La Cina senza diritti umaniadesso vuole darci lezioni

Pechino subordina gli investimenti alle riforme. Ma dimentica le sue violazioni. <a href="/interni/credo_che_questa_crisi_sia_quasi_finita_resta_solo_componente_psicologica/01-04-2012/articolo-id=580586-page=0-comments=1" target="_blank"><strong>Monti difende le misure:</strong></a> "Meglio tasse rozze che la Grecia". <a href="/esteri/a_pechino_voci_golpe_e_vere_guerre_partito_manette_sei_blogger/01-04-2012/articolo-id=580600-page=0-comments=1"><strong>Arrestati sei blogger</strong></a>

Un tempo era l’Europa che chiedeva conto alla Cina delle riforme mancate. Quelle indispensabili per introdurre un po’ di diritti umani e civili, non quelle politiche che erano e restano una battaglia persa. Incombeva il ricordo di piazza Tien An Men, tanto impraticabile per i governi cinesi quanto difficile da ignorare per i ministri europei in missione nella Repubblica popolare, se non volevano essere sommersi dai fischi al ritorno in patria. Poi il tutto si è affievolito. Le condizioni del gigante asiatico sono effettivamente migliorate e alcune delle richieste dei ragazzi del 1989, più libertà e più mercato, si sono in parte realizzate. Restano il Tibet (e recentissima la notizia dei commissari politici dentro i monasteri, di ieri quella di altri due monaci che si sono dati fuoco), le esecuzioni collettive, le libertà religiose negate, le persecuzioni dei cattolici.

Ma il peso politico della Cina è cresciuto a un ritmo pari a quello del suo Pil e i diritti civili sono diventati un breve inciso dentro protocolli concentrati più o meno su un unico argomento: i soldi.

È successo anche ieri, giornata cinese della missione asiatica di Mario Monti. Alla conferenza stampa il premier ha dedicato un passaggio ai diritti: «Un dialogo politico tra Paesi che si rispettano non deve avere remore ad affrontare anche temi delicati». Con il primo ministro Wen Jiabao «abbiamo parlato delle rispettive riforme politiche ed economiche e gli ho ricordato quante preoccupazioni e quante riserve ci siano in Italia e Europa sui diritti umani».

La novità almeno per noi italiani è però in quel «rispettive». Nel senso che con questa missione si è tornati a parlare in modo pressante di riforme, ma questa volta sono i cinesi che le chiedono a noi. Un paradosso che diventa nemesi storica se ci si mette il fatto che il governo di Pechino, espressione del Partito comunista, ci chiede soprattutto la riforma del lavoro. E non nella direzione che sognavano i maoisti pochi lustri fa.

Per la Cina all’Italia serve più flessibilità. Siamo sotto la lente di Pechino sull’articolo 18 e a farci l’esame è la China Investment Corporation, fondo sovrano da 200 miliardi di dollari. Lo ha spiegato lo stesso presidente del Consiglio. «Il presidente della Cic ha sottolineato che quando loro sono stati in Italia e hanno esplorato le possibilità di investimento sono stati riluttanti ad andare avanti a causa di alcuni problemi, uno dei quali è il mercato del lavoro troppo poco flessibile, cosa su cui adesso stiamo lavorando con la riforma che andrà presto in Parlamento. A partire da quell’episodio - ha aggiunto Monti - abbiamo deciso di esaminare la lista delle difficoltà che sono state riscontrate in passato dalla Cic».

Il fondo cinese sarà la cartina di tornasole per capire se le riforme attuate in Italia sono veramente in grado di attrarre investimenti. Si creerà un gruppo di lavoro misto, composto da governo italiano e China Investment Corporation, con due scopi: «Individuare possibili opportunità di investimento per la Cic in Italia» e «usare la Cic come una sorta di cassa di risonanza di queste nostre riforme, per capire se queste riforme stanno effettivamente incontrando i problemi che gli investitori hanno incontrato in passato». Per diritti civili non si è mai arrivati a tanto.

Segno che le esigenze di chi investe sono le stesse. L’ideologia non c’entra e in questa missione è rimasta relegata alla scuola del Partito comunista, tappa fissa dei politici stranieri che approdano in Cina. Monti ha parlato con «piacere intellettuale e quasi emozione» a 600 studenti, dirigenti del partito o manager delle aziende di Stato, di crisi del capitalismo. Anche se, a sentire le richieste della Cic, il capitalismo non sembra affatto in crisi.

Annunci Google
Commenti

alberto51

Dom, 01/04/2012 - 08:41

Semplice da buoni comunisti predicare bene ma razzolare male. DA TEMPO HANNO CAPITO CHE IL CAPITALE PORTA SOLDI E LAVORO, MENTRE LE IDEOLOGIE PORTANO PIDOCCHI E MISERIA.Occorre scegliere.Quindi bene il capitale, bene chi ha voglia di far tanti soldi, attorno si può creare solo una vita meno disagiata per chi ama l'ideologia.QUINDI FANCUL SIGNORA CAMUSS.

alberto51

Dom, 01/04/2012 - 08:41

Semplice da buoni comunisti predicare bene ma razzolare male. DA TEMPO HANNO CAPITO CHE IL CAPITALE PORTA SOLDI E LAVORO, MENTRE LE IDEOLOGIE PORTANO PIDOCCHI E MISERIA.Occorre scegliere.Quindi bene il capitale, bene chi ha voglia di far tanti soldi, attorno si può creare solo una vita meno disagiata per chi ama l'ideologia.QUINDI FANCUL SIGNORA CAMUSS.

romgard

Dom, 01/04/2012 - 08:51

divertente vedere come governi potenti siano terrorizzati dalla liberta di parola. cina=censura

romgard

Dom, 01/04/2012 - 08:51

divertente vedere come governi potenti siano terrorizzati dalla liberta di parola. cina=censura

bruna franceschini

Dom, 01/04/2012 - 08:56

Ricordo di aver letto tempo fa che Monti una volta laureatosi alla Bocconi fece uno stage in Russia, da lui molto amata. Al suo ritorno elaborò una relazione che fu però censurata dalla Bocconi.

bruna franceschini

Dom, 01/04/2012 - 08:56

Ricordo di aver letto tempo fa che Monti una volta laureatosi alla Bocconi fece uno stage in Russia, da lui molto amata. Al suo ritorno elaborò una relazione che fu però censurata dalla Bocconi.

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 01/04/2012 - 09:08

Non è difficile capire i cinesi e nemmeno gli imprenditori italiani. E non ci vuole nemmeno un professore di economia della "Bocconi" per capire il perchè tante aziende italiane chiudono e nella ipotesi migliore mettono tende all'estero. E comunque lasciano in mezzo alla strada centinaia di migliaia di lavoratori col sedere per terra. Vediamo che cosa succede in Italia. Le aziende non sono competitive. I costi sono troppo elevati. Ma quali costi? Personale e sicurezza. ECCO IL BINOMIO SU CUI AGIRE. In CINA questo BINOMIO non ESISTE e per questa ragione che i cinesi chiedono a Monti almeno lo straccio di riforma sul lavoro molto ma molto lontano anni luce rispetto alle condizioni di lavoro cinese. I cinesi sanno che la situazione italiana non porterà mai utili alle aziende e dunque perchè fare investimenti? E allora? Caro Monti ci vuole coraggio o si scardina tutta la rete garantista, a cominciare dai sindacati, oppure si rassegni e ritorni a fare il professore alla Bocconi.

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 01/04/2012 - 09:08

Non è difficile capire i cinesi e nemmeno gli imprenditori italiani. E non ci vuole nemmeno un professore di economia della "Bocconi" per capire il perchè tante aziende italiane chiudono e nella ipotesi migliore mettono tende all'estero. E comunque lasciano in mezzo alla strada centinaia di migliaia di lavoratori col sedere per terra. Vediamo che cosa succede in Italia. Le aziende non sono competitive. I costi sono troppo elevati. Ma quali costi? Personale e sicurezza. ECCO IL BINOMIO SU CUI AGIRE. In CINA questo BINOMIO non ESISTE e per questa ragione che i cinesi chiedono a Monti almeno lo straccio di riforma sul lavoro molto ma molto lontano anni luce rispetto alle condizioni di lavoro cinese. I cinesi sanno che la situazione italiana non porterà mai utili alle aziende e dunque perchè fare investimenti? E allora? Caro Monti ci vuole coraggio o si scardina tutta la rete garantista, a cominciare dai sindacati, oppure si rassegni e ritorni a fare il professore alla Bocconi.

Palladino

Dom, 01/04/2012 - 09:12

...I cinesi che parlano della riforma del diritto de lavoro. Da sbellicarsi dalle risate.

mario.de.franco

Dom, 01/04/2012 - 09:14

Come già detto da me e molti altri, è iniziata con Monti la cinesizzazzione dell'Italia. Alla fine ci separerà forse la pena di morte, che grazie al Vaticano da noi non sarà mai applicata...Aggiungo però che non dobbiamo sconfortarci : verrà il giorno in cui ridotti all'osso, saremo noi a italianizzare la Cina...

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 01/04/2012 - 09:17

I cinesi vengono a investire in Italia ? Benissimo ! Come contropartita noi mandiamo la Camusso da loro a imparare alla loro scuola di partito come si devono fare le riforme. Siamo arrivati al punto che i Cinesi ci danno lezioni !!!

Albi

Dom, 01/04/2012 - 09:19

Un tempo era l’Europa che chiedeva conto alla Cina delle riforme mancate. Già. Poi a forze di occuparsi di cretinate come i diritti umani, i diritti dei gay, i diritti di torme di lavoratori sfaticati, sindacalizzati ed ipergarantiti, a forza di accogliere e mantenere schiere infinite di immigrati altrettanto sfaticati e tutelati, l'Europa è arrivata sull'orlo del fallimento e, non contenta, stà facendo ancora importanti passi avanti. Ed ora si presenta, contrita, col cappello in mano e le ginocchia tremanti a chiedere al ricco cinese qualche osso di pollo di elemosina. Con l'osso di pollo poi, l'Europa continuerà a mantenere immigrati, sfaticati, sindacalisti, politici, a dare pensioni alle coppie di fatto, a rifiutare il nucleare, a contestare qualunque opera, etc.... Un futuro radioso ci aspetta;-);-)

Palladino

Dom, 01/04/2012 - 09:12

...I cinesi che parlano della riforma del diritto de lavoro. Da sbellicarsi dalle risate.

mario.de.franco

Dom, 01/04/2012 - 09:14

Come già detto da me e molti altri, è iniziata con Monti la cinesizzazzione dell'Italia. Alla fine ci separerà forse la pena di morte, che grazie al Vaticano da noi non sarà mai applicata...Aggiungo però che non dobbiamo sconfortarci : verrà il giorno in cui ridotti all'osso, saremo noi a italianizzare la Cina...

