Il diritto di essere ancora di destra

Ma cosa dovrebbero fare quelli di destra, legarsi una pietra al collo e buttarsi a mare?

Ma cosa dovrebbero fare quelli di destra, legarsi una pietra al collo e buttarsi a mare? Ingrillirsi, impadanirsi, irrenzirsi, neoberlusconizzarsi? Dovrebbero suicidarsi per seguire anche nella sventura il loro leader, muoia la destra con tutti i finistei?

Non voglio far polemiche né coi fratellini d'Italia né col fiuggi fiuggi dalla destra. E nemmeno mettermi a dire che così si fa il gioco di qualcuno; ormai i giochi sono finiti e l'età dei giochi pure. Mi limito a dire che la scelta è tra il nulla e chi invece pensa che sia meglio qualcosa piuttosto che il nulla. Meglio il nulla meno meno che il nulla e nulla più. Poi si può essere severi, e giustamente, sulle scelte e sulle stature, sugli errori commessi al potere e rivendicati pure oggi, sulla paura di scommettere tutto sul formare una nuova destra di domani.

Ma non si può chiedere a quelli di destra l'eutanasia collettiva per espiare, facendo sparire del tutto i temi della sovranità nazionale e della tradizione.

Su Fini mi limito a una diagnosi asettica del suo errore politico: dichiarò guerra nello stesso tempo alla sua destra in tutte le sue anime e a Berlusconi che l'aveva portato a Palazzo. Pensò di disfarsi della prima e sfasciare il secondo. Avrebbe potuto fare una delle due cose, ma mai aprire due fronti insieme.

Fu questa la sua presunzione, che bastasse lui, perché pensava che Berlusconi sarebbe finito e che lui, Fini, da solo valesse più della sua destra, di cui si riteneva prigioniero politico. Ma erano i suoi polmoni e non le sue catene.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 09/03/2014 - 16:38

e ciò mi fa capire che noi destra dobbiamo sempre fare una squadra, fare il gioco di sponda per opporci, con tutte le forze, alla sinistra livorosa, manettara, violenta, disinformata, telecomandata, e dannosa. solo cosi possiamo arginare questi idioti. ma più che arginare, dovremmo fare appello al nostro orgoglio e di dire che non vogliamo più aver a che fare con amici e familiari di fede comunista o di sinistra! nemmeno per fare affari! forse cosi riusciremo a far capire che c'è una italia che veramente crede in questo progetto di Berlusconi....

paolotar

Dom, 09/03/2014 - 17:00

a l'ottimo veneziani.guardi che il sasso al collo la psudo sinistra,ce l'ha ben attaccato da diverso tempo, e permane li anche ora con l'avvento di renzi e compay.fossi in lei,ai fratellini che amano appassionatamente l'italia,e la destra novella, qualche sculacciata dovrebbe dargliela.oh via, lo faccia!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 09/03/2014 - 17:03

Incontrando un uomo di destra ho potuto appurare che il suo voto era per Forza italia; non conosco bene il motivo ma sono stato ad ascoltare. Forza Italia è saldamente di destra, la Lega ed i Fratelli d'Italia possono essere le ali di questo Movimento ma occorre avere bene in mente quello che si diceva di Casini e Fini; erano le ali ma non volavano. Teniamoci terra terra e lavoriamo alla Nos. vera mèta che è la vittoria alle Europee così, speriamo che le Province se ne vadano in soffitta e stiamo tranquilli che a quelli di sinistra mancheranno molti posti a sedere. Shalom

moichiodi

Dom, 09/03/2014 - 17:21

mi associo al grido di dolore di veneziani. anche io vorrei essere di sinistra, ma sono disgustato dalla babele di tromboni che fanno a gara per dire chi è più marxista o ha nel simbolo la falce e martello. purtroppo non esiste in italia una sinistra moderna capace di coniugare giustizia sociale e progresso nel contesto dato(cioè il mercato globale). allo stesso modo in italia non esiste una destra che coltiva valori della tradizione moderata ma si fa a gara a chi (a parole) è pronto ad alzare le barricate ai confini(credendo di lasciare il mercato globale oltre le alpi). anche a destra c'è un nugolo di partitini che fanno a gara per essere più duri e più puri(ora ci si sono messi anche i fratelli d'italia alla ricerca di voti allo sbando). bisogna rassegnarci: l'italia sarà sempre governata da uno strano centro che oscilla tra i valori della destra e della sinistra a seconda degli umori degli elettori, senza un progetto ed una prospettiva di medio respiro

Ettore41

Dom, 09/03/2014 - 17:24

Carissimo Dott. Veneziani. Buttarsi a mare con una pietra al collo? No mai. Purtroppo, pero', siamo diventati apatici alla politica ma i valori e gli ideali della destra rimangono scolpiti a carattere di fuoco nei nostri cuori. Non ho nulla contro la Meloni ne' contro La Russa o Storace, il punto e' che non mi fido piu'. Ecco, questo sono stati capaci di ottenere: la mancanza di fiducia da parte di chi li ha sostenuti sperando in un Italia migliore. Ci siamo sbriciolati in correnti e sotto correnti guidati da protagonismo, convinti che ogni fazione detenesse il verbo dimenticando che l'unione fa la forza.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 09/03/2014 - 17:30

mortimermouse La guerra si gioca nella vita di tutti i giorni..e' vero, ogni giorno abbiamo a che fare con conoscenti del sinistropensiero per gli affaracci loro, furbastri, e moralisti, amici, parenti..molti di questi se notate hanno il culo parato in quanto o sono statali o lavorano in qualche municipalizzata o fanno i precari scolastici(sovvenzionati) o sono in qualche grossa ditta come dipendenti e sindacalizzati.."voi" invece siete "solo" privati che si arrabattano vengono vessati e pure rimbrottati dai su detti..be e' ora di mandarli tutti a fare in c...persona per persona, citta' per citta' ci manca lacapacita' di unirci e fare quadrato..ma si puo' vincere dal basso

