"Basta moneta unica. L’Italia ora torni a stampare valuta"

L’idea dell’europarlamentare dell’Eld: "Emettiamo banconote per riprenderci sovranità"

«Un atto di follia». Così Ma­gdi Cristiano Allam definisce la de­cisione di schierare il suo movi­mento Io Amo l’Italia alle prossi­me elezioni politiche. Il target è chiaro (l’elettorato moderato,cat­tolico, di centro), eventuali allean­ze no, perché «è controproducen­te oggi mescolarsi sia con i partiti che si sono autoscreditati eserci­tando il potere in modo consocia­tivo sia con un’opposizione che specula su ciò che non va ma è pri­va di contenuti». E poi «oggi come oggi chi è in grado di prevedere chi e come si presenterà alle ele­zioni?».

Allam, solo follia?
«No. L’Italia che Amo vuole es­sere il punto di riferimento per gli
italiani che hanno a cuore i valori che io definisco non negoziabili: centralità delle regole; diritti e do­veri; perseguimento del bene co­mune. Attorno a essi intendiamo chiedere il consenso della gente disorientata che per metà non va a votare e per l’altra metà tende a premiare la novità».

Novità che secondo lei sono pri­ve di vere soluzioni. E le sue, di soluzioni?
«Bisogna partire dalla certezza della realtà per avere la capacità di vedere lontano. Prenda l’euro. Gli esperti dicono che uscirne sa­rebbe una catastrofe, ma noi ab­biamo verificato che non è vero».

Alt. Non è certo lei il solo a pro­porre l’uscita dall’euro...
«Ma la nostra proposta è quali­tativamente diversa da quella di Grillo. Noi pensiamo che lo Stato italiano debba tornare a emettere la propria moneta a parità di cam­bio con l’euro, che continuerebbe ad avere corso legale».

E allora, quali vantaggi ci sa­rebbero?
«Riacquisteremmo la nostra so­vranità monetaria. Ci troverem­mo nella condizione di disporre della valuta necessaria per pagare i 100 miliardi che lo Stato deve alle imprese, delle risorse per lo svilup­po. Questo vorrebbe dire fare au­tenticamente gli interessi degli ita­liani.
Altro che spread».

Lo spread?
«Ma sì, siamo impazziti per una parola che io in sessant’anni divi­ta non avevo mai sentito, in nome dello
spread hanno anche fatto fuori Berlusconi. Ma a me interes­sano le persone che soffrono, gli imprenditori che si suicidano pur vantando crediti con la pubblica amministrazione, i giovani che a trent’anni non sono nemmeno an­cora entrati nel mercato del lavo­ro e vivono con i genitori».

Un quadro catastrofico...
«Un vero vicolo cieco. E dopo quella monetaria ci vogliono to­gliere anche la sovranità naziona­le. Vede, l’80 per cento delle no­stre leggi sono la semplice traspo­sizione delle direttive europee fi­glie di una commissione di 40mi­la burocrati che non sono stati elet­ti da nessuno e a nessuno rispon­dono.
L’Europa è profondamente antidemocratica e ciò ha pesanti ripercussioni sull’Italia».

Ci fa un esempio?
«Di recente da una risoluzione sulla lotta all’omofobia in Europa si è approdati alla legittimazione del matrimonio omosessuale. Apice della civiltà è considerato tutto ciò che è lontano dalla vita e dalla nostre radici giudaico-cri­stiane: aborto, eutanasia, matri­monio omosessuale. Abbiamo messo in soffitta la ragione. Idola­triamo solo il dio euro».

Le parla anche di Federazione dei comuni. Che significa?
«Il comune è la realtà che più compiutamente può rappresenta­re gli interessi delle famiglie e del­le piccole imprese che rappresen­tano l’80 per cento del nostro tes­suto imprenditoriale. Io immagi­no di rovesciare la piramide: noi paghiamo le tasse al sindaco, che con vincolo di mandato e respon­sabilità civile e penale gestisce il territorio, e lo Stato interviene con una sussidiarietà limitata ad alcu­ni ambiti. Con un presidente della Repubblica elettivo ed esecutivo, che garantisce unità, solidarietà e governabilità, avremmo un nuo­vo modello di Stato».

Commenti

Franco-a-Trier

Ven, 08/06/2012 - 09:38

Sono d'accordo con l'arabo.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2012 - 09:54

si , o fuori noi o fuori la germania: di hitler ne abbiamo avuto uno e ci è bastato: se la merkel ci buole imporre Berlino come capitale, lo faccia uscendo prima di tutto dalla zona euro e poi proponendoci la cosa a condizioni di referendum: credo che una sua proposta di tal genere verrebbe bocciata dal 90 % degli europei non tedeschi e la cosa finirebbe li: quindi lei , se vuol decidere anche per noi, lo faccia dopo essere uscita dalla zona euro e dopo aver permesso un controllo accurato dei propri bilanci: asisteremmo finalmente a situazioni alquanto paradossali dato che il loro debito pubblico non comprende i debiti pubblici dei lander e delle società pubbliche

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2012 - 09:59

italia fuori e come battuta direi anche che decida di pagare i propri debiti esteri eliminando tutti gli interessi passati presenti e futuri

erasmodarotterdam

Ven, 08/06/2012 - 12:16

Allam si è convertito al Burlesquonesimo, tutti pronti con le stampanti ragazzi.

