Se la dolce vita diventa reato

La bestiale crisi economica sta offrendo a una sinistra arcigna e punitiva il destro per condannare e proibire l'Italia frivola per il reato di dolce vita

Fabrizio Corona e Lele Mora in galera, idem la Minetti e Fede, le olgettine sotto processo, la sfilata di veline in tribunale, Miss Italia da abolire, Dolce & Gabbana sotto tiro, Briatore... La bestiale crisi economica sta offrendo a una sinistra arcigna e punitiva il destro per condannare e proibire l'Italia frivola per il reato di dolce vita. I gradi di giudizio sono i seguenti: prima la satira, poi il talk show, segue la campagna di stampa, indi la condanna istituzionale, infine il tribunale. Per dare nomi simbolici ai cinque gradi di giudizio: Crozza, Santoro, la Repubblica, Boldrini, Boccassini. O varianti tipo Fazio, Littizzetto, Il Fatto, altri tribunali e agenzie delle entrate.

Quel mondo giocondo, banale e fricchettone non piace neanche a me, non sono bei modelli di vita ma esempi deteriori di un'Italia vanesia. Però ancor meno ci piace passare dalla critica e la disapprovazione di quegli stili di vita al proposito di abolire, proibire, punire, incarcerare. In questo fanatismo triste e repressivo c'è arroganza e c'è pure viltà. L'arroganza di chi pretende d'essere giudice ingiudicabile per partito preso e per razzismo etico. Ma anche la viltà di chi non difende il senso morale e il senso del dovere, anzi ha concorso a demolirli in tante battaglie pubbliche e scelte private, dal '68 in poi, e ora bacchetta col moralismo fiscale, giudiziario e proibizionista i frutti sgraditi di quell'ondata trasgressiva, già battezzata come liberazione e diritti civili. Tanta ipocrisia immersa nell'acido giacobino.

Commenti

Rossana Rossi

Mar, 23/07/2013 - 15:35

Proprio così. Questa è l'espressione del peggior moralismo repressivo e punitivo dei kompagni i quali criticano e condannano la destra ma loro fanno esattamente le stesse cose e si tengono care e strette le loro ville sontuose (di esempi ce ne sono a bizzeffe) i loro locali esclusivi e i loro ampi privilegi. Però sono targati sinistra. Quelli targati destra sono da eliminare. Alla faccia della democrazia e di una giustizia giusta. Puah! E c'è ancora chi ha il coraggio di votarli...........

gigggi

Mar, 23/07/2013 - 15:53

Rossana rossi lei ha ragione.C'è in questo paese un quarto di elettori italiani che continuano a votare a sinistra pur non ottenendo nessun risultato se non negativo ma, ma ce n'è un altro quarto che continua a votare una persona che dal 94 promette promette promette promette promette...e c'è un altro 25 per cento che si fa incantare dalle balle del comico che fa piangere....................o le è sfuggito??????????????????

Luigi Farinelli

Mar, 23/07/2013 - 15:59

Dal '68 in poi hanno permesso di tutto, dalle trasgressioni più sconcertanti classificate come "arte" da registi e scrittori o come "diritto a poter godere come ad uno aggrada" all'abbattimento di ogni forma di autorità (soprattutto di quella maschile) che avrebbe potuto contrastare l'involuzione e il degrado morale; dalle mode più scollacciate fino al nudimo integrale quale "ritorno alla natura", alla divulgazione del linguaggio più scurrile; dalla "soppressione" unilaterale dai prontuari medici di certe malattie, (come l'omosessualità, per poterla propagandare sin dalle scuole) alla promozione dell'efebofilia (poiché non si deve impedire ad un 14nne che lo voglia di frequentare adulti anche se i genitori non sono d'accordo); dalla spinta dell'alunno più moccioso a considerare il suo professore come "un suo pari" e a trattarlo di conseguenza, fino all'esaltazione di ogni bassezza morale (perché se dà piacere, il novello edonista amante del neo-malthusianesimo non deve essere ostacolato). L'ex sinistra sessantottina ha forse scoperto di essere divenuta quell'amorfa accozzaglia di scagnozzi di un potere più grande di lei che la sta usando come cavallo di Troia per destabilizzare la società e vuole correre tardivamente ai ripari?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 23/07/2013 - 16:01

