Renzizzare Forza Italia?

Il centrodestra non si preoccupi: non è Forza Italia che si deve renzizzare, è il Pd che si sta berlusconizzando

Matteo Renzi è bravo, molto bravo. È furbo, veloce, scaltro, doppiogiochista e un po' bugiardo tanto quanto basta per essere un buon leader, soprattutto in politica. Detto questo proviamo a inforcare gli occhiali scuri e non farci abbagliare, almeno per una volta, dall'aureola accesa dalla grancassa mediatica amica e complice. E allora diciamo che giovane, ovvio, Renzi lo è anagraficamente ma politicamente non ha inventato un bel nulla. Ha semplicemente studiato vent'anni di berlusconismo e lo ha riproposto in salsa sinistra: poca ideologia, grande e chiara parlantina, battute a gogò, tanto pragmatismo, amicizie e relazioni trasversali, senso del comando, mito dell'efficienza, grande ambizione e via dicendo. Passa come innovatore per aver insediato una segreteria di giovani, soprattutto di giovani e belle donne. Sai che novità. L'ultimo governo Berlusconi è stato quello anagraficamente più giovane (e per questo venne anche criticato) con tante belle e brave ragazze: Meloni, Carfagna e Gelmini - tanto per citarne alcune - cosa avevano di meno delle attuali Renzi-girl? Assolutamente nulla, semmai avevano, e hanno, più esperienza, politica e di vita.
Eppure nella classe dirigente del centrodestra c'è un dilagante e preoccupante clima di paura e soggezione: oddio cosa facciamo adesso che c'è Renzi in campo. Occhio. Non è Forza Italia che si deve renzizzare, è il Pd che si sta berlusconizzando. Dopo vent'anni di tentativi a vuoto il popolo della sinistra ha trovato, forse, un suo Berlusconi, cioè un leader vero. O meglio: un pezzo della sinistra (una larga fetta del Pd resta ostile al suo segretario) al momento scommette su un berluschino. Il diminutivo è d'obbligo visto che il giovane sindaco deve ancora dimostrare di che pasta è fatto quando il gioco si fa duro (in casa e fuori).
Altro che paura o sensi di inferiorità. Forza Italia deve rivendicare con orgoglio di avere aperto la strada. Un nuovo modo di fare politica che è stato osteggiato e infangato per vent'anni e che Berlusconi ha pagato sulla sua pelle, con la sua libertà e con suoi non pochi soldi. Renzi oggi dimostra che quella era la via giusta per modernizzare il Paese e il fatto che l'abbia imboccata anche lui è una vittoria, non un pericolo e tantomeno una sconfitta. Finalmente c'è concorrenza vera. Bisogna solo accelerare, stare concentrati e tenere la rotta. Ci sono sia la macchina che il pilota. E sono quelli originali (Forza Italia e Berlusconi), non le copie renziane. Non capisco che cosa temere.

Commenti

pupism

Ven, 17/01/2014 - 16:47

Da temere? La magistratura (vds. Cosa sta succendendo in Piemonte)....Putroppo per il centro-destra ci sarà sempre u ostacolo in più!!!

FM89

Ven, 17/01/2014 - 16:54

GELMINI CARFAGNA MELONI???AHAHHAHA. Sul fattore estetico nulla da dire ma poco importa. Certo definire brave la Gelmini e la Carfagna mi sembra ridicolo... La solita sviolinata al BOSS. Ma stiamo parlando del ministro del tunnel dei neutrini e dell'esperta in calendari hot??? MA FAMMI IL PIACERE SALLUSTI DIMOSTRA DI ESSERE UN VERO GIORNALISTA E FINISCILA CON QUESTE SVIOLINATE

Angel7827

Ven, 17/01/2014 - 16:54

ma dai sallusti...non imbrogliare, le ''ragazze del pdl'' che si sono trovate a fare le ministre sono uscite dal ''cappello'' di un sistema aziendale, il pdl, appunto. Le ''ragazze di renzi'' hanno ''percorsi di vita'' molto diversi, non trovi? Il liderismo del pdl è una forma arcaica di padre e figlio,da creatore a creato, renzi non è il padrone di niente, ma prende tre milioni di voti.

Ritratto di .#tuttiacasa.

