Basta con le ipocrisie gli immigrati ormai sono un lusso

Gli italiani vivono una crisi economica drammatica: non possono più permettersi di pagare miliardi per i clandestini

Io non ci sto! Fermo restando l'umana pietà per i morti chiunque essi siano, io non ci sto a pagare miliardi di euro per contrastare, accogliere, accudire, incarcerare e rimpatriare i clandestini! Non ci sto ad aderire al lutto nazionale per la tragica fine di centinaia di clandestini vittime e complici della criminalità organizzata! Non ci sto a considerare da morti cittadini italiani coloro che da vivi hanno violato le leggi italiane! Sapete quanto ci costano i clandestini? Vi elenco alcuni costi che ricavo dai dati del Ministero dell'Interno e dell'Unione Europea.
1 miliardo e 668 milioni di euro: le risorse nazionali e comunitarie spese tra il 2005 e il 2012 per il programma di contrasto dell'immigrazione «irregolare» in Italia. 1,3 miliardi stanziati dallo Stato italiano e oltre 280 milioni erogati dall'Unione Europea che sono stati fino ad oggi investiti. 331,8 milioni di euro: controllo delle frontiere esterne per gli anni 2007-2012 (anno 2012, 105.575.880,00 mil. di euro) di cui: 165.545.212,05 euro (anno 2012, 52,787,940,00) contributi dell'Unione Europea; 166.303.268,90 euro (anno 2012, 52.787.940,00) confinanziamento Stato italiano. 111 milioni euro: piano Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno. Acquisto di nuove tecnologie, sistemi di identificazione e comunicazione a supporto delle attività svolte dalle Forze dell'Ordine per il controllo delle frontiere, l'avvistamento dei migranti e la loro identificazione. 60.754.218,86 euro: Fondo Europeo per i Rimpatri (anni 2008-2012; anno 2012: 14.514.432,93). 34.654.527,39 euro: contributo Unione Europea (nel 2012, 9.066.985,00). 26.099.691,47 euro: confinanziamento Italia (nel 2012, 5.447.447,94). Risorse stanziate per i rimpatri forzati: 6.490.000,00 euro: operazioni di rimpatrio con e senza sorta con voli di linea e/o charter (anno 2012); 230.000,00 euro: voli charter congiunti con altri stati membri o con Frontex (anno 2012); 110.000,00 euro: formazione personale di scorta (anno 2012); 6.899.074,33 euro: risorse per i rimpatri volontari (anno 2012). 158.601.586,56 euro: impegno di spesa per Cda, Cpsa, Cie, Cara (totale anno 2011). 139.460.145,56 euro: spese per l'attivazione, la locazione e la gestione dei centri di trattenimento e di accoglienza per stranieri irregolari. Spese per interventi a carattere assistenziale, anche al di fuori dei centri stessi. Spese per studi e progetti finalizzati all'ottimizzazione ed omogeneizzazione delle spese di gestione: 42.177.463 euro: spese per la costruzione, l'acquisizione, il completamento e l'adattamento di immobili destinati a centri di permanenza temporanea e assistenza, di identificazione e di accoglienza, per gli stranieri irregolari e richiedenti asilo. Spese relative ad acquisto di attrezzature per i centri o ad essi funzionali e per compiti di studio e tipizzazione. 979.622,21 euro: spese manutenzione Cie (totale anno 2011). 509.383,21 euro: manutenzione ordinaria, 470.230,00 euro: manutenzione straordinaria. 45.422.981 euro: progetti di cooperazione con i Paesi terzi in materia di immigrazione (totale anno 2012).
Passiamo a quanto ci costano gli stranieri che finiscono nelle nostre carceri. Innanzitutto chiariamo che costituiscono circa la metà del totale dei detenuti, pari a quasi 23 mila detenuti stranieri. Se consideriamo che per l'Osapp (Sindacato autonomo polizia penitenziaria), un carcerato costa quanto un deputato, ovvero 12 mila euro al mese, il costo complessivo dei detenuti stranieri ammonta a circa 3.312.000.000 di euro. Ebbene teniamo presente che ben il 95% dei detenuti stranieri sono o clandestini o risiedono irregolarmente nel nostro Paese, finendo per diventare facili prede della criminalità organizzata o comunque per delinquere. Mi auguro che il ministro dell'Interno Alfano attui la richiesta da lui formulata lo scorso agosto: «Gli Stati di provenienza paghino vitto e alloggio agli immigrati in Italia che delinquono».
Tutto ciò è troppo! Troppo anche per un popolo generosissimo e sempre pronto ad auto-colpevolizzarsi! Troppo per tutti gli italiani che vivono una drammatica crisi economica! Troppo anche per il Papa che predica la Chiesa dei poveri tra i poveri e l'accoglienza dei senzatetto nei monasteri! Non possiamo continuare a predicare bene senza fare i conti con quanto ci costano questi clandestini!
twitter@magdicristiano

Annunci
Altri articoli
Commenti

max.cerri.79

Lun, 07/10/2013 - 08:51

costa meno un sottomarino ormeggiato ai limiti delle acque territoriali che spara un siluro al giorno....

blackbird

Lun, 07/10/2013 - 09:00

I problemi sono tanti, e si aggraveranno in futuro, ma non si può pretendere di "globalizzare" solo il capitale, la ricchezza e le merci: volenti o nolenti ci vedremo costretti a globalizzare anche la miseria, la fame e le malattie! Il tutto già ben narrato in un film di fantascenza: Zardoz. Rivederlo per capire il nostro tempo e saperlo affrontare. Aprire i confini non sarà un problema solo per l'Italia, ma tutto il così detto "Occidente" dovrà rassegnarsi a farlo. La migrazione dei miserabili dal sud al nord del mondo è un fenomeno inarrestabile e improcastinabile. Inutile, vano e illusorio dire "aiutiamoli a casa loro", la loro casa è il mondo! O ci prepariamo ad accoglierli ordinatamente o saremo travolti da un'onda per ora inimmaginabile, ma che, come lo tsunami, prima o poi, arriverà; e io penso che il "prima" stia passando e che siamo prossimi al "poi"!

blackbird

Lun, 07/10/2013 - 09:04

Insomma, caro Allam, i clandestini dal 2005 al 2012 ci son ocostati meno delle, inutili, auto blu + scorte assegnate ai segretari dei partiti e a ministerucoli che nessuno conosce e nessuno si sognerebbe mai di colpire! Auto + scorte assegnate solo per "status symbol" e comodità personale!

fedele50

Lun, 07/10/2013 - 09:17

blekkebirde, si ragioni , x un tanto al metro, sei all'altezza giusta del vero blekke birde...

franco@Trier -DE

Lun, 07/10/2013 - 09:32

arabo tu parli bene perchè in Italia hai trovato l'America,potevi fare il giornalista al tuo paese in Egitto.

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 07/10/2013 - 09:35

iniziamo a cacciare gli immigrati di cui vergognarsi: MAGDI ALLAM fuori dall'Italia!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 07/10/2013 - 09:39

il geniale Magdi,trombato al voto dal popolo,non ci spiega nel concreto come fermare barche che tirano dritto.Gli spariamo in testa o li affondiamo?miriamo a donne e bambini o aspettiamo per vedere se una volta affondati qualcuno ancora respira?le chiacchiere macabre dei duri e puri sono solo chiacchiere per l'appunto.

mifra77

Lun, 07/10/2013 - 09:43

Se questo tragico evento si fosse verificato durante il governo Berlusconi, la sinistra lurida e putrida fautrice di questa invasione incontrollata, avrebbe fatto scoppiare una guerra civile! Se non si fosse mostrata tutta questa benevolenza e finta impotenza nei confronti di gente non identificata, probabilmente avremmo avuto una riduzione delle partenze con riduzione degli incidenti plurimortali. Entrare in casa d'altri senza chiedere permesso è reato ed io non mi sono mai sognato di entrare nella proprietà di qualcuno anche se non è recintata o se ha la porta aperta. Tanto meno entro di nascosto e scappo a nascondermi. Se vogliamo dare dignità a questi disperati, dobbiamo ricevere solo quelli che possiamo ospitare dignitosamente senza peraltro rinunciare alla nostra dignità. Chi vuole entrare in Italia chiede permesso e se accordato, possiamo anche andarli a prendere a casa loro. Senza permesso sono fuorilegge e quindi avvezzi a delinquere. Se poi i pescatori vogliono abolire la legge "Bossi-Fini" è solo perché hanno capito che possono prendere il posto ed i guadagni illeciti degli scafisti.

