Arriva l'aiutino Usa: Fitch promuove Renzi ma pretende le riforme

L'agenzia di rating elogia il successo elettorale, però l'outlook non migliora. E mancano i soldi per rinviare la Tasi

I problemi restano gli stessi, a partire dalle scarsissime risorse a disposizione per incidere realmente sul debito. Ma, a giudizio di Fitch, il solo fatto che Matteo Renzi abbia incassato una vittoria schiacciante alle elezioni europee vale la fiducia dei mercati. A patto che il governo faccia le riforme.
L'agenzia di rating Usa, insomma, cambia tono su premier e Paese. Promuove il presidente del Consiglio in carica ma, indirettamente, mostra ancora scarsa fiducia verso il sistema politico italiano. «La chiara vittoria elettorale del Pd su MS5 e Forza Italia rafforza il mandato di Renzi», si legge un rapporto sul voto europeo. Il risultato elettorale del Pd alle elezioni di domenica scorsa, «è positivo per il profilo del credito e dovrebbe fornire un'ulteriore spinta alla agenda di riforme economiche di Renzi».
Gli analisti Fitch usano il condizionale, ma la promozione c'è e conta perché arriva dopo giudizi di segno opposto espressi non molto tempo fa. Nel febbraio scorso, prima che governo giurasse, la stessa agenzia di rating disse che Renzi avrebbe avuto le stesse difficoltà di Enrico Letta.
Fitch non dice se il rating italiano migliorerà a breve. Ma tutto lascia pensare che non sarà così. La retrocessione in serie B è iniziata nel 2012. Nel marzo del 2013 l'agenzia di valutazione del credito declassò l'Italia a «BBB+», togliendo la A, ultima tra le grandi agenzie di rating. Un anno prima - in carica c'era il governo Monti - erano state Standard&Poor's e poi Moody's a declassare l'Italia.
Il cambiamento di segno nei confronti risale ad aprile, con un mini miglioramento nell'outlook (cioè nelle previsioni) dell'Italia, passato da «negativo» a «stabile». Nelle motivazioni Fitch segnalò, soprattutto, il miglioramento dei rischi legati al settore finanziario, con «le grandi banche che hanno beneficiato di migliori condizioni di mercato per rafforzarsi». In altre parole, grazie all'intervento della Bce.
Per riportare l'Italia alla A, Renzi non potrà che fare le riforme che stabilizzino il quadro politico. Per ora l'Italia resta con il gruppo di Paesi periferici dell'Ue. Anche per Spagna, Grecia e Portogallo, l'agenzia di rating sottolinea la tenuta dei governi in carica. Tutto dipende da come sarà utilizzato il consenso ottenuto con il voto di domenica.
Ieri sia il premier sia il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan hanno parlato, in modo indiretto, di riforme. Renzi ha dato per imminente la chiusura del pacchetto di misure sulla pubblica amministrazione del ministro Madia, rivendicando il successo della consultazione online. «Marianna Madia mi ha portato il report sulla consultazione della riforma Pa: 34674 email di proposte. Ci siamo».
Padoan ha assicurato che il semestre italiano di guida dell'Ue sarà utilizzato per promuovere in Europa crescita e occupazione. Ma il governo ha già abbastanza gatte da pelare in patria. Ancora nessuna notizia sul decreto Tasi. Padoan ha detto che saranno anticipate le risorse ai Comuni per finanziare il rinvio, ma «nell'ambito delle risorse disponibili». Segno che i soldi non sono.
Doccia gelata sulle imprese che chiedono più attenzione (ieri il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ha chiesto un taglio dell'Irap più coraggioso). «Il governo è pienamente consapevole dello stato in cui si trova il suo apparato produttivo, infatti si è previsto» che «l'Imu sia deducibile dal reddito d'impresa nella misura del 20% e del 30% per il 2013». Un ulteriore aumento della deducibilità dell'Imu da Ires e Irap è escluso: «Richiederebbe ingenti risorse finanziarie per far fronte alle diminuzioni di gettito».

Commenti

vince50_19

Gio, 29/05/2014 - 08:42

Fitch, che fa capo a Fimalac, è come le altre due sorelle che fanno capo a società di investimento, banche, grandi capitalisti come Warren Buffett, McGraw-Hill, hedge fund speculativi ma anche fondi pensione conservativi: questi sono i proprietari di queste agenzie, naturalmente in perenne conflitto di interessi che tutti fanno finta di non vedere. Una specialità di questi "signori" stare "di qua e di là da l'aghe".. E Renzie che fa, beve, ingurgita?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 29/05/2014 - 09:08

tra sinistronzi ci si aiuta.... per fortuna però gli americani sono un po' più sensati degli italiani. si sono rifiutati di macchiarsi di sangue... :-) che stronza la sinistra italiana! pure stupida: chiede elemosina a tutti in cambio di svendite, come è accaduto con merkel: ora siamo servi della germania! grazie, sinistra, grazie!

