Le spese pazze a Torino: 590mila euro di rimborsi

Chilometri gratis e gettoni di presenza a Palazzo chiuso. Cota: "Nulla da nascondere". Tutti i rimborsi del 2011: Giunta - Consiglio regionale - Ufficio di presidenza

Visita in grande stile, ieri degli uomini della Guardia di Finanza anche negli uffici dei gruppi politici del Consiglio Regionale del Piemonte, in due palazzine nel centro di Torino. Alle nove e mezza si sono presentati in una quindicina per sequestrare documenti e rovistare fra i faldoni dei conti di questi anni. Se è vero che ad accendere l'attenzione delle Fiamme Gialle potrebbero essere state le dichiarazioni del parlamentare Pdl, Roberto Rosso, che in un'intervista a Telelombardia aveva raccontato di un consigliere regionale piemontese che si era fatto rimborsare la settimana bianca al Sestriere, è altrettanto vero che la Procura di Torino ha ufficialmente aperto il fascicolo di indagine di propria iniziativa quindi non in seguito a esposti, segnalazioni o denunce.

Gli accertamenti sono tesi a verificare se ci siano casi di malversazione dei fondi o di irregolarità nella rendicontazione di spese e nelle richieste di rimborso, o di percezione irregolare di benefit, in particolare a partire dal primo gennaio 2008. Consiglieri che viaggiano di più e consiglieri che viaggiano di meno, gettoni di presenza per attività istituzionali elargiti anche quando, come nel mese di agosto, il Consiglio regionale è chiuso: sono questi gli aspetti che hanno incuriosito i militari della Guardia di Finanza. Un primo esame della documentazione disponibile on line conferma che ci sono consiglieri che hanno ottenuto rimborsi chilometrici per decine di migliaia di euro, mentre altri hanno dichiarato «zero» per un totale di 590mila euro nel 2011. Ma anche i gettoni di presenza da 122,07 euro, cui si ha diritto quando si svolge una qualsiasi attività legata al ruolo di consigliere, hanno un andamento insolito: c'é chi si ferma a zero e chi, come il consigliere Roberto Boniperti (Pdl-Progett'Azione), ne ha ottenuti 22 nel solo mese di agosto, quando Palazzo Lascaris è chiuso.

Curioso anche che nel mese di agosto del 2011 l'autocertificazione ha portato a 26mila euro in gettoni di presenza e a 11mila di rimborsi chilometrici. Al momento, da quanto è trapelato, i pm Andrea Beconi ed Enrica Gabetta, titolari dell'inchiesta, non hanno formulato ipotesi di reato e non vi sono persone indagate. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno visionato tutti i conti e chiesto ulteriore documentazione che sarà consegnata nei prossimi giorni. Una quantità enorme di materiale (sono oltre 20 gli scatoloni raccolti soltanto al gruppo del Pd) che verrà passata al setaccio. Tranquillo il presidente della Regione, Roberto Cota: «Non c'è nulla da nascondere, non credo mai al complotto e tutto quello che va nella direzione della chiarezza e della trasparenza, ben venga. Quindi anche l'indagine conoscitiva. Dall'inizio del mio mandato ho varato una serie di provvedimenti per ridurre i costi già in tempi non sospetti, cominciando con il tagliare il numero degli assessori e delle auto e col ridurre la mia indennità». Dal canto suo i presidente del Consiglio regionale, Valerio Cattaneo, ha sottolineato come «in questa legislatura il Consiglio abbia tagliato varie spese, rivisto lo status del consigliere e abbia fatto molto in termini di trasparenza».

Una proposta di legge condivisa da tutte le forze politiche, varata ieri dall'Ufficio di presidenza dell'Assemblea legislativa, che sarà presentata in aula per l'approvazione nella seduta di martedì prossimo stabilisce che il Consiglio regionale del Piemonte abolirà le autocertificazioni dei consiglieri sui rimborsi, taglierà sui voli aerei, cancellando quelli in ambito europeo e riducendo quelli nazionali, e introdurrà la certificazione dei bilanci dei gruppi consiliari.

Tutti i rimborsi del 2011: Giunta - Consiglio regionale - Ufficio di presidenza

Commenti

Gianfranco Rebesani

Sab, 29/09/2012 - 08:44

Il Presidente Cota afferma che "non c'è nulla da nascondere". Benissimo.More solito, per i rimborsi e benefit citati nell'articolo la Regione Piemonte avrà certamente varato le solite "leggine" che passano (quasi) sempre inosservate. Vorrei però chiedere al presidente il perchè la cancellazione o riduzione dei voli,l'autocertificazione da parte dei consiglieri abolita,la certificazione dei bilanci dei gruppi consigliari e via dicendo,li varerà il prossimo Martedi;non poteva prendere questi provvedimenti non appena insediato a Presidente? Che poi,essendo in Italia,state sicuri che la mangiatoia avrà una riduzione di pochi euri: fatta la legge,trovato l'inganno. Siamo tutti italiani ed i politici,dal punto di vista dell'appetito ancora di più.

