Il Colle ignora la crisi per salvare Letta

Napolitano non vuole né la caduta del governo né il rimpasto. E si limita a chiedere al premier un passaggio in Aula

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Roma - L'intronizzazione di Renzi alla guida del Pd rischia di lasciare con le gomme a terra il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano. Lo si è capito dall'intervista a Repubblica con la quale ieri il vicepremier e ministro del'Interno ha cercato di replicare all'avviso di sfratto che il sindaco di Firenze aveva inviato sempre tramite Largo Fochetti a Letta & compagnia. «Renzi non tiri troppo la corda perché noi non abbiamo paura di andare a votare. Decida lui se assumersi la responsabilità di far cadere il presidente del Consiglio del suo partito», ha dichiarato Alfano. Ovviamente Matteo, ieri a Trieste per il suo tour elettorale, non ci ha pensato su due volte a ricordare al leader di Ncd che i rapporti di forza non sono tali da consentirgli di pretendere alcunché. «Non tiriamo la corda, sono gli italiani che stanno tirando la cinghia», ha controbattuto sottolineando che «le priorità per il 2014 sono: taglio dei costi della politica, piano per il lavoro ed Europa». In coda il veleno. «Se Alfano ha voglia di fare queste cose, le faccia», ha concluso praticamente decretando che il contratto di programma vagheggiato dal vicepremier ha un solo estensore (il Pd renziano) e una serie di sottoscrittori, obbligati a firmarlo. Ecco perché lunedì 2 dicembre 2013 nelle cronache politiche potrà ricordarsi come un giorno di «botta e risposta» tramite agenzie tra i renziani, impegnati a svincolarsi dall'abbraccio con un governo nel quale non si riconoscono (fiaccandone però l'azionista di minoranza e non il premier Enrico Letta) e un Ncd che non vuole passare alle cronache solo come una microscissione «governista» di Forza Italia. La sintesi è nelle parole del ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi. «Chiederemo di decidere cinque-sei punti prioritari stabilendo anche le date dei Consigli dei ministri per la loro approvazione», ha detto. Non ci sarebbe bisogno di spiegarlo vista la limpida chiarezza, ma un'ulteriore traduzione potrebbe essere: «Il Pd di Renzi detti l'agenda e noi ci adegueremo». Il sindaco ha comunque avvertito, per evitare equivoci: «La sera del 9 dicembre (il giorno dopo le primarie, ndr) partecipo alla riunione per decidere quale atteggiamento tenere l'11, quando Letta si presenterà alle Camere».

Ma non è per queste scaramucce verbali che si può definire Ncd come una «ruota di scorta» del governo. Piuttosto, è l'accanimento dei deputati renziani nei confronti degli alfaniani a sminuirne la rilevanza politica. «Alfano non è in grado di porre condizioni e invece vedo che parla di corde», ha sentenziato Dario Nardella, già vicesindaco nella giunta di Palazzo Vecchio. Il renziano doc Antonio Funiciello è stato ancor più schietto. «Qualcuno che gli vuole bene spieghi ad Alfano che tra un po' non farà neppure più ridere», ha twittato riferendosi ai calembour spesso utilizzati dal titolare del Viminale in riferimento alla più o meno conclamata volontà di Renzi di «prendersi la sedia di Letta». «Prima servono i voti e poi si detta l'agenda», ha aggiunto Angelo Rughetti. La levata di scudi dei «diversamente berlusconiani» non è stata soft. «Gli odierni proclami in chiave tardo sovietica intrisi di incomprensibili diktat destano vivo allarme: attenzione che fra “tirare la corda” e “tirare la cinghia” non si strozzi definitivamente il Paese», ha replicato Paolo Naccarato. «Non accettiamo lezioni di autorevolezza e credibilità da nessuno. Avremmo potuto starcene comodamente all'ombra di Berlusconi ma abbiamo scelto il bene dell'Italia», si è indignato Nino Bosco. Che forse un po' di rimpianto per aver proseguito una navigazione in balia delle bizze del sindaco ce l'ha.

