Caro Renzi, taglia queste tasse stupide

Superbollo sulle auto, accise sui carburanti, imposte su barche e sigarette elettroniche: eccessi che frenano i consumi

Non c'è niente da fare; quando le tasse sono troppe, il gettito, anziché aumentare, diminuisce. Effetto Laffer, lo chiamano gli economisti: ovvero, la silenziosa vendetta dei tartassati. Primi fra tutti, gli automobilisti, grande bancomat del Fisco italiano. Almeno fino a ieri: perché oggi la morsa stretta oltre i limiti sta rivelandosi un fallimento. Il famigerato superbollo ne è l'esempio più eclatante: introdotto dal governo Monti per portare nelle casse dello Stato 168 milioni di euro, in realtà ne ha fatti perdere all'Erario, in un solo anno, 140 milioni.

Colpa del calo di vendite di auto di grossa cilindrata, nuove o usate che siano, e dei trasferimenti all'estero, dove molti automobilisti esasperati hanno preferito collocare le loro vetture. Tanto che perfino nella patria dei motori, l'Emilia, le concessionarie Ferrari e Maserati hanno chiuso i battenti. Una débâcle di proporzioni tali che l'Unrae e le altre associazioni del settore auto hanno fatto fronte comune per chiedere l'abolizione della sciagurata tassa: ma finora nessuno dei governi che si sono succeduti ha raccolto il grido di dolore. Intanto, sulle strade d'Italia i segnali di allarme si moltiplicano: i consumi di carburante, già penalizzati dalla crisi economica, continuano a ridursi per effetto della tassazione eccessiva, che invece di aumentare le entrate contribuisce a diminuirle. Una spirale perversa che continua ad avvitarsi: nel 2013 - certifica il centro studi Promotor - vi è stato un calo di quasi un miliardo (per l'esattezza 999 milioni) ed anche il 2014 è cominciato male per il Fisco con un minor gettito di 60 milioni.

L'«effetto accise» - la tassa sulle tasse, per dirla in parole povere - accomuna carburanti e tabacchi, che infatti vedono il gettito fiscale andare in fumo: nel 2013 alle casse dello Stato sono venuti meno 550 milioni da sigarette e affini, bruciati dall'aumento dell'Iva. E anche le sigarette elettroniche, appena entrate nel paniere Istat, si stanno già spegnendo, con la stangata della tassazione al 58,5%: nel 2012 il fatturato in Italia era di 350 milioni di euro con 6mila negozi operativi, ora circa il 60% ha chiuso i battenti.

Ma l'effetto Laffer non si ferma: ricordate la tassa sulle barche? Voleva essere un simbolo dell'equità e della sobrietà del governo «tecnico», si è trasformata in un naufragio. Su 180 milioni previsti ne sono entrati nelle casse dello Stato solo 24: in compenso, la fuga dai porti italiani, scatenata dal solo «effetto annuncio», ha danneggiato, forse irreparabilmente, un settore chiave della nostra economia. La tardiva modifica del governo Letta, che nel giugno scorso ha abbassato di poco le tariffe, esentando le barche più piccole, non ha fatto cambiare rotta alle molte imbarcazioni che hanno trovato riparo sulle sponde francesi, spagnole o croate: un danno di oltre un miliardo di euro per l'economia costiera del nostro Paese.

L'ultima - per ora - delusione? La Tobin Tax, che porta il nome di un Nobel dell'economia, ma all'economia italiana, finora, ha fatto solo danni. La tassa sulle transazioni finanziarie ha provocato un calo del 20% delle contrattazioni di Borsa, pari a 17,5 miliardi al mese: parola dell'ad Raffaele Jerusalmi, che non perde occasione per chiederne l'abolizione a nome degli investitori. E a conti fatti, nemmeno il Fisco ci guadagna: nel 2013 la Tobin ha portato nelle casse dello Stato meno di 300 milioni, contro il miliardo atteso dal governo Monti, e quest'anno - ha ammesso Vieri Ceriani, consulente del ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan - si arriverà a malapena a 400 milioni.