.#tuttiacasa.

Ven, 17/01/2014 - 17:04

renzusconi presidente

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 17/01/2014 - 17:05

Berluschino! Perfetto! Renzi ha già perso: tra l'originale, lo statista BERLUSCONI e la copia, il bamboccio berluschino, non c'è partita: gli elettori scelgono sempre l'originale! Chi mai comprerebbe un Rolex falso quando - allo stesso prezzo - può comperare un Rolex vero? Bye bye, piccolo renzi.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 17/01/2014 - 17:10

Angel7827 Ven, 17/01/2014 - 16:54----"renzi non è il padrone di niente"....Ecco appunto, nemmeno di se stesso...A proposito di percorsi di vita: nulla da dire sulla nuova responsabile della comunicazione, ovviamente, vero?? Fosse una di CdX.....Dalle vostre parti proprio non cambia mai nulla..E meno male che siete il nuovo che avanza. E.E.

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Ven, 17/01/2014 - 17:17

IO SU QUESTO ARTICOLO, CHE APPROVO, NON INTENDO FARE APPUNTI O COMMENTI. - NOTO SOLO CHE LA DESTRA DEMOCRATICAMENTE, COME AL SOLITO E LO FACEVA ANCHE ALMIRANTE - VUOL CONCEDERE ALL'AVVERSARIO E PORGERE UNA POLTRONA DI VELLUTO ONDE SENTIRSI A SUO AGIO ALMENO NEL DIALOGO, e non di traverso come il dialogo "visto in foto TRA Renzi e Napolitano" ove Renzi SEMBRAVA IL RAGIONIERE " F R A C C I A " --->> INVITO CI COMMENTA ED E' AVVERSARIO DI IDEE POLITICHE DI "sintonizzarsi sul giornale LA REPUBBLICA che puo' a loro agio" -- IN MERITO a chi parla di liberismo .....sempre con l' ismo come il comunismo .... invito a riflette econtraddire che .... non è vero che Renzi non è padrone di niente, Renzi è come una sanguisuga che attinge il suo stipendio dai cittadini Fiorentini come tanti Sindaci che invece di essere presenti 24 ore per 24 ore sul posto assegnato "SI PERMETTONO IL LUSSO DI SPENDERE SOMME INGENTI E DI ESSERE SEMPRE FUORI SEDE - TANTO C'E' IL VICESINDACO CHE E' PAGATO SEMPRE DAI CITTADINI."

citano39

Ven, 17/01/2014 - 17:29

Ieri pomeriggioo mi sono tolto il gusto di acoltare in diretta Streaming Matteo Renzi. Di tanto in tanto ho fatto anche qualche pisolino ( segno che proprio interessante quel parlare non era). Mia moglie era fuori e, quando rientra, mi chiede: Che ti è sembrato Renzi? Rispondo:Piccola brutta copia di Berlusconi. Abbiamo un berluschino!!!!!!!!!Non vorrei essere frainteso(eh..eh) io mi tengo il giaguaro con tutte le sue macchie. Forza Silvio......non è ancora nato chi potrà impensierirti.

LAMBRO

Ven, 17/01/2014 - 17:31

CHE RENZI COPI IL CAV E' PALESE; SOPRATTUTTO NEI CONTENUTI ED E' STRANO CHE SIA NEL PD. ..... MA CI RESTA?

Atlantico

Ven, 17/01/2014 - 17:48

Impagabile il direttore quando scrive della "grancassa mediatica amica e complice" di Renzi: troppo facile dire "da che pulpito, Sallusti ! ". E quando arrischia un parallelo tra Carfagna e Gelmini, da un lato, e Moretti e Boschi, dall'altro ? Tralascio la Carfagna i cui trascorsi televisivi ricordiamo tutti ma la Gelmini, pur essendo lombarda, per riuscire a superare l'esame di stato da avvocato è dovuta andare in Calabria o Sicilia, mentre Moretti e Boschi sono diventate avvocato senza dover cercare una commissione d'esame compiacente. La Moretti è stata vicesindaco di Vicenza mentre la Boschi era un ottimo avvocato prima dei 30 anni, tanto è vero che lo studio per il quale lavorava la mandò per un incarico presso il comune di Firenze ( non esattamente una causa per un incidente d'auto, diciamo ) dove conobbe Renzi. Caro Sallusti, sono situazioni ( e persone ) completamente diverse e lei lo sa meglio di me. Io potrei aggiungere altro ma sono certo che non passerei il vaglio del suo redattore, quindi mi fermo qui. Saluti.