Vede caro Veneziani, io non sono un moralista, e tantomeno di sinistra, e riconosco che un certo moralismo di sinistra - alla Boldrini per intenderci - sia ipocrita e piuttosto retrò, da femminismo stile anni '70. Detto questo, mi pare che anche l'Italia frivola della dolce vita (che secondo me non vota solo centro-destra ...) sia piuttosto ipocrita. Ipocrita perche a parole parla sempre di merito, mentre di fatto continua ancora a premiare la raccomandazione e l'aspetto estetico delle donne anzichè le loro capacità. E' ipocrita perchè in pubblico si dichiara moralista e condanna la prostituzione, mentre in privato pratica spesso l'adulterio, lo scambio di coppia e perfino la prostituzione di alto bordo. Ancora, è ipocrita perchè pretende dagli altri il senso del dovere e il rispetto delle leggi, ma è pronta ad evadere il fisco e a mandare i soldi in Svizzera ... Insomma, secondo me ci vorrebbe meno ipocrisia, a destra come a sinistra ...

Lofelo

Mar, 23/07/2013 - 16:03

Grande, grande Marcello !

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 23/07/2013 - 16:09

Il male peggiore, tuttavia, non è nella invadenza della valutazione etica (che non è alla pari, reciproca, ma subordinata), quanto nel fatto che i suoi militanti, ad ogni livello, stato e grado, siano davvero convinti che gli spetti la missione, che gli competa la funzione, che il potere - in qualunque forma ne dispongano - li autorizzi, in esclusiva, a quello che considerano un mandato superiore. Sarà per questo, forse, che assistiamo, inermi e sgomenti, a condanne, ed ancora di più, ad assoluzioni al sapore di manicheismo; alla identificazione del bene assoluto e del male assoluto per definizione, ad un protezionismo mentale, ad un paternalismo giuridico che ci vuole allineati e che troppo in comune hanno con le figure degli imam e degli ulema. Si viene giudicati prioritariamente per ciò che si è; e poi, infilati tra i buoni e tra i cattivi, secondo parametri variabili, soggettivi, personali. Poi, all' uopo, si cercano i fatti e le idonee interpretazioni. In genere, per fotterci. Altro che tollerare il diverso. Non appena ti conoscono, la prima cosa che vogliono sapere: a chi appartieni (partito, ceto, famiglia, meridiano, parallelo, etc.) e poi, all' improvviso, ti ritrovi deliberato criminale o penalmente irrilevante. Stra azze!

rino biricchino

Mar, 23/07/2013 - 17:00

Veneziani che dovremmo fare allora secondo lei, lasciare per sempre impuniti questi "frutti sgraditi"? Suvvia non siate cosi refrattari ad un po di rispetto delle leggi. Perche di leggi stiamo parlando, e non di "fanatismo molarista"!.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 23/07/2013 - 17:38