primula

Sab, 29/09/2012 - 08:54

TRANQUILLI:::::::: i compagni di liguria toscana marche emilia umbria puglia, saranno risparmiati, mentre gli altri andrànno tutti alla malora giustamente paroparo a tangentopoli tutto il pentapartito cancellato tranne il PCI-PDS di occhetto, grazie all'allora scalfaro-borrelli-dipietro.........nulla è cambiato, la gioiosa macchina da guerra è in pieni giri, ma stavolta non c'è un silvio all'orizzonte, ma la sicura mafiomassonicausuria internazionale, con il suo servomuto MONTI.........povero bersani!!!!!!!!!!!!fà quasi pena. ma sopratutto POVERI NOI ITALIANI!!!!!!!!saremo spennati a sangue...

a.zoin

Sab, 29/09/2012 - 09:00

Quello che più strano è,che quando vengono scoperti,la prima cosa che dicono è: Io non hò fatto nulla,io non hò approfittato. Quando il resto viene alla luce!!! Si dimettono, chi rimane è il popolo con le castagne calde in mano. I signori, si vedono poi all`estero, dove si godono il bottino. IO DIREI,DI LASCIARE LIBERI,TUTTI I CARCERATI IN ITALIA, E DI METTERE IN GALERA ,QUESTA MASSA DI DELINQUENTI,CHE VORREBBE INSEGNARE AGLI ITALIANI COME TIRARE LA CINGHIA. Se c`è in Dio, vorrei che si -caricasse- di FULMINI e SAETTE, e si scatenasse contro questi FARABUTTI.

onurb

Sab, 29/09/2012 - 09:16

Non c'alternativa: occorre ridurre al minimo il peso della politica in questo dannato paese.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 29/09/2012 - 09:20

Ma anche i gettoni di presenza da 122,07 euro, cui si ha diritto quando si svolge una qualsiasi attività legata al ruolo di consigliere, hanno un andamento insolito: c'é chi si ferma a zero e chi, come il consigliere Roberto Boniperti (Pdl-Progett'Azione), ne ha ottenuti 22 nel solo mese di agosto, quando Palazzo Lascaris è chiuso... Vorrei il commento di M. Bocci, sempre pronto all'invettiva contro i COMUNISTI LADRI.........

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Sab, 29/09/2012 - 09:32

>Ora stiamo a vedere se le procure indagheranno su TUTTE le regioni o se come a tangentopoli andranno a rovistare solo sul lato destro mentre sul lato sinistro chiuderano qualche occhio o avranno qualche amnesia. Comunque vada questa classe politica è tutta da buttare!!!

Rudik

Sab, 29/09/2012 - 09:33

Leggendo qua e la abbiamo le cifre del magna magna, ora sono quelle delle regioni, a giorni, forse, quelle di comuni e province. Non temete, cari amici, è tutto scritto, è tutto regolare. Dice un vecchio proverbio: "l'occasione rende l'uomo ladro" e quale miglior occasione di guadagnare divertendosi? Ops, scusate il lapsus, lavorando alle feste di paese (anche qeste sovvenzionate) portando la benedizione dei partiti. Pensate hanno rinunciato alle ferie per noi! Sono grandi sacrifici ed un centinaio d'euro al dì per le spese vive sono quisquiglie. Ora molti si scandalizzano, ma, nella realtà, non esiste alcun illecito... si tratta solamente di persone che approfittando delle norme ha fatto il proprio interesse. Nella campagna elettorale brasiliana in corso gira un bel motto: "non è il tuo voto che ha reso il candidato ladro, semplicemente con il tuo voto ad un ladro lo hai reso un politico" Alle prossime elezioni votate Alì Babà ... i ladroni sono solo 40!

tartavit

Sab, 29/09/2012 - 09:40

I mariuoli, sono mariuoli, sia a destra che a sinistra che al centro. Chi ancora, per amor di parte, fa dei distinguo, dimostra di non aver capito molto. Che questa classe politica, tutta, ( e chi può dire che ci sono delle eccezioni?) sia corrotta e vorace, è ormai più che assodato. Rimane un unico problema grossissimo da risolvere, al di là degli interventi dovuti della magistratura. Riusciremo mai a liberarci di questa melma. Di questa melma che già si agita per le prossime elezioni( e più si agita e più puzza) e già crea solo contrasti, fratture e contrapposizioni. Niente programmi, nessuna idea, zero percorsi per riportare l'Italia fuori dalla crisi. Il quadro è ancora diventato più torbido con la sciagurata decisione del cavaliere di ritornare in politica in prima persona. E' per questo che Monti, per rassicurare i partners europei e americani, ha dovuto dire che è disponibile a un secondo mandato. Ma tutti sanno che ciò non è possibile in una repubblica democratica che elegge i suoi rappresentanti. E se il Professore dovesse mai candidarsi in uno di questi partiti cotti e ricotti sarebbe già sconfitto in partenza, perchè la logica di questi partiti essendo fasulla, corrotta, e compromissoria al ribasso, lo condizionerebbe a tal punto da vanificare ogni suo sano tentativo di continuare nel suo lavoro di riforma e di riaggiustamento dei conti pubblici.