Commenti
Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mar, 03/12/2013 - 08:38

napolitano finalmente in pensione in compagnia di formicone al parco Lambro di Milano.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 03/12/2013 - 08:48

Il problema non si chiama Letta, ma la stabilità del governo e se lo avete tenuto tenuto al colle ora ve lo tenete alle sue regole.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mar, 03/12/2013 - 08:54

Letta travestito da Babbo Natale e Renzi da Beffa-Epifani-a!Governo:Renzi ad Alfano,sono italiani che tirano la cinghia-Adnkronos Politica Letta travestito da Babbo Natale e Renzi da Beffa-Epifani-a! Renzi: sono Italiani che tirano la cinghia recita a soggetto; ma la Caritas a ccheskì non l'ha informati che infila alle mense ci sono oltre 7 mln di poveri? Credo che, Renzi non ha capito una mazza che ci sono oltre 5mln di disoccupati? Er più di Letta: uscita crisi è a portata di mano d'accordo? La Vanna di Televendite o non sa che le Banche, seppure il Babbo Natale Draghi (BBE) gli ha riempito i caveau a l'1%, questi non l'hanno distribuito ad Imprese e poveracci per un mutuo e che ora, molti si suicidano e tanti hanno chiuso per colpa di un euro sfonda tasche, costo del lavoro, pensioni basse e stipendi da morto di fame a differenza del loro 10volte di più? Ebbene, usando il metro Sociologico per scoprire se un Paese è Democratico con il numero del Popolo Carcerario ma mandare in galera Deputati per reati di opinione vi sembra che il Pd lo sia, sapendo inoltre che, in Economia oltre al Pil, i disoccupati e 60ml carcerati o vi pare che siano diminuiti o il Pil sia cresciuto, meglio in tasca il cittadino ha più euro danaro o con l'euro ha perso potere d'acquisto datosi che derrate e tutto è triplicato? Certo, dobbiamo ringraziare Prodi e la sua Ciurma di Voltagabbana e Gattopardi che oggi si spacciano per Democratici sì, ma solo nel logo e al Quirinale o Sir Napolitano vi pare cambiato a detto di Grillo? Che lo vuole cacciare? Certo che no non mi sembra che il gallo abbia cantato 3 volte per questo i 9 mln di voti sono inutili! Così eccoci i rimbrotti di “ Sir George ” contro Rossi per Prato,ma nella sua Città di Napoli ninti facisse? Capisco che ce quel 33,7% che lo vota evidente ha le tasche vuote come in altre realtà che da 59a arrancano, ma votano a Sinistra o er Grillo parlante,ma ninti facie con 9ml di voti! Craxi voleva l'onda lunga dopo da ladri eccoli questi 3 ” Socialisti ” dopo tangentopoli e legnate con Sindrome di Stoccolma culo€Camicia con chi distrusse quel nobile Psi centenario e gli ultimi Pannoloni lo dimostrano! Possibile che il Popolo Italiano assiste passivamente all'onda Giustizialista e dopo l'acqua e fango con morti che si potevano evitare al mio e vostro Paese volete vedere che rivotano Grillo, D'Alema, Monti e Letta per disgrazia ricevuta dalle tasse, sistema Idrogeologico, ma sistemato ma lo stipendio e vitalizio a magistrati da 6000 a 19000 euro e Casta in Parlamento? Ma non pensate che con 100mld€ di debiti avrebbero incassati di più dal fisco, crescita da tanto circolante e non avrebbero tanti morti per suicidi, uccisioni di morti Rossi e non bianche, se avessero Amministrati bene? Napolitano non pensa di andare in pensione, visto il danno che ha arrecato al Popolo Italiano con Monti nell'ascoltare ed applicare la Politica di Merkel e Hollande? http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2013/12/03/letta-travestito-da-babbo-natale-e-renzi-da-beffa-epifani-alettauscita-dalla-crisi-a-portata-di-manoora-risultati-pratici-adnkronos-politica/ http://vincenzoaliasilcontadino.blogspot.it/2013/12/letta-travestito-da-babbo-natale-e.html http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Letta-Uscita-dalla-crisi-a-portata-di-mano-ora-risultati-pratici_32937557768.html http://www.ilgiornale.it/news/interni/colle-ignora-crisi-salvare-letta-972971.html http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Governo-Renzi-ad-Alfano-sono-italiani-che-tirano-la-cinghia_32937294176.html http://www.ilgiornale.it/news/interni/euro-storia-imbroglio-che-adesso-tutti-ammettono-972629.html http://www.corriere.it/economia/13_dicembre_03/i-conti-ceto-medio-tartassato-meta-irpef-10percento-contribuenti-a31ef1b4-5be3-11e3-bc7d-68ebf7f6255f.shtml http://www.corriere.it/economia/13_dicembre_03/i-conti-ceto-medio-tartassato-meta-irpef-10percento-contribuenti-a31ef1b4-5be3-11e3-bc7d-68ebf7f6255f.shtml http://www.corriere.it/editoriali/13_dicembre_03/intrappolati-un-girotondo-1b1dc9f4-5be1-11e3-bc7d-68ebf7f6255f.shtml http://www.corriere.it/cronache/13_dicembre_02/rogo-prato-napolitano-condizione-d-insostenibile-illegalita-sfruttamento-edc3f440-5b79-11e3-bbdb-322ff669989a.shtml

