Altro schiaffo a Ingroia: il Tar lo manda a Aosta

A questo punto Ingroia, che aveva preso un’aspettativa elettorale, dovrà decidere se continuare a fare il magistrato o appendere la toga al chiodo

Un altro schiaffo ad Antonio Ingroia. Il Tar del Lazio ha, infatti, confermato la reimmissione in ruolo alla procura di Aosta come pubblico ministero.

A questo punto l’ex procuratore aggiunto di Palermo, che aveva preso un’aspettativa elettorale per partecipare alle politiche alla guida del movimento Rivoluzione civile, dovrà decidere se continuare a fare il magistrato o appendere la toga al chiodo. Questa mattina le richieste di Ingroia sono state respinte con un decreto cautelare del presidente della prima sezione quater del Tar del Lazio, Elia Orciuolo. L’udienza collegiale è stata fissata per il 23 maggio.

Commenti

pansave

Lun, 29/04/2013 - 13:29

Nel cantiere di Vendola sventola la bandiera "benvenuto nel nostro mondo" oppure in Corea del nord a difendere i diritti dei lavoratori.

Ritratto di federaldo18

federaldo18

Lun, 29/04/2013 - 13:32

Avrà il Dr. Ingroia il coraggio e l'onestà di dare le dimissioni da magistrato: oppure desidera avere capra e cavoli ?

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 29/04/2013 - 13:40

Dai Ingroia, gli stambecchi ti aspettano.

Fire_3

Lun, 29/04/2013 - 13:46

Aosta sembra essere un rospo troppo grosso da ingroiare per il magistrato di Palermo,deve aver fatto l'abitudine alle trasferte turistiche nelle regioni tropicali e un posto stabile esposto ai rigori invernali delle Alpi sembra essere troppo duro per il suo temperamento mediterraneo..... Buone dimissioni Fire

syntronik

Lun, 29/04/2013 - 13:55

Perchè non si trasferisce a cuba, o in corea del nord, hanno un bisogno estremo di gente come lui, poi, non parliamo dei lauti stipendi che prenderà, sicuramente il doppio di quello che prende in italia, specialmeta cuba

Tino Gianbattis...

Lun, 29/04/2013 - 14:00

Potevano fare un ullteriore sforzo e spedirlo al di la del vicio confine francese

agosvac

Lun, 29/04/2013 - 14:05

Ma che cosa sperava? che il tar andasse contro la Costituzione??? Piuttosto abbia il buon senso di andarsene in pensione prima che il Csm lo pensioni anticipatamente con disonore!!!

Holmert

Lun, 29/04/2013 - 14:09

Si ode sempre dalle procure e dai giornali e tv sodali alleati,che le sentenze vanno rispettate. Ed ora come mai Ingroia non le rispetta? Ha forse lui la coscia bianca,che lo distingue dagli altri? E' difficile accettare sentenze contro il proprio volere,eh, Ingroia ? Ed ora fila ad Aosta. Là si sta non c'è male,si va a sciare,a fare arrampicate,c'è il prosciutto di Bosse,il moscato di Chambave,la mocetta,ed a Cogne c'è un ristorantino che non ti dico...Che va cercando Ingroia,meglio di così?

Lorenzo Cafaro

Lun, 29/04/2013 - 14:53

Suggerisco al signor Ingroia: si goda la Val D'Aosta, splendida : tanto uno stipendio da nababbo l'ha, ha poco da fare, ma che vuole di piu'? Godi, dottore mio, paghiamo noi.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 29/04/2013 - 15:12

Brutto periodo, vero, Dottor Ingroia?

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Lun, 29/04/2013 - 15:13

Da capatosta comunista non gli resta che l'ultimo ricorso al Consiglio di Stato, che, ovviamente, confermerà la sentenza del Tar! Niente non vuole capire! Ormai ha contro la politica e gli elettori, il CSM, il Presidente della Repubblica, la stessa magistratura penale e civile!! Non gli restano che le dimissioni e la carriera di avvocato dei ladri di polli, anche in considerazione che - anche se raggiungesse Aosta - non avrebbe vita facile nemmeno lì!!

giovauriem

Lun, 29/04/2013 - 15:22

leggo,"accettare il trasferimento ad aosta o appendere la toga al chiodo" se ingroia lasciasse(cosa improbabile)che si metterebbe a fare? l'avvocato no!per fare quel mestiere ci vogliono le palle e dunque da scartare, altra opzione,fare il portaborsa/voce di qualche politico di estrema sinistra,non credo perchè in questo caso i soldini sarebbero pochi(rispetto al suo attuale lautissimo stipendio,con tonino di pietro a zappare;neanche,ingroia ha spalle molto piccole,anche se potrebbe guidare il trattore,ma pure questa opzione è da escludere perchè di pietro non si farebbe scalzare dal suo posto di condottiere(del trattore)perciò è certo che ingroia accetterà la sede di aosta

giuseppe.galiano

Lun, 29/04/2013 - 15:35

Ma a noi che cene fotte? Probabilmente si darà all'ippica o all'agricoltura...potrebbe fare pendant con il trattorista, statista mancato, di Montenero di Bisaccia...