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Ven, 08/06/2012 - 12:40

Bravo Magdi! Ci vuole uno straniero naturalizzato italiano per richiamarci ad amare il nostro Paese! Bella figura di m...,per dirla alla Fede! Mi sa che alle prossime elezioni voterò per lui ,se non per Grillo,a condizione che non imbarchi la solita zavorra di opportunisti e politicanti di mestiere!!

fabrysinger

Ven, 08/06/2012 - 12:57

allan ma perché non te ne vai dall'italia?

Conte HOG

Ven, 08/06/2012 - 12:53

Dice, stampiamo la nostra moneta a cambio fisso con l' Euro, mah, non capisco come possa funzionare, ma non sono una cima. Dice, abbiamo messo in soffitta la ragione, (invece di ascoltare la religione). Mah, ancora meno chiaro. Dice, le nostre radici giudaico-cristiane. Ma di chi? Le sue, di egiziano? Le mie, con ernorme orgoglio figlio della tradizione greco-romana? Magdi Cristiano Allam for president!

alessandro49

Ven, 08/06/2012 - 13:02

Ecco, questa è una persona che va tenuta da conto. Dice delle cose, le afferma e sono certo che, al momento opportuno, è in grado di sostenerle. Personalmente di economia non ne capisco nulla ma il fatto che ci siano più fronti, pro e contro l'euro, mi fa presupporre che ci siano altrettante soluzioni. Conservare la moneta unica ovvero tornare alla sovranità monetaria. A coloro che sono, comunque, favorevoli all'euro mi sento di dire questo: se una persona vi legasse ad una catena (come si lega un cane da guardia) e vi concedesse uno spazio limitato di movimento come vi sentireste? Oppure, se il datore di lavoro vi desse lo stipendio obbligandovi contemporaneamente ad utilizzarlo, sia qualitativamente che quantitativamente, come vuole lui, cosa direste?. Questo è l'euro per noi! E' una morsa che ci vincola impedendo qualsiasi azione che potrebbe migliorare la nostra situazione.

lucioc

Ven, 08/06/2012 - 13:04

Ci spieghi caro Allam quanto ci costerebbe uscire dall'euro: una svalutazione dei nostri risparmi di almeno il 30-40%! Ha capito? Chi ha 100.000 euro si ritroverebbe con l'equivalente di 60.000 euro (200 milioni di lire che diventano 120!).Lo mette lei il resto?

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Ven, 08/06/2012 - 13:16

Andrea Cuomo attento a non fare la magra figura di Indini che dopo aver parlato di "proposta" per una affermazione simile fatta da Berlusconi è stato clamorosamente smentito dallo stesso che l'ha definita una semplice battuta.

analistadistrada1950

Ven, 08/06/2012 - 13:14

Bravo, mi sembra stupido dire che ci speravo dal giorno dopo l'adozione dell'Euro ma, megli tardi che mai. Sarà comunque dura, i sacrifici non mancheranno ma un conto è avere un Governo che Governi in casa pripria e con il quel trattare, un conto è essere dei coloni impotenti.

Granpasso

Ven, 08/06/2012 - 13:32

Bravo... approvo e sottoscrivo!

roby55

Ven, 08/06/2012 - 13:39

@ #9 lucioc: continuiamo con l'euro e invece dei 60.000 ci ritroveremo tutti al verde. Se lei vuole continuare a restare aggrappato a un relitto nella speranza che si trasformi in transatlantico è libero di farlo. Vada dalla Merkel. Cordiali saluti.

arkangel72

Ven, 08/06/2012 - 13:52

In pratica ha sempre avuto ragione la politica inglese sulla sovranità monetaria. Dal momento che uno stato sovrano non stampa più moneta (come i paesi dell'Eurozona), il suo debito diventa esigibile! Se invece continua a stamparla il suo debito è "fittizio" perché potrebbe stampare in qualsiasi momento quella quantità di moneta che servirebbe a ripianarlo, specialmente dal momento che non esiste più la bilancia tra moneta prodotta e riserve aurifere. Pertanto, o si ritorna a una condizione politico monetaria ante Euro o si fa l'unione politica dell'Europa, che così sarebbe nazione sovrana che stampa moneta propria e il suo debito unitario non sarà più esigibile. Concetti semplici, ma per attuarli ci vuole VOLONTA' POLITICA e non inettitudine, come quella dimostrata da tutti i politicanti pseudo-europeisti di turno.

lucioc

Ven, 08/06/2012 - 14:13

#13 roby55 "...vada dalla Merkel": questo significa argomentare. Chapeau.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 08/06/2012 - 15:05

#analistadistrada 1950. Di, che Governi sta a parlare lei?, di quelli che duravano 3,4,5,7 oppure 8 mesi?; SE NOI CI TROVIAMO MALE LA COLPA NON É DELL;EURO MA DEL NOSTRO SISTEMA POLITICO!. Noi, abbiamo vissuto per 50 anni al di sopra delle nostre possibilitá, facendo scioperi a Josa e dando la pensione agli Statali dopo 15 anni di contributi! é adesso la colpa e Dell,Euro oppure della Germania? ma mi faccia il piacere!. Quando, negli anni 60,70,0e 80 gli Italiani facevano scioperi generali ogni mese, i Tedeschi e Francesi ci rubavano i clienti mondiali stanchi di apettare i nostri comodi, gli Italiani comprono solo dalla Germania 500,000 auto ogni anno perche le Fiat gli fanno schifo,per non parlare di quello che compriamo dagli altri paesi, gli Italiani sono Esterofili e mentre gli altri ci prendono a calci, noi gli lecchiamo il Lulo! Non é la moneta che decide il benessere di un Paese, ma la sua Industria é la voglia di fare le riforme necessarie per il Paese é la sua gente!.