bruna.amorosi

Mar, 03/12/2013 - 08:55

come dire quando si vuole aiutare i KOMPAGNI . Napolitano un minimo di vergogna no è?????e gli italiani stanno aspettando i comodi dei tuoi kompagnucci .

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/12/2013 - 09:00

Questo "scontro"(???) renzi/alfano fa molto bene all'immagine di entrambi poiche' e' decisamente meglio apparire avversari che non andare a braccetto;figuriamoci cosa sarebbe successo se renzi avesse "riconosciuto o benedetto" politicamente alfano...

hectorre

Mar, 03/12/2013 - 09:06

sceneggiate tipiche dei rossi...uno è al colle,un'altro è al governo e l'ultimo finge di buttare tutto all'aria....ma tutti d'accordo per andare alle urne,ora che berlusconi è incandidabile.....tra di loro un pollo che è convinto di contare ancora qualcosa senza il suo inventore(sapete di chi parlo...)....che cada immediatamente questo governo e di corsa alle urne!!!...conosciamo bene le capacità della sx di governo........purtroppo.

a.zoin

Mar, 03/12/2013 - 09:09

Non è che Napolitano, stia o sia in PENOPAUSA? Non è il primo colpo che stà perdendo,da buon stratega che era. Quello che si aspetta la popolazione, da un personaggio come il capo di stato,è la sincerità di parola,non la falsità con cui manovra i partiti e la magistratura.La BASE della STABILITÀ di uno stato.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 03/12/2013 - 09:18

Il vecchio kompagno sembra un po' allupato.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 03/12/2013 - 09:20

eccovi un ennesimo esempio di come la casta, nel caso specifico NAPOLITANO, se ne fotte della crisi per salvare letta, che vuol dire salvare i privilegi, i 600 mila euri al giorno per il quirinale, salvare i vitalizi per i senatori a vita che non fanno un cazzo.... BRAVI! INTELLIGENTISSIMI, VOI DI SINISTRA! continuate a fingere di non vedere... :-)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 03/12/2013 - 09:28

Agrippina certo litigando le cose si mettono a posto.Umorismo inglese

ninoabba

Mar, 03/12/2013 - 09:37

Questo signore, non ha ancora capito o finge di non capire, che ha rovinato L'Italia,e gli Italiani. Presidente lei e ricco e anziano, ma perche non va a godersi I sui soldi, ci faccia questo favore. Ma apetta proprio che il popolo venga ad accompagnarlo a casa? La prego se ne vada, lei e l'autore e responsabile della disastro itaiano, e la discagrazia degli Italiani.

