Blitz dei No Tav al Giornale

Escalation di violenze degli antagonisti. Imbrattata la sede del Giornale. Domani nuova mobilitazione in tutta Italia

Un blitz in piena notte. Lo spray nero a imbrattare il portone d'ingresso della sede milanese del Giornale. È solo l'ultimo gesto intimidatorio dei No Tav che nelle ultime settimane hanno alzato il tiro per tenere sotto scacco il nuovo governo. Escalation che vedrà il suo culmine domani quando la protesta tornerà a occupare la Val Susa e oltre quaranta città d'Italia. La nuova mobilitazione del movimento antagonista è "contro l’accusa di terrorismo e la criminalizzaizone di chi lotta" perché l'Alta velocità Torino- Lione non venga mai ultimata. Le minacce dei misteriosi Nuclei Operativi Armati (Noa) che hanno firmato la lettera recapitata all’agenzia Ansa, vengono considerate con la massima attenzione dagli inquirenti torinesi. Tanto che a Palazzo di Giustizia è stato aperto un fascicolo di indagine gestito di persona dal procuratore reggente, Sandro Ausiello.

Da questa mattina le scritte "No Tav" campeggiano su tutta la facciata del Giornale in via Negri 4. La sede storica è stata infatti presa d'assalto nella notte da alcuni antagonisti che hanno imbrattato il portone principale e la vetrina all'ingresso. Ma non è l'unico obiettivo finito nel mirino degli antagonisti: sono state colpite, infatti, anche le sedi del Sole 24Ore in via Monte Rosa, di radio Deejay in via Massena, del Corriere della Sera all’ingresso di via San Marco e dell’Espresso in via Nervesa. Un assaggio di quella che sarà la mobilitazione di domani. Centro nevralgico della protesta saranno la Val di Susa, con una manifestaizone intorno al cantiere di Chiomonte, e Torino, con un corteo che parte dalla centralissima piazza Castello. "Non comprendo, visti i noti precedenti, come si possa permettere l'ennesima manifestazione nel cuore di Torino - commenta il coordinatore torinese di Fratelli d’Italia Roberto Ravello - il corteo, che potrà contare sulle solite scorribande dei gruppi antagonisti, dovrebbe essere vietato". Intanto continua a salire il numero di adesioni alla giornata nazionale di mobilitazione: l'elenco delle città sedi di manifestazioni supera ormai la quarantina.

A spingere i No Tav a una recrudescenza negli attacchi è stata la nuova strategia della procura di Torino che lo scorso agosto ha indagato per "attentato con finalità di terrorismo" quattro antagonisti. "Sono stati sottoposti a misure restrittive per una delle tante passeggiate di lotta contro il cantiere di Chiomonte", si legge nel volantino del movimento. Ma quella che i No Tav definiscono una "passeggiata" per la procura torinese è stato un attacco in piena regola al cantiere con finalità terroristiche. Secondo i giudici del Riesame di Torino che mesi fa hanno riconfermato l’arresto di quattro No Tav, in carcere dal 9 dicembre scorso, l’assalto di cui si sono resi responsabili nella notte tra il 13 e il 14 maggio era frutto di una "organizzazione strategica assimilabile a quella militare" connotata "dall'utilizzo di plurime armi da guerra e congegni esplosivi, e, quindi, di portata tale da porre in grave pericolo la vita o l’incolumità dei lavoratori". Anche la lettera del Noa è presa sul serio dagli inquirenti. Non si tratta, infatti, di una generica invettiva contro i giornalisti "pennivendoli" o i magistrati "malati di protagonismo", ma di un discorso che propone - in un linguaggio che mescola elucubrazioni da vecchie Br e terminologie del nuovo anarchismo - la "lotta armata di liberazione" a chi ha maturato una "consapevolezza rivoluzionaria".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 21/02/2014 - 08:43

i no tav ormai hanno perso, e proprio perché stanno perdendo, ora sono inviperiti. ma la tav si farà! punto! e dei no tav ci siamo rotti veramente i coglioni! la sinistra naturalmente ci ricama sopra, allo scopo di far destabilizzare il governo o di influenzare le scelte governative! sinistra=mafia!! e non vergognate?