Commenti

nino47

Sab, 15/03/2014 - 08:27

Penso che, a parte quelle sui carburanti che investono anche chi non puo',quelle su barche e macchinoni sono tasse perfettamente sopportabili da chi puo'permetterseli, magari modulate in cifre piu' realistiche.. Quanto alle sigarette ed alcolici poi...se hai ilvizio,te lo paghi! Io auspicherei anche una tassa sugli sms, la cosa piu' inutile ed abusata del secolo. Ben piu' di 9o miliardi di sms nel 2012, avete capito bene :90 miliardi!!!basterebbe un tassa di un paio di centesimi!!! E'inutile dire togliamo qua,togliamo la',togliamo tutto e poi pretendere qualsiasi servizio. Cerchiamo di non cadere nel ridicolo. Ci sono gia' i nostri politici che ci pensano!!!

Xander

Sab, 15/03/2014 - 08:48

Renzi dovrebbe tagliare le imposte sulle barche!?!?!?!?!, auto di grossa cilindrata!?!?!. Con la disoccupazione giovanile ad oltre il 30% si pensa alle barche. Una eventuale soppressione di queste accise: barche-auto grossa cilindrata, vorrei vedere quali grandi effetti avrà sulla produzione, ah giusto!, i cantieri navali costruiranno di più, e pagheranno piu tasse!. Le auto di grossa cilindrata sono tutte estere, andiamo ad arricchire la Germania. Tornate a scuola! Imparate un pò di economia, invece di prendere il Sole sulla barca a Capri, le piccole-medie imprese (base italiana) non ne possono più, l'hanno venduta da un pezzo la barca!.

Ritratto di VT52na

VT52na

Sab, 15/03/2014 - 08:50

... tra «effetti accise» e «débâcle» ... siamo alla FRUTTA !!!

Massimo Bocci

Sab, 15/03/2014 - 08:56

Signori del Giornale, abbiate pazienza ma un REGIME!!! (di LADRI!!!) con queste stupidaggini ci paga i propri AGI!!! Una prebendina qua una la e il GIOGO è FATTO!!!!

cameo44

Sab, 15/03/2014 - 09:04

Per dare del buffone a Renzi e al suo Governo ivi compreso Alfano non occorre attendere il 27 maggio lo si può fare subito visto che per il Governo ed in primis per Renzi che ne è il capo è più urgente dare gli 80 euro circa al mese a chi guadagna già 1500,00 euro al mese e non a chi ha una pensione di mille euro o quella minima di 500 euro al mese questi sono già in campagna elettorale e si rivolgono a quel serbatoio di voti rappresentato dal publico impiego per loro i pensionati posso no anche morire così non pagano più le pensioni ecco la rivolta stori ca di cui si vanda l'evanescente Alfano Renzi dice che per i pensio nati non cambia nulla ancora una falsità visto che anche i pensionati pagheranno le nuove tasse sia sulla casa che sulla spazzatura oltre che sui conto correnti tutto questo basta ed avanza per dare del buf fone a Renzi ed al Governo tutto dimostrando ancora una volta la poca sensibilità verso i più bisognosi a questi possiamo aggiungere il Pre sidente Napolitano che non spende mai una parola per i poveri di casa nostra nonostante sia prodico di far prediche e salmoni

Ritratto di kinowa

kinowa

Sab, 15/03/2014 - 09:04

Caro Renzi, ad oggi hai rottamato solo i pensionati e chi lavora con contratti "strani",aiutando soltanto quelli che fortunatamente levorano regolarmente. Posso anche essere daccordo, anche se con dei 40 euro (sono 80 lordi) si fà ben poco. Per cui oltre alle tasse indicate nel titolo, per far sì che gli Italiani tocchino con mano il cambiamento ci aspettiamo: -liberalizzazioni; -eliminazione di enti inutili (e sono tanti); -eliminazione del finanziamento ai giornali (spesso finanziati ma nemmeno esposti in edicola), -Riduzione drastica (almeno 70%) degli stipendi percepiti dai funzionari dello stato; -abolizione del senato; -blocco almeno decennale dei dipendenti statali, trasferendo quelli in esubero (troppi) in uffici carenti; In proposito voglio segnalarti che spesso questi signori usano fare lo "straordinario programmato" noti lincongruenza? Come si puà programmare qualcposa straordinaria?; Queste sono una piccola parte di cose che non sarai in grado di fare almeno che tu non abbia il coraggio di farlo.

