Ascoltiamo i forconi anti-governo

"L'Italia si ferma" non è un golpe, però il pericolo che si scateni la violenza non va sottovalutato: il Paese è in ginocchio

Quanti italiani sanno che oggi starebbe per esplodere la rivoluzione che dovrebbe liberarci da un regime autoritario e criminale che viola la Costituzione e opprime gli italiani? Quanti italiani si riconoscono nel «Coordinamento nazionale di Gruppi e dei Movimenti», tra cui figurano i Forconi Siciliani, il Movimento Autonomo Autotrasportatori, Forza Nuova, Casa Pound, simpatizzanti del M5S, No Tav, militanti anti-Equitalia, No Global, No Euro (ha raccolto il consenso del neo-segretario della Lega Nord, Matteo Salvini), che ha deciso che «l'Italia si ferma» ad oltranza a partire da oggi, perché «ribellarsi è un dovere» contro «il Far-West della globalizzazione che ha sterminato il lavoro degli italiani, contro questo modello di “Europa”, per riprenderci la sovranità popolare e monetaria, per riappropriarci della democrazia, per il rispetto della Costituzione contro un governo di nominati, per difendere la nostra dignità»?

Quanti italiani hanno dato mandato a Danilo Calvani, militante dei «Comitati Riuniti Agricoli» dell'Agro Pontino, a Lucio Chiavegato, presidente dell'Associazione di Liberi imprenditori federalisti europei (Life), a Mariano Ferro, leader del Movimento dei Forconi, di promuovere una nuova Marcia su Roma «se sarà votata la fiducia al governo ed i politici non andranno via»?
Dal canto suo il ministero dell'Interno, per fronteggiare un centinaio di presidi e cortei dal Friuli alla Sicilia, ha predisposto «rigorose misure a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica» e ha ordinato di procedere «con fermezza nei confronti di soggetti o gruppi intenzionati a porre in essere azioni illegali».

Ma l'assalto al Palazzo del Potere avviene contemporaneamente sia da parte di Grillo, che qualifica Napolitano «presidente incostituzionale» a cui «non resta che sciogliere le Camere e non farsi più vedere in giro» e che esige la rimozione di 150 deputati eletti con il premio di maggioranza condannato dalla Consulta, sia da parte di Berlusconi, che denuncia «quattro colpi di stato» compreso il governo Monti, e chiede un «esecutivo di scopo» allargato al M5S e a Sel per fare la nuova legge elettorale e votare per il Parlamento insieme alle Europee nel maggio 2014.

Non credo che sarà questo contesto a far scatenare la rivoluzione in Italia. Tuttavia, la minaccia dell'esplosione della violenza è da considerare con la massima serietà perché in Italia ci sono tutti i presupposti affinché ciò avvenga. A dispetto di quanto ci propina gran parte dei mezzi di comunicazione di massa, facendoci credere che gli italiani ansimano dal conoscere le quotidiane esternazioni di Renzi o di Grillo, la realtà è semplicemente tragica, connotata dalla moria delle imprese, dal suicidio degli imprenditori, dalla devastazione del sistema produttivo, dallo scardinamento delle famiglie, dall'impoverimento dei cittadini, dalla costrizione dei giovani a emigrare per la difficoltà di accedere a un posto di lavoro in patria, dal suicidio-omicidio demografico, dalla perdita della nostra identità e dalla spoliazione dello Stato nazionale.

Se è del tutto evidente che questo stato di cose è inaccettabile e che è indispensabile il cambiamento, domandiamoci: chi ha veramente interesse, in questa tragica realtà, a dare il colpo di grazia alle traballanti istituzioni dello Stato, senza al contempo proporre un'alternativa concreta, un nuovo modello di sviluppo, di Stato e di società perseguibili e che corrispondano al bene comune? Possiamo escludere che siano gli stessi poteri forti, che stanno condannando a morte le imprese e impoverendo gli italiani, a istigare alla violenza per legittimare una repressione ancor più violenta, affinché possano portare a compimento la loro strategia? Abbiamo già sentito Prodi e Monti spiegarci la positività di un evento traumatico che obblighi gli italiani ad ottemperare alle imposizioni dell'Unione Europea. Ecco perché è arrivato il momento in cui devono assumersi la responsabilità storica di salvare gli italiani e far rinascere l'Italia tutti gli italiani che amano l'Italia, gli imprenditori che producono e creano lavoro, le famiglie che rigenerano la vita e tutelano i figli, i sindaci che hanno a cuore la sorte della loro comunità locale, le forze armate e dell'ordine che antepongono l'interesse nazionale a qualsiasi altra considerazione. Il tempo non è neutrale. Il pericolo dell'esplosione della violenza e dell'anarchia è in agguato. Bisogna intervenire subito. Gli italiani non si accontentano più delle chiacchiere. È ora di agire.
Facebook.com/magdicristianoallam