Albi

Dom, 01/04/2012 - 09:27

E bravo Antonio Signorini, lamentiamoci dei diritti umani cinesi. Andiamo ad enfatizzare e sostenere le proteste di quattro deficienti squilibrati in un paese dove il regime ha il merito epocale di aver consentito a un miliardo di cinesi di uscire dalla preistoria e proiettarsi nel futuro. Andiamo a consigliare i cinesi sul come ridurre un pase leader in un rottame ipocrita e fallimentare del tipo italo-europeo, e avremo tanto successo! Facciamo come in Italia, dove i media fanno da megafono a qualunque iniziativa, per quanto bislacca, purchè antiistituzionale e scioperante, meglio se anche violenta. Adelante Pedro....

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 01/04/2012 - 09:17

I cinesi vengono a investire in Italia ? Benissimo ! Come contropartita noi mandiamo la Camusso da loro a imparare alla loro scuola di partito come si devono fare le riforme. Siamo arrivati al punto che i Cinesi ci danno lezioni !!!

Albi

Dom, 01/04/2012 - 09:19

Un tempo era l’Europa che chiedeva conto alla Cina delle riforme mancate. Già. Poi a forze di occuparsi di cretinate come i diritti umani, i diritti dei gay, i diritti di torme di lavoratori sfaticati, sindacalizzati ed ipergarantiti, a forza di accogliere e mantenere schiere infinite di immigrati altrettanto sfaticati e tutelati, l'Europa è arrivata sull'orlo del fallimento e, non contenta, stà facendo ancora importanti passi avanti. Ed ora si presenta, contrita, col cappello in mano e le ginocchia tremanti a chiedere al ricco cinese qualche osso di pollo di elemosina. Con l'osso di pollo poi, l'Europa continuerà a mantenere immigrati, sfaticati, sindacalisti, politici, a dare pensioni alle coppie di fatto, a rifiutare il nucleare, a contestare qualunque opera, etc.... Un futuro radioso ci aspetta;-);-)

Albi

Dom, 01/04/2012 - 09:27

E bravo Antonio Signorini, lamentiamoci dei diritti umani cinesi. Andiamo ad enfatizzare e sostenere le proteste di quattro deficienti squilibrati in un paese dove il regime ha il merito epocale di aver consentito a un miliardo di cinesi di uscire dalla preistoria e proiettarsi nel futuro. Andiamo a consigliare i cinesi sul come ridurre un pase leader in un rottame ipocrita e fallimentare del tipo italo-europeo, e avremo tanto successo! Facciamo come in Italia, dove i media fanno da megafono a qualunque iniziativa, per quanto bislacca, purchè antiistituzionale e scioperante, meglio se anche violenta. Adelante Pedro....

Albi

Dom, 01/04/2012 - 09:27

La Cina è senza diritti, noi senza soldi. Per cui, col cappello in mano, attendiamo fiduciosi le lezioni cinesi senza possibilmente rompere le p.... coi diritti umani ed altre amenità che ci hanno ridotto nella condizione in cui siamo.

Albi

Dom, 01/04/2012 - 09:27

La Cina è senza diritti, noi senza soldi. Per cui, col cappello in mano, attendiamo fiduciosi le lezioni cinesi senza possibilmente rompere le p.... coi diritti umani ed altre amenità che ci hanno ridotto nella condizione in cui siamo.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 01/04/2012 - 09:41

"veae victis"(= guai ai vinti) disse il re barbaro ai romani che si lamentavano delle tributo in oro loro imposto. La Cina ha vinto la sua guerra con l' Occidente- meglio con gli USA- quando in Vietnam costrinse alla fuga la superpotenza. all' occidente non rimane che tentare di imporre la leadership al mondo mussulmano, talvlota subendo anche qui debacle e sconfitte clamorose, con dispiego di mezzi e uomini enorme, contro popolazioni primitive e male armate, che pero' non temono la morte nel nome di Allah! I nostri mascherano l' aggressione e le centinaia di migliaia di morti con finte missioni umanitarie che altro non sono se non l' appropriazione delle risorse di quei paesi, petrolio in primis! Nessuno leva la voce contro quei genocidi. nemmeno la Chiesa di Ratzinger chiusa nella torre d' avorio di un pacifismo inetto chein realtà difende privilegi e ricchezze scandalose difronte allla povertà e all' annichilimento di tanti esseri umani. attendiamo di sentire la voce di Gesu'

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 01/04/2012 - 09:41

"veae victis"(= guai ai vinti) disse il re barbaro ai romani che si lamentavano delle tributo in oro loro imposto. La Cina ha vinto la sua guerra con l' Occidente- meglio con gli USA- quando in Vietnam costrinse alla fuga la superpotenza. all' occidente non rimane che tentare di imporre la leadership al mondo mussulmano, talvlota subendo anche qui debacle e sconfitte clamorose, con dispiego di mezzi e uomini enorme, contro popolazioni primitive e male armate, che pero' non temono la morte nel nome di Allah! I nostri mascherano l' aggressione e le centinaia di migliaia di morti con finte missioni umanitarie che altro non sono se non l' appropriazione delle risorse di quei paesi, petrolio in primis! Nessuno leva la voce contro quei genocidi. nemmeno la Chiesa di Ratzinger chiusa nella torre d' avorio di un pacifismo inetto chein realtà difende privilegi e ricchezze scandalose difronte allla povertà e all' annichilimento di tanti esseri umani. attendiamo di sentire la voce di Gesu'

ro.di.mento

Dom, 01/04/2012 - 09:49

è tutto da ridere ! e poi ci meravigliamo se l'essere umano diventa sempre più cattivo e prepotente. ma perchè dovremmo aiutare il prossimo ? a che pro ?

ro.di.mento

Dom, 01/04/2012 - 09:49

è tutto da ridere ! e poi ci meravigliamo se l'essere umano diventa sempre più cattivo e prepotente. ma perchè dovremmo aiutare il prossimo ? a che pro ?

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/04/2012 - 09:49

non mi capita spesso di condividere quello che scrive questo giornale ma stavolta sto con voi MA quali lezioni da un popolo che sfrutta i BAMBINI !!!!!!!! che tratta la forza lavoro come schiavi donne comprese !!!!!!!! che non riconosce un minimo diritto !!!!!!!!! PS.......... mi sa che molti commentatori qui presenti si troverebbero bene in un paese dove non si rispetta nessuna REGOLA E NESSUN DIRITTO !!!!!!!!!!

Clara Pedrelli

Dom, 01/04/2012 - 09:52

Più che la Cina, a volerci dar lezioni...mi sembra che sia Monti che è andato a prender lezioni di come si fa a togliere tutti i diritti "umani"!

COSIMODEBARI

Dom, 01/04/2012 - 10:04

Le cronache raccontano di laboratori, messi su dai cinesi qui in Italia, in totale assenza persino di norme igieniche, nonché di norme che tutelano i lavoratori. A volte parlano persino di schiavità. Quindi questi cinesi e questo Monti, favole non posso venire a raccontarle, perchè ormai, gli italiani tutti, sono sull'orlo di un'altra crisi, quella dei nervi. Ormai di questo teatrino da ultimissima replica non sappiamo più cosa farne. Ed il teatrino ha come attori principali Pd, Pdl, Udc, perchè SONO LORO IL GOVERNO MONTI. Infatti ogni governo si regge sulle maggioranze per avvallare e condividere l'operato, e le maggioranze SONO IL GOVERNO. Monti, Passera, la befana dai carboni neri, ovvero la Forlero, sono solo maschere di Bersani, Casini, Alfano.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/04/2012 - 09:49

non mi capita spesso di condividere quello che scrive questo giornale ma stavolta sto con voi MA quali lezioni da un popolo che sfrutta i BAMBINI !!!!!!!! che tratta la forza lavoro come schiavi donne comprese !!!!!!!! che non riconosce un minimo diritto !!!!!!!!! PS.......... mi sa che molti commentatori qui presenti si troverebbero bene in un paese dove non si rispetta nessuna REGOLA E NESSUN DIRITTO !!!!!!!!!!

Clara Pedrelli

Dom, 01/04/2012 - 09:52

Più che la Cina, a volerci dar lezioni...mi sembra che sia Monti che è andato a prender lezioni di come si fa a togliere tutti i diritti "umani"!

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Dom, 01/04/2012 - 10:04

Preferisco morire povero che essere salvato economicamente dai soldi sporchi che arrivano dalla Cina

COSIMODEBARI

Dom, 01/04/2012 - 10:04

Le cronache raccontano di laboratori, messi su dai cinesi qui in Italia, in totale assenza persino di norme igieniche, nonché di norme che tutelano i lavoratori. A volte parlano persino di schiavità. Quindi questi cinesi e questo Monti, favole non posso venire a raccontarle, perchè ormai, gli italiani tutti, sono sull'orlo di un'altra crisi, quella dei nervi. Ormai di questo teatrino da ultimissima replica non sappiamo più cosa farne. Ed il teatrino ha come attori principali Pd, Pdl, Udc, perchè SONO LORO IL GOVERNO MONTI. Infatti ogni governo si regge sulle maggioranze per avvallare e condividere l'operato, e le maggioranze SONO IL GOVERNO. Monti, Passera, la befana dai carboni neri, ovvero la Forlero, sono solo maschere di Bersani, Casini, Alfano.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Dom, 01/04/2012 - 10:04

Preferisco morire povero che essere salvato economicamente dai soldi sporchi che arrivano dalla Cina

gattomannaro

Dom, 01/04/2012 - 10:03

Come portare un passerotto al gatto....di 'investimenti' cinesi in Italia ve ne sono fin troppi. Iniziarono con le 'clavatte', proseguirono con i ristoranti, poi con la pelletteria, ora con il tessile, l'abbigliamento, i divani, perfino la meccanica. Per non parlare dei parrucchieri a 8 euro, i centri 'massaggio', i money transfer e chi più ne ha più ne metta. In gran parte prodotti nel totale disprezzo delle nostre regole. E In qualunque centro commerciale la quasi totalità dell'abbigliamento, degli accessori per lo sport, dell'elettronica, degli elettrodomestici, degli utensili per l'hobbistica è di produzione cinese. Altro che cianfrusaglie. Ci stanno mangiando vivi (Tremonti dixit, e aveva ragione) e ora, invece di difenderci, li stiamo invitando in casa. E diventeremo ricattabili, se per caso ci sognassimo di censurare il loro disprezzo per le regole, almeno in Italia. Bell'affare, per vendere qualche griffe (che verrà subito copiata) e qualche Ferrari (che acquisterebbero comunque).