Pinozzo

Ven, 17/01/2014 - 17:49

Sallusti e anche oggi ti sei guadagnato la pagnotta col la solita leccata di piedi al padrone. Ma davvero Renzi vi fa cosi' paura da doverlo esorcizzare scrivendo baggianate?

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 17/01/2014 - 17:52

Sallusti, sono d'accordo al 100% per una volta. E ti credo, sono mesi che scrivo le stesse cose su Renzi, clone mal riuscito di Berlusconi, politicamente di poco spessore e per questo amato da Berlusconi e dai Berlusconiani, che lo temono ma in fondo lo voterebbero pure, tanto Silvio e' andato, e i nuovi della Destra sono davvero poco appetibili.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 17/01/2014 - 18:03

Ai tempi del secondo mandato di Tony Blair l'Economist fece una copertina con la faccia di Blair e i capelli della Thatcher, invitando i propri lettori, bacino ampiamente conservatore, a votare per il Labour con fiducia, tanto i Tories erano allo sbando e Blair aveva comunque un'agenda conservatrice. Ecco, fate anche voi un bel fotomontaggio di Renzi con la "capigliatura", o magari la bandana, di Berlusconi, e con lo stesso messaggio! FI e' allo sbando e Renzi e' digeribile a destra.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 17/01/2014 - 18:09

fine della sinistra comunista mafiosa e sovietica ! :-)

gianni59

Ven, 17/01/2014 - 18:42

e se la copia supera l'originale?

Gianca59

Ven, 17/01/2014 - 19:01

Caro Sallusti, vuole dirci che Renzi è un altro che ci prenderà per i fondelli per i prossimi 20 anni ? L' unica cosa per differenziarsi da Berlusconi su cui deve puntare è tirare dritto per la sua strada senza farsi condizionare da compagni di merende interni o esterni al partito.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 17/01/2014 - 19:38

SI' PERO' CI VORREBBE UN NUOVO BERLUSCONI PIU' GIOVANE, PERCHE' L'ETA' AVANZA E CI SAREBBE BISOGNO DI UN RICAMBIO, IO PERSONALMENTE PUNTEREI SU UNA DONNA CHE E' PURTROPPO MOLTO SOTTOVALUTATA, LA CARFAGNA, PER ME HA CARISMA E SI FA RISPETTARE.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 17/01/2014 - 20:35

pravda99..ma perchè i kommunisti come te..intelligenti e de kultura non li vota più nessuno manco a sinistra?..perché i tuoi ex elettori che sono sempre gli stessi, prima erano raffinati pensatori al contrario di quelli buzzurri di destra?..Pravda i kumunistoidi intelligentoni come te non si rendono conto che si è prosciugato il laghetto sul cui la barchetta che batteva Falce e Martello da sempre navigava felice..tu e i dinosauri della tua specie siete rimasti in secca..senza più l'acqua che sorreggeva voi e i vostri privilegi..la gente si è stufata dei parolai arroganti..andare al cimitero dei dinosauri..quello è il posto per quelli come te..GAME OVER!!!

mariolino50

Ven, 17/01/2014 - 20:40

Ma vi piace a tutti i costi l'uomo solo al comando, onnipresente e che sà tutto, mi piace solo al giro o al tour, altrimenti è come il dictator di stampo antico romano. Comunque è vero, Renzi sembra clone di Berlusconi, di certo non è di sinistra, l'originale comunque è un pò vecchiotto, chi diceva di mettere i limiti di età.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 17/01/2014 - 20:41

pravda99..quelli di sinistra hanno votato Renzi alle primarei..in massa..quelli di destra lo voterebbero perchè assomiglierebbe a Sillvio..ma il probleme è sempre lo stesso e rimane...a te e quelli della tua razza non vi vota nessuno..ha,ha..intellettualiidi che non si caga nessuno!!