Beaufou

Sab, 15/03/2014 - 09:15

Da questo articolo risulta chiarissima una cosa: che i cosiddetti "tecnici" la curva di Laffer l'hanno senz'altro imparata, o quanto meno vista, sui testi di economia, ma per loro è rimasta una speculazione teorica senza nessun aggancio con la realtà. Questo la dice lunga sulla "preparazione" dei nostri "economisti" bocconiani. Non a caso, uno dei pochi economisti italiani degni di questo nome, Giulio Sapelli, che fra l'altro ha una cultura generale di tutto rispetto, vede la Bocconi un po' come il fumo negli occhi...

Guido_

Sab, 15/03/2014 - 09:15

Definire "tasse stupide" quelle sui beni di lusso tipo supercar e yacth è proprio di chi vive in una repubblica delle banane.

buri

Sab, 15/03/2014 - 09:17

uccidono l'economia con tasse, giustamente chiamate stupide, tutti ne chiedono l'abolizione, fanno perdere soldi all'erario, ma nessuno governo le tocca, andiamo avanti così, perché non s'impegnino di più in economia e meno in inglese, a meno che questo sia utile per non essere capito dalla gente-

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 15/03/2014 - 09:26

Caro Renzi, taglia l´apparato burocratico dello stato italiano parassita, unico al mondo per enormitá e ferocia sopra le fabbriche che chiudono e sopra la pelle dei lavoratori.

mariani francesco

Sab, 15/03/2014 - 09:35

Si potrebbe togliere anche IVA su utenze domestiche ( luce , gas , telefonia ecc )poche decine di euro a famiglia ma che sommate fanno sperare

Dario40

Sab, 15/03/2014 - 09:48

Monti a suo tempo aveva chiesto agli Italiani di indicare dove lo Stato deve intervenire per ridurre privilegi e sprechi. Sono arrivate milioni di risposte, ma manco una ne hanno letto. Letta ha dato incarico ad un super burocrate di indicare dove tagliare, ma questo individuo non ha ancora reso pubbliche le sue considerazioni. Nonostante il traditore Angelino Alfano dichiari che loro difendono il centrodestra, sembra proprio il contrario. Mi fanno schifo !

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 15/03/2014 - 09:52

caro guido, forse le conviene rileggere meglio l'articolo e di indossare i panni dell'imprenditore, prima di scrivere le solite sciocchezze comuniste :-)

@ollel63

Sab, 15/03/2014 - 09:59

La REGOLA è UNA SOLTANTO, ma non la conoscono gli stupidi e imbecilli sinistrati, sia quando al governo come ubriachi manovratori e sia come zavorra s-fascista di teste avvinazzate quando all'opposizione: "SE LE ENTRATE IN CASSA SONO PARI A 100 le uscite non possono mai essere superiori a questo valore". "Se poi, in un determinato periodo occorre far fronte ad una spesa improvvisa e imprevedibile SI RICORRE unicamente al TAGLIO di una SPESA (quella meno urgente tra tutte le urgenti) e se ciò non è possibile si aspetta immobili che il periodo passi, riducendo tutte le spese in pari misura". Ma M A I e poi M A I si attui il furto chiamato impropriamente AUMENTO delle tasse. Questa procedura sia dichiarata una volta per tutte INSENSATA, ILLEGALE, ABUSIVA, MAFIOSA (ma la mafia non fa mai furti abnormi al gregge delle capre da mungere perché sa che le ucciderebbe.. e soccomberebbe alla pari del branco munto). Queste cose le conoscono anche gli animali ma noni gli italici sinistrati avvinazzati predatori incolti sub-umani e sub-animali.

migrante

Sab, 15/03/2014 - 10:00

concettualmente l'articolo e`sulla strada giusta, ma un paio di esempi non sono proprio felici...io vivo all'estero, dove le sigarette elettroniche non sono state "tartassate", al contrario di quelle "vere", eppure sono praticamente "sparite" dalla circolazione...e` il semplice destino di "mode pirlaccesche" ! Il "problema" del superbollo e` un falso problema se si parla di Ferrari e consimili, se ti permetti una Ferrari non e`certo il bollo a spaventarti...ti spaventano piu`gli occhi "grigio-gialli" ...e poi "le tedesche" oramai hanno a listino auto di lusso che il superbollo non lo pagano !

moichiodi

Sab, 15/03/2014 - 10:01

E, dopo, vediamo se sei capace di spostare il sole a settentrione. Firmato Laura verlicchi