Il calderone, ecco, temevo che questo minestrone di Marcello avrebbe prodotto un calderone nel quale far confluire ogni 'lamento'. Sono invece tutti casi che vanno 'raccolti' nelle loro tipicità. La dolce vita è sviante. La magistratura è invece il demone assoluto che si va sempre più ingozzando di abusi a tutto tondo, seminando la zizzania così come già da questa sede emerge. Questo cucù, mi dà la sensazione di essere un sipario dietro al quale è nascosto il più grande crimine che l'istituzione tutta, togata, sta compiendo. L'affaire Berlusconi. Articoli dei giorni scorsi come quelli di Zurlo di Feltri, sono apparsi come comete, frettolose di scomparire. Io vi ho ravvisato l'urlo di Munch. E tutti zitti. La carta stampata di serie A, i massimi responsabili istituzionali e costituzionali. Tutti zitti. Orrore. Come può una 'giustizia' condannare per attività legate alla prostituzione un protagonista internazionale di elevato spessore, che è assorbito da ruoli molteplici di responsabilità, tali, da non consentire al più imbecille dei bipedi di supporre che possa essere questi, fruitore, consumatore perverso di prestazioni sessuali, regolamentate da un disegno criminogeno, che vede come 'collaboratore' l'ottantenne Fede, icona storica dell'informazione televisiva. Condanne da Provenzano, Riina. Orrore. Orrore davanti al silenzio che avvolge questo orrore. E non tanto per le vittime, tutte, quanto per l'aria mefitica che respiriamo. Per i gas venefici che questa magistratura sprigiona. Con questi orrori, il crollo di colonne millenarie della Ragione, che hanno sempre sorretto la piattaforma dell'esistenza positiva umana. La sinuosità dell'affresco dolcevitesco di Veneziani, è complice dell'intento dispersivo del problema vero. La matrice di tanto male è pesantemente attribuibile alle categorie conosciute, fortuitamente consorziate, quali le sinistre, gli 'orecchini maschili', gli Yksos togati, tutte portatrici del guasto genico della deformità cromosomica.

MEFEL68

Mar, 23/07/2013 - 18:16

Dorian Gray diceva pressappoco così:"Niente è più utile delle cose inutili". L'utile ci serve per soddisfare le necessità primarie, l'inutile per sodisfare noi stessi. Il piacere di appagarsi dopo aver provveduto all'essenziale, rientra fra le esigenze dell'uomo. Volerlo censurare, oltre a violare la libertà di ognuno, è sbagliato e dannoso.

tzilighelta

Mar, 23/07/2013 - 20:35

Dolce vita? ma per favore, balordi e parvenu con tre vecchietti impotenti e lei la chiama dolce vita? ancora a confondere le acque, è questo il cucù di oggi, io ci vedo un sottinteso a difesa di B. che pure non ha neanche nominato, in compenso invece ci sono i nomi di tutti i suoi nemici nel ruolo di carnefici e di tutti i suoi amici nel ruolo di vittime, non confondiamo le notti di Arcore con il paesino di sant'Ilario, bocca di rosa non c'è, il culo della Minetti è servito per un posto al consiglio regionale lombardo, vicino al trota, altro che dolce vita, a me è sembrata la cena dei cretini!

val

Mar, 23/07/2013 - 20:56

D'accordo con Veneziani. Ringrazio per il bel commento il sig. Luigi Farinelli: sottoscrivo parola per parola quanto da lui scritto. Vorrei aggiungere: il moralismo da parte di chi trova sia una conquista civile l'uccisione di bambini indesiderati o scomodi è cosa semplicemente raccapricciante.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 23/07/2013 - 22:49

Vorrei complimentarmi con i lettori (quasi tutti) che hanno inviato commenti intelligenti e condivisibili,qualche altro invece ha evidenziato la sua vocazione al legalismo malinteso o la solita ossessione contro il 'nemico da abbattere',ma tant'è,ci siamo abituati.Un saluto particolare al signor Farinelli,che purtroppo non leggiamo così spesso come vorremmo.

bluprince

Mar, 23/07/2013 - 22:54

Caro Veneziani, la verità è che abbiamo perso. La sinistra ha occupato tutte le posizioni strategiche della nostra società (magistratura, giornali, televisioni - compreso quelle del Cavaliere - cinema, musica, editoria eccetera eccetera). Tutto quello che rimane, se qualcosa rimane, tutto quello che ruota o si sospetta che ruoti nella galassia berlusconiana deve essere distrutto, con le buone e soprattutto con le cattive. Perchè il potere, per quella ideologia, rappresenta una ossessione che può essere superata solo cancellando l'avversario. E se in questa guerra ci rimettono le penne anche alcuni milioni di italiani, nel senso economico, pazienza. Ogni guerra ha le sue vittime, ovvero il fine (il potere) giustifica i mezzi (i processi farsa e le condanne esemplari). Io, da parte mia, ho solo una speranza. Ovvero quella di chiedere asilo politico ad un'altra nazione, non so come nè quando, ma una cosa è sicura: io non voglio morire in uno stato comunista. Grazie. Saluti. Gaetano

val

Mer, 24/07/2013 - 07:37

Ha ragione Veneziani. Ringrazio il sig. Luigi Farinelli per il lucido e illuminante commento del quale condivido tutto, parola per parola. Vorrei aggiungere: il giudizio morale da parte di chi ritiene l'uccisione di un bimbo scomodo o indesiderato una conquista civile, mi pare decisamente inopportuno.

