Hanno partorito un mostro giuridico

Non ce ne stiamo accorgendo ma la repubblica di Napolitano e della Boldrini, del ministro Kyenge e dei manovali del Parlamento sta stravolgendo lo Stato di diritto

Non ce ne stiamo accorgendo ma, nel giro di poche settimane, la repubblica di Napolitano e della Boldrini, del ministro Kyenge e dei volenterosi manovali del Parlamento, sta stravolgendo lo Stato di diritto e il senso della giustizia col plauso dei media.

Viene introdotto il reato di omofobia, nasce cioè un reato dedicato in esclusiva; viene introdotto il femminicidio, cioè viene stabilito che c'è un omicidio più omicidio degli altri; viene negato il reato di immigrazione clandestina e dunque la cittadinanza non ha più valore; viene introdotto il reato di negazionismo, valido solo per la shoah.

Vengono così stravolti i principi su cui si fonda ogni civiltà giuridica: l'universalità della norma che deve valere per tutti, il principio più volte sbandierato e poi di fatto calpestato, della legge uguale per tutti; viene punito col carcere il reato d'opinione, e colpendo solo certe opinioni; viene sancita la discriminazione di genere, a tutela di alcune minoranze; è vanificata l'opera del giudice nell'individuare eventuali aggravanti nei reati giudicati perché vengono indicate a priori quelle rilevanti e dunque sono suggerite pure quelle irrilevanti.

Usano l'eccezione per colpire la norma, piegano le leggi a campagne ideologico-emotive e le rendono variabili. Sfasciano la giustizia col plauso dei giustizialisti, uccidono la libertà e l'uguaglianza, il diritto e la tolleranza nel nome della libertà e dell'uguaglianza, del diritto e della tolleranza.

Un mostro. E se provi a dirlo, il mostro sei tu, a suon di legge.

Commenti
Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Ven, 18/10/2013 - 16:37

Per chi non lo avesse capito, QUESTE sono le leggi 'Ad Personam'

Rainulfo

Ven, 18/10/2013 - 16:40

PICCOLE PURGHE STALINIANE CRESCONO.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 18/10/2013 - 16:53

semmai hanno caxxto un mostro giuridico, "partorito" può creare confusione tra genitore uno due e tre invece stronbolate ne fanno tutti

Mercutio

Ven, 18/10/2013 - 17:00

In realtà noi ce ne accorgiamo, caro Veneziani, ma la nostra voce non la ode nessuno.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 18/10/2013 - 17:01

Veneziani,come si fa a non essere d'accordo!E' proprio così!Il SISTEMA è andato in TILT.Lei lo ha capito,tanti altri lo hanno capito,ma i più(purtroppo),continuano a portare il cervello all'ammasso delle varie ideologie(specialmente gli orientati a "sinistra"),e non riescono a liberarsi dei vecchi schemi,per cui....

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 18/10/2013 - 17:26

E, ciliegina sulla torta, hanno assassinato Cesare, nella generale indifferenza. - riproduzione riservata - 17,26 - 18.10.2013

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 18/10/2013 - 17:30

quando una componente..ha bisogno E SOPRATUTTO HA IL POTERE di farsi una legge a propria tutela..primo, sappiamo che concetto ha di democrazia, secondo, sappiamo che cosa ci aspetterebbe se fosse maggioranza..terzo devo pensare che le loro "certezze" si basano su puttanate non universalmente riconosciute

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 18/10/2013 - 17:30

quando una componente..ha bisogno E SOPRATUTTO HA IL POTERE di farsi una legge a propria tutela..primo, sappiamo che concetto ha di democrazia, secondo, sappiamo che cosa ci aspetterebbe se fosse maggioranza..terzo devo pensare che le loro "certezze" si basano su puttanate non universalmente riconosciute

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Ven, 18/10/2013 - 17:54

Le rivoluzioni non si fanno più con gli assalti ai palazzi d'Inverno. Si fanno passo passo, pezzo a pezzo. Le norme di oggetto di questo articolo sono appunto altri consistenti passi verso la una dittatura (rossa) di fatto.

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Ven, 18/10/2013 - 17:58

Caro Veneziani la prego di insistere su questo "tasto" piu' frequentemente per cercare di attirare la attenzione di quanti vogliono cambiare questo stato di diritto ad personam. Personalmente provo una grande rabbia di essere un italiano che non ha potere di intervenire nel modificare la situazione.

libertyfighter2

Ven, 18/10/2013 - 18:03

Ce ne accorgiamo eccome. Ma chi ci sente? Sui media ormai si leggono solo str****te

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 18/10/2013 - 18:03

Dr. Veneziani, da un po' di tempo mi sto accorgendo di come la vita sia originale, di come la storia abbia trovato modi inaspettati di identificare le tendenze "totalitarie" e quelle "democratiche" e di darne speciali manifestazioni "intonate" ai tempi. Chi si sarebbe mai aspettato che i reati d'opinione sarebbero nuovamente comparsi dopo che un'educazione "illuminista" ci ha educato all'importanza della libera espressione? E vedere soprattutto che tali reati sono stati "rispolverati" proprio dalle maestranze "laiche e progressiste"! Dobbiamo assolutamente trovare un nuovo nome a questa versione "autre" del dispotismo; che trova modo per "depistare" gli attacchi dirottandoli su quel guscio ormai vuoto che è il "marchio" del vecchio fascismo di pochi nostalgici, ma che ancora affascina. Più per reazione e per rabbia, per la verità: ma è, comunque, quello che vogliono. Per confondere le idee, per distrarci e consolidare il "neo-totalitarismo" di sinistra.