Ritratto di apasque

apasque

Ven, 08/06/2012 - 15:17

CONFESSO la mia assoluta ignoranza in fatto di moneta. Non ho la minima idea di cosa voglia dire battere moneta propria e uscire o stare nell'euro. Capisco benissimo, invece, cosa sta avvenendo. L'euro é divenuto un mostro sacro, creato ad uso e misura della Germania. Ora la Germania pretende di definire e difendere lei i limiti entro cui i singoli stati possono o debbono agire con il loro debito nei confronti dell'euro. A me sembra una cosa pazzesca, una sorta di camicia di forza o di dittatura da parte della Germania: che detta le regole e pretende che vengano rispettate da altri. Questa non é una COMUNITA' europea, bensì un DOMINIO MONONAZIONALE su tutta l'Europa.

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Ven, 08/06/2012 - 15:27

In geometria le figure sono molteplici ma se si appoggia quella ottusa su di una piana, l'ottusa non sarà mai in grado di spaziare visivamente. Nei postati dai commenti mi rendo conto che molti "ciechi" non volendo scendere dal trespolo e continuano nella ripetizione "ottusa" di ciò che sentono del ciarlare dei loro addestratori. Il mio parere su ciò che l'articolo espone sui concetti che Magdi Cristiano Allam con il Suo movimento tenta di portare alla conoscenza dei Cittadini Italiani ritengo giusta e fattibile perché a) la Sovranità dell'Italia deve ritornare agli Italiani; b) all'atto del cambio Lira/Euro chi aveva 1000 Lire si é trovato con 1/2 Euro e con questo invece di poter comprare 1 litro di latte ne ha potuto acquistare 1/2 litro grazie a quanto miratamente é stato fatto dal Governo di "progressisti" con Presidente del Consiglio Romano Prodi ed al Tesoro Carlo Azeglio Ciampi (asserviti) all'europa Teutonica oggi le conseguenze negative stanno stravolgendo l'Italia.

vince50_19

Ven, 08/06/2012 - 15:38

"«Un vero vicolo cieco. E dopo quella monetaria ci vogliono togliere anche la sovranità nazionale. Vede, l’80 per cento delle nostre leggi sono la semplice trasposizione delle direttive europee figlie di una commissione di 40mila burocrati che non sono stati eletti da nessuno e a nessuno rispondono. L’Europa è profondamente antidemocratica e ciò ha pesanti ripercussioni sull’Italia»." Trovo quest'analisi corretta, al punto che un deputato inglese, Nigel Farage, lo ha detto tempo addietro in modo chiaro in sui interventi alla Ue, ma qui da noi sembra che tutti dormano.. In un certo senso, pur non nutrendo simpatie particolari verso gli inglesi, credo che abbiano fatto bene a "rifiutare l'abbraccio mortale" di questa gang di "nominati" della Ue, su cui esercita la sua azione politico economica la nota Tetesca, volta più che altro a curare i suoi nteressi..

G_Gavelli

Ven, 08/06/2012 - 16:00

Ho sempre considerato Magdi Cristiano Allam un grande. Le sue proposte sono valide, ma non capisco come battere moneta (chiunque lo faccia) possa creare benessere e non inflazione. Per quale motivo tutti gli stati hanno un debito pubblico, quasi tutto a fronte di Titoli di Stato, sul quale pagano fior di interessi? Non sarebbe più semplice, se positivo come dice Allam, battere carta moneta e non avere mai debiti?

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Ven, 08/06/2012 - 16:44

Bravo Magdi Cristiano. Ci vuole un Italiano acquisito e che ama questo nostro Paese molto e meglio di tanti che vi sono nati per dire delle cose condite dal buon senso ed incarnare quello che gli Italiani per bene ed onesti vogliono sentire . Bravo e se veramente il suo movimento sarà alle elezioni sarò onorato di dare a lui il mio voto.

Albert1

Ven, 08/06/2012 - 16:52

@ #11 analistadistrada1950 Esatto!! Ora anche volendo non possiamo nulla finchè Monti è prono con l'europa (leggasi quarto reich!!) E comunque se di sacrifici si tratta sarebbe ora che fossero per noi stessi che per la Spagna, la Grecia o la Stessa Germania. Interessante Allam da tenere d'occhio.

Albert1

Ven, 08/06/2012 - 16:57

@ #14 arkangel72 Complimenti, non fa una piega e non l'avrei detto meglio.