Commenti
Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 09/12/2013 - 11:03

Matteo Salvini ,neosegretario della LEGA rappresenta il nuovo corso del CARROCCIO. Finalmente fatta piazza pulita di Bossi e del Cerchio Magico, la Lega si avvia a fare quella politica di "salvezza nazionale" che nessuno degli odierni contendenti di destra e di sinistra è in grado di fare e nemmeno di proporre. Sì perché la Lega è l' unico movimento/partito in Italia che non sia immobilizzato nelle logiche "romanocentriche" di prelevare il reddito del nord per "trasferirlo al sud per disperderlo in mille rivoli di assistenzialismo clientelare, improduttivo se non malavitoso. Sì, e dobbiamo dirlo forte! La Lega dopo la débâcle bossiana e laconseguente batosta elettorale rimane l' unica forza di riferimento in un paese che non sa e non può risollevarsi dalla palude in cui anni di malgoverno lo hanno precipitato. Sia ben chiaro che non affermo ciò per ragioni fideistiche o perché credo alle panzane salvifiche dell' "acqua del Po" ! No ben altre e oggettive sono le ragioni: storiche culturali e molto pragmatiche. Ne provo ad elencare alcune: nella storia d'Italia i "lumbard" furono gli unici a contrastare e sconfiggere gli eserciti di imperatori invasore nel medioevo e nel Risorgimento. Milano è da sempre una delle città produttive più importanti al mondo e il suo modello di intraprendenza e laboriosità proverbiale. Gran parte delle sedi e filiali di aziende produttive, commerciali , di servizi ecc. risiede lì. La genesi e la storia della LEGA non è riferibile a movimenti o fenomeni culturali di importazione, come invece per il Comunismo, Fascismo...Il movimento" è di base" cioè ben radicato tra la popolazione e il territorio e riscontrabile solo in terra lombarda. La vita sociale "funziona" vale ad es. il caso della Sanità, dove al contenimento dei costi corrisponde alta qualità delle prestazioni...ma gli esempi sono tantissimi. In sostanza credo che sia un po' come nella vita della famiglia dove se i genitori stanno bene funzionano anche le relazioni coi figli con i parenti ,la scuola e la società in generale. Parafrasando intendo che se la Lega è in grado di instaurare buone relazioni sul territorio gestendo al meglio la Cosa Pubblica, ne derivano benefici per tutto il Paese ed anzi quel modello autoctono può diventare modello di riferimento per altre realtà regionali di tutto il Paese. Siccome vedo che i partiti politici nazionali sono incapaci di legarsi al territorio essendo ancorati a schemi ideologici del passato -destra e sinistra - che non hanno più credito tra la gente e che oggi addirittura il new-deal della globalizzazione è addirittura aborrito come valore nella società che pensa come uscirne, senza trovare la strada, la LEGA questa strada la indica, nell' uscita dall' euro, nella ribellione dai vincoli assurdi delle "quote latte" o del diametro dei cetrioli, mentre impone il vassallaggio delle importazioni dai paesi esterni, come nel caso del riso cambogiano di scadente qualità che fa arricchire le multinazionali del food e chiudere le risaie del Novarese. Ecco dicevo, questo modello di far politica per il territori e per il Paese si risolve in vantaggio per l' intera collettivita regionale nazionale ed anche europea se L'Europa vorrà cessare di essere la grancassa delle decisioni prese in luoghi del potere finanziario. Questo mi pare il nuovo corso che la Lega di Salvini potrà intrapprendere ora che il terreno è sgombro dai ruderi di un passato seppur glorioso ma oramai defunto.