Luigi Farinelli

Ven, 18/10/2013 - 18:39

Ben detto: e tutto ciò è frutto dell'azione continua, instancabile di quel concentrato di ultralaicismo imposto dalla Comunità Europea, braccio dell'ONU che da decenni truffa i popoli del pianeta costruendo i cosidetti (pomposamente) " Nuovi Diritti dell'Uomo", facendoli passare attraverso le conferenze internazionali (particolarmente dirompenti quelle del Cairo e di Pechino) dove un esercito di farabutti ( e farabutte) pagati dalle Nazioni Unite, speculando persino sulle difficoltà di traduzione linguistica, fanno passare "genere" per "sesso", "aborto" per "salute riproduttiva della donna", arrivando a far accettare alle nazioni delle proposte antinatura che, una volta divenute leggi dello Stato diventano vincolanti e ogni cittadino non consenziente, passibile di arresto, pene pecuniarie e licenziamento in mancanza di ritrattazione e "pentimento". E' già successo in quelle nazioni (Francia, Germania, Spagna, Scandinavia) all' "avanguardia" in questa immonda classifica sul disfacimento dei valori millenari occidentali che genitori accortisi della propaganda omosessualista nelle scuole a danno dei loro figli, avendo protestato, siano stati condannati SENZA POSSIBILITA' DI APPELLO come "omofobi"! L'eliminazione dell'obiezione di coscienza fra i medici antiabortisti seguirà fra breve (vedere tentativi della Idem da ministro e della Fornero quando aveva delega alle "Pari" Opportunità), come già imposto nelle nazioni d'oltralpe poiché, senza che nessuno se ne fosse accorto o chiamato a discuterne, l'aborto "libero e garantito" è ormai lì considerato uno dei "nuovi diritti". Il tutto deciso da una minoranza, vestita in grembiulino con stemma di squadra e compasso, che da che è stata creata (vedi Gran Bretagna e poi Rivoluzione Francese) sta imponendo una trasformazione antropologica per creare l' "Uomo Nuovo" illuminista, "illuminato" e massone e distruggere gli Stati nazionali in nome della globalizzazione. Il "Grande Oriente" ormai comanda sull'Europa e il "Grande Oriente" che raccoglie atei, anticlericali massimalisti, socialistoidi (vedere storia e genocidi del nostro Risorgimento, ma anche i genocidi della Vandea, dei Cristeros in Messico, degli Armeni in Turchia e gli scempi massonici durante la Guerra di Spagna) impone oggi tutto ciò che faceva ideologia laicista (Engel) durante l'impero dell'URSS, fondato dai massoni Lenin, Marx, Bakunin e anarchici vari, con i soldi dei massoni Rothschild, Rockefeller, Ford, e così via. Oggi sono gli stessi massoni (sionisti sempre più ricchi) a finanziare le stesse cose: la dissoluzione delle nazioni per spingere alla globalizzazione ultramercantilista a guida elitaria "illuminata" governante, come in URSS, su una massa di schiavi ridotti a poveri androgini edonisti, senza più remore morali, infettati di ideologia politicamente corrette e antinatura. Mi fa piacere che articoli in proposito come questo di Veneziani vengano offerti al pubblico. Non lo farebbe certo l'informazione RAI o quella dei giornali pagati dalla massoneria come Il Corriere, Repubblica, la Stampa e così via, impegnati a lavare il cervello della gente col mainstreaming e le moderne tecniche di manipolazione mentale. Il tutto con l'appoggio, conscio (per i capi) e inconscio (per le anime belle sinistrose tutto progressismo e ideologia) delle sinistre (purtroppo non solo loro) veri serbatoi con brodo di coltura della massoneria disgregatrice delle nazioni e delle anime.

fermamarina

Ven, 18/10/2013 - 19:24

A me pare che, a questo punto, l'unica istituzione a non aver più diritto di essere protetta e tutelata è la famiglia "naturale" (si può ancora dire, senza incorrere in sanzioni?) che dovrebbe essere il bene primario per uno stato sano e civile e specialmente la salvaguardia dell'infanzia, ma la lotta alla pedofilia, per esempio, sembra passata in terz'ordine (a meno che non si tratti dei casi di preti pedofili, ovviamente)

