La sinistra campa (e crepa) di antipatie

Non emerge una voce eretica, irriverente, aperta a dialogare con chi la pensa diversamente e a rimettere in discussione i nuovi tabù

La sinistra torna sotto l'ipnosi dell'antiberlusconismo. Ma è possibile che non ci sia più nessuno a sinistra col coraggio di dire che il vero nemico da battere è lo strapotere finanziario che inchioda i popoli agli assetti contabili, ai derivati tossici e al feticcio del Debito Sovrano? È possibile che nessuno a sinistra denunci l'ingiustizia sociale, l'alienazione di massa, la speculazione e lo sfruttamento? Un tempo c'erano i Pasolini, gli Sciascia, i Colaianni, i Volponi.

Più di recente Barcellona, Cassano, Marramao, Tronti, Losurdo. Che fine hanno fatto i loro pensieri, in che circuiti clandestini sono finiti? E Cacciari usato dai media solo nel ruolo di bisbetico? O Canfora neutralizzato nell'antichità? Sul piano giornalistico dove sono finiti spiriti liberi come Piero Sansonetti, perché non si legge mai nessuno che superi il fighettismo e critichi lo stucchevole rococò del conformismo radical, dove i temi, oltre l'antiberlù, sono le fobie gay, sessiste, razziste, il rancido antifascismo, il bigottismo progressista e il suo lessico ipocrita? C'è voluto De Gregori per dire qualcosa...

Non emerge una voce eretica, irriverente, aperta a dialogare con chi la pensa diversamente e a rimettere in discussione i nuovi tabù. Mai una critica agli euro-tecnocrati, mai una critica ai poteri mondiali che mortificano i popoli, le democrazie, gli interessi generali. Poi vi chiedete perché s'attaccano ai giudici, ai giornali-partito, al Papa. La sinistra campa e crepa di antipatie. In galera Berlù e poi il deserto.

Commenti

Ghinotto di Tacco

Dom, 04/08/2013 - 15:40

per quanto mi riguarda, basta fare accademia. la situazione che si è venuta a delineare presenta una gravità drammatica. la politica in Italia deve iniziare la fase di "ammaraggio", tornare sulla terra e prendersi le stesse responsabilità che ricadono su ogni persona preposta a un'attività professionale. le stesse responsabilità del "buon padre di famiglia": deve tagliare gli sprechi e i costi sia della politica, sia delle pubbliche amministrazioni. Basta sfruttare la base delle persone oneste, non possiamo essere noi, o solo noi, a riordinare i bilanci dello stato. deve riprendere con onestà e senso del dovere la sovranità che compete a una nazione libera, riequilibrare i poteri delle lobby (politiche ed economiche), degli ordini professionali e applicare la legge con giustizia ed equità. Berlusconi è colpevole? certamente; deve pagare? certo. ma vi prego non subiamo - di nuovo - "bovinamente" quello che accadde con mani pulite, ma chi ci crede che il PD, ex PDS, EX PCI sia al disopra di ogni sospetto? da Greganti a Gardini, le cooperative rosse, i finanziamenti del KGB, la tenera amicizia tra Togliatti e Stalin, e l'elenco è abbreviato per non mandare in crash il server del giornale. Forse dobbiamo riscoprici Italiani piuttosto che identificarci attraverso gli schieramenti politici.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 04/08/2013 - 15:45

E' il terrore di esporsi, di cadere in disgrazia a loro volta, una specie deforme di conformismo e di manierismo che impedisce ai pensatori di pensare e di esprimersi su ciò che pensano davvero. Non posso immaginare che sfuggano a tutti e del tutto le mossette osculettanti ed i gorgheggi tonsillari che contraddstinguono, ormai, un manierismo che sa di stantio. La cacciagione è appesa a frollare, pensano tutti e non una voce si leva nel verso contrario di folate di vento scambiate per un vento di rinnovamento. Nessuno osa giocarsi il ruolo, il filone d' oro targato Berlusconi. La posta in gioco è la loro credibilità massmediale e magari qualche premiante aspettativa al sapore di potere. Chi può, si defila, parte per il mare, ci ha i motivi di famiglia e troppo poco tempo da dedicare a quella emozione che si chiama coraggio, blandita, assopita più dall' intruppamento nel coro che dalla calura. Popolo di mariuoli: sottrarre dalle menti e è come borseggiare portamonete. E lo sanno. Ma non ce la fanno. Si proclamano alunni di Montanelli (che non può smentire) ma sono solo gestori dell' eros nell' orolaringo a 18 karati.