Albert1

Ven, 08/06/2012 - 17:10

@ #16 Pasquale Esposito Devi però ammettere che il cambio voluto da Prodi con i conti taroccati pur di entrare ci ha segato i gambini!! Non eravamo pronti. Non basta volerlo. L'entrata nell'Euro è stata molto simile all'entrata in guerra. Non eravamo pronti checchè ne dicesse il Duce. Ora c'è il dubbio che perseverare sia peggio che uscirne. Di sicuro non può continuare così, con tutto fermo, recessione galoppante, 40 aziende che chiudono al giorno!! Anche se le colpe sono quele che dici, ed in effetti sono più o meno quelle, per modificare la situazione devi avere una libertà d'azione che l'europa non ti darà mai! Quale governo anche ultra compatto e con maggioranza bulgara potrà mai dire a Bruxelles "non rompere i cogl.ioni!" ? Ti becchi infrazioni, multe etc. ... tanto vale sganciarsi. Tanto oramai la grande europa è fallita. La Spagna tra un po collassa, in Grecia si menano ... preferisco una lira svalutata ma l'export alle stelle che morire di fame ma in linea con l'Europa.

citano39

Ven, 08/06/2012 - 17:15

Questo Magdi Cristiano Allam comincia a piacermi. Il Giornale gli dia più spazio, specialmente quando parla di stampare una moneta nostra alla pari con l'euro. Noi italiani non siamo fatti per esser "chini" all'Europa. Possiamo "conviverci" ma da altra "posizione". Forza Cristiano, Forza Silvio.

Albert1

Ven, 08/06/2012 - 17:28

@ #17 apasque Vuol dire più o meno questo. Pubblicato su “Il Sole 24 Ore”, il report di Nomura riporta che la svalutazione più pesante ricadrebbe sulla nuova Dracma greca che si vedrebbe svalutata del 57,6%. Invece, per quanto concerne il Portogallo, la svalutazione si assesterebbe ad una percentuale pari al 47,2%, l’equivalente di 0,71 $. Per la Peseta spagnola, piazzata al 3° posto per ricadute svalutative, si verificherebbe una svalutazione pari al 35,5%. L’Irlanda, infine, si troverà con il 28,6% della sua moneta svalutata. Chi ne rimarrebbe svantaggiata è (guarda caso) la Germania. Per quanto riguarda noi, l’istituto Nomura ha calcolato che la nuova Lira subirebbe una svalutazione del 27,3% portandosi ad un tasso di cambio con il dollaro pari a 0,97. Tale tasso di cambio è lo stesso che avemmo dal 2002 al 2003 circa, quando vi era un tasso di cambio di circa 1€ per un 1$. C’è da dire che una svalutazione monetaria comporterebbe un boom dell’export italiano cioè LAVORO!!

analistadistrada1950

Ven, 08/06/2012 - 17:35

#16 Pasquale Esposito : avendo capito che non ha capito, devo tradurre. laddove dico che occorre un Governo che Governi, considero tutti i Governi ma, in questo caso, mi pare che ormai i Governi, non abbiano più, anche volendolo, la possibilità di Governare per le imposizioni dell'Europa. Forse sarebbe ilò caso che andasse a leggere l'articolo di "Der Spiegel" nel quale si afferma che Prodi e C., truccarono i conti per l'adozione dell'Euro, ed ora paghiamo. Inoltre, sappia che un operaio, in Germania, percepisce € 2.500,00 e, forse Lei non ha seguito con attenzione ma, al cambio dell'epoca, come oggi, agli Stati membri, per effetto del mancato adeguamento fiscale, economico, politico, è stato dimezzato il potere d'acquisto. Se Lei non se ne è accorto, è del tutto evidente che le sue finanze sono di livello tale da non farle percepire ciò che un pezzente come ma, ha percepito. Non eaprima giudizi affrettati senza interpretare esattamente il "micro pensierino" degli altri.

claudiocodecasa

Ven, 08/06/2012 - 17:52

l'ue è finita e non è mai esistita c'è chi ci si è arricchito e chi impoverito ma è una buffonata, il tutti insieme con paeso che hano una storia individuale antica non è possibile, noi ci ha rovinato prodi o sbrodi che insieme a ciampi hanno manomesso i conti per farsi belli, entrati in eu dalla porta di servizio ed ora possiamo uscirci dal gabinetto

eldorano

Ven, 08/06/2012 - 17:55

Complimenti Magdi Allam. Penso di non sbagliare affermando che larghissima parte del centro destra si riconosce in quel che dice. da sempre. Continui così e con più vigore e intraprendenza.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2012 - 18:06

non c' è altra soluzione: Magdi ha assolutamente ragione e la germania deve essere assolutamente lasciata con il suo euro e le sue idee: noi , se non esce la germania, dobbiamop andarcene e presto la germania finirà con il restare sola perche lei vuol fare deòò' europa una gran de germania con capitale berlino: quindi meglio andarcene per i fatti nostgri perche se prodi ha arrangiato i bilanci, la germania continua a farlo e nessuno puo dire nulla: di Auschwitz ne abbiamo con Bukenwalt ed altri gia avuti troppi e nessuno di noi è disposto ad accettarne altri: quindi la grande sorella se ne stia pure a casa sua armando e dotando tutti i suoi bagni o cessi chew siano con lo spiegel che puo costutuire fra l' altro una discreta carta igenica almeno per i tedeschi, per noi no, perche essendo lucida, non è adattabile alle nsotre esigenze