Franciccio

Ven, 18/10/2013 - 19:53

Sono daccordo per certi versi con Veneziani. Ravviso un problema costituzionale con il femminicidio che sarà sicuramente sollevato in aula giudiziaria da qualche avvocato della difesa. Sul reato di clandestinità e sulla cittadinanza invece Veneziani enfatizza mentendo, cancellare quel reato non conferisce la cittadinanza ad alcun immagrato non sminuisce poi alcuna italianità agli a venti diritto, insomma demagogia da giornalismo ... impegnato . Sul reato di opinione poi Veneziani sfiora il ridicolo, il negazionismo pone le fondamenta classicamente totalitarie,l'opinione è un conto la menzogna è un altro. Immagino quindi che anche la calunnia sia per Veneziani un reato d'opinione non perseguibile. Quello che però piu' mi fa rabbia è che Veneziani lascia intendere che Napolitano Boldrini e Kyenge legiferino come se non ci fosse bisogno dei voti del parlamento e pensate ... a maggioranza . Si avete capito bene, PDL INCLUSO !!!!

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Ven, 18/10/2013 - 20:07

Interessante, tra l'altro, è la non scontata presa di posizione della Nirenstein, la quale ha dimostrato di essere consapevole della stupidità di una cosa del genere. Tanto di cappello alla Fiamma. D'altronde, Massimo Fini (e di fatto ebreo), lingua mordace e non omologato al chiacchiericcio democratico, è stato colui che su questo tema ha detto le cose più logiche: in democrazia ogni opinione è legittima, anche quella aberrante, perchè la democrazia, nella sua essenza, deve difendere le opinioni, diciamo, minoritarie e legittimarle al pari di quelle più sposate. E' il prezzo che la democrazia paga a se stessa. Se poi, a causa di tali opinioni, seguono atti di violenza, è giusto che chi li ha compiuti paghi con la giustizia. Fiamma Nirenstein ha colto questo concetto di Fini dichiarando, addirittura, che la legge è più stupida di chi nega l'olocausto. Vuol dire che questa non è democrazia (cosa che a me, sinceramente, non interessa) ma è un potere gestito da lobby e potentati che impongono un lessico preciso che conduce ad un conformismo insostenibile perchè l'uomo, per sua natura, è un essere non capace di non pensare. Se poi quello che pensa dà fastidio, pazienza! In realtà in ogni cosa si nasconde il dettaglio, la sfumatura: in Italia non si è capaci di chiudere i conti col passato perchè garantiscono legittimità e rappresentatività a livello politico e di potere. Ne è un esempio straordinario la sinistra; ogni volta che scricchiola qualcosa, gli elementi che permettono di nascondere i problemi sono: Berlusconi, la gnocca, il Fascismo, i giudici e la giustizia, i partigiani, le lotte civili e tutto il calderone d'immondezzaio che è capace di rovesciare sulle nostre coscienze. Pertanto ha ragione @rosario.francalanza, è in atto qualcosa di pericoloso e grottesco allo stesso tempo, un totalitarismo che oggi, e molti in passato l'hanno profetizzato, è connotato dal progressismo salottiero, dai poteri forti, dalle lobby e dai giudici. Sorvolo sul fatto che, storicamente, la sinistra è sempre stata lo strumento dei poteri forti (quando Lenin e il suo branco di assassini presero il potere, è a Wall Street che si festeggiava). Come disse Platone, è dalla democrazia che nasce la schiavitù più selvaggia. Appunto, come direbbe Massimo Fini, SUDDITI. Credo che ci siamo!

Roberto.C.

Ven, 18/10/2013 - 20:48

ATTENZIONE Marcello!! La parola MOSTRO lo hai detto per primo!! In ogni caso la tua (più che giusta e condivisa) esposizione mette troppa carne sul fuoco per cui commentarle tutte ci vorrebbe troppo tempo. Per cui brevemente direi che : 1)" LA LEGGE NON E' EGUALE PER TUTTI. Se mai si applica a tutti!!! 2) Gli "OMO" sono padroni delle proprie chiappe e possono farne ciò che vogliono senza rompere i coglioni a mezzo mondo per la loro mancanza di cooerenza con una natura INDISCINDIBILE!. 3) lA S.ra Kienge farebbe meglio a dedicare le sue capqacità per risolvere i problemi nei paesi dove l'eccidio è ancora in atto. Vedi Congo 5 Mio., Ruanda tanti, Ethiopia, Sudan, Somalia e tutti quei paesi dove la frenesia di introdurre la pseudodemocrazia ha innescato quella che si potrebbe chiamare una mega SHOAH debitamente ignorata da tutti i paesi ossecquiosi al problema ebraico. 4) Siamo sistematicamente invasi da orde di gente mascherati da poveracci che però hanno 3 o 5 mila dollari per fare la traversata. Dove CAZZO stanno i GENERALI e le forze armate predisposte, in origine, per difendere il patrio suolo. Succubi della politica?? Forse! Ma sopra tutto pasci per uno stipendio di tutto rispetto e per non fare un CAZZO.! 5) Ormai è assodato che troppi politici, giudici e più in sù nel potere hanno una malformazione congenita e incurabile. HANNO I TESTICOLI AL POSTO DELLE TONSILLE.!!!!! Cordiali saluti.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 18/10/2013 - 21:04

