La contromossa azzurra: dimissioni dei parlamentari

Il partito si prepara a una sentenza sfavorevole: l'addio in blocco dei 200 eletti azzurri valutata in due diverse riunioni dei gruppi. Possibile la salita al Quirinale per protesta

Roma - La contromossa è già pronta: dimissioni di massa. Più di un mese fa era stato Maurizio Gasparri ad accennare all'ipotesi. «Se non c'è praticabilità e la squadra esce dal campo, gli arbitri e i giudici devono considerare se la partita può andare avanti o meno», disse con metafora calcistica. Ma ora, a un giorno dalla sentenza della Cassazione, il Pdl affila le armi e non nasconde più una ipotesi di cui si è parlato in due distinte riunioni dei gruppi, con una possibile salita in massa al Quirinale per un atto formale di protesta.
È Michaela Biancofiore a mettere nero su bianco la volontà di salire sulle barricate. «Le dimissioni del Pdl non saranno solo dal governo ma di tutti i parlamentari Pdl. Lo abbiamo deciso in assemblea di gruppo, tutti d'accordo. Noi tutti siamo quel che siamo grazie a Berlusconi e gliene siamo grati. Le mie da sottosegretario sono pronte, come quelle dei ministri, se andasse male. Ma non ce ne sarà bisogno», dice a Repubblica la sottosegretaria che si mostra fiduciosa sulla sentenza della Cassazione. «Ho letto le carte processuali e non c'è nulla che possa consentire la condanna da parte del giudice di ultima istanza, quanto mai responsabile e super partes». Le dimissioni «sono un doveroso atto di affetto nei confronti di Berlusconi, di vicinanza umana, di solidarietà. L'ipotesi di far cadere il governo non l'abbiamo ancora discussa. Di certo non resteremo indifferenti, inermi». «Siamo alla vigilia di un giudizio universale» e nella «improbabile ipotesi» di condanna, «oltre alle dimissioni formali dei parlamentari scatterebbe la mobilitazione di piazza del popolo italiano che sta con Silvio».
Naturalmente in una situazione di così grande tensione non è possibile dare nulla per scontato. Tra le voci provenienti dal partito non si incontrano aperte dissonanze, anche se in realtà una tesi diffusa è quella di mettere il mandato nelle mani di Berlusconi affinché sia lui a decidere il da farsi. «Se fino ad ora il presidente Berlusconi ha dato la linea della responsabilità, del silenzio, del rispetto, da dopo il 30 luglio tutto ciò non potrebbe non valere più per quegli oltre 10 milioni di italiani che certamente non rimarranno in silenzio se si verificasse questo attentato alla democrazia», avverte Daniela Santanchè. «Quando la storia politica di un Paese è appesa a una sentenza, siamo di fronte a un cortocircuito democratico» scrive in una nota Anna Maria Bernini. «I cantori dell'odio che per vent'anni hanno praticato l'uso politico della giustizia, rischiano di mettere in gioco non il destino di un singolo uomo ma la libertà di tutti. Perché un Paese dove si pensa seriamente di mettere dietro le sbarre un leader politico e di archiviare una larga porzione di consenso popolare, è un Paese non libero e che fa paura». «L'atteggiamento da vero uomo di Stato assunto da Berlusconi in questi ultimi mesi è da guida per tutto il Pdl. E lo sarà ancora di più nelle prossime ore» dice Maurizio Gasparri. Per Mariastella Gelmini «quello che accadrà il 30 non è questione privata, ma interessa militanti, simpatizzanti e avversari. Fermo restando che sarà Berlusconi a decidere le mosse successive al 30 luglio rimane l'ansia per una sentenza che potrebbe danneggiare il Paese». Infine Maurizio Sacconi. «La vicenda giudiziaria di Berlusconi interessa tutti perché investe principi elementari di libertà che il Pdl ha il dovere di difendere sempre». Insomma, per dirla con Osvaldo Napoli, «assoluzione o condanna, quella sentenza sprigionerà conseguenze. Dopo il 30 luglio cambierà tutto».