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2012 - 18:13

il debito pubblico tedesco supera abbondantemente i 2550 B e questo avviene perche lei alleggerisce i suoi bilanci dimenticando costantemente di inserire i debiti delle societa pubbliche ma oltre a questo ci son debviti regionali che volotariamente vengono dimenticate ma i lander son sempre germania: lo spiegel stia quindi zitgto e dimostri dove e come prodi , di cui fra l' altro io ho pochissima stima, habbia realmente falsivficato i bilanci per entrare nella zona euro ka cui entrata ci costa ancora oggi cifre pazzesche tutte a favore della germania: si vergognino dunque i tedeschi ricordando che l' europa è sicuramente stanca di dover ubbidire in modo assurdo ai dictat che la germania ritiene di pooter sempre dare al resto dell' europa: la nostra capitale resta roma e non berlino

Albi

Ven, 08/06/2012 - 18:19

Magdi è un brav'uomo, di cui condivido gli ideali. Ma certo l'ennesimo partitino da prefisso telefonico non ci serviva....

Giorgiobello

Ven, 08/06/2012 - 18:23

Ammazza come si aggiusta facilmente il mondo! Stampi un po' di lire a parità d'euro ed è fatta. A parte il problema del corso legale di quei foglietti, impossibile senza l'assenso europeo, il fatto che uno si metta a stampare una valuta, chiamala "Lira paritaria", mica è quello stesso che ne fissa il valore. Lo fissano i mercati, non nel senso di cattivoni speculatori ma delle migliaia di transazioni che si fanno ogni giorno. Mi spiego meglio. Vado con mille "Lire paritarie" dal panettiere e mi compro del pane. Il panettiere incassa e dà quelle mille lire al fornitore di farina, che a sua volta le dà al mulino che a sua volta le dà a quello che fornisce granaglie. Fantastico, fin qui che rimaniamo in territorio nazionale. Ma poi quel grossista di granaglie va a comprare frumento che viene dall'America o dall'Argentina e crolla tutto. Parità con l'euro? Si sentirebbe una solenne risata e con quei foglietti ci si pulirebbero...

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Ven, 08/06/2012 - 18:28

"Noi pensiamo che lo Stato italiano debba tornare a emettere la propria moneta a parità di cambio con l’euro"...........questa frase basta a far capire che Magdi Cristiano Allam non ha alcuna conoscenza del sistema monetario mondiale.

Ritratto di antoni55

antoni55

Ven, 08/06/2012 - 18:34

Buona sera a voi.Caro Magdi conoscendoti personalmente anchè sè la redazione non avesse messo la tua foto ed il tuo nome sull'articolo avrei capito subito da chì fossero state dette quelle parole così schiette precise e ben ponderate,questo tuo altruismo onesto,un dono di natura chè non ti smetisce mai!!Ti saluto Magdi chè tempo fà lassù giù da noi non è molto bello.

carygrant

Ven, 08/06/2012 - 19:03

anche non volendo lasciarmi andare a troppo facili entusiasmi dico che Magdi Allam non ha ragione: ha mille, diecimila, centomila ragioni per sostenere quello che sostiene tenuto anche conto che dà anche ragione a Brunetta che in un suo articolo sosteneva che l'Europa prima dell'unificazione della moneta doveva unificare gli stati dovevano nascere gli STATI UNITI D'EUROPA con la stessa moneta e la banca centrale che stampa euro come la FED stampa dollari quando ce n'è di bisogno. Invece nella ns compagine nn è così. Purtroppo...

papeppe

Ven, 08/06/2012 - 19:36

Egregio sig. Magdi Cristiano Allam; scrive" Noi pensiamo che lo Stato italiano debba tornare a emettere la propria moneta a parità di cambio con l’euro, che continuerebbe ad avere corso legale". Se non ho capito male, Lei sostiene che la banca d'Italia dovrebbe stampare moneta con scritto vale 1 Euro, vale 10 euro, ecc. ecc.. Non credo che questo sia possibile ; poichè il simbolo dell'euro e la stessa parola euro appartine alla comunità europea. Se non altro per il diritto di esclusiva del marchio.

Chicco

Ven, 08/06/2012 - 19:38

Sempre più frequentemente sento tra amici, conoscenti e colleghi di lavoro la necessità di svincolarsi dall'euro per riacquistare la nostra sovranità monetaria, pur restando in Europa come hanno fatto Inghilterra, Svezia e Danimarca. Grazie Magdi Cristiano Allam per la lucida analisi che spero comunque sia avallata da esperti nel settore economico e finanziario. Sarebbe possibile avere il parere di esperti pro e contro l'euro al fine di avere le idee più chiare sugli eventuali rischi cui andremmo incontro riappropriandoci della possibilità di emettere moneta? Dobbiamo ancora credere a chi ci prospetta il disastro se dovessimo abbandonare l'euro?

voce.nel.deserto

Ven, 08/06/2012 - 19:35

Magdi Allam è del parere di Berlusconi,malgrado che i snmari della sinistra abbiano gridato allo scandalo! Io sono d'accordo con Allam ma vorrei dare qualche altra chance al governo Monti. Provi a compattrare l'Europa e a far sì che sia l'Europa stessa a rilanciare l'economia.Se ciò non fosse possibile,riprendiamoci la nostra sovranità monetaria. Bravo Magdi.Potrei votare per te.Abbiamo ancora un po' di tempo per riflettere.Ma credo tu sia sulla buona strada.

