Aboliamo le Regioni a statuto speciale

Con un debito di oltre 5 miliardi di euro la Sicilia è la Grecia d'Italia. Ma non è la sola Regione a statuto speciale a spendere e spandere: da sempre tutte e cinque sprecano troppo. Perché non le aboliamo?

La Sicilia va a gambe all'aria. Ma non è la sola Regione a statuto speciale a rischiare questo drammatico destino. Certo, i conti di Palermo sono davvero allarmanti: la gestione ballerina del governatore Raffaele Lombardo ha trascinato nel baratro quella che ilGiornale ha ribattezzato la "Grecia d'Italia". Un debito da 5 miliardi di euro, scandali, assunzioni per gli amici e gli amici degli amici e fondi europei mal gestiti o del tutto snobbati. Nella Regione Sicilia i costi della politica e quelli per l’acquisto di beni e di servizi sono, in termini pro capite, circa il doppio; quelli relativi agli stipendi del personale addirittura più del triplo rispetto alla media di tutte le altre regioni d’Italia. Secondo uno studio della Cgia di Mestre, la Regione governata da Lombardo ci costa 2,5 volte in più della media di tutte le altre Regioni messe assieme: "Precisamente 551 euro pro capite contro i 219 euro pro capite in capo a tutti gli altri cittadini italiani". E le altre Regioni a statuto speciale? Non fanno certo meglio dal momento che, secondo un confronto del 2010, sono tutte e cinque in passivo. Insomma, spendono più di quanto incassano. E allora? Allora, aboliamole.

Da sempre, in Italia, ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B: neanche 10 milioni di italiani ricevono dallo Stato più degli altri 51 milioni e mezzo di connazionali. È un dato di fatto. Brutto da constatare, ma è così. È sempre stato così. Nel 1994, ogni cittadino della Lombardia aveva ricevuto dallo Stato 260mila lire, uno del Trentino-Alto Adige circa 4 milioni e uno della Val d’Aosta oltre 7 milioni lire. Col passare degli anni l'andazzo non è certo migliorato. Nel 2008, per esempio, la spesa pro capite per pagare gli stipendi e i contributi al personale regionale è cresciuta per ogni valdostano a oltre 2mila euro. Tanto per avere un metro di paragone: nello stesso anno in Liguria la spesa ammontava a 32 euro e 90 cent, in Veneto a 30 euro e 70 cent e in Lombardia a 20 euro e 30 cent. Cifre da capogiro. Ad oggi la situazione è davvero peggiorata. Basta scoprire il vaso di Pandora siciliano per capire in che situazione ci troviamo. Come spiegava oggi Nicola Porro sul Giornale, solo per i dipendenti la Regione Sicilia spende più di 1,7 miliardi di euro (dati aggiornati al 2009), all'incirca venti volte la spesa affrontata dalla Lombardia di Roberto Formigoni. Nel giro di cinque anni Lombardo è riuscito a fare accrescere il costo per le retribuzioni del 50%: "Su più di 17mila dipendenti, ci sono 1.428 dirigenti". Negli ultimi giorni, questi dati sono sotto gli occhi di tutti. Il fatto è che la Sicilia non solo spende e spande coi soldi che lo Stato le invia a pioggia, ma si permette pure di snobbare i finanziamenti europei: utilizza solo il 12% dei 6 miliardi di euro di cui può godere.