Atlantico

Gio, 29/05/2014 - 09:55

'Sti comunisti di americani !

enrico09

Gio, 29/05/2014 - 10:01

mortimermouse, Fitch sarebbe di sinistra? La c..ata del mattino é servita...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 29/05/2014 - 10:25

I FILO-MASSONI DEL NUOVO ORDINE CHE VI PRENDONO IN GIRO E METTONO LE MANETTE AI POPOLI CHE HANNO SOTTOMESSO CON L'EURO, POVERI POLLI TRA QUALCHE ANNO VEDRETE LA CATASTROFE CHE AVETE CREATO. TRA POCO VI METTERANNO I CHIP PER CONTROLLARVI CON QUALCHE SCUSA CONTRO IL TERRORISMO CHE HANNO INVENTATO, SVILUPPATO E PAGATO GLI ILLUMINATI PER RIDURVI LE LIBERTA', MENTRE INCORAGGIANDO L'OMOSESSUALITÀ' CONTROLLERANNO LE NASCITE E FARANNO COSTRUIRE GLI UMANI IN FABBRICHE APPOSITE GENETICAMENTE MODIFICATI PER NON NUOCERE A QUESTI DEMONI

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 29/05/2014 - 10:44

Memphis35 29 maggio 2014 | 10:47 "Omnes ruere in servitium". Come sintetizzato mirabilmente dall'ermetismo stilistico di Tacito, due millenni or sono: nulla cambia nella natura servile di alcuni uomini ed associazioni. Oggi, come ieri: "Tutti si precipitarono ad omaggiare". Il vincitore del momento, ovviamente.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 29/05/2014 - 10:46

ENRICO09 la cazzata l'ha detta lei :-) io non ho mai riferito alla ficht, ma al sistema della sinistra, che ha cercato di piegare Obama a fare quella porcata :-) ficht cosa c'entra? è solo un mezzo per raggiungere un obiettivo, che poi è quello di destabilizzare l'economia del paese... ovviamente la destabilizzazione è orchestrata dalla sinistra: nessuno ve l'ha raccontato? immagino, sui vostri pornogiornali vige la censura sovietica...

Triatec

Gio, 29/05/2014 - 10:59

Tranquilli oggi si riunisce il gruppo Bilderberg... e Renzi, destra, sinistra non contano un emerita cippa.

Luigi Farinelli

Gio, 29/05/2014 - 11:04

Le riforme debbono interessare l'Europa, sinarchica istituzione ultra-mercantilista, mondialista, ultra-laicista e massonica che deve essere rivoltata come un calzino infetto per mondarla dei pericolosissimi parassiti che la infestano (capitalismo senza regole, relativismo, pensiero unico, nichilismo).

BlackMen

Gio, 29/05/2014 - 11:45

Ma guardate che è normale che un agenzia di rating valuti bene un successo elettorale di grandi proporzioni e questo vale indipendentemente dallo schieramento del vincitore. Un paese politicamente stabile è anche più affidabile dal punto di vista finanziario. Tutto qua!

glasnost

Gio, 29/05/2014 - 11:54

Il mondo economico chiede all'Italia di fare queste riforme. Ma l'equivoco è sulla parola riforme. Le riforme che possono rilanciare l'economia sono sintetizzabili in "più mercato libero e meno intervento dello stato". Ora qualcun o davvero pensa che un partito di sinistra,come il PD, che basa la sua stessa esistenza nella invasività dello stato (dicevano: vi segue dalla culla alla tomba) possa fare le riforme che servono all'economia????????? Non saremo un po fessi?????

Ritratto di kanamara

kanamara

Gio, 29/05/2014 - 12:50

Io non esalto "Il culto della personalità del Leader del momento", ma ho ricevuto 80 e in busta paga ieri e, nel week end, li spenderò alla salute del "Governo Renzi" (penso che se lo Spread Btp-Bund diventerà 0 entro il 2018, allora si potrà definire la Legislazione "Perfetta""....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 29/05/2014 - 12:55

L'egemonia è una cosa, ma il buongoverno è tutt'altra faccenda. Per esempio Berlusconi aveva creato per i nostri giovani un milione di posti di lavoro, ma Napolitano ha chiamato tre milioni di immigrati. Non solo, ma ha corrotto anche la gioventù dicendo che: "Certi lavori gli italiani non li vogliono fare". Ora, Napolitano è ancora al Quirinale a fare disastri, e Renzi cosa crede di fare? Il due di picche?

ghorio

Gio, 29/05/2014 - 12:55

Ma chi se ne frega dei giudizi delle agenzie di rating: valgono per gli speculatori, cioè i ricchi. Per l'economia reale occorre ben altro.

enrico09

Gio, 29/05/2014 - 14:14

mortimermouse, certo, come dice lei, tutto é orchestrato dalla sinistra, la merkel, sarkozy, noti personaggi di sinistra e le altre multinazionali della finanza, notissimi attori di sinistra...mi faccia il piacere...sono le desrte europee a aver fatto fuori berl. se ne faccia una ragione

angelovf

Sab, 22/10/2016 - 15:37

Che interesse può avere FITCH se vince il si? Ma di che riforma parla, della dittatura, che toglie i diritti ai cittadini di votare certe istituzioni? Da un orecchio comprendiamo solo il NO, da l'altro orecchio siamo sordi.