Ritratto di giuseppesinigagliese

giuseppesinigagliese

Lun, 07/10/2013 - 09:51

sig.ri politici di destra,sinistra,di sopra,di sotto, politicamente corretti??? finalmente una persona che con dati alla mano ci spiega ed usa la parola esatta :CLANDESTINI e non migranti come quasi tutti chiamano queste persone, ma chi li sponsorizza??? chi paga??? questi cosiddetti scafisti che in nostri PM GENEROSAMENTE LI SCARCERANO,dopo passano all'incasso per il prossimo viaggio??? FERMO RESTANDO !!!!!!! che queste tragedie non dovrebbero mai avvenire, quello che io noto è tutta gente che non è pelle e ossa ma mi pare ben pasciuta,da cosa scappano dalla miseria? dalle torture? dalla guerra? o da loro stessi?? c'è un governo del fare (non dico abbiamo un gorveno poichè a mio parere è una accozzaglia di inetti) ma fatevi sentire magari alzando un pò la voce, se necessario ribaltate qualche tavolo magari con i tedeschi e qualche altro sopra, dimostrate di avere i c.ni e non essere C...NI. ALLA FINE GRAZIE SIG.MAGDI CRISTIANO ALLAM

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 07/10/2013 - 09:52

Xbassfox e qui si vede la tua carità cristiana ed il tuo livello culturale.Azzardo!Sei un sinistroide????

giuliana

Lun, 07/10/2013 - 09:52

Invece di cadere nella trappola di chi ha deciso l'invasione a tavolino (piano Kalergi) e che ha tutto l'interesse a farci credere che l'immigrazione di massa sia un fenomeno spontaneo, dobbiamo chiederci, piuttosto, CHI fugge e DA CHI fugge. I primi -e unici- ad avere diritto di asilo sono i CRISTIANI, perseguitati e massacrati dai musulmani, costretti ad abbandonare i loro paesi, gli stessi paesi che sono stati la culla del cristianesimo. Quindi cristiani che fuggono dall'islam. Poi ci sono i musulmani che fingono di fuggire dall'islam, tanto è vero che, una volta arrivati nei paesi degli infedeli, nessuno abbandona l'islam, ma si prodigano per sdoganare l'islam come religione di pace ed applicare le loro leggi criminali a casa nostra, cominciando col pretendere caserme dove poter istruirsi sulla lotta all'infedele. Le rivendicazioni per una vita migliore le devono fare al loro governo, non al nostro. E in Africa ci sono paesi musulmani molto ricchi dove poter andare e paesi liberati dai colonizzatori europei (esempio il Congo, ex belga, che mi pare sia il paese d'origine della Kyenge)

Soldato

Lun, 07/10/2013 - 09:55

In Spagna e in Grecia non ci vanno più perché lì hanno usato le maniere forti. Perché vengano da noi il perché è chiaro, basta vedere i commenti idioti dei sinistri più o meno travestiti che si leggono su questo sito!

matteodanieli

Lun, 07/10/2013 - 09:57

gli immigrati sono un lusso i costi della politica sono un lusso (come ricordava blackbird) gli F-35 sono un lusso il finanziamento pubblico all'editoria è un lusso la previdenza sociale e la sanità pubblica sono un lusso gli investimenti pubblici alle banche sono un lusso le pensione che molti vecchi si stanno godendo ora sono un lusso due case sono un lusso l'auto è un lusso i cellulari e pc di utlima generazione sono un lusso la possibilità di scegliere tra decine di marche è un lusso tutto è un lusso confrontato a qualcos'altro che non ci piace Ma le Sue soluzioni? Come si diceva, gli immigrati non smetteranno di arrivare finché indebitarsi per un viaggio clandestino e rischiare la morte varrà sempre più di una vita nel proprio paese. Ecco perché un passeur per i nostri occhi è criminalità organizzata, per i loro l'unica possibilità (quasi una speranza). Signor Allam, credo che investire sul controllo di più confini terresti e dei mari (poiché è presumibile che non basti appostarsi solo sulle rotte conosciute, bisognerà intercettare le nuove che cambieranno tragitto alle prime difficoltà), stringere accordi economici con paesi terzi per il pattugliamento congiunto e disporre delle misure di trattenimento e/o rimpatrio per coloro che supereranno i controlli, alla fine non ci costerà meno dell'attuale. Allora lo chiami col suo giusto nome quel che (non) propone: spostamento di interessi. Fior fior di soldi per nuovi "clienti". Solo che così perderemo almeno una cosa certa: il principio di accoglienza e umanità cristiano che Lei porta nel nome.

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 07/10/2013 - 10:00

Ma sì? Ma no? Io, invece, avevo sempre pensato che mantenere ad ufo milioni di nullafacenti ci avrebbe arricchito, che ci avrebbero pagato le pensioni! L'immigrazione, ormai, considerato tutto (vigilanza, recupero, accoglienza, sussidi, danni conseguenti ad una pletora di reati, spese carcerarie e di rimpatrio, danni al commercio, emorragia di rimesse internazionali etc...etc...) ci costa dai 30 ai 50 miliardi annui a seconda delle fonti. Una Finanziaria bella corposa. Ma "portano ricchezze", come dice la schizofrenica, ed allora godiamocele queste ricchezze! Io, a dire la verità, ho sempre sognato di vivere circondato da tucul, con le fogne a cielo aperto e qualche sana raffica di AK-47 a rinfrescare l'aria...

linoalo1

Lun, 07/10/2013 - 10:04

Ditelo alla Nera,ai Comunisti ed al Papa!Vedrete cosa vi rispondono!!Lino.

roberto78

Lun, 07/10/2013 - 10:05

originale pensiero quello di Magdi Allam.... il primo che ha sfruttato l'italia assumendo posizioni estremiste solo per lucrarci sopra. molto meglio gli immigrati che lavorano nelle nostre fabbriche, nei nostri ospedali, nelle nostre case come badanti o colf, e soprattutto quelli che si aprono la loro piccola attività commerciale e lavorano tre volte i nostri vecchi commercianti ...

bruna.amorosi

Lun, 07/10/2013 - 10:08

Sentite un pò ! dunque siamo europei o no? se si allora facciamo una cosa semplice semplice emigriamo tutti in GERMANIA e diciamoci clandestini DOVRANNO mantenerci per forza .voglio vedere come reagisce la lady tedesca .

gneo58

Lun, 07/10/2013 - 10:08

e pensare che vengono da terre che sono tra le piu' ricche del pianeta - se chi di dovere si comportasse correttamente e senza specularci sopra starebbero tutti al loro paese senza muoversi, anzi saremmo noi che andremmo la' a cercar fortuna....

blackbird

Lun, 07/10/2013 - 10:21

Per prima cosa verrà abolito il reato di "clandestinità". Si sono già espressi, in politichese, le massime cariche dello Stato. Le giustificazioni saranno trovate presto: umanità, accoglienza, realismo, pietismo, orrore, vergogna, UE, ONU, e chi più ne ha più ne metta. Poi si dovrà pur consentire agli "ospiti" di sopravvivere, perciò mense e alloggi gratis (overo pagati alle ONG dai contribuenti italiani con "creazione" di posti di lavoro, "volontario" sì, ma retribuito per i giovani "amici" o "amici degli amici": assunzioni senza concorso o merito). Quindi si liberalizzarà la possibilità di lavorare per i migranti: lavori umli, poco retribuiti (ma altamente produttivi), giusto per permettere loro qualche spesetta: l'Iphon, l'auto usata, qualche birra, .... E così elimineremo i costosi lavoratori italiani o "regolari". Il tutto all'insegna della "carità cristiana". Una ventina d'anni fa già si cominciava a parlare di clandestini e di contrasto al lavoro nero. Un esponente politico che, in un convegno sulla legalità, tuonava contro lo sfruttamento invocando controlli serrati, venne avvicinato da un gruppetto di imprenditori agricoli suoi sostenitori i quali gli dissero che andava bene la pubblica indingazione, ma che si doveva contemperare alla necessità delle aziende agricole di avere manodopera a basso costo. Sono passati altre 20 anni da allora e le necessità delle imprese agricole, manifatturuere, dei servizi, ecc. ecc. non sono cambiate.

vince50

Lun, 07/10/2013 - 10:22

Io non ci sto?,nessuno ci sta.Nonostante questo ci dobbiamo stare per forza,chi non paga conta chi paga non conta un cazzo.Però il tutto nolto democraticamente,rispettando appieno la volontà popolare.