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Dom, 01/04/2012 - 10:06

Soldi che provengono dai campi di concentramento del terzo millennio : I Laogai sono i campi di concentramento in Cina istituiti da Mao Zedong nel 1950 seguendo l’esempio dell’URSS dove erano in piena funzione i Gulag. Furono degli esperti sovietici ad aiutare Mao Zedong ad organizzare i Laogai in Cina. Mentre i LAGER nazisti furono chiusi nel 1945 ed i GU-LAG sovietici sono in disuso dagli anni ’90, i LAOGAI cinesi sono tuttora operanti, oggi, nel terzo millennio. Nei Laogai, piu’ di mille oggi in Cina, milioni di persone, uomini, donne e bambini sono attualmente costretti al lavoro forzato in condizioni disumane a vantaggio economico del Governo Cinese e di numerose multinazionali che producono o investono in Cina.

FrancoM

Dom, 01/04/2012 - 10:07

A proposito di diritti, cari Signorini e ignoto autore del titolo, se leggeste il Giornale trovereste diversi articoli che parlano di numerosissime carcerazioni preventive con giustificazioni che dovrebbero far pensare a diritti umani violati. Trovereste poi tanti errori giudiziari che fanno pensare che in Italia non ci siano diritti. Commissari politici che controllano? Suvvia vi sembra che la nostra privacy e libertà di pensiero sia così ben salvaguardata? Monaci che si danno fuoco? Da noi non hanno l’abito da monaco ma il fuoco scoppietta. Dittatura? Temporanea, ma da noi c’è. Penso allora che i cinesi dovrebbero anche cominciare a parlare di violazione dei diritti fondamentali, di regime oppressivo e di libertà politiche negate in Italia.

gattomannaro

Dom, 01/04/2012 - 10:03

Come portare un passerotto al gatto....di 'investimenti' cinesi in Italia ve ne sono fin troppi. Iniziarono con le 'clavatte', proseguirono con i ristoranti, poi con la pelletteria, ora con il tessile, l'abbigliamento, i divani, perfino la meccanica. Per non parlare dei parrucchieri a 8 euro, i centri 'massaggio', i money transfer e chi più ne ha più ne metta. In gran parte prodotti nel totale disprezzo delle nostre regole. E In qualunque centro commerciale la quasi totalità dell'abbigliamento, degli accessori per lo sport, dell'elettronica, degli elettrodomestici, degli utensili per l'hobbistica è di produzione cinese. Altro che cianfrusaglie. Ci stanno mangiando vivi (Tremonti dixit, e aveva ragione) e ora, invece di difenderci, li stiamo invitando in casa. E diventeremo ricattabili, se per caso ci sognassimo di censurare il loro disprezzo per le regole, almeno in Italia. Bell'affare, per vendere qualche griffe (che verrà subito copiata) e qualche Ferrari (che acquisterebbero comunque).

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Dom, 01/04/2012 - 10:06

Soldi che provengono dai campi di concentramento del terzo millennio : I Laogai sono i campi di concentramento in Cina istituiti da Mao Zedong nel 1950 seguendo l’esempio dell’URSS dove erano in piena funzione i Gulag. Furono degli esperti sovietici ad aiutare Mao Zedong ad organizzare i Laogai in Cina. Mentre i LAGER nazisti furono chiusi nel 1945 ed i GU-LAG sovietici sono in disuso dagli anni ’90, i LAOGAI cinesi sono tuttora operanti, oggi, nel terzo millennio. Nei Laogai, piu’ di mille oggi in Cina, milioni di persone, uomini, donne e bambini sono attualmente costretti al lavoro forzato in condizioni disumane a vantaggio economico del Governo Cinese e di numerose multinazionali che producono o investono in Cina.

FrancoM

Dom, 01/04/2012 - 10:07

A proposito di diritti, cari Signorini e ignoto autore del titolo, se leggeste il Giornale trovereste diversi articoli che parlano di numerosissime carcerazioni preventive con giustificazioni che dovrebbero far pensare a diritti umani violati. Trovereste poi tanti errori giudiziari che fanno pensare che in Italia non ci siano diritti. Commissari politici che controllano? Suvvia vi sembra che la nostra privacy e libertà di pensiero sia così ben salvaguardata? Monaci che si danno fuoco? Da noi non hanno l’abito da monaco ma il fuoco scoppietta. Dittatura? Temporanea, ma da noi c’è. Penso allora che i cinesi dovrebbero anche cominciare a parlare di violazione dei diritti fondamentali, di regime oppressivo e di libertà politiche negate in Italia.

MEFEL68

Dom, 01/04/2012 - 10:10

Con la sua rozza manovra, sicuramente ognuno di noi, individualmente, farà la fine della Grecia. Molto probabilmente il nostro sacrificio servirà a non farla fare agli "eletti" che , mantenendo tutti i privilegi che ci hanno ridotto in questo stato, risorgeranno dalle nostre ceneri. Ma perchè, se altri hanno mangiato e bevuto l'oste (Lei)presenta il conto a noi che non abbiamo assaggiato neanche l'antipasto? E perchè, visto che si parla di Grecia, dobbiamo noi fare la parte dell'agnello sacrificale per placare la sete degli dei dell'Olimpo della finanza? Non sarebbe stato più equo, Prof., procedere con i tagli dei privilegi e delle spese inutili? Non avrebbe potuto imporre un tetto alle spese elettorali in modo da ridimensionare i rimborsi? Potrei continuare, ma credo che Lei abbia capito. Rubando il titolo di una fiction televisiva le dico: Provaci ancora Prof."

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/04/2012 - 10:16

se questi sono i risultati ????? aprire un ristorante alla buvette del parlamento dove far lavorare bambini !!!!!!!!! come usano far loro !! potevi startene a casa !!!!!!

MEFEL68

Dom, 01/04/2012 - 10:10

Con la sua rozza manovra, sicuramente ognuno di noi, individualmente, farà la fine della Grecia. Molto probabilmente il nostro sacrificio servirà a non farla fare agli "eletti" che , mantenendo tutti i privilegi che ci hanno ridotto in questo stato, risorgeranno dalle nostre ceneri. Ma perchè, se altri hanno mangiato e bevuto l'oste (Lei)presenta il conto a noi che non abbiamo assaggiato neanche l'antipasto? E perchè, visto che si parla di Grecia, dobbiamo noi fare la parte dell'agnello sacrificale per placare la sete degli dei dell'Olimpo della finanza? Non sarebbe stato più equo, Prof., procedere con i tagli dei privilegi e delle spese inutili? Non avrebbe potuto imporre un tetto alle spese elettorali in modo da ridimensionare i rimborsi? Potrei continuare, ma credo che Lei abbia capito. Rubando il titolo di una fiction televisiva le dico: Provaci ancora Prof."

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/04/2012 - 10:16

se questi sono i risultati ????? aprire un ristorante alla buvette del parlamento dove far lavorare bambini !!!!!!!!! come usano far loro !! potevi startene a casa !!!!!!

albertohis

Dom, 01/04/2012 - 10:17

Difficile credere che il dumping sociale sulla forza lavoro provenga dai cinesi, gli unici a mettere quattrini (e neanche pochi) anche in un paese disastrato come l'Italia: se mettono piede in Italia è per smerciare quanto producono da loro a costi modesti con un bacino di manodopera sterminato e sottopagato. La macelleria sociale conseguente alle scelte del plutocratico governo tecnico sono piuttosto da ricondursi ai diktat dei rapaci investitori occidentali con il supporto dei medio-grandi capitani d'industria nostrani che, in mancanza del sussidio di stato, non hanno altre capacità per stare sul mercato che far dumping sui salari. Risulta comunque evidente che un paese pieno di debiti rimane in balia dei cravattari: il default resterebbe la soluzione migliore, con tutte le dolorose conseguenze del caso.

albertohis

Dom, 01/04/2012 - 10:17

Difficile credere che il dumping sociale sulla forza lavoro provenga dai cinesi, gli unici a mettere quattrini (e neanche pochi) anche in un paese disastrato come l'Italia: se mettono piede in Italia è per smerciare quanto producono da loro a costi modesti con un bacino di manodopera sterminato e sottopagato. La macelleria sociale conseguente alle scelte del plutocratico governo tecnico sono piuttosto da ricondursi ai diktat dei rapaci investitori occidentali con il supporto dei medio-grandi capitani d'industria nostrani che, in mancanza del sussidio di stato, non hanno altre capacità per stare sul mercato che far dumping sui salari. Risulta comunque evidente che un paese pieno di debiti rimane in balia dei cravattari: il default resterebbe la soluzione migliore, con tutte le dolorose conseguenze del caso.

sorans99

Dom, 01/04/2012 - 10:18

Monti? E' la conferma che noi siamo sempre dei cavernicoli come 4 milioni d'anni fa. Usa la maschera dello stregone per sembrare potente, ma dietro la maschera da professore - niente. Basta vedere le disastrose scelte fatte. Perfino i cinesi vedono quant'è nano quel "esperto". Tutte le mosse "salvaitalia" non hanno condotto ad altro che uno spaventoso impoverimento nazionale, calo di consumo, impennata di fallimento e suicidi. Con le impennate delle bollette, tassazione sulla prima casa e l'aumento dell'IVA, gli italiani non riusciranno ad evitare una seconda Grecia. Ma non esiste qualche PM che indagherà per scoprire per chi sta operando Monti e la sua banda? Mi sembra sia escluso che lavora per l'Italia. Mente in Germania il consumo è aumentato di oltre tre%, le politiche di Monti ha fatto che solo la Fiat si è visto con 1.3 milioni di vetture invendute. Nessuna mossa per liberare l'Italia dalla palla di piombo che è l'assurdo "contributo" che è il KO della nostra competitività .

sorans99

Dom, 01/04/2012 - 10:18

Monti? E' la conferma che noi siamo sempre dei cavernicoli come 4 milioni d'anni fa. Usa la maschera dello stregone per sembrare potente, ma dietro la maschera da professore - niente. Basta vedere le disastrose scelte fatte. Perfino i cinesi vedono quant'è nano quel "esperto". Tutte le mosse "salvaitalia" non hanno condotto ad altro che uno spaventoso impoverimento nazionale, calo di consumo, impennata di fallimento e suicidi. Con le impennate delle bollette, tassazione sulla prima casa e l'aumento dell'IVA, gli italiani non riusciranno ad evitare una seconda Grecia. Ma non esiste qualche PM che indagherà per scoprire per chi sta operando Monti e la sua banda? Mi sembra sia escluso che lavora per l'Italia. Mente in Germania il consumo è aumentato di oltre tre%, le politiche di Monti ha fatto che solo la Fiat si è visto con 1.3 milioni di vetture invendute. Nessuna mossa per liberare l'Italia dalla palla di piombo che è l'assurdo "contributo" che è il KO della nostra competitività .

