Così infangava Berlusconi il giudice che l'ha condannato

Antonio Esposito parlò di presunte gare erotiche del premier con due deputate del Pdl. E anticipò la condanna di Vanna Marchi che emise due giorni dopo

Il presidente della sezione feriale della Cassazione Antonio Esposito

Questo è l'articolo più difficile che mi sia capitato di scrivere in 40 anni di professione. Un amico magistrato, due avvocati, mia moglie e persino il giornalista Stefano Lorenzetto mi avevano caldamente dissuaso dal cimentarmi nell'impresa. Ma il cittadino italiano che, sia pure con crescente disagio, sopravvive in me, s'è ribellato: «Devi!». Dunque eseguo per scrupolo di coscienza.
In una nota diramata dal Quirinale dopo la condanna definitiva inflitta a Silvio Berlusconi, il capo dello Stato ci ha spiegato che «la strada maestra da seguire» è «quella della fiducia e del rispetto verso la magistratura». Ebbene, signor Presidente, qui devo dichiarare pubblicamente e motivatamente che fatico a nutrire questi due sentimenti - fiducia e rispetto - per uno dei giudici che hanno emesso il verdetto di terzo grado del processo Mediaset. Non un giudice qualunque, bensì Antonio Esposito, il presidente della seconda sezione della Corte suprema di Cassazione che ha letto la sentenza a beneficio delle telecamere convenute da ogni dove in quello che vorrei ostinarmi a chiamare Palazzo di Giustizia di Roma, e non, come fa la maggioranza degli italiani, Palazzaccio.
Vado giù piatto: ritengo che il giudice Esposito fosse la persona meno adatta a presiedere quell'illustre consesso e a sanzionare in via definitiva l'ex premier. Ho infatti serie ragioni per sospettare che non fosse animato da equanimità e serenità nei confronti dell'imputato. Di più: che nutrisse una forte antipatia per il medesimo, come del resto ipotizzato da vari giornali. Di più ancora: che il giudice Esposito sia venuto meno in almeno due situazioni, di cui sono stato involontario spettatore, ai doveri di correttezza, imparzialità, riserbo e prudenza impostigli dall'alto ufficio che ricopre.
Vengo al sodo. 2 marzo 2009, consegna del premio Fair play a Verona. L'avvocato Natale Callipari, presidente del Lions club Gallieno che lo patrocina, m'invita in veste di moderatore-intervistatore. È un'incombenza che mi capita tutti gli anni. In passato hanno ricevuto il riconoscimento Giulio Andreotti, Ferruccio de Bortoli, Pietro Mennea, Gianni Letta. Nel 2009 la scelta della giuria era caduta su Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Cassazione. Nell'occasione l'ex giudice istruttore dei processi per l'assassinio di Aldo Moro e per l'attentato a Giovanni Paolo II giunse da Roma accompagnato da un carissimo amico: Antonio Esposito. Proprio lui, l'uomo del giorno. Col quale condivisi il compito di presentare un libro sul caso Moro, Doveva morire (Chiarelettere), che Imposimato aveva appena pubblicato.
Seguì un ricevimento all'hotel Due Torri. E qui accadde il fattaccio. Al tavolo d'onore ero seduto fra Imposimato ed Esposito. Presumo che quest'ultimo ignorasse per quale testata lavorassi, giacché nel bel mezzo del banchetto cominciò a malignare, con palese compiacimento, circa il contenuto di certe intercettazioni telefoniche riguardanti a suo dire il premier Berlusconi, sulle quali vari organi di stampa avevano ricamato all'epoca della vicenda D'Addario, salvo poi smentirsi. Il presidente della seconda sezione penale della Cassazione dava segno di conoscerne a fondo il contenuto, come se le avesse ascoltate. Si soffermò sulle presunte e specialissime doti erotiche che due deputate del Pdl, delle quali fece nome e cognome, avrebbero dispiegato con l'allora presidente del Consiglio. A sentire l'eminente magistrato, nella registrazione il Cavaliere avrebbe persino assegnato un punteggio alle amanti. «E indovini chi delle due vince la gara?», mi chiese retoricamente Esposito. Siccome non potevo né volevo replicare, si diede da solo la risposta: «La (omissis), caro mio! Chi l'avrebbe mai detto?».
Io e un altro commensale, che sedeva alla sinistra del giudice della Cassazione, ci guardavamo increduli, sbigottiti. Ho rintracciato questa persona per essere certo che la memoria non mi giocasse brutti scherzi. Trattasi di uno stimato funzionario dello Stato, collocato in pensione pochi giorni fa. Non solo mi ha confermato che ricordavo bene, ma era ancora nauseato da quello sconcertante episodio. Per maggior sicurezza, ho interpellato un altro dei presenti a quella serata. Mi ha specificato che analoghe affermazioni su Berlusconi, reputato «un grande corruttore» e «il genio del male», le aveva udite dalla viva voce del giudice Esposito prima della consegna del premio.
Non era ancora finita. Sempre lì, al ristorante del Due Torri, il giudice Esposito mi rivelò quale sarebbe stato il verdetto definitivo che egli avrebbe pronunciato a carico della teleimbonitrice Vanna Marchi, la quale pareva stargli particolarmente sui didimi: «Colpevole» (traduco in forma elegante, perché il commento del magistrato suonava assai più colorito). Infatti, meno di 48 ore dopo, un lancio dell'Ansa annunciava da Roma: «Gli amuleti non hanno salvato Vanna Marchi dalla condanna definitiva a 9 anni e 6 mesi di reclusione emessa dalla seconda sezione penale della Cassazione». Incredibile: la Suprema Corte, recependo in pieno quanto confidatomi due giorni prima da Esposito, aveva accolto la tesi accusatoria del sostituto procuratore generale Antonello Mura, lo stesso che l'altrieri ha chiesto e ottenuto la condanna per Berlusconi. Ma si può rivelare a degli sconosciuti, durante un allegro convivio, quale sarà l'esito di un processo e, con esso, la sorte di un cittadino che dovrebbe essere definita, teoricamente, solo nel chiuso di una camera di consiglio?
Capisco che tutto ciò, pur supportato da conferme testimoniali che sono pronto a esibire in qualsiasi sede, scritto oggi sul Giornale di proprietà della famiglia Berlusconi possa lasciare perplessi. Ma, a parte che non mi pareva onesto influenzare i giudici della Suprema Corte alla vigilia dell'udienza, v'è da considerare un fatto dirimente: alcuni dettagli dell'avventura che m'è capitata a marzo del 2009 li avevo riferiti nel mio libro Visti da lontano (Marsilio), uscito nel settembre 2011, dunque in tempi non sospetti, considerato che la sentenza di primo grado a carico di Berlusconi è arrivata più di un anno dopo, il 26 ottobre 2012, ed è stata confermata dalla Corte d'appello l'8 maggio scorso. Senza contare che il collegio dei giudici di Cassazione che ha deliberato sul processo Mediaset è stato istituito con criteri casuali solo di recente.
A pagina 52 di Visti da lontano, parlando di Imposimato (che non ha mai smentito le circostanze da me narrate), scrivevo: «Una sera andai a cena con lui dopo aver presentato un suo libro. Debbo riconoscere che sfoderò un'affabilità avvolgente, nonostante le critiche che gli avevo rivolto. Era accompagnato dal presidente di una sezione penale della Cassazione sommariamente abbigliato (cravatta impataccata, scarpe da jogging, camicia sbottonata sul ventre che lasciava intravedere la canottiera). Il quale, forse un po' brillo, mi anticipò lì a tavola, fra una portata e l'altra, quale sarebbe stato il verdetto del terzo grado di giudizio che poi effettivamente emise nei giorni seguenti a carico di una turlupinatrice di fama nazionale. Da rimanere trasecolati».
Allora concessi al mio occasionale interlocutore togato una misericordiosa attenuante: quella d'aver ecceduto con l'Amarone. Da giovedì sera mi sono invece convinto che, mentre a cena sproloquiava su Silvio Berlusconi e Vanna Marchi, era assolutamente lucido nei suoi propositi. Fin troppo.
stefano.lorenzetto@ilgiornale.it

Commenti
Ritratto di libeccio

libeccio

Sab, 03/08/2013 - 12:53

E quindi?Insomma svanisce la condanna per frode allo stato.Ma che stai a dire?Una scusa che non regge su...prova a scavare indaga.Lo so che sai fare di meglio......

Anonimo (non verificato)

Libertà75

Sab, 03/08/2013 - 12:54

Signor Stefano Lorenzetto, non è che io non le creda perché niente di più probabile conoscendo l'animo umano. Del resto lei evidenzia l'ipocrisia di chi giudica sentendosi super parters e poi è incline ad atteggiamenti di bassa quotidianeità come il pettegolezzo. Tuttavia mi sento in obbligo a darle il mio sostegno morale ora che è ancora un cittadino libero, presto la visita che subirà per aver toccato la casta sarà devastante. Auguri a lei e a tutta la sua famiglia affinché superiate anche questa.

efferaia

Sab, 03/08/2013 - 12:54

Questa e' la giustizia?

libertyfighter2

Sab, 03/08/2013 - 12:55

Adesso ti arrestano. Mi dispiace.

ernestocolnago

Sab, 03/08/2013 - 12:55

L'allievo ha condannato il maestro!

goods

Sab, 03/08/2013 - 12:56

le malignità? tutta Italia parlava delle intercettazioni(vere) del giudice. Quindi quale fango? L'accostamento Vanna Marchi- Berlusconi cade a pennello, venditori di balle.

Ritratto di depil

depil

Sab, 03/08/2013 - 12:58

spero tanto che una massa enorme vada a ringraziare questo galantuomo togato.

'gnurante

Sab, 03/08/2013 - 13:02

A emettere il verdetto sono stati tutti i giudici della corte di cassazione e non uno solo. Inoltre, non hanno 'condannato', ma hanno confermato le sentenze di primo e secondo grado. Sono stati loro, piuttosto, a emettere delle condanne.

Gius1

Sab, 03/08/2013 - 13:02

Se sbaglio io nel mio lavoro o mi cambiano lavoro o mi licenziano. Se sbhaglia un PM o magistrato non succede nulla e .....sbagliano tanto , anche volutamente

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 13:02

tra il 2012 ed il 2013,è in corso in una città del lazio meridionale capoluogo di provincia,un processo contro un clan di zingari,di quelli definiti la 5^ mafia!ebbene,questo processo stentava a decollare e ad andare avanti,poiché tutti i magistrati indicati sollevavano dubbi e pregiudiziali,in quanto avevano già avuto a che fare con gli imputati per altri casi,o si erano già pronunciati verso di loro,mettendo in forse il processo!ebbene,solo per silvio è normale che giudici che lo hanno già inquisito,processato,o che abbiano espresso gravi e pesanti cose su di lui,siano idonei per il giudizio!

makeng

Sab, 03/08/2013 - 13:03

Perfetto! !! L'inizio di magistropoli! Se questo energumeno ha in mano i destini italiani penso che i sinistronzi farebbero bene a piantarla col dire che in Italia la giustizia è giusta. Napolitano: attenzione che in Italia le cose stanno degenerando e se il popolo di centrodestra si incazza.... non pagherà più un centesimo di tasse e salta tutto. Ma ascoltando Sto pirla di magistrato forse è meglio. ....

megadream

Sab, 03/08/2013 - 13:03

E NOSTRE LEGGI NON POSSONO FERMARLI, LA DIPLOMAZIA NON PUO' FERMARLI, L'ESERCITO NON PUO' FERMARLI, SOLO UN UOMO PUO' FARLO..

voltaire78

Sab, 03/08/2013 - 13:05

da elettore del centro destra dico, in tutta onestà, che secondo me le accuse erano fondate. E' vero che c'è stato accanimento, velocità quasi ridicola, e fretta, però dai lo sappiamo tutti che le accuse erano fondate (o per lo meno non del tutto infondate). Non si potrebbe ricominciare con Forza Italia e con un leader normale. Tanto Silvio ha 76 anni e altri due processi dove prenderà condanne analoghe..........

Pierofco

Sab, 03/08/2013 - 13:06

Immagino quale tormento interiore, quale profondo conflitto tra umanità e professionalità abbia animato l'autore di questo pezzo di altissimo profilo giornalistico....per poi adottare il classico metodo Mesiano!! Peccato che non ci venga detto di che colore portasse i calzini Esposito, così l'articolo sarebbe stato perfetto! Certo, è molto più facile dipingere un Giudice come avvinazzato ed impresentabile, piuttosto che ammettere che chi ti paga lo stipendio è un delinquente seriale. Che tocca fa' pe campà...

lomi

Sab, 03/08/2013 - 13:07

Certo amico Lorenzetto, se Lei legge le carte del processo come decanta il terzo grado di giudizio CHE NON ESISTE IN ITALIA, la vedo dura darLe credito. Prima di scrivere certe stupidaggini sarebbe buona cosa fare un corso su come funzionano e cosa sono i gradi di giudizio....altrimenti confonde la sentenza della Cassazione con un ulteriore grado di giudizio .....Per scrivere e commentare bisogna essere a conoscenza quantomeno delle regole del gioco...altrimenti facciamo come il calcio...siamo tutti arbitri, ma nessuno, o pochi, conoscono le refgole. Solo che qui si parla di giustizia e di un pregiudicato (peraltro suo datore di lavoro...)

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 03/08/2013 - 13:08

Ma che ci sia stata sempre una macchinazione contro Berlusconi, è cosa nota. L'invidia e la spocchia della sinistra e il permissivismo adottato dalla destra hanno fatto il resto.

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 03/08/2013 - 13:09

Ma che ci sia stata sempre una macchinazione contro Berlusconi, è cosa nota. L'invidia e la spocchia della sinistra e il permissivismo adottato dalla destra hanno fatto il resto.

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Sab, 03/08/2013 - 13:09

Premesso che per me esiste un solo grande Antonio Esposito, il re della pizza di Napoli, mi chiedo: possibile che dei 5 giudici che hanno condannato B, 3 sono della Campania e 2 della Puglia? Avere una maggiore integrazione fra nord, centro e sud è impossibile? Qualcuno potrà dire: ecco, B si lamenta dei giudici di Milano, adesso che sono del sud si lamenta lo stesso! Sbagliato! De Pasquale è di Palermo, la Boccassini di Napoli... Possibile che le migliori menti del diritto nascano da Napoli in giù? La giustizia è in mano ai figli del sud...

goods

Sab, 03/08/2013 - 13:10

magadream, c'è Batman ad aiutarla attendo la rubrica sui calzini del giudice.