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 15/03/2014 - 10:11

se eliminasse queste tasse l'Italia sarebbe finita prima del tempo.Buri senza tasse non avrebbero più soldi ci sarebbe la banca rotta come succede in certi paesi africani.Non bastano con le tasse pensa senza.Gli stipendi ai politici e super pensioni sono intoccabili come i fili di alta tensione.Chiedetevi perchè non vogliono copiare la politica tedesca.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 15/03/2014 - 10:15

L`Italia è il paese tra i più tassati d`Europa. Nei paesi nordici fuori dall`EURO, tolti i costi dello stato, una parte una parte viene investita per il benessere della popolazione, la disoccupazione non è elevata come da noi e gli anziani vengono rispettati. Questi paesi sono con meno popolazione che da noi, la corruzzione quasi non la conoscono, se non importata da lavoratori stranieri che si sono inseriti nel loro paese. In Italia, i parlamentari dal dopoguerra in qua, hanno emesso molte tasse che esistono tuttora,queste tasse vengono pagate dalla popolazione, MA, DOVE VA A FINIRE QUEL DANARO ??? I parlamentari, NUOTANO NELLE AGEVOLAZIONI, HANNO SALARI DA NABABBI,DOPO UN MANDATO HANNO PENSIONE ASSICURATA, ANCHE A GIOVANE ETÀ, I DIRIGENTI DEGLI ENTI STATALI,PROVINCIALI ecc. ecc. SONO CON LE STESSE AGEVOLAZIONI E SALARI DEI PARLAMENTARI. Ora ,mi chiedo dove vada a finire tutto il danaro, che entra nelle casse dello stato ,VISTO CHE IN TUTTE LE INFRASTRUTTURE, MANCA LA MANUTENZIONE E VENGONO MESSE PERSONE INCOMPETENTI O MENEFREGHISTE !!! Oltre a ciò ,PERCHÈ, i NOSTRI DIRIGENTI NON VENGONO PAGATI A PRESTAZIONE ????? TANTO PER TANTO!!!!! E SE NON FANNO IL LORO DOVERE: CHE NON ABBIANO ALCUNA RETRIBUZIONE E PAGHINO LE CONSEGUENZE, CI SONO TROPPI LADRI TRA LORO. In questa Italia, abbiamo troppi PAPPONI, dobbiamo toglierne le radici, al più presto. SVEGLIA ITALIANI !!!!!!!!!!!!!!!

An_simo

Sab, 15/03/2014 - 10:20

ma quanto vi rode quello sta facendo Renzi eh, bananas ? è divertente vedervi affannati a cercare di sminuire e smontare quelle iniziative

Ritratto di geode

geode

Sab, 15/03/2014 - 10:29

Più che stupide sono delle vere e proprie "rapine" a fronte di servizi spesso pessimi od inesistenti.

Ernestinho

Sab, 15/03/2014 - 11:08

Sono d'accordo cn l'autrice dell'articolo! Piuttosto che gettare fumo negli occhi ai pochi privilegiati (!!!) a cui regalerà la considerevole somma (!!!) di €. 80 mensili, dimenticandosi degli altri, il nostro "Premier" farebbe bene a tentare di incentivare i consumi abbassando il prezzo sulla benzina, sui beni primari, sui consumi tipo Enel, Telecom, sulle Assicurazioni (qui in Campania è una vera e propria "mazzata" per colpa di alcuni disonesti), riabbassando l'IVA, bloccando le parcelle ai professionisti ed autonomi, abolendo le Provincie e le Regioni, dimezzando i parlamentari, abbassando gli stipendi e le buonuscite scandalose, ecc. Solo con un programma serio l'Italia potrà tentare di risollevarsi. Cosa molto difficle perchè in Italia, come ben sappiamo, comandano le lobbies!

Marzia54

Sab, 15/03/2014 - 11:11

La patrimoniale? Ben venga per i redditi sopra i 500.000€! Le accise (benzina, sigarette, alcoolici, birra) non devono più essere aumentate se si vuole la ripresa dei consumi considerando che colpiscono tutti. Per quanto riguarda il commento di "nino47" lo trovo assurdo tassare gli sms è ridicolo, allora perchè non legalizzare la prostituzione si incasserebbe molto di più e le forze dell'ordine avrebbero possibilità di controllare efficacemente il settore! Per sigarette e alcoolici "nino47" parla di chi ha il vizio e allora? Cosa dobbiamo fare diventare tutti santi senza nessun vizio solo perchè lei non beve e non fuma?! Inoltre ha pensato a quanta gente vive vendendo sigarette, liquori e birra? Cosa vorrebbe nuovi disoccupati?