franco_cina

Dom, 01/04/2012 - 10:25

"la cina senza diritti vuol darci lezioni" , io sono un imprenditore mantovano che vive in China da anni , radicato ormai nel loro mondo e pur non essendomi mai allontanato sentimentalmente al mio paese , pur riconoscente del valore dell'eredita' culturale che ho portato con me dal mio paese , devo concludere dicendovi che la vostra cognizione della realta' e' del tutto e soltanto relativa al vostro punto di osservazione , il quale risulta nel contesto delle vicende di questo mondo avere un peso quasi irrilevante , e per ragioni per le quali il capitalismo da sempre si impone nel merito . Abbiamo stabilito noi di fatto di tradurre il valore dell'uomo in peso economico ? ecco . la China da questo punto di vista e' molto meno ambigua , la lezione le calza a pennello e se appare un paraddosso , beh , e' la realta umana che e' paradossale in ogni momento . Nulla di strano .

franco_cina

Dom, 01/04/2012 - 10:25

"la cina senza diritti vuol darci lezioni" , io sono un imprenditore mantovano che vive in China da anni , radicato ormai nel loro mondo e pur non essendomi mai allontanato sentimentalmente al mio paese , pur riconoscente del valore dell'eredita' culturale che ho portato con me dal mio paese , devo concludere dicendovi che la vostra cognizione della realta' e' del tutto e soltanto relativa al vostro punto di osservazione , il quale risulta nel contesto delle vicende di questo mondo avere un peso quasi irrilevante , e per ragioni per le quali il capitalismo da sempre si impone nel merito . Abbiamo stabilito noi di fatto di tradurre il valore dell'uomo in peso economico ? ecco . la China da questo punto di vista e' molto meno ambigua , la lezione le calza a pennello e se appare un paraddosso , beh , e' la realta umana che e' paradossale in ogni momento . Nulla di strano .

cameo44

Dom, 01/04/2012 - 10:31

Il super Mario dallo stile inglese ha riconosciuto di essere stato rozzo nel mettere le tasse dicendo di essere necessarie per evitare di diventare la Grecia il Prof. Monti per riuscire in questo ha scelto la strada più semplice come qualunque politico e cioè mettere tasse tasse tasse da grande eco nomista quale si ritiene avrebbe dovuto prendere altri provvedimenti prima fra tutti la riduzion e della spesa pubblica l'eliminazione dei privileggi ed in centivare i consumi mentre con le sue misure ha portato il paese in piena recessione e grazie a questo enorme peso fiscale molte aziende stanno chiudendo e quindi licenziando i lavoratori questi sono i risultati altro che crescita Italia in quanto a Alfano Bersani e Casini prendessero atto che questa strada non spunta e non sono questi i miracoli di cui il paese ha bisogno le famiglie alle quale Casini si rivolge non ne possano più sono alla disperazione e non hanno più le risorse per andare avanti

claudino1956

Dom, 01/04/2012 - 10:36

Questi sono peggio dei nazisti. In fondo l'aberrante dottrina della superiorità di una razza sull'altra considerava pur sempre tutti gli uomini, uomini. Ora la moderna ideologia tecnocratica considera tutti dei semplici birilli. Ha preso piede con la visione economicista della società, che è diventata poi sovranazionale, spostando i centri di potere dalla politica a delle istituzioni finanziarie con l'unico scopo di fare denaro. I cittadini sono diventati delle pedine da giocare sulla roulette della speculazione. Paesi come la Cina sono stati facilitati nel diventare delle mostruosità sociali, perchè il comunismo gli ha spianato la strada. In Occidente invece la speculazione finanziaria si serve di Terminator imposti alla guida delle nazioni perchè facciano il lavoro sporco. Sono "economisti": quelle persone che hanno sostituito i ragionieri alla guida delle imprese e delle nazioni, distruggendole. Tornino a scuola a studiare, non a insegnare

anbie

Dom, 01/04/2012 - 10:39

Ci sono persone che, in inverno, basta avere addosso un pullover di cachemire di primaria marca, sottile come il pelo di passerina, che hanno un caldo insopportabile, mentre se li vesti con una tuta termica con resistenze elettriche incorporate, muoiono di freddo. Lo stesso dicasi per gli esterofili: basta che qualcosa sia targato tedesco o giapponese, oggi addirittura cinese, che tutto è buonissimo, fantastico e a buon prezzo. Vedi i patiti dei ristoranti cinesi roba da far vomitare una capra con fritti a base d’olio riciclato che se solo ci metti una cartina di tornasole per misurarne l’acidità devi farlo con un guanto di ceramica perchè ti si fonde pure la mano. Ho un maledetto prurito in quel posto là. Non è che Monti, da bocconiano è un tipo del genere? Io penso che sarebbe ora che Monti, anziché avere nel suo studio la bandiera italiana assieme a quella europea alle sue spalle, lasci al suo posto quella europea mentre quella italiana se la metta ben davanti al naso. Così la vede bene, non si sa mai che si stia dimenticando a quale nobile razza appartiene! E quando dico nobile dico NOBILE!!!!!

Ritratto di scriba

scriba

Dom, 01/04/2012 - 10:42

COLLEZIONE DI IMBECILLI. La Cina, l' amata e agognata Cina dei mortadella detta le condizioni per investire in Italia e scandisce a chiare lettere, tanto da essere comprensibili anche agli idioti fautori dell' insano connubio, che con i legacci dell' art. 18 non si fa nulla. Ora, premesso che solo gli economisti da bar o sezione rossa, possano considerare il Dragone un partner economico, come se il leone potesse esserlo della gazzella nell' organizzare la cena, questi penosi "leggi, non capisci, ma ripeti" avranno di che dissertare sull' affidabilità del compagno cinese. Sono tali e quali a quei cretini che negli anni trenta inneggiarono all' ascesa del nazismo e davano del cretino a coloro che mettevano in guardia dal pericolo chiamato Hitler. La storia è la più grande collezione di imbecilli.

cameo44

Dom, 01/04/2012 - 10:31

Il super Mario dallo stile inglese ha riconosciuto di essere stato rozzo nel mettere le tasse dicendo di essere necessarie per evitare di diventare la Grecia il Prof. Monti per riuscire in questo ha scelto la strada più semplice come qualunque politico e cioè mettere tasse tasse tasse da grande eco nomista quale si ritiene avrebbe dovuto prendere altri provvedimenti prima fra tutti la riduzion e della spesa pubblica l'eliminazione dei privileggi ed in centivare i consumi mentre con le sue misure ha portato il paese in piena recessione e grazie a questo enorme peso fiscale molte aziende stanno chiudendo e quindi licenziando i lavoratori questi sono i risultati altro che crescita Italia in quanto a Alfano Bersani e Casini prendessero atto che questa strada non spunta e non sono questi i miracoli di cui il paese ha bisogno le famiglie alle quale Casini si rivolge non ne possano più sono alla disperazione e non hanno più le risorse per andare avanti

claudino1956

Dom, 01/04/2012 - 10:36

Questi sono peggio dei nazisti. In fondo l'aberrante dottrina della superiorità di una razza sull'altra considerava pur sempre tutti gli uomini, uomini. Ora la moderna ideologia tecnocratica considera tutti dei semplici birilli. Ha preso piede con la visione economicista della società, che è diventata poi sovranazionale, spostando i centri di potere dalla politica a delle istituzioni finanziarie con l'unico scopo di fare denaro. I cittadini sono diventati delle pedine da giocare sulla roulette della speculazione. Paesi come la Cina sono stati facilitati nel diventare delle mostruosità sociali, perchè il comunismo gli ha spianato la strada. In Occidente invece la speculazione finanziaria si serve di Terminator imposti alla guida delle nazioni perchè facciano il lavoro sporco. Sono "economisti": quelle persone che hanno sostituito i ragionieri alla guida delle imprese e delle nazioni, distruggendole. Tornino a scuola a studiare, non a insegnare

anbie

Dom, 01/04/2012 - 10:39

Ci sono persone che, in inverno, basta avere addosso un pullover di cachemire di primaria marca, sottile come il pelo di passerina, che hanno un caldo insopportabile, mentre se li vesti con una tuta termica con resistenze elettriche incorporate, muoiono di freddo. Lo stesso dicasi per gli esterofili: basta che qualcosa sia targato tedesco o giapponese, oggi addirittura cinese, che tutto è buonissimo, fantastico e a buon prezzo. Vedi i patiti dei ristoranti cinesi roba da far vomitare una capra con fritti a base d’olio riciclato che se solo ci metti una cartina di tornasole per misurarne l’acidità devi farlo con un guanto di ceramica perchè ti si fonde pure la mano. Ho un maledetto prurito in quel posto là. Non è che Monti, da bocconiano è un tipo del genere? Io penso che sarebbe ora che Monti, anziché avere nel suo studio la bandiera italiana assieme a quella europea alle sue spalle, lasci al suo posto quella europea mentre quella italiana se la metta ben davanti al naso. Così la vede bene, non si sa mai che si stia dimenticando a quale nobile razza appartiene! E quando dico nobile dico NOBILE!!!!!

Ritratto di scriba

scriba

Dom, 01/04/2012 - 10:42

COLLEZIONE DI IMBECILLI. La Cina, l' amata e agognata Cina dei mortadella detta le condizioni per investire in Italia e scandisce a chiare lettere, tanto da essere comprensibili anche agli idioti fautori dell' insano connubio, che con i legacci dell' art. 18 non si fa nulla. Ora, premesso che solo gli economisti da bar o sezione rossa, possano considerare il Dragone un partner economico, come se il leone potesse esserlo della gazzella nell' organizzare la cena, questi penosi "leggi, non capisci, ma ripeti" avranno di che dissertare sull' affidabilità del compagno cinese. Sono tali e quali a quei cretini che negli anni trenta inneggiarono all' ascesa del nazismo e davano del cretino a coloro che mettevano in guardia dal pericolo chiamato Hitler. La storia è la più grande collezione di imbecilli.

niklaus

Dom, 01/04/2012 - 10:43

Andare a implorare la Cina di investire in Italia e' l'ultima spiaggia per rammendare le finanze uccidendo la nostra industria e consegnando gli italiani nelle mani dei peggiori padroni che si possano immaginare.

niklaus

Dom, 01/04/2012 - 10:43

Andare a implorare la Cina di investire in Italia e' l'ultima spiaggia per rammendare le finanze uccidendo la nostra industria e consegnando gli italiani nelle mani dei peggiori padroni che si possano immaginare.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 01/04/2012 - 10:44

