Il Cav apre la nuova cabina di regia liberale

Vertice con sei grandi economisti a Villa Gernetto: così Berlusconi prepara il ritorno in campo e il rilancio del Paese

nostro inviato a Lesmo (MB)

Un frullato di intelligenze riuni­te intorno a un tavolo. Tema: la crisi di Eurolandia. Silvio Berlusconi adotta la tecnica del brain storming e fa ragionare sei grandi economisti nella cornice da cartolina di villa Gernetto, sede della futura Universi­tà del pensiero liberale. Il Cavaliere sta studiando il suo ritorno in cam­po, in vista delle prossime elezioni, e allora ha deciso di giocare in gran­de.
Non basta inventare un nuovo marchio, un nuovo logo, un nuovo inno; no, ci vogliono anche idee al­l’altezza di una crisi che ha messo in ginocchio tutto l’Occidente. Euro­landia boccheggia, la Ue non riesce a districarsi fra rigore e recessione, l’euro è oggetto di un tiro alla fune sempre più rovinoso fra la Germa­nia e i Paesi cosiddetti meno virtuo­si, come l’Italia.Il Cavaliere ha capi­to che le ricette, quelle classiche e non solo, non funzionano e allora ha convocato in questa meraviglio­sa dimora settecentesca a due passi da Arcore, ma lontanissima dai gos­sip e dalle polemiche, una mezza dozzina di economisti, europei e americani. Fra di loro anche un pre­mio Nobel, il cui nome viene nasco­sto per tutta la giornata dagli orga­nizzatori come un segreto di Stato, anche se il nome che circola è quello di Andrew Michael Spence, docen­te alla Bocconi.

Da villa Gernetto, più blindata di una procura, arrivano solo fram­menti di notizie, centellinati con il contagocce. Si sa che a coordinare il gruppo di lavoro c’è Antonio Marti­no, uno dei fondatori di Forza Italia, e questo la dice lunga sull’idea di fon­do: si tratta di tornare allo spirito ori­ginario del ’ 94, alla rivoluzione libe­rale, promessa e arenatasi fra beghe di partito, difficoltà oggettive e rigur­giti di statalismo degli alleati. Il nuo­vo partito, che dovrebbe rianimare vecchientusiasmieantichesperan­ze, non si chiamerà quasi sicura­mente Forza Italia, come l’origina­le, ma potrebbe giocare con quelle parole colme di storia e di suggestio­ni. E anche sul lato economico-fi­nanziario, questa è l’ultima chance per dare consistenza a temi che si so­no logorati nella routine della politi­ca. Gli incentivi alla crescita. Il peso della burocrazia. I taglia della spesa. Il carico fiscale che dal ’94 è aumen­tato invece di diminuire Come mettere in fila questi con­cetti nei giorni forse più acuti della crisi economica?

Ecco la prim asorpresa: ilCavalie­re chiama a raccolta un cocktail tra­sversale di professoroni e dà il via al
brain storming .
Interventi brevi, molti giri di tavolo, nessuna tesi pre­costituita, nessuna relazione acca­demica, ma molte punture di spillo, osservazioni volanti, provocazioni. Il tutto, naturalmente, in un’atmo­sfera di massima libertà, garantita dall’impenetrabile silenzio-stam­pa. Con Berlusconi, accompagnato nella mattinata dal figlio Luigi, c’è naturalmente Martino, e con lui En­nio Doris, il banchiere amico da una vita.Stop.Poi c’è lo staff organizzati­vo: i parlamentari Giuseppe Moles, storico braccio destro di Martino, e Deborah Bergamini, combattiva de­putata toscana. Con un passato in Rai.

Il brain storming va avanti per tut­ta al giornata, con un’interruzione per il pranzo e per una breve visita al parco, con i giardini terrazzati e le statue di Canova. Il Cavaliere ascol­ta e propone le sue teorie. Meno di un mese fa, ha scandalizzato l’ esta­blishment europeo dicendo che in questa situazione «uscire dall’euro nonsarebbeunabestemmia».Late­si di Berlusconi è chiara: se la Bce non diventa una banca prestatrice diultimaistanza, comelaFederalRi­serve, la crisi dello spread non verrà superata. E allora meglio andarse­ne dall­’euro oppure chiedere la cor­tesia alla Germania che blocca ogni tentativo di riforma in questa dire­zione. Il Cavaliere saggia le sue idee, le mette alla prova, le fa rimbalzare su possibili obiezioni. E intanto, in qualche modo battezza il suo nuo­vo gabinetto di governo, una prima rudimentale ma prestigiosissima cabina di regia.Poi dà l’arrivederci a settembre per il brain storming nu­mero due. Con altri invitati di lusso.

Commenti

bobsg

Mar, 17/07/2012 - 08:28

Speriamo che i "sei grandi economisti" gli abbiano spiegato che il primo problema dell'Italia è lo sciagurato sperpero di danaro pubblico, Sicilia in testa. Ma se pensa di tornare a governare il paese come sta facendo col Milan...