Rossana Rossi

Lun, 09/12/2013 - 15:27

Verissimo, la gente ne ha piene le scatole di questi governicchi incapaci che ci stanno portando alla rovina......speriamo capiscano qualcosa ,anche se ne dubito.......

aredo

Lun, 09/12/2013 - 15:56

Ma che vanno ascoltati! Questi sono criminali! Vanno sterminati dall'esercito! Se si ordinassero degli stermini di questi lanciatori di molotov della sinistra, e quando la destra governava avrebbe dovuto farlo, le cose cambierebbero. Questi animali la smetterebbero di distruggere le città e la sinistra non avrebbe più i propri mastini da guerra da piazzare sul territorio! I centri sociali, i finanziamenti alle varie associazioni finto culturali da cui arrivano i soldi a questi drogati di sinistra vanno chiusi tutti!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 09/12/2013 - 15:57

Purtroppo i forconi non bastano, ma siamo sulla buona strada. Sono con loro, e anche con Salvini, che finalmente parla chiaro e senza tanti giri di parole su come la pensa la Lega. E' ora che cominciamo a pensare agli interessi di noi Italiani, anzichè preoccuparci solo di non infastidire i banchieri massoni europei e di aiutare i clandestini. Un bel sentimento nazionale e nazionalistico è l'unica cosa che ci può salvare dalla rovina totale.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Lun, 09/12/2013 - 16:15

Avanti così!questa si che è gente che meriterebbe un applauso!gente che lotta per i propri diritti e per quelli di tutti gli italiani contro una situazione fomentata dai politici attuali e precedenti,un applauso per questi ragazzi!peccato che chi comanda nelle procure vuole usare il pugno di ferro perché parliamo di movimenti non-comunisti...infatti in Val di Susa non hanno affatto usato il pugno di ferro e su centinaia di delinquenti manifestanti che bruciano e distruggono tutto appena 4 arresti...si sono sprecati!qua invece parliamo di gente onesta che lavora e manifesta pacificamente per i diritti di tutti noi e le procure vogliono rispondere duramente!?qualcosa di marcio c'è eccome è proprio vero,qualcosa non funziona nella macchina della giustizia...io comunque sono con quei ragazzi!forza!

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 09/12/2013 - 16:17

R U SURE ?

m.m.f

Lun, 09/12/2013 - 16:23

Io personalmente penso invece che la rivoluzione ci sarà! Penso che il prossimo anno,alla fine del 2014 non ci saranno sul territorio più aziende produttive,saranno andate tutte all'estero. Penso che la situazione del paese peggiorerà,che il debito andrà ristrutturato impossibile pagarlo. Penso che sono 50 anni che si votano persone,che si sono e continuano a mangiarsi tutto! Ai cittadini solo tasse che servono a continuare a mantenere i loro sporchi privilegi. Non si salva nessuno qui ne vecchi ne nuovi uno peggio dell'altro.

m.m.f

Lun, 09/12/2013 - 16:24

ITALIA STOOTO DITTAURA DI UNA FINTA SINISTRA DA DOPO LA GUERRA.

Giampaolo Ferrari

Lun, 09/12/2013 - 16:29

Non è ancora sera,non si dovrebbero bloccare le autostrade,si dovrebbero incrociare le braccia e smettere di lavorare tutte le piccole e medie aziende artigiane.I bamboccioni che ci governano verrebbero scannati dalla gente inferocita.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Lun, 09/12/2013 - 16:35

Andrebbero trattarti come bisognerebbe trattare i notav... Manganello, manette e galera

giuliana

Lun, 09/12/2013 - 16:39

Il movimento dei forconi è l'unico movimento che rappresenta gli ultimi, gli inascoltati dalle istituzioni, il popolo che soffre mentre i politici temporeggiano (continuando a godere di super-stipendi e superprivilegi) nell'attesa che il demoniaco piano europeo possa essere portato a compimento. Con l'attivazione dell'eurogendfor i superburocrati (banchieri e speculatori internazionali, lobby e multinazionali) saranno chiusi in una botte d'acciaio. Il movimento dei forconi non propone soluzioni, perchè le soluzioni devono darle i politici. Chiedono, in nome e per conto del popolo italiano che soffre, che si vada subito a nuove elezioni. (www.9dicembre.info Rivoluzione si trovano tutte le informazioni, compreso il CODICE ETICO a cui tutti i partecipanti devono obbligatoriamente attenersi. Qualunque gesto violento posto in essere è compiuto da parte di chi vorrebbe far fallire la grande manifestazione. Io ho esposto la bandiera tricolore come simbolo di partecipazione. [video " 9 dicembre 2013- l'Italia si ferma" : http://youtu.be/OSgbK8ce__M ]

lorenzo464

Lun, 09/12/2013 - 16:39

spero vengano ascoltati dai PM per blocco stradale e interruzione di pubblico servizio