Beaufou

Mar, 03/12/2013 - 09:38

@ Agrippina: dice bene, fa bene all'"immagine" di entrambi. I quali, però, se ne strafottono del fatto che queste manfrine fanno solo perdere tempo, e se fossero persone serie deciderebbero in un senso o nell'altro: o sostengono il governo e lo inducono a lavorare, o lo affondano e si passa ad altro. Gli scontri di questo tipo lo tengono ibernato, e intanto chi affonda è l'Italia.

ninoabba

Mar, 03/12/2013 - 09:53

Questo non e un governo ma una manica di imbecilli, improvvisati non c'e un giorno che non dicano una cosa che puntualmente venga smentita subito dopo. Non parliamo poi delle balle che raccontano,tolgono L'imu, ma poi lo nascondo sotto altra forma, e non solo questo, ma non basterebbe un eciclopedia a riportare tutte le castronate che fanno. Che schifo I nostril SERVITORI che ci predono per il cu.., a piu si arricchiscono con I nostri sacrifice. Saccomani che racconta palle, lui vede la risalita, ma probabilmente pensa alla salita che deve fare per arrivare alla sua villa, ( sempre pure pagata con I soldi dei contribuenti)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 03/12/2013 - 10:01

Non scrivo, o meglio, non commento da mesi. Il lavoro, durissimo e difficilissimo, la famiglia e molti viaggi hanno assorbito tutto il mio tempo e le energie... ma oltre a questo, onestamente, mi ero stancato di dover inviare 6-7 volte ogni commento per vederlo (forse, qualche volta, non spesso) pubblicato e, ancora più di questo, non sopportavo più la nausea inarrestabile che mi sovrastava ogni volta che leggevo la miriade di commenti idioti, indecenti, insulsi, dei lobotomizzati rossi che ormai hanno invaso e occupato anche le uniche due testate non schiave dell'ideologia imposta dai "sinceri ANTIdemocratici" dal dopoguerra. Ho provato negli ultimi giorni a mettere per iscritto i pensieri-commenti provocati dagli ultimi allucinanti avvenimenti, ma confesso di essermi accorto di aver perso "verve", di aver perso interesse e attenzione per i singoli avvenimenti cui gli articoli si riferiscono. Già in passato ho scritto che la pianificata e studiata ipnosi indotta dalle politiche di sinistra attraverso informazione, magistratura, sindacati, istruzione, istituzioni e interessati alleati esteri, ci ha da tempo inchiodati e costretti a focalizzare la nostra rabbia, la delusione, il senso di impotenza e rivalsa su singoli piccoli temi che ci vengono quotidianamente dati in pasto per impedirci di guardare dall'alto, avere una visione d'insieme, sottrarci all'abbagliamento, al frastuono e alla confusione senza senso... tutto provocato e orchestrato ad arte, a partire dal compromesso storico, dall'accettazione di un Euro e di un'Europa frenco-germano centrica e dall'allucinante-incessante persecuzione mediatica, politica, giudiziaria attuata contro Berlusconi fino alla sua estromissione dalle istituzioni. E intanto noi Italiani stiamo morendo, la nostra Italia sta morendo. Non perché stiamo perdendo una guerra leale, combattuta a viso aperto! No, stiamo andando in putrefazione a causa di un subdolo morbo, una malattia vigliacca che cambia nome e sembianze continuamente per convenienza e vigliaccheria ma non muta mai il suo mortale corredo genetico che ci erode, smembra, dissangua l'Italia dall'interno stesso del suo corpo! Ci resta l'unica e debole