Felice48

Ven, 21/02/2014 - 08:47

A questi è concesso tutto. Ai forconi no:

kiarina

Ven, 21/02/2014 - 08:52

Ma com'è possibile che un paese sovrano non riesca a debellare una banda di delinquenti? l'esercito non è forse l'arma dello Stato contro chi attenta al normale svolgimento della vita civile, secondo le decisioni della sua maggioranza? e allora cosa si aspetta a farlo intervenire contro i no tav? basterebbe qualche blitz, incarcerarli tutti quanti e farla finita una volta per tutte.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Ven, 21/02/2014 - 08:53

Si tratta chiaramente di sporchi AnarkokattokommunistiAntagonistiMangiabambiniSardid'azione

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Ven, 21/02/2014 - 08:56

La TAV con questi non c'entra niente, questi sono squadristi rossi al soldo e al servizio del partito comunista. È dal 43 che si servono di bande fuorilegge per colpire i loro obbiettivi.

vale.1958

Ven, 21/02/2014 - 09:00

MA CHI LA CAMBIA PIU'L ITALIA?!?!...GUARDATE QUANTI RIMBAMBITI CHE CIRCOLANO,QUESTINSONO CONTRO OGNI MODERNIZZAZIONE DEL PAESE E LA NO TAV COME IL PONTE SULLO STRETTO SSONO O SAREBBERO STATE GRANDI COSE ED IN PIU' VANNO IN GIRO A SPACCARE IMBRATTARE E MENARE E NESSUNO INTERVIENE!! E' UN BRUTTO DIRE MA UN 10 ANNI DI REGIME DURO IN ITALIA METTEREBBE A POSTO TUTTO IM PRIMIS QUESTI RINCOGLIONITI!!

angelomaria

Ven, 21/02/2014 - 09:07

cosa aspettano a metterli in galera!!!buongiorno e buontutto a voi cari lettori

ritardo53

Ven, 21/02/2014 - 09:14

Prendiamoli uno ad uno e buttiamoli in una isola deserta a brucare spine.

tormalinaner

Ven, 21/02/2014 - 09:19

I no tav hanno rotto le scatole! Difendono una valle che paesaggisticamente parlando fa schifo!!. Se non vogliono il progresso e impedire a noi di attraversarla in alta velocità abbiano allora il coraggio di vivere come i nostri nonni senza corrente elettrica e antibiotici.

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 21/02/2014 - 09:32

La Storia si ripete. Nel 1919/1922 agirono gli squadristi rossi e neri, e vinsero quest'ultimi. Nel periodo 1945/1948 agirono gli squadristi rossi, e persero anche questa volta. Ora ci riprovano, ma non c'è due senza tre. Fronte comune contro lo squadrismo, di qualsiasi colore !

meverix

Ven, 21/02/2014 - 09:39

La confusione è tanta. Innanzitutto quella che si vuole costruire in Val di Susa non è una linea ad alta velocità, ma ad alta capacità, che dovrebbe essere percorsa da treni per il trasporto merci con dimensioni più voluminose di quelle attuali. Il discorso è se serva o meno un'opera del genere o se basti e si riesca a sagomare la linea già esistente per permettere il passaggio di questi treni. La diatriba è questa, anche perchè poi bisognerebbe far entrare nella testa della gente che il trasporto su rotaia, ovviamente, non ha i livelli di inquinamento di quelli su gomma. Si possono anche caricare i TIR sui treni, come accade all'estero (autostrade viaggianti ROLA), e far percorrere a questi ultimi solo pochi tratti di strada, quelli finali dallo scalo merci all'azienda dove il carico è destinato. Un'opera del genere è stata avviata con il terzo valico dei Giovi (servirà per mandare le merci dal porto di Genova in tutta Europa, con risparmi di tempo incredibili se paragonati alla velocità di una nave che deve raggiungere i porti di Rotterdam o Amburgo dal Mediterraneo). Qui ci sono mooooolte meno proteste, chissà perchè.