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Dom, 09/03/2014 - 17:34

Veneziani a destra é una mosca bianca: ragiona senza preconcetti. Purtroppo a destra la maggioranza sragiona (tipo mortimermouse qui sopra) ed anche un discorso che potrebbe essere intelligente, viene castrato sul nascere dalle visioni di fantasmi comunisti, che solo Berlusconi ed i suoi accoliti, vedono. La destra in Italia non andrà mai da nessuna parte se si continua a sragionare come mortimermouse e si crede alla sua battaglia contro i mulini a vento.

Agev

Dom, 09/03/2014 - 17:44

Caro Marcello Veneziani .. Al Di La della sua crisi di identità .. Noi siamo Uno , siamo due ma .. siamo Uno . Così funziona l'Universo e noi . E' nel Essere/divenire un Unità pensante di Mente/corpo/vita .. Pertanto l'equilibrio delle nostre due polarità (destra/sinistra o sinistra/destra in alcuni esseri è invertita ) che ci è possibili avvicinarsi/accedere alle intelligenze/conoscenze più sottili dell'universo dalle quali veniamo ed apparteniamo e con le quali siamo coerenti . Trovo il titolo del suo cucù fuorviante e distorto .. Essenzialmente .. che cazzo vuol dire .. E' come il diritto di essere di sinistra .. Che cazzo vuol dire . Superare se stessi... e tradurre in realtà le reali Leggi naturali e cosmiche che sono Leggi funzionali alla vita ed al miglioramento della vita stessa e crescere in gioia/bellezza/potenza .. che diviene potere . Mi sembra che quasi tutti i pensieri/azioni che siano di destra o di sinistra .. non siano più in armonia/funzionale con la vita vivente .. direi che limitano se non uccidano la vita vivente .. Quindi .. trasmutazione della realtà .. Unità di pensieri/azioni/funzionali alla vita vivente che è gioia/bellezza/ricchezza materiale e spirituale . Gaetano

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 09/03/2014 - 17:53

E' triste constatare che noi di Destra siamo sempre tanti, probabilmente in maggioranza, ma ciò che manca è qualcuno che ci rappresenti veramente a livello politico. Mi piace la Meloni, mi piace Crosetto, mi piace come stanno portando avanti le loro (e anche nostre) idee, ma ce la faranno? Perchè continuare a dividersi, perchè questa continua lotta fratricida, anzichè cercare di diventare, finalmente maggioranza, con le inevitabili differenze, le varie sfumature (inevitabili in noi Italiani), ma uniti nella lotta contro questi rapinatori della sinistra che da troppo tempo ci stanno mangiando in testa? Mettetevi d'accordo, per una volta, fate una coalizione credibile. Mentr scrivo mi rendo conto che sto rappresentando un sogno ,un'illusione irealizzabile... ma chissà! Può anche darsi che un giorno, a forza di prendere schiaffoni, ci decidiamo a mettere da parte le nostre piccole beghe interne e proviamo a far qualcosa per il nostro Paese. Speriamo che non sia già troppo tardi.

Massimo

Dom, 09/03/2014 - 18:03

La Meloni ha lanciato due proposte forti, di destra, come l'uscita dall'euro e il no allo ius soli. Deve perseverare e dirci anche cosa pensa delle unioni di fatto, visto che un anno fa ha sospeso due dirigenti (facendomi cambiare idea sul voto da darle) per la simpatia parodia sui due omosessuali a Sanremo. Male, invece, l'insistere sulle primarie (roba da assemblearismo comunista) e la vicinanza con Alfano. Tirando le somme. Se vogliamo una testimonianza di vera destra, allora dobbiamo votare Forza Nuova. Se vogliamo sostenere alcune idee da portare in parlamento e in europa, allora votiamo Lega. Se invece vogliamo ostacolare il dilagare della sinistra, non possiamo che sostenere Berlusconi (non Forza Italia...) sperando che regga all'età.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 09/03/2014 - 18:16

Che si mettano pure una pietra al collo e si buttino a mare, se non altro ci sbarazziamo e ci saranno più posti, NELLE CARCERI per i delinquenti normali. Questo di buttarsi a mare vale pure per tutti quei parassiti,che dal dopoguerra in qua hanno approfittato arricchendo SPUDORATAMENTE,ASSECONDANDO QUESTA CASTA CHE DI BUONO HA FATTO POCO, MA, RUBATO, HA TANTO. Se non ne sono capaci, mi auguro che il resto dei loro giorni abbiano a passare le pene dell`INFERNO.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/03/2014 - 18:16

No non mi suicido. Ma il naso non me lo turo più. Mi spiace, ma Fi di destra ha solo lo slogan. Purtroppo per noi la Le Pen ad oggi non l'abbiamo. E il voto diventa un momento tragico. Infatti non voto più. Non sono rappresentato da un partito di destra. Dove prima c'è la sovranità nazionale e tradizione. Fini e' solo una nullità umana che pensava di essere uno statista. E infatti ha distrutto tutto.

gianrico45

Dom, 09/03/2014 - 18:17

La fine della destra è iniziata il giorno dopo la sua nascita,nel momento in cui scelse la politica rivoluzionaria anti sistema di piazza e nello stesso tempo quella filo istituzionale di palazzo. Tutti i personaggi, da Michelini a Fini non sono stato altro che gli interpreti di quella politica ambigua, solamente recitata,sorretta intellettualmente dall'inconcludenza montanelliana.La destra è stata solo una recita che dal dramma è passata alla commedia per finire in farsa. Questa è la verità.Gli unici che ne escono con onore, sono solo coloro che ci avevano creduto rimettendoci anche personalmente, nonostante che venissero sistematicamente traditi.

andrea.canevari

Dom, 09/03/2014 - 18:21

Notevole il parallelo con Clausewitz !