Io darei la parola ai filosofi ricercatori. Il percorso dell'uomo nella storia è molto complesso, costellato di tappe a macchia di leopardo, e lastricato da impronte antropiche diseguali, di differente pressione da peso corporeo. Non, quindi, omogeneità di livello cognitivo. Differenti radicamenti, con differenti modalità di avanzamento. Mescolanze di cespugli antropologici, generatori di alchimie biologico-genetiche, dai complicatissimi esiti di laboratorio naturale. Selezioni spontanee con dispersioni di incalcolabili prototipi e derivati. E,siamo ancora all'inizio. Razionalizzare le 'regole' del pianeta Cina, come quello di ogni altro territorio del Pianeta, è un'impresa azzardata, se non si relativizza lo studio. POI, al nostro tanto caro Premier, quando ci racconta che le misure adottate erano indispensabili per non farci fare la fine della Grecia, RISPONDIAMO, che concordiamo pienamente sull'emergenza, ma chiediamo, perchè strangolare i poveri e non invece andare a prelevareSEGUE

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 01/04/2012 - 10:44

Io darei la parola ai filosofi ricercatori. Il percorso dell'uomo nella storia è molto complesso, costellato di tappe a macchia di leopardo, e lastricato da impronte antropiche diseguali, di differente pressione da peso corporeo. Non, quindi, omogeneità di livello cognitivo. Differenti radicamenti, con differenti modalità di avanzamento. Mescolanze di cespugli antropologici, generatori di alchimie biologico-genetiche, dai complicatissimi esiti di laboratorio naturale. Selezioni spontanee con dispersioni di incalcolabili prototipi e derivati. E,siamo ancora all'inizio. Razionalizzare le 'regole' del pianeta Cina, come quello di ogni altro territorio del Pianeta, è un'impresa azzardata, se non si relativizza lo studio. POI, al nostro tanto caro Premier, quando ci racconta che le misure adottate erano indispensabili per non farci fare la fine della Grecia, RISPONDIAMO, che concordiamo pienamente sull'emergenza, ma chiediamo, perchè strangolare i poveri e non invece andare a prelevareSEGUE

maumen

Dom, 01/04/2012 - 10:51

Nel 2001 ci siamo scavati la fossa facendo entrare la Cina nel WTO, ora siamo nel 2012 ed e' arrivato il momento di buttarli fuori con urgenza. Questi furbetti con una moneta sottovalutata rispetto all'euro ci stanno portando alla rovina. Perché non iniziare a combatterli con accessi della GDF in tutte le loro attività commerciali in Italia e vediamo quante ne resterebbero aperte dopo i controlli.

maumen

Dom, 01/04/2012 - 10:51

Nel 2001 ci siamo scavati la fossa facendo entrare la Cina nel WTO, ora siamo nel 2012 ed e' arrivato il momento di buttarli fuori con urgenza. Questi furbetti con una moneta sottovalutata rispetto all'euro ci stanno portando alla rovina. Perché non iniziare a combatterli con accessi della GDF in tutte le loro attività commerciali in Italia e vediamo quante ne resterebbero aperte dopo i controlli.

anbie

Dom, 01/04/2012 - 10:56

Diceva Cacciaguida a Dante: “tu proverai si come sa di sale lo pane altrui e come duro calle lo scendere e il salir per l’altrui scale…” strano che Benigni non lo spieghi a Monti cosa vuol dire!!!! Haa dimenticavo che Benigni è amico di Fazio e Saviano… i comunisti hanno cominciato a tagliarsi l’uccello con la falce ed a picchiarselo nel sedere con il martello. Napolitano e Monti hanno arrotato la falce come un rasoio!!!

anbie

Dom, 01/04/2012 - 10:58

#20 MEFEL68 (66): Il Suo, commento impeccabile.

anbie

Dom, 01/04/2012 - 10:56

Diceva Cacciaguida a Dante: “tu proverai si come sa di sale lo pane altrui e come duro calle lo scendere e il salir per l’altrui scale…” strano che Benigni non lo spieghi a Monti cosa vuol dire!!!! Haa dimenticavo che Benigni è amico di Fazio e Saviano… i comunisti hanno cominciato a tagliarsi l’uccello con la falce ed a picchiarselo nel sedere con il martello. Napolitano e Monti hanno arrotato la falce come un rasoio!!!

veronika

Dom, 01/04/2012 - 11:05

mi torna sempre in mente la battuta di Berlusconi: per combattere la concorrenza SLEALE cinese sarebbe sufficiente esportare in quel paese i sindacati...

anbie

Dom, 01/04/2012 - 10:58

#20 MEFEL68 (66): Il Suo, commento impeccabile.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 01/04/2012 - 11:04

2°BRANO-DICEVO, CONCORDIAMO PIENAMENTE sulla necessità di 'correre ai ripari' sulla cui cosa preghiamo tantissimo il caro Premier non ripetersi più, MA NON CONCORDIAMO MINIMAMENTE sulla rapina che è stata messa in atto nei confronti della sterminata fascia sociale che versa in gravissime condizioni di sopravvivenza. Chiediamo invece una esplicita risposta sul perchè non sottrae quantomeno due miliardi e mezzo di lire ad ognuno delle diecine di migliaia di alti gradi FF.AA., dei loro omologhi della magistratura, degli istituti varii, che prendono come liquidazione. Non soffrirebbero minimamente, considerate le loro pensioni da capogiro. Perchè ogni Santo fine mese Lamberto DINI, Giuliano AMATO, e compagnia cantando si mettono in tasca, minimo, settanta-cento milioni delle vecchie lire, mentre il Popolo Sovrano langue? Si tratta di miliardi, centinaia di miliardi che vengono distribuiti iniquamente. PERCHE' IL NOSTRO CARO PREMIER NON CI DA' GIUSTIFICAZIONE DI TUTTO QUESTO? VOCE VOCE VOCE

veronika

Dom, 01/04/2012 - 11:05

mi torna sempre in mente la battuta di Berlusconi: per combattere la concorrenza SLEALE cinese sarebbe sufficiente esportare in quel paese i sindacati...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 01/04/2012 - 11:04

2°BRANO-DICEVO, CONCORDIAMO PIENAMENTE sulla necessità di 'correre ai ripari' sulla cui cosa preghiamo tantissimo il caro Premier non ripetersi più, MA NON CONCORDIAMO MINIMAMENTE sulla rapina che è stata messa in atto nei confronti della sterminata fascia sociale che versa in gravissime condizioni di sopravvivenza. Chiediamo invece una esplicita risposta sul perchè non sottrae quantomeno due miliardi e mezzo di lire ad ognuno delle diecine di migliaia di alti gradi FF.AA., dei loro omologhi della magistratura, degli istituti varii, che prendono come liquidazione. Non soffrirebbero minimamente, considerate le loro pensioni da capogiro. Perchè ogni Santo fine mese Lamberto DINI, Giuliano AMATO, e compagnia cantando si mettono in tasca, minimo, settanta-cento milioni delle vecchie lire, mentre il Popolo Sovrano langue? Si tratta di miliardi, centinaia di miliardi che vengono distribuiti iniquamente. PERCHE' IL NOSTRO CARO PREMIER NON CI DA' GIUSTIFICAZIONE DI TUTTO QUESTO? VOCE VOCE VOCE

Otaner

Dom, 01/04/2012 - 11:17

Se fossi un governante non vorrei avere alcun rapporto con la Cina che nega al suo popolo i diritti sacri e inalienabili dell'uomo, il primo dei quali è la libertà.

Otaner

Dom, 01/04/2012 - 11:17

Se fossi un governante non vorrei avere alcun rapporto con la Cina che nega al suo popolo i diritti sacri e inalienabili dell'uomo, il primo dei quali è la libertà.

martello carlo

Dom, 01/04/2012 - 11:31

I cinesi pretendono di darci lazioni?CERTO:chi più di loro è titolato a parlare dei non diritti umani cui si ispira la dottrina del neo capitalcomunismo speculativo imposto alla PLEBE di tutto il mondo dalle oligarchie patrizie siano esse di Wall Street che di Hong Kong?Il mondo,con l'apertura dei rubinetti doganali è diventata una serie di vasi comunicanti;fra poco i lavoratori italiani DOVRANNO trovare un punto d'incontro(infimo) con quelli cinesi.Perché i cinesi dovrebbero investire in italia finché esiste l'art. 18,una P.A. di 4 MLN d iprivilegiati illicenziabilmente fanc@@@@sti e, per dirla tutta, un popolo i cui sonni ecologisti sono turbati dal nucleare,dai termovalorizzatori,dalle antenne telefoniche,dai pali della luce,dalla TAV, dal gatto nero che attraversa la strada e quant'altro ci rende un popolo tutto sommato di "fich@@ti" modaioli?I cinesi avranno anche gli occhi a mandorla ma ci vedono benissimo e non sono fessi.

martello carlo

Dom, 01/04/2012 - 11:31

I cinesi pretendono di darci lazioni?CERTO:chi più di loro è titolato a parlare dei non diritti umani cui si ispira la dottrina del neo capitalcomunismo speculativo imposto alla PLEBE di tutto il mondo dalle oligarchie patrizie siano esse di Wall Street che di Hong Kong?Il mondo,con l'apertura dei rubinetti doganali è diventata una serie di vasi comunicanti;fra poco i lavoratori italiani DOVRANNO trovare un punto d'incontro(infimo) con quelli cinesi.Perché i cinesi dovrebbero investire in italia finché esiste l'art. 18,una P.A. di 4 MLN d iprivilegiati illicenziabilmente fanc@@@@sti e, per dirla tutta, un popolo i cui sonni ecologisti sono turbati dal nucleare,dai termovalorizzatori,dalle antenne telefoniche,dai pali della luce,dalla TAV, dal gatto nero che attraversa la strada e quant'altro ci rende un popolo tutto sommato di "fich@@ti" modaioli?I cinesi avranno anche gli occhi a mandorla ma ci vedono benissimo e non sono fessi.

alby118

Dom, 01/04/2012 - 11:31

Povera Italia,costretta a chiedere la carità a Mao,ad un paese che è solo capace di esportare solo pattume, di sopprimere gli oppositori,di negare qualsiasi diritto umano e di sfruttare anche bambini.Che schifo !!!Mio Dio come siamo caduti in basso.

alby118

Dom, 01/04/2012 - 11:31

Povera Italia,costretta a chiedere la carità a Mao,ad un paese che è solo capace di esportare solo pattume, di sopprimere gli oppositori,di negare qualsiasi diritto umano e di sfruttare anche bambini.Che schifo !!!Mio Dio come siamo caduti in basso.

idleproc

Dom, 01/04/2012 - 11:36

In EU (si fa per dire) vanno invece via forte. Hanno inventato il "firewall". Nome indovinato. Se bruci la carta straccia fai effettivamente un muro di fuoco e se ci aggiungono anche il dollaro almeno per un pò ci si scalda e l'effetto cromatico dovrebbe migliorare. Il problema è se tutta la montagna di carta non piglia fuoco e ci arriva di colpo o a rate dove stiamo noi. A quel punto torneremo al baratto.

