Tsipras è già nel caos: Camilleri e D'Arcais estromessi dai garanti

Crisi nel comitato dei garanti: Camilleri e D’Arcais estromessi nella gestione dello scontro per le candidature di Taranto

Crisi nel comitato dei garanti della lista Tsipras. Andrea Camilleri e Paolo Flores D’Arcais accusano di essere stati estromessi nella gestione dello scontro per le candidature di Taranto tra "anti-Ilva" e Sel. I due "prendono atto di non fare più parte dei garanti": resteranno come "due tra i 30mila cittadini" che sostengono la lista.

Lo scontro all’interno del comitato dei garanti nasce dalla questione delle candidature per la circoscrizione Sud. Tra le candidate di Taranto l'attivista di Peacelink Antonia Battaglia aveva accettato il posto in lista a patto che accanto a lei non ci fossero esponenti di Sel, un partito che a suo giudizio "ha gravi responsabilità sulla questione Ilva". Lo scorso 5 marzo la Battaglia ha scritto ai garanti della lista Tsipras chiedendo di togliere il suo nome dall’elenco dei candidati in quanto in lista figuravano i vendoliani Gano Cataldo e Dino Di Palma. Secondo D’Arcais, di contro, né lui né Camilleri avrebbero mai ricevuto la lettera della Battaglia pur facendo parte del comitato. "Tale lettera - ha scritto D’Arcais agli altri garanti, ai capilista e ad Alexis Tsipras - è stata occultata". E ancora: "Ricordo che nella teleconferenza per le candidature del 3 marzo, di fronte alla possibilità che Antonia Battaglia ponesse come condizione sine qua non ’o i dirigenti di Sel o leì , avevo espressamente detto, anche a nome di Andrea Camilleri che mi aveva delegato a rappresentarlo, che avremmo dovuto rispondere ’leì, cioè Antonia Battaglia, escludendo i dirigenti di Sel. Mi era stato risposto che nessun aut aut del genere era stato posto ma che se fosse risultato ineludibile scegliere, la lista avrebbe scelto di candidare Antonia Battaglia". Nella lettera D’Arcais ha, quindi, concluso di essere rimasto "allibito" nel leggere sul sito della lista la notizia del ritiro della candidatura della Battaglia.

D’Arcais si è lamentato del fatto che sul sito la notizia del ritiro della battaglia sia stata data senza spiegarne le vere ragioni. "Trovo questo modo di dare la notizia - ha spiegato D’Arcais - insultante nei confronti di Antonia Battaglia e delle lotte della società civile di Taranto, trovo che si tratti non di informazione ma di vera e propria disinformazia che getta irreparabile discredito sulla lista stessa". D’Arcais ha anche reso noto una lettera ricevuta nei giorni scorsi dalla Battaglia, in cui l’attivista scrive: "Quello che è accaduto è stato per me, per noi a Taranto, violento. Ha creato una grande spaccatura nel mondo degli ambientalisti che hanno creduto che io mi volessi candidare con Sel. Sono stata attaccata in modo indecoroso ma ho tenuto duro perchè ero convinta che mai e poi mai la lista Tsipras mi avrebbe nesso in lista come foglia di fico per coprire la vergogna di avere Sel. Alla pubblicazione delle liste, con il mio nome accanto a quello di due esponenti di Sel, Gano Cataldo e Dino Di Palma, sono rimasta attonita".

Commenti

elio2

Mar, 11/03/2014 - 17:14

Una bella lista di rappresentanti del peggior putridume, moralmente e socialmente esiziale di sinistra a cui interessano solo le poltrone e si accoltellano tra loro perché le poltrone sono poche.

fedele50

Mar, 11/03/2014 - 17:32

VECCHI INCARTAPECORITI, POI STO CAMMILLERI CHE SCRIVE SEMPRE LE STESSE COSE ILLEGGIBILI, ANDATE ALL'OSPIZIO VECCHI DECREPITI.