matteodanieli

Lun, 07/10/2013 - 10:23

Santa ignoranza sig.ra Giuliana. I cristiani perseguitati hanno tutto il diritto di fare richiesta di asilo politico in Italia come chi scappa da guerre e persecuzioni varie. Gli immigrati in quanto essere umani sono persone sotto le cui maschere si nascondo persone eccezionali per bontà e generosità, quanto persone cattive. Basta un manipolo di talebani armati per mettere sotto scacco l'intera popolazione di un villaggio disarmato, i musulmani "cattivi" non sono la maggioranza. Se i musulmani dovessero convertirsi perché scappano dai musulmani "cattivi" allora noi dovremmo essere tutti scristianizzati visti gli orrori che i cristiani hanno sparso per secoli in Europa, Africa e Americhe. Il Congo sono 2 Stati tutti e due a maggioranza cristiana e in seconda battuta animistico-tradizionale. In Africa ci sono paesi molto ricchi dove la ricchezza è detenuta da pochi e controllata spietatamente grazie anche alla nostra complicità occidentale e ahimè cristiana. Sentite, va bene, emigriamo tutti in Germania come dice qualcuno, ci sto, ma prima dobbiamo perdere tutto quello che abbiamo, se qualcuno incomincia io lo seguo, giuro. Ah sì, è un'ultima cosa per coerenza di chi commenta, non dimenticate di chiedere indietro agli altri paesi gli italiani che sono emigrati, grazie...che facciamo? non vogliamo quelli che vengono da noi ma lasciamo quelli che son partiti dagli altri?

Apophis

Lun, 07/10/2013 - 10:26

Tutto vero non fa una piega. La domanda a cui dare risposta è a che fine facciamo entrare questa gente?. 1. Pr essere rimandata a casa; 2. Oppure per trasformarli in delinquenti; Tutto ciò è di una ipocrisia allucinante. L'italia è diventata una cloaca.

Ritratto di giubra63

giubra63

Lun, 07/10/2013 - 10:26

basta ipocrisie: chi vuole clandestini se li porti in Vaticano dove il Papa-Re Francesco I Sovrano Vaticano, Sommo Pontefice Massimo ecc. Ecc. ha una disponibilità di Euro 2.000.000.000 (tanto quanto il debito dell'Italia) in immobili (1/2 in Italia e 1/2 in Gran Bretagna), piu lo Ior, piu gioiellii dal valore inestimabile. I Cardinali sono ben felici di accogliere i clandestini sfamandoli e ofrrendo loro tutto quello che vogliono, i preti poi saranno ancora piu felici visto che orde di tunisini, rumeni,albanesi, marocchini ecc. Nullafacenti, e spacciatori avrebbero solo dda far badantii ai preti. I clandestini mettiiamoli nelle case della boldrini, della kyenge e della bindi, oltre che di vendola e crocetta, mettiamoli anche nelle case dei radical chic, dei catto-comunisti, e degli statali. In Italia ci sono 3,1 milioni di disoccupati e 4,5/5 milioni di immigrati: facciamo come fanno in Spagna,Francia,Gran Bretagna,Norvegia,Malta e Grecia ecc. : vanno rispediti a casa quelli che non lavorano. Stop, basta buonismo, non abbiamo piu noi lavoro, perchè la sinistra vuole toglierlo agli italiiani per darlo agli stranieri? Basta,basta, Prima l'Italia. (la costruzione di F35 fanno lavorare migliaia di italiani, come gli indispensabili lavori per la Tav Lione-Torino, visto che Parigi l'ha messa nelle opere prioritarie).

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 07/10/2013 - 10:39

BASTA IPOCRISIE NOI ABBIAMO LA CHIESA(UNA JATTURA SECOLARE) GLI ALTRI PAESI NO!!! punto!!! siamo il laboratorio della pace e della fratellanza, del martirio e del cilicio!!! a nostre spese!!! la chiesa hce agisce con un apletora di associazione evasive..e piene di prebende STATALI!! protette!!

antiom

Lun, 07/10/2013 - 10:43

Giornalisti capaci e coraggiosi, particolarmente, come nel caso di Magdi Cristiam Allam che non è un caso che collaborino con giornali di destra: sono persone che non solo informano compiutamente, ma educano come è giusto che sia in contrapposizione ai giornaletti di sinistra che nascondono le notizie scomode. Con la propensione di strumentalizzare i beoti lettori, tra l'altro: col becero ed ipocrita buonismo in difesa di zingari, extracomunitari, magistratura, presidente della repubblica ecc.

LAMBRO

Lun, 07/10/2013 - 10:46

FINALMENTE QUALCUNO HA FATTO IL CONTO!! SE NON HO VISTO MALE SPENDIAMO OLTRE 4 MILIARDI PER PARARE IL C...O ALL'EUROPA E L'EUROPA CI RIPAGA MAZZOLANDOCI SULLA SPESA PUBBLICA! SE CI METTIAMO LE MISSIONI ALL'ESTERO FACCIAMO UN CONTO DI 7-8 MILIARDI; SEMPRE A NS CARICO!! LA SMETTIAMO o CI AIUTANO? BISOGNA SCEGLIERE E PUNTARE I PIEDI o CI PRENDONO PURE PER FESSI!!

piertrim

Lun, 07/10/2013 - 10:52

Caro Allam, moltissime cifre ma, mi dispiace, non hai fatto il totale complessivo. Se poi si dovesse aggiungere anche una stima anche approssimativa dei danni che ci infliggono gli immigrati e detratti i benefici di coloro che lavorano regolarmente, chissà a quali cifre spaventose arriveremmo. Ma per i "buonisti" che commentano va bene così, son tutti generossimi coi soldi altrui ma guai a toccarli nel loro portafoglio.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 07/10/2013 - 10:58

Il calcolo è molto semplice:quanti abitanti ha l'Africa? Seconda domanda: che cosa ci riproponiamo di fare? Pensate sia "fisicamente", prima ancora che economicamente, possibile accoglierli tutti in Europa? Se la risposta è sì, siete maturi per un TSO. Altrimenti finiamola con le farneticazioni e scendiamo, una volta per tutte, coi piedi per terra. Altro che xenofobia e razzismo!

paolonardi

Lun, 07/10/2013 - 11:02

A margine, ma non tanto, alcune considerazioni che forse meriterebbero, anche dai politici Boldrini e la colorata in testa, una attenta riflessione. Il costo del viaggio costa tre-cinquemila euro che corrisponde, nei paesi africani, ad un anno del necessario per vivere più che dignitosamente, infatti lo stipendio mensile di un primario ospedaliero del Cairo e' di 450€. Altro aspetto: sui media e dalle solite due e compagni ci sono alti lai sulla fame, le persecuzioni, le guerre, la miseria ecc che spingerebbe questa gente a diventare emigranti (migranti e' italiano scorretto!!); ebbene le immagini mostrano che i vivi sono persone ben vestite, in buona salute e con un tenore di vita normale come dimostrano le foto familiari mostrate al Tg5. Ultimo appunto: i clandestini dell'ultima tragedia sembra provenissero dall'Eritrea. Cosa ostacolava queste persone dal rivolgersi ad un Consolato Italiano della Libia o di altro paese di partenza, diverso dal proprio, e richiedere un visto e di salire su un aereo di linea? Avrebbero speso molto meno con tanta sicurezza in più. Sono illogici questi ragionamenti. Risalendo a qualche anno fa mi verrebbe, parafrasando i comunisti, di dire: "cui prodest?" o "chissà cose c'è dietro".

Ritratto di siro4747

siro4747

Lun, 07/10/2013 - 11:05

La soluzione c'è, secondo Ferrara, e va in direzione opposta rispetto a quella scelta fino ad ora. "Le frontiere mezze chiuse e mezze aperte" sono le responsabili di queste tragedie e ora bisogna fare una scelta di campo: aprire le frontiere e organizzare "un ponte aereo o marittimo , se vogliamo evitare annegamenti" oppure chiuderle, sbarrare la strada, "realizzando le condizioni per cui nessuno parte più da quelle coste". "Sono due cose - dice Ferrara - entrambe difficili da far proprie", ma solo le uniche scelte per fare "qualcosa di effettivamente umanitario, invece di limitarsi al lavaggio della coscienza"

bruno.amoroso

Lun, 07/10/2013 - 11:09

Per risolvere il problema propongo di cacciare tutti gli extracomunitari dall'Italia. Iniziando da Magdi ovviamente. Tornatene in Africa, immigrato!