claudiocodecasa

Ven, 08/06/2012 - 19:48

si goldgli.....il nostro amico straniero la fà un pò facile, parla come un pretino di campagna, certamente sarà una brava persona ed anche corretta ma ci vuole un'altra grinta per stare sulla poltrona è un ambiente di iene

Pravda-99

Ven, 08/06/2012 - 19:48

Magdi CRISTIANO (HaHa) Allam, Ministro delle Finanze e dell'Economia! Subito!! Ma dove le ha lette queste panzane sulla parita'...?? Ma lo sa che ci sono in Italia, e in questo forum, menti cosi' facilmente e disperatamente influenzabili che assorbono acriticamente qualsiasi frottola e poi la trasmettono di bocca in bocca ad amici e parenti? Ma lei e' da interdire, per mettere certe idee in testa alle persone. Guardi, torni ad occuparsi di religione e a predicare odio religioso, come fa di solito contro la sua stessa gente d'origine, fa piu' bella figura. Quanto alle finanze, perche' non ci dice quanto riceve di finanziamento per il suo partitino, e quanto per la collaborazione al Giornale, anch'esso finanziato da fondi statali? Lei e' uno della casta come tutti gli altri, se ne rendano conto i suoi adulatori!

vferrari

Ven, 08/06/2012 - 20:30

La brillante idea del signor Allam è assolutamente analoga alla seguente idea: che, quando c'era la lira, la regione XXX, oppressa dai propri debiti, cominciasse a stampare un po' di lire in proprio. In quel caso la soluzione sarebbe stata semplice, mandare una pattuglia di carabinieri. Se mai l'Italia facesse una cosa del genere, invece, sarebbe tecnicamente un atto di pirateria internazionale.

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Ven, 08/06/2012 - 21:48

Allam era tra i pochi che stimavo in questo giornale. Dopo le uscite sul caso Breivik V. link http://www.ilgiornale.it/esteri/la_strage_norvegia_il_razzismo_e_laltra_faccia_del_multiculturalismo/24-07-2011/articolo-id=536636-page=0-comments=1 e questa, la stima è crollata a zero.

supercolla48

Sab, 09/06/2012 - 00:00

Questo signore, arrivato dall'Egitto, è stato registrato all'Anagrafe come Magdi Allam. Qualche anno fa si è convertito al cattolicesimo, ed ora si firma, e viene chiamato, Magdi Cristiano Allam. Allora pongo una domanda, e badate bene che è una vera domanda: è stata modificata la sua iscrizione all'Anagrafe, o è una sua scelta firmarsi così ma in effetti continua a chiamarsi Magdi Allam soltanto? C'è qualcuno che mi può togliere il dubbio? E se per caso io mi convertissi all'Islam e scegliessi di chiamarmi, che so, Muhammad, potrei chiedere la modifica del nome? Grazie.

flashpaul

Sab, 09/06/2012 - 00:03

Adesso so chi votare. Ma ci voleva un ex musulmano, ora cristiano per ristabilire valori e identità italiane?

mariopattaya

Sab, 09/06/2012 - 05:49

toglietegli il vino

rokko

Sab, 09/06/2012 - 08:00

Quello che mi sfugge è perché dovremmo stampare solo la nostra moneta. Potremmo stampare anche dollari, franchi svizzeri, rubli, ecc. ecc. faremmo molti più soldi.

INGVDI

Sab, 09/06/2012 - 08:38

Proposta intelligente e percorribile. Magdi Cristiano Allam è uno dei pochi cattolici veramente cristiani che ha la forza morale ed il coraggio di denunciare la grande ipocrisia dei cattolici comunisti.

grim(ilda)

Sab, 09/06/2012 - 09:13

Mettere fuori corso le attuali baconote e sostituirle con nuove. Così quell'emorragia di euri in paesi "terzi" viene tamponata; contestualmente trovare correttivi ai moneytransfer. I soldi usciti non tornano più (e non vengono spesi in Europa) e ciò ci mette in crisi.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 09/06/2012 - 09:35

E allora, quali vantaggi ci sarebbero? "«Riacquisteremmo la nostra sovranità monetaria. Ci troveremmo nella condizione di disporre della valuta necessaria per pagare i 100 miliardi che lo Stato deve alle imprese, delle risorse per lo sviluppo." E poi, in aggiunta 1900 Miliardi per cancellare il debito pubblico, e perchè no, un miliarduzzzo a testa a tutti gli Italiani...........Mi dica subito in quale Università si è laureato, così mi iscrivo immediatamente......

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 09/06/2012 - 09:42

"Apice della civiltà è considerato tutto ciò che è lontano dalla vita e dalla nostre radici giudaico-cristiane: aborto, eutanasia, matrimonio omosessuale. Abbiamo messo in soffitta la ragione. Idolatriamo solo il dio euro». Caro Allam si "è dimenticato" del Divorzio, forse per questo motivo: "Allam, che aveva avuto già due figli da un'unione precedente (Sofia di 28 anni e Alessandro di 24), ha avuto un altro figlio, Davide, da sua moglie, Valentina Colombo, traduttrice di opere di letteratura araba, con cui è sposato civilmente dal 22 aprile 2007" Santa dimenticanza.....