A questo punto, però, il vero problema non dovrebbe limitarsi a tamponare gli errori (enormi) di Lombardo, ma dovrebbe rispondere soprattutto all'esigenza di ripensare l'utilità delle Regioni a statuto speciale. Se non tutte hanno infatti speso male come ha fatto la Sicilia, tutte e cinque ha comunque speso davvero troppo per le loro spese. Come spiegava Marcello Foa in un'inchiesta su questo argomento, nel 2010 la Valle d’Aosta aveva la spesa pubblica pro capite più elevata (8.744 euro). Considerando, tuttavia, le entrate il quadro cambia: il deficit valledostano è di 617 milioni di euro, mentre quello siciliano di quasi 22 miliardi. La Sardegna, invece, segnava un deficit di 7 miliardi, mentre le altre due Regioni erano in rosso di 2 miliardi (a testa). Insomma, cinque terre e cinque modi di essere diversamente italiani. In tempi di spending review, i conti non migliorano. Basta dare un'occhiata alla paghetta del governatore della provincia autonoma di Bolzano Luis Durnwalder: guadagna più del presidente americano Barack Obama. Va detto che, anche tra le Regioni a statuto speciale, bisogna fare pesanti distinguo: se Val d'Aosta, Trentino-Alto Adige e Fiuli Venezia Giulia sono in grado di utilizzare le risorse pubbliche in modo davvero efficace (evasione fiscale bassa e sprechi limitati), Sicilia e Sardegna sperperano oltre il 50% delle risorse. Un vuoto a perdere. A fronte di questi dati allarmanti viene da chiedersi se, in tempi di pesante crisi economica, hanno ancora senso le Regioni a statuto speciale. Eccezion fatta per il Trentino-Alto Adige, la risposta è sicuramente no. Oltre all'abolizione delle Province, quindi, sarebbe opportuno tagliare drasticamente i privilegi di queste cinque regioni e rivedere sprechi pachidermici che vanno avanti davvero da troppi anni. Il super commissario Enrico Bondi e, più in generale, il governo Monti dovrebbero mettere mano a questo sistema obsoleto per alleggerire, da una parte, la spesa dello Stato e, dall'altra, per usare le stesse risorse per rilanciare l'economia del Belpaese

Commenti

gian paolo ledda

Mer, 18/07/2012 - 17:26

Occorrerebbe una seria riflessione ed una decisa messa in mora di quelle regioni che approffittano in modo smodato di un privilegio garantito dalla Carta Costituzionale e che purtroppo ha creato solo isole di smaccato spreco di enormi fondi pubblici.Ne avessero almeno fatto buon uso,ma,una per tutte,la Sicilia è la mastodontica dimostrazione di come la più completa irresponsabilità dei vari governanti regionali e la tendenza perversa a sfruttare risorse -ben altrimenti spendibili- per sistemare cricche e clientele,stiano conducendo ad un vero e proprio fallimento -non certo solo politico- della amministrazione locale.Messa in mora ed immediato commissariamento,in stile "Parmalat"!

Wolf

Mer, 18/07/2012 - 17:26

Da grado dico si, abolire le regioni a statuto speciale, commissariare le regioni in dissesto, congelare le votazioni amministrative sinché i conti non sono in regola.

Ritratto di Fabrizio Bulleri

Fabrizio Bulleri

Mer, 18/07/2012 - 17:28

Sono d'accordo con Voi al200% . Anche qui e' necessario mettere un freno anzi Una scure e tagliare le spese ALLONTANARE PER SEMPRE. DAI SERVIZI PUBBLICI I LOMBARDO E I COMPARI DI QUESTE RUBERIE che hanno impoverito lItalia come la Grecia!

veradestra

Mer, 18/07/2012 - 17:31

ricordiamoci che Lombardo è li con i voti del PDL dei cittadini siciliani.... grazie per la gentile pubblicazione.

km_fbi

Mer, 18/07/2012 - 17:32

Non c'è più bisogno di porselo come interrogativo: oggi come oggi, con l'UE che ci impone di comportarci come cittadini d'Europa, non hanno più senso le differenziazioni che sussistono tuttora tra regioni normali e regioni a statuto speciale, e via dicendo... Se possono ancora sussistere differenze culturali su base storica e folcloristica, da un punto di vista amministrativo occorre arrivare all'unità dei comportamenti, dei diritti e dei doveri, ponendosi anche l'obiettivo di ridurre al minimo le strutture burocratiche necessarie all'amministrazione stessa.

papeppe

Mer, 18/07/2012 - 17:38

Era ora che si iniziasse a parlare di questo scandalo.E' uno scandalo perchè queste 5 regioni a statuto speciale hanno delle leggi diverse dagli altri Italiani e dei finanziamenti molto più alti ( in percentale ). Non ci sono più motivi affinchè tutte le regioni siano uguali.

bobsg

Mer, 18/07/2012 - 17:39

Aboliamo TUTTE le regioni. Da quando sono state istituite la spesa pubblica è schizzata in alto e senza controllo.

Americo

Mer, 18/07/2012 - 17:38

Non conosco i dettagli dello Statuto Speciale della Sicilia, ma che il suo governo aumenti le tasse locali per tappare il buco.