Gius1

Sab, 03/08/2013 - 13:12

Era chiaro.Non ci sono state prove ma non importa niente. L´importante era condannare

sax_

Sab, 03/08/2013 - 13:12

Invece Vendola ci va a pranzo con questi signori....insomma sempre di magna magna si tratta,o meglio siamo tutti compagni...se non porti non magni!

marco46

Sab, 03/08/2013 - 13:13

Se lo possono permettere, chi condanna loro? Loro hanno la sfacciataggine di autoassolversi.

miarmill1860

Sab, 03/08/2013 - 13:13

Berlusconi e' innocente perche' non ci sono prove, lo stato di diritto si basa sulle prove, qui ci sono solo teoremi, ed i giudici di cassazione mi sa che hanno preso un granchio

giovauriem

Sab, 03/08/2013 - 13:13

questo è un esposito verace.tutti i napoletani capiranno,nel resto dell'italia,forse,no,ma sono pronto a spiegarlo a chi me lo chiedo

Ritratto di ashton68

ashton68

Sab, 03/08/2013 - 13:13

E pensare che questo squallido ominicchio vive, ridacchia, mangia e ingrassa sè e la sua famiglia grazie alle nostre tasse.

Giorgio5819

Sab, 03/08/2013 - 13:17

Ora aspetto di conoscere le varie risposte degli interessati da questo articolo.....

Sapere Aude

Sab, 03/08/2013 - 13:19

Se il Presidente di questa sgangherata Repubblica ne chiedesse la testa mandandolo a pascolare le pecore, non sarebbe un segno che alla guida onorifica della stessa c’è un comunista con le palle? Mi posso sbagliare, ma non succederà.

milo del monte

Sab, 03/08/2013 - 13:19

solito metodo, la macchian del fango del giornaler...vi dovrebbero toglierei i finanziamenti pubblici

audionova

Sab, 03/08/2013 - 13:20

bene,bene.non lo abbiamo detto noi,un parlamentare,ex comunista.dice guerra civile,allora bisogna difendere la nazione e la democrazia,siamo pronti,guai a far credere che la democrazia sia in pericolo,tanti sono pronti a difenderla,che cos'e' volete far paura con i vostri 10 milioni?illusi le istituzioni saranno difese.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 13:20

@depil è più probabile che una massa enorme vada a ringraziare Bondi e Berlusconi.

miarmill1860

Sab, 03/08/2013 - 13:21

Ashton68, vai a scrivere sull'Unita' che prende i soldi dallo Stato perche' non riesce a vendere una copia se non ai gonzi come lei, che sono intrisi di ideologia e odio di casta...ma per caso non si diverte sull'Unita'?...vai a rompere il cazzo da un'altra parte

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 03/08/2013 - 13:21

ma che ci sia ai piani alti del governo e della magistratura che legga questo articolo e che apra una indagine su personaggi come questo mantenuto statale?

miarmill1860

Sab, 03/08/2013 - 13:24

Vendola ha le amicizie giuste, come la mafia

miarmill1860

Sab, 03/08/2013 - 13:24

Vendola ha le amicizie giuste, come la mafia

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:25

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

legalitàpertutti

Sab, 03/08/2013 - 13:25

Stefano Lorenzetto, perché lo fai? Non provi un po' di vergogna? Perché non scrivi un altro articolo dove dici che Berlusconi ha evaso le tasse, a discapito dei cittadini, ma i cittadini non sono integerrimi per cui Berlusconi e' non colpevole... Che brutto mondo quello in cui viviamo, anche grazie ai giornalisti come te!

Bartleby

Sab, 03/08/2013 - 13:29

Pur di difendere l'indifendibile non esitate a gettare del fango addosso a un galantuomo che ha solo fatto il proprio dovere di magistrato. Ma voi non potete sopportare di aver riposto la vostra fiducia per vent'anni in un delinquente e ora che tale è atato riconosciuto davanti al mondo e certificato da una sentenza. Anche se foste intimamente convinti della colpevolezza di Berlusconi il vostro odio di parte vi obbliga a comportamenti dei quali forse un giorno, quando la storia avrà finalmente fatto giustizia di tutto questo, dovrete solo vergognarvi

Daniele8

Sab, 03/08/2013 - 13:29

Caro Lorenzetto, la ringrazio per il grande pezzo di giornalismo; siccome non avete nulla da dire sulla sentenza ( ci fosse un articolo che parla del merito..) ora vi inventate un pettegolezzo basato su una confidenza di 4 anni fa. La cassazione non ha condannato nessuno, ha solo giudicato se i primi 2 gradi di giudizio sono stati eseguiti nel rispetto delle regole. L'ho già scritto vi dovete arrendere; Berlusconi è stato condannato e dovrà scontare la sua pena come qualsiasi cittadino normale; altro che manifestazioni, guerra civile, grazia ecc... E' finita, ringraziando il cielo. Oggi il financial times ( noto giornale comunista) titolava " La fine del Buffone di Roma". Ma lo volete capire che è finita ??? Ma voi pensate che possa ancora rappresentare l'Italia nel mondo dopo una condanna per frode fiscale ?? Siate seri...

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 13:30

Che c'è da dire? In altri paesi del mondo in cui la giustizia è una cosa seria, queste rivelazioni sarebbero causa di un annullamento della sentenza e di una messa sotto inchiesta di questo giudice della Cassazione! Negli Usa rivelazioni di giornalisti seri hanno costretto il Presidente Nixon alle dimissioni. In Italia un alto magistrato della Cassazione si può comportare come un ubriacone e rivelare segreti d'ufficio senza che sia messo sotto inchiesta e costretto alle dimissioni.

Giacinto49

Sab, 03/08/2013 - 13:31

Prima di tutto grazie al Dott. Lorenzetto per il coraggio dimostrato nello stendere questo articolo che conferma di che pasta siano anche i magistrati. Personalmente, in tempi ormai remoti, ho assistito ad un travisamento dei fatti da parte di un Procuratore Capo della Repubblica per pochi rotoli di carta da parati e relativa applicazione.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 13:32

La Frode allo stato non è stato provato!! E qui che sbagliono gli stupidini di sx!! E tutto teorico!! Ma fa niente, il B ha denaro per viver bene i suoi ultimi giorni, ma attenti che questo e un precedente che può capitare a qqualche sia persona!! Noncerto ad un operai, o un statale, loro rubano in altra maniera (lavoro a nero) che e pure frode!! E possibile che gli anti B non si rendono conto di accettare uno stato di polizia?? E questo che all'estero stanno dicendo del italia oltre che dire che Re Giorgio è un dittatore!!

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 13:32

Egregio libeccio, capisco che lei crede di avere scritto qualcosa di serio, però dubito che qualcuno abbia capito cosa lei voglia dire! Suvvia, ci pensi un po' sù e poi riscriva il suo commento con più dettagli!

Sauron51it

Sab, 03/08/2013 - 13:37

Che bella faccina! Ispira proprio fiducia.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Sab, 03/08/2013 - 13:40

E allora? Silvio Berlusconi é innocente?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 13:41

Bisogna publicare tutte le carte del processo ed anche le sentenze! E giusto publicare per quali partiti i giudici votano, e non pensate che sono cittadini qualunqui perche non lo sono, sono piu qualunqui di altri! Ed e ora che queste matusalemi vengono ritirati dal mondo del lavoro o anche dal mondo stesso!!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 13:42

Prima di commentare la condanna di Berlusconi, ho dovuto mettere in ordine una ridda di pensieri pieni di sgomento, rabbia, incredulità, paura per il futuro, voglia di rivalsa... Avevo più volte scritto che non solo mi aspettavo, ma mi "sognavo" che Berlusconi venisse condannato. In realtà ero convinto che la solita vigliaccheria rossa avrebbe alla fine scelto la "non decisione" di semplicemente rimandare tutto indietro a Milano per rifare il processo di 2° grado e ottenere così il doppio vantaggioso risultato di non dare fuoco alle polveri e di riuscire a tenere inchiodato in tribunale Berlusconi per ancora qualche anno con ripresa del continuo infangamento, delegittimazione, mortificazione, ecc... Evidentemente non avevo sufficientemente considerato l'ossessione patologica di gran parte dei gerarchi rossi di disfarsi una volta per tutte e a qualsiasi costo dell'unico Italiano che è stato in grado di stoppargli il totale, incontrastato, micidiale, assoggettamento e la conquista definitiva di tutte le istituzioni, di ogni governo (nazionale e locale), di ogni potere dello Stato, con susseguente riduzione in schiavitù ideologica di ogni cittadino Italiano e occupazione-dissanguamento di ogni risorsa finanziaria-economica-patrimoniale-sociale nazionale. Vent'anni di accerchiamento giudiziario alla fine hanno ovviamente raggiunto il sognato risultato di eliminare (vedremo...) il "nemico" che non erano mai riusciti a cancellare nelle urne. Una spina nel fianco che li ha fatti uscire di senno, al punto da accettare di consegnare alla storia una condanna costruita sul "non poteva non sapere"! Sull'indecente pagina di in-giustizia ci sono mille altre cose da dire, e per fortuna moltissime voci si stanno alzando per stigmatizzare e spiegare tutto questo. A me interessa soprattutto il "dopo"; ciò che DOVREBBE e DEVE succedere da ora in avanti. La "politica dimessa", le "vibrate proteste", le "proteste simboliche" che hanno caratterizzato gli ultimi anni di contrasto al continuo e strisciante tentativo di golpe rosso, DEVONO essere completamente accantonate. "Si pace frui volumnus, bellum gerendum est" ("se vogliamo godere della pace, bisogna fare la guerra" - Cicerone; motto divenuto famoso anche come "si vis pacem, para bellum"). Siamo dal dopoguerra ostaggi sottomessi all'ideologia rossa in tutti i comparti della nostra società e la loro determinazione a eliminare il "nemico" deriva dalla triste ma evidente verità che una volta fatto fuori lui, ci vorranno decenni prima che un altro soggetto di pari potenza possa anche solo disturbarli. Nel frattempo avranno portato a compimento il completo prosciugamento di ogni bene e risorsa dell'Italia con inevitabile distruzione, saccheggiamento, annichilimento della Nazione e di tutti noi! Basta "confronto politico", basta "dialogo moderato", basta "opposizioni democratiche"... Da oggi, ogni parola, atto, progetto deve essere basato sul "tiro ad alzo zero"; gli Italiani devono essere messi davanti a scelte prive di qualsiasi compromesso e/o mediazione. Gli Italiani devono scegliere e assumersi TUTTI le conseguenze delle loro scelte. Deve essere ricondotto in ambiti democratici lo strapotere intoccabile della magistratura; devono essere rimossi tutti i legacci che impediscono all'economia di risollevarsi; deve essere adeguata ai tempi la Costituzione (cambiamento della forma di governo -che deve essere in grado di governare e dare risposte immediate alle necessità- e vincolo di mandato in primis); devono essere tagliati con l'accetta gli indecenti costi dello Stato; si devono ridiscutere tutte le regole europee franco/germano-centriche, e in caso di impossibilità a farlo si DEVE uscire dall'Euro (prima) e dall'Europa (poi ed eventualmente); l'immigrazione selvaggia DEVE essere completamente e con ogni mezzo fermata, così come l'islamizzazione strisciante della nostra società; la piovra rossa passata e presente deve essere finalmente denunciata, perseguita e condannata; il Popolo deve riprendersi il controllo della Nazione anche attraverso l'ammissione di referendum propositivi, deliberativi e legislativi. GIU' IL GOVERNO E VOTO SUBITO!!! E poi vedremo... vedremo anche il pronto inciucio Napolitano-Pd-M5S per fermare la minaccia (per loro) di sparire e dover finalmente entrare nei tribunali come imputati senza poter più contare su una magistratura complice.

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 13:44

che bella personcina!!!!!!lombroso aveva ragione!!!

franco@Trier -DE

Sab, 03/08/2013 - 13:46

iL GIUDICE è LUI NON SIETE VOI.Gius 1 come non ci sono le prove e la evasione fiscale la hai fatta te?

J.J.R

Sab, 03/08/2013 - 13:48

"LA FINE DEL BUFFONE DI ROMA" (financial time)...mettetevi il cuore in pace. Continuate pure a scavare tra le vite dei magistrati...fatto sta che Berlusconi è finalmente condannato!!!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 13:49

L'interruzione del buonismo, del politically-correct, dell'equità a senso unico, della pavidità, ecc.. deve essere totalmente applicata anche da IlGiornale (una delle due UNICHE testate non schierate e prone a sinistra). Siamo in un momento tremendamente grave per l'Italia; e anche la redazione de IlGiornale deve dare il suo contributo a dare voce a chi non si riconosce più in questa indecenza rossa. Non dovete censurare nessun commento di chi non ci sta a essere quotidianamente e incessantemente eliminato, infangato, aggredito dalla solita violenta arroganza-prepotenza rossa e al tempo stesso dovete eliminare sistematicamente ogni latrato-grugnito dei mille rossi stipendiati per intasare con le loro idiozie il "nostro spazio". Certo, grideranno alla "censura fascista" (come gli piace usare questo termine che ormai ha significato solo nelle loro teste bacate), ma nessuno di loro potrà dire di non avere altri posti dove vomitare i loro slogan e diktat... hanno decine e decine di testate, blog, forum, completamente okkupati da loro (e dove viene accuratamente bannata ogni voce contraria). IlGiornale non deve più avere paura di essere una cosa pulita non allineata al potere rosso e non deve più dare l'impressione ai suoi lettori (state certi che non vendete una sola copia a quei minus-habens che vengono qui a "lavorare" a favore dei loro mandanti). Abbiamo davanti giorni cupi e dovete riconoscerci il diritto di "contarci" e di non essere intralciati, contaminati, infangati da questi individui figli delle Boccassini, delle Boldrini, delle Kyenge, di Letta, Bersani, Epifani, Franceschini, Bindi, Vendola, Napolitano, Camusso, ecc.. ecc.. vari. Cominciate, per favore, col non censurare questo commento! Grazie.

brunicione

Sab, 03/08/2013 - 13:50

Questi giudici, voluti da Re Giorgio, sono stati istruiti per fare il lavoro sporco fino alla fine. Re Giorgio, come regista, ha accettato di rimanere al colle, oltre che per lo stipendio, anche per vedere la fine del suo progetto. Ora darà le dimissioni "MISSIONE COMPIUTA"

Atlantico

Sab, 03/08/2013 - 13:51

Lorenzetto, non ho motivo di credere che quello che lei riporta non sia vero e dimostrabile dalla A alla Z ma mi spieghi cosa c'entra con l'esame che tutto il collegio della Casazione ( Esposito non era solo ) ha svolto sul rispetto delle norme e della procedura nella sentenza di appello che aveva già definitivamente ( nel merito ) condannato Berlusconi nel processo sui diritti Mediaset: il Cav. non è stato condannato dalla Cassazione ma dal Tribunale in primo grado e poi dalla Corte d'Appello in secondo. Chi potrebbero essere le due deputate del PdL è un segreto di Pulcinella e una nota attrice brillante, o comica che dir si voglia, ne ha fatti i nomi nel corso delle sue serate. Infine, davvero lei pensava che Wanna Marchi fosse innocente ? La saluto.

handy13

Sab, 03/08/2013 - 13:55

...bè un giudice lavora, mangia, pensa, ragiona e vota come tutti, quindi ha anche idee politiche come tutti,...chiedere anche l'imparzialità mi sembra troppo...se no se riuscissero sarebbero dei Santi.....però la questione è... li ha presi sti 7 milioni o no..???