un saluto romano

Dom, 04/08/2013 - 16:19

analisi perfetta da parte dei Sig.ri Ghinotto di Tacco e Michele Lamacchia. Manca una sola cosa di dire Se questi sono quelli che ci potrebbero governare in futuro beh! Povera Italia!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 04/08/2013 - 16:43

Coraggioso Veneziani! Finalmente si parla di cose serie,ma il tema di oggi è di quelli per cui 'chi tocca i fili muore'.

@ollel63

Dom, 04/08/2013 - 16:53

Anche il grido di Veneziani, come quello di Sallusti è il grido di tutti gli Italiani. Lasciate perdere il solito sinistron-pluriregistrato per far numero, il solito stron-quotidiano che kaka sulle pagine del giornale, egli può solo kakare, l'Italia è ancora un paese libero, la kaka di costui nonproduce che fetore, ma vola via in un attimo povero sinistron. Ma attenti al napolitano, vien da quella parrocchia non vi fidate!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/08/2013 - 17:32

Bravissima Euterpe. E non solo, perché chi tocca i fili muore, anche perché, l'attuale, è il vero banco di prova delle qualità inventive di chicchessia. Oltre ad essere l'evidentissima prova, come dicono Veneziani, Ferrara, che il valore di quanti 'hanno la poltrona', è stato tutto nel sanguisuggere Silvio Berlusconi. In un modo o nell'altro. Sempre parafrasando lo 'stupore' di Stockhausen, davanti a 'certi scenari impossibili, della Storia', - questa sentenza della Cassazione è ''' un'opera d'arte '''. Ha 'sbancato' la credibilità nella Giustizia. Ha sbancato la Democrazia. Ha sbancato il Governo dello Stato Italiano, sine die. Ha disarmato l'intelligenza generale di quanti non ne sono stati direttamente colpiti. Sulla piazza rimangono, quello con l'orecchino, urlato quale pederasta dal leghista in Parlamento, e il furioso mangiafuoco da baraccone nei panni di pifferaio che si tira dietro un fiume di sciamannati. Con buona pace del paludato Esposito dalla voce tremula, e del suo tricheco sancho panza, occupatissimo a muovere la testa come il suo somaro. Questi fanno la Storia. Autonomi e inviolabili. Ed il coro degli imbecilli a dire : - Le sentenze non si discutono. Le condanne si applicano e si devono eseguire. -

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 04/08/2013 - 17:56

C' è, per chi sa prenderne atto, qualcosa di molto più concreto, forte, stringente della conclusione di una vicenda giudiziaria che, per certi suoi aspetti e peculiarità riservatele, si è distinta così tanto da ogni altra da ingenerare un diffusissimo senso di disorientamento, di incertezze. E' il senso della concretezza, quella minimale che l 'uomo della strada è abituato a seguire spintovi dalla ragionevolezza, irrinunciabile a pelle, prioritaria. Mai, come in alcuni processi particolari, si riporta, con vero sgomento condiviso, la sgradevole sensazione che giustizia non sia stata fatta e che le conclusioni sono il risultato meccanicistico di un impianto ad hoc. In questi casi, ancora pochi per fortuna di chi non ci è ancora passato, l'aspetto bulgaro-sovietico svilisce il sentimento di giustizia processuale e irrobustisce l'idea che, per cercare davvero e onestamente la verità, occorre cambiare i percorsi obbligati, lasciare le piste battute schematizzate dai teoremi perseguiti. Da qui è nato, è cresciuto il bisogno di una giustizia nuova che abbia più a cuore la realtà di quanto oggi ancora si veneri lo spaventoso Molok sacrificale gestito dal libero convincimento dei suoi gestori. Eppure, si oppongono motivi per non volerlo. Cui prodest?

