTA SOLO VIOLENZA

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 12/05/2013 - 18:56

Caro Veneziani ma quale educazione possono impartire gli insegnanti partoriti dal ’68, che bivaccano (anche in sovrannumero) in tutte le scuole pubbliche di ogni ordine e grado, forgiati con il 6 politico e con l'eskimo schizzato di sangue? E le madri tossiche, i padri fannulloni ed i media dominati da trasmissioni come Ballarò, In Mezz’ora, Presa diretta, Piazza Pulita,Che tempo che fa, Report, L’Infedele, Parla con me, Otto e mezzo, Omnibus, Coffee Break, L’aria che tira, Servizio Pubblico, Zeta (il nuovo pozzo nero di Lerner), Le Storie (false)di quella cariatide di Augias, tutte condotte da individui con la falce e martello stampata i fronte? Almeno tu certe cose dovresti saperle e quindi perché meravigliarsi?

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 19:05

Marvit Un paio di consigli per te 1) Impara il significato della parola razzismo prima di usarla a vanvera. Razzismo non vuol dire non rispettare opinioni. Almeno da un'occhiata al dizionario prima di parlare. 2) Tu e chiunque altro siete liberi di avere le opinioni che volete, ma le cose si chiamano col loro nome, chi discrimina, insulta o quant'altro in base al colore della pelle È RAZZISTA. Non impedisco a nessuno, nemmeno a te di avere un'opinione razzista, voi fate il favore di non pretendere che non vi si chiami col vostro nome. Volete la botte piena e la moglie ubriaca, essere razzisti senza che ve lo si dica. Comoda così la vita. 3) Ok, io vado dallo psicologo...tu va dallo psichiatra che ne hai bisogno.

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 12/05/2013 - 19:08

Basterebbe che si leggessero i commenti dei lettori dell'Unità per avere un dizionario completo degli insulti, denigrazioni, offese, calunnie, diffamazioni a carico del Cavaliere, che basterebbero la metà per far chiudere quel quotidiano e per i sottoscrittori una bella condanna per vilipendio: eppure neanche la segnalazione alla polizia postale ha avuto un degno seguito. Com'è possibile che questi sinistronzi debbano avere sempre la meglio? O forse semplicemente perchè tutti nel centrodestra permettono loro che facciano ciò che meglio sanno fare?

Ritratto di Gio47

Gio47

Dom, 12/05/2013 - 19:12

Stefano Fontana, per fortuna che ci sei tu che hai spiegato la differenza ma ti sei dimenticato "dell'abbronzatura" da cosa deriva? e poi, perchè fai il distinguo? deduco che il razzista sei tu che fai distinzione.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Dom, 12/05/2013 - 19:13

Bravo Letta, ottima scelta!

st.it

Dom, 12/05/2013 - 19:15

Ma le proposte di legge della signora in questione sono coerenti con la nostra costituzione e con la nostra storia? Cominci col rispettare un suolo che è intriso del sangue dei nostri padri e nonni edi tutti quelli che hanno sacrificato la loro esistenza per la sua libertà e il suo progresso,nessuno ha mai regalato nulla agli italiani non si capisce perchè sia tutto dovuto ai negrie agli zingari che ci invadono.

treumann

Dom, 12/05/2013 - 19:20

l'ennesima dimostrazione, purtroppo, che il "politicamente corretto" è una delle più ignobili menzogne e fregature di questo nostro tempo.....

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 19:22

Gio47 Rivolgo a te lo stesso invito fatto Marvit...Compra il primo vocabolario della tua vita e leggi il significato del termine "razzismo". Incredibile... lo siete, ma non sapete nemmeno cosa voglia dire.

st.it

Dom, 12/05/2013 - 19:24

@ anna H Sarei a rammentare alla sua signoria che non risulta nella storia italiana nessuna legge discriminante i neri,quanto alle leggi raziali di epoca fascista,sono state applicate in italia abbondantemente dopo l'8 settembre 1943 con al governo il maresciallo badoglio lei cara signora i neuroni li usi per informarsi,e non si preoccupi di quelli degli altri

geremialettiga

Dom, 12/05/2013 - 19:28

E' l'arroganza di Brunetta quella che dà fastidio. Poi se è il contrario di Superman sono affari suoi. La ministra Kyenge si è appena insediata e con le calunnie le date anche notorietà. Complimenti, doppio autogol.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/05/2013 - 19:36

@stefano fontana - dalla tua lezioncina linguistica si deduce che,se non si ha la pelle nera,si può essere oggetto di qualunque offesa perché in quel caso il razzismo non sussiste.Bravo il nostro sapientone.

gibuizza

Dom, 12/05/2013 - 19:38

Finché saremo governati da letterati, storici, giuristi, filosofi, comunicativi, artisti non risolveremo nulla. Bisogna dare il governo delle genti agli scientifici, solo loro possono riuscire a formulare regole universali, formule matematiche che, indipendenti dalle nostre paturnie, possono valere per tutti senza compromessi, interpretazioni, punti di vista, eccezioni, ecc.. Ad eempio "l'offesa" deve essere definita correttamente, con tutte le possibili dipendenze e considerando tutti i possibili casi, una formula o un algoritmo con numerose variabili (a piacere), poi la verifica potrà essere fatta da chiunque, anche da una scimmia.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/05/2013 - 19:41

@ivano 66.visto che concordi in pieno con il post di Anna H,guai a te se osi offendere un ebreo chiamandolo 'ebreo'; che dici,milioni di morti ebrei sono sufficienti per considerare offensivo questo vocabolo e considerare razzista chi lo usa?

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 12/05/2013 - 19:51

Stefano Fontana...A proposito di "bianchi scemi"....Lei è sicuramente cintura nera in questo sport, complimenti....E.A.

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 19:57

Euterpe, possibile che non vi entri nel cervello un semplice fatto? Chi vede nel colore della pelle una discriminante o un motivo di insulto..È UN RAZZISTA, ha tutto il diritto di esserlo se gli va, ma lo è. Tutti a questo mondo sono insultabili ed insultati, asiatici, bianche, latini e neri, ma se il colore della pelle è ragione d'insulto tale insulto è RAZZISTA. Mi spiace per voi, ma questo è il termine che vi descrive, che vi piaccia o no. E chi l'ha detto che non si può dar del nanetto ad un nero di bassissima statura? QUesta è una fissa vostra, perchè quando vedete nero l'unica cosa che volete aggredire o commentare è il colore della pelle, non riuscite a pensare ad altro.