speranza che, prima di sparire, la gente per bene, le persone che non sono mantenute dal carrozzone dello sperpero perennemente a caccia di consenso da tramutare in poltrone, potere e nuove catene per gli stessi che tale consenso sono così pazzi da alimentare... e anche tutti quelli che, pur mantenuti dallo Stato, hanno capito che presto questo Stato non potrà mantenere più nessuno... in poche parole, tutti gli Italiani che non hanno ancora venduto la propria anima e la mente al cancro rosso, devono alzarsi in piedi e devono aprire gli occhi, giudicare nell'insieme e condannare le infamie che da 50 anni ci impediscono di essere e poter diventare ciò che meritiamo e saremmo capaci di essere. Non è un inno a Berlusconi o a Forza Italia, anche loro sono ormai parte dello stesso sistema... ma hanno ancora una singola preziosa caratteristica che, nell'immediato, può darci la minima speranza di fermare o cominciare a fermare il "moloch rosso": se verranno dotati, dagli Italiani, della forza sufficiente a scardinare il sistema ANTIdemocratico rosso e i suoi bracci armati, forse potremo farcela (sputando comunque sangue per anni). Verranno dopo, spero, momenti in cui si potranno anche rinnovare dalle fondamenta istituzioni e politica, ma adesso, ADESSO non c'è più tempo, ADESSO dobbiamo sopravvivere! Si può solo dare forza e consenso a chi, fino ad oggi unico nella storia politica dal dopoguerra, ancora terrorizza il "moloch rosso" che sa che loro sono l'ultimo e unico bastione al definitivo abbraccio mortale alla NOSTRA Italia. Napolitano, Letta, Renzi, Epifani, Cuperlo, Civati, D'Alema, Vendola, Grasso, Boldrini, Kyenge, Camusso e tanti (troppi) compagni vari... i tanti (troppi) magistrati di sinistra, la tanta (troppa) informazione schierata o sottomessa a sinistra, i tanti (troppi) esponenti della politica e dalla finanza internazionale che hanno interesse a eliminare il concorrente Italia e fagocitarsi a prezzi di ultra-saldo i nostri beni - le nostre attività - la nostra sovranità e indipendenza, Grillo e i suoi pericolosi estremisti di sinistra travestiti, sono un esercito ormai quasi imbattibile.... ma decine di milioni di Italiani possono ancora essere un formidabile mezzo per sconfiggerli, BASTA CHE CI SVEGLIAMO, A D E S S O !!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/12/2013 - 10:07

per onestà però va ricordato che durante la crisi del governo berlusconi il voto di fiducia dopo lo strappo di fini fu calendarizzato un mese dopo,ovvero il famoso 14 dicembre.Non vi lamentate sempre a prescindere,all'epoca fu dato moltissimo tempo alla maggioranza per risolvere più di un "problemino" e fu fatale per chi voleva far cadere il governo,e il momento economico/finanziario non era roseo.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mar, 03/12/2013 - 10:14

Nell'Unione Sovietica cara a regiorgio il komunista, la carogna di Andropov fu fatta girare nell'auto presidenziale in attesa che il Soviet si accordasse per la successione del premier morto alcuni giorni pirma. Cosa volete che sia in confronto inventarsi dei balletti per tenere in vita il pelato pisano per qualche gg.?

Ritratto di oliveto

oliveto

Mar, 03/12/2013 - 10:15

Ne azzeccasse una re giorgio. Peggio di così c'è solo ls Grecia.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 03/12/2013 - 10:22