Sapere Aude

Sab, 03/08/2013 - 13:56

Nazario 49. Lei chiede la luna. Domandi quanti sono i magistrati nati sopra lo spartiacque del Po, e troverà che tra questi molti hanno radici meridionali; faccia lo stesso per prefetti e questori e vedrà che le percentuali sono più o meno le stesse. Questi servitori dello Stato rappresentano la struttura portante (non si muove foglia senza di loro). Ci piaccia o no, la cultura meridionalista (checché se ne dica c’è) è ben radicata; quella che un tempo si chiamava savoiarda e austro-ungarica ha perso. Bisogna farsene una ragione. Non è che siano più intelligenti degli altri italiani, magari più geniali, questo sì, dobbiamo a costoro tutta o quasi la letteratura e la fisica-matematica dell’ultimo secolo. Ma è la cultura che li frega: o scelgono lo Stato o la Mafia. E non sempre si riesce a capire quando stanno con lo Stato o con la Mafia. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Marcolino74

Sab, 03/08/2013 - 13:56

Dopo questo articolo fossi in lei inizierei a preoccuparmi...

giovanni PERINCIOLO

Sab, 03/08/2013 - 13:56

ITALIA, TOMBA DEL DIRITTO!

Agostinob

Sab, 03/08/2013 - 13:56

Davo una rapida scorsa ai vari interventi, ben sapendo che ovviamente il tema permette ogni e qualsivoglia giudizio. Chiaro anche che chi non accetta o apprezza Berlusconi non andrà a scrivere su Repubblica o altri fogli simili perchè non verrebbe nemmeno preso in considerazione oltre a non essere letto. Occorre quindi venire a scrivere qui, e chi lo fa, lo fa appositamente perchè trova soddisfazione, povero lui, a istigare gli animi e ad ottenere anche risposte. Vedere gli altri incavolati è l'unica soiddisfazione che forse ha nella vita. Detto questo, vengo al motivo di questo scritto. Attenti, lettori del Giornale o simpatizzanti di centrodestra a non farVi fuorviare da scritti ingannatori. Se io mi dicessi anti Berlusconiano e lo criticassi, forse sarei letto ma non lascerei nessun segno. Invece, c'è una categoria di appositi scrivani che hanno il compito di instillare dubbi, tentando di incrinare le certezze o il pensiero di altri. Quindi, un buon anti Berlusconiano troverà maggior ascolto se dovesse scrivere: "io sono di destra e malgrado questo, sappiamo tutti che Berlusconi ha torto perchè quello di cui è accusato è vero!. "Caspita" penserà qualcuno. "Allora forse è vero. Se anche chi è di destra sa e dice che è così, vuoi vedere che è vero?" La gaffe psicologica in queste affermazioni sta nel cercare di tirar dentro "tutti" nel dichiarare una cosa che forse si o forse no, si dice di pensare. Scrivere; "lo sappiamo tutti che è così..." evita una responsabilità personale nel affermare un pensiero. Come dire: "non sono io a pensarlo. Lo pensano tutti." Ebbene, è ovvio che non è vero. Milioni di persone non lo sanno perchè per sapere e per dichiarare occorre avere prove in mano. Semmai qualcuno scrivesse queste cose, dovrebbe farlo dicendo che ha le prove in mano? E, se si, le tiri fuori. Dica: "so che Berlusconi è colpevole perchè ho la documentazione che lo prova. Eccola". Affidarsi ad un triste "lo sanno tutti" è un pò patetico e qualunquista. Di fatto, nemmeno i giudici hanno prove e lo si vedrà quando verrà pubblicata la sentenza. Non basta dire: noi della Magistratura pensiamo che Berlusconi abbia agito così e quindi ha agito così per forza. Non possiamo provarlo ma non può essedre altrimenti." E' evidente che si è trattato di un'azione politica in tutto e per tutto, come lo è quella che ha sempre fatto insabbiare ogni scandalo della sinistra. Attenti quindi a leggere i commenti. Coloro che fanno l'occhiolino e si dicono dalla nostra parte, hanno interesse a farlo. Cordialità.

Lofelo

Sab, 03/08/2013 - 13:59

Grazie, Lorenzetto. Se ancora ce ne fosse bisogno, le sue rivelazioni svergognano l'intera casta della magistratura, incapace di tenersi pulita.

mariolino50

Sab, 03/08/2013 - 14:06

Daniele8 E invece cè molto da dire sulla sentenza, tutti gli altri imputati sono stati assolti nonostante gli eventuali illeciti fossero fatii da loro, e poi si tratterebbe comunque di un reato fatto in Usa se cè, che gli frega alla magistratura nostrana, essendo poi la ditta di Silvio una multinazionale, e lo dico da assai di sinistra.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 14:11

Se volete commentare gli scritti, non tirate di mezzo giornali stranieri come fa ad esempio "Daniele8" che probailmente non capisce la lingua o che non sa come e stato scritto! Abbiamo 2 tstate che regalono copie in tutto il mondo Republica e Corriere della Sera! I giornalisti che fanno, taglia e cuccia tante volte sbagliando (anche volutamente) le traduzioni!! La maniera migliore per sputtanare questi giudici e portare il caso in europa cosi vedono come sti quattro imbecilli "sudici" sono in realtà dei squillibrati criminali. Dico questo non pensando a B ma quelli che hanno subito torti e sono stati dimenticati erche sono dei signori nessuno!! Questa e la gravità della conferma della sentenza di B, i giudici dovevono leggere le carte del processo che hanno portato alla condana e dubbito che lo hanno fatto in cosi breve tempo. Se lo hanno condannato basandosi sulle carte e piu grave ancora perche tutto e basato su teoremi e cose accadute all'estero non in italia! Se non capite questo e meglio che state zitti per non essere ridicoli!!

Agostinob

Sab, 03/08/2013 - 14:12

Davo una rapida scorsa ai vari interventi, ben sapendo che ovviamente il tema permette ogni e qualsivoglia giudizio. Chiaro anche che chi non accetta o apprezza Berlusconi non andrà a scrivere su Repubblica o altri fogli simili perchè non verrebbe nemmeno preso in considerazione oltre a non essere letto. Occorre quindi venire a scrivere qui, e chi lo fa, lo fa appositamente perchè trova soddisfazione, povero lui, a istigare gli animi e ad ottenere anche risposte. Vedere gli altri incavolati è l'unica soiddisfazione che forse ha nella vita. Detto questo, vengo al motivo di questo scritto. Attenti, lettori del Giornale o simpatizzanti di centrodestra a non farVi fuorviare da scritti ingannatori. Se io mi dicessi anti Berlusconiano e lo criticassi, forse sarei letto ma non lascerei nessun segno. Invece, c'è una categoria di appositi scrivani che hanno il compito di instillare dubbi, tentando di incrinare le certezze o il pensiero di altri. Quindi, un buon anti Berlusconiano troverà maggior ascolto se dovesse scrivere: "io sono di destra e malgrado questo, sappiamo tutti che Berlusconi ha torto perchè quello di cui è accusato è vero!. "Caspita" penserà qualcuno. "Allora forse è vero. Se anche chi è di destra sa e dice che è così, vuoi vedere che è vero?" La gaffe psicologica in queste affermazioni sta nel cercare di tirar dentro "tutti" nel dichiarare una cosa che forse si o forse no, si dice di pensare. Scrivere; "lo sappiamo tutti che è così..." evita una responsabilità personale nel affermare un pensiero. Come dire: "non sono io a pensarlo. Lo pensano tutti." Ebbene, è ovvio che non è vero. Milioni di persone non lo sanno perchè per sapere e per dichiarare occorre avere prove in mano. Semmai qualcuno scrivesse queste cose, dovrebbe farlo dicendo che ha le prove in mano? E, se si, le tiri fuori. Dica: "so che Berlusconi è colpevole perchè ho la documentazione che lo prova. Eccola". Affidarsi ad un triste "lo sanno tutti" è un pò patetico e qualunquista. Di fatto, nemmeno i giudici hanno prove e lo si vedrà quando verrà pubblicata la sentenza. Non basta dire: noi della Magistratura pensiamo che Berlusconi abbia agito così e quindi ha agito così per forza. Non possiamo provarlo ma non può essedre altrimenti." E' evidente che si è trattato di un'azione politica in tutto e per tutto, come lo è quella che ha sempre fatto insabbiare ogni scandalo della sinistra. Attenti quindi a leggere i commenti. Coloro che fanno l'occhiolino e si dicono dalla nostra parte, hanno interesse a farlo. Cordialità.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 03/08/2013 - 14:13

...Stimato Stefano! Abbiamo bisogno di tanta fiducia nella Giustizia, vista la poca credibilità che suscita, per cui avrei voluto che il suo art. non fosse stato letto da coloro, pochi in verità, che hanno ancora fiducia, perché potrebbe ingenerare in essi, qualche dubbio. Se i fatti si sono svolti così come riportati e non ho motivo di dubitare, il tutto non può essere considerato un semplice dettaglio, per cui, a mio avviso, dovrebbe intervenire energicamente il Csm per "redimere" il caso. Questo si, potrebbe essere un bel gesto coraggioso.

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 03/08/2013 - 14:15

Ma davvero il FT titola "Giù il sipario sul Buffone di Roma"?

topogigio100

Sab, 03/08/2013 - 14:18

PER I KOMUNISTONI DEL BLOG DAVVERO NON CE LIMITE ALLA FACCIA DI BRONZO, ALLORA MI SPIEGATE COME MAI NON VI SCANDALIZZATENDEL MPS OPPURE NON VI SCANDALIZZATE COME MAI VENDOLA E STATO GIUDICATO DA UN GIUDICE CON IL CUI E STATO A PRANZO INSIEME? COSA SAREBBE SUCCESSO SE LO AVESSE FATTO BERLUSCONI? A SIII VERO TUTTI ALLO SCANDALO BERLUSCONI CORRUTTORE......E INVECE TOH LO FA UN KOMPAGNO E TUTTI HANNO LA MENTE CORTA......SIETE UNA MASSA DI SEPOLCRI IMBIANCATI CHE SCHIFO.......

roby55

Sab, 03/08/2013 - 14:25

Questo articolo non fa che confermare l'urgenza di pulizia che occorre fare a livello di toghe. Marciume già chiaro, quando Mani Pulite distrusse tutti gli altri partiti, salvando quelli di sinistra. Conosco la serietà e sobrietà di Lorenzetto. Mi auguro che adesso non finisca anche lui sulla graticola.

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 14:26

@daniel8,la frode fiscale esiste solo nella fervida fantasia di togati italici di parte!come quelli che sentenziarono che i 100 milioni di lire ricevuti da un ex magistrato(poi datosi alla politica per predicare valori)erano"un prestito",assieme a tanti altro benefit!più che i fatti conta la volonta del grembiulone nero di turno di credere o meno!e se il grembiulone di turno,per assolvere uno che sà lui che magari ha decapitato una persona,converrà,sostenuto dalla solita perizia,che la vittima in realtà"si è suicidata"!il ft?la blasonata gb,che nonostante abbia(furbamente) conservato la sua bella monetina nazionale(una delle cause dell'instabilità dell'€)è in proporzione più in crisi di noi,ed è praticamente un paese quasi deindustrializzato che campo solo con la city e le cartacce(titoli spazzatura)!una nazione in cui il re(o la regina)è anche il capo della chiesa,per l'atto di un re folle,cornuto e puttaniere,che decise ciò perchè il Papa non volle concedergli un divorzio,e "lui"di conseguenza si autonominò "capo supremo della sua chiesa",poichè così"sposo e divorzio da chi mi pare e piace"!

mark1210

Sab, 03/08/2013 - 14:27

Vergogna Vergogna siamo davvero un paese da terzo mondo sotto dittature modello ex unione sovietica con metà del popolo rincoglionito che si lamenta si lamenta e crede che il problema sia Berlusconi, che popolo di rincoglioniti che stiamo diventando ... abbiamo toccato il fondo per la sinistra Italiana sara guerra su tutti i fronti perche fate davvero schifo! Vergogna! Toghe Rosse Vergogna !

carpa1

Sab, 03/08/2013 - 14:28

@Nazario49. Concordo pienamente. Infatti, non più tardi di una settimana fa, un mio commento arrivava più o meno alle sue stesse conclusioni; non solo, auspicavo che un giorno, avremmo potuto avere finalmente giudici eletti (e qui aggiungo anche: giudicati per i loro errori) dai cittadini e non dai loro stessi sodali (tanto per intenderci CSM), nonchè AUTOCTONI della regione in cui svolgono il loro mandato. Poi potrebbe starci anche la separazione delle carriere, ma anzitutto dovrebbero essere provenienti dal territorio ed in quel territorio amministrare la giustizia. Invece ci ritroviamo in una situazione che penso ormai ingovernabile, come lo è un cancro che ha sparato in giro per il corpo migliaia di metastasi. Qualcuno fa presente che i giudici erano 5! Ebbene, che differenza fa? Forse che questi qualcuno metterebbero non dico la mano, ma solo un pelo della mano, sul fuoco a favore degli altri dopo tutto quello che è successo in questi ultimi vent'anni? Va bene non fare di tutte l'erbe un fascio, ma non si è mai vista un cassetta di frutta con tutte mele sane tranne una risanare quest'ultima; piuttosto sono quelle sane che, una ad una, fanno la stessa fine. Ed il capo dello stato che fa? Auspica una riforma della giustizia, proprio lui originario di quella parte del paese da cui provengono la stragrande maggioranza dei magistrati; e perchè non l'ha proposta prima dal momento che abita i palazzi da sempre? Come tutti inizia a rincorre i buoi quando ormai sono scappati.

comase

Sab, 03/08/2013 - 14:31

Adesso chissa' cosa dira Re Giorgio......che ci vuole rispetto per un essere come questo? Andiamolo a prendere e chiediamogli conto di,cio'.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 03/08/2013 - 14:35

Sì, sì ignurante, sono stati tutti i giudici a decideere: presi uno per uno però si rischia di scoprire che il più pulito ha la rogna. Che bella combricola.

unosolo

Sab, 03/08/2013 - 14:36

come previsto sono al potere , Onore al CRAXI UOMO che li aveva capiti e accusati del potere , oggi siamo alla presa di posizioni sviscerate da parte di ex sindacalisti della CGIL , si sono sempre spacciati di essere dalla parte degli operai mentre si sono sempre guardati i loro propri interessi , egoismo e avarizia nel loro io . Non esistono sindacalisti che guardino in primo piano gli interessi dei lavoratori ( a parte la P.A.) egoisti e falsi ecco chi sono , si evidenzia ora con le esternazioni " siamo pronti a tutto " hanno fatto soldi a palati , si sono regalati il meglio di tutto appoggiando le pensioni d'oro e i stipendi della casta , oggi che il PDL è arrivato al punto di fermarle ecco l'abbattimento politico del LEADER BERLUSCONI con il tribunale presieduto da chi non vuole perdere un solo centesimo , ricordiamo i rigetti sia alla solidarietà che allo stop dello stipendio . aggiungere altro non ci sarebbe spazio.