Gentile signor Francalanza,forse le ultime generazioni hanno fatto l'errore di considerare come per sempre acquisite le conquiste civili,senza riflettere sul fatto che la libertà non solo va conquistata,ma soprattutto necessita di una difesa vigile e costante.Invece noi siamo caduti nella trappola del vaniloquio,del pettegolezzo paraerotico,abbiamo permesso che in maniera strisciante la censura venisse introiettata,che si instaurasse una società di soli diritti,che il concetto di Patria venisse per anni sbeffeggiato,che la nostra cultura tutta fosse sabotata,che i nostri governanti ci considerassero con disprezzo,solo come utili strumenti per la loro ascesa al potere,che il consumismo ci ottenebrasse. E anche la Chiesa ha le sue colpe e questo suo nuovo pastore sembra voler accelerare un processo negativo. Adesso siamo giunti al 'redde rationem' e gli esiti sono facilmente prevedibili,l'articolo di Veneziani già ce ne indica qualcuno.

francoberto

Ven, 18/10/2013 - 21:14

Caro Dr Veneziani, Il benessere,notoriamente,intorpidisce le coscienze.Fossimo all'indomani di una guerra mondiale,le cose non procederebbero nel senso odierno.E'come quando,stesi sulla spiaggia a godere il tepore del sole,si "pensa"di fare il bagno.Lo shocK termico ci dissuade...Il "sole"dovrà dardeggiare "ulteriormente";fuor di metafora,dovrà"bollirci"l'orgoglio ed i patrimoni,forse,a quel punto,troveremo"il bagno" liberatorio.Una democrazia mal impiantata e,forse,neppure tanto meritata,scade in un degrado lungo e graveolente.In sintesi(ed evidentemente)non siamo ancora in fondo! Poi,come Lei sa,l'umanità è strana!C'è gente che si adatta a vivere reclusa per il resto dei suoi giorni..Non esiste una soglia di reazione omogenea,esistono invece "infinite"concause alla reazione,che la sfilacciano e la ritardano:non ultima,la prossima uscita del nuovom Ipad! CARISSIMO DR VENEZIANI,LA LEGGO DA SEMPRE E CONTINUERò A FARLO. PERO'CON OGGI TERMINA"UFFICIALMENTE"LA MIAMODESTISSIMA(MA,LE ASSICURO CHE AL MODESTISSIMO NON C'E'MAI FRENO...)PARTECIPAZIONE A QUESTO O ALTRO FORUM DEL GIORNALE,ATTESA L'INSPIEGABILE LOGICA DI "FILTO"DEI MIEI COMMENTI.LE DO UN DATO,NELL'ULTIMA SETTIMANA HO DOVUTO POSTARE BEN OTTO VOLTE COMMENTI SUL DISCUTIBILE RUOLO DELLA CHIESA IN OCCASIONE DELLA MORTE DI PRIEBKE.SOSTENEVO(E NON LO AVEVO ANCORA LETTO..)CHE ERA LA STESSA CHIESA CHE ACCOLSE DE PEDIS IN S.APOLLINARE.ATTESO CHE CHI SCRIVE,MEDIAMENTE,PENSA.E PENSARE E' IMPEGNO,RITENGO,D'ORA IN AVANTI,DI FARMI I FATTI MIEI...NON PRIMA DI CENSURARE IL GIORNALE PER QUESTO IPER-ARBITRARIO COMPORTAMENTO. AUGURI!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Ven, 18/10/2013 - 21:21

Marcè, siamo in piena dittatura di minoranze e di....... minorati. E' sempre piacevole leggerti.Dalton Russell.

SB_forever

Ven, 18/10/2013 - 21:34

L'unica cosa che possiamo fare é votare nel giusto modo. E' ormai dimostrato che l'ideologia di sinistra, comunista in modo preponderante, ha il "dominio" su tutto e questo perché la legge (leggasi magistratura di sinistra) ha il "potere" di interpretare le leggi e adattarle alle proprie convinzioni. I magistrati si appoggiano uno con l'altro, con la scusa della "indipendenza". Quelli del 2° grado (appello) confermano quelli del 1° e quelli del 3° (cassazione) confermano i primi due. Hanno il potere di rinchiudere chiunque solo in base a supposizioni e l'attesa del giudizio (in carcere) può durare anni. Le prove ormai non servono più, e nel caso di testimoni a favore, se contrari alle loro "teorie", vengono inquisiti per "falsa testimonianza", mentre quelli a sfavore, ovviamente, dicono la verità. Si inquisiscono addirittura gli avvocati dell'imputato e la vittima, se dice il contrario di essere vittima, viene anche lei denunciata per falso. Purtroppo quando si va a votare, molti si astengono, molti credono (per loro comodo) che la giustizia sia giusta, e ne rimane solo una parte che vorrebbe cambiare queste cose, ma é solo una parte. La stessa Boccassini ha detto che molti magistrati usano il loro potere a scopo politico. Cosa vgliamo di più per capire? Ma cosa possiamo fare se non una rivoluzione alla francese per poter cambiare questo schifo? Ci si arriverà?!!