Sauly

Dom, 04/08/2013 - 19:10

Ho sempre guardato a Marcello Veneziani con simpatia. Vederlo da ormai troppo tempo buttare alle ortiche il proprio talento giornalistico per un tozzo di pane (pur se farcito con le olive) mette tristezza. Ma che bisogno, c'era mi domando, di sallustizzarsi in questo modo? Ne valeva la pena? Evidentemente sì. Ed io non l'avevo capito. Che stupido sono stato.

Agev

Dom, 04/08/2013 - 19:10

Solo l'unità nel Uomo(come singolo) del Uomo ( come gruppo ... mondo ... terra) saprà tradurre in realtà le reali leggi naturali e cosmiche che lo governano ed alle quali appartiene . Noi siamo Uno che è due ma , che è Uno ... Così funziona l' universo e noi . Per prima cosa dobbiamo divenire ed essere un Unità pensante/vivente di mente/corpo/spirito o vita . Come seconda cosa dobbiamo evolverci ... essere e divenire un Unicità/pensante di mente/corpo/vita ... come gruppo ... come mondo ... come terra . Questo non significa che all'interno del gruppo ... mondo ... terra non vivano le differenze e le diversità ( siamo tutti diversi ... pero simili ) ... devono però essere amalgamate in un pensiero/azione comune dove la funzione che le lega deve essere una funzione potente/armoniosa che affermi la vita vivente ... la ricchezza ( materiale/spirituale) ... la gioia e la bellezza ... che diviene potenza/potere e governo ... e non come vediamo e come è stato fino ad oggi ... funzione mistico/ideologica ... che afferma e crea solo ... schiavitù di menti/corpi/vita .. e sa solo creare miseria su miseria materiale/spirituale . Chi è libero o divenuto libero ... è un essere che cammina con passo libero sulla terra ( oggi ancora con qualche difficoltà ma diverrà sempre più possibile ) o nell' universo . I cosiddetti intellettuali di sinistra/sinistri ... schiavi come sono del loro pensare/essere/ideologizzato e di idealità ... figli abortivi della mistificazione/distorsione del cristianesimo ... della cosiddetta etica/morale cristiana ... possono solo creare mondi/realtà di miseria su ulteriore miseria . Nuovi/vecchi sacerdoti ... nuove/vecchie chiese ... tutte le chiese .. sono destinate a scomparire dalla faccia della terra .. sono solo effetti ( personalmente li chiamo gli effetti abortivi della loro impotenza/impossibilità ) ... perché ciò che è vive già il e nel mondo ... presto lo Governerà . Occorre un pensiero/azione/potente .. Al di Là ... del pensiero mistici/sacerdotale/ideologico .. che unisca ... menti/corpi/vita ... e che faccia superare agli Italiani le proprie infingargini morali/mistico/ideologiche ... per poter creare nuove ricchezza e nuovi e più vivi mondi/realtà . Noi Uomini/Donne ... Esseri nati o divenuti liberi ... Siamo quelli della legge del Uno . Nella nostra vibrazione o densità , le polarità sono armonizzate , le complessità semplificate i paradossi hanno una soluzione . Noi siamo Uno . Questa la nostra natura e scopo . Coloro che vibrano della legge della luce cercano la legge del Uno . Coloro che vibrano della legge del Uno cercano la legge dell' infinito . Non siamo in grado di dire ci sia ci sia dietro la dissoluzione del IO unificato con tutto ciò che esiste , poiché siamo ancora alla ricerca di divenire tutto ciò che esiste e siamo ancora ... Noi . Cosi il nostro cammino/evoluzione procede . Signori miei ... guardiamoci negli occhi ... e guardiamo la realtà in faccia per quello che è . Chi ha voluto questa Europa nata barbarica e rapinatrice . Esseri mistico/sacerdotali/ideologizzati ... chi appoggia questa Europa e questo governo ... La chiesa cattolica con le dichiarazioni becere dei suoi alti prelati ... e le chiese del socialismo reale ... il peggio del peggio . Cosa vogliono e promettono questi esseri nati schiavi ... salvezza ... sofferenza .. rapina a mano armata ... esproprio proletario ...inutili tasse su tasse... tutta una pura idiozia e delirio di impotenza ... per eternizzare se stessi . Noi Uomini nati o divenuti liberi ( Silvio Berlusconi ... signore ma non ancora principe ... nato o divenuto libero ... sta pagando in prima persona per questo ) cosa vogliamo ... esattamente l' opposto di questa ottusa casta sacerdotale ... che ha nelle viscere solo odio per la vita e questo meraviglioso mondo ( il tutto molto ben concettualizzato/strutturato e razionalizzato ) ... vogliamo e desideriamo un mondo/realtà di piacere ...di ricchezza materiale/spirituale ... di vita vivente ... di Joko che diventa conoscenza ... di unità dell'amore ... di lavoro che crea ricchezza ... di gioia e bellezza che diventi potenza/potere e governo . IL nuovo/vecchio Rinascimento . Gaetano