Stefano Fontana

Sab, 03/08/2013 - 14:37

Insomma, riassumendo questo articolo che è stato così difficile scrivere per l'autore, non esiste alcuna prova che il giudice in questione e gli altri della commissione non abbiano fatto il loro dovere, nessuna cosa a riguardo, ma ad una cena di 4 anni fa, l'autore dice di aver sentito il tal giudice dice certe cose, confermante da testimoni non identificati. Cosa che al limite, anche se vi si credesse (e capirà il tormentato autore che la si prenda con un grano di sale) renderebbe il tal giudice una cattiva persona, ma non dice una virgola sul suo operato in camera di consiglio. Ah, e non dimentichiamo, anche Wanna Marchi è un martire della giustizia già che ci siamo. Capisco benissimo che pubblicare questo pezzo sia stato difficile per Lorenzetto, per fare la pettegola di quartiere a mezzo stampa bisogna degradarsi e non poco.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 03/08/2013 - 14:37

E ti pareva strano. Giorni fa ho scommesso con amici che in caso di condanna i Giudici della Cassazione sarebbero stati rivoltati come un calzino. Ho vinto la scommessa. I giudici erano 5, mancano ancora 4 articoli.

makeng

Sab, 03/08/2013 - 14:37

CONTRO LA MAGISTRATURA DI SINISTRA PROTESTA FISCALE! NIENTE PIUì TASSE FINO ALLA RIFORMA COMPLETA DELLA GIUSTIZIA! QUESTA NON E' GIUSTIZIA MA SOLO LA LUNGA MANO DI SINISTRONZI CHE PENSANO DI AVER DISTRUTTO BERLUSCONI! FORSE NON AVETE CAPITO , RAZZA DI IMBECILLI PECORONI , CHE BERLUSCONI HA 11 MILIONI DI ELETTORI. DOVRESTE FAR FUORI ANCHE QUELLI PER DIRE CHE BERLUSCONI E' MORTO! Eperfavore lasciate stare il "financial time" che ha scritto un articolo redatto da un ben noto lecchino di sinistra che scrive a comando di vendola e soci! GUERRA CIVILE!!!!!

makeng

Sab, 03/08/2013 - 14:40

IL FINANCIAL TIME HA TUTTO L'INTERESSE A FAR RIPIOMBARE L'ITALIA NELLA NULLITA' IN CUI SEMPRE E' STATA RELEGATA DALLA SINISTRA APRTIRE DA PRODI! Se proprio c'è un parere da LEGGERE AL CONTRARIO E' PROPRIO QUELLO DEL " rossfinancial time!"

Marco bruno

Sab, 03/08/2013 - 14:42

Anche Tortora fu condannato, risultò poi innocente, al di la' del l'innocenza o colpevolezza di Berlusconi, mi viene il sospetto che difficilmente si ammetta un errore della Magistratura. In questo caso poi.......

Daniele8

Sab, 03/08/2013 - 14:43

Insisto col dire che potete dire quello che vi pare, ma che ringraziando Dio siamo ancora in uno stato di diritto, dove le sentenze si applicano; di conseguenza l'on. Berlusconi ( tra qualche mese semplice cittadino) a Ottobre sconterà la sua pena ai servizi sociali o agli arresti domiciliari. Proprio ieri parlavo con un ex votante di Berlusconi che mi diceva " anche se penso che possano esserci state delle cose forzate le sentenze vanno applicate, se no crolla lo stato"; invece di dire schiocchezze dovreste accettare almeno questo se avete un po' di senso civico e amore x il vostro paese e non x una singola persona.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 03/08/2013 - 14:43

Questi sono i regali della repubblica di pulcinella, quella fondata sulla disoccupazione dove comanda la mafia giudiziaria.Orba dell' occhio sinistro.

makeng

Sab, 03/08/2013 - 14:45

BASTA GIUDICI DI PARTE ! RIFORMA DELLA GIUSTIZIA CON I GIUDICI ELETTI DAL POPOLO NELLE REGIONI! BASTA POTERE GIUDIZIARIO CENTRALIZZATO E ASSERVITO A GRILLO E COMUNISTI PER FAR FUORI I MODERATI! BASTA PAGARE LE TASSE PER UN PAESE IN MANO A MAFIOSI TOGATI! BASTA!!!

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Sab, 03/08/2013 - 14:46

jjr.............il buffone da lavoro a 50000 persone,imbecille

Gius1

Sab, 03/08/2013 - 14:47

# legalitàpertutti perche´non dici tu che Penati ha fregato vari milioni ? Che fassino ha una banca con il pd ? e i MPS ? dove li metti ? se il tuo nome e´legalitapertutti e´il tuo modo di pensare , in Italia dovrebbero andare tutti in galera, ma sicome tu sei di sinistra , allora devono andare solo quelli di destra. AHO...sveglia

peter46

Sab, 03/08/2013 - 14:47

Daniele8...affinchè ---lomi---ascolti qualora non avesse niente da fare.Anch'Io sono d'accordo che è finita,e senza essere influenzato(l'avevo scritto già prima di 'loro',e gratis)il giudizio di quel giornale "comunista moderno"..E che sia un pettegolezzo(ma vero ricordando qualche altra "anticipazione"processuale fra altri soggetti)finchè non si giunge a fare specifiche,nomi e cognomi,denunce.Come pettegolezzo è insinuare che il verdetto è stato una ritorsione per la non riconferma(voluta e osteggiata dal solo pdl con 'interrogazione parlamentare)del fratello(giudice anche Lui) del Giudice Esposito alla carica di ""garante dell'esecuzione delle prescrizioni contenute nell'autorizzazione integrata ambientale per l'Ilva di Taranto""alla insignificante(per chi è abitudinario a certe cifre)miseria di 200.000 mila euro all'anno per tre anni(sperando non rinnovabili,ma).E grazie ad entrambi per la chiarezza dei compiti della Consulta il cui unico compito era di valutare che i due gradi precedenti siano stati "eseguiti"nel rispetto delle regole,ma...siete sicuri che il giudizio non possa essere "influenzabile"dalle convinzioni(politiche o meno non importa)dei soggetti chiamati a giudicare?Vogliamo prenderci in giro?Invece di dare la giusta valutazione sulla pena non dell'evasione,ma dell'illecito fiscale(i 4 anni d'arresto)si è preferito 'limare' l'interdizione(i 5 anni)che neanche a Berlusconi fregava alcunchè....Siamo seri,veramente....sempre per la partecipazione.

Enrico.6

Sab, 03/08/2013 - 14:47

Le sentenze definitive, si emettono in aula e non ai Club, quindi occorre farsene una ragione, i giornalisti possono esprimere opinioni e raccontare fatti a cui hanno assistito. Però rimane il fatto che la sentenza di condanna in parola non si modifica, ne si preoccupa del post verdetto.

makeng

Sab, 03/08/2013 - 14:48

FINALMENTE E' ARRIVATO IL PUNTO ZERO DELLA MAGISTRATURA! DA OGGI TUTTO CAMBIA!!!!

jurispino

Sab, 03/08/2013 - 14:48

egregio scrittore Lei ha provocato un danno due volte,il primo al Cavaliere perche' e' stato giudicato da un giudice che andava ricusato e il secondo danno allla democrazia italiana, avrebbe dovuto parlare e scrivere prima! Spero che i bravi legali che hanno difeso il cavaliere valuteranno l'opportunita' e le condizioni di una revisione del processo!

Gius1

Sab, 03/08/2013 - 14:49

#franco@Trier -DE con te non mi e´possibile fare discorsi, sei come un asino con i paraventi . Tu sei tedesco

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 03/08/2013 - 14:51

Saranno coincidenze ma l'estensore dell'articolo non ha avuto contatti, ovvero possibilità di critica, con altri giudici di cassazione che in altre occasioni avevano assolto Berlusconi.

Lino1234

Sab, 03/08/2013 - 14:51

Piccola informazione ai peggiori trinariciuti. Uno per tutti #legalitàpertutti. Per comodità di confronto, dato che nessuno ha la verità in tasca, poniamo che Berlusconi sia colpevole del reato di evasione fiscale di una infinitesima parte di ciò che le sue aziende hanno versato al fisco; parimenti poniamo che ciò che denuncia il giornalista Stefano Lorenzetto, in merito al comportamento del Giudice che ha letto la sentenza, sia altrettanto vero. Ebbene, anche l'ultimo dei trinariciuti dovrebbe essere in grado di stabilire quale dei due (reati?) è più grave, quello di tradire il fisco (Berlusconi) o quello di tradire il principio di imparzialità, riservatezza, etica e morale, anche solo apparenti su cui tutti i magistrati fanno giuramento al momento della nomina. Ebbene molti trinariciuti affermeranno che è più grave il reato di evasione di Berlusconi. Ma per fare ciò dovranno ammettere di non saper nemmeno cos'è la coscienza. Non solo averla sporca. Saluti. Lino.

Accademico

Sab, 03/08/2013 - 14:52

Ah sì Esposito. Un cognome ormai molto diffuso. A Napoli, in particolare, ce ne sono di Esposito. Ma proprio tanti.

Ritratto di limick

limick

Sab, 03/08/2013 - 14:52

L'italia e' piena di Esposito, e' anche comune come nome, pieni di sé e del loro potere di poter giudicare anche fuori dalle aule adibite, sicuri che la passeranno liscia per qualsiasi caxxata fatta o detta. Chiaro che c'e' la fila a difendere questi simboli, sono quelli che permettono alla specie di avere una continuita'.... ad autotutelarsri tra di loro, per far fuori chi non e' della partita, una specie di mafia col guanto bianco, che mette crocette su chi non e' allineato, certo e' solo una branca, ma ha molti sostenitori, guarda caso tipico temperamento da sudista... che si scontra ancora una volta con i ceti produttivi del Nord. Sara' un caso?

debora c

Sab, 03/08/2013 - 14:56

è ormai noto a tutti che le due "ministre" fossero particolarmente dotate quanto ad "oratoria". Bye Bye silviuzzo

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 03/08/2013 - 14:56

ormai vi attaccate a tutto Un continuo bombardamento con relativa mistificazione delle realtà dei fatti ecco come un condannato diventa vittima e trasformato in eroe della liberta che mette il peggiore parlamentare nelle condizioni di dettare regole

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 03/08/2013 - 15:00

a libeccio ti auguro di esser giudicato da tali personaggi...sai può succedere...poikè ti auguro lunga vita.

cyclamen

Sab, 03/08/2013 - 15:00

Nessuna meraviglia. Qualche giorno fa ascoltavo per caso un signore a me sconosciuto sparlare della magistratura, diceva che era la più grande mafia che abbiamo in Italia. Quando se ne andò, uno che lo conosceva mi disse che era un noto avvocato della mia città. Ma la cosa che mi è dispiaciuta di più è sapere che il giudice Imposimato, che stimavo molto, abbia quel personaggio come carissimo amico. Dimmi con chi vai...

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 03/08/2013 - 15:02

dr lorenzetto...raro esemplare di italiano....MASCHIO.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 15:05

Certo che le sentenze vanno applicate ma per reati e con prove no supposizioni di cose accadute all'estero!! Poi ha ragione chi scrive che la maggioranza dei magistrati sono del sud con molti dalla campania, puglia e calabria pertanto ad alta influenza malavitosa!

goods

Sab, 03/08/2013 - 15:06

Tortora venne condannato solo in primo grado, non dica eresie....

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 03/08/2013 - 15:06

XDANIELE8- Potrebbe anche essere accettata la sua opinione, ma come la mettiamo con certi buffoni che ci hanno governato da 70 anni .Ancora li a far danno. Cito solo un caso che vale per mille.Le cancellazioni delle trattative mafia -governo. BERLUSCONI sarebbe mafioso , ma gli altri fanno pappa e ciccia con la mafia.Pora Italia , paese meraviglioso ma pieno di falsi italiani.

marco.iso

Sab, 03/08/2013 - 15:11

non credo che in italia ci sia qualcuno che non conosca berlusconi e che non si sia fatta un'idea, positiva o negativa del soggetto. a maggior ragione se si tratta di una persona acculturata e che riveste un ruolo istituzionale di qualche importanza. il giudice, secondo l'articolista, aveva in antipatia il berlusconi. davvero? la "terzietà" del giudice non significa che egli non debba avere un'opinione (favorevole o meno) ma che è stabilito prima e a prescindere dal reo. d'altra parte è facile il gioco: il giudice giusto avrebbe rigettato le sentenze di 1 e 2 grado. chiunque le abbia accolte aveva un pregiudizio... questo sarebbe senso di giustizia?

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 15:11

@daniel8,in un"vero"stato di diritto una cosa del genere non sarebbe mai accaduta!ne per berlusconi,ne per qualcun altro!ti risulta che negli Usa o in francia,dei mafiosi siano usciti dal carcere perchè il giudice di turno non ha depositato le motivazioni della sentenza di condanna?da noi e succusso!

gianbra

Sab, 03/08/2013 - 15:17

x i vari "libeccio " di turno siete solo dei contenitori a cui manca una cosa fondamentale a voi sconosciuta che si chiama CERVELLO, x il resto fino a quando la magistratura rimarrà impunità x tutte le porcherie che stanno facendo naturalmente molto "democraticamente" l'italia non potrà che peggiorare, ma il godimento x molti frustrati sarà quello di sventolare ancora la bandierina rossa aspettando il sol dell'avvenire

etasrl

Sab, 03/08/2013 - 15:17

d'altra parte ci sarà puro un motivo per cui il nostro Presidente ci ha raccomandato :«la strada maestra da seguire» è «quella della fiducia e del rispetto verso la magistratura».!

angelomaria

Sab, 03/08/2013 - 15:17

tanto che non si sapeva ma loro gli dei dell'olimpo ma anche quello frenaro sulla terra miseramente loro i prossimi!!!!!!

grazia2202

Sab, 03/08/2013 - 15:25

Stefano, sei un grande. Pochi avrebbero il coraggio di scrivere quello che tu hai bagnato nell'inchiostro della verità e del coraggio constatata la vigliaccheria dilagante di chi non appartiene a Forza Italia. Bravo, ancora una volta abbiamo capito che anche i magistrati defecano nudi sul cesso. Ci enarri del fratello anch'egli togato che a 75 anni , pensionato, è stato indicato come garante presso la UE per l'ILVA di Taranto. Pensiamo tutti cosa sarebbe questa Italia senza i fratelli Esposito. Trovo abominevole far fuori il capo di un partito con un processo. La politica emerga dalla vigliaccheria e faccia sentire il peso. Emilio . Ammaturo

jurispino

Sab, 03/08/2013 - 15:25

leggete sentenza Corte Costituzionale n. 283 del 14.10.20 Il principio sancito dalla Corte è inequivoco: viene riconosciuta come contraria all'art. 3 Costituzione, "l'ingiustificata e irragionevole disparità del trattamento riservato all'imputato nel caso in cui il giudice abbia legittimamente espresso il suo convincimento in un diverso procedimento - situazione in cui il diritto dell'imputato ad un giudice terzo e imparziale riceve tutela solo in quanto il giudice ritenga di astenersi - rispetto alle identiche situazioni di pregiudizio per il principio di imparzialità, previste dalla legge come casi di ricusazione, nelle ipotesi in cui il giudice abbia manifestato il suo parere sull'oggetto del procedimento fuori dell'esercizio delle funzioni giudiziarie ovvero abbia indebitamente manifestato il proprio convincimento sui fatti oggetto dell'imputazione nell'esercizio delle funzioni". Spero in una revisione del processo! forza cavaliere!