Americo

Mer, 18/07/2012 - 17:39

Non conosco i dettagli dello Statuto Speciale della Sicilia, ma che il suo governo aumenti le tasse locali per tappare il buco.

papeppe

Mer, 18/07/2012 - 17:38

Era ora che si iniziasse a parlare di questo scandalo.E' uno scandalo perchè queste 5 regioni a statuto speciale hanno delle leggi diverse dagli altri Italiani e dei finanziamenti molto più alti ( in percentale ). Non ci sono più motivi affinchè tutte le regioni siano uguali.

papeppe

Mer, 18/07/2012 - 17:38

Era ora che si iniziasse a parlare di questo scandalo.E' uno scandalo perchè queste 5 regioni a statuto speciale hanno delle leggi diverse dagli altri Italiani e dei finanziamenti molto più alti ( in percentale ). Non ci sono più motivi affinchè tutte le regioni non siano uguali.

Americo

Mer, 18/07/2012 - 17:38

Non conosco i dettagli dello Statuto Speciale della Sicilia, ma che il suo governo aumenti le tasse locali per tappare il buco.

papeppe

Mer, 18/07/2012 - 17:39

Era ora che si iniziasse a parlare di questo scandalo.E' uno scandalo perchè queste 5 regioni a statuto speciale hanno delle leggi diverse dagli altri Italiani e dei finanziamenti molto più alti ( in percentale ). Non ci sono più motivi affinchè tutte le regioni non siano uguali.

Americo

Mer, 18/07/2012 - 17:39

Non conosco i dettagli dello Statuto Speciale della Sicilia, ma che il suo governo aumenti le tasse locali per tappare il buco.

abocca55

Mer, 18/07/2012 - 17:41

Altro che minetti, questi sono i veri problemi del Paese, creati dai vecchi politici in collusione. E dove si trova, con tutti i veti incrociati, le proteste, i ricatti, le minacce, la forza, il coraggio, di eliminare gli statuti speciali? E' come chiedere a un bambino di tre anni di spostare un camion. Monti sta facendo il possibile, ma non è Giulio Cesare. Occorre il potere per governare, e Cesare fu fatto fuori dalla casta di allora. La storia si ripete, anche se in forme diverse. Però oggi vi è Internet, e la cosa per la casta è un tantino più difficile.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 18/07/2012 - 17:44

Altro che il ponte sullo stretto !!Festeggiamo serenamente i 150 anni dell'unità d'Italia,specialmente per i co....ni del nord che pagano.

HANNIBAL

Mer, 18/07/2012 - 17:49

Era ora che si pensasse seriamente di abolirle. Nessuno ha mai osservato che l'art. 3 della mai abbastanza venerata Costituzione implicitamente vieta disparità fra i cittadini? Se non sbaglio gli spendaccioni a spese nostre sono ben distribuiti fra nord e sud. Sempre se non sbaqglio, qualcuno si informi di quanto percepiscono al mese i cosiddetti governatori di queste Regioni, tanto per farsi un'idea. E' da anni che spero nell'abolizione di queste vergognose disparità: speriamo sia la volta buona, ma occorre l'impegno di tutte le altre regioni di serie B.

Ritratto di Zago

Zago

Mer, 18/07/2012 - 17:55

E' giusto abolire anche le Regioni a statuto speciale perché hanno spese pazzesche da sostenere e poi lo Stato deve intervenire. La Regione Sicilia poiè quella che fa e disfa a piacimento e magari fa anche qualche piacere alla mafia.

Sky

Mer, 18/07/2012 - 18:02

Non sono d'accordo di abolirle, il problema non sono gli statuti speciali, il problema è che bisogna creare degli "anticorpi" per evitare che queste cose accadano. D'altra parte anche alcune regioni a statuto ordinario sono messe malissimo. Semplicemente, se c'è una regola di pareggio di bilancio deve esserci per tutti e basta. E questo è compatibile anche con stati federali o con regioni a statuto speciale. Niente di più.

jerry_it

Mer, 18/07/2012 - 18:03

Gentile dott.Indini, forse Lei ha le idee poco chiare in fatto di diritto costituzionale. Il governo può nulla di fronte alle regioni a statuto speciale, perchè sono previste dalla Costituzione e, dunque, per abolirle è necessaria una riforma costituzionale. Condivido, tuttavia, che siano anacronistiche, ma se dobbiamo proprio abolirle sarei invece più propenso a renderle tutte autonome, cioè a realizzare il federalismo. Così ciascuna dovrà rendere conto a se stessa del proprio operato e quando gli eurini saranno finiti, non ci sarà più mamma Stato a rimpinguare le casse.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 18/07/2012 - 18:11