chiara2012

Dom, 04/08/2013 - 19:30

veneziani,lei,tu, come ti pare,hai sempre avuto la fissa del dialogo(!)con i sinistri.da trenta anni o quanti?basta,lascia perdere,non ci sono possibilità,esercita le tue capacità e qualità logiche,intelletive,professionali eccecc,altrove.facci sto piacere.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 04/08/2013 - 21:27

Altro de profundis. Sembra che lo abbiano davvero capito tutti. In galera berlu e poi il deserto. Confessione spontanea. Insomma ce n'è uno solo, caduto in disgrazia per i suoi errori

rino biricchino

Dom, 04/08/2013 - 23:35

Il fatto è che la destra ha nostalgia di una vera sinistra, ne sente la mancanza, non ne può fare a meno...un po come i tifosi della lazio rispetto la Roma.

pinux3

Dom, 04/08/2013 - 23:47

@chiara2012...Diciamo che uno che "cerca il dialogo con la sinistra" non dovrebbe scrivere su un giornale i cui lettori Marramao, Tronti, Canfora...manco sanno chi siano...

sorciverdi

Lun, 05/08/2013 - 08:27

L'Italia è una repubblica fondata sull'ipocrisia. Questa è la causa mentre il resto solo effetti. Ottimo come sempre il suo articolo, Veneziani, ma stia pur certo che a sinistra non ci sarò mai nessuno in grado di scriverne uno speculare ma basato sugli stessi concetti.

gi.lit

Lun, 05/08/2013 - 09:13

Per questa sinistra, sempre di stampo comunista, non ci sono avversari ma nemici da demonizzare e da distruggere. Per quanto riguarda Berlusconi poi non sono soltanto feroci ma anche idioti se si considera semplicemente che il Cav, con la sua inettitudine nel governare il Paese, ha fatto, sia pure involontariamente, il loro gioco. Poco o nulla contro l'immigrazione, niente riforme urgenti, niente tentativi di riforma costituzionale, nulla contro le idiozie della Ue, nulla per mettere in discussione l'euro e meno che mai quella follia chiamata Schengen, eccetera, eccetera. In quanto al Pdl non ha certo brillato nel confutare le menzogne e la disinformazione di stampo sinistro. E i risultati sono ben noti: milioni di voti andati perduti. Pertanto, specie il Pd dovrebbe essere davvero grato a Berlusconi. E invece..

gaspare_pannunzio

Lun, 05/08/2013 - 10:11

Berlusconi non e' "il vero nemico da battere"... e' solo un criminale comune!

tanax

Lun, 05/08/2013 - 11:01

Dopo che veneziani ha contribuito (insieme a propagandisti prezzolati) all'ipnosi degli italiani da parte di berlusqoni,pretende pure di dettare l'agenda delle battaglie. Mi permetto di ricordare, dove era quando brunetta insultava i precari? quando marchionne(ormai più finanziere che costruttore) si comportava come un padrone del vapore di fine 800? e per giunta sostenuto dal suo(di veneziani)amato padrone berlusconi. Non fanno parte forse dell'alienazione e sfruttamento??? Faccia il piacere veneziani..........gli italiani che conoscono la storia(mica i lettori di questo giornale) sanno che il fascismo agli inizi si è presentato come antiborghese, contadino e operaista..............poi le squadracce hanno cominciato ad assalire le case del popolo.Perciò passi subito alle squadracce.. e lasci le finzioni antifinanziarie e antiborghesi........la conosciamo mascherina.