IL SATURATO, come ti capisco! il guaio è che l'italia non solo è in mano alla sinistra, ma è il popolo italiano stesso che rende quasi impossibile qualunque governo a gestire il paese! gli italiani sono abituati a trafficare a destra e a sinistra, traendo ove possibile un qualche minimo vantaggio. un esempio? il classico italiano che per egoismo e opportunismo chiede alla politica un "aiutino" per avere una pensione di invalidità: quasi SEMPRE è la sinistra che lo aiuta, facendo la mafia con i medici, e in questo modo ci mangiano in 3, ovvero, la sinistra, i medici e lo stesso che ha chiesto l'aiuto. non che questo significhi che la destra ne sia immune, ma questi hanno, si fa per dire, un senso di contenimento: si limitano a mangiare i fondi della regione senza però coinvolgere direttamente la gente, come fa la sinistra.... anzi, la sinistra è quella che ruba di piu: regala pensioni, chiede tangenti, ricatta e sfrutta, per loro l'obiettivo è il voto! vista cosi, l'italia fa molto schifo. ma fanno più schifo i comunisti, che sfruttano in modo vergognoso la situazione e fanno pure la morale....

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 03/12/2013 - 10:33

Beufou,infatti l'ho virgolettata la parola "immagine",poi sempre per onesta' visto che siamo semplici cittadini ammettiamo che questo modo di fare politica e' trasversale,nessuno escluso.Tutte le varie dichiarazioni sono in funzioni dei consensi e dei voti con buona pace dei nostri problemi.

enzo1944

Mar, 03/12/2013 - 10:42

Questo vecchio ed ormai bolso napoletano che sta al Colle,lo sanno tutti,è il capo della massoneria internazionale (rossa) in Italia,e cura e protegge gli interessi dei poteri forti(Trilaterale,Bilderberg,Bruegel,Blankfein(Ebrei),e delle Banche d'affari usa(guidate da Goldman Sachs)!...e naturalmente deve proteggere le scelte da lui fatte/imposte,che vanno nella direzione di FAVORIRE i Poteri Forti,....e non certo a favore dei poveri,delle famiglie italiane,dei disoccupati e di chi ha fame!..ed allora,da comunista qual'e sempre stato e mai super partes,vuole lo status quo,che non tocchi o modifichi le sue scelte!.....E' semplicemente vergognoso la sua discesa in campo(complice lo zerbino letta) per difendere la cancellieri,che ha inteso salvare/proteggere 3 incarcerati della famiglia ligresti,ed un quarto tuttora latitante in Svizzera!...e non parliamo della porcheria di "comperare"ministri del PDL,per continuare a tenere in piedi un Governo oramai "cagato"da 3/4 degli Italiani!...tutte scelte fatte dal napoletano del Colle,per salvaguardare gli interessi garantiti dal"suo governo"!....quello dei POTERI FORTI!......Vergognati presidente,...in una vera democrazia,saresti già stato cacciato,e in malo modo,dal Popolo Sovrano!!

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Mar, 03/12/2013 - 10:55

MA POSSIBILE CHE I compagnucci non riescono a capire che L'ITALIA ha bisogno di lavoro e coerenza?? con Bersani hanno persdo 2 mesi per fare un leopardo, ora stanno perdendo altri 2 mesi fino a quando si farà i loro segretario, e poi?? quanti altre settimane perderemo per i LORO PORCI COMODI??. non mi sembra vero che bisogna aspettare che il comunista del colle vada in altra vita per iniziare a rimettere il paese in democrazia. compagnucci SVEGLIATEVI E MANDATE FUORI I VOSTRI SCHIAVI ARRIVISTI. RIBELLATEVI PERCHE' SE UN GIORNO ANDRA' AL COLLE UNA PERSONA SERIA ALLORA SARANNO GUAI PER I VOSTRI SERVI.

therock

Mar, 03/12/2013 - 11:24

ma scusate...al colle per chiedere a napolitano di accettare la rielezione c'è andata una bella delgazione inviata da berlusconi, per mesi ci avete triturato i maroni con il grande senso di responsabilità e di stato dimostrato da berlusconi, primo a proporre le larghe intese e ora? vuoi vedere che era tutto fatto per provare a limitare i danni delle sue disavventure giudiziarie? ma dai...io quasi ci avevo creduto