bluprince

Ven, 18/10/2013 - 21:35

Questo articolo, come tanti altri che appaiono sul NOSTRO giornale, mi fanno paura. Mi fanno paura perchè io credevo di vivere in un paese democratico ed invece, giorno dopo giorno, anno dopo anno, mi accorgo che siamo entrati nel tunnel di un regime totalitario mascherato da progressista. Perchè? Perchè fra tanti paesi europei quella maledetta ideologia si è radicata proprio nel nostro? Perchè?

maumau53

Ven, 18/10/2013 - 22:03

Caro Veneziani, non servono tante frasi o tante parole per descrivere la società in cui viviamo: comunismo. Aspettiamo solo di sapere dove sono i Gulag.

Nevi Kibo

Ven, 18/10/2013 - 22:06

Ce ne stiamo accorgendo, ce ne stiamo accorgendo. Ma che fare, contro la mostruosa macchina del politically correct che hanno messo in piedi? Si apprestano a sopprimere un uomo potente e attrezzato, non solo economicamente, come Berlusconi che può fare l'uomo comune?

micdipi

Ven, 18/10/2013 - 22:34

Caro Marcello, queste cose, e tante altre, ce le diciamo intra nos con un senso di rassegnazione. Apparteniamo forse ad una riserva indiana? Siamo forse un piccolo club di sfigati? Invece dovremmo indignarci e fare qualcosa. Esercitare i nostri sacrosanti diritti. MDP.

fedsam

Ven, 18/10/2013 - 22:41

Veneziani, ha perfettamente ragione. Questo mostro non puo' essere accettato dal centro-destra in cambio della stabilità, di provvedimenti economici e di sospensioni ad ulteriori tasse. Ci sono valori fondamentali per cui è obbligo morale non accettare il compromesso. Se la sinistra vuole queste leggi liberticide e perverse, se le voti da sole!

roberto zanella

Ven, 18/10/2013 - 23:16

Lucido,esemplare,ma lo avranno capito Alfano e i suoi quattro ? Non credo questo è il guaio. Marcello corriamo il rischio di avere un ammasso di imbelli,ma quanti imbecilli ci sono in giro perfino ormai a Montecitorio.ma come se esce?

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 19/10/2013 - 06:32

Ce ne siamo accorti, non dubiti, gli unici che fingono di non saperlo sono i soliti sinistrati di sinistra, convinti che le leggi, giustamente definite ad personam da un precedente commentatore, siano e saranno sempre rivolte contro l'odiato nemico di destra.

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 19/10/2013 - 09:26

Negazione anche delle foibe. C'è un nutrito gruppo che le nega o le minimizza. La faranno franca ?

atlante

Sab, 19/10/2013 - 09:47

Una legge squallida, vergognosa ed assurda. Perchè colpisce la libertà di opinione. Una "verità" storica non può essere tutelata da una norma penale, altrimenti si stravolge il concetto elementare di democrazia e di libertà. In perfetto stile Orwelliano personaggi che si ammantano di una sedicente aureola "democratica" come La Boldrini, Napolitano e tutto l'establishement sinistroide stanno trascinando l'Italia in un regime di stampo staliniano con provvedimenti legislativi aberranti (omofobia, femminicidio, abolizione clandestinità ed ora questa legge "antinegazionista"). Cercano di imporre il "pensiero unico" che coincide con il "loro" pensiero. Si tratta di leninismo allo stato puro, di leggi liberticide e di pura impronta "stalinista", ma gli italiani, nella loro imbelle ignoranza, ormai accettano tutto e si "indignano" solo per questioni pallonare o altre similstronzate. E' il segno della decadenza nazionale che permette - complice quella vergognosa legge elettorale detta Porcellum - alla peggiore classe politica, che l'Italia abbia mai avuto per ignoranza e cialtroneria, di promulgare leggi abominevoli nell'indifferenza generale. Ma la vera rabbia va rivolta verso i parlamentari cosiddetti di "destra" che si appiattiscono e sottomettono alle leggi liberticide imposte dai "sinistri". Abbiamo a "destra" dei rappresentatanti in Parlamento di una ignoranza ed ignavia abissale. Anche questo frutto del fatto che, sempre a causa dello spregevole Porcellum, non vengono scelti ed eletti da "noi" italiani idealisti con senso "identitario" e quindi di "destra nazionale" ma "nominati" da ignoranti più ignoranti di "loro",con interessi carrieristici e senza ideali. Mi auguro che esca allo scoperto una elite intellettuale e politica che possa salvare l'Italia da questa decadenza morale, culturale e giuridica. E' diventato insopportabile tollerare la stupidità e l'arroganza di personaggi "noneletti", privi dei più elementari sentimenti patriottici, come la Boldrini o la Kienge.