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Dom, 09/03/2014 - 18:27

Veneziani a destra é una mosca bianca: ragiona senza preconcetti. Purtroppo a destra la maggioranza sragiona (tipo mortimermouse qui sopra) ed anche un discorso che potrebbe essere intelligente, viene castrato sul nascere dalle visioni di fantasmi comunisti, che solo Berlusconi ed i suoi accoliti, vedono. La destra in Italia non andrà mai da nessuna parte se si continua a sragionare come mortimermouse e si crede alla sua battaglia contro i mulini a vento.

peter46

Dom, 09/03/2014 - 18:28

mortimer...non bestemmiare.Tu di dx non hai un bel niente.Tu sei centro come il tuo capo,magari tendente a dx,ma sempre centro...e smettila "co 'sto ca...volo" di "suo"'anti-comunismo datato:vi ha portato ad appoggiare la 'qualunque' altri proponessero al governo sperando che,a loro insaputa,gli facessero la 'grazia',non rendendosi conto che "loro" non erano 'Santi' del paradiso e non avevano proprio voglia di fare alcuna 'grazia',anzi...Egr.Veneziani,come sempre meglio la seconda "...e chi pensa che sia meglio qualcosa piuttosto che il nulla"...anche se per la sola nostra 'presenza' non ci saremmo fatti mancare una "la qualunque" formazione a dx su cui riversare la nostra 'nostalgia'...Forza Nuova compresa,o 'anche':non eravamo stati di certo mandati a studiare come 'governare' questa Nazione.Certo,nei Fratelli d'Italia,ci sono gli ormai 'scaduti'...ma dicono di volere le preferenze.Forse non riusciranno(non dipende da loro)ad ottenerle,ma non potrà essere colpa loro.Rimangono pur sempre le Primarie:che siano fatte per la scelta dei candidati fra tutti coloro che si sono iscritti da poco ieri a domani,termine ultimo per partecipare alla scelta quando sarà il momento.E chi non si è iscritto...ritenterà alla prossima selezione,iscrivendosi in tempo e non saltando su alcun carro quando gli fa comodo:non c'è alcun bisogno di 'scimmiottare' il csx.Anche perchè chi era stato fatto studiare da futuro PDC...ha bruciato le tappe(chissà che non fosse stato doveroso?)e si è ritirato come conviene agli sconfitti che non hanno saputo 'giocare' la partita.La Meloni dovrebbe tenere in mente,"attualizzandole" le parole di Giorgio Pisanò che si trovano scritte nel retro del libro di A.Carioti "Gli Orfani Di Salò".....""Mussolini era morto,la nostra Repubblica era finita nel sangue,ma Noi eravamo ancora vivi. E avevamo vent'anni. Con la vita davanti per dimostrare a Noi stessi e agli altri di che pasta fossimo fatti."" Chissà Giorgia Meloni che non si possa tentare di ""ritrovarci"" sotto lo stesso nuovo simbolo....se ci fosse un ...aiutino(passo indietro nelle seconde file per alcuni).

Alessio2012

Dom, 09/03/2014 - 18:32

A mio parere bisognerebbe cancellare le parole sinistra-destra e far si che prevalga il programma e non l'ideologia.

Giacinto49

Dom, 09/03/2014 - 18:33

Ritengo il ritorno al simbolo di Alleanza Nazionale una manovra ipocrita e dettata soltanto dal poco consenso raccolto (lo stesso logo "Fratelli d'Italia" la dice lunga sulla mancanza di idee del suo gruppo dirigente). Forza Italia, con Silvio Berlusconi è stato l'unico partito a dare voce ad una destra che si indentifica nei principi sani di società e famiglia. Fra questi non è contemplato il tradimento. Per quanto mi riguarda la mia destra, rispettosa delle libertà altrui ma, poi, anche della mia, continuo a farmela "da me" entro i tre metri di quello che mi sta intorno.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 09/03/2014 - 18:36

IO SONO E SARO' SEMPRE DI DESTRA MA PURTROPPO DEVO AMMETTERE CHE OGGI CI MANCA UN LEADER, E NATURALMENTE MI RIFERISCO AL GRANDE GIORGIO ALMIRANTE, DOPO DI LUI IL NULLA, PURTROPPO.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/03/2014 - 18:37

Prima di dire cosa dovrebbero fare quelli di destra, bisognerebbe chiedersi se esiste ancora qualcosa o qualcuno di destra. E, in caso affermativo, sarebbe cosa gradita che venissero fatti degli esempi concreti (e i nomi). In attesa, cortesemente ringrazio per l'attenzione.

Paul Vara

Dom, 09/03/2014 - 18:42

Berlusconi non rappresenta la destra, rappresenta soltanto i propri interessi, alla faccia del popolino che si beve tutte le storie create dal servizio marketing del partito-azienda...