Commenti
Ritratto di monique

monique

Lun, 29/07/2013 - 08:24

magari, sarebbe l'unica cosa buona fatta da questi lacche' anzi si dovrebbero portare insieme anche gli amici del pd

Paul Vara

Lun, 29/07/2013 - 08:28

E speriamo ! Sarebbe ora di ripulire il Parlamento, aspettando che anche i ladri a sinistra vengano arrestati.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/07/2013 - 08:32

i cari e bastardi comunisti che penseranno di fare, se il parlamento non avrà i numeri legali per approvare qualunque decreto? :-) mancando di un considerevole numero, nessuna approvazione potrà essere omologata! e voi resterete fregati lo stesso :-) con o senza berlusconi! idioti!

gigi0000

Lun, 29/07/2013 - 08:35

Se il verdetto fosse di condanna - ingiusta e strumentale - la salita al Quirinale dovrebbe essere fatta da tutti quegli italiani, votanti, o meno del CDX, che credessero ancora nella necessità di giudizi neutrali e sereni, non influenzati né dalla politica, né da alcun altro fattore esterno. Diversa sarebbe una condanna meritata, provata e motivata da cui questa disterebbe spazi siderali.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 29/07/2013 - 08:37

La contromossa azzurra: dimissioni dei parlamentari. Occhio rimarrete senza stipendio e con l'aria che tira sarà dura che troviate un lavoro. Date retta a me pensateci bene .

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 29/07/2013 - 08:41

Bene, ma non basta. Occorre qualcosa di storico. Occorre vera determinazione per combattere il partito dei giudici.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 29/07/2013 - 08:52

Mariastella Gelmini «rimane l'ansia per una sentenza che potrebbe danneggiare il Paese». Diciamo che potrebbe danneggiare lei e quelle/i come lei...Devo spiegare...?

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 29/07/2013 - 08:54

Figuriamoci se mollano l'osso...Nessuno di loro rischierebbe la poltrona, per tornare nell'anonimato causa mediocrita'.

RenzoTra

Lun, 29/07/2013 - 08:58

Ecco bravi fate un regalo al paese, sparite!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Lun, 29/07/2013 - 09:02

Sarebbe un'ottima cosa le dimissioni in blocco del PdL. L'avrebbero dovute dare dopo aver governato otto anni negando la crisi e aver portato l'Italia sull'orlo del baratro. Chi non è capace di governare deve andare a casa e non dare la colpa agli altri della propria incapacità.

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 29/07/2013 - 09:03

Concordo che le dimissioni in massa sia la mossa giusta a cui seguirà una profonda crisi che coinvolgerà governo, parlamento, senato e partiti politici, e, penso, sarà la scintilla per una guerra civile.

gzn663

Lun, 29/07/2013 - 09:08

Voglio proprio vedere se si dimettono questi nullafacenti. Se non fanno i parlamentari poi tocca andare a lavorare davvero.

Giuseppe Borroni

Lun, 29/07/2013 - 09:10

MAGARI!!!! SAREBBE UN SOGNO!!! via la Santanche', la Gelmini, la Biancofiore, la Carfagna, la Prestigiacomo, che liberazione!!! per non parlare poi dei maschi, Cicchitto, Gasparri, Lupi e finalmente liberi da Ghedini che ogni volta che lo si vede in tv spaventa i bambini. Forza Berl, facci sto piacere, togliti dai gabbasisi!!! non ce la facciamo piu'

Giuseppe Borroni

Lun, 29/07/2013 - 09:12

di azzurro, per antonomasia, c'e' solo la maglia della nazionale Italiana. Per favore, tenete almeno le distanze, il colore che vi compete sarebbe il marrone, molto piu' appropriato

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 29/07/2013 - 09:20

mortimer,lei ovviamente non conosce i regolamenti delle camere.Comunque stia pur sereno quelli la poltrona non la mollano e un regalo così grande al paese non lo fanno.