Ernestinho

Sab, 15/03/2014 - 11:12

In Italia lo stipendio e/o la pensione, il guadagno in ogni caso, servono prima per pagare le tasse e poi, eventualmente, se resta qualcosa,per vivere! Quanta nostalgia per la Lira! Con l'Euro sono aumentate, in modo considerevole, sia le tasse che diminuita la potenzialità di acquisto!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 15/03/2014 - 11:36

PERCHE' DOVREBBERO ! GLI ITALIANI NON SI RIBELLANO MAI QUINDI SONO FELICI E RICCHI PER PAGARE QUESTE RUBERIE DEI POLITICI DA VOI TUTTI VOTATI. SIATE FELICI DI ESSERE ITALIANI, ORGOGLIOSI DI PAGARE QUESTI STUPIDI BALZELLI PER ARRICCHIRE I VOSTRI AMATI E SEMPRE VOTATI POLITICI ED I LORO CONFRATELLI MASSONI EUROPEI DAI QUALI DIPENDONO. IL POPOLO BUE E' SEMPRE FELICE PERCHE' NON SA CHE VA AL MACELLO

alfa553

Sab, 15/03/2014 - 11:38

Ma ai geni che governano e a quelli che dovrebbero pensare di più, cioè le opposizioni, non sanno che i famosi 10 miliardi non sono tali una tantum, (il che sarebbe una ciorrada) ma permanenti, quindi i famosi 10 miliardi saranno una spesa annuale che peseta, Questo Renzi detto genio della lampadina, non lo sa?Ma cosa vi aspettate da 4 ragazzini iniqui e scioccarelli.Costoro cosa capirebbero senza i segretari,e pensare che li vogliono cancellare dal libro paga.Poverini.

FRAGO

Sab, 15/03/2014 - 11:44

Caro Renzi, mi sono battuto più volte sui vari giornali contro l'aumento selle accise sulle sigarette elettroniche, una assurdità che va contro la salute dei cittadini. In Italia non conta la salute e quanti soldi bisogna spendere domani per rimediare. Le così dette sigarette elettroniche sono un'alternativa al tabacco che fa sicuramente male. Se fanno male anche loro si vietano, se servono a fare cassa, lo stato inizi a vendere droghe, leggere o pesanti che siano. Per i giornali che hanno combattuto e perso questa battaglia contro il tabagismo, chiedo che pubblichino l'elenco dei nomi e partito di appartenenza di coloro che hanno votato l'aumento dell'accisa, in modo che si prendano la responsabilità di questo atto contro la salute pubblica.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 15/03/2014 - 11:46

Tagliare le tasse? I suoi padroni delle UE Bce lo sgozzano. Appena salterà fuori l'ennesimo buco di bilancio, lo sculacciano, e come avviene da sempre aumenterà qualche accisa o se ne inventerà di nuove. Non cambia mai nulla in questa nazione infame. Specialmente con questo pupazzo venditore di fumo.

sile650

Sab, 15/03/2014 - 12:01

Molto inreressanti i commenti, dei sinistri prezzemolini e non solo: indicano che la disinformazione dei governi precedenti ha dato frutti, eccome. Ricordatevi che il superbollo non è una tassa sul VALORE, di un'auto, ma sulla potenza. Vi sembrerà strano, ma pure chi non è ricco può essere appassionato, ed essersi comprato una vettura potente sul mercato dell'usato. Vettura che generava introiti per lo stato, perchè dava lavoro a meccanici e carrozzieri (l'appassionato non la tiene certo malconcia), generava introiti dalle accise sui carburanti, come pure bollo ed assicurazione. Elevando la tassazione al livello mostruoso, i conti economici hanno sconfitto la passione, e migliaia di auto sono finite all'estero per quattro soldi. Complimenti!

LAMBRO

Sab, 15/03/2014 - 12:07

MATTEO NON DIMENTICARE LA RIPRESA IMMOBILIARE : VALE 1/1,2 MILIONI DI POSTI DI LAVORO.