a.zoin

Sab, 29/09/2012 - 09:46

Rileggendo bene l`articolo. Questa gente dovrebbe lavorare a cottimo, essere pagata,per come rende. Che abbia un buona retribuzione e tutte le spese,>>>ma tutte>come nel settore libero

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 29/09/2012 - 09:46

Quale manca ancora fra le regioni amministrate dal CDX da inquisire? Ah sì... il Veneto! Tarderanno poco, vedrete. Quanto alle regioni rosse, naturalmente risulteranno amministrate tutte da figli naturali di Padre Pio e Santa Teresa di Calcutta. Naturalmente, dopo le elezioni che vedranno trionfare "i santi" in tutte le regioni oltre che nelle politiche, tuttel le inchieste si sgonfieranno come palloncini e non se ne parlerà più. Questa è la "missione" della nostra magistratura: distruggere il nemico politico a colpi di inquisizione dove il voto non bastasse. Iniziò con il cosiddetto "mani pulite" (migliaia di inquisiti e condanne che si contano sulle dita di una mano... a parte i suicidi di molti innocenti), proseguì con l'avviso di garanzia a Berlusconi a napoli nel '94 (se non sbaglio) e con gli infiniti processi a suo carico, tutti conclusi in niente. Ma il risultato l'hanno comunque ottenuto.

giocar11

Sab, 29/09/2012 - 09:48

Boniperti (Pdl) 22 gettoni di presenza ad agosto. Caspita! Ne abbiamo trovato un altro? Non potrebbe il Giornale trovare qualche consigliere Pdl da additare ad esempio? Tipo quella del Veneto che ha chiesto alla MInetti di dimettersi ... no, quella non va bene, non ha capito che è stato Silvio a metterci la Minetti, per ovvi motivi politici

brunicione

Sab, 29/09/2012 - 09:57

Siccome rubano tutti, anche a torino, alla fine "Liberi tutti" Come nel Lazio, hanno fatto una legge che, vietato rubare, ma solo a partire dalla prossima legislatura. FORCONI !!!

MMARTILA

Sab, 29/09/2012 - 10:43

Ci vuole il Duce!

primula

Sab, 29/09/2012 - 11:01

MMARTILLA ti sbagli, imbroglierebbero pure lui, è stato "appeso per i piedi" ma dicono i fedelissimi dalle tasche non era caduta nemmeno una monetina.

Willy Mz

Sab, 29/09/2012 - 11:03

certo che non si salva proprio nessuno. cota mi sembra una persona a posto, ma non si sa mai.

primula

Sab, 29/09/2012 - 11:14

IN emilia???????????? così vedrete che il simpatico- pacioso bersani- dirà subito sì senza, se e senza ma, a monti poi toccherà a nicolino vendola............. dipietro?????se non cambia anche lui.............. così si fà.tiè.

Roberto C

Sab, 29/09/2012 - 11:18

Mi piacerebbe avere qualche delucidazione sul fatto che i consiglieri regionali hanno diritto a un "gettone" di presenza di 122 euro (alla faccia del gettone!) per ogni attività svolta in quanto consigliere. E' così in tutta Italia? La cifra è uguale in tutte le regioni? Quanti consiglieri regionali ci sono in tutta Italia, e soprattutto cosa si intende per ogni attività legata al ruolo di consigliere (a fronte del quale immagino si percepisca già un tipo di stipendio)? Si è parlato un sacco di abolire le province ma mi chiedo: non sarebbe meglio abrogare le regioni, costruzioni che mi paiono molto più artificiose e recenti? Le province hanno alle spalle storie secolari - inoltre è più facile ricollocare i dipendenti di una ventina di regioni dislocandoli in 110 province che il contrario... ed è più facile esercitare un controllo territoriale su una provincia che su una regione... Che sia stato fatto tutto secondo le regole non mi riesce tanto difficile crederlo, magari potessi fruire io di una "regola" che mi consenta di percepire 122 euro ogni volta che faccio qualche cosa legato alla mia attività, lo sapete, vero, che in Italia c'è un sacco di gente che prende 600 o 800 euro al mese per TUTTE le cose che fanno in rapporto con la loro attività - che sono spesso molte più cose di quelle che teoricamente sarebbero davvero e contrattualmente tenuti a fare - e che non hanno nessuna garanzia di continuare a prenderli in futuro? Dato che non è uno "stipendio" ma un "gettone" immagino che sia esentasse, vero? Quando mai si tassano i gettoni...