marvit

Dom, 12/05/2013 - 20:00

Stefano Fonrana. Bene. Sono andato dallo psichiatra. Ha detto che cura solo gente presuntuosa come te...noi normali no

benny.manocchia

Dom, 12/05/2013 - 20:02

Caro Dr.Veneziani: ma come e' nata questa polemica?Forse perche' qualcuno ha detto che la signora Kyenge e' negra? E allora? E' negra cosi come noi siamo bianchi.Gli storici dicono che nigger deriva da Nigeria.Negli Satti Uniti grosse universita' ed organizzazioni varie sono for negros.E nessuno si sente razzista per chiamarli cosi'.Tuttavia,se qualcuno in Italia dice che negra e' da razzisti,bene,sono cazzi suoi.La politica c'entra come il sale nel caffe'. Un italiano in USA ha che la signora Kyebge e' negra? Che c'e' di male;la signora Kyenge e' negra cosi come noi siamo bianchi.Gli storici dicono che negra viene da nigger,ossia Nigeria.Negli Stati Uniti ci sono grosse univerista' per Nigros e molte organizzaziobne for negros.Se qualcuno puo' dirci che differenza c'e[' da negra a neraio gli sarei grato. Tuutavia se c'e' qualcuno che definisce razzista chi dice nehgra invece di nera,be',e' razzista.Nopn sono cazziu bostri.Intesi? Un italiano in USA

benny.manocchia

Dom, 12/05/2013 - 20:02

Caro Dr.Veneziani: ma come e' nata questa polemica?Forse perche' qualcuno ha detto che la signora Kyenge e' negra? E allora? E' negra cosi come noi siamo bianchi.Gli storici dicono che nigger deriva da Nigeria.Negli Satti Uniti grosse universita' ed organizzazioni varie sono for negros.E nessuno si sente razzista per chiamarli cosi'.Tuttavia,se qualcuno in Italia dice che negra e' da razzisti,bene,sono cazzi suoi.La politica c'entra come il sale nel caffe'. Un italiano in USA ha che la signora Kyebge e' negra? Che c'e' di male;la signora Kyenge e' negra cosi come noi siamo bianchi.Gli storici dicono che negra viene da nigger,ossia Nigeria.Negli Stati Uniti ci sono grosse univerista' per Nigros e molte organizzaziobne for negros.Se qualcuno puo' dirci che differenza c'e[' da negra a neraio gli sarei grato. Tuutavia se c'e' qualcuno che definisce razzista chi dice nehgra invece di nera,be',e' razzista.Nopn sono cazziu bostri.Intesi? Un italiano in USA

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 20:18

Marvit...credimi... se tu sei normale son felicissimo di andare dallo psichiatra...meglio pazzi che razzisti.

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 20:24

Nestore55 grazie per il cintura nera...siamo sicuri che poi non mi dica che siccome è nera la mia cintura deve andarsene dall'Italia? Ma perchè a voi razzisti da tanto fastidio essere chiamati col vostro nome?

Ivano66

Dom, 12/05/2013 - 20:25

Euterpe: lei sa meglio di me che, al di là delle espressioni esplicitamente dispregiative, quello che conta è il tono con cui vengono usate le parole. In ogni caso su cosa non è d'accordo con il post di Anna H?

federossa

Dom, 12/05/2013 - 20:26

Nessuno critica il ministro, si critica la persona INCAPACE e INQUALIFICABILE!................

mariolino50

Dom, 12/05/2013 - 20:26

Un pò di sana maleducazione non ha mai ammazzato nessuno, dire negro a un negro non è un'offesa, è una constatazione, se non gli piace affari suoi, io lo chiamo come mi pare, basta con questo politicamnte corretto del cacchio, come tutti i nomi inventati, tipo non vedente, diversamente abile ecc..

fedele50

Dom, 12/05/2013 - 20:33

Signori del blog non sprecate parole,, pensate a come fare per non essere bastonati da rom e clandestini, OGGI 12/05/13 NE SONO SBARCATI DI QUESTI SIGNORI, CIRCA CINQUECENTO, TUTTI CON TELEFONO ULTIMA GENERAZIONE CHE DOVREMO MANTENERE IN TUTTO E, PER TUTTI I LORO GUSTI ,CUCINA DELLE LORO PARTI, SCHEDE TELEFONICHE, SIGARETTE, E QUANT'ALTRO NECESSITANO, BADATE BENE NON STIAMO PARLANDO DI PERSONE CHE SONO VENUTE X LAVORARE, SONO DONNE GRAVIDE,MINORI FIGLI NON SI SA DI CHI , CHE POI STRANAMENTE CHIEDONO RICONGIUNGIMENTI CON I NONNI , GENITORI ECC ECC , CHE NESSUNO PUO GIURARE CHE LO SIANO X DAVVERO .BADATE BENE CHE STIAMO PARLIAMO DI CLANDESTINI NON MIGRANTI REGOLARI,........UN DUBBIO MI ASSALE , MA COME FANNO AD ELUDERE I CONTROLLI IN MARE .......... A DIMENTICAVO LI ANDIAMO A RACCOGLIERE A NOSTRE SPESE, CHE POPOLO DI IMBECILLI CHE SIAMO, .....MAI UNA VOLTA CHE IL MARE FACCIA IL DOVERE DEL MARE.........

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 12/05/2013 - 20:41

Il peggio del peggio sarebbe un nano nero panzone e ricchione. Però anche in questo caso si porrebbe lo stesso problema: per cosa sarebbe più opportuno offenderlo?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/05/2013 - 20:46

@Stefano Fontana - E se chi usa il vocabolo 'nero' o 'negro' non intende dare ad esso nessuna connotazione offensiva,ma una semplice indicazione cromatica,perchè deve essere ritenuto 'razzista'in senso spregiativo?Se ne deduce che il vero razzista,intendendo questa parola in senso allargato,è colui che dà agli altri la patente di razzista,perché è in malafede,gli piace l'ipocrita e insulso'policamente corretto',vuol ritenersi moralmente superiore,insomma,un vero saccentello presuntuoso,tinteggiato di bianco,anche se sotto la vernice è rosso.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Dom, 12/05/2013 - 20:56

Veneziani si è completamente squalificato con questo articolo perché o è ignorante con la domanda che fa (vedi commento di Anna H.) o si è arruolato nel gruppo di coloro che di mestiere aizzano i poveri di spirito alla violenza facendo leva sui sentimenti più oscuri.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Dom, 12/05/2013 - 20:59

Sono perfettamente d'accordo con le argomentazioni di Marcello. Boldrini....Boldrini ..e ogni tanto fai pure un sorriso, non dovrebbe essere così scomoda la poltrona da Presidente! Viva gli ottimisti. Distinti saluti. Roby

paolonardi

Dom, 12/05/2013 - 21:19

Anna H ho l'impressione che i suoi neuroni siano in cortocircuito e non le consentano un funzionamento razionale della sua scarsa materia grigia. Le ricordo che si e' sempre detto che i "colorati" giocano meglio a pallacanestro, sono più agili e si muovono più musicalmente; ciò vuol dire che i causasici ed islamici (i bianchi per gli ignoranti

Azzurro Azzurro

Dom, 12/05/2013 - 21:20

ma che e' mi devo integrare coi musulmani velati che aborro? ma per favore...i musulmani al loro paese grazie

paolonardi

Dom, 12/05/2013 - 21:24

... segue... ispanici sono goffi e scoordinati. Perché un deprezzamento all'etnia più intelligente e' politicamente corretto, mentre lo stesso fatto verso un colorato o gay (per i fiorentini bucaioli) non va bene?