lunisolare

Dom, 01/04/2012 - 11:46

La Cina è la contraddizione di un sistema che in nome di un 'ideologia cosiddetta comunista, è la sintesi dello sfruttamento delle classi lavoratrici, e pretende in nome di un'indiscussa supremazia economica dettare le regole agli altri. Questo è quanto accade nel mondo moderno, lotta tra continenti, sistema di vita, concezione della civiltà subordinata all'economia di mercato, è il paradigma cinese che si esporta nel mondo.

idleproc

Dom, 01/04/2012 - 11:36

In EU (si fa per dire) vanno invece via forte. Hanno inventato il "firewall". Nome indovinato. Se bruci la carta straccia fai effettivamente un muro di fuoco e se ci aggiungono anche il dollaro almeno per un pò ci si scalda e l'effetto cromatico dovrebbe migliorare. Il problema è se tutta la montagna di carta non piglia fuoco e ci arriva di colpo o a rate dove stiamo noi. A quel punto torneremo al baratto.

lunisolare

Dom, 01/04/2012 - 11:46

La Cina è la contraddizione di un sistema che in nome di un 'ideologia cosiddetta comunista, è la sintesi dello sfruttamento delle classi lavoratrici, e pretende in nome di un'indiscussa supremazia economica dettare le regole agli altri. Questo è quanto accade nel mondo moderno, lotta tra continenti, sistema di vita, concezione della civiltà subordinata all'economia di mercato, è il paradigma cinese che si esporta nel mondo.

bussirino

Dom, 01/04/2012 - 11:47

La Cina senza diritti vuol darci lezioni.. La Cina ha ragione...Noi italiani abbiamo i diritti solo sulla carta. Nessuno pensa a quei morti ammazzati e alle vittime di familiari che non hanno giustizia? Quali sono i nostri diritti se non esiste il diritto della pena? La Cina almeno chi ammazza muore ammazzato. Dente per dente occhio per occhio. La vittima non deve farsi giustizia da sola, ci pensa lo Stato a proteggerla. Quindi quando un italiano pensa alla Cina come Stato senza diritti deve stare attento a non cadere nella superbia. cesare da fiorenzuola

Ritratto di unLuca

unLuca

Dom, 01/04/2012 - 11:54

Se fosse stato a casa avremmo risparmiato i soldi del viaggio ......... 0,00000000000000000000000000000000000000000001% del PIL

bussirino

Dom, 01/04/2012 - 11:47

La Cina senza diritti vuol darci lezioni.. La Cina ha ragione...Noi italiani abbiamo i diritti solo sulla carta. Nessuno pensa a quei morti ammazzati e alle vittime di familiari che non hanno giustizia? Quali sono i nostri diritti se non esiste il diritto della pena? La Cina almeno chi ammazza muore ammazzato. Dente per dente occhio per occhio. La vittima non deve farsi giustizia da sola, ci pensa lo Stato a proteggerla. Quindi quando un italiano pensa alla Cina come Stato senza diritti deve stare attento a non cadere nella superbia. cesare da fiorenzuola

Ritratto di unLuca

unLuca

Dom, 01/04/2012 - 11:54

Se fosse stato a casa avremmo risparmiato i soldi del viaggio ......... 0,00000000000000000000000000000000000000000001% del PIL

sorans99

Dom, 01/04/2012 - 12:17

Monti? E' la conferma che noi siamo sempre dei cavernicoli come 4 milioni d'anni fa. Usa la maschera dello stregone per sembrare potente, ma dietro la maschera da professore - niente. Basta vedere le disastrose scelte fatte. Perfino i cinesi vedono quant'è nano quel "esperto". Tutte le mosse "salvaitalia" non hanno condotto ad altro che uno spaventoso impoverimento nazionale, calo di consumo, impennata di fallimento e suicidi. Con le impennate delle bollette, tassazione sulla prima casa e l'aumento dell'IVA, gli italiani non riusciranno ad evitare una seconda Grecia. Ma non esiste qualche PM che indagherà per scoprire per chi sta operando Monti e la sua banda? Mi sembra sia escluso che lavora per l'Italia. Mente in Germania il consumo è aumentato di oltre tre%, le politiche di Monti ha fatto che solo la Fiat si è visto con 1.3 milioni di vetture invendute. Nessuna mossa per liberare l'Italia dalla palla di piombo che è l'assurdo "contributo" che è il KO della nostra competitività .

sorans99

Dom, 01/04/2012 - 12:17

Monti? E' la conferma che noi siamo sempre dei cavernicoli come 4 milioni d'anni fa. Usa la maschera dello stregone per sembrare potente, ma dietro la maschera da professore - niente. Basta vedere le disastrose scelte fatte. Perfino i cinesi vedono quant'è nano quel "esperto". Tutte le mosse "salvaitalia" non hanno condotto ad altro che uno spaventoso impoverimento nazionale, calo di consumo, impennata di fallimento e suicidi. Con le impennate delle bollette, tassazione sulla prima casa e l'aumento dell'IVA, gli italiani non riusciranno ad evitare una seconda Grecia. Ma non esiste qualche PM che indagherà per scoprire per chi sta operando Monti e la sua banda? Mi sembra sia escluso che lavora per l'Italia. Mente in Germania il consumo è aumentato di oltre tre%, le politiche di Monti ha fatto che solo la Fiat si è visto con 1.3 milioni di vetture invendute. Nessuna mossa per liberare l'Italia dalla palla di piombo che è l'assurdo "contributo" che è il KO della nostra competitività .

sorans99

Dom, 01/04/2012 - 12:24

Monti? E' la conferma che noi siamo sempre dei cavernicoli come 4 milioni d'anni fa. Usa la maschera dello stregone per sembrare potente, ma dietro la maschera da professore - niente. Basta vedere le disastrose scelte fatte. Perfino i cinesi vedono quant'è nano quel "esperto". Tutte le mosse "salvaitalia" non hanno condotto ad altro che uno spaventoso impoverimento nazionale, calo di consumo, impennata di fallimento e suicidi. Con le impennate delle bollette, tassazione sulla prima casa e l'aumento dell'IVA, gli italiani non riusciranno ad evitare una seconda Grecia. Ma non esiste qualche PM che indagherà per scoprire per chi sta operando Monti e la sua banda? Mi sembra sia escluso che lavora per l'Italia. Mente in Germania il consumo è aumentato di oltre tre%, le politiche di Monti ha fatto che solo la Fiat si è visto con 1.3 milioni di vetture invendute. Nessuna mossa per liberare l'Italia dalla palla di piombo che è l'assurdo "contributo" che è il KO della nostra competitività .

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 12:26

Capisco che nel fervore della sua tournée politico-turistica in oriente lui, mister Monti, si senta molto importante, ma che definisca la Cina un “partner strategico” mi fa pensare che egli abbia perso il senso della realtà e delle proporzioni. La Cina conta oltre 1,3 miliardi di abitanti e sta crescendo vertiginosamente. Non è un nostro “partner” anche se il suo capo del governo ha detto a Monti che darà indicazioni di investire in Italia, naturalmente ponendo debite condizioni. Rendiamoci conto che noi siamo solo un loro mercato, dove collocano la loro produzione di massa. I Cinesi sono interessati solo alla nostra tecnologia ed alla capacità di produzioni di qualità, ma la Cina non è un nostro “partner”, non lo è e non ci pensa proprio di esserlo. Siamo solo un mercato, almeno per ora.

sorans99

Dom, 01/04/2012 - 12:24

Monti? E' la conferma che noi siamo sempre dei cavernicoli come 4 milioni d'anni fa. Usa la maschera dello stregone per sembrare potente, ma dietro la maschera da professore - niente. Basta vedere le disastrose scelte fatte. Perfino i cinesi vedono quant'è nano quel "esperto". Tutte le mosse "salvaitalia" non hanno condotto ad altro che uno spaventoso impoverimento nazionale, calo di consumo, impennata di fallimento e suicidi. Con le impennate delle bollette, tassazione sulla prima casa e l'aumento dell'IVA, gli italiani non riusciranno ad evitare una seconda Grecia. Ma non esiste qualche PM che indagherà per scoprire per chi sta operando Monti e la sua banda? Mi sembra sia escluso che lavora per l'Italia. Mente in Germania il consumo è aumentato di oltre tre%, le politiche di Monti ha fatto che solo la Fiat si è visto con 1.3 milioni di vetture invendute. Nessuna mossa per liberare l'Italia dalla palla di piombo che è l'assurdo "contributo" che è il KO della nostra competitività .

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 12:26

Capisco che nel fervore della sua tournée politico-turistica in oriente lui, mister Monti, si senta molto importante, ma che definisca la Cina un “partner strategico” mi fa pensare che egli abbia perso il senso della realtà e delle proporzioni. La Cina conta oltre 1,3 miliardi di abitanti e sta crescendo vertiginosamente. Non è un nostro “partner” anche se il suo capo del governo ha detto a Monti che darà indicazioni di investire in Italia, naturalmente ponendo debite condizioni. Rendiamoci conto che noi siamo solo un loro mercato, dove collocano la loro produzione di massa. I Cinesi sono interessati solo alla nostra tecnologia ed alla capacità di produzioni di qualità, ma la Cina non è un nostro “partner”, non lo è e non ci pensa proprio di esserlo. Siamo solo un mercato, almeno per ora.

anbie

Dom, 01/04/2012 - 12:40

Monti = a Prodi. Svenditori dell’ Italia.

anbie

Dom, 01/04/2012 - 12:40

Monti = a Prodi. Svenditori dell’ Italia.

gentlemen

Dom, 01/04/2012 - 12:49

Siamo pieni di cinesi che vivono senza integrarsi ,rubando risorse alla nostra economia , inviando in Cina milioni di euro in nero! Bene Monti! Bravo Monti! Cosa dovrebbero dire i dirigenti Cinesi? Gli idioti siamo noi perché pur di affittare un immobile ad un prezzo superiore a quello di mercato , ci stiamo facendo comprare. Basterebbe non affittare o vendere più a questa gente se non dietro il rispetto assoluto delle leggi italiane da parte loro e basterebbe non comprare più i loro prodotti se non accompagnati da certificazioni di conformità autentiche e all'interno delle quali deve essere indicato in che modo sono stati prodotti (rispetto dei diritti umani).Diversamente i Cinesi compreranno a poco le nostre aziende soltanto per il marchio e la tecnologia e producendo poi in Cina, oppure in Italia ma con metodologie Cinesi (schiavitù).