VYGA54

Dom, 09/03/2014 - 18:49

Il diritto di essere di destra certo non ce lo toglie nessuno e quanto al "meglio il nulla meno meno che il nulla assoluto" bisogna ricordare che noi del glorioso ex MSI siamo abituati a non avere nulla. E forse era proprio quella la nostra forza. Sotto il compianto Almirante il nostro movimento pur con tutte le discriminazioni che tendevano ad isolarci dal cosiddetto "arco costituzionale" era arrivato ad una percentuale elettorale, uno zoccolo duro, di tutto rispetto. Allora avevamo un'anima....poi venne Fini che ( ora possiamo dirlo) a Fiuggi fece lo strappo iniziale per conquistarsi quel posto al sole che al vecchio MSI era negato. Poi venne Berlusconi che dette la spallata decisiva alla diffidenza verso la destra..e fu l'inizio della fine. Inutile negarlo ci siamo imborghesiti e molti di noi oggi votano Forza Italia, come quando negli anni del pericolo comunista ci turavamo il naso e votavamo DC. Ma...nonostante formulo un augurio a Giorgia Meloni malgrado Fiuggi2 (non fosse altro per il nefasto deja vù) pur nella consapevolezza che Almirante si nasce non si diventa.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 09/03/2014 - 18:49

La vicenda di Fini è forse esemplare di un certo 'male oscuro' della destra? Non riusciamo a difendere fino in fondo dei concetti squisitamente 'di destra' come Tradizione, Identità, Sovranità; per cui, spinti quasi da un sopito 'complesso di colpa', di 'autocastrazione' ci sottomettiamo ad una suprema volontà, che magari ci umilia, ci tratta dall'alto verso il basso, però poi, alla fine, ci ammette alla Sua Presenza, ci concede, finalmente, la Sacra Rappacificazione. Ci fa sentire esseri umani, degni di un pensiero e quasi Fratelli Framassoni, ci sentiamo parte del balletto, della terrazza (suggestioni filmiche). Ma se questo può essere valido per i 'poveri di spirito', lontani dai gangli del potere e, in cuor loro, magari desiderosi di una 'promozione', cosa pensare di Fini, personaggio di carattere, che non doveva (forse) chiedere niente a nessuno? Forse una arcana 'sindrome di Stoccolma' che ha gli ha fatto percepire una sorta di prigionia; ha voluto, significativamente, cambiare donna e famiglia, e acquistare un lasciapassare verso il mondo 'regolare': che lo ha accolto come in un sarcofago. Pur venendo dalla Magna Grecia, purtroppo non conosco il greco antico greco, ma mi sembra che 'sarcofago' voglia dire: sarcos (carne), fagos (mangiare)!

Ritratto di Jampa

Jampa

Dom, 09/03/2014 - 18:50

La coazione a ripetere crea sfracelli. Basta, please!, usare le parole e i concetti soltanto per divinare un passato che non esiste più alla sola ricerca di capri espiatori. Parte della trincea ce la siamo scavata noi, il popolo silenzioso. E' il momento di riappropriarsi di quegli spazi che da grigi si sono fatti sempre più rossi, è il tempo di effetto-valanga, di nuove e dirompenti masse critiche. Osservo persone che sgomitano per assicurarsi privilegi con altrui detrimento, quando potrebbero/dovrebbero contribuire a creare vortici di cultura tradizionale. Solo un inizio del trattamento, nella speranza di una prognosi fausta.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 09/03/2014 - 18:55

Caro Veneziani, alla destra manca una rappresentanza politica degna di questo nome ormai da molti anni: forse proprio da Fiuggi 1, che fu non una modernizzazione della destra, ma un suo rinnegamento. Ancora mi ricordo di Fisichella & c che volevano Gramsci nel loro pantheon, in nome di un volemose bene in cui tutto si confondeva, come l'assoluto di Schelling secondo Hegel: già si capiva dove si sarebbe andati a finire, e Fini non ha fatto che portare conseguentemente fino in fondo (nel senso di più in basso) questa deriva. Per ricostruire la destra ci vorranno anni e bisognerà ripartire da zero o quasi, con persone totalmente nuove: c'è chi dice che è meglio poco che nulla, io invece penso che, per esempio, con i sodali e gli amici dei Ligresti sia meglio non avere nulla a che fare.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 09/03/2014 - 19:05

Buttarsi a mare no, ma acculturarsi si.

Aristofane etneo

Dom, 09/03/2014 - 19:25

"Destra - sinistra" sono, a mio parere, termini che non hanno più senso se non quello di perpetuare privilegi e saccheggi da parte dei soliti noti paraculi, parassiti, para qualcosa, della Partitocrazia e delle Istituzioni, di Trento e Bolzano giù giù fino a Palermo che dopo aver beneficiato di stipendi e privilegi vergognosamente alti beneficiano di pensioni d'oro ovvero da rapina alla faccia di chi come me paga le tasse è costretto a pagarle anche su appartamenti in eredità che nessuno vuol comprare perché "non ci sono soldi". E intanto sempre più imprenditori si suicidano o delocalizzano per sopravvivere. Destra e sinistra continueranno ad essere specchietto per le allodole (o per i polli)se nessuno metterà mai mano all'art.67 della Costituzione che fa da paravento ai paraculi che cambiano partito e idee, una volta elemosinato il voto di noi pennuti.

Klotz1960

Dom, 09/03/2014 - 19:40

Veneziani, cerchiamo di essere CONCRETI, non e' proprio questione di intelletualismi inutili: la disgustosa epopea di Fini e' durata per alcuni anni, durante i quali tra i vari "colonnelli" non e' praticamente volata una mosca. Li' e' finita Alleanza Nazionale. Hanno subito come pecoroni l'hybris delirante di Fini, ed hanno perso ogni credibilita'. Adesso parlano di uscire dall'Euro, etc, ma e' evidente che sotto le pressioni dei poteri forti si squaglierebbero in un attimo. Tanti saluti.