G_Gavelli

Lun, 07/10/2013 - 11:12

Argomentazioni e dati sacrosanti. Il torto più marcio dei politicanti spalancati all'immigrazione (salvo non ospitarne uno che uno in casa propria: vero Kyenge? vero Boldrini?) è quello di non informare i cittadini italiani ed europei (si chiede o no il pieno coinvolgimento della UE, Utopia Europea?) sulle potenziali dimensioni del fenomeno. In Africa c'è almeno un Miliardo di disperati (100 milioni solo in Egitto), decine di milioni in Medio Oriente, oltre un miliardo fra Afghanistan e sub-continente indiano, decine di milioni fra Vietnam, Filippine ed Indonesia. A Calcutta circa 25 milioni di persone nascono, vivono e scopano, muoiono sulla strada. Poi ci sarebbero i 30 milioni di schiavi che vivono in Corea del Nord. Care Kyenge e Boldrini, gli Italiani e gli Europei hanno lavorato una vita per mantenere tutti costoro? Ditecelo, per favore...personalmente mi suicido prima che questo accada...così libero 1 posto...perchè per tutti loro non c'è nemmeno lo spazio fisico nella Utopia Europea.

baserino

Lun, 07/10/2013 - 11:20

bel esempio di cristiano è l'ex musulmano convertito al cristianesimo.... con 15.000€ al mese ringrazi il suo dio... e abbia compassione di chi ha avuto un percorso non così ricco nella vita .. e ora si trova cadavere e vittima di leggi votate dal suo partito (Bossi- Fini) in mezzo al mare... e lui il nuovo Cristiano quanto ci costa in Europa non se lo è mai chiesto... tanto per fare il razzista al razzista...

buri

Lun, 07/10/2013 - 11:24

sarei proprio curiosi sapere quanto ci costa soccorrere i migranti in mare, e poi il loro mantenimento, riparare i danni causati dalle loro rivolte, perché oltretutto pretendono ritengono che tutto sia dovuto e molto spesso non ritengono neanche di ringraziare per quanto ricevono, anzi si lamentano se non è del loro gusto

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Lun, 07/10/2013 - 11:26

Bravo Magdi Cristiano Allam. Il tuo ragionamento contiene altissimi concetti del cristianesimo, che nemmeno papa Francesco ha ancora espresso. Visto che sei a conoscenza di quanto ci costano i clandestini, sapresti dirmi quanto ci costano gli ignoranti che ci sono in italia.

paolonardi

Lun, 07/10/2013 - 11:29

@ matteodanieli: l'ultimo paragrafo del suo intervento non e' esatto. L'emigrazione degli italiani passata e presente ha caratteristiche diverse e opposte da quelle del flusso immigratorio che ci interessa. Ad esempio chi emigrava negli USA partiva con le navi di linea con il passaporto regolarmente vistato per lavorare e biglietto pagato; nonostante ciò appena arrivati venivano accolti alla famosa Ellis Island dove sudi ano visite mediche e controlli vari. Per le emigrazioni nel nostro continente che avvenivano per auto, treno o aereo passavano le frontiere dove, come chiunque, dovevano esibire i documenti. Ha notato la non sottile differenza con chi si introduce nottetempo, inatteso, senza documenti e proditoriamente nel nostro paese?

cameo44

Lun, 07/10/2013 - 11:30

Non sarebbe il caso che sia la Boldrini che il Ministro per l'integra zione mandassero il messagio di non venire in Italia poichè non vi è possibilità di trovare lavoro dato che di lavoro non ce nè nemmeno per gli Italiani e quindi di restare a casa loro con i loro affetti come giustamente ha detto l'iman? ma sia la Boldrini che il ministro piace tanto l'ipocrisia ed essere in primo piano di quale integrazione par la il Ministro? cosa abbiamo da offrire a questi disperati? e ci vo gliono dire quanto costano agli italiani tutti questi centri di acco glienza? e come mai questi due personaggi tanto solidali e caritate voli verso i clandestini non le viene mai in mente di affrontare il problema della povertà che vivono le tante famiglie Italiane? certo parlare dei problemi nostri non fa notizia

nino47

Lun, 07/10/2013 - 11:33

Caro Magdi, non agitarti tanto per quanto succede! l'Italia è un sito strano dove ipocrisia odio politico ereditario e buonismo criminale si intrecciano con una errata concezione malcelata dietro ad un pietismo religioso inopportuno che spesso fa da paravento ad altri interessi che neanche i malaffaristi più svangati riescono più a nascondere ad un popolo ormai inebetito dalla politica e dagli eventi. Si proclama un giorno di lutto perchè sono morti dei clandestini e non certo per colpa nostra, mentre nessuno si è sognato di farlo per le decine di morti sul quell'autobus precipitato dal cavalcavia ed altri sulla Concordia e via dicendo, ..già! quelli erano italiani, per quanto possa valere ormai un italiano...cosa si pretende? meglio accorrere a vedere le salme di chi,in fondo e illegalmente, per quanto disperatamente se l'è cercata.Ma anche qui vorrei chiedermi: come mai vengono tutti a naufragare davanti all'Italia? Forse si sono accorti che qui vanno sul sicuro e, magari, se sbagliano rotta andiamo a salvarli anche a casa degli altri?Oppure vorrei chiedermi: cosa si cela dietro lo sfarzo di quelle bare da migliaia di euro approntate all'uopo per quegli sventurati? si è mai vista una cosa del genere, mentre uno di noi per prenotarsi una bara del genere deve prima farsi tanto di conti in vita? eh no! Non è tutto oro quel che luccica! Accorrete pure disperati ad ascoltare la Kienge o i buoni propositi scontati e dozzinali della Boldrini...ma non è tutto oro quel che luccica!!!

Holmert

Lun, 07/10/2013 - 11:38

Quale migliore occasione di fronte ad una dramma come questo, per dare la colpa alla Bassi-Fini, legge malvista e mai sopportata dalla sinistra terzomondista, ecumenista, filantropa di maniera, falsa solidarista e quant'altro? Ma, signori miei, mica per la Bossi Fini, quell'imbarcazione carcassa è stata cannoneggiata, mitragliata, presa a fucilate, causando il tragico naufragio? Niente di tutto questo, il naufragio è stato causato per un incendio scoppiato a bordo della caccavella satura come una scatola di sardine di clandestini migranti. Incendio dovuto ad un atto inconsulto di chi aveva dato fuoco ad una coperta, fuoco che poi a raggiunto una tanica di carburante, facendo scoppiare l'inferno. Ebbene, mi sapete dire, oh voi eletti dal pensiero debole, cosa c'entra la Bossi Fini? Bene, aboliamola, e ripeto sino allo sfinimento, mandiamoli a prendere dalla nostra marina, e riversiamoli a migliaia sulle nostre coste. Sarei curioso di sapere se ad un certo punto, quelli come la morettina Kyenge, avranno il coraggio di dire, ora basta. Non credo lo direbbero. Secondo me siamo governati, dopo la legge Basaglia, quella sui manicomi, da una schiera di mattacchioni, il cui unico scopo non è il bene della nazione di appartenenza, ma il realizzare finalmente i loro sogni per una vita repressi, a danno di tutti noi.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 07/10/2013 - 11:40

Xagrippina.Sarei censurato se lo scrivo.Ma io saprei come fermare barche navi navette e bagnarole. E non solo io .

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 07/10/2013 - 11:47

xgeno58-Sono decenni che aiutiamo quei paesi , ma essendo a statuto tribale , si scannano tra una tribu e l´ altra.Con questi soldi i nostri governi dovevano comprarci materiale per fontane e tubature per distribuire acqua , trattori e macchine agricole. Invece noi ogni anno diamo soldi e questi comprano armi .Oggi comando io , domani tu e via barche di profughi.Pero in tutto cio guarda guarda ,le armi sono un affare.Usa Germania , Russia sono le prime che danno un po di soldi ma poi se li riprendono con l´ Interesse.E noi becchi qui a commentare.

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 07/10/2013 - 11:55

L'ipocrisia è solo italiana. O si aprono le ambasciate ed entrano come formiche senza nessun lavoro, o si bloccano anche con i sottomarini, altrimenti inutile piangere i morti sulle nostre spiaggie. Se li costringi a viaggiare con scafisti, invece che con hostess su bellissimi jet che atterrano a Fiumicino, poi non si puo' fare gli ipocriti

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 07/10/2013 - 12:13

Che problema c'è? Basta aumentare le tasse. Del resto ci stanno già lavorando alacremente: non dimenticate che Letta è stato compagno di partito di Visco e pare proprio che abbia imparato bene. L'IRAP è stato il monumento funebre all'economia italiana, ma Letta sta lavorando per fare meglio.