gentlemen

Dom, 01/04/2012 - 12:49

Siamo pieni di cinesi che vivono senza integrarsi ,rubando risorse alla nostra economia , inviando in Cina milioni di euro in nero! Bene Monti! Bravo Monti! Cosa dovrebbero dire i dirigenti Cinesi? Gli idioti siamo noi perché pur di affittare un immobile ad un prezzo superiore a quello di mercato , ci stiamo facendo comprare. Basterebbe non affittare o vendere più a questa gente se non dietro il rispetto assoluto delle leggi italiane da parte loro e basterebbe non comprare più i loro prodotti se non accompagnati da certificazioni di conformità autentiche e all'interno delle quali deve essere indicato in che modo sono stati prodotti (rispetto dei diritti umani).Diversamente i Cinesi compreranno a poco le nostre aziende soltanto per il marchio e la tecnologia e producendo poi in Cina, oppure in Italia ma con metodologie Cinesi (schiavitù).

voce.nel.deserto

Dom, 01/04/2012 - 13:00

Ci manca solo che il governo tecnico ci faccia colonizzare dai cinesi.Che se ne stiano a casa loro con i loro capitali.Non li voglio. I cinesi che sono qui si sentono liberati ed apprezzano la qualità della vita di questo nostro paese in recessione. Coi loro soldi arriverebbe la loro tirannide.Dopo la merkel anche il cinese? Sarebeb troppo. Meglio vivere in Italia con tutta la sua recessione che nella Cina che schiaccia le persone e le tiene in schiavitù. Monti stai perdendo tempo coi cinesi. Non scimiottare il Prodi che spero non si sogni di diventare presidente di questo paese.Dopo l'ottimo Napolitano,il Prodi sarebbe una disgrazia per tutti (ha sfasciato l'Europa e affonderebbe l'Italia) . Piuttosto facciamo qualcosa per il Vietnam la Tailandia e la Cambogia.

voce.nel.deserto

Dom, 01/04/2012 - 13:00

Ci manca solo che il governo tecnico ci faccia colonizzare dai cinesi.Che se ne stiano a casa loro con i loro capitali.Non li voglio. I cinesi che sono qui si sentono liberati ed apprezzano la qualità della vita di questo nostro paese in recessione. Coi loro soldi arriverebbe la loro tirannide.Dopo la merkel anche il cinese? Sarebeb troppo. Meglio vivere in Italia con tutta la sua recessione che nella Cina che schiaccia le persone e le tiene in schiavitù. Monti stai perdendo tempo coi cinesi. Non scimiottare il Prodi che spero non si sogni di diventare presidente di questo paese.Dopo l'ottimo Napolitano,il Prodi sarebbe una disgrazia per tutti (ha sfasciato l'Europa e affonderebbe l'Italia) . Piuttosto facciamo qualcosa per il Vietnam la Tailandia e la Cambogia.

claudiocodecasa

Dom, 01/04/2012 - 14:05

siamo sempre pronti a porgere il de-retro, invece di mostrare una fermezza quando necessita, è una caratteristica italiana moderatamente servile che piace alla sinistra che sputa veleno sull'italia ma munge alla mammella dei soldi, perchè come da noi nessuna sinistra nel mondo guadagna....devono finire i partiti che non servono a nulla, per raggiungere questo, bisogna arrivare alla fame.......una guerra civile sarebbe perfetta per dimezzare i parassiti

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 01/04/2012 - 14:06

questo è troppo. già abbiamo un presidente comunista che mi fa pensare male del ns parlamento; poi questo elegge un professore amico delle banche come capo di governo senza che si sia mai presentato ad una elezione e qui ho realizzato quanta corruzione ci sia in italia; poi questo bocconiano con la puzza sotto al naso si scopre pure essere comunista. fatto sta che, se i comunisti propongono scelte illiberali antisociali ed economicamente vantaggiose per i pochi capoccia, evidentemente il marx era davvero un buon ebreo.

Massimo Bocci

Dom, 01/04/2012 - 14:08

Due sistemi, con il solito linguaggio COMUNISTA antidemocratico, dove oligarchie PARASSITARIE e CRIMINALI sfruttano gli uomini (i Bue) per i propri AGI DI CASTA E REGIME!!!!

miladicodro

Dom, 01/04/2012 - 14:20

Questo " professore " ci hà preso gusto ad andare in giro a prendere salamelecchi,e guarda un pò,in un paese dove i diritti civili sono meno che zero,e da lì sentenziare che la Cina è vicina.Il Benito d'antan diceva:guardatevi dal pericolo giallo;Non basta l'invasione islamica ora perora quella cinese come se non bastasse quello che gli stessi fanno in Italia,dai ristoranti ai laboratori,dall'immigrazione clandestina alla vendita di paccottaglia,ecc.Professore,venga a casa a vedere il casino che hà messo in piedi,lasci stare la Cina,ci aveva già tentato il rottamatore d'aziende coi risultati che sono sotto gli occhi di tutti.Venga a casa e prenda la scopa,pulisca,oppure se ne torni nella scuola da cui proviene.Fa meno danni.

claudiocodecasa

Dom, 01/04/2012 - 14:05

siamo sempre pronti a porgere il de-retro, invece di mostrare una fermezza quando necessita, è una caratteristica italiana moderatamente servile che piace alla sinistra che sputa veleno sull'italia ma munge alla mammella dei soldi, perchè come da noi nessuna sinistra nel mondo guadagna....devono finire i partiti che non servono a nulla, per raggiungere questo, bisogna arrivare alla fame.......una guerra civile sarebbe perfetta per dimezzare i parassiti

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 01/04/2012 - 14:06

questo è troppo. già abbiamo un presidente comunista che mi fa pensare male del ns parlamento; poi questo elegge un professore amico delle banche come capo di governo senza che si sia mai presentato ad una elezione e qui ho realizzato quanta corruzione ci sia in italia; poi questo bocconiano con la puzza sotto al naso si scopre pure essere comunista. fatto sta che, se i comunisti propongono scelte illiberali antisociali ed economicamente vantaggiose per i pochi capoccia, evidentemente il marx era davvero un buon ebreo.

Massimo Bocci

Dom, 01/04/2012 - 14:08

Due sistemi, con il solito linguaggio COMUNISTA antidemocratico, dove oligarchie PARASSITARIE e CRIMINALI sfruttano gli uomini (i Bue) per i propri AGI DI CASTA E REGIME!!!!

killkoms

Dom, 01/04/2012 - 14:21

la cina non può dare lezioni a nessuno,se non di autoritarismo omunista!lo spirito del nostro"boom economico"degli anni 50/60 è stato affossato oltre che dalla crisi petrolifera, dall'intransigenza sindacale,che alla cooperazione per lo sviluppo(il modello tedesco)hanno preferito la"lotta di classe",che ci ha portato alla"generazione degli imbelli"sessantottina!noi,non riusciamo a poartare aventi,con celerità,la TAV,grazie ad una minoranza chiassosa e violenta,fatta da pochi elementi locali e tanti sfaccendato che non hanno niente di meglio che fare della loro i utile esistenza!la cina,per quella mostruosità"ecologica"della"diga delle 3 gole"ha deportato 1,2 miliono di persone,sommegrgendo con l'acqua del bacino oltre 10.000 siti archeologici,molti ancora da esplorare!non è un esempio da seguire ma ciò che ci serve andrebbe fatto!

miladicodro

Dom, 01/04/2012 - 14:20

Questo " professore " ci hà preso gusto ad andare in giro a prendere salamelecchi,e guarda un pò,in un paese dove i diritti civili sono meno che zero,e da lì sentenziare che la Cina è vicina.Il Benito d'antan diceva:guardatevi dal pericolo giallo;Non basta l'invasione islamica ora perora quella cinese come se non bastasse quello che gli stessi fanno in Italia,dai ristoranti ai laboratori,dall'immigrazione clandestina alla vendita di paccottaglia,ecc.Professore,venga a casa a vedere il casino che hà messo in piedi,lasci stare la Cina,ci aveva già tentato il rottamatore d'aziende coi risultati che sono sotto gli occhi di tutti.Venga a casa e prenda la scopa,pulisca,oppure se ne torni nella scuola da cui proviene.Fa meno danni.

killkoms

Dom, 01/04/2012 - 14:21

la cina non può dare lezioni a nessuno,se non di autoritarismo omunista!lo spirito del nostro"boom economico"degli anni 50/60 è stato affossato oltre che dalla crisi petrolifera, dall'intransigenza sindacale,che alla cooperazione per lo sviluppo(il modello tedesco)hanno preferito la"lotta di classe",che ci ha portato alla"generazione degli imbelli"sessantottina!noi,non riusciamo a poartare aventi,con celerità,la TAV,grazie ad una minoranza chiassosa e violenta,fatta da pochi elementi locali e tanti sfaccendato che non hanno niente di meglio che fare della loro i utile esistenza!la cina,per quella mostruosità"ecologica"della"diga delle 3 gole"ha deportato 1,2 miliono di persone,sommegrgendo con l'acqua del bacino oltre 10.000 siti archeologici,molti ancora da esplorare!non è un esempio da seguire ma ciò che ci serve andrebbe fatto!

killkoms

Dom, 01/04/2012 - 14:26

#47gentleman,grazie al santegidino all'inutile ministero per l'integrazione,a compensazione della tassa sul permesso di soggiorno,è stata abolita la trattenuta del 3% su chi inviava denaro all'estero senza avere il codice fiscale;in pratica una tassa sulle rimesse degli immigrati!tale tassa invece doveva rimanere,e doveva essere portata al 5 o addirittura al 10%;visto che questa gente non paga nemmeno la terra del cimitero!

killkoms

Dom, 01/04/2012 - 14:26

#47gentleman,grazie al santegidino all'inutile ministero per l'integrazione,a compensazione della tassa sul permesso di soggiorno,è stata abolita la trattenuta del 3% su chi inviava denaro all'estero senza avere il codice fiscale;in pratica una tassa sulle rimesse degli immigrati!tale tassa invece doveva rimanere,e doveva essere portata al 5 o addirittura al 10%;visto che questa gente non paga nemmeno la terra del cimitero!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 14:44

Ancora con la Cina !? Grande Monti. Non so se ci fa o ci è. Naturalmente, grazie alla sua "attività diplomatica" finirà che noi investiremo in Cina e i nostri giovani continueranno ad essere disoccupati in patria

migrante

Dom, 01/04/2012 - 14:46

se ci sono dei capitali stranieri che non vanno attratti questi sono quelli cinesi...anche perche`son anni che stanno scientemente immettendo il cancro nella nostra economia ( e non solo), e`risaputo che dietro ai laboratori ed ai negozzi cinesi vi e`il supporto della loro ambasciata, la loro immigrazione avviene praticamente senza controllo manco fossero cittadini UE, come ho detto spesso...scorte di riso e blefaroplastica...non c'e`speranza, chiunque vada al governo...molluschi sono e molluschi resteranno, appecoronati al sogno del NWO !!!