Tino Gianbattis...

Dom, 09/03/2014 - 20:13

Veneziani tutto condivisibile, quello che non c'è più a Destra è la sua anima sociale che l'ha sempre contraddistinta, l'assenza di una cultura di destra fa disperdere la nostra anima più pura. Occorre che ci riappropriamo della nostra storia e farne cultura, progetto realizzando la vera destra sociale.

maurizioc.

Dom, 09/03/2014 - 20:18

Raccolgo la provocazione e rispondo in modo altrettanto provocatorio. Se tutti coloro che si considerano orfani dell'ideologia - a destra come a sinistra - si legassero una pietra al collo e si buttassero a mare, non la considererei una notizia così negativa. Abbiamo bisogno di risposte concrete a problemi concreti, e non m'interessa né la dittatura del proletariato, né il revanscismo nazionalista. Chi cerca una soluzione ai problemi odierni fra le pagine di Marx o di Pareto va guardato secondo me con tanta tenerezza, come i bimbi che imparano a camminare e quegli anziani che fanno di tutto per reggersi in piedi. Fini non l'aveva pensata male. Aveva rinunciato a un partito che non aveva più margini di miglioramento dal punto dii vista elettorale per "papparsi" un partito che aveva oltre il 30% del consenso. Chiamalo scemo! Che poi abbia commesso degli errori tattici e strategici tali da mettersi contro tutta la classe dirigente del PDL legata a Berlusconi è un'altra ragione. Ha eseguito male un'idea geniale, ma questo è un altro discorso. No, non c'è alcun futuro né per l'ideologia di destra, né per quella di sinistra. Il capitalismo deve ritrovare il suo obiettivo originario: creare e diffondere ricchezza, trasformando i proletari in borghesi e consentendo a chi non è di nascita borgese di integrarsi nella borghesia, fino ad arrivare a ruoli di comando, sempre che lo meriti. Purtroppo il capitalismo, almeno in Occidente, non riesce più a creare ricchezza e i borghesi sono diventati un ceto ripiegato su se stesso, incapace di integrare al suo interno i più meritevoli, anche se provenienti da altri ceti. Questo, secondo me, è oggi il problema centrale, non tanto quello di assicurare bombole a ossigeno a ideologie dei secoli passati. Quelle, diamole in pasto ai vermi.

Tino Gianbattis...

Dom, 09/03/2014 - 20:20

Beh se avevamo dubbi su chi deve pesare il prezzo della discriminazione per motivi biologici è ora che si impari a riconoscere da dove arriva e quali le lobby di potere che le impongono.

lupo solitario

Dom, 09/03/2014 - 20:52

Queste persone sono le stesse che hanno distrutto la DESTRA Italiana (melloni, la ruspa,alemagno ecc.) per questo motivo non possono essere loro a riproporsi per la ricostruzione della TRADIZIONE, del concetto di Identità Nazionale, e della salvaguardia dei Valori Naturali. Non ne sono degni, non sono credibili, vogliono ancora una opportunità per "mangiare" alle spalle degli italiani onesti. Perchè la VERA DESTRA è: - Slancio vitale, Volontà di potenza, Spiritualismo laico, Estetica della politica, Saldezza morale, LEALTà, ONORE, FEDELTà alla parola data, COERENZA con i propri ideali, AMORE verso il proprio popolo, capacità di SACRIFICIO, Religiosità GUERRIERA che ha improntato di sé la civiltà europea e in nome di questa spiritualità e dei suoi valori accettare la lotta contro la decadenza dell’Europa. Essere di DESTRA significa vedere la natura decadente dei miti razionalistici, progressisti, materialisti che preparano l’avvento dalla società plebea, regno della quantità, la tirannia delle masse anonime e mostruose. Questi valori,...............questi mascalzoni non sanno neanche cosa vogliono dire, cosa vogliono riproporre. ai veri uomini di DESTRA ....in bocca al lupo

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 09/03/2014 - 21:16

Lasciamo perdere il Finito è un capitolo morto e sepolto per il suo arrivismo, un maestro parolaio. Il suo errore più grande non è stato appropriarsi di una villa, ma quello di aver stretto un patto con i magistrati sinistri per distruggere ( B ) con lo Spread, tramite gli utili idioti e la Merkel per rilevarne la successione. L' errore più grande è stato di bloccare le riforme. Il tutto a scapito degli Italiani. Se adesso ci troviamo in questa situazione di povertà e suicidi è anche merito suo. Personaggio passato alla storia nell' infamia.

ammazzalupi

Dom, 09/03/2014 - 21:26

@ mortimermouse: i tuoi consigli (identici alle mie convinzioni) li seguo da anni. Dalla peste, come dai komunisti, libera nos Domine!