Ritratto di andrea62

andrea62

Lun, 07/10/2013 - 12:16

tra una decina d'anni, se non ci diamo da fare, dovremo sottostare alle loro leggi.

claudio faleri

Lun, 07/10/2013 - 12:17

ma tutto continuerà come ora tra la sinistra e il vaticano che alloggia negli splendidi appartamenti e della vita reale non sà nulla, loro sono contenti se in italia aumenta la sofferenza e la povertà è il loro pane............

claudio faleri

Lun, 07/10/2013 - 12:19

siamo un paese di buffoni....ci ridono dietro dal mondo

clacchi

Lun, 07/10/2013 - 12:23

Basta ipocrisie, Magdi Cristiano Allam trovati un lavoro dove produci qualcosa di concreto e non fare l'opininista. Non hai nè la cultura, nè la capacità, nè l'etica per poterlo fare. Sei solo un voltagabbana che cerca notorietà. P.S. per fortuan che solo lo 0,12 (il risultato delle ultime elezioni per te) la pensa come un estremista.

WSINGSING

Lun, 07/10/2013 - 12:27

Vorrei inviare a "Il Giornale" la foto di una bara di legno destinata ad un morto poveretto ed offerta, per legge, dal Comune.... Vedrete che differenza......

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 07/10/2013 - 12:30

@ matteodanieli - La summa dello xenofilo anti-italiano... Gli europei hanno portato orrori nel mondo paradisiaco dei "buoni selvaggi"? Certo, è grazie a questi orrori (civilizzazione, cibo, medicine) se i buoni selvaggi hanno fatto un balzo di 10mila anni in un secolo. Non fosse per questo, non saremmo certo invasi. Con cosa, con le canoe? L'Africa è sfruttata dai despoti bianchi che la dissanguano? E' alla fame per colpa nostra? L'Italia è stata sfruttata da Franza, Spagna, Austria per secoli. Non si è mai ridotta alla fame ed alla fine c'è stato il Risorgimento... Il Sudamerica si è liberato dal colonialismo con le armi, mica con l'intervento della Boldrini o le donazioni della casalinga di Chiavari! I despoti si rovesciano, se si ha la volontà di fare qualcosa per progredire: è che lì non hanno voglia di far nulla, tranne rubare (la fomosa cleptocrazia congolese dello Zaire di Mobutu, chiedere alla Kyenge che aveva ed ha il padre funzionario), predare, fare guerre razziste e, soprattutto, massacrare a colpi di arma bianca... Riprendiamoci gli italiani migrati? Certo, ma riprendiamoci anche Manhattan, costruita da italiani, irlandesi e tedeschi, oltre all'80% dei palazzi moderni costruiti tra il 1860 ed il 1940: fosse stato per gli americani d'America (USA, oh yeah), vivrebbero ancora e per lo più nelle baracche di legno dei pionieri, l'unica cosa che sapevano costruire decentemente da soli prima che arrivasse la manodopera europea. Idem per il Sudamerica. Luoghi comunque sottopopolati come scatoloni vuoti, non nazioni piene fino all'orlo, senza spazio e senza lavoro. Perché, mi dica, cosa vorrebbe proporre ai bravi migranti per mantenersi e non gravare semplicemente come parassiti sulle nostre spalle? Restare clandestini e vendere senza licenza di commercio merce contraffatta per conto delle mafie? E' di questo che abbiamo bisogno? Ma non si parlava di legalità? A proposito... lei quanti ne ospita e ne mantiene in casa sua? Via, ci dia un bell'esempio di solidarietà ed integrazione...

liibalaaba

Lun, 07/10/2013 - 12:31

Io proporrei una cosa:istituiamo una linea regolare di traghetti (ad es. la CAREMAR o la TOREMAR)tra le spiagge libiche e le nostre coste (ovviamente in tutta Italia,se ancora vogliamo chiamarla così;io la chiamerei "Bingo-Bonghia")!Così i clandestini fetenti e selvaggi,arriverebbero in tutta sicurezza (viaggio ovviamente gratis,tutto a spese nostre)! Ma alla congolese ha dato forse di volta il cervello? Ma no,quella sa bene ciò che fa! Fa gli interessi della sua gente e (come tutti i nostri bravi politicanti,nessuno escluso),obbedisce all'imperativo dell'Europa di trasformare il nostro ex-bel paese (ormai ahimè!)nel cesso del mondo! Noi dobbiamo essere i peones (leggi i coglioni) d'Europa;quelli che si accollano la più grande pressione fiscale,e pagano senza fiatare! Coloro che si faranno carico (e già lo facciamo) di questi selvaggi senza identità e senza principi morali!! Magari,quando avranno la cittadinanza italiana, li vedremo letteralmente fottere i nostri posti di lavoro (a noi ed ai nostri figli),con contratti "ad personam",a tre o quattrocento € al mese! E noi?????? Semplice: ci metteremo sui barconi e faremo vela verso l'Australia o la Nuova Zelanda,riprendendo la tradizione dei nostri nonni,con le valige di cartone avvolte con lo spago! Vi piace la prospettiva? La domanda la giro alla Boldrini,così entusiasta di accogliere i selvaggi d'ogni dove! A lei,Presidente della Camera,piacerebbe imbarcarsi su una carretta del mare, e lasciare il nostro ex-bel paese in mano a simile teppaglia? A me no! Allargate pure le maglie dell'immigrazione clandestina,e vedrete,fra poco, quale "tsunami" ci travolgerà! A quel punto, o ci armiamo e ci prepariamo ad una guerra civile,o molliamo e lasciamo tutto ciò che ci siamo guadagnati con il sudore della nostra fronte,a questi luridi individui che al 95% sono gente di bassa(anzi bassissima) lega!

kayak65

Lun, 07/10/2013 - 12:37

filippo agostani l'ignoranza non ha paese ne partito. pero' non si puo' nascondere che chi sembra ignorare il problema sei tu. i conti sono qualcosa di tangibile eccome per le ns tasche. le parole di buonismo spese da quei pseudo ministri che piangono in tv salvo poi farsi massaggiare in una spa magari da un extracomunitario, non costano niente. il sindaco marino ha detto di voler i sopravvissuti, mentre due giorni prima pretendeva che lo stato salvasse roma dalla bancarotta. ergo a parole mi faccio carico dei problemi voi invece pagate le mie sparate umanitarie. cosi' in parte anche papa francesco che ammiro, ma una volta riempiti i conventi vuoti, chi sfamera' questi disgraziati? non basta un tetto ci vuole anche pane e companatico. e come al solito sara' l'italia a dover provvedere, ma temo che gli italiani e per la crisi e per la assuefazione alla carita' non possano piu' dare quel che dal 1991 con i primi sbarchi di albanesi ha potuto donare. quindi spero che tu non finisca a fare solo considerazioni utopische ma prenda contatto con la realta' di un italia senza lavoro e senza denaro, sovrattassata e maltrattata anche da un'europa che ci condanna per le ns politiche nei confronti di clandestini e ci volta le spalle e scarica tutti i problemi su di noi.(cittadini e non politici)

Ritratto di fbartolom

fbartolom

Lun, 07/10/2013 - 12:39

I confini sono stati sempre stati aperti. Il povero cerca di andare nei luoghi più ricchi, e chi ci abita di contrastare questa operazione. Quando ciò non riesce la civiltà precedente viene spazzata via come è avvenuto per l'impero romano con i barbari o il Kossovo con la conquista Saracena. Personalmente penso che potrei vivere anche in una repubblica islamica, oramai non faccio più naturismo e non penso vedranno che faccio meditazione buddhista al mattino.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/10/2013 - 12:43

blackbird, di ineluttabile, a questo mondo, vi è solo il cervello spappolato dei comunisti. Da SEMPRE gli invasori hanno conquistato le terre ARMI ALLA MANO ma oggi, grazie ai cervelli spappolati di cui sopra, le si cede supini e chiedendo pure scusa se si osa commentare. Trattasi, uomo nero, di un complotto teso ad islamizzare, distruggendolo, il continente europeo col supporto ATTIVO dei comunisti per odio del NOSTRO sistema di società. Noi NON abbiamo bisogno di africani perchè abbiamo già interi popoli distrutti dal COMUNISMO che mendicano lavoro da noi e sono pure AFFINI a noi e NON ISLAMICI ALIENI.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 07/10/2013 - 12:53

Indagherei sui percettori delle somme indicate. Sicuramente ne vedremmo delle belle...