abosh

Mer, 24/07/2013 - 07:57

Abbiamo due sinistre: UNA libertaria identificabile nello slogan SEX DRUGS AND ROCK AND ROLL. Questa sinistra che aveva degli elementi di vivacità e di innovazione in Italia ormai è morta, vampirizzata dalla sinistra totalitaria e comunista. L'ALTRA becera e bacchettona di tipo comunista. Ricordiamoci che nei regimi comunisti è proibito anche baciarsi per strada o esprimere sentimenti se non quello di devozione al partito. Le donne comuniste poi devono vestire da uomini, comportarsi da COMPAGNI, da lavoratori proletari nelle fabbriche, da soldati in uniforme, da contadini nei campi a faticare. Le gonne sono proibite, le scollature pure. I capelli lunghi rigorosamente tagliati, i make up proibiti, i gioielli, i profumi, i colori sono antirivoluzionari, le frivolezze pure, gli uteri autogestiti e le proli date subito allo Stato che ne faccia, con dei corsi educativi ad hoc, delle utili marionette. L'anomalia tutta italiana è che mentre nei regimi comunisti i gay erano considerati dei malati e persone socialmente pericolose da internare, in Italia, soprattutot se appartengono alla categoria di checche esibizioniste, vengono portati sugli altari. Si così avremo donne uomini e uomini effeminati , ma che bella società! BANDIERA ROSSA LA CONQUISTERA' ( basta atttendere)!

Seroma

Mer, 24/07/2013 - 10:25

Siamo alle solite, ben fa Veneziani a mettere l’accento sul metodo o sul mal vezzo, è stato ricordato da altri, hanno fatto il possibile per demolire lo stato: Censura e Pornografia (chi non ricorda le raccolte di firme degli anni ’60 in poi, per abolire la prima e liberalizzare la seconda?), il Divorzio, l’Aborto, la Contestazione (su tutto e per tutto), l’invito alla rivolta contro lo Stato, la derisione e la ridicolarizzazione dei Politici e della Politica, l’entrata in Parlamento di ogni genere di “smobilizzatori dell’apparato”, la derisione dell’Inno d’Italia (chi lo cantava era Fascista), della Bandiera, la ridicolizzazione dei Presidenti della Repubblica, del Parlamento, l’ostilità contro le Forze dell’Ordine e di tutte le Sue Specialità (compresa la Guardia di Finanza), la denigrazione della Magistratura e così via. Poi l’occupazione dei vari spazi a tutti i livelli e l’intravedere la possibilità di gestire lo Stato…ora tutto è cambiato, chi non canta l’Inno è un eversivo, chi contesta il Capo dello Stato è un criminale ed ancora…così via, tutto è lecito, purché si cambi completamente l’assetto, gli usi e i costumi, come detto dal buon Veneziani in “Colpirne uno per educarne 60milioni”, ma dove erano tutti quei difensori a senso unico, che spesso solonizzano su tutte le pagine dei giornali? Le cose sono due: o erano troppo giovani allora, o non hanno letto nulla di allora, ma se così fosse o sono inaffidabili o ignorano scientemente. Per quanto riguarda il Turismo, il Mercato, le Attività tutte, ancora ribadisco, in un sistema di mercato è propedeutica la libera circolazione della moneta, dei capitali e delle persone, Schengen è un aborto in genere, possono circolare tutti, ad eccezione dei Cittadini Europei, tutti portano contante ad eccezione dei promotori degli accordi, tutti sono liberi di iniziative incoraggiate dallo Stato, noi siamo oberati da balzelli e normative, che grazie a solerti “Funzionari”, sono un intrigato agglomerato di regole che si contraddicono in termini, ma anche qui abbiamo trovato un antidoto, la colpa la diamo ai meno colpevoli, ai “Politici”, che annaspano disperatamente per dimostrare qualcosa ed ottengono solamente di essere bastonati (e sono stato leggero). Il Turismo, l’asse portante della nostra economia, cerchiamo di rattrappirlo con azioni eclatanti che fanno sorridere tutti gli altri Stati, le direttive o le raccomandazioni UE, sono fatte da Politici, rifiutati dagli Stati Nazionali, relegati a contentino alla UE e Loro di contropartita si vendicano consigliati, da esperti, che sperimentano forme nuove di annientamento degli Stati tramite raccomandazioni, che spesso, ci chiediamo, a cosa servono, ma soprattutto a cosa mirano. Il Bel Paese, ricco di Cultura, e di Beni, unico scrigno dell’Umanità per tesori immensi del Sapere e della Storia, per Paesaggi e Vestigia, produttore unico del nettare degli Dei (il vino), di specialità gastronomiche (Scimmiottate da tutti gli Stati con la nostra incapacità di contrastarne la cattiva emulazione), di talento unico per la Moda, per la Meccanica e per ogni altra elucubrazione dell’intelletto (oppressi da una pletora di interventi, atti solo a demolire chi fa), è soggetto ad un insensato comportamento, da chi nel vano intento di fare meglio, non fa altro che affossare tutto il nostro estro e tutte le nostre aspettative. Dobbiamo reagire, positivamente, ma reagire. Seroma