Noidi

Ven, 21/02/2014 - 09:42

@tormalinaner: Ma Lei è una merce??? La TAV in Val di Susa è solo per le merci!!!!! E poi chi è Lei per dire che la casa di altri fa schifo. Io allora posso dire che il Suo cervello fa vomitare. Siete troppo ignoranti per parlare. Ma da Voi non ci si può aspettare altro.

Marc0

Ven, 21/02/2014 - 09:43

Ora, vebbene tutto, ma le parole, soprattutto per un giornalista, dovrebbero avere un certo peso, un certo significato... Blitz, escalation, violenza... uno legge e pensa che siano andati ad incendiare la sede del giornale. E invece hanno imbrattato il portone con della vernice spray.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 21/02/2014 - 10:01

In Italia i figli dello stato magnaccia e dell´egoismo del partito leninista della menzogna e della truffa impongono al Paese la distruzione della propria demenza.

giovauriem

Ven, 21/02/2014 - 10:06

lasciateli sfogare,hanno ragione,sentono la mancanza dei giornali "veramente" democratici come la pravda e izvestija

bruna.amorosi

Ven, 21/02/2014 - 10:10

è andata peggio al giornale il SOLE24 ORE un povero cristo è finito in ospedale con 15 giorni di prognosi ecco questa è la sinistra ed i Grillini . eleggeteli signori questi incivili .

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 21/02/2014 - 10:42

A prescindere dalla diatriba TAV-noTav, vorrei fare presente a tormalinaner che la Val di Susa, almeno a partire dalla Sacra di San Michele, è paesaggisticamente molto attraente. Si tratta di una valle glaciale, quindi per sua natura relativamente ampia e non opprimente. Le quinte di montagne si susseguono come neppure un pittore romantico potrebbe inventarsi e man mano che si sale appaiono le vette imbiancate, dai profili forti. Molto più scenografica di altre rinomate valli. Parlando di TAV, invece, ricordo ancora che il suo tracciato sarà prevalentemente in galleria, quindi la morfologia della vallata ne risentirà poco o nulla. Di certo nulla al confronto del serpente autostradale esistente, il quale, va ricordato, nei punti topici passa anch'esso in galleria (ad occhio, direi una quindicina di km complessivi), senza che si sia trovato amianto, uranio o chissà cos'altro. Sekhmet.

vince50_19

Ven, 21/02/2014 - 10:54

Bisogna capirli: so ragaaaaaaaaaaaaaazzi ..

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 21/02/2014 - 11:13

Loro si che sono democratici. A tutto loro è permesso:

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Ven, 21/02/2014 - 12:34

Nella recente veste di Direttore Responsabile de "il Secondo Risorgimento d'Italia", Organo dell'Associazione Nazionale dei Combattenti della Guerra di Liberazione inquadrati nei Reparti regolari delle Forze Armate (i militari del cosiddetto Esercito del Sud), esprimo solidarietà ai colleghi maggiori de "il Giornale". Certa retorica ideologica di matrice stalinista e titina ha proprio in questi giorni fatto registrare la "orgogliosa" rivendicazione della tradizione sanguinaria, infoibatrice, anti italiana e persino anticomunista nei confronti dei "compagni" non allineati con le direttive di Stalin e di Tito da parte di sovversivi attivisti e di frange terroristiche che proclamano essere i "Nuovi Partigiani". Menziono al riguardo la nostra Presidente Onoraria, la professoressa Paola Del Din unica donna Medaglia d'Oro al Valore Militare, che ha prima combattuto alle dipendenze del fratello Renato, fondatore della Brigata "Osoppo" odiata e fatta oggetto di strage dai partigiani sanguinari di fede stalinistotitina, fratello eroicamente caduto combattendo oltre le linee meritando la Medaglia d'Oro al Valore Militare alla Memoria; il nostro Presidente, l'ambasciatore Alessandr Cortese de Bosis, nipote di Lauro che il 3 ottobre 1931 sorvolò Roma lanciando quattrocentomila volantini inneggianti alla tradizione ai Valori risorgimentali, scomparendo in mare per probabile esaurirsi del carburante in quanto il rifornimento fatto per una falsa destinazione, è in questi giorni in Libano con il Segretario Generale colonnello Vittorio Scarlino, Alfiere del nostro Medagliere, per portare nel senso della continuità la solidarietà di questi valorosi reduci combattenti per il ripristino dei Valori risorgimentali, dopo la parentesi del regime, ai reparti impegnati alla lotta al terrorismo internazionale che gode spesso delle simpatie di coloro che si proclamano "nuovi partigiani". La nostra è una tradizione di Onore militare, che nulla ha da spartire con i sovversivi e, ancor peggio, con le frange di belve sanguinarie che caratterizzarono la cosiddetta guerra partigiana di matrice ortodossa fedele alla Mosca di Stalin. Chiedo scusa dello sfogo.

MEFEL68

Ven, 21/02/2014 - 12:36

Qualunque sia la loro matrice politica, questi NO TAV non sanno il male che stanno facendo all'Italia in generale e a loro stessi in particolare. All'Italia, perchè, in caso di rinuncia al progetto, saremo tagliati fuori dal corridoio europeo e dovremo rifondere le spese sostenute dalla Francia che ha già quasi ultimato il tratto di sua competenza. A loro stessi, perchè, secondo le loro affermazioni, il sottosuolo è carico di amianto che gli scavi porterebbero alla luce. A sostenere questa tesi si condanna il turismo in Val di Susa. Io per primo, finchè la cosa non si chiarirà, non andrò per nulla al mondo a villeggiare nella loro regione, ben sapendo che l'acqua con la quale si cuociono i cibi e che berrò, o con la quale mi laverò, proviene da quel sottosuolo pericoloso quanto quello della terra dei fuochi. Ci pensino i fanatici NO TAV; rischiano di farsi del male. In Italia già ce n'è tanto, non c'è bisogno di cercarsene dell'altro.

Ritratto di danutaki

danutaki

Ven, 21/02/2014 - 12:59

@ Marc0 ....certo se avessero imbrattato il suo di portone o l'avessero pestata per aver cercato di impedirlo, scommetto che i suoi toni sarebbero meno imbecilli ! Buona giornata !

Alessio2012

Ven, 21/02/2014 - 13:17

Non dimentichiamo la bomba recapitata alla sede del TG4 e la "polverina" tipo antrace che è stata inviata a Berlusconi, con il figlio inviato in ospedale per controlli. E poi li vogliono pure sbattere in galera. E la gente ride... scherza... è tutto normale, è tutto uno scherzo!

egi

Ven, 21/02/2014 - 13:51

Essendo figli della cattiva magistratura si sentono tranquilli, il tempo cambierà anche per queste marionette della delinquenza.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 21/02/2014 - 14:02

ahahahah ahahahahah aaaaaa ahahahahahah

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 21/02/2014 - 14:03

No tav e sinistra sono figli della stessa mamma, un certo re. E come lui, brillano in democrazia.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 21/02/2014 - 14:24

Il potere di photoshop.

82masso

Ven, 21/02/2014 - 14:33

mortimermouse... Ma quanto sei stupido e ignorante? non riesci nemmeno a scindere la sinistra parlamentare con quella extra parlamentare, infatti i vari Fassino, Chiamparino (con la quasi totalità del Pd) sono favorevoli con la realizzazione della TAV, al contrario M5S, area dei centri-sociali e gl'abitanti della Val di Susa, invece, sono contrari all'opera. Comunque la inviterei a tacere per semplice fatto che solo chi vive in quelle zone ha diritto di esprimere l'assenso/dissenso nei confronti di questa infrastruttura.

elalca

Ven, 21/02/2014 - 15:24

siamo fortunati, a quel pirla di riccio.lino.por si è grippato il cervello e ora riconosce solo 2 lettere. prima le riconosceva tutte ma non era capace di metterle insieme per fare una frase di senso compiuto.