EmanuelTribbia

Sab, 09/06/2012 - 10:06

GRAZIE per la sua proposta M.C.Allam: era scontato, ma io sono già dei suoi. Vada avanti con coraggio... purtroppo non mi sento preparato e inadeguato al compito, altrimenti mi candiderei subito con Lei. Spero le giungano tutti i messaggi di apprezzamento attraverso il Direttore del Giornale... Saluti.

aliberti

Sab, 09/06/2012 - 10:08

L'unica cosa veramente sensata da fare

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 09/06/2012 - 10:36

#alberti1. Prodi, quando con i conti taroccati voleva L,Euro ha imbrogliato non solo L,Europa ma tutti gli Italiani!, é il cambio di 1937! Lire per un Euro ha rotto le gambe a tutti gli Europei e non solo agli Italiani, in tutta L,Europa c,era l,equivalente alle 1000 Lire Italiane 1 Marco valeva piu o meno 1000 Lire, oppure 1 Franco Francese, che bisogno c,era di dimmezzare il guadagno oppure la pensione della gente?; QUESTO É STATO IL PIU GRANDE SBAGLIO CHE SI É FATTO IN EUROPA!. # analistadistrada1950. Egregio, Signore lei dove ha visto che in Germania 1 Operaio percepisce 2500 Euro al mese?; io sono in Germania da 44 Anni é non ho mai percepito questa somma!, lei stá a sognare oppure vede Film Luce?, io prendo senza staordinari 1900 Euro al mese, solo lavorando Sabato e Domenica forse puo arrivare a questa somma, qui le Tasse sono progressive é quando piu guadagni piu paghi di Tasse é succede spesso che se tu superi solo di 1 Euro una somma non ti conviene piu fare gli staordinari.

Cirilla

Sab, 09/06/2012 - 10:47

Per cambiare Italia bisognerebbe cambiare la maggioranza di italiani, perchè non sono un popolo ma un mucchio di bastiancontrari.

kug

Sab, 09/06/2012 - 11:57

se lo dice Berlusconi, tutti a prenderlo per pazzo, tanto da dover dire che era una battuta, non è uscendo dall'euro, che l'Italia puo' ridurre il suo debito, tornando alla lira potremmo solo svalutare e rendere i nostri prodotti meno cari, ma i nostri risparmi?

Anre75

Sab, 09/06/2012 - 12:03

Berlusconi ha spiegato che la sua era una battuta, ci sarà un motivo. Fare quello che è scritto in questo articolo è come andare nelle banche dei nostri partner e rubare i soldi dalle casseforti. Ci basta un Grillo e se ne può anche fare a meno, non ne servono altri.

roby55

Sab, 09/06/2012 - 12:25

Chi è scettico su Allam, se lo desidera, dovrebbe prendersi la pazienza di leggere il testo della sua conferenza di lancio del movimento alle prossime elezioni politiche. Basta andare su www.ioamolitalia.it Io l'ho letta tutta e la condivido in pieno. Ho trovato per chi votare alle prossime elezioni. Cordiali saluti a tutti.

analistadistrada1950

Sab, 09/06/2012 - 12:40

#54 Pasquale Esposito: per evitare di trascrivere, se crede, potrebbe dare un'occhiata http://ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=32047 ma, veda, il probelam non è la guerra fra Stati o persone, nel caso non se ne fosse reso conto, i problemi sono molto più in alto e molto più occulti. Io non l'ho offesa in alcun modo e ritengo che questo modo di disquisire, di bassissima levatura, sia il motivo per il quale in molti ambiti non si approdi a nulla. Per scendera ai Suoi livelli, io so a mala pena che il pallone è sferico ma le sue argomentazioni sono assimilabili al gergo calcistico che, a dir il vero, non mi pare eccessivamente sensato visto che, anche in quel caso, i contententi da osteria, non contano assolutamente nulla, esattamente come nel caso che ci riguarda. Cordialità.

macchiapam

Sab, 09/06/2012 - 12:57

Difficile non condividere le opinioni di Magdi Allam; colla sola eccezione del suggerimento di tornare alla lira: l'effetto sarebbe, certamente, una situazione analoga a quella anteriore al 1990, quando si stampava moneta à gogo e, periodicamente, si svalutava la lira per pagare i debiti con carta straccia. L'Euro è un giogo, sì, ma anche una protezione; e la sola via virtuosa è il risanamento dei conti, costi quello che costi.

analistadistrada1950

Sab, 09/06/2012 - 13:00

In Germania ci sono stato più volte, mio Padre lavorava con la Germania, abbiamo amici a Norimberga; quello che sfugge, almeno al sottoscritto, è semplicemente il fatto che molti connazionali, che dicono di vivere benissimo in Germania, che la Germania è perfetta sotto ogni punto di vista, abbiano crisi semi isteriche allorquando noi poveri Italiani pezzenti, corrotti, ladri, ecc..., ci permettiamo di dire che siamo appena un poco nella -M-. Hanno forse acquisto l'atteggiamento impositivo anche nella libertà espressiva e di percezione dello status? Viva la promettente libertà Allemanica che "ex Italiani", ovvero: neo Tedeschi, pretendono di imporre. E basta, se state bene li, stateci, non abbimo qualche lievissimo problema e vorremmo almeno poterci sfogare, oppure è già vietato?!