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 24/07/2013 - 10:42

I peggiori nemici di una società berlusconiana sono quegli intrusi che con toni moderati depositano in questo forum espressioni tipo --- la solita ossessione contro il 'nemico da abbattere' --- Che poi vanno a dragare fra i commentatori, ruffianamente, complicità che li fortifichino. Ovviamente sono di infima natura. Praticamente, dei vili. Non guasta, segnalarli.

Howl

Mer, 24/07/2013 - 10:43

Ahhhhhhhhh Venezià l'hanno proprio comprata eh ? ma cosa dice ??!! gli "elencati" sono dentro perchè i fatti contestati sono reati , violazione di regole che ogni società si da ,non condanne etiche ( come le volete far passare voi per giustificare comportamenti illeciti ) ah Venezià lei ha la memoria molto corta ! era uno degli ideologi della dx sociale ,quella legata particolarmente ai concetti di legalità e rispetto delle regole,m all'ordine ed ora mi fa addirittura l'anarchico ?? ( pur di piacere al padrone..........capisco che si deve pur mangiare ma con dignità altrimenti meglio morire di fame ) ; io la trovo di una ipocrisia imbarazzante ! lei seguace di Ferrara ?!! ma chi l'avrebbeb mai detti che un comunista e un fascista trovassero la loro sintesi in Berlusconi ( sospetto che l'elemento di coesione non siano proprio le idee.....). Veramente ogni riga un assurdo !!!! non vengono puniti gli stili di vita ma i reati ,altrimenti secondo il suo ragionamento si dovrebbero salvare anche i mafiosi ( perchè non può negare che la mafia è uno stile di vita ). Lei Veneziani o accusa l'età o è il classico parac**o italiano, si ricorda cosa scriveva negli anni appena successivi all'avvento del berlusconismo sulla società italiana e i valori che avrebebro dovuto guidarla ? si RILEGGA !

Rossana Rossi

Mer, 24/07/2013 - 10:58

Caro gigggi la verità vera è che l'Italia è l'unico paese in cui i kompagni possono far la voce grossa perché è stato loro permesso di appropriarsi anche indebitamente delle leve di potere (vedi magistratura) e sono supportati dai tanti votanti asserviti ad un voto clientelare (vedi dipendenti pubblici). E in questo ha perfettamente ragione quella 'persona' che dal 94 promette e non può far altro purtroppo che promettere perché proprio i cari kompagni non gli hanno mai permesso di fare alcunché e questi sono i risultati....