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 09/12/2013 - 16:56

@giuliana - pure la Caritas aiuta gli ultimi senza rompere le scatole a chi lavora.... poi cosa vogliono ? Non vogliono l'Euro, non vogliono le liberalizzazioni, sono contro la globalizzazione, non vogliono pagare le tasse, non vogliono un governo, vogliono fare come gli pare, l'unico Stato che li può garantire sotto questi aspetti è la Somalia !!! Ci andassero e si portassero appresso Magdi Allam così sarà finalmente libero dall'Euro e potrà barattare datteri.

Sandro'75

Lun, 09/12/2013 - 17:06

Infatti sappiamo chi e' che fa i golpe.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 09/12/2013 - 17:10

L’Italia s’è desta...infuriata. Dalle ciance farneticanti ed inconcludenti di Grillo e soci alla protesta reale e "fisica" dei cittadini esasperati. Doccia fredda per il pischello plurivaniloquente sindaco di Firenze. Non basterà il suffragio plebiscitario tributatogli dai compagni di partito per calmare gli animi di coloro che in quel partito non si riconoscono.

Franco60 Ferrara

Lun, 09/12/2013 - 17:18

cari della sinistra, caro napolitano & c, la bomba è gia innescata, spero di cuore che inizi questa benedetta rivoluzione, che sia una vera rivoluzione perchè, sia la politica che gli Italiani abbiamo molto da imparare, noi tutti siamo incivili, ognuno di noi anche nel suo piccolo ha abusato, dunque benvenga la RIVOLUZIONE. prego non cestinare Grazie. Franco

Accademico

Lun, 09/12/2013 - 17:19

Forse questo movimento necessiterebbe di qualche aggiustamento nell'impostazione di fondo, però non è da sottovalutare... Proprio per niente!

fer 44

Lun, 09/12/2013 - 17:29

Perchè non facciamo una "rivoluzione" più intelligente ed efficace: mettiamoci tutti d'accordo e per un paio di mesi non paghiamo più un centesimo di tasse , di IVA, IMU, TARES, INPS o altri oneri vari????? Vediamo dove vanno a finire questi super burocrati!!!! Vediamo cosa fa EQUITALIA: ci mette tutti al fresco????

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 09/12/2013 - 17:49

E non solo i forconi.Ogni Italiano ha qualcosa da dire non solo i rom e i falsi profughi.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 09/12/2013 - 17:53

@fer44-Buona idea , ma quanti hanno gli attibuti per fare cio.NE basterebbero un migliaio e sarebbe un succeso che farebbe cambiare le cose.

tosijoe

Lun, 09/12/2013 - 18:12

una ITALIA messa in ginocchio da una gestione politica scialba e malandrina degli ultimi vent'anni .

bruna.amorosi

Lun, 09/12/2013 - 18:14

penso che la gente abbia le scatole piene di stare a sentire promesse su promesse e se corresse sangue mi dispiacerebbe solo che sarà quello dei poveri diavoli che per NON DOVER CHIEDERE PRESTI PER PAGARE TASSE si fanno sparare . invece dovrebbero essere i politici ad aver paura ..

Anonimo (non verificato)

Renatino-DePedis

Lun, 09/12/2013 - 18:22

giuseppe zanandrea avete governato per anni assieme al nano, avete sottoscritto tutte le leggi del cazzo che hanno salvato il culo flaccido del vostro ex alleato, avete scritto la porcellum, avete RUBATO un sacco di soldi pubblici, e anche prima dell'incontro con Fi. siete vecchi... e salvini non è certamente un NUOVO della politica... vecchi e incapaci!!! ps. la vostra ultima manovra econoimca, sottoscritta anche da voi, è stata di CENTOQUARANTACINQUE MILIARDI!!! BUFFONE!