mamarina

Sab, 09/06/2012 - 13:06

Il massimo della stima ad una persona come Magdi Cristiano Allam, un orgoglio per la cristianità! Immagino che non parli a vanvera; prima di affermare alcune cose si sarà certo documentato... Potrebbe valere la pena riflettere prendendo in considerazione tutte le alternative...

analistadistrada1950

Sab, 09/06/2012 - 13:11

#57 roby55 : la ringrazio per il Suo ottimo suggerimento; condivido altresì le considerazioni da Lei espresse. Cordialità.

erminio.ottone

Sab, 09/06/2012 - 13:23

Lira a parità di cambio con l'Euro e stampare 100 miliardi da dare alle imprese? Io dico facciamo di più, alziamo il valore della Lira a 1000 volte l'Euro, con 100 miliardi ci compriamo la Germania e faXXXlo lo spread, la BCE, la cuXXna inchXXvabile e tutti quelli che ce vonno male.....

papik40

Sab, 09/06/2012 - 14:34

Bella trovata! E lei pensa che i mercati lascerebbero che la lira "nuova" rimanga ancorata alla parità con l'Euro? Mi sembra la teoria da esperto economico dell'Università degli Ambulanti e Bancarelle Riunite! Senza considerare l'immediata svalutazione della nuova moneta lei sa che emettendo carta moneta prima o poi arriverà un'inflazione in relazione e che anch'essa concorrerà a diminuire non solo il valore della hikva moneta ma anche a far veram,ente morir di fame i meno abbienti! Non guardi all'America che ha seguito questa strada: aspetti e vedrà la fine che farà! In parte se ne sta acccorgendo. Ha indirizzato la speculazione sull'Euro che non è in gradi di crescere economicamente ma se non altro non ha un'economia e specie una finanza così disastrosa come quella dell'Euro! Per fare un paragone l'Area Euro è un litro di vino con dentro un litro d'acqua. L'America è 5 litri di vino con almeno 50 litri d'acqua e continuano ad aggiungercene!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 09/06/2012 - 14:54

#analistadistrada. Egregio, signore io non ho mai offeso lei é oppure gli Italiani, se lei si vuole sfogare é libero di farlo quando vuole e dove vuole, ma non scrivendo bugie su di me va bene?, in riguardo al fatto che io dico di essere in Germania oppure in Italia, io sono davvero in Germania é precisamente a Colonia oppure Köln am Rhein, io non ho mai detto che in Germania si stá meglio che in Italia, anzi le diró che nel 2016 verró a vivere in Italia, io sono sempre stato orgoglioso di essere Italiano é lo saró sempre, ma non permetto a nessuno di dire dove devo vivere, questa é una decisione che spetta a me é non a lei capito?; se a lei non piace che io dico che in germania non é tutto oro quello che brilla é perche io ci vivo da tanti anni, mentre lei é stato solo a Nürnberg oppure Norimberga di passaggio é non vive in Germania come me! HABEN SIE MICH VERSTANDEN HERR STRASSENANANALISTEN? IN ÜBRIGEN SIE KÖNNEN MICH MAL DER RÜCKEN UNTER RUTSCHEN!!!! SCHÖNE GRÜSSE AUS DEUTSCHLAND!

analistadistrada1950

Sab, 09/06/2012 - 15:53

#66 Pasquale Esposito: Vedo che non ci capiamo, io non vedo film luce, non dico a Lei dove deve vivere e neppure a nessun altro. la ringrazio per l'apporto di serenitù che ha apportato nella discussione e soprattutto per l'aver compreso che i dati forniti non me li sono inventtati. La dialettica. anche conflittuale, di norma dovrebbe condurre ad un minimo di accrescimento culturale, oppure ad una idea condivisa, in quest caso, anche si dovesse proseguire, annoieremmo solo gli altri commentatori senza produrre nulla. Felici saluti dall'Italia !

claudiocodecasa

Sab, 09/06/2012 - 18:09

non tiriamo tanti sassi contro la germania, ognuno fà il suo gioco se l'italia dal dopo guerra non si è mai fatta rispettare è colpa di chi la dirige, essendo anche noi lupi se incontriamo un branco più forte, soccombiamo e infatti noi ci siamo sempre prostrati in tutte le situazioni, l'ultima: il caso dei due marò in india si è dovuto pagare,come spesso si è fatto

Albert1

Dom, 10/06/2012 - 17:23

@ #4 erasmodarotterdam Bravo! Il primo commento id.iota è il tuo ma purtroppo non vinci nulla.

Albert1

Dom, 10/06/2012 - 17:20

@ #6 fabrysinger Peccato il tuo è solo il secondo commento id.iota. Perchè non te ne vai tu su un'altra testata?

Albert1

Dom, 10/06/2012 - 17:28

@ #9 lucioc Meno male che il figlio segreto di Tremonti ci ha aperto gli occhi!! Sicuramente credo più a te che ad Allam.