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 12/05/2013 - 21:27

@benny.manocchia, ha ragione Benny. La prima a discriminarsi è stata proprio la ministra quando ha preteso che non la si chiamasse di 'colore', ma bensì 'nera'! Il termine 'nero' è un aggettivo qualificativo che determina un colore, se voleva far valere la propria origine indigena dell'Africa a sud del Sahara, avrebbe dovuto qualificarsi col sostantivo 'negra'.

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 21:36

@Euterpe...politicamente corretto? ma chi se ne strafrega? Anzi, guardi, siccome secondo me brunetta è un nano malefico si senta libero di darmi del "nanofobo" o quel che le pare, però vede, nero è certamente una annotazione cromatica, ma quando l'annotazione cromatica è l'unica cosa che si è in grado di vedere...per annotazione che sia...si è razzisti. Si legga il titolo stesso dell'articolo "Perchè è reato insultare il ministro Kyenge in quanto nera e non è reato insultare brunetta in quanto basso?". Ora, fate un po quel che vi pare insultate chi vi pare e per quel che vi pare, ma le cose si chiamano col loro nome, insultare qualcuno in quanto nero è razzista...come detto, se volete chiamare il definire "nano" qualcuno in quanto basso "nanofobia" accomodatevi, non c'è problema. Resta un semplice fatto...Chi insulta qualcuno IN QUANTO NERO...È RAZZISTA, chi vuole poter insultare qualcuno in quanto nero, ma che nessuno gli dica che è razzista invece...è un razzista illuso.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 12/05/2013 - 21:52

anna h, a proposito di neuroni: il reato è non averli ma stia tranquilla unitamente ai suoi paria: non è perseguibile penalmente, almeno per il momento.Al massimo si rimedia un idiota.Ma non è una offesa, in quanto, non c'è stata perecuzione nei loro confronti. Mai.Sarebbe opportuno iniziare.Magari da Lei.Dalton Russell.

dondomenico

Dom, 12/05/2013 - 22:04

Vorrei anche ricordare alla ministra congolese che io spesso percorro via Armando FABI nella mia città, vorrei ricordare alla signora che Armando Fabi era un sergente della Aeronautica Militare Italiana facente parte dell'equipaggio di quel nostro aero atterrato a Kindu per portare aiuto alla popolazione congolese...i nostri ragazzi sono stati massacrati dai suoi connazionali, si parlò anche di cannibalismo.... Dal momento che tu, signora ministra, hai dichiarato che sei per metà congolese, vattene nel tuo paese e liberaci dalla tua presenza, sono certo che nessuno rimpiangerà la tua assenza

lamiaterra

Dom, 12/05/2013 - 22:08

Scandalo: provincia Grosseto spende 3milioni di euro per assistenza gratuita ai clandestini ----- Nell’anno 2012, la provincia di Grosseto ha speso 3 milioni e 140.000 euro per l’assistenza sanitaria a immigrati clandestini, di quelli che girano col piccone insomma. La denuncia arriva dal consigliere regionale del gruppo Più Toscana e membro della IV commissione “Sanità”, Gian Luca Lazzeri. «Di questa cifra 1.400.000 euro riguardano prestazioni ambulatoriali mentre più di 1.728.000 euro sono stati spesi nei 947 ricoveri degli irregolari. Si tratta di cifre rilevanti soprattutto se confrontate con il budget 2013 destinato ai grossetani che necessitano di cure all’estero che ammonta a poco più di 118.000 euro. Cure, queste, previste dal decreto ministeriale del 1 dicembre 2000 che offre la possibilità ai cittadini di vedere rimborsate le proprie cure nel caso in cui esse non possano essere ottenute in Italia. A queste persone sarà destinato una cifra irrisoria rispetto a quanto speso per l’assistenza ai cosiddetti Stp (Stranieri Temporaneamente Presenti), cioè persone senza permesso di soggiorno a cui vengono erogate prestazioni sanitarie finanziate con i soldi dei contribuenti». Incredibile. Mentre gli italiani devono pagare i ticket, la stessa assistenza è gratuita per i clandestini. Conviene fingersi tali.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/05/2013 - 22:08

@Stefano Fontana - lei insiste nella sua tesi,io ancora le domando:ma ne fa una questione di purismo linguistico,di stretta adesione al verbo del dizionario, o continua a non prendere atto che il termine che indica il colore della pelle può essere adoperato a prescindere da fini discriminatori?Lei mi potrebbe domandare perché porre l'attenzione proprio sulla pelle? Perché,porre l'attenzione su qualsiasi altra caratteristica attinente alla sfera della fisicità farebbe differenza?

Roberto Alfano

Dom, 12/05/2013 - 22:13

DITTATURA COMUNISTA: e' ora di chiamarla col suo nome. Messun dubbio, al massimo 4 anni si e' in piena GUERRA CIVILE.

Roberto Casnati

Dom, 12/05/2013 - 22:27

Questi neri del meo hanno davvero rotto! Che siano neri è un dato di fatto, non è un'opinione! Che i culattoni come Vendola siano tali è un dato di fatto, non un'opinione! Di questo passo io potrei offendermi e considerare reato il fatto che uno mi chiami "biondo" oppure bianco e, di consegueza, esigere che la legge sancisca chi mi ha così male apostrofato. Davvero stiamo cadendo dal cattivo gusto nel ridicolo. Certo in un paese doev si vuole condannare Berlusconi perchè gli piacciono le belle donne e si santificano i culattoni spesso anche pedofili, tutto può accadere. Sono personalmente ed istintivamente omofobo e me ne vanto perché significa che ancora vivo in un ambiente sano e "naturale" e così, istintivamente devo sottoporre ad attento esame il molto diverso da me per poterlo classificare prima come nocivo od innocuo, poi come amico o nemico, quindi come simpatico od antipatico, poi come intelligente o stupido e via discorrendo attraverso tutte le categorie della mente che deve "catalogare" gli individui per poter instaurare un qualsiasi tipo di rapporto con loro; è quindi assolutamente naturale ed anzi doverosoprocedere alla classificazione di cui sopra. La signora Kyenge è idubitabilmente nera, brutta, grassa e, dalle sue prime affermazioni, antipatica, petulante, uterina ed indigeribile. Qualcuno mi vuole spiegare perché non dovrei poter esprimere queste mie valutazioni soprattutto se a carico di un personaggio pubblico che anche io pago e mantengo? Se la signora Kyenge non voleva essere "valutata" non aveva che da non diventare un personaggio pubblico; se ne stava zitta e buone nel suo angolino o, magari, tornava da dove è venuta, e nessuno, ma proprio nessuno avrebbe mai espresso un parere su di lei!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 12/05/2013 - 22:29

Stefano Fontana, se le do del diversamente intelligente invece che dell'idiota, cosa cambia? cambia solo la forma.La sostanza resta invariata.Però, diciamocelo pure, la prima è più chic, anzi molto radicalchic.Secondo lei e per non fare torto a nessuno, cosa ne pensa di un sana maleducazione tipo vaffanculo.Stimo molto il signor Mariolino50 tanto da seguirne i suggerimenti. Dalton Russell.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Dom, 12/05/2013 - 22:48