E molto comodo sfruttare le formiche. Ora sarebbe tempo di dire basta a sprechi e parassitumi vari.Anche la Bavaria e stanca di versare soldi alle altre regioni tedesche.Insieme al Baden Wüttenberg ;Assia, e la citta di HAmburgo mantengono le altre 10 regioni. Specialmente Berlino citta parassita per antonomia.Guarda caso tutte queste regioni sono governate dai rossi cosidetti socialdemocratici.

marco.iso

Mer, 18/07/2012 - 18:12

le regioni a statuto speciale sono previste dalla carta costituzionale. quindi per abolirle è necessaria una riforma a 2/3 del parlamento oppure un referendum confermativo. in ogni caso questa riforma non è nella disponiblità del governo... allora perchè scrivere nel titolo "Allora, perché il governo non le abolisce?". il governo, come voi stessi dite in un altro articolo sta già facendo molto per scardinare alcuni sistemi incancreniti della politica centrale e locale. perchè nei titoli invece sparate così contro questo povero governo? poi io sono d'accordo con l'abolizione TOTALE, o meglio con una maggiore autonomia data a TUTTE le regioni, in modo uguale.

onil

Mer, 18/07/2012 - 18:18

Sono per l'abolizione delle Regioni a statuto speciale, anzi sono d'accordo con il lettore "bobsg" che sarebbe meglio abolirle TUTTE visto il periodo di crisi che stiamo vivendo.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 18/07/2012 - 18:21

Perchè quando governavate voi non avete incominciato a togliere le province ? Vorrà dire che quando andrete dinuovo al governo , spero il più tardi possibile le regioni autonome le toglierete voi.

terazv67jg

Mer, 18/07/2012 - 18:33

Get.mo Dott. Indini Apprezzo la Sua disamina che, tuttavia, non brilla certo per acutezza,dorebbe,infatti, spiegare il fatto che la Sicilia, nonostante tutto, è una delle regioni con il reddito pro-capite più basso, Questo l'articolo non lo fa. Conosco bene la tiritera della criminalità organizzata etc. ma se così fosse il danaro dovrebbe rimanere sul territorio e ciò non avviene. Non è che per vie traverse i soldi tornano da dove sono partiti, con buonapace di tutti?

Ritratto di onollov35

onollov35

Mer, 18/07/2012 - 18:34

Bisogna prima modificare l'articolo della Costituzione che le ha previste.Leggendo i giornali, sembra che questi signori Governatori vogliono ricorrere alla Corte Costituzionale per i tagli che il Governo vuole fare anche a loro. Speriamo che la Corte Costituzionale dia ragione al Governo.

Tommaso Berretta

Mer, 18/07/2012 - 18:37

Il fatto grave è che questi politici nostrani stanno operando come attila a tutto scaopito dei siciliani (e degli italiani) onesti che in gran parte rispettano le leggi, pagano la tasse e avrebbero alla fine diritto di essere anche un tantino di più rispettati. Lo scandalo Sicilia va dai forestali (gente abituata solo a far parte di una clientela politica foraggiata dai politici) alle nomine di manager e dirigenti milionarie, agli scandali del precariato. Di questo passo probabilmente neppure l'Africa del Nord (con tutto il rispetto per l'Africa) ci vuole!!!!

Ritratto di ProfessionalPhotoStudio

ProfessionalPho...

