Berlusconi: "Non sono sceso in campo per lasciare l'Italia in queste condizioni"

Berlusconi, in un messaggio scritto sul profilo di Facebook: se il governo proporrà una legge di stabilità realmente utile all’Italia, noi la voteremo

La stabilità di governo è un bene se si nutre di due cose: un governo capace di lavorare bene e una maggioranza unita sulle cose da fare e fondata sul rispetto reciproco. Invece nelle ultime settimane abbiamo avuto un governo capace solo di rinviare, di proporre il blocco dell’Iva aumentando altre tasse, di tagliare l’Imu solo a metà per ricattare il Pdl e costringerlo a stare al governo, un governo prono rispetto ai diktat dei burocrati dell’Unione europea. Abbiamo avuto il nostro maggior alleato, il PD, che si vergogna di stare in un governo "contro natura" e che per bocca di tutti i suoi esponenti di vertice annuncia l’intenzione di buttare fuori dal Parlamento il leader del partito alleato, violando la Costituzione. In questo modo assecondano gli istinti della loro base, nutrita da venti anni nell’odio contro di me e pensano di chiudere una partita che dura dal 1994.

Abbiamo pazientemente offerto soluzioni a ogni livello istituzionale per evitare di fare precipitare la situazione. Non ci hanno voluto ascoltare. Per questo ho deciso di chiedere ai ministri PDL di dare le proprie dimissioni. So bene che è una scelta dura e impopolare. Ho previsto tutte le accuse che mi stanno rovesciando addosso in queste ore e anche lo sconcerto di parte del nostro elettorato, preoccupato giustamente della situazione economica e sociale. A loro dico di non credere a coloro che da vent’anni hanno bloccato le nostre riforme per cercare di eliminarmi dalla scena politica. Sono gli stessi che oggi mi dicono di non anteporre me stesso al bene dell’Italia. Ciò non è mai stato in discussione per me e per la mia forza politica, in tutti questi anni. Noi siamo quelli che negli anni Novanta hanno salvato i governi della sinistra quando non avevano maggioranza sulla politica estera. Noi siamo quelli che hanno voluto Monti, Bonino, Prodi in posizioni di vertice in Europa, perché italiani. Noi siamo quelli che non abbiamo mai lavorato all’estero contro il governo italiano quando eravamo all’opposizione. Noi siamo quelli che due anni fa hanno votato contro l’arresto di un senatore del PD, nello stesso giorno in cui loro votavano per far arrestare un nostro deputato, che fu peraltro scarcerato dopo alcune settimane. Noi siamo quelli che hanno voluto il governo Monti e il governo Letta, sperando potesse essere un governo di riforme e di pacificazione.

So e sappiamo distinguere il reale interesse dei cittadini. Per questo motivo, se il governo proporrà una legge di stabilità realmente utile all’Italia, noi la voteremo. Se bloccheranno l’aumento dell’Iva senza aumentare altre tasse noi lo voteremo. Se, come si sono impegnati a fare, taglieranno anche la seconda rata Imu, noi voteremo favorevolmente. Noi ci siamo e ci saremo su tutte le altre misure utili, come il rifinanziamento della cassa integrazione, delle missioni internazionali, il taglio del cuneo fiscale.
A chi mi chiede di farmi da parte e accettare con cristiana rassegnazione la mia sorte giudiziaria, presente e futura, dico con la mia consueta chiarezza che lo farei senza esitazione, se ciò fosse utile al Paese, se il mio sacrificio significasse una svoltapositiva nei rapporti tra politica e "giustizia". Invece per come si sono messe le cose darei semplicemente il mio avallo a una situazione di democrazia dimezzata, dove non il popolo ma i magistrati politicizzati decidono chi deve governare, dove i governi sono fatti dai giornali-partito e dalle gazzette delle procure e le leggi riscritte a colpi di sentenze. Non sono sceso in campo per questo; non ho messo a repentaglio una vita di lavoro, di successi e di sacrifici per lasciare in queste condizioni il mio Paese. Per questo ritengo mio dovere continuare a restare in campo, per offrire una alternativa ai poteri non democratici - perché non eletti dal popolo - che loro sì irresponsabilmente vogliono mettere in ginocchio il nostro Paese.

Commenti
Ritratto di Il corvo

Il corvo

Dom, 29/09/2013 - 15:28

Noi la voteremo. È un plurale maiestatis dal momento che sono tutti dimissionari tranne lui?