Agev

Lun, 05/08/2013 - 12:02

A gaspare_pannunzio ... infatti " il vero nemico da abbattere " ... uso le tue parole ... personalmente avrei scelto - sciogliere - è in Lei . Gaetano

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 05/08/2013 - 12:46

@ tanax- Se va avanti con lo sguardo e giunge al presente,dovrà constatare che anche il Pd,per fermarci all'ultima delle numerose ,false metamorfosi,si presenta con vocazione eminentemente operaista e antiborghese,ma è approdato sui pascoli finanziari di MPS,e trascuriamo tutto il resto,facilmente intuibile.Rifletta anche sulla personalità di colui che detiene la tessera n° 1 de Pd,le cui vicende lascio commentare a lei che ,a differenza di noi ignoranti,conosce la storia,spero anche quella dei nostri giorni,poiché è indubbio che lei sa elevarsi al di sopra della cronaca.

WoodstockSon

Lun, 05/08/2013 - 13:38

Mi fai tenerezza, Marcello, nessuna voce si leva dalla sinistra, perchè non hanno nulla da dire, non hanno più pensiero, non hanno più idee, il loro sbaglio è stato contribuire a cancellare Woodstock ed eroinizzare i suoi giovani, li vedevano come nemici quei giovani ribelli invece erano le nuove idee nascenti. Tutti morti con la complicità della sinistra. Che essa fosse amante dell'idea di Morte lo si è visto con Moro e Craxi. E lasciamo perdere i filosofi e i poeti, già Freud li bolla come inetti. Pasolini solo un depravato che irretiva i fanciulli, poi tiri in ballo DeGregori, ma ti ricordo che in "Pablo è vivo" il Francesco dopo anni che cantava " con lui il fumo lo dividevo" l'ha cambiato in "con lui il pane lo dividevo" significativo di un ripudio di Woodstock in nome di una solidarietà pelosa di cui ormai da secoli sia Darwin che Freud che Lorenz individuano la soluzione nel controllo demografico, da attuare in primis nel terzo mondo. Vien da piangere quando elementi che ben han conosciuto Woodstock come D'Alema Clinton e Obama dichiarano che si, han fumato uno spinello da giovani ma che ormai si son ravveduti, dei voltagabbana inconsapevoli complici del Sistema che alleato alle Mafie ha creato l'Olocausto Bianco degli anni 70 e 80. E questi dovrebbero essere i nuovi pensatori della sinistra? Certo che sono vuoti, sono servi del Potere e hanno l'anima di traditori, si è spenta con lo sterminio dei giovani di Woodstock la fiamma che alimentava l'idea nuova, questa sinistra attuale esprime solo escrementi colmi di parassiti. In fondo se la sono cercata. Spero che prima o poi DeGregori rinsavisca e ne canti la fine.

Silvio B Parodi

Lun, 05/08/2013 - 16:54

già!!

Ghinotto di Tacco

Lun, 05/08/2013 - 17:17

io non conosco la storia - secondo il sillogismo apodittico tanaxiano: i lettori del giornale non conoscono la storia, Ghinotto legge il giornale, Ghinotto non conosce la storia – ma ritengo che certi fondamentalisti, di destra e di sinistra, si siano macchiati di intelligenza con il nemico, abbiano tradito sfacciatamente idee e ideali, lasciando gli accoliti a scannarsi tra loro. stringiamci a coorte l’Italia chiamò! la classe dirigente italiana non merita ulteriori dilazioni. Ci siamo dimenticati di fare gli Italiani… dovremmo rimediare.

idleproc

Lun, 05/08/2013 - 17:57

Questa non è "sinistra". Figuriamoci se sono "comunisti" come li chiama l'imbecille. Non lo è né per la prassi né figuriamoci in "teoria". Sono tirapiedi ex-stalinisti-democristiani dei finanzieri e dei monopoli sovracontinentali che da trent'anni vogliono farsi un mondo su misura per i bidoni che fanno. Come stanno facendo i pidielliti. A furia di gridar e chiamar "al lupo, al lupo" ve lo troverete, rimodernato e aggiornato. Continuate la svendita...