Una

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 23:08

@Euterpe la domanda la giro a lei, ha per caso letto le prime righe all'inizio di questi commenti? O ha trovato uno spazio bianco e ha deciso che tanto valeva scriverci la prima cosa che le capitava? Non dice che non si può dire che la ministra è nera, dice "Perchè è reato insultare la ministra in quanto nera e non brunetta perchè basso? Ebbene, dire che una persona è nera non è certo un problema....INSULTARLA IN QUANTO NERA LO È. Vede,ne faccio anche una questione linguistica dal momento che c'è una strana tendenza a voler confondere ed annacquare il termine. Io invece sono per il dare il giusto nome alle cose...se uno ruba è un ladro, se uno aiuta il prossimo ed i bisognosi è un benefattore, se uno uccide è un assassino e se uno ritiene insulta una persona per il colore della pelle è un razzista. Quanto al resto una semplice osservazione, non è per il fatto di essere basso che chi chiama Brunetta nano non lo vorrebbe al governo, ma non stiamo a raccontarcela, lei sa benissimo che la stragrande maggioranza di chi insulta la nuova ministra perchè nera non la vuole come ministra PROPRIO perchè nera. Comunque, per concludere, sono per la totale libertà d'espressione, ma sono anche per chiamare le cose col loro nome. Chi insulta per il colore della pelle è razzista, se non gli va giù non so cosa farci, questo è.

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 23:13

@dalton.russel... può darmi tranquillamente dell'idiota, non me ne può fregar di meno di cosa possa pensarne della forma o se le sembri più o meno chic. Per lo stesso identico motivo, se lei insulta qualcuno per il colore della pelle io le darò del razzista...non le va? Amen sarà che non sono abbastanza radical chic per lei. Quanto al vaffanculo non c'è problema, essendo una persona gentile le dico semplicemente...vada avanti lei...che mi vien da ridere. Continuo a chiedermi perchè a voi razzisti da tanto fastidio essere chiamati col vostro nome...

Stefano Fontana

Dom, 12/05/2013 - 23:19

@Euterpe... tanto per chiarire meglio il concetto vedo di riassumerlo al massimo: Ne faccio una questione puramente linguistica tanto quanto lei ne fa una questione puramente cromatica. Se la questione cromatica giustifica l'insulto allora giustifica anche linguisticamente la definizione di razzista. La invito a leggere il commento di tal Casnati delle 22:27...è un commento puramente cromatico...mi dirà lei.

Rocknbike2010

Dom, 12/05/2013 - 23:33

Carlito Brigante. Tutto vero ma con un'abissale differenza. I neri non han mai potuto nascondere la propria diversità. Per non fare poi un confronto numerico che ridimensionerebbe tutto il polverone che viene fatto ad hoc.

nipotedimubarak

Dom, 12/05/2013 - 23:33

Ma dire che brunetta è un nano non è offensivo, dire che è un buon ministro lo è....

Anna H.

Lun, 13/05/2013 - 00:08

Mi fa davvero molta tenerezza l'animosità di alcuni lettori nei confronti del ministro Kyenge, la quale ha saputo, per meriti altri da quelli delle minstre bunga bunga, accedere ad una posizione di prestigio che i predetti lettori si possono solo sognare.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 13/05/2013 - 00:26

ersola: come le ho già detto non solo lei deve essere parente stretto di luigipiso ma anche della stessa età in quanto l'intelligenza manca a tutti e due in egual misura, ma mi dica, a chi è rimasto il neutrone al cervello dopo il lavaggio? a lei o al luigipiso? grazie anticipatamente della risposta.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 13/05/2013 - 01:10

Perché non è reato insultare Brunetta? Perché il nostro paese è troppo pieno di facce di m...a ignoranti che ascoltano facce di m...a più ignoranti di loro.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 13/05/2013 - 02:36

@ Anna H. (ore 15:22) che dice: "che usare i neuroni non è reato." Visto che non usare i neuroni nemmeno e' reato lei non ha da preeoccuparsi, anzi, lei e' in una botte di ferro. In altre parole, lei giustifica le offese perche' vi sono state altre offese, si vergogni.

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 13/05/2013 - 03:22

Stefano Fontana...Povero caro, sono talmente razzista che vivo felicemente sposato con una cittadina extracomunitaria da oltre 18 anni...Non mando via nessuno dall'Italia; sono certi italiani che si mandano a quel paese da soli, con affermazioni e prese di posizione tipo la sua...Si dia una calmata..i perbenisti d'antan non servono a nulla, se non a servire cause perse...Il fatto che lei tacci di razzismo me ed altri commentatori, la dice lunga sul SUO razzismo, culturale e classita....Quello si pericoloso e destabilizzante....Mi stia bene, nonstante tutto....E.A.

Jurisconsultus

Lun, 13/05/2013 - 07:10

IO non sono mai stato in Congo. Nè mai sono stato nominato ministro o qualquecos'altro in nessun paese straniero. Lo ius sanguinis è determinato in Costituzione della Repubblica Italiana. Non esiste nessun ius soli: questi qui della sinistra devono pur prendere i voti da qualche parte no? E ci propinano la ministra nera. Penso che un italiano può svolgere la funzione molto molto meglio: almeno capisce e parla la lingua. Pensiamo al lavoro ed agli investimenti, non alle cazzate. Ognuno nel suo paese!

rob19542011

Lun, 13/05/2013 - 08:12

Marcello, premesso che le offese, specialmente se gratuite, dovrebbero essere tutte da condannare, i gay ed i negri vengono offesi come tali (quindi come categoria), mentre l'onorevole Brunetta viene offeso non come "nano" ma come esponente PDL. La differenza quindi giustifica l'interesse ulteriore a combattere l'odio che che si può manifestare verso una classe di persone che si muove senza particolari protezioni o scorte.

CARLINOB

Lun, 13/05/2013 - 08:12

Per un motivo molto semplice : è un nanao non per l'altezza fisica ma per quello che dice spesso e per quello che fa : dove è conosciuto questo grande Statista ed Economista se non qualche volta negli shows televisivi , non tutti e ad Arcore ?

rob19542011

Lun, 13/05/2013 - 08:14

Marcello, premesso che le offese, specialmente se gratuite, dovrebbero essere tutte da condannare, i gay ed i negri vengono offesi come tali (quindi come categoria), mentre l'onorevole Brunetta viene offeso non come "nano" ma come esponente PDL. La differenza quindi giustifica l'interesse ulteriore a combattere l'odio che che si può manifestare verso una classe di persone che si muove senza particolari protezioni o scorte.