gallieno ferri

Mer, 24/07/2013 - 11:17

Vorrei chiedere a Veneziani cosa negli ultimi diciamo 15 anni ha impedito alla "destra" di produrre un regista, un cantante,un poeta. Qualcosa.L'egemonia culturale della sinistra ? I radical chic da Il Giornale ancora citati ogni giorno ?Non e' che magari nella essenza dei sallusti e delle Santanche' c'e' dentro quella roba li',il footing fatto a Palestro con gli occhiali da sole neri troppo grandi e sbagliati, il taglio della torta nel locale, il gommone grosso in sardegna,il non voler sapere un mucchio di cose perche' "cose di quelli la' ",C5 che non ha la puzzetta 8d'accordo solo che e' inguardabile)e mai rai4 (roba di Freccero, in genere la chiamano "intellettualoide")e lui saprebbe continuare meglio.Perche' De Gregori di qua e Cutugno di la'?

Howl

Mer, 24/07/2013 - 11:33

Rossana Rossi ........è anche l'UNICO paese dove a governarci sono dei delinquenti A parte il suo delirio di onnipotenza ( la verità vera ??!!!! beh chi è Lei ? la reincarnazione di qlc dio ? ), se secondo Lei Letta, la Bindi, Franceschini, Veltroni,Latorre, tutti i renziani e la maggior parte del Pd sono komunisti è urgentissimo che qlc la inviti a ripetere il suo percorso educativo almeno dalla 4 elementare. Visto che farLe capire certe cose è difficile come spiegare a un bambino di 3 anni come funziona una lampadina, le faccio una domanda semplice semplice : com'è che questi mafiosissimi e pericolosissimi sinistronzi hanno salvato ( approvando leggi ad personam o non facendo leggi ) innumerevoli volte il suo capo dalla galera ?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 24/07/2013 - 11:35

Dario, non intendo rispondere alle tue provocazioni,solo mi domando perché misuri gli altri con um metro che dovrebbe servire solo a misurare te stesso.

Howl

Mer, 24/07/2013 - 11:46

Dario Maggiulli : se siamo in un paese in cui i "vili" ( come li chiama Lei ) sono meglio dei berlusconiani, veda cosa possono essere questi ultimi ?! nemici di una società berlusconiana ???!!!! ma che è una nuova religione ? diffonda il verbo ! vada a chiedere a Tom Cruise come ha fatto con Scientology...... ma pensa te sto invasato !

Howl

Mer, 24/07/2013 - 11:54

Rossana Rossi ........è anche l'UNICO paese dove a governarci sono dei delinquenti A parte il suo delirio di onnipotenza ( la verità vera ??!!!! beh chi è Lei ? la reincarnazione di qlc dio ? ), se secondo Lei Letta, la Bindi, Franceschini, Veltroni,Latorre, tutti i renziani e la maggior parte del Pd sono komunisti è urgentissimo che qlc la inviti a ripetere il suo percorso educativo almeno dalla 4 elementare. Visto che farLe capire certe cose è difficile come spiegare a un bambino di 3 anni come funziona una lampadina, le faccio una domanda semplice semplice : com'è che questi mafiosissimi e pericolosissimi sinistronzi hanno salvato ( approvando leggi ad personam o non facendo leggi ) innumerevoli volte il suo capo dalla galera ?

david71

Mer, 24/07/2013 - 12:03

Howl, credo che Veneziani, assieme tutti gli altri dipendenti di Berlusconi, stiano semplicemente cercando di confondere ad arte reati con costumi attraverso sofismi più o meno efficaci ma soprattutto con l’aiuto di molta disinformazione e camionate di pressapochismo. Il fine di tutto ciò credo che sia preparare il terreno affinché nel caso vi sia una condanna al loro Principale potranno far passare un odioso reato per una scappatella di un signore, magari un po’ birichino, sicuramente non un santo , ma certamente non un delinquente. E ce la stanno pure facendo… Articolo davvero squallido, tra i peggiori.

tzilighelta

Mer, 24/07/2013 - 12:28

Se siete contro l'aborto, contro il divorzio, contro la fecondazione assistita (le conquiste del 68) fate le valige e cambiate paese, se le cene galanti con Mora e Fede sono per voi la dolce vita da salvare e se le foto ricattatorie di Corona sono libera informazione, accomodatevi fuori, e prima di uscire ricordatevi l'ipocrisia che ha caratterizzato questo ultimo ventennio ...andare al family day la mattina e a escort la sera, applaudire quando un figlio dei fiori finisce in galera sputtanato sui giornali perché ha piantato un "erba mala" in un vasetto nel suo balcone! Aspetto un cucù riparatore!