Mer, 18/07/2012 - 18:46

Da abitante della Provincia di Bolzano (Sudtirol Alto Adige) mi sento di risentire circa alcune dichiarazioni. Primo la Regione Trentino Alto Adige non esiste più da parecchi decenni, esistono le Provincie Autonome di Trento e Bolzano. La Provincia di Bolzano gode di un ancoraggio Internazionale, la risoluzione del ONU del 1952, garantisce l'autonomia del territorio. Moltissimi non sanno che la Provincia esercita le competenze che le sono state demandate. Scuola, strade, sanità, protezione civile, ambiente, energia..ecc ecc sono di competenza Provinciale. Negli anni 90 la scuola e diventata di competenza Provinciale, dalla scuola primaria all'Universita tutte le strutture sono di proprietà Provinciale, ma anche tutto il personale e in ruolo all'Amministrazione Provinciale, nessun insegnate, personale amministrativo e dipendente Statale, e questo ha un costo!! Tutte le scuole sono state ristrutturate secondo i canoni di efficienza e sicurezza, (in quante altre parti d'Italia è stato fatto!! Comprese le Regioni virtuose vedi Lombardia) Tutte le strade Statali sono di competenza Provinciale..e si vede!! Basta buche segnaletica mancante ecc ecc. Negli anni 70 il Corpo dei Vigili del Fuoco e stato Provincializzato, ora gode di un parco veicoli che nemmeno la capitale può vantare..!! Disponiamo di 3 elicotteri per l'elisoccorso, molte Provincie nemmeno uno! Gli Ospedali sono efficienti e PULITI. Gli incendi boschivi sono il 0,1% e questa piccola percentuale non è dovuta a dolo. Perché!! Semplice il patrimonio boschivo e quasi interamente di proprietà privata, nessun contadino o proprietario brucia un suo bene. E vero il nostro Presidente prende un appannaggio enorme..ma non lo spreca! La Provincia di Bolzano dovrebbe essere un esempio per tutti, e non un capro espiratorio. Ha noi arrivano tanti soldi, e agli altri nulla, non è vero lo Stato restituisce quello che viene prelevato a noi residenti tutto qui. Ricordiamoci le mille competenze..che costano. Io farei una proposta tutte le Regioni si trasformino in "Speciali" e poi vediamo quali sono virtuose. Molto poche.

Ritratto di limick

limick

Mer, 18/07/2012 - 18:45

Il giochino delle assunzioni clientelari finisce quando finiscono i soldi. Caro Lombardo e' finita anche per te, e' finita per l'Italia unita. 26mila guardie forastali che Lombardo autodenuncia "ne basterebbero la meta'" che e' chi amministra. E' finita. Il bello e' che nessuno ha colpe uhauha..!!

Ritratto di danie

danie

Mer, 18/07/2012 - 18:47

Cicale, cicale che si dilettano a cantare quotidianamente... Io, formica, vi dico "allora adesso ballate!"

baio57

Mer, 18/07/2012 - 18:50

terazv67jg - Solo i circa 27000 (VENTISETTEMILA) operai e operatori forestali costano circa 700 milioni di euro l'anno.Tenga presente che nella British Columbia ,regione del Canada grande 50 VOLTE la Sicilia ,i forestali sono poco meno di 18000 , ed in Lombardia -Toscana-Umbria sono circa 2000(DUEMILA) .Per gli altri dipendenti pubblici statali o parastatali non faccio nemmeno il conto.

piertrim

Mer, 18/07/2012 - 18:51

Condivido quanto dice Wolf da Grado, solo un punto non mi quadra "congelare le elezioni amministrative". Sarei più drastico mettere in galera coloro che producono dissesto, perché il dissesto deriva prima di tutto dall'errata idea che i nostri soldi sono loro e ne possono fare quello che vogliono.

psicologio

Mer, 18/07/2012 - 19:10

LA LEGA LA SOLUZIONE CE L'HA DA 20 ANNI ma tutti avete fatto finta di niente.. Campania e Puglia non sono a statuto speciale ma sono una voragine. Il problema è come si ricevono e spendonon i soldi. Col federalismo fiscale una regione può spendere solo i soldi che ricava dalle tasse dei suoi cittadini più eventuali aiuti dalle altre regioni soggettu però a rigidi controlli. AVETE SEMPRE DATO CONTRO ALLA LEGA, ADESSO NE PAGHIAMO LE CONSEGUENZE...

enzo1944

Mer, 18/07/2012 - 19:33

...........e poi ci si domanda perchè il Nord vuole staccarsi dall'Italia ed andare con Svizzera o Germania!!....3150 i dipendenti della Lombardia(con bilancio in pareggio e la migliore sanità in Italia,e 187 dirigenti)! Regione Sicilia,20.000 Dipendenti,26.000 guardie forestali e 3100 dirigenti!......tutti a mangiare pane a tradimento!....e ci si meraviglia che i politici del Nord vogliano fare il Senato delle Regioni,e che ognuno amministri i soldi dei propri contribuenti !....così finirebbero le mangerie e ruberie dei soliti furbastri della Politica,che da sempre rubano e vivono sulla spalle dei contribuenti Italiani! E' ora di finirla,buffoni!!