Ritratto di albauno

albauno

Sab, 03/08/2013 - 15:29

Il primo commento è di sorprendente meraviglia, Il secondo è di sconcerto. Il terzo è di incredulità. Il quarto è di ammirazione per il coraggio dimostrato dal giornalista. Oggi è molto difficile e pericoloso fare queste affermazioni

aredo

Sab, 03/08/2013 - 15:32

C'erano dubbi che fossero giudici comunisti tutti quanti ? Tutta la magistratura è in mano alla mafiosa sinistra '68ina, criminali drogati, terroristi, brigatisti, assassini. Come in tutti i regimi comunisti, quando la sinistra ha in mano il potere legislativo lo usa per eliminare ogni opposizione democratica. La storia dimostra che da questi mafiosi criminali non ci si libera, dal regime non se ne viene fuori con le buone, con la diplomazia e le parole. Questa feccia non ha alcuna morale, è il peggio del peggio del '68. Se ne fregano di far volare la gente dai palazzi, lanciare molotov, mettere bombe spalleggiati dai loro nuovi fratelli islamici. Solo la guerra può ristabilire la democrazia. E' un dato di fatto storico. La storia si ripete.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 03/08/2013 - 15:47

Non mi stupisco... Ho sempre diffidato dell'integrità morale di chi amministra la giustizia. La magistratura rossa è il cancro di questo paese (con l'€uro che ci ha rifilato il PD).

volp

Sab, 03/08/2013 - 15:52

Siamo i limiti del ridicolo, il prode Lorenzetto dopo quarant'anni di anonima attività' giornalistica pensa di aver fatto lo scoop della vita citando, al massimo, una conversazione privata che dimostrerebbe non si sa cosa. Poteva dirlo a Coppi o, ancora meglio, poteva evitare i scrivere una mitile baggianata. Non c'è' limite alla decenza.

Daniele8

Sab, 03/08/2013 - 16:02

X Kilkmos e altri; il processo a Berlusconi è durato 11 anni, non credo che sia stato lento. E come detto è terminato con una condanna; sinceramente mi interessa solo che la pena venga applicata, se vogliamo essere seri e non finire nel disastro completo. Vi ricordo che Berlusconi passerà prima o poi, dopo rimarrà l'Italia, fondata su dei principi e delle regole, che non possono essere stravolti x la difesa di una persona sola. Io non giudico (come voi) se la sentenza sia giusta o sbagliata; dico solo che deve essere applicata come sarebbe applicata x me e x voi tutti.

buri

Sab, 03/08/2013 - 16:07

ci vuole fiducia e rispetto per la magistratura! anche per il magistrato che infanga un imputato?

RAFFO1971

Sab, 03/08/2013 - 16:09

Vorrei gentilmente far notare all'autore dell'articolo che il 2 marzo 2009 nessuno sapeva chi fosse Patrizia D'Addario. Il suo caso, infatti, sarebbe scoppiato soltanto tre mesi più tardi (giugno 2009). Mentre per quanto riguarda le intercettazioni hard delle ministre, se ne era cominciato parlare sin dall'estate dell'anno prima (2008). Insomma, le date non tornano. E questo, se mi è permesso dirlo, getta un'ombra sull'intera ricostruzione. Grazie per l'attenzione.

yanez1971

Sab, 03/08/2013 - 16:17

Interessante. Stando così le cose, mi chiedo come mai un grande avvocato come Coppi non abbia ritenuto di ricusare questo magistrato.

chinawa58

Sab, 03/08/2013 - 16:20

X@Daniele8:mi può spiegare quale è stato il merito,e su che basi quantifichi il merito?.@J.J.R non cantare vittoria,molto presto avrai la risposta tu e il Financial Times,vedremo chi era il "BUFFONE",mi auguro che chi di dovere muoverà le mosse giuste e tutto sarà spero documentato e vagliato da una "SUPREMA CORTE IMPARZIALE EUROPEA"dove non dovrà giudicare sulla persona ma sulla montagna di fascicoli senza riscontro alcuno ossia "NESSUNA PROVA" ma esclusivamente su "POTEVA NON SAPERE" che caso strano altri illustri signori di SX hanno beneficiato,dicevo che codesta Corte Europea valuti il giusto verdetto e stabilisce che non c'è stata nessuna forma pregiudiziale di ritorsione politica nei confronti di BERLUSCONI,quindi annullando la condanna e non solo ma stabilendo un giusto risarcimento danni morali,fisici ed economici.Comunque spiace doverlo dire purtroppo il personaggio da tutto ciò trova linfa vitale per andare avanti e garantisco che ne vedrete delle belle,anche il Presidente della Repubblica dovrà ricredersi e sicuramente interrompere le sue vacanze.Stessa cosa quanto riguarda la Magistratura dovranno fare molto attenzione nei verdetti perchè saranno SORVEGLIATI SPECIALI nel giudicare e special modo personaggi di SX aspettiamo con anzia notizie sul MPS e vedremo le teste che cadranno,se verrà vanificato tutto ciò, dubito che qualche MAGISTRATO verrà graziato di benevolenza perchè la misura ormai è colma.

ni.napoli

Sab, 03/08/2013 - 16:27

QUESTA GIUSTIZIA ALLA POMMAROLA, GESTITA DA UOMINI MEDIOCRI GIUNTI CONTRO OGNI RAGIONE A DECIDERE DELLE SORTI DI UN PAESE, E' LA CAUSA PRIMA DELLA DECADENZA DEL PAESE.

carpa1

Sab, 03/08/2013 - 16:29

@jurispino. Ma se non l'hanno presa in considerazione, la ricusazione del giudice, neppure nel caso di Vendola, perchè dovrebbero farlo ora? Già, ma quella era un'altra storia, tutta di sx e, per di più, tutti conterranei, giudici ed imputato.

carpa1

Sab, 03/08/2013 - 16:34

@volp. Innanzitutto il prode Lorenzetto, come lo definisce lei, ci mette la sua di faccia e magari in un prossimo futuro anche qualcos'altro. Lei, invece, si ricordi di salvare il suo post; il futuro non si sa quali sorprese potrebbe riservarle quindi, meglio procurarsi (non voglio essere volgare) un bel paracadute in tempi non sospetti.

m.m.f

Sab, 03/08/2013 - 16:38

...........in in un paese dove le istituzioni sono assenti da sempre,dove ai cittadini qualunque cosa fai subiscono e stanno zitti,nulla di strano. Nemmeno il contenuto del articolo stupisce. QUELLO CHE STUPISCE SOPRATUTTO ALL'ESTERO E' CHE NESSUNO FA NULLA E NESSUNO DICE NULLA ..................

unrompiscatola

Sab, 03/08/2013 - 16:47

"Si soffermo' sulle presunte e specialissime doti erotiche che due deputate del PDL,delle quali FECE NOME E COGNOME" Gia! Ma perche' Lei non li ha scritti? Le bugie hanno il naso lungo e le gambe corte. Valentino Corrieri - Germania-

mborrielli

Sab, 03/08/2013 - 16:51

lomi... per poter confermare o annullare i due precedenti gradi di giudizio credo che i giudici della cassazione avrebbero quantomeno avuto bisogno di più tempo per poter studiare il caso. Ma si sa, se quello che "devono" fare è semplicemente confermare quanto deciso nei precedenti gradi di giudizio perché questo è il desiderata, allora si che si fa in fretta. Non le pare ?? Che strano che non si proceda con la stessa velocità in casi analoghi come per MPS (mi dica... se ne sente parlare ancora ? Non mi sembra). Eppure si trattò di una truffa colossale, altro che gli 8 milioni di "presunta" evasione di cui si accusa B dopo averne versati svariati miliardi alle casse dell'erario. Dirai, sempre di evasione si tratta... già! Peccato che non era lui a firmare i bilanci, peccato che bisogna essere coglioni a fare i furbi con la finanza che visita le tue aziende quotidianamente (se conosci qualcuno che lavora in Mediaset magari te lo conferma).

Marcolino74

Sab, 03/08/2013 - 16:53

Non si puo' andare contro alla casta dei giudici, altrimenti ci sono ritorsioni (vedi per es. Berlusconi)

man87

Sab, 03/08/2013 - 17:04

E' partita, come era ovvio che fosse, la solita collaudata macchina del fango con le solite banalità e stupidaggini per stillare dubbi su una condanna sacrosanta (il caso Mesiano ha fatto scuola!). Ormai è evidente, i fedeli servi del sultano possiedono dossier su tutto e tutti, pronti per essere offerti, al momento opportuno, ad un pubblico di lettori sempliciotti. Soltanto gli stolti possono credere alla seguente equazione: giudice che assolve B. = giudice onesto e bravo - giudice che condanna B. = giudice pericoloso comunista animato da pregiudizio ideologico. Sia il PG in Cassazione che i membri del Collegio giudicante sono magistrati esperti e di nota fama, peraltro di orientamento dichiaratamente conservatore. Chiedo, almeno a coloro che non sono in mala fede, di provare a ragionare con la propria testa e di leggere le sentenze: questo processo si fondava su solidissime PROVE DOCUMENTALI (no testimoni, no intercettazioni, no indizi), ma ripeto solidissime ed inconfutabili PROVE DOCUMENTALI!

ni.napoli

Sab, 03/08/2013 - 17:06

CI MANCAVA SOLO QUESTA PER CONFERMARE CHE CERTA MAGISTRATURA E' ORMAI DA SCENEGGIATA NAPOLETANA ! EPPURE A SOGGETTI DEL GENERE, MEDIOCRI E PARTIGIANI, E' STATA DATA LA POSSIBILITA' DI INTERFERIRE PESANTEMENTE NELLA VITA DI UNA NAZIONE. E' NECESSARIO ED URGENTE UN RIEQUILIBRIO DEI POTERI DELLO STATO E SE A SINISTRA SI FINGE DI IGNORARE IL PROBLEMA, PER L'EVIDENTE COLLUSIONE, SI FACCIA SALTARE IL TAVOLO E SI VADA ALLE ELEZIONI !

peter46

Sab, 03/08/2013 - 17:15

X grazia2202...quale stefano?L'unico stefano commentatore è stefano fontana,ma non ha indicato alcunchè sul fratello del giudice.Vorrei dirti ancora che Sel ed il M5S hanno presentato al Senato un'emendamento per ripristinare il garante(cioè il fratello del Giudice)e a quel prezzo(col culo di tutti cosa saranno mai 200.000 all'anno)...ma non è stato accolto dai relatori

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 03/08/2013 - 17:20

Signor Stefano Lorenzetto, sa perchè questo è l'articolo più difficile che lei abbia mai scritto in 40 anni? E' la sua coscienza che ancora non si da per vinta nonostante la provenienza della sua busta paga

Giorgio5819

Sab, 03/08/2013 - 17:23

10,100,1000,10.000, milioni come "il saturato"!!proviamo a pulire questo stato dal marcio incrostato che ci blocca.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Sab, 03/08/2013 - 17:26

ed i calzini di che colore erano?

Felice48

Sab, 03/08/2013 - 17:30

Può farlo, può farlo perchè fa parte della parte nobile e intoccabile della prima casta. Dove erano quando imperversavano avvocati, ingegneri, lobbisti, ecc. che maggior danno hanno fatto all'Italia? Altro che mancata dichiarazione.

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 17:34

@daniele8,se non era per berlusconi eravamo messi peggio della grecia,perchè ci saremmo beccati il peggio del sinistrume alla bertinotti e co!quelli che pretendevano che bisognava quasi andare a prendere i clandestini in africa,con nostri mezzi,per non esporli a rischi!una pena è ingiusta,ma per te l'importamte è che sia applicata,vero?beato te!il processo sarà anche durato 1 anni,ma rispetto ad altri è andato a velocità da F1,visto che in un anno ci sono state sentenze di 1° grado,appello,e cassazione,in sezione ferriale e su segnalazione del giornale dei misteri occulti!

omar

Sab, 03/08/2013 - 17:34

quindi? Wanna Marchi LIBERA!! Ammesso che sia vero, trovo di cattivo gusto che lei abbia fissato il petto villoso di un giudice sessantenne e accaldato e che ora ce lo descrivi qui. Per il resto se ha anticipato di qualche ora le decisioni di massima dell'intera corte, non l'intera sentenza, allora sarà da punire ma non significa pregiudizio.

Il giusto

Sab, 03/08/2013 - 17:38

Il paragone con il processo a vanna marchi è spettacolare!Due venditori truffatori che hanno fatto la stessa fine!!!

legalitàpertutti

Sab, 03/08/2013 - 17:38

W il Giornale e la sua attenta scelta dei messaggi da pubblicare!

legalitàpertutti

Sab, 03/08/2013 - 17:41

Ma a quelli che scrivono i commenti su IL Giornale danno qualche soldino come ai vecchietti che scendono in piazza per Berlusconi o le signore che dicono che lAquila e' stata ricostruita bene?

luigi1947

Sab, 03/08/2013 - 17:44

Un plauso a Lorenzetto per il coraggio... e un grazie da parte degli Italiani che non hanno voce in capitolo !

cicero08

Sab, 03/08/2013 - 17:49

Anche stavolta puntualmente si mette in moto la macchina del fango. Peccato che in tanti hanno provato a fornire ai lettori un quadro complego delle persone chiamate a decidere sulle frodi fiscali di mediasert ma fra di loro non c'era il sig. Lorenzetto. Eppure la questione era di tanta filevanza e poteva portare alla astensione del giudice o alla sua ricusazione.

BTrac

Sab, 03/08/2013 - 17:50

Molto interessante. Credo che la riforma della magistratura sia la prima cosa da fare. Ha priorità su tutto.

LEOPOLDO2

Sab, 03/08/2013 - 17:51

La sentenza contro Berlusconi, se confermate le espressioni del giudice Esposito proferite all'hotel Due Torri di Verona, è inficiata da astio personale pertanto semplicemente da annullare. La riforma della giustizia è la cosa più urgente da fare in Italia, immediatamente, nessun magistrato può e deve fare politica, immmediata separazione delle carriere tra procuratori e giudici, sedi distaccata tra procura e tribunali,chi sbaglia deve essere rimosso e pagare come tutte le categorie di professionisti o normali cittadini. Periodici esami di aggiornamento e visite psicologiche attitudinali per accertarne l'imparzialità. Non devono partecipare a talk shows televisivi. Inoltre per emettere sentenze in nome del popolo devono essere eletti dal popolo stesso.