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 03/12/2013 - 11:46

Per, Napolitano la crisi non esiste, per lui la crisi esisteva solo quando a Palazzo Chigi c,era Berlusconi, adesso che c,é Letta come Premier la crisi si é disciolta come neve al sole, Ma Cosa volete che siano 7 milioni di poveri in italia!, quando RE GiorgioI ha per la sua Reggia Quirinalesca 250 milioni di Euro a disposizione?!; PER UN KOMUNISTA I POVERI POSSONO CREPARE DI FAME; TANTO SE MUORE UN POVERO PER NAPOLITANO É SOLO UN PROBLEMA DI MENO!.

Gian.Carlo

Mar, 03/12/2013 - 11:50

re Giorgio minuscolo come lui,il peggior presidente della storia Italiana.Congratulazioni

cameo44

Mar, 03/12/2013 - 12:30

Napolitano sta andando oltre ogni limite capisco che abbiamo un Governo voluto da lui e che lo difenda a spada tratta anche innanzi ad un eviden te fallimento ma dato che di crisi si tratta sarebbe stato suo prteciso dovere far presentare Letta alle Camere dimissionario e subito e non attendere il congresso del PD cosa privata e non istituzionale ormai le regole non si rispettono più tutto secondo convenienza se tutto quello che è successo a questo Governo fosse successo ad un Governo presieduto da Berlusconi ci sarebbe stata una rivoluzione basta cita re i casi di Alfano Cancellieri e non ultimo Saccomanni il quale sta dimostrando di essere solo un incapace oltre a tanti altri casi ivi compreso quello del Sindaco di Salerno ma non è il solo Letta sta di mostrando di essere quel vecchio democristiano incollato alla poltro na non volendo riconoscere il suo totale fallimento basta vedere tut ti i dati economici e non solo e che dire del Ministro dell'Interno completamente assente innanzi al dilagare della delinguenza? le città sono invivibili oltre alle periferie con assalti alle ville e tanto altro ancora assalti ai supermercati alle farmacie e tanto altro anco ra e il Ministro cosa fà campagna elettorale per la sua creatura che ha chiamato nuovo centrodestra anzicchè vecchio centrodestra visto le persone che fanno parte di questo schieramento come si vede fallimen to su tutti i fronti e Napolitano da miope insiste nel difendere la sua creatura

ammazzalupi

Mar, 03/12/2013 - 13:10

Alla MASSONICA SCORREGGIA IMPAZZITA cosa vuoi che gliene fotta della CRISI? Cosa volete che gliene fotta se la povera gente muore di fame! Con tutti i soldi che ha accumulato potrebbe vivere da nababbo per altri 2000 anni! Ma anche per LUI arriverà la FALCE. Senza il MARTELLO... però!

Ritratto di Chichi

Chichi

Mar, 03/12/2013 - 13:45

Che noia, la redazione del Giornale! Non siete ancora stanchi di cadere dalle nuvole, ogni santo giorno, di fronte a ai calci in bocca, molto compassati peraltro, con cui Napolitano risponde alla vostra incrollabile fiducia sulla sua affidabilità? Cosa ne è venuto al Cavaliere per essersi fidato di questo signore? Una cosa: è stato il primo, con la sua nota subito dopo la pronuncia della cassazione, che derogando alla puntigliosa prassi del Quirinale di accompagnare i nomi dei personaggi pubblici con tutti i loro titoli, ha parlato di Silvio Berlusconi, senza i titoli che gli competevano. A cosa è servito a quest’ultimo il suo senso di responsabilità, il farsi da parte, l’appoggio ai governi Napolitano fianco a fianco con quanti, per 20 anni, lo hanno trattato come la spazzatura dell’umanità”? Decadenza! Con forzatura criminale di ogni regola e il silenzio dell’affidabile presidente della Repubblica. Guardiamo in faccia alla realtà: è riuscito a spaccare il Pdl; si è piegato, per fingersi imparziale, a far passare il nuovo, di fatto, governo Napolitano ter al vaglio del parlamento, ma senza rimpasti. Ha fatto i suoi calcoli: sarà proprio Renzi a emarginare Alfano e soci. Non hanno nulla da dire, nulla da proporre. Servono solo le loro facce a fare da maschera ad un governo totalmente dominato dal PD e teleguidato da Napolitano. A conti fatti anche Letta è una maschera.