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 19/10/2013 - 09:58

Ma mi chiedo: possibile che siamo nelle mani di un manipolo di parruccati che fanno quello che vogliono ti bloccano una legge se gli dà fastidio, siamo praticamente impossibilitati come cittadini a riformare la giustizia, penso anche che se passasse il referendum con i voti per riformarla troveranno il sistema per neutralizzarla grazie sempre a politici compiacenti. Poi vediamo che vanno a senso unico, sono ligi ed integerrimi dove vogliono, dove non gli torna tutto tace. Ma i cittadini attendono risposte ! Dove sono i 29 miliardi di euri del MPS ? I 28 miliardi di Telecom ? E i responsabili ? Eppure non devono andare lontano a cercarli tanti siedono in parlamento. Allora come fare per buttare giù questi despota che ci stanno distruggendo? Qualcuno anche dall' estero ci aiuti!

guidode.zolt

Sab, 19/10/2013 - 10:10

Lentamente, ma con passo deciso...si avvicina l'ora delle decisioni irrevocabili...!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 19/10/2013 - 10:19

Cara @Euterpe, sembra che tutta 'sta "sfuriata" di diritti, di "fobie", di accoglienze, di assassini specializzati, di idiosincrasie, di odj veri e propri, di giustizie personalizzate, sia nient'altro che la proiezione di tutto il "progressismo salottiero" (come dice @Dobermann), degli amabili conversari capalbini e benpensanti. Insomma il "gossip che si fa legge", le "lobby degli attici" e dei pomeriggi a Velletri che tagliano i panni addosso agli intrusi (non è una "grande bellezza" ma una "grande schifezza"); le antipatie personali, le tendenze del momento, gli equilibri sindacali, l'editoria e il "cultrkampf" che si coalizzano contro i rompiscatole con abili manovre dell'"uomo massa", con "scioperi legalitari" e pretesti "legittimisti". E' ovvio che strumenti privilegiati sono la magistratura ormai insediata e indottrinata e il catto-comunismo, vero "compromesso storico" realizzato: cioè il braccio "amato" del potere e la legittimazione religiosa e culturale della sinistra operata dal post Concilio. Due strategie (e ve ne sono altre) che sembrerebbero, al momento, efficaci! Ma state attenti: l'Italia è originale! (lo dimostrò Berlusconi)

atlante

Sab, 19/10/2013 - 11:53

Per Luigi Farinelli. Complimenti. Un'analisi perfetta. Condivido in pieno tutto ciò che hai scritto. Atlante.

Zizzigo

Sab, 19/10/2013 - 11:54

Italia, paese delle migliaia di leggi inutili, fatte per permettere la "giustizia soggettiva"! Più che un mostro un sussidio alla delinquenza.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 19/10/2013 - 12:31

Angosciante (e purtroppo vero) lo scenario lucidamente descritto da @Farinelli. Con quali armi combattere il dispotismo dei presunti "diritti"?

giuliana

Sab, 19/10/2013 - 13:32

_PIANO DULLES: Allan Dulles (agente segreto, direttore della CIA dal 53 al 61, quindi ai vertici della politica americana, cioè mondiale, a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta, con alcune sue frasi chiarisce perfettamente gli scopi delle operazioni transnanzionali avvenute dopo il 1961: ” … useremo tutto quello che abbiamo , - tutto l’oro, tutta la potenza materiale nell’ingannare e rendere la gente stupida… Il cervello umano, la coscienza possono essere modificati. Seminandovi il caos, noi scambieremo i loro valori con quelli falsi senza che se ne accorgano e li costringeremo a credere in quella falsità. Come? Troveremo dei complici in quel paese che condividono le stesse idee – i nostri alleati. Episodio dopo episodio, si svolgerà la grandiosa tragedia della morte di un popolo disubbidiente, dell’esaurimento totale ed irreversibile della sua consapevolezza… La letteratura, il teatro, il cinema – tutto rappresenterà e magnificherà le qualità umane più basse. Daremo un supporto infinito ai cosiddetti artisti, che in ogni modo introdurranno nella coscienza umana il culto del sesso, della violenza, del tradimento – diciamo tutta l’immoralità. Nell’amministrazione dello stato creeremo caos e confusione. Noi contribuiremo in modo continuo ed invisibile al dispotismo dei funzionari e delle persone corrotte, alla distruzione dei principi. L’onesta verrà derisa e diventerà inutile, rimarrà nel passato. L’arroganza e la mancanza di rispetto, l’imbroglio e l’inganno, l’alcoolismo e la tossicodipendenza, la paura bestiale di ognuno…il tradimento - tutto questo coltiveremo in modo invisibile ed abile, tutto questo si svilupperà con i colori più forti. Solo pochi, pochissimi saranno in grado di indovinare o addirittura capire cosa succede veramente. Ma queste persone saranno messe in una posizione in cui nessuno le aiuterà in quanto diventeranno degli zimbelli. In questo modo rovineremo generazione dopo generazione. Cominceremo già dai giovani sui quali punteremo tutto, li depraveremo, li pervertiremo. Li renderemo cinici, bestemmiatori, cosmopoliti”. [da: noreporter.org "se è maestra di vita" di Gabriele Adinolfi scritto il 20 maggio 2013] http://youtu.be/9o2uqT23dpw