CARLOBERGAMO50

Sab, 03/08/2013 - 17:51

NON POSSIAMO DIRE CHE QUESTA E' GIUSTIZIA. MA NON SI VERGOGNA QUESTO MAGISTRATO A COMPORTARSI IN TALE MODO. MA IL MINISTERO DI "IN"GIUSTIZIA E' INFORMATO DI TALI MODI DI PROCEDERE. MA NOI POPOLO ITALIANO DOBBIAMO SUBIRE TUTTO. LE TOGHE POSSONO SERVIRE A QUALCHE ALTRA COSA TIPO CORDA. VERGOGNA.........

terzino

Sab, 03/08/2013 - 17:54

In tanti stanno gioendo, basta leggere alcuni post, per la sentenza della Cassazione. Mi preoccuperei invece non solo delle sorti dell'Italia, alla quale evidentemente pochi tengono, ma a ciò che è accaduto nei primi due gradi di processo. Il"non poteva non sapere" non è sancito da alcun articolo del codice penale eppure ci hanno ricamato su una sentenza. Per inciso anche se in circostanze diverse anche Antonio Conte, all'epoca allenatore del Siena, fu condannato per il "non poteva non sapere" che è dire niente perchè le prove si formano nel dibattimento e le deve provare l'accusa. Con quel teorema aberrante salta tutto , è l'accusato che deve dimostrare un qualcosa che è impossibile da fare.Che giustizia è? Non oso mettere in dubbio quanto il giornalista ha scritto perchè in questo momento sta rischiando in proprio, ritengo strano che nessuno del collegio difensivo sia andato a fare le pulci ai togati. Si perchè anche loro hanno un cuore che batte per qualcuno o qualcosa ed anche la loro mente è indirizzata in un certo modo. La discrezionalità del potere di vita o di morte, giuridica, di una persona passa tra le loro mani, le loro teste qualche volta in modo da santa inquisizione. Ci si può fidare?

CARLOBERGAMO50

Sab, 03/08/2013 - 17:54

NON POSSIAMO DIRE CHE QUESTA E' GIUSTIZIA. MA NON SI VERGOGNA QUESTO MAGISTRATO A COMPORTARSI IN TALE MODO. MA IL MINISTERO DI "IN"GIUSTIZIA E' INFORMATO DI TALI MODI DI PROCEDERE. MA NOI POPOLO ITALIANO DOBBIAMO SUBIRE TUTTO. LE TOGHE POSSONO SERVIRE A QUALCHE ALTRA COSA TIPO CORDA. VERGOGNA.........

man87

Sab, 03/08/2013 - 17:55

E' partita, come era ovvio che fosse, la solita collaudata macchina del fango con le solite banalità e stupidaggini per stillare dubbi su una condanna sacrosanta (il caso Mesiano ha fatto scuola!). Ormai è evidente, i fedeli servi del sultano possiedono dossier su tutto e tutti, pronti per essere offerti, al momento opportuno, ad un pubblico di lettori sempliciotti. Soltanto gli stolti possono credere alla seguente equazione: giudice che assolve B. = giudice onesto e bravo - giudice che condanna B. = giudice pericoloso comunista animato da pregiudizio ideologico. Sia il PG in Cassazione che i membri del Collegio giudicante sono magistrati esperti e di nota fama, peraltro di orientamento dichiaratamente conservatore. Chiedo, almeno a coloro che non sono in mala fede, di provare a ragionare con la propria testa e di leggere le sentenze: questo processo si fondava su solidissime PROVE DOCUMENTALI (no testimoni, no intercettazioni, no indizi), ma ripeto solidissime ed inconfutabili PROVE DOCUMENTALI!

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Sab, 03/08/2013 - 18:00

Dr. Lorenzetto,grazie. Lei ha solo scoperchiato un cantaro !!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 03/08/2013 - 18:04

Pubblicate l'indirizzo di casa di Antonio Esposito. Se è lecito conoscere quello dove vive e risiede Berlusconi, perchè non divulgare anche quello di questo SERVO dello Stato (?????) per andare a rendergli omaggio? Se Stefano Lorenzetto ha avuto un gran coraggio a scrivere questo articolo memoria, anche se consapevole di ciò che "matematicamente" gli accadrà, il Direttore Sallusti faccia altrettanto. Vedremo se dopo Silvio Berlusconi, la VERA MAFIA che spadroneggia in Italia, vorrà procedere all'arresto anche di chi ha smascherato clamorosamente alcuni dei suoi impensabili esponenti.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 03/08/2013 - 18:08

Poveretti siete ridotti ad accanirvi contro "uno" dei tanti che hanno condannato il vostro capo,anzicchè parlare dei problemi degli italiani. Ricordo che berlusconi ha fatto tutto da solo e voi assomigliate ai ragazzini (senza personalità) che accusano gli altri quando commettono qualche marachella. Cercate di infangare gli altri per sviare le responsabilità di uno che doveva essere esempio agli italiani e si è rivelato per quello che è. Patetici.

Nadia Vouch

Sab, 03/08/2013 - 18:13

Come mai,Lorenzetto, Lei tira fuori questo episodio appena adesso? Se riteneva questo episodio grave, perché non lo ha, assieme ad altri che vi assistettero, denunciato prima nelle sedi idonee?

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 18:16

RAFFO1971 @ Le intercettazioni con la D'Addario sono del mese di ottobre e novembre 2008, quindi il giudici poteva benissimo averle ascoltate, e forse ci sbavava pure sopra. E questo, se mi è permesso dirlo, getta un'ombra sull'intera contestazione all'articolo

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 18:24

Mi aspetto due immediate azioni del Presidente di (quasi) noi tutti. Una fortissima e sotterranea pressione sul M5S per garantirne l'appoggio a Letta in caso di crisi di governo e (in caso di accertata incapacità anche a questo da parte degli inutili e strillanti nel vuoto grillini) la presentazione delle dimissioni così da "congelare" la possibilità di tornare al voto per mesi... Ora la parola d'ordine è "Compagni! Prendere tempo in qualsiasi modo!!!". Vedrete cosa saranno capaci di tirare fuori dal cappello questi "sinderi democratici" pur di non prendersi rischi molto pericolosi... Come dite? E l'Italia? Cosa volete che importi dell'Italia a questi cacciatori di rendite e potere! L'importante è non farsi sfillare nessuno scranno da sotto le terga e gli Italiani.... zitti e che non si mettano in testa che l'Italia sia loro! Non è più loro da 70anni, non vorranno mica riaverla proprio adesso!!

comase

Sab, 03/08/2013 - 18:26

Sentenza terronica

piertrim

Sab, 03/08/2013 - 18:38

Dalla foto e dall'espressione non si può dire che non sia lungimirante.

duca di sciabbica

Sab, 03/08/2013 - 18:50

NAZARIO49 dal resto del suo post è evidente che a Lei gli Esposito piacciono SOLTANTO quando fanno i pizzaioli. Le piacerebbe tanto che le toghe fossero riservate ai "padani", disgraziatamente i candidati meridionali del concorso per magistrato stracciano regolarmente quelli settentrionali.Perciò, lasciate stare il tocco ,piuttosto pala e grembiule sciur Bramnbilla, e vediamo cosa sapete fare voi davanti a un forno.

James Cook

Sab, 03/08/2013 - 18:55

La macchina del fango entra in azione!Ma scusate non dicevate che con questi giudici assoluzione certa! Sono curioso di sapere che colore porta i calzini il giudice Esposito,non ci dormo la notte.

James Cook

Sab, 03/08/2013 - 18:57

Stefano Lorenzetto,con questo articolo si candida al premio Pulizer quello della pulizia dei servizi igenici di Arcore......

angelo paolo

Sab, 03/08/2013 - 19:01

per curiosita andate a vedere quanti commenti a favore di Berlusconi trovate su "il fatto quotidiano " provate provate sono tutti su questo come mai ? forse l'unica democrazia vera la triamo qua

James Cook

Sab, 03/08/2013 - 19:01

IL SATURATO falla meno lunga.... una bella dittatura di quelle nere.... tira fuori dal baule l'ORBACE di tuo nonno. lascia stare Il Giornale la democrazia non è cosa per te!

Holmert

Sab, 03/08/2013 - 19:02

Solamente gli imbecilli, e lo dico con la massima convinzione, non riescono a capire che Berlusconi, a prescindere, è stato oggetto di un fuoco di fila ad alzo zero da una magistratura assatanata nei suoi confronti, che non gli ha perdonato niente. Non dimentichiamo che l'allora PG di Milano, il pianista Borrelli ,emise il grido di battaglia, "resistere, resistere, resistere". E non dimentichiamo che l'ineffabile Di Pietro ebbe a dire: io a Berlusconi lo sfascio. Un odio satanico contro colui che si era permesso di scendere in politica e di bloccare l'avanzata della gioiosa macchina da guerra di Achille Occhetto. Da allora Berlusconi ha dovuto parare colpo su colpo e come se non bastasse ha dovuto fare i conti con degli alleati che come la magistratura gli si mettevano di traverso, leggi Follini, Fini, Bossi etc. Accusato persino di concorso in strage di Firenze, di mafia e riciclaggio, Alitalia insider trading, caso Saint Just abuso d'ufficio e chi più ne ha più ne metta. Un gioco al massacro con i magistrati e le procure che si passavano la palla, forti del loro potere insindacabile e delle loro sentenze da rispettare, come continuano a ripetere come un mantra, il nostro amato presidente e tutti i compagnucci della parrocchietta, soprattutto quando quelle non riguardano loro; perché quando una scheggia impazzita della casta, li inquisisce e li condanna, altroché se si indignano e non rispettano un czzo. Tipico comportamento di quelle incommensurabili facce di bronzo. E come siano imbecilli ed osservanti della loro fede e dei loro saccenti sacerdoti che li catechizzano a dovere, si evince da quello che scrivono in questo forum. E la cosa ancora più triste è che si dicono democratici e figli di una costituzione più bella del mondo. Una costituzione scritta in modo che l'Italia non fosse governata e fosse in balia di lobby ,partituncoli da 0,1% che condizionano la vita pubblica. Una costituzione che non ha mai permesso governi stabili, che nel corso degli anni sono caduti come birilli, con vita effimera come la rosa di Ronsard. Eppure continuano a ripetere a pappagallo e per procura ciò che nel loro cranio ad aria compressa viene inculcato da quella banda di sfascisti immarcescibili che da una vita fanno i maitres a penser, con i risultati sotto gli occhi di tutti. Il bersaglio per loro è Berlusconi e giammai quelli che ci hanno condotto in questo inferno di UE, quelli sono della parrocchietta. Comunque, da anni che seguo le vicende politiche, ho imparato una cosa: quelli di sinistra sono coesi, inquadrati come un gregge che segue il loro pastore, quelli di destra sbandati e forse un tantino succubi dei loro carnefici, timorosi di fare e quando si alleano, non sono tali, ma nemici che stanno insieme. Il caso Berlusconi è di una gravità enorme e questa volta ne usciremo con le ossa rotte. Tutti. Ma ora all'orizzonte c'è Grillo con i suoi scatenati grillini e per il PD sarà dura, assai.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Sab, 03/08/2013 - 19:14

In passato hanno ricevuto il riconoscimento Giulio Andreotti, Ferruccio de Bortoli, Pietro Mennea, Gianni Letta. La feccia umana attorno a Silvio. Io spero che vi arrestino tutti, voi lecchini di Silvio.

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Sab, 03/08/2013 - 19:25

Questo Esposito, con le sue dichiarazioni durante la cena con Lorenzetto, non è differente dalla maggioranza dei suoi colleghi o di qualsiasi altro cialtrone impiegato statale, come gli insegnanti (magistrati e insegnanti e impiegati pubblici in genere, sono le categorie dove l'essere un cialtrone e un imbecille stona di più con la funzione svolta), che io ho sentito in tantissime occasioni scorreggiare odio e contumelie verso Berlusconi. Non è che la delicatezza del lavoro che svolgono li renda migliori o più intelligenti o li faccia presupporre più colti di qualsiasi altro povero stronzo come quelli che ci ritroviamo cacati anche qui sulle pagine di questo forum, da Libeccio a Franco@TRier a Bartleby (ma pensa, pure Bartleby..) a mill'altri. Infatti il problema della magistratura non è diverso dal problema dell'Italia in genere. Gli ultimi cinquant'anni hanno trasformato le teste degli Italiani. Non si passa indenni attraverso i fatti e gli sfasci degli anni dai Sessanta a oggi. I ranghi della magistratura si sono riempiti di gentaglia, di persone che stanno lì, come nella maggior parte degli impieghi statali, consapevoli che devono, nell'ordine, difendere l'assetto politico sociale che gli permette di vivere col sedere coperto da tutti i privilegi che gli anni dello sfascio hanno garantito ai dipendente statale, che devono difendere i partiti del centrosinistra che gli hanno garantito tutto questo da quando è finito l'equilibrio politico-sociale degli anni Cinquanta, e che devono colpire quelli che si pongono come ostacoli sulla strada del mantenimento dell'assetto politico suddetto. Berlusconi, comparso in politica a metà degli anni '90, con l'alleanza con la Lega, col richiamo al primato dell'impresa privata, con il progetto di liquidazione dell'assetto politico e istituzionale precedente, con la riforma della Costituzione, ha personificato per tutta questa gentaglia il simbolo dell'avversario assoluto, del principale, nemico da abbattere. Concordo con quanto scrive "Il saturato". L'atteggiamento del centro destra deve cambiare. Se ne faccia interprete la rinascente Forza Italia, o qualsiasi altro partito, con Berlusconi stesso leader o con un leader scelto attraverso consultazioni popolari, serve comunque un catalizzatore di tutti le opinioni e i movimenti che nella nostra società vogliano iniziare una guerra per il rovesciamento di questo assetto.

legalitàpertutti

Sab, 03/08/2013 - 19:26

per m.borrielli: che carina la storia che non era B che firmava i bilanci, dai è carina. Adesso scodinzola un po' che così ti lanciano un po' di crocchette. Una domanda: ma il reato è stato commesso o no?

attilio.baldan@...

Sab, 03/08/2013 - 19:35

Molti sarebbero curiosi di sapere il nome delle due deputate. E se, in virtù delle loro doti, siano diventate, la prima in classifica Ministro, e la seconda arrivata, Sottosegretario.

rockerduck

Sab, 03/08/2013 - 19:37

C 'è ancora in giro qualche comunista intellettualmente onesto o siete tutti ottusi in malafede ? Premesso che: sono di destra; non ho mai dato un voto a Berlusconi; nella condanna inflitta c'è qualcosa di giusto; Berlusconi è sicuramente nel mirino dei giudici da quando è sceso in politica, domando: è corretto che tra i giudici ci fosse anche costui ?; è corretto che per lo scandalo del Monte dei Paschi e anche per altre cosucce, tipo Unipol, i compagni siano tutti innocenti fuori dalla galera. C'è qualcuno in grado di dare una risposta ? Oppure tutti i delinquenti sono a destra ?

thelonesomewolf97

Sab, 03/08/2013 - 19:37

GIUSTO! QUESTI SONO I GIUDICI CHE IL POPPOLO BUE (CON DUE P) SI MERITA. GODETE TRINARICCIUTI COMUNISTI. IL GODIMENTO DURERA' IL TEMPO DI UN ORGASMO.

cicero08

Sab, 03/08/2013 - 19:43

Forse era bene informato dal figlio che all'epoca usciva con una chiacchierata ex consigliere regionale della lombardia. Ma, in ogni caso, questa macchina del fango fosse stata azionata preventivamente magari poteva portare all'ascensione del giudice o alla sua ricusazione con qualche effetto positivo per l'ex cav. Oggi non ha proprio senso.