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 13/05/2013 - 08:21

In compenso si ghettizzano gli anziani. Umiliati dalle istituzioni in primis.

plaunad

Lun, 13/05/2013 - 08:24

x Carlito Brigante. Ma davvero? Questa si che é bella. Da sempre sono proprio i bassi ed i panzoni ad essere oggetto di scheno e scherzi.

claudio faleri

Lun, 13/05/2013 - 08:27

perchè la congas è protetta dia comunisti che sono tanto buoni, infatti lei ha in mente un dusegno di legge per trasferire il congo in italia

claudio faleri

Lun, 13/05/2013 - 08:29

DRAGON....hai ragione,pecore come sempre

claudio faleri

Lun, 13/05/2013 - 08:33

caro benny, ti spiego....la nostra sinistra tanto buona, per raccogliere i voti da tutti ha spossato la causa dei clandestini, poi ha messi i trans al governo, ora ha inserito nella sala dei bottoni la congas, perchè la sinistra ha sempre odiato l'italia, prendendo però i soldi degli italiani, quelli furbi che non credono alle c......e raccontate nei comizzi e i beoti che ci credono e si fanno inc.......re godendo

claudio faleri

Lun, 13/05/2013 - 08:36

PROGETTO ITALIA NERA: LA SIG CONGAS PREPARA IL TRASFERIMENTO DEL CONGO IN ITALIA, SARANNO REQUISITI I PATCHI PUBBLICI E TUTTI GLI APPEZAMENTI DI TERRENO PUBBLICO PER COSTRUIRE VILLETTE A SCHIERA CON POSTO MACCHINA PER I CONGAS

atlante

Lun, 13/05/2013 - 10:02

Ai deficienti spocchiosi "sinistri" che vengono a scrivere commenti su questo giornale per mostrare la loro presunta "superiorità" intellettuale e culturale (ed infatti i veri "razzisti" sono proprio questi intellettualoidi del cavolo) va spiegato che l'intelligente articolo di Veneziani riguardava essenzialmente un fatto di costume. Intendeva cioè censurare non solo la volgarità dei tempi, ma anche l'ipocrisia dei "sinistri" (alla Boldrini per intenderci) che insultano Brunetta o Ferrara per la statura o la mole, ma poi guai a chi fa battute sui "neri" o sui "gay". Questi idioti sinistroidi, che hanno criticato l'articolo di Veneziani, la "girano" artificiosamente sotto il profilo giuridico e storico. Dimenticando che i "neri" (oltre i verdi, gialli, rossi, grigi, bianchissimi e stranieri in genere....) in Italia sono quasi tutti entrati, e gran parte vi risiedono, in violazione delle leggi in materia di ingresso e permanenza sul suolo nazionale, mentre, per quanto riguarda i gay, a nessuno di loro è precluso l'esercizio dei diritti personali, elettorali, ecc. Il problema vero è il prevalere, nei mass media e negli italiani più cretinamente masochisti e più inquinati dal pregiudizio settario di "sinistra", di una vergognosa ed ipocrita ideologia finto-buonista, per cui i "poveri" immigrati clandestini vanno difesi a giustificati a tutti i costi mentre si creano artificiosamente (visto che la vecchia "lotta di classe" è ormai storicamente superata) nuove "classi" (gay e lesbiche, rom, donne, giovani, "neri", extracomunitari in genere, ecc. ecc.) al fine di alimentare l'odio sociale sul quale la sinistra ha sempre fondato la propria ragion d'essere. Praticando, così, di fatto il vero "razzismo", che è rivolto verso le persone non caratterizzabili in uno schema precostituito e contro cui rivolgere gli strali di "odio" che è il cromosoma principe sito nel dna dell' "Homo Sinistrus". Così, oggi, chi è semplicemente "italiano" e non rientra in una categoria artificiosamente "protetta", non può accedere ad alcuna forma di protezione giuridica e nemmeno culturale. Deve, ad esempio, faticare, sudare, pagare le tasse e crepare per mantenere ed assicurare i servizi di welfare alla massa dei "poveri" extracomunitari che ci hanno invaso, senza aver mai preventivamente versato un centesimo di tasse. E se poi questi italiani, definiamoli per così dire "italiani qualunque", osano avanzare una timida protesta, arrivano questi beceri deficienti ed utili idioti di sinistra a tentare di zittirlo, accusandolo di "razzismo", di "fascismo",di "berlusconismo", "qualunquismo", populismo" e via via con le varie definizioni settarie e fanatiche coniate da questi cretini autoarruolatisi in servizio permanente effettivo nella "Legione straniera" del sinistrume nazionale. Questi trinariciuti, fateci caso, quando pontificano si autodefiniscono e si ritengono, (per diritto divino?), più intelligenti di quelli di "destra". Ma allora chiediamoci: chi sono effettivamente i veri "razzisti"? C'è da augurarsi che ci siano ancora molte persone "veramente" intelligenti da potersi fornire la risposta da soli.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 13/05/2013 - 10:27

la MINISTRA GONGOLESE E' PREGATA DA MINISTRO DELLA REPUBBLICA ITALIANA AD ANDARE A TROVARE LE VITTIME DEL CLANDESTINO E AI FUNERALI DEL POVERACCIO UCCISO IN MANIERA BESTIALE..OLTRE CHE CONDANNARE PUBBLICAMENTE IL FATTO, SE NO ABBIAMO CONFERMA DA CHE PARTE STA' UFFICIALMENTE, OKKIO

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 10:30

@ Stefano Fontana-mi dispiace,ho ancora uno spazio bianco da riempire.Lei afferma che molti sono prevenuti nei confronti della Kyenge per il colore della pelle,non prendendo in considerazione l'ipotesi che l'ostilità sia determinata dal programma socio-politico della suddetta e dalle opinioni espresse.Affinché possiamo essere immuni dalla qualifica di razzisti,di cui lei continuamente ci gratifica,vuol dire che aderiremo alle preferenze della signora,il cui colore della pelle ci sfugge,e ci diremo favorevoli alla poligamia e,in omaggio alla sua civilissima terra di origine,saremo per la legalizzazione del cannibalismo.Contento?

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 11:09

nestore55 non so e non mi interessa sapere di quale etnia sia la sua sfortunata consorte, e senza che debba essere il suo caso, non sarebbe certo il primo che confonde una moglie con una schiava, sta di fatto che la mia non è nessuna presa di posizione, chi insulta in base al colore della pelle è razzista, si vada a cercare un vocabolario.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 11:16

Mi sa indicare in quale delle proposte politiche della Kyenge si menziona poligamia e cannibalismo? O forse li ha messi come hobby e preferenze sul suo profilo facebook? O forse, altra ipotesi, lei ritiene queste cose divertenti perchè beh...è nera. Ecco perchè siete razzisti, basta farvi parlare e ne fornite la migliore spiegazione. Lei mi dirà, non si può più nemmeno scherzare...certo che si può... ed i razzisti trovano divertenti scherzi e battute razziste. Coe detto, nessuno vi vuole togliere la libertà di esserlo, solo non si capisce perchè non vogliate essere definiti per quello che siete, Kyenge è nera e non mi sembra che lesinate definizioni riguardo a quella che lei ha definito una caratteristica cromatica (che implica preferenze cannibali a quanto sembra secondo lei). Ma se vi si definisce per quello che siete...no...allora non va bene...