Mario-64

Lun, 29/04/2013 - 15:44

Potrebbe darsi ala pesca con la mosca , ci sono tanti torrenti in zona...

swiller

Lun, 29/04/2013 - 15:50

Questo è il problema ma perchè questi dipendenti dello stato devono essere sempre pieni di privilegi e opportunità, ma di che democrazia stiamo parlando... licenziatelo mandatelo via a zappare la terra, siamo stufi di certa marmaglia.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 29/04/2013 - 16:05

resta comunque da capire che cosa hanno fatto di male i cittadini di Aosta per meritarsi tutto questo

eovero

Lun, 29/04/2013 - 16:25

non è giusto mandarlo ad Aosta...avete chiesto il parere degli Aostani?..una soluzione ci sarebbe,licenziatelo!

maubol@libero.it

Lun, 29/04/2013 - 16:35

Vada a fare il pescatore!

latigo

Lun, 29/04/2013 - 16:43

aosta o canicattì è lo stesso: poveracci coloro che dovranno essere processati con lui pubblico ministero...

Romolo48

Lun, 29/04/2013 - 17:09

Si faccia difender dalla Camusso

ritardo53

Lun, 29/04/2013 - 17:21

Cazzo! Vada su ad Aosta, è un ordine. Che fa si rifiuta? Su vada su e non dica più mi-n-chi-ate, anzi non le faccia più.

mila

Lun, 29/04/2013 - 17:24

Il solito Stato totalitario. L'URSS li mandava in Siberia, l'Italia li manda ad Aosta.

MMARTILA

Lun, 29/04/2013 - 18:16

Spero si dimetta, non certo perché lo riabiliterebbe, è un autentico mafioso legalizzato...ma per i valdostani che non meritano uno simile schifoso.

TheSchef

Lun, 29/04/2013 - 18:18

Lo mandano ad Aosta, e pure si lamenta? Ma vaff......

cast49

Lun, 29/04/2013 - 18:20

CHE BRUTTA BESTIA!!!

WSINGSING

Lun, 29/04/2013 - 18:29

Per il Dr. Ingroia non si tratta di abbandonare la Magistratura. Si tratta di rinunciare al facoltoso stipendio....Quindi rimarrà Magistrato. E, d'altra parte, cosa altro potrebbe riuscire a fare?

blues188

Lun, 29/04/2013 - 18:37

eovero, ahaha, lei ha spesso ottime battute

odifrep

Lun, 29/04/2013 - 18:46

Chiedete ad Ingroia la cifra della parcella del legale che ha discusso in dibattimento il suo ricorso.....................Resto in attesa di notizie. Grazie.

giac2

Lun, 29/04/2013 - 19:15

Piano ragazzi, d'accordo su Ingroia. Ma un poco di rispetto per gli Aostiani non l'avete? Perchè obbligarli ad accettare un "impresentabile" Perche lo vogliamo spedire dove magari non poi così gradito? Lo vorreste voi a casa vostra? A quanto pare no. Quindi sarebbe una fortuna per tutti se se ne andasse ove sarà accettato con un tappeto rosso: Corea del Nord, Cuba e perchè no in Guatemala. Ingroia, pensaci

cgf

Lun, 29/04/2013 - 19:19

ad Aosta si lavora? è per questo che 'sto servitore dello Stato non vuole andare?

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Lun, 29/04/2013 - 19:45

Mai provato col lavoro in fabbrica o in un call-center a 600 euro al mese? Provi, provi.

ggliatta

Lun, 29/04/2013 - 19:49

Almeno altri 50 Km + a Nord...

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 29/04/2013 - 21:28

Potrebbe fare lo YETI sui ghiacciai del montebianco , rosa o sul Plateaù Rosà !! apparire al''improvviso e ballare come un orso ammaestrato , sarebbe una notevole risorsa turistica per la Vâl d'Aoûta !! o forse no spaventa troppo !!

stupino

Mar, 30/04/2013 - 08:52

decide lui dove vuole lavorare oppure no?? Fa quello che vuole il compagnuccio??