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 01/04/2012 - 14:48

Elogio alla umiltà degli antropologicamente superiori. Imparate da loro kompagni...E.A.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 14:44

Ancora con la Cina !? Grande Monti. Non so se ci fa o ci è. Naturalmente, grazie alla sua "attività diplomatica" finirà che noi investiremo in Cina e i nostri giovani continueranno ad essere disoccupati in patria

migrante

Dom, 01/04/2012 - 14:46

se ci sono dei capitali stranieri che non vanno attratti questi sono quelli cinesi...anche perche`son anni che stanno scientemente immettendo il cancro nella nostra economia ( e non solo), e`risaputo che dietro ai laboratori ed ai negozzi cinesi vi e`il supporto della loro ambasciata, la loro immigrazione avviene praticamente senza controllo manco fossero cittadini UE, come ho detto spesso...scorte di riso e blefaroplastica...non c'e`speranza, chiunque vada al governo...molluschi sono e molluschi resteranno, appecoronati al sogno del NWO !!!

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 01/04/2012 - 14:48

Elogio alla umiltà degli antropologicamente superiori. Imparate da loro kompagni...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 01/04/2012 - 15:10

Magari, a forza di prenderle, si vergognerà un pochino, l'amato presidente del governo non eletto dagli Italiani. Dubito,comunque, che il bocconiano amante della URSS capirà mai di aver distrutto DEFINITIVAMENTE il mondo della piccola impresa...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 01/04/2012 - 15:10

Magari, a forza di prenderle, si vergognerà un pochino, l'amato presidente del governo non eletto dagli Italiani. Dubito,comunque, che il bocconiano amante della URSS capirà mai di aver distrutto DEFINITIVAMENTE il mondo della piccola impresa...E.A.

Leo.1050

Dom, 01/04/2012 - 15:48

ma il prof lo sa che da quelle parti c'è la dittatura del proletariato e che il costo del lavoro è uguale a zero? E come pensa di convincerli ad aprire imprese in Italia dove il costo del lavoro è definito dai sindacati di sinistra e gli imprenditori vengono spinti al suicidio da un fisco massacrante?

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 01/04/2012 - 15:50

Monticello stasse attento, ai tedeschi al tempo del cancelliere rosso, promettendo di comprare il transrapid,lo lasciarono come un co.lione .Copiarono i l modello e disdirono la commissione di vari miliardi di euro.Ora hanno la alta velocita da nanchino a schiangai o costi zero.

maumen

Dom, 01/04/2012 - 16:10

Doveva arrivare il Ministro Passera per fare chiarezza finalmente sulla rapina che i nostri ex governi hanno orchestrato a danno delle famiglie italiane costrette a pagare ora peraltro due decenni almeno centinaia di euro all'anno sulle bollette di elettricità per ripagare investimenti fatti nel settore fotovoltaico da pochi privati cittadini italiani e molte società spesso straniere. Una vergogna se pensiamo che i pannelli sono prodotti per dai Cinesi nel loro paese, cinesi che di problematiche ambientali se ne fregano alla grande ma di fare soldi alle nostre spalle sono diventati esperti. Eliminiamo ogni incentivazione e vediamo se questi cinesi abbasseranno i prezzi di loro pannelli. Purtroppo ho paura che i loro amici politici in Italia faranno di tutto per continuare a danneggiare il nostro paese con questa finta politica ambientalista rovinosa. Chi smaltirà poi i pannelli fra 30 anni?

olipink

Dom, 01/04/2012 - 16:23

GOVERNO .. MONTI ... VATICANO ... ma lo sapete che ci sono due soldati italiani prigionieri in india e per cosa? DIO che paese di ****a!!!! Prego pubblicare

olipink

Dom, 01/04/2012 - 16:25

Sì, prendiamo lezioni dalla Cina, ora. Che ne dici Bersani? Esprimi anche tu, D'Alema, il tuo pensiero. Oliviero Diliberto, Bertinotti, Bindi, Santoro, Ferrero, Vendola, tirate fuori qualcosa di voi (a parte Vendola), dite cosa ne pensate.

amledi

Dom, 01/04/2012 - 16:40

Finiamola di far entrare montagne e montagne di paccottiglia kitsch dalla Cina!!!!!!!!!!! Scarpe di plastica, borse di plastica, vestiti fatti e tinti con non si sa cosa. Come si entra in uno di quei bazar zeppi di monnezza, si sente un tanfo da svenimento.

killkoms

Dom, 01/04/2012 - 16:47

#63olipink,tanto si dovrebbero parlare;tra comunisti!

Ritratto di serjoe

serjoe

Dom, 01/04/2012 - 16:56

Chi e' piu' capace,quello e' giustificato a dare lezioni. Nel confronto con la odierna Cina siamo allunni delle elementari,mentre loro frequentano l'universita'.Questa e' la realta', amara per molti che non si rassegano e si consolano dicendo che anche noi siamo campioni in qualcosa: a sfarfugliare sui "diritti umani" usati troppo spesso per nascondere la nsotra invidia.

PRIMAVERA

Dom, 01/04/2012 - 17:39

....La Cina sarà la nostra "cartina di tornasole" ?? Non ci posso credere....siamo a qusto punto??....E poi vengono invitati a investire in Italia??...Qualcuno del governo non si e' ancora accorto che i cinesi da anni "investono" da noi.....comprano i nostri negozi...le nostre fabbriche...e noi CHIUDIAMO....BRAVI i nostri politici.....

slaterza

Dom, 01/04/2012 - 18:00

il sig.Monti ci fà o ci è o vuole farsi un nome(sic)in campo mondiale ma Obama che dice.-dopo tutta la cacca che dalla Cina viene scaricata nello Stivale ora apre agli investimenti cosi che la me..da non servirà più importarla ma l'avremo in casa.-e cosa ci dice in merito alla mafia cinese?gli abbiamo dato il permesso di proliferare,se già non c'è, anche in Italia?in unione con mafia siciliana,camorra e sacra corona unita sa che battaglie di boss e capi clan.-Monti pensi agli italiani che sono strozzati dalle sue manovre perverse e lasci in patria i cinesi di Mao.-Dio ce la mandi buona.-

disalvod

Dom, 01/04/2012 - 18:05

Ma la vogliamo finire di prenderci in giro o farci prendere per i fondelli da personaggi senza arte e ne parte?Se veramente vogliamo che le cose cambiano bisogna aiutare coloro che investono e danno lavoro altrimenti ci troveremo in una situazione imprevedibile ed il lavoro bisogna andarlo a cercare all'estero.Perchè non invogliare le industrie che si sono trasferite all'estero a ritornare in Italia?Perche' non evitare continui accanimenti burocratici nei confronti degli imprenditori?Sono giusti i controlli ma è anche giusto che chi investe abbia i suoi utili altrimenti non ha senso investire.Come si può investire in Italia se ti succhiano il sangue fino a portarti alla disperazione?Chi investe e da lavoro ha diritto di essere lasciato tranquillo ed aiutato e poi rendere i dipendenti partecipi al bilancio della ditta nel bene e nel male.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 18:25

Capisco che nel fervore della sua tournée politico-turistica in oriente lui, mister Monti, si senta molto importante, ma che definisca la Cina un “partner strategico” mi fa pensare che egli abbia perso il senso della realtà e delle proporzioni. La Cina conta oltre 1,3 miliardi di abitanti e sta crescendo vertiginosamente. Non è un nostro “partner” anche se il suo capo del governo ha detto a Monti che darà indicazioni di investire in Italia, naturalmente ponendo debite condizioni. Rendiamoci conto che noi siamo solo un loro mercato, dove collocano la loro produzione di massa. I Cinesi sono interessati solo alla nostra tecnologia ed alla capacità di produzioni di qualità, ma la Cina non è un nostro “partner”, non lo è e non ci pensa proprio di esserlo. Siamo solo un mercato, almeno per ora.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Dom, 01/04/2012 - 18:39

Puah puah puah...beh ma non era un certo Gheddafi, dittatore sanguinario, terrorista, corrotto, pazzoide, drogato, che invitato dall’adepto bungaro nostrano venne nel nostro parlamento a Roma a dare lezioni sulla democrazia? Oppure niente da dire di Putin, un altro amico del vostro sultano, altro campionissimo di democrazia? Come mai non avete mai detto nulla allora? Anzi lodavate siffatte amicizie...Eh? I soliti diversamente onesti.

pierrot

Dom, 01/04/2012 - 18:55

la cina ci è avanti solo perchè è funzionale ad accrescere la ricchezza di alcune multinazionali che non vogliono che cambi un bel niente da quelle parti.Per vendere un po' diprodotti occidentali si è accettato che quasi tutta l'industria tessile europea sparissesignori che la moneta cinese non fosse libera di fluttuare e in più che le industrie occidentali creassero posti di lavoro da quelle parti determinando disoccupazione in occidente.Roba da matti e non parlo del costo del lavoro;basta pensare che un ingegnere cinese che lavora(assembla)per la apple guadagna 700 dollari al mese .Qui bisogna mettere dei bei dazi e imporre una severa tassazione alle aziende che delocalizzano in Cina e paesi affini,altro che delocalizzare edeuro.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 20:43

Ancora con la Cina !? Grande Monti. Non so se ci fa o ci è. Naturalmente, grazie alla sua "attività diplomatica" finirà che noi investiremo in Cina e i nostri giovani continueranno ad essere disoccupati in patria.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/04/2012 - 20:45

Capisco che nel fervore della sua tournée politico-turistica in oriente lui, mister Monti, si senta molto importante, ma che definisca la Cina un “partner strategico” mi fa pensare che egli abbia perso il senso della realtà e delle proporzioni. La Cina conta oltre 1,3 miliardi di abitanti e sta crescendo vertiginosamente. Non è un nostro “partner” anche se il suo capo del governo ha detto a Monti che darà indicazioni di investire in Italia, naturalmente ponendo debite condizioni. Rendiamoci conto che noi siamo solo un loro mercato, dove collocano la loro produzione di massa. I Cinesi sono interessati solo alla nostra tecnologia ed alla capacità di produzioni di qualità, ma la Cina non è un nostro “partner”, non lo è e non ci pensa proprio di esserlo. Siamo solo un mercato, almeno per ora

killkoms

Lun, 02/04/2012 - 09:01

#71alenovelli,detto da un diversamente sciocco!

mauriziopiersigilli

Lun, 02/04/2012 - 10:03

per mettere tasse rozze bastava uno studente somaro al primo anno di commerciale chiudere la bocconi è meglio