gianfranco1966

Ven, 17/01/2014 - 20:57

caro sallusti ideologicamente la penso come te ma devi capire che a destra ci sta un ragazzo ancora piu sveglio e sopratutto piu valido dal punto di vista umano. vedrai salvini i voti che prende alle europee. io sono di forza italia ma devo fare i complimenti alla lega per il loro nuovo leader. salvini mi piace per quello che dice e come lo dice. i suoi occhi sono sinceri e non furbeschi come quelli del giullare di firenze. vedrai.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 18/01/2014 - 00:21

Sono d'accordo sulla berlusconizzazione del PD. In particolare di quella banda di bolscevichi con a capo Bersani. Il trinariciuto che ha scardinato le regole assegnando alla presidenza della camera e del senato due suoi servi. FINIAMOLA CON QUESTI DINOSAURI DI UN COMUNISMO FATTO DI CHIACCHIERE CHE LECCA I PIEDI A BANCHE ED A SQUALI CAPITALISTI.

stefano.colussi

Sab, 18/01/2014 - 00:44

Con/Cordo & Con/Divido egregio direttore Alessandro Sallusti: il renzi per 20 anni ha studiato il "berlusconismo" di Silvio Berlusconi..ma mi creda non è poco..non è poco. Lo ha studiato a memoria, lo ha capito, lo ha capito e soprattutto lo sta praticando. Ripeto: non è poco.. non è poca cosa. Per adesso mi limito a dire quanto ho già detto. Domani vedremo. Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Eu..

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 18/01/2014 - 09:33

Direttore il suo editoriale in apparenza potrebbe anche essere parzialmente condivisibile.Cio' che pero' nella sostanza e' differente tra il suo scritto e la realta',sono un paio di considerazioni che lei omette.La prima e' che renzi ha democraticamente scalato un partito facendosi indicare tra gli elettori come leader e sfidando l'apparato del partito stesso,il cav invece ha utilizzato tutti i suoi soldi e i suoi media per farsi un partito personale.Secondo Renzi ha si degli atteggiamenti che fanno il verso al cav perche' molto furbescamente punta a prendere i voti direttamente dall'altra parte,impresa che in venti anni di bipolarismo nessuno e' stato capace di fare,nemmeno il cav.,ed i fatti sembrerebbero dargli ragione dal momento che tra gli ex elettori di cdx ed i delusi del cdx Renzi e' molto ben visto,cosa che al cav non e' mai riuscita.In ultimo,renzi il sostegno dei media se lo sta conquistando,il cav i media li possiede.Non sono piccolezze,credo che si tratti in toto di differrnze fondamentali che in occasione delle prossime elezioni peseranno.

Gianfranco Rebesani

Sab, 18/01/2014 - 09:33

Vorrei far notare al lettore angel 7827,appassionato di numeri che Renzi NON ha preso 3 milioni di voti, ma circa il 60% di questi, mentre Berlusconi quale capolista, nelle scorse elezioni divoti ne ha presi circa 10 milioni.Questo per il "matematico" angel 7828.Per quanto riguarda "i percorsi di vita" delle renzine, me li potrebbe illustrare? Nei loro curricula non leggo niente di eclatnte, anzi... solo appartenenti a un partito e alla politica e, almeno questo me lo deve concedere, le pidielline mostrano anche una certa personalità e un esprimersi non impacciato.Al Direttore Sallusti, vorrei far notare che, almeno sino ad oggi,Renzi dimostra di avere "le palle d'acciaio",contrariamente a quelle di Letta. Lo lasci fare e vedremo se proseguirà sulla strada intrapresa da Segretario. Faccio notare che mi ritengo, e lo sono, dall'altra parte della barricata rispetto a Renzi e al PD,tanto per evitare equivoci.

Amelia Tersigni

Sab, 18/01/2014 - 09:46

Renzi deve aver letto e riletto un libro stampato nel 2000, titolo: "L'Italia che ho in mente" dove sono raccolti tutti i discorsi a braccio fatti dal Presidente Berlusconi dalla discesa in campo in poi. Ora mi fa piacere che Renzi - queste idee - abbia le abbia fatte sue, ma io preferisco che sia "l'ideatore originale" a metterle in pratica.