Giancarlob

Sab, 29/09/2012 - 11:24

Io mi faccio scrupolo di chiedere un rimborso alla mia Azienda pur avendone pieno titolo e diritto e se lo chiedo cerco di minimizzarlo. Questi invece .... Rottamiamoli tutti !! Cosa sta combinando Bondi per contenere questi sprechi ?????

Valerio64

Sab, 29/09/2012 - 11:28

Non ditelo ai sinistri .Il compagno Bassolini deve pur foraggiare la "loro banca".Ssssh...non ditelo !

Valerio64

Sab, 29/09/2012 - 11:29

...Bassolino in Campania e Fassino in Piemonte, Errani in Emilia e,e,e,...

mauro paglia

Sab, 29/09/2012 - 12:14

Dai dati del Consiglio Regionale del Piemonte , a parte pochissimi casi di eccessi per i rimborsi km o gettoni di presenza non mi pare che ci sia un malcostume diffuso. I gettoni sono previsti così come le indemnità kilometriche. Se c'è scandalo non è certamente su quanto indicato dai giornali. E se l'on. Rosso ha detto il vero circa un Consigliere regionale si è fatto una settimana bianca a spese dei contribuenti ha una sola via da percorrere: andare da un magistrato e denunciare il caso con tanto di nome e cognome.A me pare che attualmente si getti preliminarmente fango su una regione che seppur tra alti e bassi, tra sx e dx , ha sempre cercato di svolgere correttamente il proprio ruolo. Sarebbe opportuno invece fare un confronto tra i dirigenti e il personale delle varie regioni e allora si vedrebbe effettivamente dove esistono gli sprechi e gli abusi. Perchè non si dice a grandi lettere quanto costa ad ogni cittadino il mantenimento e funzionamento delle singole regioni? I consiglieri e i componenti della giunta del Piemonte non sono certamente dei santi ma prima di criminalizzare un'intera regione desiderei maggiore cautela.

Gianna Lorella

Sab, 29/09/2012 - 12:43

E vai!!!

gbsirio_1962

Sab, 29/09/2012 - 12:44

ma gli italiani quando vanno a votare..a cosa pensano ??

charliehawk

Sab, 29/09/2012 - 12:57

"...E c'è stato pure chi come Roberto Boniperti di An, in tre anni (da maggio 2005 a maggio 2008) è arrivato a presentare ben 560 autocertificazioni, in pratica 15,5 al mese. Una media di tutto rispetto che, proiettata sul quinquennio della legislatura, porta a 930 i gettoni auto attribuiti che hanno fruttato un sostanzioso assegno extra di 113 mila euro..." Notizia di oggi? NO! E' tratta da "Italia oggi" del 28 gennaio 2010!!! Come potete notare, nulla di nuovo sotto il sole. I lad.., pardon..i politici continuano a rubare, e anche se ogni tanto vengono scoperti, incredibilmente riescono sempre a cavarsela e continuare come, e peggio di prima. Anche oggi, la digestione rovinata...

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 29/09/2012 - 12:58

SO ragazzi. IN confronto alla regione sicilia sono bruscolini,vero nordisti tifosi di lega ladrona ?Voglio non polemizzare per queste cose oramai tutte itagliane,ma per ricordarvi che la corruzzione a Roma l´hanno portata i TORINESI.

cgf

Sab, 29/09/2012 - 13:17

590mila di rimborsi a TUTTI? magari!!! si spende di più ogni anno di carta igenica alla Camera dei deputati!! e pensare che in E-R c'è chi ha dato un milione alla coop costituita ad hoc come spesso succede, ma questa volta riconducibile al fratello.

giocar11

Sab, 29/09/2012 - 13:25

L'unica consigliera regionale di cui possiamo fidarci è la Minetti. E' stata scelta da Silvio in persona in base a criteri che tutti condividiamo.

Ritratto di oscardao@tiscali.it

oscardao@tiscali.it

Sab, 29/09/2012 - 16:57

Mi spiace solo che ormai sono anziano. Tutto è come 50 anni or sono. Cercavo 3 o 4 compagni ( che per fortuna mia e non dell'Italia non ho trovato)per andare a montecitorio e farne fuori una cinquantina per dopo dire loro: Attenti a ciò che fate altrimenti ritorniamo". Speriamo che si mettano in riga perchè da ciò che sento in giro, forse c'è qualcuno che lo farà.

giocar11

Dom, 30/09/2012 - 08:44

Attenzione, non sono tutti uguali. I consiglieri di destra si sono presi l'83.35% della cifra, quelli di sinistra il 9.13, quelli di centro il 7.53. Si "viaggia" di più a destra e al centro.