Tutti adepti della Chiesa contro natura

Ma di che vi scandalizzate moralisti senza morale per i preti gay e i loro giri?

Ma di che vi scandalizzate moralisti senza morale per i preti gay e i loro giri? Volevate che i preti non si barricassero in Chiesa e in purezza ma si aprissero al nostro tempo e siete stati accontentati, anche dal punto di vista sessuale.

Perché è vietato parlare di lobby gay in tutti gli ambiti, e invece siete così morbosamente interessati a denunciare la lobby omosex dei preti, allestendo gogne mediatiche e liste di proscrizione? I preti sono figli del nostro tempo prima che della Chiesa e rispecchiano le tendenze del mondo in cui siamo immersi. Ed è pretestuoso cogliere l'occasione delle storie omosex del clero per chiedere che i preti possano sposarsi.

Quei preti praticano rapporti omosessuali non perché sia loro impedito di sposarsi con una donna; semmai sono preti anche per quello, perché non erano attratti dalle donne e rifuggivano dalla vita coniugale e dalla procreazione. Intendiamoci, l'omosessualità nella Chiesa è antica. Prima era repressa, sublimata e meno praticata; adesso invece aumentano le sollecitazioni mondane, gli adescatori e cadono i freni inibitori del timor di Dio e dei peccati.

Fa bene il Papa a denunciare la presenza influente della lobby gay e fa bene dall'altra parte la giustizia ad accertare i casi di prostituzione, pedofilia e traffico di minori. Ma dei gay in sacrestia può scandalizzarsi chi crede con i vecchi precetti della Chiesa che l'omosessualità sia un disordine contro natura e un vizio che viola il voto di castità. Non certo voi, moralisti senza morale e naturisti senza natura.

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 27/06/2013 - 15:50

Caro Marcello, mi permetta una breve considerazione a margine: a volte penso che se il Berlusca si fosse attorniato da "olgettini", nessuno si sarebbe nemmeno sognato di additarlo e perseguirlo, prevalendo il senso ipocrita della omologazione del "diversamente orientato". Non crede?

Nadia Vouch

Gio, 27/06/2013 - 16:38

Lobby o non lobby, è comunque percettibile a livello diffuso che, pur essendo l'omosessualità sempre esistita, mai come negli ultimi tempi se ne sente parlare in modo insistente, quasi pressante. Tuttavia, pare che la maggior parte dei problemi di accettazione sociale denunciati dagli stessi gay persistano e che anzi, in taluni casi, l'omosessaualità tollerata finché poco se ne sentiva parlare, stia divenendo qualcosa di fastidioso, persino di insidioso. Anziché diminuire, aumenta l'omofobia. E con essa aumentano le probabilità di vedere un "nemico" ovunque. Non si vuole vedere, né sapere. L'unico sentimento che oggi viene assai alimentato è quello della paura. Spavento che aumenta se, proprio coloro che dovrebbero essere depositari di una sorta di "purezza" (impossibile peraltro su questa Terra) si rivelano invece essere semplici umani. La certezza è solo un'illusione.

rino biricchino

Gio, 27/06/2013 - 17:17

Ecco! Ora si che ti riconosco Veneziani; un bel tema socio/sessuale (forse stantio) che mette in contrapposizione cattolici e laici, reazionari e progressisti, indossatori di divise e fricchettoni...Da par mio, non mi scandalizzo se i preti si incchiappettano tra di loro oppure con altri uomini. Semmai mi scandalizzo di chi si scandalizza, papa compreso, alla stessa stregua per cui ci si scandalizza quando si parla di sesso in ambito ecclesiastico. Io sono laico, dunque ritengo che possono succedere certe dinamiche sessuali nella societa civile cosi come tra le piu sacre sfere. Quello che non deve succedere, semmai, perche e' reato penale e non semplice peccato morale, e' di inchiappettarsi pure i bambini! E questa patologia, particioarmente diffusa tra i pretucoli meno in vista, potrebbe essere ridotta e non di poco abolendo la castita. La Chiesa deve essere riformata, proprio perche ricettacolo di sesso-repressi! Scusate la franchezza.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 27/06/2013 - 17:40

Mai, prima di questo cucù, mi son posto il problema di come il Papa risolvesse le sue 'nascoste istanze'. Qualcuno mi sa dire come fa il rubicondo Papa Francesco ? Si è forse fatto sterilizzare ?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 27/06/2013 - 18:17

Scusate, tanto per coerenza con l'esortazione ad essere "grevi" che avevo fatto sul blog precedente, e visto che il "bieco" Dr. Veneziani ci sta, abilmente e lentamente, mettendoci l'uno contro l'altro con le sue "provocazioni" (ma che stile, però!), io direi che un prete che litiga con la moglie sarebbe un pezzo da lasciare sgomenti! Ma non pensate che gusto che darebbe un siffatto spettacolo a coloro che impiegano la loro vita solo a criticare la Chiesa? Per favore (e qui sono ancora più greve): tra un prete che ha la moglie e uno che ha l'amante è meglio il secondo!!!

EL AMOR BRUJO

Gio, 27/06/2013 - 18:19

La Divina Provvidenza ha uno sguardo per tutti, Maggiulli. Lei , sempre così attento alle miserie degli altri, se ne dovrebbe essere già accorto.

Ritratto di GMTubini

GMTubini

Gio, 27/06/2013 - 18:22

Qualcuno di voialtri lettori e commentatori ha sentito qualcosa dello scandalo della cooperativa "il Forteto" in Toscana? In caso la cosa vi giunga nuova informatevi piluccando le rarefatte informazioni da internet e poi domandatevi perché di questa sudicia faccenda se ne sa così poco.