Iuchi

Lun, 07/10/2013 - 12:59

Ha perfettamente ragione Magdi Cristiano Allam che ha critto questo articolo molto serie per le spese da sostenere che NON CI POSSIAMO PIÙ PERMETTERE dato l'attuale crisi che ci ha colpito. Però vorrei aggiungere anche questa mia particolare riflessione. Se diamo retta alla Kyenge e togliamo il reato di clandestinità al quale sono sottoposti questi clandestini, vorrei sapere per quale ragione io e tutti gli altri italiani dobbiamo avere un passaporto che ci identifica per filo e per segno se dobbiamo recarci in qualunque paese del mondo mentre questa persone possono fare quello che vogliono senza compiere un reato detto di clandestinità. Bisogna rinforzare la legge Bossi-Fini e l'Europa come unico soggetto deve aiutare queste persone nei loro territori facendoli crescere senza invadere le altre nazioni. In diversità si aumenterà sempre più il razzismo ma solo per la protezione di propri territori, usi costumi e religioni. Mi dispiace per i morti di Lampedusa ma il torto è di coloro che fanno pensare a queste persone chi l'Italia è il paese dove è tutto possibile ed anche una vita migliore.

bezzecca

Lun, 07/10/2013 - 13:01

Sono un lusso pure gli europarlamentari con i loro stipendi stratosferici , pure Allam è un euro parlamentare mi sembra , perche' non propone che lui e i suoi colleghi si decurtino il ricco stipendio ?

fisis

Lun, 07/10/2013 - 13:02

L'unica speranza di sopravvivenza per noi italiani e in generale per gli europei è che vincano le destre o le estreme destre. Altrimenti, con lo ius soli che la sinistra promette di fare, saremo sopraffatti dall'immigrazione incontrollate e il nostro paese diventerà un'appendice dell'Africa, per di più islamizzata.

eolo121

Lun, 07/10/2013 - 13:11

è un invasione ormai come ai tempi dell impero romano nessuno fa niente la legge bossi fini è solo un pretesto una legge che non serve a nulla tanto i clandestini pochi vengon rimandati indietro la maggior parte dei delinquenti in carceri che provenienza hanno ?basta leggere i dati ufficiali tanto saranno gli italiani che pagheranno e son contenti il PD nei sondaggi è sempre il partito in testa

berserker2

Lun, 07/10/2013 - 13:16

Questi sinistrati blaterano di abolire la legge sulla immigrazione, il reato di clandestinità, ecc. In teoria non sarebbe da preoccuparsi. Posto che siamo un paese di cilatroni, la Legge non è mai stata applicata. Nessuno è stato mai condannato per il reato di immigrazione clandestina (i giudici al massimo danno una sanzione amministrativa che mai col cazzo un clandestino ha mai pagato). In ogni caso vengono soccorsi in acque internazionali, assistiti, spesati, curati, rifocillati, pasciuti e pettinati (spesso anche qualche bella scopatina a cura di "mediatrici culturali" e volontarie arrapate e solidali delle varie ONG), quindi anche se abolissero la Legge poco o nulla cambierebbe. Basterebbe fare come molti paesi europei, scrivono in molti.... ma per loro è abbastanza facile. Contano sulla nostra stupidità ammantata da "buonismo" e ce li rispediscono senza problemi in base al "Trattato di Dublino" ovvero accordi che prevedono l'espulsione da un paese europeo verso il primo paese europeo di transito. Posto che l'italia è la frontiera e al 70% clandestini dall'africa da noi passano, è facile facile per gli altri impacchettare e rispedire al mittente, ovvero da noi. Come potete facilmente capire è molto più complicato espatriare qualcuno in africa, in un turpe paese dittatoriale, di cui tra l'altro non si conosce nemmeno bene la reale cittadinanza o provenienza, mentre non ci vuole proprio un cazzo, espellere uno e rimandarlo nella "civile" italia. La buffonata ulteriore è che da tutta Europa ci rimandano indietro feccia clandestina, mentre quando è il contrario, ovvero qualcuno passato per prima in grecia, o malta, o spagna, o austria ecc. (sono i paesei europei di maggior transito dopo il nostro....), non se capisce perchè, oh ma ce li teniamo ugualmente noi! I rappresentanti italiani che sottoscrissero il Trattato di Dublino dovevano essere proprio dei bei imbecilli.... senza dignità, senza ragionare su quale paese ne avrebbe subito gli effetti, hanno firmato come quegli imbecilli che comprano il colosseo da Tottò e Peppino. Dovremmo uscirne, fare come gli inglesi, via da Schengen e via da tutti gli altri trattati, sottoporli a referendum e poi eventualmente riproporli. Ma questa si chiama "democrazia" baby, materia che i sinistrati non sanno cosa cazzo sia.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 07/10/2013 - 13:18

IMPARATE DALL'AUSTRALIA RINTRONATI DI BUONISMO!

moshe

Lun, 07/10/2013 - 13:23

Ora basta con le ipocrisie: gli immigrati sono un lusso ..... ..... ..... bisognerebbe farlo capire ad una certa schiera di lobotomizzati cerebrali italiani. FORSE lo capiranno solamente quando cominceranno a trovarsi il piatto vuoto, il posto di lavoro occupato da un extracomunitario e la pensione dimezzata.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 07/10/2013 - 13:32

Egregio Dott. Allam, magari mi è sfuggito ma nell'elenco non trovo le spese giudiziarie che lo Stato dovrà sostenere per incriminare i sopravvissuti alla traversata. Principalmente processi e avvocati d'ufficio per difendersi dal reato di immigrazione clandestina così come previsto dalla Bossi-Fini. Immagino che i migranti, dopo aver attraversato il deserto e aver lasciato altri morti per strada dei quali non sapremo mai nulla, dopo essere stati depredati e forse uccisi lungo il tragitto da soldati di varia nazionalità e solo alla fine dagli scafisti, dopo aver visto affogare la maggior parte dei loro compagni di viaggio... saranno terrorizzati dall'idea di dover affrontare un processo! L'avessero saputo probabilmente avrebbero deciso di colare anche loro a picco insieme all'imbarcazione!! Per inciso il tutto sarà sulle spalle del tribunale di Agrigento che notoriamente non ha questioni più urgenti da affrontare... a tal proposito mi viene in mente l'episodio del film "Johnny Stecchino" nel quale l'avvocato elenca tutti i guai della Sicilia, più di tutti quello che è il vero motivo di vergogna per una città come Palermo: "il traffico"! E quindi aggiungiamo anche questa spesa al consuntivo finale. Ed ora? Alla luce di quanto avvenuto, di quanto continua ad avvenire e continuerà anche in futuro, possiamo dire che questi soldi sono stati spesi bene??? Eh si, perchè non bisogna essere necessariamente vice-presidente del consiglio per rendersi conto che, prima o poi, assisteremo ancora alle scene strazianti di questi giorni, che a lei e ad altri piaccia o meno. I flussi migratori, soprattutto se provenienti da paesi in guerra o sotto dittatura, non si possono fermare con una legge... lei stesso ne è la dimostrazione in qualità di immigrato proveniente da un paese arabo nel quale, probabilmente, farà bene a non tornare per ovvi motivi. Quindi l'elenco dettagliato delle spese sostenute per cercare di far fronte al fenomeno dell'immigrazione dimostra una cosa soltanto: che è necessario affrontare il problema in maniera diversa e nell'ambito della Comunità Europea. Come? Sapessi come fare sarei a Montecitorio o a Bruxelles. Abbiamo tanti cervelloni profumatamente pagati... spetta a loro studiare le misure più idonee allo scopo, magari partendo da un punto fermo: le politiche in tema di immigrazione fin qui adottate hanno fallito. (P.S. Ci riprovo... Vi sembra così "sovversivo" questo post da non poter essere pubblicato?)

federico28

Lun, 07/10/2013 - 13:36

Facciamo riesumare Gheddafi; facciamolo tornare a Roma con tenda e cammelli;diamo sfogo all'apparenza cui tiene, ma - come è riuscito a fare Berlusconi - promettiamogli la strada litoranea in Libia in cambio di: sicurezza dei nostri impianti petroliferi (ora insidiati dalla Francia grazie ad una nefasta,inutile guerra sarkoziana)e blocco nel suo paese delle masse di emigranti dirette verso le nostre coste. Non avremmo subito la tragedia di Lampedusa.