barretta gennaro

Lun, 13/05/2013 - 11:39

Ormai è dagli anni '70 in poi che assistiamo ad una impoverimento della educazione e della civiltà ed al diffondersi come un una malattia incurabile della volgarità e della trivialità a causa di una endemica pseudocultura ostentata a vario titolo in ogni luogo ed in ogni istituzione da trinariciuti soggetti

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 11:40

Stefano Fontana - siamo così razzisti che di una signora molto pigmentata(si può dire?) abbiamo fatto un ministro della Repubblica.Sarà permesso ai cittadini esprimere forme di dissenso o si vuole togliere loro questo diritto con la speciosa,strumentale,ipocrita accusa di razzismo,usata come randello per eliminare la libertà di opinione e per nascondere altri fini?

tzilighelta

Lun, 13/05/2013 - 11:45

Accidenti che battaglia, il cucù sui negri allarga la platea dei cuculi e mette, è il caso di dirlo, nero su bianco la questione razzismo si razzismo no! Premetto che non sono favorevole allo jus soli tout court e dico anche che la ministra Kienge in quota PD è una sfida ardita ma dall'esito incerto, fatta questa premessa comincio da Veneziani, Brunetta viene insultato non in quanto basso ma in quanto ministro PDL braccio destro e sinistro di tutta la demagogia e populismo berlusconiano, a me sta sulle palle come pochi, non in quanto basso ma per quello che dice e come lo dice, punto! La ministra Kienge invece sta sulle palle ai razzisti perché è nera, però vi piace dire negra non perché è giusto sotto l'aspetto lessicale ma perché dire negra è più gustoso, nera è gentile, negra è feroce! Ho letto anche altre cose tipo la colpa del massacro di Kindu accaduto più di cinquant'anni fa, che cavolo c'entra con la Kienge non si sa, gli Abissini gasati Dal Maresciallo Graziani su Ordine di Mussolini meglio non parlarne! La ministra Kienge è li da poco e ha collezionato più insulti di Bersani, Brunetta è li da tanto, ha fatto molti danni all'Italia e ancora ha il coraggio di parlare e fare lo sbruffone antipatico in ogni apparizione pubblica, in ultimo voglio ricordare ai razzisti che godono nel pronunciare la parola negra che i negri in quanto tali sono stati oggetto di persecuzione, i bassi no, quindi siccome le parole sono pietre non nascondetevi dietro il vocabolario, Brunetta poi, anche alto uno e novanta mi sta sempre sulle palle e quando lo vedo cambio canale, quando lo sento alla radio metto musica a tutto volume perché la sua voce mi provoca mal di stomaco, è tutto chiaro? Un caro saluto a tutti i razzistelli del pdl, anche se siete bianchi e alti (!) quando vi leggo mi fate venire un mal di pancia che non so come spiegarvelo....

magiconic

Lun, 13/05/2013 - 12:04

#ATLANTE# Condivido al 100% il Suo pensiero. Complimenti per la Sua esposizione!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 12:19

@Tzilighelta- ahi,ahi,ahi,lei soffre di disturbi psico-somatici,ci fa preoccupare col suo mal di pancia nel leggere commenti razzistelli.Sia più accorto nei confronti della sua salute,ad esempio cambiando giornale. Io farò opera meritoria dicendo 'Nero è bello?'.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 13/05/2013 - 12:25

Marcllo Veneziani colpisce ancora. Articolo pacato, dai concetti semplici semplici e subito si scatenano le capre comuniste che si sentono colpite nei vivo.

wainer

Lun, 13/05/2013 - 12:32

Lei Fontana è quasi più stupido di chi la "ministra nera" l'ha portata al posto di governo che occupa. Solo uno stolto in un momento come questo poteva fare una scelta più inadeguata (Idem per la Idem), in più il fatto che la "ministra nera" sia tale (cioe nera) non ci garantisce di per se che sappia trattare i problemi dei neri o degli altri immigrati (per la serie non è necessario essersi rotto una o più gambe per poter fare bene l'ortopedico). Noi critichiamo la "ministra nera" non perchè e nera ma per le cose che dice di voler fare... W.

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 12:38

@anna(preparazione)h,il fatto che sia nera vi esalta vero?come già il predecessore riccardi,è una persona inadeguata ad un dicastero inutile!gli USA sono multirazziali(ma non multiculturali!)e non hanno mai avuto siffatti ministeri,nè quell'assurdità tutta nostra dei mediatori culturali!

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 12:43

@Euterpe, mi faccia capire, lei ritiene che definire razzista chi vuole avere la liberta di insultare in base al colore della pelle ne limita la libertà d'espressione? Beh...i sistemi d'allarme limitano la libertà di movimento dei ladri d'appartamento....maledetti sistemi antidemocratici! Ora, le ho per caso detto che non ha il diritto di esprimere le sue opinioni? Quella del fatto che siate razzisti non è un'accusa, è una constatazione e mi saprebbe indicare un solo dei partecipanti a questa conversazione che si sia sentito inibito dallo scrivere? Anzi, sono già stato ampiamente insultato, mi faccia capire, è antidemocratico dire che siete razzisti, darmi dell'idiota o stupido, cosa sulla quale forse lei sarà daccordo, è massima espressione di democrazia? Resta un fatto, forse io sarò idiota, magari anche stupido, con ogni probabilità nanofobo, kyenge è nera (e per tanto favorevole al cannibalismo e alla poligamia come dice lei) ...voi siete razzisti.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 12:44

@wainer tanto di cappello per la sua di arguta intelligenza...fatto sta che sarò stupido, ma non fesso, alla kyenge gente come lei ha cominciato a dare addosso ancora prima che aprisse bocca. Ma chi credete di prendere in giro.

tzilighelta

Lun, 13/05/2013 - 12:51

Euterpe, naturalmente il mal di pancia era un modo di dire, non ci penso neanche a cambiare giornale, come faccio a perdermi i deliri dei mie compatrioti, quanto a lei mi sarei aspettato una risposta più tecnica e articolata come lei sa fare, evidentemente gli argomenti in materia scarseggiano, e manca anche il coraggio delle proprie idee, si cercano scuse per delegittimare la Kienge tirando fuori Kindu i cannibali e la poligamia, non vi piace perché è negra, avete paura dell'uomo nero ma vi fate prendere per il culo da un bianco qualsiasi, la Kienge non farà niente di quello che ha detto, non è lei a farmi paura, ma l'uomo bianco che tanto vi piace, lui si che sta facendo danni irreversibili! Buona giornata Euterpe!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 13:01

@stefano Fontana- a me sembra che sia prevenuto lei nel considerare negativamente qualsiasi critica alla ministra giudicandola motivata dal colore della pelle,quindi è lei che pratica forme discriminatorie nei confronti di chi intende solo praticare un suo diritto.Tutto il resto sono fole.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 13:09

@Euterpe, certo, come no, scusi, non è lei che ha trovato divertente sostenere che tra le preferenze della Kyenge ci fossero poligamia e cannibalismo? Mi sa indicare in quale dichiarazione pubblica ha affermato queste cose? Kyenge non ha ancora fatto nulla da ministro, ha fatto una, dicas UNA proposta che tra l'altro non era nemmeno una novità visto che se ne parla da parecchio...resta il fatto, che lei ancora non mi ha chiarito, visto che è l'argomento del blog in cui parliamo, per quale motivo lei ritenga accettabile insultare qualcuno in base al colore della pelle. Poi certo, sarò io l'antidemocratico cattivone che non accetta che le vostre rimostranze sono puramente politiche, nulla hanno a che vedere con gli insulti raziali letti fino a qui...ma va...quando mai. Vien dall'africa...son cannibali...e che ci sarà mai di razzista nel dire questo.