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 29/07/2013 - 09:26

Si Pravda89 e RenzoTra è una sentenza che puo' danneggiare il paese e portarlo in un attimo alla guerra civile..... La destra si è scocciata di questa sinistra spocchiosa, faziosa che ha rovinato l'italia

nino47

Lun, 29/07/2013 - 09:28

Non ci sono dimissioni che tengano. Al potere assoluto ,degnamente rappresentato dalla magistratura, poco cale delle sorti del governo. Loro si dimetteranno, la mano passerà definitivamente in mano al pd e forse è l'unica cura che serve all'italia per liberarsi da questa setticemia rappresentata dal comunismo mai veramente subito dagli italioti, ma sempre vivo in tutti gli organi della nazione. L'unico modo per risorgere da questa rete in cui la sinistra ci ha sempre tenuti è subirla nel modo più traumatico come è accaduto alle altre nazioni che se ne sono poi liberate.Sono le forche caudine sotto le quali dobbiamo necessariamente passare se vogliamo risorgere come altri hanno fatto. In questo almeno, la magistratura ci avrà fatto un favore...e non è detto che alla fine anche lei non ne tragga un rinnovamento ed un ridimensionamento!

nino47

Lun, 29/07/2013 - 09:31

@giuseppe Borroni: beh! ognuno ha le sue star...se poi lei si accontenta della bindi e della finocchiaro...de gustibus....

nino47

Lun, 29/07/2013 - 09:36

òpravda 99: per carità! lasci perdere le "spiegazioni"! Il suio nik name spiega già tutto!

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 09:38

ahahahah, parlamentari del PDL che si dimettono? più probabile che arrivino i marziani!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 29/07/2013 - 09:40

Peccato che sarà assolto da questa commissione, coe al solito, ad personam. Li volevo proprio vedere questi quattro vecchietti fare la rivoluzione. E' un estate un pò noiosa, serve un sollazzo.

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 09:42

@mortimermouse: anche oggi cicchettino? per domani doppia razione, che sarà una giornata dura...

@ollel63

Lun, 29/07/2013 - 09:46

...e gli sputacchiatori comunisti, ordinati, coperti e in fila per quattro, son sempre qui, su questo libero blog, a spargere l'unica risorsa di cui dispongono: sputi catarrosi e letame.

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 09:48

@nino47: si auguri che la ricerca sull'Alzheimer faccia da passi da gigante!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/07/2013 - 09:49

Ben vengano le dimissioni. Fateci però la cortesia di non ripresesentarvi alle prossime elezioni.

pablopablo

Lun, 29/07/2013 - 09:50

Minacciando di andarsene invogliano 3 italiani su 4 a sperare nella condanna!!

wotan58

Lun, 29/07/2013 - 09:51

Se si dimettessero anche i fratellini del PD ed i cuginetti del M5S finalmente l'Italia potrebbe l'Italia rischierebbe diventare un paese normale, in cui per la prima volta potrebbe nascere anche un partito di Destra.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 29/07/2013 - 09:54

Bergat ma di che ciancica stamattina?la guerra civile gli italiani la fanno tutti i giorni per sopravvivere nonostante la conclamata incapacita' ed il fallimento di questa classe dirigente tutta,incluso il suo idolo che di colpe ne ha tantissime.Ppiuttosto vada ai giardinetti a buttar molliche ai piccioni che fa meno danni.

Ritratto di DR JEKILL

DR JEKILL

Lun, 29/07/2013 - 09:54

Cos'è un sogno ? In un colpo solo ci liberiamo di AlTappone e la sua banda .

BlackMen

Lun, 29/07/2013 - 09:56

Se se...li devo vedere con i miei occhi mollare poltrone e privilegi...ma figuriamoci!