Duka

Lun, 09/12/2013 - 18:23

Tranquilli ora Vi daranno qualche zuccherino per rimandarVi a cuccia. Tuttavia la protesta deve essere fatta di fronte e dentro il PALAZZO è li che si annidano i furfanti, incapaci, fannulloni che hanno distrutto un paese intero. Non serve a nulla prendersela con altri come voi castigati da questa brutta gente che pretende di governare senza esserne capace.

Renatino-DePedis

Lun, 09/12/2013 - 18:24

"pisistrato Lun, 09/12/2013 - 16:56 @giuliana - pure la Caritas aiuta gli ultimi senza rompere le scatole a chi lavora.... poi cosa vogliono ? Non vogliono l'Euro, non vogliono le liberalizzazioni, sono contro la globalizzazione, non vogliono pagare le tasse, non vogliono un governo, vogliono fare come gli pare, l'unico Stato che li può garantire sotto questi aspetti è la Somalia !!! Ci andassero e si portassero appresso Magdi Allam così sarà finalmente libero dall'Euro e potrà barattare datteri." LOL!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 09/12/2013 - 18:33

Io sono contro i blocchi. Ma la situazione e drammatica e sti governi infami ci stanno svendendo e portando alla rovina. Non c'è altro modo per cacciare sta feccia. Bisognerebbe paralizzare il paese per obbligarli a togliersi da coglioni.

Silvio B Parodi

Lun, 09/12/2013 - 19:25

Giuseppe Zanandrea. approvo il pieno, l'unico neo di Milano e'il palazzo di...ingiustizia... troppi giudici e pm meridionali, ecco appunto, l'ingiustizia.

giuliana

Lun, 09/12/2013 - 19:26

pisistrato- Informarsi è nostro dovere. Provi ad ascoltare, in sequenza questi due video: 1) Nando Ioppolo di Elia Menta - Economia Criminale - Massacro e Genocidio attraverso l' economia 2) CHE FARE - Intervista a Nando Ioppolo A cura di Elia Menta Poi si informi anche sul movimento dei forconi, il movimento che offre la possibilità a tutti noi italiani (traditi da partiti e sindacati), di unirci in una protesta pacifica. Sono i politici che ci hanno cacciato in questa drammatica situazione e hanno distrutto l'anima e la ricchezza dell'Italia. Dobbiamo invertire la rotta, quindi SUBITO nuove elezioni. Nessuno sta rappresentando il popolo italiano.

LAMBRO

Lun, 09/12/2013 - 19:33

CARO MAGDICRISTIANOALLAM , CAPISCO LA TUA BONOMIA MA QUANDO LA POVERTA' AUMENTA DEL 50% IN UN ANNO .....E IL PARTITO DELLE TASSE NON DEMORDE , ALLORA TUTTO DIVENTA POSSIBILE ; SPECIALMENTE SE QUESTI FANNO FINTA DI NON CAPIRE..... COLLE COMPRESO. ALLORA GLI SI FA CAPIRE POSSIBILMENTE CON LE BUONE... POI SE SERVE CON LE CATTIVE.GLI ITALIANI NON SONO STUPIDI...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 09/12/2013 - 19:45

ambè se non è un golpe allora resterete sempre così.

Ritratto di limick

limick

Lun, 09/12/2013 - 20:25

Gli italiani non saranno stupidi ma qualche problema di comprendonio ce l'hanno... i poveri forconi hanno ragione a essere incazzati ma dovrebbero avercela con chi fa le politiche nel nostro paese che non sono ne Letta ne Grillo ne Berlusconi, dovrebbero andare a Bruxelles se avessero capito qualcosa!!! Invece facciamo sempre la figura degli ignoranti. E anche gli ignoranti guardano solo al loro portafogli. Poi la fanno passare come lotta di liberazione, liberazione de che? Da Letta per metterci Grillo? Da Letta per metterci Renzi? Scegliete voi la combinazione, se la trovate non avete capito qualcosa o siete in malafede.

bruno.amoroso

Lun, 09/12/2013 - 20:48

aredo: guarda che questa manifestazione è appoggiata da Forza Nuova e Casa Pound, estrema DESTRA. Non perdi occasione per dimostrare la tua intelligenza

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 09/12/2013 - 21:04

@giuliana - io mi informo e leggo su tutte i giornali italiani che state facendo un casino e questo non è accettabile in un paese civile. Se siete contro il governo, va bene, siamo in democrazia, però andate a manifestare davanti alla Camera ed al Senato, portatevi pure qualche randello se volete ma non potete condizionare la vita di chi lavora e di chi non la pensa come voi.