Ritratto di marystip

marystip

Mer, 24/07/2013 - 12:32

E' così caro Veneziani, i comunisti sono sempre uguali e non cambiano mai. Il fatto è che, oltre ad essere brutti e livorosi (uomini e donne; basta guardarli in faccia per capire quanto l'odio sociale che covano tiri loro la pelle e la colori di giallo) sono affetti da un fortissimo complesso d'inferiorità.

Agev

Mer, 24/07/2013 - 13:24

La libertà... è uno stato del Essere .. è un divenire Liberi . E' camminare con passo libero sulla terra (cosa oggi più difficile .. diverrà sempre più possibile) o nell'universo . Chi è realmente libero .. non chiede diritti .. è suo Onore, dovere e responsabilità . Il politico ignorante ed impotente che promette .. Libertà .. è solo un delinquente irresponsabile .. sarebbe il primo a scappare impaurito se ciò si dovesse realizzare . Cristo in occidente .. in ogni epoca verrebbe sempre e comunque messo in croce .. in oriente .. eliminato e reso impotente con l' adulazione . La cosiddetta cultura di sinistra .. figlia del peggior cristianesimo ... della Giustizia e della legge .. della reale Libertà ( lei idealizza e mistifica tutto ciò che tocca .. essendo essi stessi esseri di fatto impotenti ... menti/corpi irrigiditi e miserabili ) non gliene frega assolutamente nulla .. se ne serve e la usa nel modo peggiore additando ai propri avversari ciò che in realtà lei è . E' il peggio del peggio .. solo inutili e vuote parole .. vuole solo il potere per il potere .. senza saper costruire nulla .. anzi è sotto gli occhi di tutti .. sa solo creare .. miseria su miseria . Gaetano

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 24/07/2013 - 13:25

david71, hai detto l'esatto contrario di ciò che ho scritto io. Il danno di questo minestrone Veneziani è che annacqua la gravità del supremo crimine commesso dalle toghe contro un innocentissimo e danneggiatissimo Berlusconi, confondendolo con altri casi minori e secondari, del tutto irrilevanti se paragonati a questo. Viva Silvio.

david71

Mer, 24/07/2013 - 13:44

Dario Maggiulli, ho detto l’esatto contrario rispetto a ciò che ha scritto lei? Embè? E anche se fosse, non posso? Mica volevo rispondere a lei, in realtà manco li ho letti i suoi post. In verità sostenevo il bel post di Howl fornendogli una mia personale interpretazione di quanto da lui correttamente segnalato.

Guido_

Mer, 24/07/2013 - 14:03

Ho capito che per Veneziani c'è chi può andare al Family Day di giorno e poi a prostitute (anche minorenni) di notte, senza che questo possa suscitare critica alcuna, mentre chi protesta per l'eccessiva mercificazione della donna è necessariamente un bigotto noiso. Insomma... nulla di nuovo sotto il sole... pur di difendere la solita cricca con i suoi comportamenti sprezzanti da qualsivoglia coerenza si scrivono articoletti vuoti come questi.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 24/07/2013 - 16:38

E' diventata una babele. Siamo in pieno corto circuito. Presunte entità di destra (PDL) si accaniscono contro altri presunti di destra accusandoli di essere di sinistra, difendendo idiozie avverse. Il caldo di queste ore sta creando un campo di elettricità che satura i cervelli facendoli degenerare. Adottate tutti, rigorosamente, un codice di riconoscimento come fa dario maggiulli --- Viva Silvio --- così almeno si potrà capire da quale cazzo di parte state.