Mimmo Marchese

Sab, 03/08/2013 - 19:44

Lorenzetto, Lei ha fatto malissimo a non scrivere l'articolo odierno dieci giorni fa. Anche Lei pensava che.......................... Questi soggetti usano la vaselina e Lei adesso .........

Sinistra al caviale

Sab, 03/08/2013 - 19:55

Ricorda molto quelli del caso Tortora, in questo caso cialtroni oltre che kompagni..una mistura nauseabonda, la fogna della giustizia.

Salvo D'Onghia

Sab, 03/08/2013 - 20:18

Dott. Lorenzetto, volete voi esercitare una volta per tutte la vostra funzione in modo veramente utile? Bene . Lavoriamo per un referendum abrogativo sulla responsabità dei signori che stanno massacrando un pilastro della democrazia. Questo va fatto milioni di elettori non potranno essere ricattati dai questi moderni don Rodrigo che ricattano e tengono in ostaggio le Istituzioni. Anche Napolitano che ha fatto qualche timido richiamo ha ricevuto il suo "pizzino". Allora portate in piazza questo cancro con un referendum. Ora che i radicali hanno preso l'iniziativa o mai più. Vi muovete? O vi conviene mantenere lo statu quó che con notizie che parlano di uno status di cittadini di cacca vi fanno vendere più giornali?

Ritratto di giangilo

giangilo

Sab, 03/08/2013 - 20:24

A QUESTO INDIVIDUO, TUTTO E' LECITO. NESSUNO LO GIUDICA, MA E' MAI POSSIBILE CHE NESSUN ALTRO MAGISTRATO POSSA APRIRE UN FASCICOLO CONTRO COSTUI ?

dicoìo

Sab, 03/08/2013 - 20:25

Nobile Esposito. Sa di dove viene e vuole vendicarsi. Delirio di onnipotenza di un Esposito che ha vinto un concorso.

King of Diamonds

Sab, 03/08/2013 - 20:37

Complimenti al coraggio, e in bocca al lupo Stefano!

Pikus87

Sab, 03/08/2013 - 20:42

Gent. Sig. Willy Wonker, ma lei si rende conto di quanto scrive male? Lo sa che il pronome/aggettivo "qualunque" non ha il plurale? (L'ha scritto due volte, non ci sono scuse, anche perchè la "i" sulla tastiera è piuttosto lontana dalla "e"...) Lo sa che l'espressione è "taglia e cuci" e non "taglia e cuccia"? (A proposito, bau bau!!) Lo sa che "dubitare" richiede per sua stessa natura il congiuntivo e non l'indicativo? Poi, lo sapete che un partito che fatica ad arrivare al 6% (= SEL) e un altro che dice di essere di sinistra ma senza pensarci due volte si allea con il peggiore centro-destra delle nazioni democratiche (= PD), non possono, oggettivamente, manovrare la magistratura, la scuola, le televisioni, la stampa italiana ed estera e tanto mano il "Financial Times"? Suvvia, siate obiettivi!... Nel merito dell'articolo, di cui non ho letto se non fino al passaggio in cui si dice che l'Autore non si fidava del giudice in questione. Perchè non l'ha detto prima? Se era così preoccupato che Berlusconi rischiasse, perché non si è fatto sentire per tempo, visto che ora sembra il solito attacco ad personam ex post? Se la sentenza fosse stata favorevole a Berlusconi, questo articolo sarebbe stato scritto? E per finire: parlate sempre di "magistratura comunista" e "toghe rosse": ma Ghedini chi è? E l'avvocato Taormina? E Nitto Palma? E Cesare Previti? E il ministro Alfano? Tutti giuristi a loro insaputa?

Kino

Sab, 03/08/2013 - 20:45

Ho appena visto un video di berlusconi alla tele tunisina che commentava commosso come avesse sentito il bisogno di fare il baciamano al figlio di Omar el Muktar (eroe libico). Avete ragione a sostenere il vostro idolo ,ve lo meritate e poi vi assomigliate. Lui fa il baciamano voi i baciachiappe.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 20:46

@grazia2202 " la vigliaccheria dilagante di chi non appartiene a Forza Italia"??? Vista l'evidente cretinata mi sa che lei tra le tre grazie può essere solo la terza.

t.costantini

Sab, 03/08/2013 - 20:54

Giudice Esposito dalla faccia traspare oramai il capolinea della tua vita.... Divertiti col Berlusca o con qualcun altro sempre di destra ma sbrigati la fermata e' ormai prossima. Ma rassegnati: morirai berlusconizzato

Salvo D'Onghia

Sab, 03/08/2013 - 21:24

Dott. Lorenzetto, volete voi esercitare una volta per tutte la vostra funzione in modo veramente utile? Bene . Lavoriamo per un referendum abrogativo sulla responsabità dei signori che stanno massacrando un pilastro della democrazia. Questo va fatto milioni di elettori non potranno essere ricattati dai questi moderni don Rodrigo che ricattano e tengono in ostaggio le Istituzioni. Anche Napolitano che ha fatto qualche timido richiamo ha ricevuto il suo "pizzino". Allora portate in piazza questo cancro con un referendum. Ora che i radicali hanno preso l'iniziativa o mai più. Vi muovete? O vi conviene mantenere lo statu quó che con notizie che parlano di uno status di cittadini di cacca vi fanno vendere più giornali?

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 03/08/2013 - 21:25

"libeccio" ma che stai a dire!!qua non svanisce nulla il problema grave è essere giudicati da persone con pregiudizi che non sono affatto imparziali!!è come se un persona ebraica venisse processata dalle SS...non ti sembra che qualcosa non va?!

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 03/08/2013 - 21:27

Preoccupa molto che ci siano persone così a giudicare altre persone...imparzialità zero e pregiudizi e odio ai massimi livelli!

Ritratto di ludaucr

ludaucr

Sab, 03/08/2013 - 21:53

Tutti a dire Berlusconi delinquente,farabutto, evasore e mafioso vattene !! Bene, poniamo il caso che Lui decida di farlo. Se ne va fuori dalle scatole, ma...... porta via dall'Italia anche TUTTE LE SUE AZIENDE, con relativo licenziamento di circa 50.000 Persone. (Non credo lo faccia, perché è uno di troppo buon senso)Ma, se lo facesse, è questo ciò che vuole la Sinistra ?!..Pensateci bene, sarebbe un gran bel disastro per l'Italia. E tanti se lo meriterebbero.

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 03/08/2013 - 22:21

Alla fine, non se ne capisce proprio niente. Il popolo italico si divide ancora una volta tra guelfi e ghibellini, pro e contro Berlusconi. I sinistri san solo ripetere il mantra che le decisioni della magistratura si rispettano, quasi come invocassero per quella casta un dogma di infallibilità, nessuno di questi si spreca a spiegare perché la decisione dei magistrati è corretta. Gli altri, per reazione, sostengono che non c'è nulla di vero ma secondo il codice italiano una persona è innocente fino a prova contraria, o no? Dove sono queste prove??? Non le ho trovate né sul corrierino né sulla repubblichella, possibile che viviate solo di palle? Alla fine la vera vittima è la verità. Ma chissenefrega, giusto? Per fas et nefas... C'è soltanto da sperare che questa solerzia ed efficienza i magistrati la dimostrino anche in altre circostanze, cominciando magari ad evitare di amnistiare arbitrariament pluriomicidi Kabobo. Comunque complimenti al giornalista per il coraggio dimostrato.

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 03/08/2013 - 22:22

@Nazario49: grazie per aver ricordato le origini di De Pasquale e Boccassini, si spiegano tante cose, altro che Berluconi mafioso...

mifra77

Sab, 03/08/2013 - 22:28

Uno "gnurante " è convinto che la sentenza sia stata condivisa da tutti i giudici della cassazione. Peccato che chi la ha letta non sapeva di cosa parlava; e basta riascoltare e riguardare il filmato in tutti i suoi aspetti più tragicomici e ci si accorge che la velocità impressa al procedimento e scaturita dal fatto che la cassazione ha solo avallato e promulgato quanto il tribunale di Milano gli aveva ordinato e probabilmente già scritto, onde evitare sorprese. Esposito senza neanche pensarci ha risposto con espressione garibaldina:"obbedisco!" Un processo che ha dato la sensazione di non essere stato processo ma una spettegolata di comari al mercato del pesce a Napoli. Comprando gli arbitri si riesce a vincere anche il campionato! La magistratura Italiana? che dio ce ne scansi e liberi! Nessuna fiducia!

Ritratto di topbrianza

topbrianza

Sab, 03/08/2013 - 22:58

Caro Silvio vendi tutto così vediamo cosa fanno questa banda di sfigati invidiosi !!!!! Andranno a lavorare tutti per lo stato..... .????????? Oppure a zappare i campi.......

puppet

Sab, 03/08/2013 - 23:20

Non ho capito esistono due stefano lorenzetto? Difatti l'autore dell'articolo - stefano lorenzetto - all'inizio afferma che il suo amico avvocato stefano lorenzetto cerca di dissuaderlo dallo scrivere il pezzo. attendo delucidazioni.

lo squalo

Sab, 03/08/2013 - 23:30

...era impossibile un'altro verdetto della cassazione...ma ve lo immaginate se lo assolvessero..quello che avrebbe scombussolato?? con i pm. di Milano ?,,dopo una vita di assalto..all'arma bianca????..non poteva che finire cosi...ma il Berlusca e' duro ad abbaterlo...vedrete..ne sentiremo e vedremo delle belle...

antonino faro

Sab, 03/08/2013 - 23:34

Se cio' che viene scritto corrisponde al vero, credo che la democrazia sia in grave pericolo. Ricordiamo che il Presidente della Repubblica, proprio per quella garanzia di equilibrio e responsabilita' che lui stesso inneggia, hai il dovere di verificare la neutralita' del Giudice Esposito e se il caso lo richiede intervenga energicamente proprio per dimostrare a tutti gli Italiani di essere al di sopra della parti e che Lui per primo dimostri la responsabilita' di adottare un provvedimento da Presidente di tutti gli Italiani, contro quello che e' la sua linea politica.

mallmfp

Sab, 03/08/2013 - 23:44

Bravo Lorenzetto ha fatto bene a scrivere questo fatto perche' e' proprio questo il terreno dove si muove chi e' a capo delle nostre istituzioni. Sono decine d'anni che questi analfabeti ignoranti senza cervello ci fanno vedere film inesistenti. Il problema e' che hanno talmente intorpidito le menti degli italiani che ora crediamo di piu ad una dichiarazione di un pentito di mafia che ad un suo o nostro grido di allarme. Gli italiani devono riconquistarsi la dignita per sentirsi partecipi di questo paese. Devono reagire e forse serve tirare fuori nuovamente i forconi.

Ritratto di martinitt

martinitt

Sab, 03/08/2013 - 23:47

Da anni è difficile a credere a questa Giustizia politicizzata che colpisce solo l'altra parte politica a volte ingiustamente.

gimuma

Sab, 03/08/2013 - 23:48

E il Napolitano ciancia di rispetto della magistratura?Ma mi faccia il piacere...visto come e' l'andazzo il rispetto non glielo porto nemmeno a lui,perche' dal succitato e suoi sodali sinistronzi di stronzate ne abbiamo sentite abbastanza e ne abbiamo piene le cosiddete ...palle!Condannare il berlusca senza prove certe basandosi solamente "sul non poteva non sapere" e' veramente un obbrobrio che fa montare il sangue alla testa.Il rispetto caro Napolitano,bisogna guagagnarselo ha capito?Ma cosa ci si puo' aspettare di chi raggiunge cosi' alti scranni non per merito ma per anzianita'...;un vero schifo!Da vergognarsi d'appartenere a un simile Paese!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 04/08/2013 - 00:08

Coloro che ritengono Berlusconi colpevole perché è stato condannato da una banda di magistrati disonesti sono ancor più disonesti di loro. ANZI NON SONO DEI DISONESTI. SONO PEGGIO. SONO DEI MISERABILI CHE NON SANNO COSA SIA LA DEMOCRAZIA. MERITEREBBERO UN HITLER O UNO STALIN CHE LI TRATTI DA MASOCHISTI QUAL'E' LA LORO NATURA.

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Dom, 04/08/2013 - 00:10

La peggiore forma di corruzione è quella ideologica!!!

@ollel63

Dom, 04/08/2013 - 01:14

questo sgiudice ha proprio rotto le uova! Ora basta. Sia cacciato e interdetto. Ha sempre sparlato di Berlusconi e del centrodestra : è indegno, e i suoi giudizi non valgono un'h minuscola. Venga annullata la sentenza illeggittima. Le conseguenze di questa sono gravissime.

malinconico

Dom, 04/08/2013 - 02:03

"ESPOSITO": UN NOME UNA GARANZIA: GIUSTIZIA TERRONIZZATA! (SONO TUTTI TERRONI; MA COME E' POSSIBILE?) ANCHE LA ROSSA DI CAPELLI E CONVINZIONI POLITICHE CHE CI HA FATTO DUE PALLE COSI'CON RUBI PROVIENE DA NAPOLI.

Amelia Tersigni

Dom, 04/08/2013 - 02:46

Non sempre una condanna è un disonore, a volte può essere una medaglia al valore. Infatti la Storia insegna che tutti gli eroi nazionali sono passati attraverso condanne con pene detentive per accuse cervellotiche !!. E' che noi Italiani crediamo di vivere in una nazione democratica e libera. Ma non è vero!. Prendiamo la Giustizia!. E' l'Istituzione più sanzionata dall'Europa Unita. E una ragione ci sarà !!!

Ritratto di LoZioTazio

LoZioTazio

Dom, 04/08/2013 - 03:25

C' é da aver paura di magistrati cosí! E pensare che Roma é considerata la patria del Diritto, e che il Diritto Romano é alla base della giurisprudenza di non so quanti paesi. Ma dove siamo finiti?

sorciverdi

Dom, 04/08/2013 - 05:21

Ecco la casta degli onnipotenti che non sono soggetti ad alcuna Legge e neppure ad alcun controllo, salvo quello del CSM che è tutta "roba loro". Sono questi che decidono come "indirizzare" il Paese in perfetto stile stalinista e non certo il "popolo sovrano" che, come diceva il Marchese del Grillo "non è padrone d'un cazzo". Sono quelle le piccole persone che mandano il Paese alla rovina: ce ne ricorderemo.

franco@Trier -DE

Dom, 04/08/2013 - 06:31

giudice con le palle

Efesto

Dom, 04/08/2013 - 06:50

A tutti quelli che ipocritamente declamano "Le sentenze si rispettano!". Le sentenze si subiscono e ciascuno nella propria coscienza ne verificherà il valore. In democrazia siamo liberi, liberi di verificare, criticare, discutere, ed anche disprezzare quanto un funzionario di Stato, solo perchè vincitore di concorso, scrive su un foglio di carta chiamato sentenza. Il concorso in magistratura non altera l'equilibrio di intelligenza, equità, e riservatezza degli uomini. Altera spesso il loro modo di agire.