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 13/05/2013 - 13:31

Anna H....Se sapesse come si fa carriera all'interno della comune komunista, non perderebbe tempo per difendere una indifendibile...Però è nera, perciò fa molto chic, perciò è brava, perciò......Accompagni in quel posto la ministra e tutti quelli/e come lei, cara Annina, grazie....P.S.: a quale posizione di prestigio si riferisce....Non mi faccia pensare male, oltretutto vorrei sapere quanto coraggio ha il marito della diversamente bianca.....E.A.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 13:43

@Stefano Fontana- mi sembra di essere entrata nella storia infinita,e tale sarà se lei continuerà imperterrito e in modo surrettizio ad attribuire agli altri idee ed intenti che sono loro alieni.Io ritengo inaccettabile e squallido in linea di massima non solo insultare per il colore della pelle,ma per qualsiasi altra caratteristica fisica di cui l'individuo è incolpevole.

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 13/05/2013 - 13:47

Stefano Fontana.....Lei deve essere finto....Non può un uomo vero,in carne ed ossa essere ridotto così...Mia moglie, ha ragione lei, non ha la sfortuna di aver conosciuto delle persone per bene come lei (vivrebbe sicuramente meglio con lei,ma ha scelto diversamente). Se lei ritiene che una donna sposata,con due figlie, proprietaria di beni immobili e socia nell'azienda del marito sia sfortunata, mi sappia dire come vive lei e la sua famiglia (ammesso che una qualche ex tossica abbia avuto il coraggio di unirsi ad un disperato kompagno quale lei è, oltre che apparire). La miseria è prima di tutto celebrale e culturale: lei rappresenta magnificamente il socio tipo del disadattato, probabilmente fumatore e sicuramente alcool dipendente....Vede, quando marmaglia come lei non ha più argomenti passa alle offese, poi incontra gente per bene e trova pan per focaccia, caro il mio non razzista.....A proposito....E'suonata la campana, l'ora d'aria è finita, si sbrighi a rientrare, altrimenti non le danno la cena...E.A.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 13/05/2013 - 13:50

Stefano Fontana la ministra DEVE ANDARE A FAR VISITA AI MORTI E AI FERITI DEL CLANDESTINO CRIMINALE, PUNTO, DEVE da MINISTRO dell'integrazione, se non lo fà o non trova il "momento" sia spetti il massimo mio DISPREZZO.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 13/05/2013 - 13:52

antonio vivaldi la keile Biancaneve??? ah ah ah ah ah ah per la verità la keile potrebbe essere "calimera" al massimo data l'altezza..non sò se superiore al brunetta..ma "calimera" chiattona..eh eh

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 14:04

@Tzilighelta-se proprio propende per ciò che è delirante e visionario,ci sono molti autori che potrebbero soddisfarla,ad esempio E.Allan Poe,con anche una punta di horror,noi siamo, qui sul Giornale ,dei poveri dilettanti dilettanti.Non dica 'uomo bianco',perché da parte di Stefano Fontana scatta automaticamente l'accusa di razzismo,vocabolario alla mano,invece Anna H,dimostrando un'approndita e vasta conoscenza delle vicende storiche, non sarebbe d'accordo,perché i bianchi non hanno mai subito persecuzioni,quindi riferirsi al colore della loro pelle non sarebbe un'offesa.Aspettando che i due si mettano d'accordo,le invio i miei saluti.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 14:49

@Nestore55....qualunque fenomeno scriva che chi non ha argomenti offende e poi rifila la sfilza di offese che ha scritto lei è per forza di cose un autentico rincoglionito. La lascio quindi a tirarsi la zappa sui piedi da solo, visto che le viene tanto bene, e le dirò che se prima non compativo sua moglie (sempre che esista) ora lo faccio. Ora torno vado a comprari una stecca di sigarette da fumare con 10 bottiglie di rum in un ora perchè poi sa com'è, mi finisce l'ora d'aria mentre mia moglio ha una ricaduta e ridiventa tossica... cercheremo di riabilitarci... per il suo rioncoglionimento, ahilei...non c'è rimedio.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 14:51

rapax... con tutto il rispetto...credo che il suo disprezzo sia merce assai inflazionata.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 14:52

@Atlante - trovo molto interessante la sua analisi,soprattutto là dove indica il fine ultimo della divisione in nuove 'classi',create artificialmente,per continuare ad alimentare odio,che diventa motore e giustificazione di lotta.Non dimentichiamo che Marx era figlio sinistro dell'idealismo hegeliano,noi speriamo solo che la sua sintesi non giunga mai.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 14:54

@Euterpe...scusi tanto, ma la sua "divertentissima" battuta sul fatto che essendo di origini africane la Kyenge prediliga poligamia e cannibalismo come si concilia con la sua affermazione che non si insulpa per il colore della pelle? Le fa onore quello che ha scritto riguardo gli insulti...sarebbe un po' più credibile se non venisse dopo quella "perla" di comicità. Quanto ad altri discorsi, se vuole tirarmi in ballo si accomodi, ma lasci a me l'esprimere le mie opinioni... le pare? O come si piazza questo nella sua specialissima scala di ciò che è democratico e non?

tzilighelta

Lun, 13/05/2013 - 15:02

Euterpe, per favore non nomini e soprattutto non associ Poe ai deliri dei berluscones, mi fanno più orrore i post di certi razzisti pionieri dell'amore che vince sul l'odio piuttosto de "il pozzo e il pendolo" mi suscitano tremori alle corde vocali (parolacce trattenute) i messaggi di Nestore55 che "il gatto nero" o i delitti della via morgue, ma non la infastidisce trovarsi d'accordo con certi paracarri che sfigurerebbero anche in Congo? La saluto cordialmente è sempre un piacere parlare con lei!

Nadia Vouch

Lun, 13/05/2013 - 15:17

Ci sono molte parole inutili, vuote, usate spesso perché il pregiudizio viene confuso col giudizio, e laddove la simpatia o l'antipatia servono da misura inconfutabile. Piace molto fidarsi del proprio istinto, poiché fidarsi degli altri può essere doloroso. Siccome il dolore di solito si rifugge, è più semplice affidarsi a ciò che è evidente, piuttosto che impiegare energie per sondare nel profondo una situazione, o come qui si tratta, delle persone. Basso o troppo alto, grasso o emaciato, strabico o, ma guarda che occhi meravigliosi. Ci si innamora di capelli, di occhi, di pezzi di corpo e di movenze. Oppure, gli stessi si detestano. Quanta semplificazione nel vivere quotidiano, e quante parole inutili, a volte persino nei dizionari.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 13/05/2013 - 15:57

Un plauso alla Signora Euterpe che usando la logica come olio sugli alti specchi del politicamente corretto, ha lasciato a terra i vari arrampicatori. Se nemmeno la logica riesce a smuovere l’ipocrisia del politicamente corretto, siamo proprio messi male. Come nel mitico film “Roma città aperta”, vedo la mia Italia come “Italia nazione aperta”. Che dolore!!!

wainer

Lun, 13/05/2013 - 16:28

Caro Fontana mi arrendo (mi avevano avvertito di non discutere con un cretino perchè sl piano della stoltezza avrebbe vinto lui), infatti lei ha vinto, i miei complimenti... W.