Leonardo Marche

Mar, 17/07/2012 - 08:59

Ai premi nobel ed agli illustri economisti ci credo il giusto. Di errori ne hanno fatti tanti. Se però questa serve come operazione di immagine per dare credibilità a certe idee ... Invece, almeno per le teorie poi da applicare, ripartirei dal mondo reale del lavoro. In particolare dalla bilancia dei pagamenti che è in passivo da 15 anni, e dal fatto che averla ignorata è stato un errore madornale bipartisan (cosa che invece non hanno fatto i tedeschi!). Lo spread è conseguenza del debito estero e delle difficoltà oggettive che abbiamo ad invertire la tendenza a crescere di quest'ultimo. Il debito estero è creato dallo sbilancio commerciale estero ed è dovuto alla nostra insufficiente competitività sui nuovi mercati mondiali. Lo stesso prodotto fatto fare in Cina dall'Italia costa circa 1/4 che qua e non c'è marketing capace di sostenere questo differenziale di prezzo. Da qui si deve ripartire. Dobbiamo dimezzare l'euro e far raddoppiare a Pechino la propria moneta? Oppure dobbiamo dimezzare i nostri costi (stipendi, affitti, benzina, prezzi imposti) attraverso successivi decreti (come hanno fatto i tedeschi negli ultimi 10 anni) in modo da avere gli effetti di una svalutazione senza le conseguenze negative sul debito ed sui nostri depositi? Oppure ancora dobbiamo reintrodurre i dazi per quei paesi che non rispettano una "carta" condivisa di diritti minimi e basilari dei lavoratori (come due disegni di legge americani bloccati poi dai loro presidenti avevano proposto)? Comunque il tempo dei "pannicelli caldi" è finito.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 17/07/2012 - 10:24

Invitare qualche esponente della corrente libertaria. Invitare Ron Paul. Rievocare Luigi Einaudi. Leggere Mises,Rothbard. Abbandonare ogni vestigia di politica economica keynesiana. Ce ne sono di cose da fare.

Ritratto di Max Muccini

Max Muccini

Mar, 17/07/2012 - 11:47

Buongiorno,sarebbe bello sapere i contenuti e che ruolo avrà Martino nella nuova Forza Italia.saluti

antiquark

Mar, 17/07/2012 - 11:58

Cavaliere, partito nuovo, vita nuova. SE!!!! impone un tetto di stipendio più basso a parlamentari e dirigenti pubblici imponendo un tetto massimo come fanno i paesi emergenti, SE!!!! toglie tutte le auto blu, grigie, SE!!!!! toglie tutti i vitalizi ai parlamentari che lavorano pochi anni, SE!!!! applica il Metodo Di Bella per la lotta ai tumori, meno costoso e moolto più efficace, SE!!!!toglie le province, SE!!!! si impegna a tolgiere le inutili spese burocratiche a vantaggio dei cittadini, riducendo deficit pubblico e abbassando le tasse, il successo non Le può mancare QUETO E' L'UNICO PROGRAMMA DI GOVERNO CHE GLI ITALIANI VOGLIONO. CHI LO FA VINCE LE ELEZIONI

mezzalunapiena

Mar, 17/07/2012 - 12:04

ho sempre votato il berlusca da quando è sceso in politica,ma credo che debba seguire il consiglio di ryan air ma insieme a lui tutti quei politici che hanno rovinato l'italia e che ora si permettono di dire a monti quello che loro avrebbero dovuto fare 30 anni fa.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 17/07/2012 - 12:15

Solo in Italia si inventano sedi universitarie ad personam. Non per nulla siamo agli ultimi posti nelle graduatorie mondiale

framont

Mar, 17/07/2012 - 12:35

Si puo' arrivare al 40% mettendo al centro la famiglia ed il quoziente famigliare...pena la sparizione pdl (o altro),la disfatta dell'Italia e dell'Europa. abbiatene il coraggio.

Albi

Mar, 17/07/2012 - 12:39

Mentre i colonnelli discutono sul nome da dare al partito e sulla fondamentale questione Minetti, per non parlare del PD affondato fra gay e lesbiche alla caccia di contributi e sussidi, forse il Cavaliere intuisce di nuovo la strada da percorrere....

Ritratto di gpdimonderose

gpdimonderose

Mar, 17/07/2012 - 12:57

solo la bellezza salverà il creato...il mondo-creato dal kreator...vival'italia-l'eternoritornodisilvio...

