C'è voglia del Monti bis? Catricalà ci prova: "Non ci tiriamo indietro"

Il sottosegretario lancia il sasso, ma nasconde la mano: "Bisogna restituire il Paese alla politica". Ma dietro le quinte si scopre che...

Un'altra - l'ennesima - apertura a un eventuale Monti bis. Questa volta non arriva dall'esterno, ma dal governo stesso. C'è chi, all'interno dell'esecutivo, sta scaldando i motori: qualcuno tesse trame con leader politici, qualcun altro valuta candidature eccellenti con sponsor di prim'ordine e altri ancora che sondano il terreno per un eventuale bis di Mario Monti a Palazzo Chigi. L'ultimo a ipotizzarlo è stato il sottosegretario Antonio Catricalà, rispondendo ad una domanda, alla Luiss, sul futuro del governo. "Ciascuno di noi sa bene che se il Paese avrà bisogno di noi non potremo tirarci indietro - ha spiegato - ma io sono sicuro che non è possibile che si ripresenti una situazione come quella che ci ha portato al governo".

Il futuro politico del Belpaese rischia di spaccare la politica. Più si avvicinano le elezioni, più i partiti sentono il fiato sul collo. Alleanze, programmi e leadership sono nodi da dipanare al più presto per iniziare una campagna elettorale che, spazzati via gli scandali degli ultimi mesi, riesca a far riguadagnare la fiducia dei propri elettori annientando il diffuso sentimento di anti politica. Un'impresa tutt'altro che facile. Se nel Pdl Silvio Berlusconi è al lavoro per resserenare le tensioni tra le diverse correnti del partiti, nel Pd Pier Luigi Bersani deve fare i conti con l'insurrezione di Matteo Renzi e dei "rottamatori". È senza alcun dubbio il centrosinistra a soffrire maggiormente dei legami con il governo Monti. Se, da una parte, il leader del Sel Nichi Vendola chiede ai vertici di via del Nazareno di prendere le distanze dal Professore, i montiani del piddì vogliono continuità con le riforme messe in campo dall'attuale esecutivo. I centristi, invece, sono sicuramente i main sponsor per un governo che, supportato dalla politica, prenda in prestito numerosi tecnici.

A spingere verso un Monti bis, però, non ci sono soltanto i centristi. Di sicuro a certi euroburocrati di Bruxelles non dispiacerebbe. E anche all'interno dello stesso esecutivo c'è chi ci sta facendo su qualche pensierino peccaminoso. "Noi dobbiamo portare il Paese verso elezioni serene e lasciare il posto di responsabilità a chi sarà eletto", ha detto questa mattina Catricalà intervistato da Lucia Annunziata in occasione di un convegno organizzato dall’università Luiss. Successivamente, ai microfoni di Sky Tg24, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha ulteriormente chiarito il suo pensiero. Alla domanda sull’ipotesi di un "pareggio" elettorale che non consenta una maggioranza chiara, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha fatto notare che "Monti si è già prestato una volta" in un momento difficile del Paese, anche se adesso la linea è dire che ilgoverno ha fatto la sua parte e deve "restituire il Paese alla politica". "È chiaro che nel caso in cui ci fosse una empasse, che noi non auspichiamo, il presidente potrebbe essere richiamato e a quel punto bisognerà verificare il suo stato d’animo - ha concluso Catricalà - ad ogni modo, la nostra posizione chiara, precisa e univoca è che bisogna restituire il Paese alla politica". Poi, però, vai a guardare dietro le quinte e ti accorgi che non è proprio così...

Commenti

FRANCO1

Sab, 22/09/2012 - 13:45

meglio Monti che i cattocomunisti, non vorrei che si cascasse dalla padella nella brace.

Otaner

Sab, 22/09/2012 - 13:55

Il popolo italiano deve essere governato soltanto da chi vince le elezioni. I tecnici dovranno costituire un loro partito, se vinceranno le elezioni spetterà ad essi il compito di governarci. E' doveroso rispettare la nostra Carta costituzionale. I partiti che non sono in grado di assumere oncarichi di governo dovrebbero scomparire.

Ritratto di kywest

kywest

Sab, 22/09/2012 - 14:15

E certo, Catricalà, altro mangione di stato miracolato dalla politica, boiardo della PA candidato ad un'altra pensione d'oro. Certo, per quelli come lui un governo legittimato dal voto popolare, un governo politico può essere un rischio. Anche per uno come lui sempre a galla come le corazzate. Ma non solo le corazzate galleggiano...e si può sempre sperare nei depuratori.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 22/09/2012 - 14:50

catricala evidentemente mangia spendendo soldi non suoi

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 22/09/2012 - 15:26

E se a sorpresa Silvio candiderebbe Monti a Premier? A Parte per Napolitano fuori de ball, Bersani, Rutelli, Casini e Fini voterebbero la fiducia su questa Leggi e Riforme, come stanno facendo oggi o correrebbero a prendere il fresco sull'Aventino come hanno fatto per 60 anni fatta eccezione per il proclamatosi “ Re Giorgio I? ”

ilsignorrossi

Sab, 22/09/2012 - 15:35

ma chi vi voterà? non ci sarà sempre l'intrallazzone del colle a servirvi il piatto