Ernestinho

Sab, 15/03/2014 - 12:17

I redditi da capitale verranno tassati al 26% e va bene. Sarebbe logico che il Governo, invece di considerare solo i profitti dell'anno in corso, considerasse anche quelli, negativi, degli anni passati in cui le Borse, specie quella italiana, hanno subito veri e propri tracolli! Ma, comunque, io credo che chiunque sarebbe d'accordo di pagare questa tassa esosa ma, nel contempo, il Governo dovrebbe risarcire al 26% le eventuali e possibili perdite! I rischi vengono fatti personalmente sulla propria pelle ed è facile per il Governo intervenire, con misure da capestro, solo se ci sono guadagni!

agosvac

Sab, 15/03/2014 - 12:48

Se solo Renzi avesse l'intelligenza di cancellare le norme volute da visco e bersani nel lontano 2006/2007, il mercato automobilistico si riprenderebbe subito. Furono loro, infatti, a cambiare la tassa di circolazione in tassa di proprietà( credo che siamo l'unico paese al mondo a pagare una tassa anche sulle auto che non circolano!!!!) e furono loro a cambiare il vecchio regime di cavalli fiscali in quello molto più penalizzante di "potenza del motore". Una cosa assurda visto che fa pagare di più a chi ha macchine di piccola cilindrata e poco costose ma con molti cavalli rispetto a macchine di grossa cilindrata che sono meno potenti ma molto, molto più costose. La cosa giusta sarebbe che intanto si tassino solo le macchine che circolano e poi si tassino di più le macchine che costano di più.

pedrosa

Sab, 15/03/2014 - 12:57

@ cammeo44 Egregio, chi prende 1000€ di pensione, ha solo pagato per quella cifra e e forse con il sistema retributivo prende anche di più, chi prende 500 € la vecchia "sociale" non ha mai pagato un cent. o lira, dunque sono soldi sottratti a chi ha lavorato e pagando per 40 anni o anche di più.

Ritratto di Balamata

Balamata

Sab, 15/03/2014 - 13:20

X an simo Guarda che ti sbaglia, noi se qualcuno fa del bene per il paese ne siamo felici...ma si puo' sempre fare di piu'

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 15/03/2014 - 14:16

Per,rendere lo Stato efficiente si deve prima rendere la Giustizia efficiente, non é giusto che in un paese come l,Italia uno straniero come Debenedetti abbia 350 milioni di euro! di Tasse arretrate provate e comprovate; É 450 MORTI SULLA COSCIENZA! sia ancora in Libertá, mentre un imprenditore come Berlusconi venga condannato a 4 anni di galera senza la minima prova!, per far funzionare bene un Paese bisogna prima far funzionare bene la Giustizia, ed é per questo che in Germania funziona tutto meglio che in Italia, é se da 50 anni! non si fa nessuna riforma senza il volere dei Giudici e Magistrati, allora e inutile lamentarsi che le Tasse sono troppe!.

gentlemen

Sab, 15/03/2014 - 14:51

@Xander:Io sicuramente devo studiare,ma anche lei mi sembra lo debba fare.Guardi i dati riguardanti i posti di lavoro persi nel settore delle auto di lusso e in quello delle barche di medio-alto livello! Lei dice:tanto sono auto di lusso che si comprano all'estero! Questo non è vero e comunque tutte le concessionarie,le officine,i carrozzieri,insomma tutto l'indotto delle auto di lusso (e delle barche) ha dovuto chiudere i battenti,anche perché la persecuzione fiscale toglie la voglia anche a chi è in regola con il fisco di acquistare questo genere di beni.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 15/03/2014 - 17:59

ajajaja nessuna prova che ha evaso il fisco ma tu sei scemo leggi il curriculum di Silvio poi scrivi baccalà.Adesso loda la Germania, che banderuola del kaxxo.Ma vai a cagare esposito.

Ernestinho

Dom, 16/03/2014 - 10:59

Ci sono anche i ricchi onesti, imprenditori ecc., che danno lavoro ad altri. Personalmente non ne provo invidia, anzi li ammiro per le loro capacità. Non è giusto tar..tassarli oltre un certo limite. Non si possono tassarli al 50% ed oltre altrimenti è conveniente per loro portarsi l'azienda ed il lavoro all'estero o ritirarsi e tirare i remi in barca con perdita di posti di lavoro e di contributi in Italia!

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 22/03/2014 - 18:34

Franco finto tedesco TU NON PUOI PRONUNCIARE IL NOME DI SILVIO PERCHE'SEI IL TIRAPIEDI DELLA KULONA EX DDR. FATTI DARE LA PENSIONE DA LORO INVECE DI PRENDERLA DAA'INPS OVVERO DAGLI ITALIANI CHE PAGANO LE TASSE