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Dom, 29/09/2013 - 15:50

grande nobile e coraggioso il Nostro Presidente Silvio,nessun uomo "normale" avrebbe sopportato il MARTIRIO e il grande scempio per cosi lungo tempo e credo che gli Italiani abbiano capito ORMAI e ALLORA TUTTI INSIEME A RIFARE L'ITALIA ...FORZA ITALIA

giocondo1

Dom, 29/09/2013 - 16:14

Non basta ancora. Si dovrebbero dimettere pure dal parlamento UE. Occorrono dei segnali forti per tutti i Filistei.

stefanin81

Dom, 29/09/2013 - 16:31

destra è sempre stato sinonimo di attributi... se qualcuno li ha da quella parte li tiri fuori lasci barlusconi ai problemi suoi e affronti quel poco che è la sinistra....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 29/09/2013 - 16:52

agli italiani importa di salvare il sedere dal fallimento economico, di poter disporre un gruzzoletto che possa permettere di tirare avanti: questo è ciò che Berlusconi e la destra vuole fare. la sinistra di questa cosa se ne frega: vuole comandare, anche se il paese si sfascia e va alla deriva della recessione, peggio degli altri paesi, tanto alla sinistra questo non gli succede: ci pensano i 60 milioni di italiani a pagare i danni che fanno la sinistra!!!

Ritratto di federaldo18

federaldo18

Dom, 29/09/2013 - 17:10

Caro Dr. Berlusconi, sono interamente d'accordo con Lei: sarei perciò anch'io incline a convincere il Dr. Napolitano (è Lui, purtroppo, che fa' il...monarca!) a fare la legge di stabilità, non aumentare l'IVA, cancellare definitivamente l'IMU sulla prima casa ed infine a far chiedere alla Consulta il parere sulla retroattività del decreto Severino, il tutto con l'appoggio del centro destra che ritirerebbe le dimissioni! Questo, però, dovrebbe avvenire domani 30 settembre 2013: sarà possibile ?

Ritratto di federaldo18

federaldo18

Dom, 29/09/2013 - 17:10

Caro Dr. Berlusconi, sono interamente d'accordo con Lei: sarei perciò anch'io incline a convincere il Dr. Napolitano (è Lui, purtroppo, che fa' il...monarca!) a fare la legge di stabilità, non aumentare l'IVA, cancellare definitivamente l'IMU sulla prima casa ed infine a far chiedere alla Consulta il parere sulla retroattività del decreto Severino, il tutto con l'appoggio del centro destra che ritirerebbe le dimissioni! Questo, però, dovrebbe avvenire domani 30 settembre 2013: sarà possibile ?

ginova

Dom, 29/09/2013 - 17:15

Sì. Peccato che il Governo non c'è più perchè i ministri del Pdl sono stati fatti dimettere. Bella coerenza..

Ritratto di federaldo18

federaldo18

Dom, 29/09/2013 - 17:18

Caro Dr. Berlusconi: lo dica al Dr. Napolitano (che si comporta da monarca non eletto dal popolo e, per di più, irriducibile comunista) che è disposto a far votare la legge di stabilità, IVA e cancellazione definitiva IMU sulla prima casa! Dovrebbe essere fatto domani 30 settembre: è quasi impossibile, se non interviene il suddetto!

ginova

Dom, 29/09/2013 - 17:22

Berlusconi ha umiliato il centro-destra e l'Italia tutta. Valori come onestà, serietà, senso dell'onore, senso del dovere, fedeltà al proprio Paese, sono stati completamente travisati, svuotati e trasformati in slogan pubblicitari a favore del capo.

Amelia Tersigni

Dom, 29/09/2013 - 19:03

Macchè umiliato l'Italia, Le ha ridato vigore. Si languiva con un anemico governo Letta. Il governo dei rinvii. Agli ineffabili sinistri, che si ostinano a chiamare Berlusconi "il condannato", dico: condannato da tribunali che mi ricordano le "purghe" di Stalin o i "tribunali del Popolo" di Mao. Si prendeva il "reo" colpevole solo di non pensarla come l'establishment e gli si appioppava un bel reato ed il gioco era fatto. Moderati Sì, ma non scemi.

Ritratto di romy

romy

Dom, 29/09/2013 - 19:38

.........di tagliare l’Imu solo a metà per ricattare il Pdl e costringerlo a stare al governo, un governo prono rispetto ai diktat dei burocrati dell’Unione europea.Berlusconi sei il più Grande e coraggioso,dici cose vere che nessuno altro si sognerebbe di dire in Italia,per questo meriti l'eliminazione dalla scena politica,ma senza di te ,il Diluvio in Italia,l'ho scrivo da 3 anni a questa parte e ci potete mettere la firma.

Ritratto di romy

romy

Dom, 29/09/2013 - 19:48

Grande Silvio,grande verità,ma la verità sarà assoluta e chiara a tutti solo quando si vedrà questo Paese fatto a pezzi e non difeso,da chi oggi e da sempre accusa Berlusconi di ogni nefandezza immaginaria.Mi sembra la trama di uno dei tanti films,dove ci sono i buoni ed i cattivi,come finirà??????

roberto zanella

Dom, 29/09/2013 - 20:12

splendido Silvio così si parla..gli altri lasciamoli sbavare..questi sinistri non hanno capito una mazza...non siamo schiavi del nuovo Carlo Magno e di Asterix,non siamo schiavetti di questa Europa di Sassoni e Franchi, perchè i sinistri fanno finta di non vedere che Letta ha cambiato idea il giorno dopo la visita di Olli Rehn,la settimana scorsa? Sinistri avete la solita coscenza sporca,d'altronde siete comunisti,antitaliani e adesso improvvisamente pensate all'Italia,quanta ipocrisia...