Ritratto di Massimo Scalfati

Massimo Scalfati

Dom, 09/03/2014 - 22:00

Il tentativo di "Fratelli d'Italia" di ricostituire una formazione politica di "Destra" (uso le virgolette, perché mi pare che ci sia pochino della vera Destra sociale, nazionale, identitaria, rivoluzionaria) lo rispetto, pur non partecipandovi. A loro dedico due strofe della poesia di Kipling "If" "Se" che il poeta scrive per il figlio: ""Se riesci ad incontrare il successo e la sconfitta e trattare questi due impostori allo stesso modo. Se riesci a sopportare di sentire le verità che tu hai detto distorte da furfanti che ne fanno trappole per sciocchi o vedere le cose per le quali hai dato la vita distrutte e umiliarti a ricostruirle con i tuoi strumenti oramai logori. Se riesci a fare un solo fagotto delle tue vittorie e rischiarle in un solo colpo a testa e croce e perdere e ricominciare da dove iniziasti senza mai dire una sola parola su quello che hai perduto ..... ....... tua è la terra e tutto ciò che è in essa e quel che più conta sarai un uomo, figlio mio"". Bonne chances, mes camarades!

bruna.amorosi

Dom, 09/03/2014 - 22:05

quelli di destra dovrebbero capire che per governare ci vogliono i voti e se da solo nn ce la fai bisogna che ci si allea ma purtroppo la destra di ALMIRANTE è sparita la parola onestà è stata cambiata con opportunità che non è uguale a LEALTA' le idee si fanno valere nll'interno non facendo guerra sottobanco .perchè alla fin si tornerà ad essere quello che si era prima che BERLUSCONIdesse una mano,cioè fuori dal parlamento

Ggerardo

Dom, 09/03/2014 - 22:46

Ma perche' vuole suicidarsi ? Si puo' essere di destra e non avere un pregiudicato come leader. Dov'e' il problema ? Certo e' piu' dura la vita senza i soldi di Berlusconi, i suoi giornali, le sue TV. Ma non si puo' avere tutto nella vita...

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Dom, 09/03/2014 - 23:39

Il trio La Russa-Meloni-Crosetto sembrano i tre supereroi buffi "I predatori del Tempo". I fan dei cartoni animati anni '80 se li ricorderanno sicuramente...

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Dom, 09/03/2014 - 23:54

Veneziani a destra é una mosca bianca: ragiona senza preconcetti. Purtroppo a destra la maggioranza sragiona (tipo mortimermouse qui sopra) ed anche un discorso che potrebbe essere intelligente, viene castrato sul nascere dalle visioni di fantasmi comunisti, che solo Berlusconi ed i suoi accoliti, vedono. La destra in Italia non andrà mai da nessuna parte se si continua a sragionare come mortimermouse e si crede alla sua battaglia contro i mulini a vento.

Beraldo

Lun, 10/03/2014 - 02:44

Fini è un neo-conservatore che ha venduto l'anima al mondialismo.

Joe

Lun, 10/03/2014 - 03:26

Dobbiamo dirlo forte: fuori dalle aziende i sindacati che difendono raccomandati e nullafacenti. Difendere i lavoratori oggi vuol dire "imporre" un sistema meritocratico per fare in modo che tutti possano emanciparsi socialmente tramite le loro capacità nel lavoro. Sentire parlare di lotta di classe ci fa ormai un po' di tenerezza, l'unica lotta possibile è oggi per il Merito.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 10/03/2014 - 07:36

Siamo in Italia. Patria di santi, ecc. La destra e la sinistra assomigliano ad un enorme "delta". Partono compatte ma immediatamente si scompongono in milioni di rivoli: ognuno sogna con una propria ideologia che, logicamente, ritiene la migliore. In ogni caso, non ci sarà mai una coesione: l'egocentrismo combatte e vince contro ogni collante, soprattutto perchè è validamente supportato dall'idiozia: che non ci manca.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Lun, 10/03/2014 - 08:57

x romaldi UNO DI DESTRA (per come è intesa la destra in Italia) NON VOTA FORZA ITALIA la meloni una cosa giusta la ha anche detta ne con il ppe ne con la merkel ergo nemmeno con partiti che stanno nel ppe

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 10/03/2014 - 09:53

Peccato che, a destra come a sinistra, gli sbandierati valori, principi, fedi e immondizia varia, alla prova dei fatti si schiantino contro il vile interesse personale a far parte della casta. O a sostenerla, sostando sotto al tavolo, sperando che cada qualche osso.

bruna.amorosi

Lun, 10/03/2014 - 10:43

ITALIASETTIMANALE vedrai da solo che la MELONCINA starà con chi la farà restare in gioco . strillerà si arabbierà poi farà come tutti quelli che fanno la politica per campare . sia certo e stia sereno che sarà così .

tzilighelta

Lun, 10/03/2014 - 10:48

no non buttatevi a mare, non correte questo rischio, finire in acqua e scoprire che a terra non gliene frega niente a nessuno è una cosa triste! La destra è morta quando è passata con Berlusconi, ha tradito tutti i valori morali della quale andava fiera, in tema etico siete al medio evo, nella vicenda di Eluana Englaro avete toccato il fondo del ridicolo, il trio Meloni Crosetto La Russa non ha ragione di esistere, per anni hanno vissuto raccogliendo briciole da Berlusconi e adesso navigano intorno al 2%, non si capisce cosa vogliono, di economia sanno zero e attraggono solo i razzisti e gli omofobi. La modernità vi ha superato da tempo, raccogliete il consenso solo da vecchi rancorosi e giovani ottusi! Amen!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 10/03/2014 - 11:20

La destra ha un grossissimo patrimonio da spendere. Ha il diritto di distinguersi dalla sinistra intanto e non è poco vista la stupidità vecchia e nuova che vi circola (quorum "tzilighelta" e compagni di merenda). Ha il diritto di riscrivere la storia dell'Italia, fin dalla nascita. Ha la possibilità di raccontare il fascismo e gli italiani, la guerra e gli italiani, l'antifascismo e gli italiani. Può raccontare cosa deve essere uno stato e cosa uno stato non deve fare: stato tasse e manette. Può dirci chi in un paese libero è veramente il sovrano, chi comanda insomma. E sopratutto può distinguersi dalla politica caritatevole, piagnucolosa e spendacciona che infetta il nostro ed altri paesi. Ma sopratutto può e deve dirci che non può fare niente di tutto questo perché gli italiani sono intossicati da sessant'anni di cultura comunista, egalitarista, sindacalista ed antagonista che li ha investiti e trascinati nella miseria più nera. Ecco alcune delle poche cose che potrebbe fare la destra. Ma attenzione perché il virus-bellaciao che ha toccato Fini non è estinto e può fare ancora tantissime vittime.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 10/03/2014 - 12:55