Andoni

Gio, 27/06/2013 - 18:27

Scusami Marcè, ma non ho capito a chi hai rivolto la tua domanda. Forse ai tuoi colleghi giornalisti de "il giornale" ? Oppure ai tuoi amici conservatori "di destra" ? Noi altri, giustamente, ci scandalizziamo soltanto quando questi preti gay si approfittano dei bambini, non quando si amano fra di loro. Ragiona ogni tanto prima di scrivere...

nino47

Gio, 27/06/2013 - 18:40

@michele lamacchina: in un mio vecchio post l'aveva già consigliato io al Berlusca di dichiararsi Gay!!Una bella dichiarazione ed orecchino alla Niki e si sarebbe risparmiato un sacco di guai!!!!

Nadia Vouch

Gio, 27/06/2013 - 19:46

per #GMTubini, leggo che in merito alla vicenda, della quale è stata data comunque informazione sia in tv che sulla stampa, si stanno conducendo indagini. Io sono dell'opinione che le indagini siano qualcosa di delicato, che è meglio non condurre come ormai si usa fare, a volte con eccesso ed eccessi, nei tribunali improvvisati che ormai sono divenute alcune trasmissioni televisive. Il fatto che a me tizia o caio piaccia credere che sempronio sia colpevole, non significa che questi lo sia. Credo anzi che l'esito di molte vicende giudiziarie in Italia sia stato negli ultimi anni negativamente influenzato da un eccesso di informazione su dati delicatissimi.

ortensia

Gio, 27/06/2013 - 19:52

Che fossero dei busoni, come si dice qui in Emilia dei gay, lo si sa da sempre. Basta ricordare le osterie che si cantavano ai tempi della goliardia: " Osteria numero uno al casino non c'è nessuno ci sono solo preti e frati che si inculano beati Fin che lo fanno tra loro chi se ne frega, ma quando si tratta di bambini il discorso cambia.

il Comunista

Gio, 27/06/2013 - 21:23

chi è moralista non può scandalizzarsi? disordine? poveretto proprio lei che prende come esempio un condannato... i garantisti dove sono finiti? non è stato condannato?

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 27/06/2013 - 22:04

Dio la benedica, Veneziani. Lo dico anche se è chiaro che Lui non ha aspettato il mio augurio per farlo. Lei non usa la penna, ma lo scalpello, il cesello. Sei parole e ci fa vedere, quasi toccare i solerti guastatori della nostra identità di occidentali e italiani: “moralisti senza morale”; “naturisti senza natura”. Ha ragione: non quel genere di “moralisti” dovrebbe scandalizzarsi (col pelo che si ritrovano nello stomaco poi) per il peccato presente anche i mezzo ai sacerdoti, ma i semplici fedeli. Non lo fanno. La parola del Vangelo a noi l’ha portata, e ha pagato con la vita, un “satana”, che con tutta la sua fede nel “Cristo di Dio”, valutava non “secondo Dio”, ma secondo il pensiero di questo mondo. Con lui un integralista violento e ci ha rimesso la testa. Qualche volta raccogliamo le pietre, ma… “chi è senza peccato…”.Ognuno di noi, per ogni sacerdote che si lorda di certe brutture, di cui quasi sempre sentiamo solo parlare, ne conosciamo decine che onorano il loro ministero. Vediamo ogni giorno come, persino nelle piccolissime comunità paesane, i preti sono bersagliati da ogni genere di accuse. Sappiamo anche che sono quasi tutte accuse non vere.

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 27/06/2013 - 22:05

Giusto: anche i sacerdoti, quando vengono meno ai loro impegni, lo fanno all’interno della pressione e delle suggestioni contrarie, dominanti nel loro tempo. È vero anche per lei, dott. Veneziani. Non è generoso da parte sua individuare in una potenziale omosessualità la scelta di diventare sacerdote. Quand’ero ragazzo io, la maldicenza contro il clero girava attorno a questo assioma: “non si sposano, perché così possono averne molte e buone”. Né posso considerarlo un adoratore del politically correct. Ma, forse, non va fino in fondo. In questo “cucù” sembra avvallare, potrei aver frainteso, la vulgata per cui l’omo-lesbo sia un terzo genere alla pari con il maschile e il femminile. Forse, con sana scorrettezza politica, qualche ricerca bisognerà pure farla, prima o poi. Nel frattempo si potrebbe cominciare ha formulare qualche ipotesi su statistiche, che già esistono, ma che sono nel canone dei libri proibiti dal politicamente corretto. Faccio qualche esempio: qual è l’incidenza percentuale di gay o di lesbo tra quanti hanno perso il padre o la madre in età preadolescenziale? Quanti, in percentuale, dopo esperienze di omosessualità in carcere, sul fronte o in altri ambienti con presenza di soli maschi o di sole femmine, tornati alla vita normale, riprendono automaticamente la loro attività etero? I gay nascono tutti così, o esiste un’omosessualità acquisita? E se si, quali le possibili cause?.........

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 28/06/2013 - 10:07

michele lamacchia ma senza dubbio, ci sarebbe stato il disinteressamento "pudico" e "rispettoso" delle procure, e l'assoluto rispetto di non belligeranza in tema del PD..cosa che è sempre successa..ma sopratutto adesso per il peloso politicamente correct e sopratutto per la caterva di "adepti" Omo..nella sinistra e nelle procure nostrane..sarebbe stata tutta un'altra storia..

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 28/06/2013 - 11:00

RAPAX, il Suo appoggio mi conforta non poco; sono vecchietto, ormai, ma penso che il pericolo incomba ugualmente; faccio ancora in tempo a fare outing e a dichiararmi omo? Mi sentirei più tranquillo.