tzilighelta

Sab, 19/10/2013 - 14:28

Veneziani è sempre più un reazionario che non riesce a stare al passo coi tempi, gli altri commenti sembrano fatti da persone che vivono in stato di allucinazione, la cosa paradossale è che il peggio è stato fatto proprio da quelli che invece difendono, Berlusconi vi ha ipnotizzato, ha creato uno stato di paura con fantasmi che da un pezzo non si aggirano più nell'Europa!

gustavo

Sab, 19/10/2013 - 14:39

Mica scemi i nostri politici, hanno trovato il sistema per far fronte il malaffare. Vuoi combattere la corruzione? eccoti una legge contro la corruzione, vuoi combattere l'omofobia? la violenza sulle donne? una bella legge ad hoc ed eccoti servito . Probabilmente fra poco avremo una legge contro i furti contro la povertà e cosi' via.A proposito di violenza maschile contro le donne, conosco un mio amico che, lasciato dalla moglie, allontanato dai figli, dalla casa di sua proprietà, costretto a pagare gli alimenti, con uno stipendio da fame, si è suicidato. Quando una legge contro la violenza delle donne sugli uomini?

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Sab, 19/10/2013 - 14:49

ma tanti, troppi NON VOGLIONO ACCORGERSENE !

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 19/10/2013 - 14:55

@ giuliana- agghiacciante ciò che lei ha scritto,in modo particolare là dove si dice che coloro che sapranno capire ciò che succede diventeranno degli zimbelli.Un esempio possiamo già averlo in Tzilighelta che tempo fa dileggiò il signor Farinelli,ora in modo sollecito giudica allucinati i lettori più consapevoli e ,da non allucinato,parla di fantasmi.

Ritratto di Svevus

Svevus

Sab, 19/10/2013 - 15:16

The European Council on Tolerance and Reconciliation (ECTR), definito un “tolerance watchdog” sotto la presidenza dell' ex presidente polacco Aleksander Kwasniewski and e di Moshe Kantor, Presidente dell' European Jewish Congress, ha richiesto la fodazione di un corpo di sorveglianza per monityorare comportamenti individuali e collettivi di intolleranza durrante un intervento di 45 all' European Parliament’s Committee on Civil Liberties (LIBE). Hanno affermato “There is no need to be tolerant to the intolerant” ! ECTR ha chiamato la proposta “Framework National Statute for the Promotion of Tolerance” Proposal for a Council Directive on implementing the principle for equal treatment between persons irrespective of religion or belief, disability, age or sexual orientation”. Come al solito saranno oggetto di intervento come comportamenti criminali : "any “hate crimes” that would include not only “incitement to violence” but “overt approval of a totalitarian ideology, xenophobia or anti-Semitism.” Sono convinto che non vi siano soggetti più intolleranti delle rumorose minoranze che stanno stravolgendo il diritto, la democrazia, il libero pensiero, la libertà individuale in nome dell' eguaglianza.

tzilighelta

Sab, 19/10/2013 - 16:50

Euterpe, Farinelli scrive cose che, con nomi e condizioni diverse, si dicevano già ai tempi dei beati paoli e anche prima, da sempre esiste una "elit" di persone concentrate in luoghi di potere politico ed economico, che decide i destini del mondo, dove spesso però le cose vanno in modo diverso da come si erano predisposte, e siccome nessuno è eterno arrivano altri che rovesciano il tavolo, quindi niente di nuovo sotto il sole! Attenzione che la paranoia è una malattia!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 19/10/2013 - 17:15

Nel rassicurante e poco impegnativo 'niente di nuovo sotto il sole' consistono la sua spiegazione e il suo consiglio. Non è detto poi che la paranoia sia peggiore dell'uncaring attitude',o,per essere più chiari,del menefreghismo.

tzilighelta

Sab, 19/10/2013 - 17:52

Euterpe, non solo, il niente di nuovo era anche riferito ai lamenti dei tanti Farinelli apocalittici che, ancora non si capisce quali soluzioni intendano adottare contro il maligno in atto!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 19/10/2013 - 18:02