gi.lit

Mer, 18/07/2012 - 19:48

Sì,le Regioni a statuto speciale vanno abolite. Ma a questo punto è anche necessaria una legge nazionale che faccia scattare il commissariamento automatico per gli enti locali i cui bilanci vanno in rosso oltre certi limiti.

gi.lit

Mer, 18/07/2012 - 19:48

Sì,le Regioni a statuto speciale vanno abolite. Ma a questo punto è anche necessaria una legge nazionale che faccia scattare il commissariamento automatico per gli enti locali i cui bilanci vanno in rosso oltre certi limiti.

giottin

Mer, 18/07/2012 - 19:52

La Sicilia è fallita ed il resto d'Italia pure. L'aumento delle tasse non ha prodotto alcun beneficio, anzi ha peggiorato le cose, leggasi debito pubblico aumentato,per cui prima falliamo tutti quanti meglio è, inutile continuare l'agonia. Se falliamo automaticamente la tassazione partirà al 20% o forse anche meno e da lì si potrà risalire, mentre ora scendiamo sempre!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 18/07/2012 - 20:11

Rendiamola DEL TUTTO INDIPENDENTE questa regione, per le entrate e per le uscite !!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 18/07/2012 - 20:15

LA DC PSI e per ultimo Forza Italia hanno da sempre governato la Sicilia. Non ci si stupisca se ora la regione sta x scoppiare sappiamo benissimo che il clientelismo la fa da padrone , il voto di scambio è all’ordine del giorno , i favori alla mafia portavano voti pure . Non per niente x anni FORZA ITALIA era nettamente i primo partito con una maggioranza al di la del 60 % tutto questo spiega benissimo la situazione odierna

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 18/07/2012 - 20:42

1-Via gli "Statuti Speciali" 2-Via tuti gli attuali "amministratori" 3-Pareggio di Bilancio,con il concetto che tutti i servizi dello Stato,dalla Regione per i cittadini di una Regione,siano pagati dagli stessi,con una piccola quota di solidarità "extra regionale"(massimo il 10%).

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 18/07/2012 - 20:42

Se la nostra nazione avesse una parvenza di serieta' la regioni con i conti in rosso dovrebbe commissiararle all'istante. E dovrebbero essere commissariate fino all'estinzione del debito, quindi per la Sicilia 5000 anni. Con il commissario fine delle spese allegre, fine delle clientele, fine delle assunzioni facili, fine del voto di scambio. Ma siamo una nazione governata da pagliacci infami....Secessione ora piu' che mai, e chissenefrega delle mancette del Trota in confronto alle spese del baffetto.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mer, 18/07/2012 - 20:44

Daccordissino con te ProfessionalPho. Ci sono regioni a statuto speciale, province autonome. Regioni a statuto speciale come il Friuli VG che ha una amministrazione efficente e senza sprechi tant'é che il bilancio é in attivo. Le province autonome di TN e BZ hanno competenze su tutto: lo stato non interviene si arrangiano loro e lo sanno fare molto bene. TS, TN e BZ vengono dalla vecchia tradizione absburgica: sanno amministrare con efficenza. Dovrebbero renderle tutte a statuto speciale: ognuno che amministri le sue risorse. Se lo sanno fare, bene. In caso contrario due sono le scelte: o esse diventano efficenti oppure il lombardo- veneto se va per la sua strada. E senza ripianti.

Ritratto di tinycricket

tinycricket

Mer, 18/07/2012 - 20:43

C'era una volta un partito, nato dal basso, dal popolo non da alchimie politiche tipo "elefentini", "udivi", "AN", "margherite" e compagnia cantante. Questo partito ogni anno riuniva folle oceaniche e spontanee in un grande prato. Questo partito, nato dal nulla, aveva messo sull'avviso che non sarebbe potuto continuare a lungo l'andazzo di depredare una parte d'Italia, quella che produce, per mantenerne un'altra, quella assistita. Aveva messo sull'avviso che non si poteva continuare in eterno a penalizzare i produttori di PIL, che a lungo andare le vacche grasse sarebbero finite. Questo partito, aveva messo sull'avviso che entrare nell'euro con un economia così sbilanciata avrebbe creato problemi per tutti e che era meglio entrarci per aree che effettivamente rispettavano i parametri. Ma no, qui o si va tutti in europa o nessuno, o ci si salva tutti o nessuno. Questo partito, riuscì anche ad arrivare al governo, ma i veti incrociati del partito dei meridionalisti, trasversale e numeroso anche nella sua stessa maggioranza, stroncarono sul nascere ogni tentativo di riforma. Di più, cercarono in tutti i modi di far fuori questo partito e, alla lunga ci sono riusciti, con somma gioia di Casini e Fini, che guarda caso sono i più convinti sostenitori dell'attuale governo. Bene, dispiace dire "l'avevamo detto" ma così è. Ora spero che facciano un prelievo forzoso del 10 % su tutti i conti correnti per salvare la Sicilia, che tanto chi ha i soldi gli ha già al sicuro e a pagare saranno sempre i soliti pantaloni. Spero che Grillo prenda il 68 % alle prossime elezioni, perché i politici ciechi, non hanno capito che non dare attenzioni alle istanze di quel famoso partito, avrebbe generato miseria, scontento e qualunquismo, nell'accezione peggiore del termine. Bon pro vi faccia Bene