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Mar, 03/12/2013 - 16:29

CHE DESOLAZIONE QUESTO PRESIDENTE COMUNISTA DEL COLLE

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Mar, 03/12/2013 - 16:30

CHE DESOLAZIONE QUESTO PRESIDENTE COMUNISTA DEL COLLE

Ritratto di Chichi

Chichi

Mar, 03/12/2013 - 19:50

E che cura degna di miglior causa, da parte dei nostri moderatori, nel cestinare i commenti critici nei confronti del presidente della Repubblica. Attenti:non prendono di mira le espressioni di mera ingiuria, sgradevoli anche per quanti Napolitano non lo stimano né punto, né poco. I nostri solerti censori cassano quelli, giusti o sbagliati che siano, condivisibili o meno, ma ragionati e motivati. Come esempio di ciò accodo la parte centrale d’un mio commento all’articolo in cui Giuliano Ferrara diceva al presidente:”ci faccia votare” E un commento in tema anche con quest’articolo. ---------- “…da quel grande giornalista che lei [Ferrara] è, si è limitato a mettere in fila le mosse più macroscopiche compiute da Napolitano in momenti cruciali delle vicende economiche e politiche di questi ultimi anni. E ha dato un apprezzamento limitato. Avesse preso in esame parole, silenzi, allusioni gesti, sia pure minimali, riversati sull’opinione pubblica da quando il presidente siede al Quirinale, forse non avrebbe potuto esprimere nessun apprezzamento. Ne elenco alcuni per categorie. Tralascio quelle parole che molti hanno criticato come ovvietà, lo sono in realtà, ma lo sono necessariamente, dato che i Presidenti della Repubblica non hanno ampi poteri, se non quello di fare opera di persuasione. Penso, piuttosto, alle volte in cui è uscito dall’ovvio e ha mirato a colpire qualcuno senza possibilità di equivoci: nove volte su dieci il bersaglio è stato Berlusconi. Come, quando a un giornalista che gli chiedeva pubblicamente come sarebbe finita la legge sulle intercettazioni, rispose irridente richiamando un’altra legge più o meno sullo stesso problema, che nei giorni precedenti era finita al macero. Ricorda per caso, Ferrara, che il nostro, con i suoi molti richiami al rispetto delle istituzioni, lo abbia fatto anche una sola volta in difesa dell’istituzione governo, mentre il suo presidente veniva vilipeso, insultato, colpito? Vogliamo parlare dei suoi silenzi, quale presidente del CSM, sullo straripare senza freni dell’ordine giudiziario? O sulla forsennata caccia alla volpe scatenata contro il Cavaliere? Solo una volta ha avuto da ridire, quando la pacchia delle intercettazioni ha toccato la sua persona. E il richiamo per la rinata Forza Italia a manifestare senza illegalità? Come se si fosse trattato di incalliti e famigerati sfascia vetrine? Nel frattempo si è attribuito ampi poteri che non gli competevano. E solo a questo punto ha fatto le cose eclatanti che lei giudica benignamente. ---------- Le propongo un gioco, Ferrara: Tolga mentalmente dal palazzo dei papi l’attuale inquilino. Ponga al suo posto un qualsiasi esponente politico non del blocco di sinistra. Immagini che faccia un decimo di ciò che ha fatto Napolitano. Chiuda gli occhi: vede cosa sta capitando nelle piazze d’Italia?”