Ritratto di Cappuccio&Brioches

Cappuccio&Brioches

Mar, 11/03/2014 - 17:51

C'e ne faremo una ragione! Ma chi se ne frega della lista di questi malati mentali ultracomunisti!Ma andassero in ospizio.L'Italia non ha bisogno di elementi del genere,l'Italia ha bisogno di gente che guarda al futuro!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 11/03/2014 - 18:24

Credo che l'Italia non abbia bisogno di questi personaggi che scrivono "poesie incivili" che sono veramente incivili.

scipione

Mar, 11/03/2014 - 18:29

Vecchi incartapecoriti e palloni gonfiati ,ciarpame residuale della ideologia piu' criminale della storia,cercano di strumentalizzare la violenza criminale sull'ambiente " favorito " dai loro simili.

scipione

Mar, 11/03/2014 - 18:31

Ciarpame residuale che non vuol prendere atto che l'ideologia criminale del Komunismo e' morta e sepolta.

Triatec

Mar, 11/03/2014 - 19:25

Vecchi trinariciuti che anziché ritirarsi in qualche casa di riposo stanno ancora in giro a triturarci le palle con le loro panzane.

scipione

Mar, 11/03/2014 - 20:22

Perche' mi avete censurato sul ...ciarpame rosso ?

jakc67

Mar, 11/03/2014 - 20:29

certo che i comunioti fanno pure tenerezza, però: la loro convinzione che i loro ideali e che sopratutto i loro obsoleti metodi di guerra politica, validi sino a quando li nformazione era controllabile e sopratutto censurabile, adottati in italia siano apprezzati all estero ha un certo non so che di puerile e li porta a fare di queste figuracce barbine, un po^ come i sudtirolesi che minacciano continuamente di voler aderire al tirolo austriaco quando lo stesso non se li ca@a manco di striscio, anzi... poveracci...

Ritratto di gian td5

gian td5

Mar, 11/03/2014 - 21:14

Ma questi "ambientalisti" sono soci di Debenedetti e azionisti della Tirreno Power accusata di aver fatto più di 400 morti con le emissioni della centrale a carbone di Savona?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 11/03/2014 - 21:37

Ormai per le vecchie canaglie comuniste non c'è più speranza. La loro prossima ed ultima tappa sarà la discarica speciale per il trattamento dei materiali tossici!

pajoe

Mar, 11/03/2014 - 21:48

Gli over 55 non dovrebbero più avere accesso ad una carica pubblica, ne va del futuro di questo illuminato, ma purtroppo invecchiato Paese, dove ancora gente nata nei primi del novecento rincorre con accanito impeto travolgente, poltrone e posti di potere, solo perchè hanno vissuto negli anni più terribili dell'Italia e dell'intera Europa.I ragazzini di oggi scrivono e imparano velocemente con lo smart phone, non hanno più bisogno del sillabario e del sussidiario, quanto meno di satrapi e parrucconi che si affacciano, per non scomparire.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 11/03/2014 - 22:14

Sono indecorosi e lo spettacolo che offrono di se stessi è vomitevole.Oltre ad aver scritto qualche romanzetto insignificante, questo cammilleri quali meriti ha sul piano civile e politico?

Roberto Casnati

Mar, 11/03/2014 - 22:25

Camilleri non conosce la base delle regole della lingua italiana, ha pubblicato solo perchè sponsorizzato dal PD, è un vecchio aterosclerotico in odore di mafia; D'Arcais è un noto consumatore di droghe al quale sono rimasti pochi neuroni attivi e questi dovrebbero essere i "garanti"? Ma ANDATE A......!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 12/03/2014 - 01:35

Che tristezza vedere il nostro paese in mano a stupidi parassiti trinariciuti che non fanno altro che continuare a creare partitini per soddisfare INSENSATE MEGALOMANIE PERSONALI BEN RETRIBUITE. Se la politica fosse vissuta come carica onorifica TUTTI QUESTI PARASSITI SVANIREBBERO CON IL LORO COMUNISMO D'ACCATTO.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 12/03/2014 - 07:58

Non si può mettere, in posti come questi, CENTE GIOVANE??? La foto sopra fa capire che gli Italiani vivono nel passato e che solamente i MATUSA hanno possibilità di occupare posti dove c`è molta responsabilità. Come è possibile tutto ciò ? sono a un passo dalla BARA e nel belpaese, c`è troppa disoccupazione!!! Come possono questi MATUSA? Hanno veramente inventato loro stessi l`EGOISMO. Perche non li OBBLIGANO AD ANDARE IN PENSIONE,Solamente cosi non romperebbero più le palle alla GIOVENTÙ.