piedilucy

Lun, 07/10/2013 - 13:40

magda ha perfettamente ragione ma in italia si preferisce mantenere questi parassiti invece di aiutare gli italiani al massimo i nostri governanti e ci metto pd e pdl e feccia varia preferiscono aumentare l'iva cosi almeno ne manteniamo ancora altri, qualcuno ha detto che gli sprechi dei cari governanti sono superiori al mantenimento dei parassiti? beh semplice eliminiamo i parassiti e tutti i politicanti togliendo il sussidio ai parassiti e dando ai politici massimo 3000 euro al mese(le spese che ora prendono solo per le ricariche del telefono)

poitelodico

Lun, 07/10/2013 - 13:41

Più che un lusso gli immigrati sono inutili!

uomoinmarsina

Lun, 07/10/2013 - 13:42

egr. sig. allam, a mio parere lei dice un cumulo di sciocchezze. e quello che dice è anche molto poco cristiano, a dispetto del nome che volle farsi aggiungere quando si convertì al cattolicesimo. lei definisce "clandestini" qualche migliaia di nostri fratelli che tentano di trovare un domani migliore nel nostro paese. invece sono al 90 % rifugiati politici che solo una legge porca come porci sono i loro estensori vuole estromettere. io non sono religioso, ma spero tanto che lo spirito santo un bel giorno illumini anche lei, che a quanto pare ora brancola nel puio più pesto, nel "razzismo" e nell'ignoranza.

vivaitaly

Lun, 07/10/2013 - 13:45

Basta con questi clandestini, vanno respinti duramente. Qui ci stanno rovinando, e la kyenge se non la finisce va espulsa anche lei dall'Ialia. Questa persona vuole fare entrare tutta l'Africa in Italia. invece di fare gli interessi dell'Italia, pensa a come distruggere l'Italia. Gente di terzo mondo, cultura di terzo mondo.

vivaitaly

Lun, 07/10/2013 - 13:49

Magdi Critiano Allam, bravo tu sei uno di quei pochi stranieri che meriti di essere Italiano. Tu sei piu' Italiano di quei esterofili Italiani che meritano di essere mandati a vivere in quelle culture del terzo mondo che tanto amano.

Ivano66

Lun, 07/10/2013 - 13:50

E' disarmante notare come ci sia ancora gente che crede che basti fermare l'ondata migratoria (come poi? Bah...) per risolvere il problema. Questi non vengono in vacanza, ma scappano da terre dove ci sono guerre feroci, spesso appoggiate dal mondo occidentale e dai venditori di armi europei e statunitensi. Finché non si affronteranno le cause dell'immigrazione, non si porrà mai freno al fenomeno. Il reato di clandestinità, oltre che inutile, è grottesco, buono solo per fingere, agli occhi di leghisti, fascisti e affini, di affrontare il problema.

vivaitaly

Lun, 07/10/2013 - 13:52

Devo ringraziarlo di nuovo Magdi. Hai pienamente ragione. Tu sei piu' Italiano di tanti Italiani che sono nati in Italia. Solo persone come te farei entrare in Italia. Bravo, fai sentire la tua voce. Sono pienamente d'accordo con te. Dobbiamo sconfiggere questa ideologia di sinistra che vuole l'invasione e la distruzione dell'Italia.

Ivano66

Lun, 07/10/2013 - 13:53

marforio: ma davvero crede che sparando a raffica contro le imbarcazioni si risolverebbe il problema? Suvvia, questi affrontano il concreto rischio di morire, affrontano pericoli che né io né lei nemmeno immaginiamo, e secondo lei li fermeremmo così? Senza contare che l'immigrazione via mare è statisticamente una minoranza delle immigrazioni.

Ritratto di gino5730

gino5730

Lun, 07/10/2013 - 13:54

Magdi mi sta antipatico ma stavolta ha ragione.Prendiamo atto,anche se non è politicamente corretto,che in questo momento,dove le famiglie riducono addirittura la spesa alimentare oltre al resto,dove i disoccupati crescono in maniera esponenziale,dove le aziende chiudono o traslocano,mantenere a pensione completa migliaia e migliaia di clandestini non possiamo permettercelo.E' inutile atteggiarsi a falsi buonisti,tipo Francesco.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 07/10/2013 - 13:54

xblackbird .Buon uomo comincia tu a dare il buon esempio.Ospita qualcuno di questi tuoi futuri fratelli.xstegalas-Non ci scordiamo l inghilterra e la Germania e non l austria´che neanche ha il mare.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 07/10/2013 - 14:02

@liibalaaba -Ma sei impazzito tu metti questa gente sotto il livello di chi vorrebbe accoglierli ?Che fai il razzista .Non ce Scala umana peggiore die compagni.

mbotawy'

Lun, 07/10/2013 - 14:06

Non solo questi clandstini ci costano miliardi,con un ricavato "zero", ma danni,spaccio di droga e furti alla popolazione italiana.E per di piu' l'attuale governo vorrebbe integrare questa banda, per l'indegno scopo di ottenere voti per il PD nelle prossime elezioni politiche.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 07/10/2013 - 14:32

xivano66-Ho scritto questo ? I miei pensieri sono occulti , mi pare ?

Ritratto di niki 75

niki 75

Lun, 07/10/2013 - 14:33

Quando non ci si può permettere di vivere nel lusso, per non finire nel baratro della miseria, bisogna avere il coraggio di superare forme di pietismo e di ipocrite, fuorvianti, considerazioni, tipiche di alcuni incoscienti benpensanti. La giusta riflessione fatta da Giuliano Ferrara di aprire le frontiere o di chiuderle, per evitare tragedie del genere, va solo ponderata, riflettendo preventivamente sul fatto che l'Italia e l'Europa siano o meno in grado di ospitare buona parte degli abitanti del continente AFRICANO.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 07/10/2013 - 14:37

cameo44: di fronte ad una questione certamente non risolvibile con la bacchetta magica io mi sono arreso auspicando misure che possano affrontarla meglio e diversamente rispetto a quanto fatto sino ad oggi. Ma non avevo considerato la sua brillante idea! Un messaggio spedito in Africa nel quale si invita la gente a non venire da noi!!! Ma è l'uovo di Colombo... non appena giungerà ai nostri fratelli africani questi rinunceranno prontamente a sbarcare sulle nostre coste! E come lo recapitiamo questo messaggio? Via e-mail oppure raccomandata con ricevuta di ritorno? Io suggerisco lo striscione attaccato all'aereo come ideato questa estate dal nostro Silvio per reclamizzare il suo nuovo prodotto (Forza Italia 2.0). Però non escluderei nemmeno un messaggio registrato con segreteria telefonica o addirittura il bigliettino dentro ai Baci Perugina!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/10/2013 - 14:42

Ivano66, ecco la solita argomentazione ad usum babbei. "Questi non vengono in vacanza, ma scappano da terre dove ci sono guerre feroci, spesso appoggiate dal mondo occidentale e dai venditori di armi europei e statunitensi." Quelli scappano da conflitti INTER ETNICI, INTER CLANICI, INTER RELIGIOSI e FRA SETTE ISLAMICHE. Basta con sta storia delle armi. Da che mondo è mondo si sono SEMPRE massacrati con tutti i mezzi di morte disponibili in quell'epoca. BASTA COL BUON SELVAGGIO ABITANTE L'EDEN E CORROTTO DALL'OCCIDENTE.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/10/2013 - 14:49

UOMOINFRAK, i profughi di guerra vanno DISTINTI dalla massa informe di ISLAMICI che fuggono da ALTRI ISLAMICI per impiantare L'ISLAM A CASA NOSTRA. Il suo pensiero minimale invece li qualifica TUTTI come profughi, anche giovanotti prestanti buoni per il kalasnikov e per combattere coloro dai quali fuggono. Ma le realtà del Londonistan, dell'Olanda e dei paesi nordici le sono del tutto sconosciute?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 07/10/2013 - 15:01

La Merkel non discetta di etica e non usa le armi per contrastare l'invasione. Dice semplicemente "Raus!" E nel giorno in cui l'Italia sguazzava nel pianto e nella "vergogna" di Francisco, molto cristianamente ha caricato 300 "disperati" su un treno e ce li ha rispediti con tanto di dedica. Sveglia, coyotes!