BENNY1936

Sab, 22/09/2012 - 16:04

In tutta sincerità temo come la peste, alla luce dei disastri goduti sulla nostra pelle, il ritorno dei "politici". Già partiamo bene promettendo di togliere l'IMU (dopo un pò ci diranno di nuovo che siamo sull'orlo del baratro: frase già sentita almeno due volte). E poi, a chi dobbiamo se non ai "politici" l'andazzo miserabile che vediamo nelle Regioni dove i nostri sacrifici servono per i sollazzi dei cosiddetti "consiglieri", tanto per fare un esempio? No grazie.

GaeCig

Sab, 22/09/2012 - 16:28

Antonio Catricalà, tipico nome dell'imprenditore della Brianza del Sud. Che altro può fare se non continuare a magnare alle spalle di chi lavora. Ha sempre fatto così.

marcobor

Sab, 22/09/2012 - 16:45

grazie,fatevi un soggetto politico lei,il sig. monti,la sig.ra fornero e tutti gli altri e presentatevi agli italiani,se vi votano andate a governare,altrimenti andate a casa,ne abbiamo piene le scatole dei vostri discorsi!

Duka

Sab, 22/09/2012 - 16:53

NO GRAZIE: insistere con un capo del governo che ha ampiamente dimostrato di non comprendere le regole più elementari dell'economia è SUICIDA. Un premier che ottusamente non ha fatto tagli nei settori di maggior spreco di denaro pubblico come: CASTA, GIUSTIZIA e SANITA' non vale un secondo mandato. Le regioni hanno aumentato le loro spese ( ma leggi sprechi) del 70% ed il sig. Monti neppure se ne accorge. Dei troppi proclami nessuno è andato a buon fine ed il poco fatto è sato frutto di rovinose retromarce. Ciò detto, comunque se Monti vuole un 2° mandato SI PRESENTI AGLI ELETTORI non a NAPOLITANO-

erminiamusolesi...

Sab, 22/09/2012 - 17:29

ma con tanto bene che ci sarebbe da fare nel terzo mondo ,questi BUFFONI MANGIAPANEATRADIMENTO,GENTE CON PENSIONI NON MERITATE devono proprio rimanere in Italia a rompere i maroni a noi?una volta nella vita,fateci un regalo LEVATEVI DI TORNO,MA NON X UNA LEGISLATURA ......X SEMPRE..........TANTO QUELLO CHE POTEVATE FARE LO AVETE GIA' FATTO........DANNI..DANNI..DANNI..A NOI LOGICAMENTE,E TANTO BENE X VOI GRAZIE........M A F U O R I

epesce098

Sab, 22/09/2012 - 17:57

Monti prima se ne va e maglio sarà per tutti. Disastri ne ha fatti abbastanza. Non ne abbiamo bisogno di altri.Il Colle presto dovrà andarsene e speriamo con lui tutti i suoi scagnozzi.

ARNJ

Sab, 22/09/2012 - 18:25

Al Governo deve andare soltanto chi VINCE LE ELEZIONI e non i professorini caduti dal cielo........statevene a casa buoni buoni......dei guai ne avete già provocati troppi...........!!!!.

gianni.g699

Sab, 22/09/2012 - 18:31

A riprova che siamo diventati un popolo di masochisti a cui piace molto darsi le martellate sui testicoli ...

cast49

Sab, 22/09/2012 - 19:05

Otaner, giustissimo...

anna tomasi

Sab, 22/09/2012 - 20:58

E ci credo che non si vorrà tenere indietro. La sua pensione non ne risentirà di certo.

pongi40

Sab, 22/09/2012 - 21:06

Ci hanno preso gusto,sempre in prima pagina mentre prima erano noti tra di loro ma ignoti ai cittadini.Niente è gratis si presentino alle elezioni e si facciano eleggere altro che chiacchiere del piffero e non vado oltre sono troppo arrabbiato dalla protervia unita all'ignoranza e mancanza di senso della Misura di codesti"SALVATORI DEI PROPRI INTERESSI"

Ritratto di unLuca

unLuca

Sab, 22/09/2012 - 21:24

Errare è umano, perseverare diabolico. Speriamo che questo RE MIDA AL CONTRARIO vada a godersi una non meritata pensione.

PEPPINO255

Dom, 23/09/2012 - 04:34

Mi rivolgo a quelli che andranno a votare nell'aprile prossimo: Cerchiamo tutti di evitare di votare nomi che presentano un accento nel cognome

st.it

Dom, 23/09/2012 - 08:08

CERTO soldi più facili e così tanti,si hanno solo tuffandosi in politica.La gente ONESTA queste cose le vede e inorridisce,questi papataci invece vorrebbero ripetere l'esperienza.Facciano pure ma non a spese mie.