Martino70

Mar, 17/07/2012 - 13:59

Silvio, se torni, questa volta non ti fermare davanti ai soliti veti incrociati ... ti votiamo perchè vogliamo il cambiamento!

gi.lit

Mar, 17/07/2012 - 14:09

Eccolo ancora lì a fare proclami inutili e inventando slogan senza avere nemmeno la più lontana idea di quelli che sono i veri problemi del Paese. E Alfano, invece di dimettersi, prendendo le distanze da questo teatrino, rimane al suo posto. Povero Pdl, povera Italia.

pinuccio48

Mar, 17/07/2012 - 14:20

Certo che anche i giornali si stanno organizzando e sono nella confusione più grande!Per poter scrivere un commento,per lo più ignorato occorre avere una laurea in informatica!Poche storie,oggi meno si commenta meglioè!Questo è il piano strategico per il popolino ignorante!Peccato che chi utilizza questi mezzi di sfogo è la classe media italiana!Personalmente leggo tutti i giornali ,ma oggi il giornale è quello che toglierò dai preferiti!Ciao

Il veteroparossista

Mar, 17/07/2012 - 14:20

Il Cav lancia un'opa sul futuro assetto del pensiero liberale in ordine alla possibile uscita dall'euro, ancorchè detenuto sui fondi esteri, i futuri scenari internazionali, la ritrosìa della culona al fascino latino e molti altri temi caldi in compagnia delle migliori teste pensanti dell'economia internazionale, dallo Spinaus al Doris, il Martino, il misterioso Nobel; stupisce solo l'assenza del Porro che ci aveva persino pubblicato una collana nella speranza di essere invitato, ma sarà per la prossima volta sul tema "paradisi fiscali e circonvoluzioni societarie" già in programma dopo il relax certosino. Sapere che il papi non batte la fiacca è il miglior augurio per noi bananas, il sogno meraviglioso non si è ancora interrotto.

FrancescoCeC

Mar, 17/07/2012 - 14:41

Troppo buoni, per me è solo una minestra riscaldata per mettere un po' di fumo nelgi occhi gli elettori scontenti del PDL ma che al momento sta solo spaccando dall'interno e in 3 parti il centro destra.

ben39

Mar, 17/07/2012 - 14:43

L'impresa non sarà certo una passeggiata ma si potrebbe ripetere la storia di Cosimo de Medici compresa la congiura dei Pazzi...

Hattrick

Mar, 17/07/2012 - 14:44

Grazie O' Silvio' che ci concedi ancora una volta il tuo tempo... Grazie O' Silvio che impegni la tua immensa intelligenza per noi... Noi ti onoreremo votandoti come delle pecore...

erasmodarotterdam

Mar, 17/07/2012 - 14:47

Si un frullato di cervelli, ormai Zurlo avete tanto scherzato con le parole che le parole vi scherzano. Vi prendono allegramente per il .... e manco ve ne rendete conto. Siete nella confusione più totale, meno male che anche quest'anno con i finanziamenti ai giornali la pagnotta è assicurata.

Ritratto di vaipino

vaipino

Mar, 17/07/2012 - 14:56

Berlusconi è finito, seppellito da Monti di tasse e balzelli

chit 54

Mar, 17/07/2012 - 14:56

ne abbiamo piene le palle di economisti, professori, studiosi, teorici che, all'occorrenza non sanno usare un cric. un telefonino. viva i politici della prima repubblica, compreso l'eccellente Martino, ma risparmiateci tutti gli altri

paolabrasile

Mar, 17/07/2012 - 14:59

Allora 1 anno fa diceva che la situazione era buona che le notizie negative erano colpa dei media, che i ristoranti erano pieni........ecc ecc voglio proprio vedere ora cosa si inventa

Ritratto di paolozx

paolozx

Mar, 17/07/2012 - 15:11

il teatrino della politica

Ritratto di melara

melara

Mar, 17/07/2012 - 15:18

ma non si dovera ritirare e mandare avanti l'Alfano ???

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 17/07/2012 - 15:19

Italiani creduloni....ma 18 anni di sfascio totale del Bel Paese non vi sono bastati?........beh allora siamo un popolo di masochisti inguaribili.

Giovanmario

Mar, 17/07/2012 - 16:37

Cari amici.. avete notato come sono rimasti spiazzati quelli de La7..avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri artefici della caduta di Berlusconi.. quelli de la7.. da Mentana alla Gruber passando per i conduttori di omnibus.. ormai non ne parlavano più nelle loro trasmissioni.. anzi ne scrivevano il nome solo con l'iniziale per non fargli troppa propaganda.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo .. convinti di aver gettato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e sul suo ritorno in campo.. poveri illusi..

Cristina Ulcigrai

Mar, 17/07/2012 - 18:39

Bravo Silvio Berlusconi,un summit sull'economia è quello che ci voleva questa estate!In fondo i soldi sono il motore dell'economia.Ciao Cristina.

ariete38

Mar, 17/07/2012 - 20:30

Uffa non capisco perchè i miei commenti non sono mai visibili

ariete38

Mar, 17/07/2012 - 20:30

Uffa non capisco perchè i miei commenti non sono mai visibili

ariete38

Mar, 17/07/2012 - 20:31

Ma andate a quel paese con il vs blog fasullo

Ritratto di gpdimonderose

gpdimonderose

Gio, 26/07/2012 - 15:06

skema salvezza bellezza...