Su Fini come uomo di destra che ha "sbagliato" approccio e metodi non sono per niente d'accordo. Fini aveva cessato di essere uomo di destra già da prima di Fiuggi, solo che ancora non si era capito. Dopo Fiuggi fu chiara la cosa a molti che stavano attenti a quello che combinava. Tra fatti effettuati da Fini e valori di destra che si credava rappresentasse, c'era un contrasto che faceva a pugni con qualsiasi logica. A quel tempo rimanevo sbalordito dal fatto che nessuno del suo partito non gli desse il ben servito, e lo facesse cacciare a calci fuori. In quanto ai rimasugli di destra attuali, si sono adagiati sulle poltrone e sul potere personale, non c'è nessuna unità d'intenti, nessun programma e pianificazione negli interessi dell'Italia e degli italiani. Come ho scritto in un altro articolo: "Dall'articolo che ho letto vedo che ha stilato tutti argomenti "contro" qualcuno o qualcosa, alcuni giustissimi e condivisibili, tuttavia non ha presentato un programma pianificato per l'Italia, cioè idee e scopi, innovativi o meno che siano, che si prefigge di perseguire Fratelli d'Italia, di là delle diatribe di cui si diceva, e su cui gli elettori possano dare il loro consenso e appoggio. Non basta rimanere sui valori e tradizioni, occorre andare avanti, crescere e sviluppare, insomma i piani per il futuro nostro e dell'Italia. Come diceva la canzone di "Cenerentola", i sogni son desideri di felicità, e se uno ha un sogno da seguire può impegnarsi di più per realizzarli. Quello che manca alla Meloni, a Fratelli d'Italia e a tutta la restante destra, è lo slancio in avanti, si sono adagiati solo nella caduta "all'indietro" che, per molti versi è anche giusta ma ha il limite di non sognare e di non desiderare. Pur con il suo aspetto giovanile la Meloni si presenta già "vecchia", ed è questo quello che non va, ma non lo dico solo per lei ma per tutto il rimanente della destra."

manente

Lun, 10/03/2014 - 13:42

Quelli “di destra”, dovrebbero spiegare in modo chiaro agli italiani che la vera "destra" non è quella della finanza di Wall-street e della City di Londra, quella dei Pinochet e dei Videla messi al potere da Kissinger e dalle lobby della finanza di rapina, quelle di una sedicente "destra" italiana totalmente asservita alle strategie "atlantiste", quella dei Fini fulminati sulla via di Damasco dallo strapotere delle lobby dell'usura globale, quella di un potere oscuro ed invisibile che è contro gli interessi vitali dei cittadini e delle Nazioni, ma che, nella sua più genuina essenza storica e politica, è l'esatto opposto di tutto questo. Gli italiani capirebbero!

tzilighelta

Lun, 10/03/2014 - 15:06

Maurizio giuntoli, egregio, lei con il suo scritto ha confermato quello che avevo postato prima, io non so se appartiene al gruppo dei giovani ottusi o a quello dei vecchi rancorosi, certo che di boiate n'è ha scritto in quantità industriale, e poi volevo dirle, e la cosa la sconvolgerà, che io non sono mai stato di sinistra, ma ci tengo a distinguermi dai paracarri come lei! Saluti

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 10/03/2014 - 15:48

@Maurizio Giuntoli - Nonostante la sgradevolezza e insignificanza contenutistica di qualche post a lei indirizzato, tuttavia si è avuta così subito la riprova di quanto sia veritiera l'affermazione d'impossibilità ad agire contenuta nella parte finale del suo commento.Inoltre vi è da sottolineare che quasi tutti coloro che credono di difendere il cattocomunismo solo attraverso le offese agli interlocutori, sono così ingenui da credere che la loro vera identità politica rimanga incerta, alcuni si spingono a dirsi simpatizzanti di Giannino,credendo così di porsi in zona neutra che li legittimi a considerarsi 'super partes'.Misere tattiche infantili che non ingannano nessuno,ma che danno la misura della loro disonestà.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 10/03/2014 - 18:49

Carissimi compagni di merende: noi di destra non saremo mai nè come vi piace, nè come non vi piace; ma solo come 'ci' piace!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 10/03/2014 - 21:18

"tzilighelta" Lei dice di non essere mai stato di sinistra. Bene, non avrà avuto tessere forse ma lei è un bellaciao fatto e rifinito. Neanche gli scemi o i pazzi han mai detto di essere scemi o pazzi. Però basta guardarli.. Per lei basterebbe il fatto che non argomenta quel che dice e non espone fatti per considerarla un "sincero democratico". Non basta non avere l'abbonamento all'Unità, lei è una povera vittima della cultura comunista, egalitaria e pansindacalista. Come milioni di altre, sparpagliate nel grillame e perfino in una sedicente destra, berlusconiana o no. Deve crescere, caro signore, moderare gli aggettivi ed imparare a scrivere. E sopratutto deve sapere che tra cultura e politica c'è una grossa differenza. Buona Natale compagno. "Euterpe", la prego non mi giudichi male se mi intrattengo con simili personaggi. E' solo una questione di igiene. Vorrei che il forum fosse un po' più pulito.