@tzilighelta, effettivamente si deve cercare di vedere il mondo con un occhio rassicurante. Tuttavia la storia dell'uomo e la letteratura sono pieni di uomini che hanno voluto vedere le cose con animo rassicurato e rassicurante, ricevendone lo sgomento finale. Non voglio fare l'esempio crudo e troppo lineare del tacchino che vede che lo curano e lo ingrassano deducendone che gli vogliono molto bene, ma accorgendosi poi, tragicamente, nel giorno di Natale, di quanto tale impressione sia sbagliata; meglio l'esempio degli ebrei che, per quanto hanno potuto, si sono illusi di credere che i nazisti erano bravi (bruttissima sensazione e atmosfera ben descritte nel romanzo che ho letto in questi due giorni: "La variante di Luneburg"). Comunque meglio essere diffidenti e poi sorprendersi piacevolmente piuttosto che affidarsi fiduciosamente e rimanere poi attoniti dallo sgomento! Come Le ha detto @Euterpe: "sana" paranoia invece che cieca fiducia!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 19/10/2013 - 18:30

Tzilighelta, uno degli espedienti messi in atto dal maligno e che più lo favorisce è quello di far credere che non esiste.

tzilighelta

Sab, 19/10/2013 - 20:35

Rosario Francalanza, forse sono stato frainteso, non è che io me ne sto pancia all'aria e aspetto che passi il temporale limitandomi ad aprire l'ombrello, semplicemente guardo le cose per quello che sono senza fasciarmi la testa prima di essermela rotta, e se guardiamo la storia, mi sembra che sia stata una fortuna essere nati in questa epoca, il passato è ricco di atrocità che oggi sembrano lontane (a volte ritornano però) c'è stata un epoca dove anche una partita a scacchi era questione di vita o morte!

tzilighelta

Sab, 19/10/2013 - 20:47

Euterpe, io ho poca dimestichezza con il soprannaturale, il maligno l'ho visto al cinema con l'esorcista, e ancora oggi ogni tanto quando lo passano in tv, se capita lo guardo, gran bel film, bella colonna sonora, conservo ancora il vinile, ma devo dire che anche l'esorciccio mi è piaciuto!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 19/10/2013 - 21:55

Tzilighelta, la sua risposta 'negazionista' potrebbe essere proprio un trucco del maligno,ammesso che quest'entità esista.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 19/10/2013 - 22:46

@Giuliana, mi sembra giusto anche sottolineare l'importanza del Suo "inquietante" intervento sulle possibilità di manipolare gli uomini! Uno stimolo a riflettere! @tzilighelta, è vero che, a volte ritornano; tuttavia va sottolineato che, nella Storia dell'uomo, sono la malvagità e il rancore ad essere costanti, ma, poichè il mondo cambia continuamente, sono i modi con cui si presentano sulla scena della Storia ad essere sempre diversi; e, soprattutto, originali. Se pensassimo che ogni fatto storico si ripete assolutamente uguale, tutto sarebbe una farsa (lo diceva Marx!) Satana si renderebbe troppo facilmente individuabile: se così fosse, sarebbe ben poco furbo e davvero degno dell'Esorciccio!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Dom, 20/10/2013 - 11:56

@Rosario Francalanza e Tzilighelta - Molto probabilmente Tzilighelta è un manzoniano a sua insaputa,pertanto crede solo nella Divina Provvidenza,per cui 'Dio non guasterebbe mai la gioia di uno dei suoi figliuoli se non per preparargliene una più grande',per questo nega o minimizza la presenza proteiforme del Male,o comunque lo si voglia chiamare.Oppure è un neoidealista,per cui crede nella vittoria dello Spirito,la cui essenza è la libertà.Oppure auspica che 'bandiera rossa trionferà'.Mai oserei pensare che sia solo un qualunquista.

tzilighelta

Dom, 20/10/2013 - 12:43

Uno-nessuno, no bandiera rossa no per favore, in realtà io credo che bene e male siano due facce della stessa medaglia che si chiama uomo! Siamo noi gli artefici, a volte inconsapevoli ma comunque costretti a relazionarci tra di noi, e quindi a cedere qualcosa dei nostri desideri, troppo difficile dare una risposta certa, è per questo quando non siamo soddisfatti diamo la colpa ad una entità astratta che, nel caso, ha fatto le pentole ma non i coperchi! Adesso che tutto il pentolame ci sta tornando indietro non credo sia il caso di fare sedute spiritiche per chiedere consiglio ai trapassati, anche perché può succedere che, come negli scherzi da gita scolastica, se uno insiste a invocare il fantasma, alla fine salta fuori quando meno te lo aspetti!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 20/10/2013 - 18:33

M’è stato detto da perzone pratiche/che nun zempre li frati a Ssant’Uffizzio/tutte le ggente aretiche e ssismastiche /le sàrveno coll’urtimo supprizzio./Ma, ssiconno li casi e le bbrammatiche /pijjeno per esempio o Ccaglio o Ttizzio,/e li snèrbeno a ssangue in zu le natiche/pe cconvertilli e mmetteje ggiudizzio./Lí a sséde intanto er gran inquisitore,/che li fa sfraggellà ppe llòro bbene,/bbeve ir zuo mischio e ddà llode ar Ziggnore./«Forte, fratelli», strilla all’aguzzini:/«libberàmo sti fijji da le pene/ de l’inferno»; e cqui intiggne li grostini. - (G. G. Belli "La carità ddomenicana" - 30 marzo 1836)