Una borsa di studio in onore del Picconatore

Il suo segreto era l'ironia, il coraggio delle idee la lezione di umanità testimoniata ai giovani. In sessant'anni di vita politica Francesco Cossiga (nella foto) ha solleticato la fantasia di avversari, editorialisti e commentatori. Ha precisato, chiosato e «picconato». Tutti, amici e avversari, hanno sempre riconosciuto al Presidente emerito scomparso il 17 agosto del 2010 una dote, quella di essere uno straordinario comunicatore politico capace di passare dalla carta stampata alla radio, dalla tv ai social network e ai confini aperti del multimediale. Nel 50° anniversario della sua fondazione, avvenuta il 24 luglio 1963, l'Adnkronos istituisce una borsa di studio del valore di 5mila euro, per una tesi di laurea riservata a studenti in Scienze delle Comunicazione sul tema «Cossiga e le agenzie di stampa, una storia di comunicazione». «Una lezione - dice il presidente di Adnkronos Giuseppe Pasquale Marra - che nei 50 anni del nostro Gruppo multimediale vogliamo rilanciare, ricordando un costruttore della parola che guardava lontano»