Ritratto di Red64

Red64

Dom, 04/08/2013 - 07:02

Ci sono pirati della strada che vengono lasciati liberi immediatamente altri processi per cose molto piu gravi che per lunghezza dei tempi del nostro sistema di giustizia decadono qui dopo vent'anni ottengono quel che sempre hanno voluto e cioè condannare Berlusconi,per l'opposizione o magistratura l'obiettivo (come se il male dell'Italia fosse lui) era ed è stato solo questo. Bene missione compiuta...è adesso ? Ci saranno più posti di lavoro,all'estero verremo considerati come una nazione seria,le impresa riapriranno,le pensioni ridicole a chi ha lavorato cinquant'anni lieviteranno .....al parlamento non andranno più a dormire e non giocheranno nemmeno alla camera del senato con iPad ......insomma mi devo sentire più sollevato?fatemi capire? Chi sbaglia paga ed giusto ma la legge dovrebbe essere uguale per tutti e personalmente da italiano non mi sento certo tutelato da questo ridicolo sistema giudiziario pronto a lavorare anche a ferragosto pur di mettere in galera un uomo esclusivamente per una questione politica ma di andare con tempi lunghi ed irrispettosi in altri ben più gravi per stupri,pirati della strada........giudici guardate anche al quotidiano che il male fidatevi non lo avete sconfitto.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 04/08/2013 - 07:31

.....e ci sono ancora quelli che credono che l'Italia è un paese democratico....siamo circondati dalle spie sinistre,siamo giudicati da giudici pieni d'odio e d'invidia....ma resisteremo

cicero08

Dom, 04/08/2013 - 07:46

Per essere informato poteva ben esserlo il giudice Wsposito perchè il figlio è stato al centro dell'attenzione per le sue frequentazioni con un'avvenente ex consigliere regionale lombardo. In ogni caso queste notizie dovevano essere tirate fuori prima perchè potevano condurre il giudice all'astensione o anche alla ricusazione e forse l'ex cav. ora sarebbe ancora in sella.

gianfruga

Dom, 04/08/2013 - 07:52

Che c’è da stupirsi, niente di nuovo sotto il sole, in mancanza di argomenti di una qualche reale consistenza si inizia col fango: a questo punto non essendo più sostenibile la tesi del complotto pluto-guidaico-massonico (togliamo magari il massonico: se non sbaglio, la vittima, innocente per definizione, era iscritto alla P2) con regia della Procura di Milano – le sentenza vengono emesse dai giudici, non dai pubblici ministeri – allora si attacca il giudice, riferendo episodi tanto suggestivi quanto indimostrabili. Ma qualcuno, per mera onestà intellettuale, potrebbe spiegare che il collegio della Corte della Cassazione è composto da cinque magistrati (così come quella della Corte d’Appello da tre, e quello del tribunale da altri tre, e così arriviamo in totale a undici), ciascuno dei quali ha il medesimo potere di ciascuno degli altri quanto a formazione della decisione, che viene adottata a maggioranza e senza che al presidente sia attribuito alcuno particolare potere rispetto agli altri? Che non c’è un capo che comanda e un gregge che gli va dietro, categoria questa cara a molti, con la quale hanno familiarità e per questo forse esportano ad altri contesti? O forse si vuole ipotizzare che i giudici – esseri mentalmente disturbati, con turbe psichiche, e antropologicamente diversi dalla razza umana secondo l’equilibrata definizione di un grande statista - siano marionette nelle mani del presidente del collegio? Operazione verità per operazione verità, il “coraggioso” articolista penso avrebbe fatto bene ad evidenziare anche questo.

CARLINOB

Dom, 04/08/2013 - 08:02

Lorenzetto : se tu ppotessi dire la verità diresti come è evidente ad ogni cittadini normale , diresti che Berlusconi si è infangato sempre da solo e parecchio. Chissà che fatica ti costa questa simulazione , queste frottole !!

marco lambiase

Dom, 04/08/2013 - 08:22

Qualcuno mi può aiutare? Chi sono le due deputate? Chi ha vinto?

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 04/08/2013 - 08:26

Egregio dott. Lorenzetto, che cose simili, oggi, accadano, specialmente fra gli ex sessantottini mentali, organicamente inseriti fra i beneficiati di quello che definiscono l'orrido sistema capitalista, non mi meraviglia. Bei tempi quando, andando a studiare a casa di un amico, il padre, presidente di corte d'assise in una importante città del centro Italia, socialista di vecchia data e tradizione, alle domande sul suo lavoro rispondeva con un sorriso, smorzato, ed un laconico buon giorno, prima di eclissarsi nel suo studio nel quale aveva accesso solo la colf, ed in sua presenza. Mi pongo una domanda: perché non ha ritenuto utile rivelare quanto scrive sopra ai legali di Berlusconi perchè facessero istanza di ricusazione di un giudice così "partigiano" ?

ric42

Dom, 04/08/2013 - 08:39

Sarebbe stato interessante in quella camera di "consiglio" ci fossero stati dei microfoni aperti per registrare l'imparzialità del giudizio e fosse poi diramata pubblicamente

pansave

Dom, 04/08/2013 - 09:12

Le coraggiose specifiche comprovate, rinsaldano la vergognosa situazione della magistratura italiana, da tempo notata dal mercato, dai capi di stato internazionali, dal presidente Napolitano ed ovviamente da tutti gli italiani non ipocriti. Sarà compito di un saggio nuovo governo rimettere le cose a posto e riguadagnare stima internazionale ed onore.

marco lambiase

Dom, 04/08/2013 - 09:34

Molti si chiedono, perchè non ha rivelato prima queste notizie sul giudice? Così ha fatto un danno al condannato. Perchè??????? Mah......

Amedeo Nazzari

Dom, 04/08/2013 - 11:08

insomma o e' perche sono toghe rosse oppure sono toghe antipatiche oppure sono toghe togate. la morale e' che quando una sentenza vi e' invisa non lesinate boiate! perche non andate a guardare come si comportano i giornalisti di sinistra per Del Turco o altri come penati? no voi avete il duce e il duce non si puo toccare. ma non e' cosi. il duce si tocca.

mifra77

Dom, 04/08/2013 - 11:14

Gianfruga, e se anziché guardare alla magistratura come ad una casta pensante, la vedessimo come una cosca obbediente? Io opto per la seconda ipotesi e per questo penso ad undici personaggi obbedienti ed ossequiosi.

killkoms

Dom, 04/08/2013 - 15:16

@efesto,è un'ipocrisia poichè non si può fare altro,a meno che uno non si metta contro la legge!bisognerebbe andare a rispolverrarsi i commenti dei sinistri alla condanna di sofri ed altri compagni!per non parlare di chi voleva l'amnistia per gli anni di piombo!

Ritratto di limick

limick

Dom, 04/08/2013 - 16:38

Amedeo Nazzari Dom, 04/08/2013 - 11:08 Ci mancava solo la rispolveratina al duce.. ma siete proprio malati?? A Roma protestano contro un inceneritore e per voi beduini sono fascisti!! E voi che cavolo siete quando coi vostri fancazzisti sociali mettete ferro e fuoco le citta' o fate i commandos contro la TAV?? Altroche' sveglia Napolitano, a svegliarsi dovrebbero partire da Lei. A confronto Napolitano e' una lince.

Walternativo

Dom, 04/08/2013 - 17:16

Questo è il commento più difficile che mi sia capitato di scrivere in quattro anni di iscrizione al sito, ma la mia coscienza dice: DEVI! Quindi, anche volendo credere ciecamente (ma non si capisce per quale ragione) alle parole di un dipendente di famiglia sulla testata di famiglia, mi sa che sarà molto difficile trovare in italia un magistrato, per non dire un essere umano, che non abbia "forte antipatia" per B. e non lo ritenga un genio del male soprattutto se conosce le sue carte processuali e il diritto. Aggiungendo che ovviamente ogni magistrato ha le proprie opinioni personali sui personaggi pubblici, non si capisce proprio dove voglia andare a parare questo articolo.

Ritratto di AlessandroCasoni

AlessandroCasoni

Dom, 04/08/2013 - 18:12

Il fatto è che un giudice deve essere indipendente ed imparziale. Non lo si può certo privare delle sue intime convinzioni. Ma quando le esterna, non appare più autonomo. Se certi fatti raccontati dal dr. Lorenzetto fossero veri, il dr. Esposito dovrebbe spiegare perché mai non ha rinunciato a giudicare il Presidente Berlusconi. Se in Italia certe vicende sono da considerarsi normali e ricorrenti, non mi stupirei se un monito severo giungesse a breve dall'ONU. Addirittura con seguito del Presidente in carica degli Stati Uniti d'America, a difesa della Libertà.

Vfor

Dom, 04/08/2013 - 18:46

In Italia esiste il giornalismo degli scoop, e quello del dossieraggio. Questo articolo è il tipico esempio di raccolta informazioni per interessi privati da esibire al momento giusto; dove i tempi di conservazione delle notizie variano a seconda di chi si vuole sputtanare. Lo scoop, invece, ha tempi brevissimi, solitamente entro le 24 ore, il tempo necessario per mandare in stampa il giornale. Quindi, perché aspettare così tanto tempo? Per paura di rovinarsi la reputazione o, solo perché era ancora inutile parlarne? Naturalmente, questo vale per tutto il giornalismo italiano, di destra o di sinistra, rosso o blu, ecc. Battuta: ma perché il giornalismo "ambidestro" abita solo all'estero? Mi sono sempre chiesto perché il giornalismo italiano non abbia mai vinto un premio internazionale; uno di quelli che inorgogliscono i lettori e che danno dignità al settore. Parlo di premi internazionali solo perché questi sono al di sopra delle parti rispetto i "partecipanti" italiani. Certamente, anche all'estero esistono i premi taroccati; proprio come qui in Italia, dove chi partecipa, sa già di ricevere un premio. Infatti, nelle giurie dei premi giornalistici ci stanno alcuni direttori di giornali che premiano i partecipanti al concorso che, guarda caso, sono dipendenti dei direttori giudici. Io, direttore "X", premio il giornalista del direttore "y", e il direttore "Y" fa l'esatto contrario. Io non so quanto valgano le "medaglie di Muttley", ricercate solo per scopo, e non per fama. E, mi chiedo perché non venga rispettato il cosiddetto codice deontologico che fa capo al giornalismo italiano... Ma, come disse una giornalista italiana, "con le donnine nude, ci si paga lo stipendio".

Ritratto di limick

limick

Dom, 04/08/2013 - 20:10

Walternativo Dom, 04/08/2013 - 17:16 Certo e' ovvio che un giudice sputtani un imputato su cui deve emettere sentenza, dalle vostre parti e' assolutamente NORMALE. Alternativo al buon senso? :)

il consumatore

Dom, 04/08/2013 - 20:45

E questo sarebbe un giudice di cui dobbiamo avere fidarci?

pzaghis@tecnoma...

Lun, 05/08/2013 - 16:16

se quello riportato dal giornalista nei confronti del giudice Esposito è vero, cosa si aspetta a fargli un esposto urgente per impugnare la causa con invalida da vizi a favore di Berlusconi?

pzaghis@tecnoma...

Lun, 05/08/2013 - 16:19

se è tutto vero, cosa si aspetta ad invalidare il giudizio ?

michele lascaro

Lun, 05/08/2013 - 18:25

Stefano Lorenzetto è un giornalista molto serio. Non avrebbe mai fatto queste dichiarazioni se non avesse avuto la certezza dei fatti.

foscy

Lun, 05/08/2013 - 19:09

un augurio alle persone che non hanno il "paraocchi": di godere ottima salute e non aver MAI a che fare con la giustizia...meglio un cattivo accordo che una sentenza con questa giustizia.

godot_mi

Mar, 06/08/2013 - 12:42

Credo che tra un pregiudicato e un giudice non ci sia dubbio alcuno sulla parte da tenere....

paomoto

Mar, 06/08/2013 - 14:39

Caro Lorenzetto, grazie per il suo articolo frutto di gran coraggio considerato il Potere (reale) che lei ha messo in discussione. Ai poveri mentecatti che la insultano manca il concetto di terzietà (del giudice e di qualsiasi altra espressione rispetto alla propria). Il mal di fegato per le sconfitte ridicole accumulate in questi anni non lo consente loro. Ne abbia solo un pò di pena (per loro) e non si curi degli stessi.

Giangi2

Mar, 06/08/2013 - 19:46

Tranquilli, la sentenza non viene messa in discussione solo perche un giudice non è stato proprio professionale e neanche imparziale. Non è' una dote richiesta.

simsim

Mar, 06/08/2013 - 19:56

Ma cosa infangava? Ma cosa ha mai detto?

gurgone giuseppe

Mar, 06/08/2013 - 20:55

Aspetto ordinario, occhi puntuti, bocca sensuale lubrica... Non vorrei tirar fuori Lombroso, ma se pe disgrazia dovessi trovarmi al suo cospetto avrei paura.

herbavoliox

Mar, 06/08/2013 - 21:21

Un'altra cariatide che ha preso la laurea con "scuola radio elettra". Questa genta non conosce il significato di deontologia e noi dovremmo fidarci? Ma andate a quel paese e soprattutto pagate quando sbagliate|!

Antonio Accento

Dom, 11/08/2013 - 12:47

Io nel TESTO dell'intervista su "Il Mattino" non ho trovato nessuna "anticipazione" circa i motivi della condanna: l'ho trovata, invece, nel TITOLO dell'intervista, e quindi il titolo mette in bocca ad Esposito cose che dalle sue dichiarazioni non si evincono, cose che Esposito non ha dette. Quanto alla cena del 2009, non so e poco m'interessa sapere, per i motivi che spiegherò. Se di fronte ad una Corte di Giustizia ci si difende col gossip, lascio valutare a qualsiasi persona serena quale sia la solidità degli argomenti. Ma comunque e a prescindere, la Marchi AVEVA o NON aveva truffato mezza Italia, carpendo la buona fede di migliaia di imbecilli, riducendo in miseria migliaia di famiglie e diventando miliardaria a spese di poveri ingenui? E Berlusconi HA o NON HA commesso qualche trentina di reati svariatissimi e gravissimi, incluso quello che or ora giudicato in Cassazione, inclusi quelli sui quali si è "depenalizzato" o si è abbreviati i termini di prescrizione in tempo utile, inclusi quelli per i quali è ancora in attesa del giudizio definitivo? Inclusi quelli che le "famigerate" intercettazioni provano DI FATTO e MORALMENTE anche se non sono utilizzabili DI DIRITTO e LEGALMENTE? E a Strasburgo cosa dovrebbero fare? Assolvere quell'angioletto di Berlusconi solo perché I FATTI SONO STATI COMMESSI ma qualcuno li ha dati per certi prima del responso ufficiale? La sostanza è sostanza, la forma è forma, il fumo è fumo e la macchina del fango è semplicemente FANGO. Una specialità della ditta.