Publio Marone V...

Lun, 09/12/2013 - 23:06

a proposito di amare l'ITALIA cominciamo a mandare in galera e non ai servizi sociali i condannati. Tu poi posa il malloppo che hai ricevuto come rimborso elettorale per quel ridicolo movimento che hai creato. Il movimento dei forconi è l'ultima speranza che vi è rimasta siete dei disperati.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 10/12/2013 - 00:50

La protesta va accettata perché nonostante la pesante atmosfera di golpe, provocata dai MAGISTRATI ROSSI INFEDELI, noi viviamo ancora in uno stato democratico. Ciò che invece è inaccettabile sono i fancazzisti terroristi della Val di Susa che approfittano della giusta manifestazione dei forconi per accodarsi e sbandierare le loro inammissibili violenze.

Ritratto di limick

limick

Mar, 10/12/2013 - 01:34

Infatti non si capisce perché questi potenti forconi non fermano le autoblu invece del furgone del panettiere, noi italiani facciamo sempre la figura delle capre... ormai sarebbe meglio dire che le capre fanno la figura degli italiani...

Ritratto di Orientale

Orientale

Mar, 10/12/2013 - 02:02

Basta che sono anti governo, vi va bene tutto.

Baloo

Mar, 10/12/2013 - 05:39

Continuiamo a farci derubare dalla grassa Germania? Questi sono i risultati. Non sta scritto "dà da mangiare ai grassi culoni tedeschi" ma "da da mangiare agli affamati". Meglio aiutare i siriani che i "gracili " tedeschi. Basta con la politica dei compitini voluta da Monti "il gregario" e compagni! Italia libera,unita e sovrana! Proviamoci. Senza sovranità non potremo aiutare nè noi stessi nè gli altri! W l'Italia.

profpietromelis...

Mar, 10/12/2013 - 06:57

Caro Magdi Allam si è dimenticato che anche la composizione attuale della Corte Costituzionale è anticostituzionale perché costituita per 1/3 da nominati dal parlamento e per 1/3 dal presidente della Repubblica, eletto dal parlamento. Questo parlamento no può più legiferare. L'unica soluzione costituzionale potrebbe consistere un autoscioglimento del parlamento e l'elezione di un nuovo parlamento sulla base di una legge elettorale precedente, quella vigente sino al 1993, basata sul sistema proporzionale. Solo questo parlamento potrebbe modificare la Costituzione e non questo. Modificata la Costituzione, tra l'altro con l'abolizione del Senato e, io direi anche delle province e delle Regioni, questo parlamento dovrebbe subito sciogliersi per dar luogo alla realizzazione delle modifiche della Costituzione. Non vedo altra via costituzionale

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Mar, 10/12/2013 - 07:20

GRANDE MAGDI!!!!!!!! Un vero ITALIANO non italiano! Sei veramente forte! Mente pulita lucida e presente! GRAZIE!

Luigi Farinelli

Mar, 10/12/2013 - 08:32

Tre frasi dell'articolo da sottolineare: 1): "Abbiamo già sentito Prodi e Monti spiegarci la positività di un evento traumatico che obblighi gli italiani ad ottemperare alle imposizioni dell'Unione Europea." 2) "...la realtà è semplicemente tragica, connotata dalla moria delle imprese, dal suicidio degli imprenditori, dalla devastazione del sistema produttivo, dallo scardinamento delle famiglie, dall'impoverimento dei cittadini, dalla costrizione dei giovani a emigrare per la difficoltà di accedere a un posto di lavoro in patria, dal suicidio-omicidio demografico, dalla perdita della nostra identità e dalla spoliazione dello Stato nazionale..." 3)"...Bisogna intervenire subito. Gli italiani non si accontentano più delle chiacchiere. È ora di agire..."

Ritratto di limick

limick

Mar, 10/12/2013 - 11:44

Poi questi forconi hanno loro i loro cadaveri dentro l'armadio, loro che si definiscono apartitici, andatevi a leggere le biografie dei fondatori. E con chi erano schierati quando non c'era da protestare.