Ritratto di bergat

bergat

Dom, 29/09/2013 - 20:39

anche in questo messaggio si nota la nobiltà dell'uomo. Spero che possa essere il prossimo presidente della repubblica.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Dom, 29/09/2013 - 20:51

quoto ginova. @Amelia Tersigni: Dopo 3 gradi di giudizio sfavorevoli "il sospettato" diventa "il condannato", anche se ti chiami Silvio Berlusconi

ginova

Dom, 29/09/2013 - 21:25

x Amelia: "Moderati Sì, ma non scemi" Io mi ritengo un moderato: a me Berlusconi non sembra mica tanto moderato...

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 29/09/2013 - 21:51

...Condivido ogni: "Noi siamo quelli che...ecc.ecc." del Cav.. ad eccezione di: "Noi siamo quelli che hanno voluto ... - ... Prodi in posizioni di vertice in Europa". E' difficile non condividere, vista la logicità del contenuto degli eventi che si sono susseguiti da circa due decenni a suo danno, l'indignazione di Berlusconi, a meno che non si tratti di soggetti infarciti di ideologia staliniana frammista ad invidia ed odio. In verità, nella veste di politico di "professione", non avrei bene accettato ne digerito l'ascesa ed il successo di Berlusconi in politica; Se poi, al posto dei comunisti che dopo la scomparsa della democrazia cristiana, socialisti ecc. per il caso "mani pulite" (ma non tanto) erano convinti di arrivare, incontrastati, al potere, ancor meno.

maumen

Dom, 29/09/2013 - 23:06

Bloccare aumento IVA senza aumentare altre tasse... Ok immagino a questo punto che il PDL sia disposto finalmente a rinunciare al finanziamento pubblico dei partiti..

roberto zanella

Dom, 29/09/2013 - 23:38

discorso da statista,la vergogna è come si tenta d farlo apparire in modo diverso,capisco che i sinistri poi si incavolino se leggono cosa dice,è un discorso responsabile ma come dice Feltri lo vogliono morto ma zitto e ubbidiente.Ha fatto bene.La falsa preoccupazione dei Cicchitto & C sono solo paure di non essere più ricandidati

Claudio Cutrona

Lun, 30/09/2013 - 00:47

.. " Non sono sceso in campo per lasciare l'Italia in queste condizioni". Allora diciamolo caro Berlusconi perchè sei sceso, o meglio non ti sei MAI tirato indietro, dai diciamolo che ti serve la difesa da deputato anzichè no. Che ti serve difenderti dall'effetto delle sentenze. Che ti serve difenderti dall'emanazione di leggi che andrebbero contro di te. Io vorrei solo sottolineare ai tuoi seguaci, la cui maggior parte è ignara di quello che sei veramente, che i Reati per i quali Berlusconi è stato condannato ripetutamente, sono stati commessi. I milanisti lo perdonano, quelli che amano perdere tempo dietro la sua TV spazzatura temono che gli levano le televisioni e poi si vedranno costretti a scopare con quella racchia della moglie, i corrotti e gli amorali ( e la moralità non è un opinione ) lo scusano. I disinformati amano le sue battute e se ne sono innamorati del carisma. Moltissime persone non vanno mai sul web ad informarsi veramente, quindi vedono solo le TV conosciute a livello nazionale rimanendo invischiati nelle notizie manipolate dal proprietario (Berlusconi), a tal proposito Vi informo che l'Italia è al 62° posto nel mondo per la trasparenza dell'informazione. Alcuni paesi Africani sono in una posizione migliore in questa classifica deprimente, per gli Italiani. Ecco sei sceso per garantirti tutto questo, dato che sei il proprietario e/o controllore di maggior parte dell'informazione Italiana. Questa è la mia idea personale che desidero condividere con i lettori, che potranno non essere daccordo, ma mi aspetto almeno che smontino le mie idee. Io credo che i tuoi Elettori non abbiamo chiaro cosa significhi democrazia.

Duka

Lun, 30/09/2013 - 07:57

Basta con il governo del VORREI MA NON POSSO. O si rispettano i patti e la parola data da galantuomini VERI o si è dei burattini. Mi pare che nessun paese vuole essere governato da un gruppo di giullari. Se Letta deve rendere conto al suo partito per ogni scelta vada a casa subito e così pure se vuole aumentare ulteriormente le imposte senza nulla togliere ai costi indecenti della politica in prima fila a seguire di giustizia e sanità. Ha dimostrato ampiamente di NON saper tagliare quindi l'esame di coscienza è tutto suo. Se è incapace si dimetta almeno per dignità personale.

adria

Lun, 30/09/2013 - 11:13

ko pochi anni meno di lei e la seguo da sempre,perche mi trovo perfettamente nel suo modo di ragionare,l'unica critica e quella di ascoltare pochi finti democratici che dicono tutto,e(niente di tutto)solo x la seddia,basta di questi sig-i/e, sono stati x 20anni la nostra rovina