tzilighelta

Mar, 11/03/2014 - 10:02

Brava Euterpe ha fatto bene a dirgliene quattro a quel paracarro, lei è bravissima poi a interpretare il pensiero degli altri, potrebbe fare la maga o la veggente, lasciamo stare che non ci azzecca mai una volta, tanto chi se ne accorge, le sue argomentazioni e le prove a carico sono convincenti, si, per i gonzi che ancora la leggono, lei ha una determinazione che sembra una pasionaria, una vera cattocomunista a sua insaputa, anche perché cara Euterpe di lei non si sa niente, così a occhio mi sembra una bananas ma forse anche peggio! La saluto e non si agiti troppo, si ricordi la previsione di quell'altro ciarlat cioè volevo dire mente pensante del mago Agev, un altro campione di boiate!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 11/03/2014 - 12:17

@Tzilighelta- Lasciamo a lei l'onore e la gloria di essere assunto nell'Olimpo degli Otelma del nostro tempo. Una prova delle sue capacità è il fatto che ha saputo immediatamente riconoscere la mia assenza di attitudine ad interrogare la palla di vetro,resa definitiva dal mio essere astemia,per cui tale compito è demandato esclusivamente a lei.Ne farà sicuramente uso eccellente,convinzione rafforzata dall'averci lei già gratificato con un "Tie' tie'",gesto apotropaico d'insuperabile raffinatezza, locupleto di ineccepibili argomentazioni, sul piano civile veramente ragguardevole.Le sue doti ci rendono afasici per lo stupore.

tzilighelta

Mar, 11/03/2014 - 13:01

Euterpe, si si mo me lo segno!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 11/03/2014 - 13:56

Tzilighelta,provi ad interrogare la sua palla di vetro per le regole ortografiche...almeno quelle.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 11/03/2014 - 14:02

tzilighelta 13:01 - Oltre a segnarselo, provi anche a non farla troppo spesso fuori dal vaso.

tzilighelta

Mar, 11/03/2014 - 14:48

Euterpe, ma davvero, mi deve scusare ma scrivo in fretta senza rileggere, però scusi lei fa la maestrina solo con me, giuntoli ha scritto un mare di strafalcioni e lei non ha detto niente! Per Abj14, che vuoi tu, non metterti mai tra il cane e il suo osso, è una questione tra me e Euterpe, prima o poi mi chiederà di sposarla!

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 11/03/2014 - 15:22

tzilighelta 14:48 – Sul "cane" sono d'accordo. Bonne journée.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 11/03/2014 - 15:44

Tzilighelta, in realtà scherzavo riguardo all'ortografia,comunque negli esseri come lei qualche piccolo neo non fa che esaltarne la perfezione.Riguardo alla richiesta di sponsali, può darsi anche che le parti alla fine risultino invertite.Ma un consiglio voglio darle: nei miei riguardi non prosegua sulla strada che ha intrapreso, perche la sua amica boldrina potrebbe poi accusarla di sessismo.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mar, 11/03/2014 - 18:14

Tzifonzie e pollituttologo, non mischiare le acque, ti si bagnano le piumine di struzzo della tua ombra. Ajo' mi si dicce che vai in vacanza viccino a casa tua, salti sul traghetto e vai a fare i bagnetti in Corsica, piu' precisamente a punta Chiappa. Stai attento a quelli che non si devono buttare in mare, quando farai i tuffi prendi un riferimento a terra, non ti curar di loro... Navigano a quota periscopio. Ajo' salutami il tuo ipad, riparrati dal vento da N NE, e ricordati che le bannane continnentali ti invieranno sempre i souvenir. Ajo'

tzilighelta

Mar, 11/03/2014 - 18:58

Euterpe, resterà stupita nel sapere che io sono contro le quote rosa, sono per la meritocrazia, un cosa che qui in italia è scansata come la peste, in generale considero le donne più brave di noi maschi, ma io sono un cavernicolo, un troglodita, e quando vedo la Boschi o la Moretti mi distraggo e penso ad altro!

Agev

Mar, 11/03/2014 - 19:34

Egregio manente .. Meraviglioso commento e visione della realtà .. mi trova in perfetta empatia/armonia .. E' vedere la realtà per quello che è .. è un pensiero funzionale che afferma la vita vivente .. è Al Di La di tutti i pensieri/concetti/realtà di tutte le chiese .. che si chiami chiesa cattolica o chiesa del socialismo reale .. destra/sinistra .. Pertanto definirlo pensiero di destra è semplicemente riduttivo .. Ciò che afferma la vita vivente si trova sempre e comunque Al Di La delle concettualizzazioni/razionalizzazioni .. diviene un pensiero vivente .. Le soluzioni divengono semplici e tutte possibili e trasmutarle in realtà . Solo l'Unità nel/del uomo saprà tradurre in realtà le reali leggi naturali e cosmiche che lo governano e con le quali è coerente . Pertanto Unità di intenti/azioni in opposizione a Tutte le chiese che con i loro pensieri/concetti stanno creando solo miseria su ulteriore miseria .. pensieri/azioni che sono l'opposto del miserabile teatrino delle parole/azioni della piccola politica .. degli idioti intellettualoidi .. degli idioti economisti .. della cosiddetta cultura/religioni/metafisica .. trasmutazione della realtà .. Le nuove e potentissime vibrazioni/realtà lo esigono e comandano .. La gioia/Bellezza vive già il/nel mondo .. deve anche governarlo . Gaetano