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 07/10/2013 - 16:18

Ivano66 - "Guerre feroci"? QUALI, di grazia? Etiopia ed Eritrea non sono più in guerra da anni... In Somalia c'è la guerra civile dal 1991, ormai è un elemento istituzionale... e scappano ora, dopo ventidue anni? E perché, com'è sempre stato, non si fermano nelle nazioni circonvicine? C'è la guerra civile in Italia ed io... scappo in Nuova Zelanda? Dove trovano i soldi per pagare gli scafisti? Soldi che, a quelle latitudini, equivalgono a 60mila dei nostri euro? Sono vittime o carnefici che fuggono col bottino? Perché non arrivano migranti dal Darfur o dal Burkina Faso, zone poverissime e morte di fame? Dove hanno trovato, le migrantesse, le borse firmate che hanno sfoggiato a Lampedusa? Perché gli ultramiliardari ed ultravicini Paesi Arabi non offrono soldi e terreni per l'accoglienza? Qual è il numero massimo di "migranti" che l'Italia può accogliere? Chi darà lavoro e casa, carenti anche per gli italiani, a milioni di nullafacenti? Dove si troveranno le risorse per mantenerli tutti? Aumenteremo le tasse? Infine... "loro" e dico "loro"... farebbero lo stesso nei nostri confronti o ci mitraglierebbero sulla battigia? Queste sono solo alcune delle domande che non hanno mai risposta da parte degli xenofili. Chiedo anche a lei, che è così toccato dal problema: "Quanti ne ospita e ne mantiene a casa sua"? Grazie in anticipo per la cortese risposta...

mifra77

Lun, 07/10/2013 - 16:20

Se riesci a bloccarli tutti e rimandarli indietro sotto protezione e sicurezza, o non partono più o cambiano strada! in tutti e due i casi, selezioneremmo gli arrivi.

Ivano66

Lun, 07/10/2013 - 17:33

stegalas: io ho adottato un bambino africano: in base alle mie possibilità faccio quello in cui credo.

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 07/10/2013 - 18:01

Ivano66 - Non parlo di adozioni, quelle c'erano anche trent'anni fa e non sono mai state un problema perché fenomeno limitato e perché sostenute da qualcuno con i propri personali fondi... Parlo di famiglie migranti appena sbarcate in cerca di casa e lavoro ma prima ancora di mantenimento. Nuovi ingressi, quelli che stanno distruggendo l'Italia perché qualcuno dice "Venite" senza però prenderseli in carico...

Ritratto di silverdart

silverdart

Lun, 07/10/2013 - 19:04

Magdi Cristiano Allam ha fatto un puntuale report non solo economico che la dice lunga sulla estrema gravità di una situazione quasi fuori controllo se non si cambia subito registro e si dice basta. Quando guardo negli occhi un immigrato mi si stringe il cuore e non posso fare a meno di un gesto solidale, ma, al di la dell’umano sentimento di solidarietà, la ragione riprende il controllo e assume che l’invasione che stiamo subendo porterà soltanto all’infelice risultato di africanizzare e, o arabizzare l’Italia riducendoci alla fame e alla miseria come coloro che sbarcano sempre più numerosi. Bel risultato! Forse qualcuno non desidera altro: la sinistra ideologica e i cattolici pare non vedano alternativa a una futura società multiculturale-multietnica-multirazziale, convinti che questo comporti un arricchimento, ma non si capisce quale e a chi, visto che finora l’unico arricchimento è stato per coloro che vergognosamente sfruttano gli immigrati trattandoli come bestie da soma o utilizzandoli come manodopera malavitosa. E’ ora di finirla con gli spot che incentivano l’immigrazione, basta con le troppo battute infelici della Boldrini, della Kienge e del Papa. Sono loro i responsabili di queste stragi, perché creano i presupposti per cui nessuno affronterebbe un viaggio a rischio di morte senza almeno la speranza di essere accolto. La Germania ci ha rispedito un treno con 300 immigrati. La Francia li blocca a Ventimiglia e la Spagna di Zapatero non esitava a sparare sui barconi. A Malta che pure è di strada e ben più vicina dell’Italia neanche si accostano, in Grecia tanto meno. L’unico modo di non avere più vittime dell’immigrazione è che cessi l’ondata migratoria attuando misure che efficacemente la impediscano. Non gli sbarchi sotto costa. Inutile fermare le carrette del mare per farle tornare indietro, bisogna impegnare la marina militare per fermarle ai limiti della acque internazionali, e se occorre, , spariamo pure, come insegnano i democratici spagnoli.

diegomi

Lun, 07/10/2013 - 19:18

Signor Magdi, non dica fesserie. Si tratta dei soliti italiani capaci solo di piangersi addosso. Germania: 78000 rifugiati accolti nel 2012, Italia: 15000. Chiedenti asilo politico per 100000 abitanti: Svezia 1015, Germania 255, Italia 15. Tutto chiaro?

gisabani

Lun, 07/10/2013 - 19:58

Tanto per cominciare e' lui il primo che deve essere espulso dall'Italia poiche' finto italiano per convenienza.

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 07/10/2013 - 21:56

Bravo Magdi Cristiano, è utile e doveroso che veniamo a conoscenza dei dati reali di quanto l'Italia, ossia gli italiani spendono a favore degli immigrati e dei clandestini e di quanto ci costano i criminali. Ma questa cifra, quantificata in €, è quanto ci comunica il Ministero degli Interni e non è comprensiva dei furti nelle nostre abitazioni, dei delitti che quasi quotidianamente dobbiamo assistere, ossia le altre 'donazioni' che questo popolo italiano razzista e disumano regala ai clandestini. ANCH'IO NON CI STO!!!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 07/10/2013 - 23:06

Chissà se Santoro prende nota di quste cifre, visto che per lui i clandestini sono necessari.....!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Lun, 07/10/2013 - 23:47

Forse non ho letto bene, ma mi pare che nel conto manchino le spese di "soggiorno" di tutti gli stranieri (anche clandestini) presenti in Italia. Mi riferisco alle prestazioni sanitarie, pensionistiche (quanti anni di contributi avranno accumulato i sessantenni giunti ieri?), all'uso spesso abusivo dei trasporti pubblici, all'occupazione di posti in asili e scuole, all'estensione del diritto alle case pubbliche e scusate se ho dimenticato qualcosa. Mi si dirà che quelli che lavorano, in qualche modo contribuiscono. Sì, ma i benefici del loro contributo si vedranno tra anni, mentre le prestazioni vengono fornite dallo stato tutte e subito. Sekhmet.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Mar, 08/10/2013 - 01:19

Sti sinistrati fanno ridere. Piangono e si strappano i capelli per i cadaveri di Lampedusa e poi caccerebbero a pedate il sig. Allam. Perché? Perché non è un povero disperato senza cervello, che non fa la povera vittima pretendendo casa, lavoro, soldi e quant'altro? Mah. @agrippina: articolo che vai, copia e incolla che trovi. Sei molto orginale eh!

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Mar, 08/10/2013 - 01:20

Sti sinistrati fanno ridere. Piangono e si strappano i capelli per i cadaveri di Lampedusa e poi caccerebbero a pedate il sig. Allam. Perché? Perché non è un povero disperato senza cervello, che non fa la povera vittima pretendendo casa, lavoro, soldi e quant'altro? Mah. @agrippina: articolo che vai, copia e incolla che trovi. Sei molto orginale eh!

Ivano66

Mar, 08/10/2013 - 11:28

stegalas: mi perdoni, ma c'è nei ragionamenti di chi dice:"ma prendeteli a casa vostra" una malafede evidente. E' come se io rimproverassi lei perché non fa nulla contro l'inquinamento ambientale con le sue singole risorse. Il problema è serio, va affrontato con tutti gli altri paesi, senza presunzione di avere la facile soluzione in tasca, intervenendo sulle cause. Le risparmio il discorso etico sull'accoglienza (c'è tutta una cultura filosofica e sociale su questo, in particolare cristiana) anche se proprio su questo punto si misura la differenza tra un essere umano e un animale.

Ivano66

Mar, 08/10/2013 - 11:32

Scrive Allam: "Fermo restando l'umana pietà per i morti chiunque essi siano, io non ci sto a..." ecc. ecc. E' come dire: "E' sacrosanta l'umana pietà, ma io me ne frego". Allam non è un cristiano, ma un integralista.

vivaitaly

Mar, 08/10/2013 - 13:22

Viva Allam Cristiano magdi. Non ti far intimidire da questi sinistri ignoranti. Ricordati che L'ideologia di sinistra e' stata fondata per corrompere la societa'.