Giorgio1952

Ven, 21/02/2014 - 16:02

"Attentato! Si tratta di attentato!" gridava l'imitatore di Fede nello sketch in cui faceva il verso ai commentatori televisivi. Questo atto deprecabile potrebbe anche essere frutto di qualche mente imbecille, non vorrei che dietro a queste messe in scena per seminare terrore anche con lettere minatorie, ci sia una strategia "grullina", vista la figura meschina rimediata nello streaming con Renzi e visto che anche il professore, seppur ripudiato dal comico, aveva detto che non ci sarebbe da meravigliarsi se si facesse ricorso ai fucili.

Pinozzo

Ven, 21/02/2014 - 16:34

Escalation di violenze per due scritte con lo spray fatte probabilmente da qualche teenager imbecille? Suvvia, siamo seri, le parole vanno usate con pertinenza non sparandole alla ca**o. Per il resto, TAV progetto non urgente, troppo costoso, in questo momento di crisi riassumibile con una parola: superfluo.

Luigi Fassone

Ven, 21/02/2014 - 18:03

I "No Tav" sono solo dei No Tav,lasciamoli sbattere,alla fine SBATTERANNO davvero. Ma Sig.Indini,suvvia ! Quella "ESCALATION"...! Non aveva altro termine (italico,possibilmente) a disposizione ? Cordialmente !

yulbrynner

Ven, 21/02/2014 - 18:22

lo stesso sulla facciata del mio condominio di cui sono amministratore meenchia questi no tav sono pericolosi ah!

yulbrynner

Ven, 21/02/2014 - 18:24

dov' erano i destri?? invece di difendere il loro giornale erano a letto a zingg zingg farsi le pugnette?? duri solo a parole ma a fatti.. ridicoli vi siete fatti gabbare da qualche no tav.. male male,.. ve l'hanno fatta..e mi sa che se non vi svegliate ve la fanno anche le prossime volte rrronnfff rrrrronnfffff SVEGLIAAAAA

marchino.blu

Ven, 21/02/2014 - 18:35

Cosi' la prossima volta scrivete meno stronzate... continuate a fomentare

Alessio2012

Ven, 21/02/2014 - 19:21

Teenager imbecille? Se scrivono "no tav" sono notav... se mi punti la pistola contro non sto a pensare che è un giocattolo. Peggio per loro se erano solo teenager imbecilli...

jakc67

Ven, 21/02/2014 - 21:55

quattro fessacchiotti che in cambio di due euro e di uno spino fanno da parafulmini ai veri terroristi, quelli che li domano e gli spiegano dove mettere i bambini per neutralizzare la polizia, quelli che prendono il vero compenso, probabilmente milioni, visto l ammontare deggli appalti nazionali e l interesse economico dell opera, da chi voleva che il corridoio passasse sul suo territorio e si è visto fregare l affare dall italia... qualcuno è forse convinto che il popolo tedesco avrebbe qualcosa da ridire se il tracciato fosse spostato a nord? collegamento merci diretto est-ovest dell europa e appalti miliardari a disposizione di imprese e lavoratori locali... a paragone sarebbe come se in un rione cittadino si contestasse il progetto di far passare un autobus diretto in centro proprio da li... cose da pazzi... o da fessi...

a.zoin

Sab, 22/02/2014 - 05:58

È inutile scrivere queste cronache, POLIZZIA E CARABINIERI, sanno chi sia la maggior parte di questi DELINQUENTI,ma, hanno le mani legate. Come con le BRIGATE ROSSE (una volta criminali), ora lavorano negli enti Statali, ben salariati e rispettati.