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 16:53

Allora siamo daccordo Wainer, io vinco sul piano della stoltezza, lei su quello del razzismo ipocrita.

cornacchia46

Lun, 13/05/2013 - 17:03

Fermo restando che nessun insulto è accettabile, la differenza, caro Veneziani, è che nessuno, nel corso della storia (quotomeno che io sappia), è mai stato legalmente discriminato o perseguitato o ritenuto un essere spregevole e pericoloso perché basso o ciccione. Al contrario, i neri/negri/persone di colore sono stati ghettizzati perché ritenuti fastidiosi per i bianchi, mentre gli omosessuali/gay/ricc..., ancora oggi, sono considerati, da taluni (spesso lettori di questo giornale), dei cattivi esempi che si devono nascondere per non "infastidire" la popolazione presunta normale (cioé quella che si ritiene superiore).

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 17:09

@stefano fontana,tale presunto"insulto"non era riferito al colore della pelle ma a delle abitudini tribali!

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 17:40

@Killkoms...certo, e quando all'estero dicono Italiani mangiaspaghetti lo fanno semplicemente per far riferimento ad abitudini alimentari senza alcun altro intento. Ma vi leggete ogni tanto?

wainer

Lun, 13/05/2013 - 18:00

Vede caro Fontana, dal razzismo si può anche recedere e ricredersi, dalla sua grave forma di stupidità no, non ce'è rimedio! W.

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 18:12

@cornacchia46,nomen omen!in primis,mi dici DOVE è avvenuta la ghettizzazione dei neri?da noi non di certo!anzi,hai mai sentito parlare dei"mamelucchi"?sai cosa vuol dire tale termine?è l'italianizzazione di un termine arabo che significa"schiavo bianco"!secondo te,perchè i francesi sbarcarono ad algeri nel 1830,ocupando anche la costa nordafricana poi?per far CESSARE le scorrerie dei locali pirati,che saccheggiavano le coste italiane,francesi,spagnoli,e oltre a razziare ed uccidere portavano via i superstiti come schiavi!si calcola che finchè è durata tale"attività",sono stati più di un milione e mezzo gli europei finiti come"schiavi bianchi"!e solo pochissimi di essi ebbero la fortuna di essere liberati da qualche spedizione armata,o riscattati(cash,money,plata!)da parenti o amici!NOI non abbiamo mai avuto schiavi di colore,e quindi non abbiamo debiti verso la categoria!anzi!in libia e in etiopia la schiavitù finì con l'occupazione italiana!in merito ai gay,ti ribadisco una chicccs che ho già postato,ma te la ripeto!pochi giorni fà,un insegnante italiano presso la scuola di lingua italiana di asmara,in eritrea,è stato espulso,con effetto immediato,da quel paese!motivo?è omosessuale!in eritrea l'omosessualità è un reato punibile con la galera dai 3 agli 8 anni di reclusione!mi piacerebbe che il tuo amico vendola chiedesse il"visto"per l'eritrea per sapere cosa gli risponderebbero!

cornacchia46

Lun, 13/05/2013 - 18:58

@ killkoms 1) Negli Stati Uniti d'America (appartenenti al nostro stesso mondo occidentale), sino agli anni '50, la discriminazione dei neri era codificata nella legge, tant'è che il loro voto valeva i 3/5 di quello dei bianchi; 2) quanto agli omosessuali, non penso proprio che sia giusto discriminarli perché c'è qualcuno che è ancor più cattivo di noi. In sostanza, se in Eritrea l'omosessualità è un reato, dovremmo essere orgogliosi che da noi non lo sia e fare tutto il possibile perché sia integrata il più possibile nella società. Non trova? 3) Chi ha detto che Vendola è mio amico. Certo, che se essere di destra, anziché essere liberali, significa essere bigotti e ritenere l'omosessualità un qualcosa sottoposto a vincoli speciali, allora è ovvio che sono di sinistra. Ma, nella mia mente liberale, le unioni omosessuali non dovrebbero essere riconsciute, ma pienamente rispettate nella loro diversità, con correlata possibilità di presentare le relazioni omosessuali come legittima alternativa anche per chi omosessuale non è (e viceversa). Questo credo che si chiami liberalismo.

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 19:14

@stefano ferarra.2°invio,ricordi la pubblicità della"pasta amato"? molte meglio gli spaghetti del pattume alimentare che mangiano i civili nordici!per la cronaca,il cannibalismo è stato un fenomeno più radicato nelle americhe e in oceania,che in africa,o per te, i neri sono tutti uguali?

Stefano Fontana

Lun, 13/05/2013 - 19:32

@Killkoms...chiedilo ad Euterpe se per lui sono tutti uguali, è stata lei a fare la "battutona" che per la provenienza Kyenge dovesse avere preferenze per poligamia e cannibalismo. Sbrigatevela fra di voi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/05/2013 - 23:04

@Tzilighelta- vorrei brevemente accennare al suo approccio a questo forum,in cui lei non cerca la discussione e la disputa per il piacere che esse danno,ma il suo intento è sterilmente provocatorio,in quanto a priori giudica 'deliranti'i commenti dei suoi frequentatori, e questo suo pregiudizio è ostativo per qualsiasi sano e civile scambio di idee.Come vede ,oltre il male del razzismo da lei tanto aborrito,ve ne sono altri,come l'intolleranza,altrettanto dannosi.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 14/05/2013 - 02:26

tzilighelta...Non c'è nulla al mondo che mi trattiene dal rispondere a "tono" a certi figuri. E' evidente che riesco ad adeguarmi faticosamente al livello dei personaggi diversamente normali, che insistono nel voler insegnare la loro ignoranza però, quando si è provocati,è difficile rimanere impassibili. Un appello a lei: prima di giudicare, si rilegga gli interventi del fenomeno, poi mi dica se lei si sarebbe comportato diversamente.Cordilità, E.A.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mar, 14/05/2013 - 17:20

Tzilighelta- Lei fa il saccente come tutti i Komunisti e si ferma alla prima porta senza allargare l'orizzonte del suo scibile. Lei ha confermato quanto pensavo: lei e' una persona non comune (diversamente normale) ha nel DNA (acidodesossiribonucleico) il gene "K", gene che le impedisce di relazionarti in modo normale con gli altri. Una soddisfazione, quelli come lei, per fortuna sono pochi, continui pure a certificare il suo disagio, il Giornale e' per il sociale, e accoglie anche quelli come lei