Ritratto di Balamata

Balamata

Sab, 18/01/2014 - 12:41

Speriamo bene, non se ne può più di questa sinistra vecchio stampo

Ritratto di sailor61

sailor61

Sab, 18/01/2014 - 15:55

E' veramente patetico sentire dire, come alcuni che hanno commentato qui, che le donne della destra sono tutte cocche di Berlusconi, senza cervello, raccomandate e soprattutto tutte donne "facili", mentre a sinistra tutte premio Nobel! Ci siamo dimenticati della meteora del Piemonte che parole sue "porterò il Parlamento il mio non sapere". o alle saldatine di partito modello Serracchiani che fanno le presidenti della regione senza passare dal via? Possibile che se non è racchia come la Bindi non può fare politica? E poi per favore siamo nel terzo millennio e facciamola finita con la chiusura ideologica e la presunzione di volersi scegliere la controparte! Si devono convincere i sinistri che devono confrontarsi con chi ha raccolto il consenso e soprattutto SENZA L'AIUTO DELLA MAGISTRATURA. Il Piemonte è una ciliegina sulla torta della invadenza politica della magistratura. Qualsiasi giudice nel mondo si vergognerebbe di emettere una sentenza 4 anni dopo per invalidare un voto!!!. Le regole si devono scrivere per il bene del paese e non per una parte. Maggioritari secco, uninominale di collegio e niente cambio di casacca. quando uno cambia idea decade e si torna a votare nel suo collegio. Solo così si assicura la rappresentatività popolare e si eliminano i piccoli partiti, che oggi servono solo per accaparrarsi i rimborsi elettorali e non per una presunta liberta di espressione! Così spariranno i Casini, Monti, Fini, Rutelli, Di Pietro e company che condizionano i grandi e non fanno fare le riforme necessarie.

Affamalabestia

Sab, 18/01/2014 - 17:24

Sallusti non considera che, come ricordato da Feltri in un articolo di oggi, ha ormai 78 anni ed è azzoppato, se non ferito mortalmente, dalle condanne giudiziarie. Questo l'ha capito lo steso Berlusconi, che cera disperatamente un sostituto per guidare Forza Italia. La sua fortuna è stata perdere Alfano, col quale sarebbe andato allo sbaraglio. Il problema è che si è circondato da tante persone inutili - tra le quali la Gelmini e la Carfagna - che non sono assolutamente all'altezza e che, quando vanno in televisione, gli fanno perdere un sacco di voti. A differenza di quello che faceva Martino nei primi tempi di F.I. Io, personalmente, come leader sceglierei Romani, persona seria ed affidabile, anche se il suo difetto è di essere troppo legato a Mediaset.

mariolino50

Sab, 18/01/2014 - 17:47

sailor61 E quali sarebbero le riforme necessarie, quelle che vuole la minoranza più forte che vince le elezioni, con tutti i tipi di voto che sono in discussione succede questo, quelli che sono di più indipendetemente dal numero fanno il loro comodo, inchiappettando tutti gli altri, anche se sommandoli sono di più assai,e ci metto dentro anche quelli che non votano, già sapendo che non avranno nessuno a difenderli in parlamento. Democrazia non per tutti, ovvero un'altra cosa.

isaiavito

Sab, 18/01/2014 - 18:35

"Ha semplicemente studiato vent'anni di berlusconismo e lo ha riproposto in salsa sinistra: poca ideologia, grande e chiara parlantina, battute a gogò, tanto pragmatismo, amicizie e relazioni trasversali, senso del comando, mito dell'efficienza, grande ambizione e via dicendo." APPUNTO. Questo è stato il berlusconismo. Cioè aria fritta. Bravo Sallusti!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 19/01/2014 - 14:34

@sailor61,che significa diventare presidente di regione senza passare dal via rivolto alla serrachiani?non sa che e' diventata governatrice pochi mesi fa vincendo le eleziini al primo turno?che significa passare dal via,quale via?Poi quando l'aspetto estetico funira' di essere un merito o un problema vorra' dire che siam cresciuti un po' tutti.

angelomaria

Dom, 19/01/2014 - 15:15

parole sante caro sallustri come sempre una chiara e attuale lettura di una democrazia vera dove non c'e' posto per odi personali ma solo gli interessi del paese allafaccia di chi vuole portarci alla distruzione totale!!