edoardo55

Lun, 05/08/2013 - 20:11

Bravo Veneziani: ha centrato la situazione. Volendo essere obbiettivi fino in fondo si potrebbe dire che anche a destra le idee sono altrettanto confuse. Un giorno si denuncia gli effetti negativi della moneta unica, e il giorno dopo si ritratta il problema, glissando, per paura di essere criticati. Si conoscono gli effetti negativi che in più di 20 anni, dallo SME al fiscal compact,stanno sfasciando l'economia. Ma nessuno, neanche a destra, ne parla. Dalle catacombe dell'informazione, i vari bravi economisti hanno illustrato le cause, gli effetti e i rimedi di questa crisi. Ma nessun politico ne parla.

tanax

Lun, 05/08/2013 - 21:01

@Euterpe. A livello concettuale sarei pienamente d'accordo con te,e se ne potrebbe discutere........ma non conoscendo il tuo pensiero rispetto a veneziani e all dx in generale, che cosa posso risponderti? che hai ragione a dire questo se sei critica con la dx. ma se sei pdl.....allora: da che pulpito viene la predica! @ ghino..... è bastata una piccola innocente provocazione per trasformarti in uno squadrista di farinacci?? ti provocano sulla cultura e metti mano alla pistola con tanto di inno? per fortuna quello di tutti.

Vittorio Galmacci

Mar, 06/08/2013 - 07:35

Ciao Marcello....perché anziché la penna non dai una mano anche tu ? Cosi facendo può sembrare che sobilli solo..eheheh ! Un abbraccio. V.Galmacci Umbertide

GUGLIELMO.DONATONE

Mar, 06/08/2013 - 10:22

"Sauly" - ....e lei continua ad esserlo, ma non per i motivi che adduce. Complimenti.

nino47

Mar, 06/08/2013 - 10:44

Caro Veneziani, riportando tutti i ragionamenti al fatto che sarebbe ora di pensare all'Italia, anche come si evince da tutti i commenti, nessuno avrà mai il coraggio di cominciare. Perché è facile parlare di burocrazia, spesa pubblica e riforma di regioni province ecc...il tutto si tradurrebbe nella realtà ad eliminare un paio di milionate di dipendenti pubblici, che a lorsignori, più che importare per un paio di milionate di stipendi inutili risparmiati, si tradurrebbe in altrettanta perdita di voti, per cui... o ci vuole un eroe consapevole che ciò che fa lo porterà all'oblio, se non all'odio, oppure....lasci fare!!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 06/08/2013 - 13:36

La questione è una sola e semplice: modus operandi. Che quello della sinistra sia cialtrone, guerrafondaio, falso e vile lo si sa da sempre e lo sanno anche tanti sinistrati della sinistra. Che quello del CDX sia improntato alla legalità, stare sotto le righe, cercare di combattere per vincere ma non per distruggere, solo i sinistrorsi più assatanati sarebbero capaci di negarlo. Mi permetto ricordare un detto francofono "à la guerre comme à la guerre" e, già che ci siamo citare a memoria un commento che feci su un quotidiano (non mi ricordo quale) quando Berlusconi si dimise per le rivelazioni extra parlamentari durante il convegno di Napoli, correva il 1994: scrissi che li mandasse tutti al diavolo perchè "loro" nella stessa situazione avrebbero solo gridato al dagli al fascista provocatore, negato tutto e, in perfetto stile mafioso, anche quando le accuse fossero più che evidenti. Bisogna combattere ad armi pari e se l'avversario è infido, traditore, bugiardo lo si deve ripagare con la stessa moneta ! BASTA CON LE CRIMINALI IPOCRISIE DEI SINISTRATI DELLA SINISTRA !!!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 06/08/2013 - 14:30

Tanax - Per un onesto tentativo di analisi storica e d'interpretazione del presente non occorre un'esplicita dichiarazione di voto,anzi essa potrebbe costituire una pregiudiziale per qualcuno degli interlocutori,a meno che essi non abbiano una forma mentis portata ad etichettare,incasellare,giudicare a priori.Alla base del dirsi favorevole ad uno schieramento e del voto ci sono motivazioni varie, riguardano la coscienza individuale e la necessità di operare una scelta,talvolta la meno peggio, fra quelle opzioni,anche se non completamente soddisfacenti, che la realtà politica,in quel momento offre.