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 18/07/2012 - 20:44

lombardo ha mandato a farsi ammazzare il governo e tutti quelli che vogliono far licenziare i dipendenti della regione sicilia. ha ragione, in lombardia valgono più le siringhe ed i pannoloni delle persone. se anche tu credi che monti dica bene...beh, da buon bagnino salverò il mare dai sacchetti di plastica e ti lascierò affogare. una pensione di meno...

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Gio, 19/07/2012 - 01:21

caro Indini, per completezza deve riportare il deficit per abitante e vedra' che in sicilia e' di 436 euro, in val d'aosta 475 euro, sardegna 420, trentino alto adige 193 e friuli 162 euro a testa. Io abolirei le regioni e terrei le provincie (e' l'organizzazione territoriale su cui si basa la Gran Bretagna e la Francia) intanto perche' alcune hanno un potere che le permette di contrapporsi allo stato e poi perche' alcune sono chiaramente delle creazioni artificiali (Emilia e Romagna, Friuli e Venezia Giulia e cosi' via)

cesar

Gio, 19/07/2012 - 08:28

Lombardo è come tutti gli amministratori del sud, assistenzialista, e lo stato deve pagare (secondo lui)......questi tempi dovevano essere finiti...ma continuano in particolare al sud dove tutti vogliono un posto di lavoro dove faticare il meno possibile...e invece bisogna farli faticare e assumerne il meno possibile....perchè l'italia non se li può permettere...

Ritratto di limick

limick

Mer, 25/07/2012 - 13:47

Americo Mer, 18/07/2012 - 17:38 rhi amico!! Lei sta parlando di Federalismo, abbassi i toni che se la sente Napolitano chiama i carroarmati...

vfangelo

Ven, 27/07/2012 - 17:47

Perche dovrebbero esistere regioni a statuto Speciale? Forse non siamo tutti uguali? Pagano meno tutto, perche? Ci sono regioni che non sono povere per ricevere questi aiuti, e tra queste anche le regioni che desiderano essere tedeschi, che ogni cosa ha il doppio nome, tedesco/italiano, e una convenienza, con le mani prendono dall' Italia e col cuore stanno dai tedeschi, quando finisce questa storia? Dobbiamo invece aiutare quelle regioni che non hanno lavoro e c'e miseria, e non per esempio Gorizia che tutti hanno i loro villini e la miseria non e' visibile ad "occhio nudo" ci sono posti dove non si vive per la troppa miseria,la gente guarda nella spazzatura e mangia alla caritàs e dorme dove capita, ma niente statuto speciale, perche? Lo stato deve fare giustizia se e' un vero. Stato. Ha reso obbligatoria l'assicurazionenon auto ma non si cura se queste si comportano bene, in Italia dobbiamo pagare tutti uguali,chi sbaglia va in galera e non fare pagare a tutti le ruberie dei singoli. Il presidente dei consumatori Sto arrivando! Solo parlare, ma parlare sappiamo farlo tutti, per niente si e' accorto che con la moneta unica le assicurazioni hanno raddoppiato i premi e non solo loro anche mamma Rai perche ci fanno pagare per quelli che non pagano, non sono neanche capaci di scovarli. Ci sono napoletani che assicurano la macchina presso un parente in città dove si paga meno, ma questo perche deve esistere? Io sono obbligato ad assicurare la macchina perche me lo ha imposto lo stato e quindi io devo pagare come tutte le regioni Italiane, vediamo se possiamo ottenere questo almeno un cenno da questo governo.