Giuseppe Borroni

Lun, 29/07/2013 - 09:57

nino47 che altro poteva commentare un pidiellino che non ha nemmeno il coraggio di firmarsi

Ritratto di Baliano

Baliano

Lun, 29/07/2013 - 09:58

Stkzzi, "kompaneros" - Andatele a sgranare sul mausoleo di Lenìnne, le giaculatorie e litanie, sul "baratro", qua non fanno più farina, solo pula, koglionazzi sinistrati. Le migliaia di Niet ideologici del PCIpd ha ridotto l'Italia quasi una discarica. -- Puntare a sciacalleggiare su povertà e miseria, è al primo paragrafo della "costituzione" di ogni "Partito" defecato dal Marxismo. Provate a negarlo sinistrioti: I "caporioni" più avventuristi, velleitari e disonesti, i più sfigati mentitori della Storia. --- Stikzzi, "emeriti" kompagni, raccontatelo ai vostri simili del "baratro" berlusconiano, agli africans, se ancora vi credono! ------

Ritratto di i£portaborse...

i£portaborse...

Lun, 29/07/2013 - 09:58

dimissioni dei parlamentari? ah,ah,ah,ah per la serie ai limiti della realtà li voglio proprio vedere rinunciare alle loro poltrone

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Lun, 29/07/2013 - 10:03

tranquilli bananas , domani non succede nulla , tutto restera' cosi com'e'....sperariamo solo che madre natura faccia al piu presto il suo corso

franco@Trier -DE

Lun, 29/07/2013 - 10:05

racchiona chiudi quella bocca che sembra un forno.

GilbertoVR

Lun, 29/07/2013 - 10:05

C'e qualcuni che pensa vermanente che una volta miracolati da una nomina ( non eletti ) in parlamento la maggior parte dei parlamentari sarebbe disposta a perdere il posto? Scordatelevo. La permanenza in posti non meritati correttamente è proprio un messaggio berlusconiamo, come si potrebbe trasgredire?

marvit

Lun, 29/07/2013 - 10:05

E si,cari compagnucci. Se questi se ne vanno vi lasciano senza alibi ed allora sarete costretti a dimostrare di che vera pasta siete composti;dopo tanta "FUFFA" elargita. SARANNO CAVOLI AMARI. Scommetto che siete già tutti dalla Madonnina....

Macho23

Lun, 29/07/2013 - 10:06

Sarebbero coerenti per una volta...é anche il minimo che si dimettano tutti visto che il capo è un criminale che paga milioni di persone per tenere su il suo teatro.

winston1968

Lun, 29/07/2013 - 10:07

deve essere condannato per il bene dell'italia. Almeno qualcosa cambierà davvero.

BlackMen

Lun, 29/07/2013 - 10:09

volesse iddio!

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 10:10

@ollel63: quelli li riserviamo per silvio quando esce da san vittore!

Rossana Rossi

Lun, 29/07/2013 - 10:19

Ti pareva che le solite cornacchie rosse non gracchino le solite caz...te tipo 'se assolvono Berlusconi è perché si compra i giudici.......' tranquilli cari sinistronzi, i giudici ve li siete già comprati voi............

sale.nero

Lun, 29/07/2013 - 10:24

Sarà golpe? Domani sapremo quale sarà il futuro dell'Italia.

gzn663

Lun, 29/07/2013 - 10:44

Cè chi invoca la guerra civile,sono proprio curioso di vedere in quanti saranno quelli che rischieranno la vita per lolito testa d'asfalto??

Raoul Pontalti

Lun, 29/07/2013 - 11:27

Isterismi di qualche pasionaria...che peraltro sa già che Silvio se la cava grazie all'ottimo Coppi (al riguardo io ho già scommesso un dollaro con quattro miei concittadini e domani o al più tardi dopodomani mi troverò più ricco di ben quattro dollari).

AEDO

Lun, 29/07/2013 - 11:34

Via i rossi bastardi che vogliono africanizzare l'Italia. Hanno fatto fuori Berlusca solo per ubbidire a Napolitano pilotato da Merkel e Sarkozy con la benedizione della CIA. I comunisti spennellati PD e SEL sono la feccia dell'Italia!

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 11:38

le bottiglie sono già pronte: ovviamente vino rosso! poi aspettiamo che olgettine, ospizi ed evasori scendano in piazza!

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 11:39

è arrivato un altro fenomeno: AEDO! ahahahah

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 29/07/2013 - 12:32

@bassfox,purtroppo quel fenomeno c'era già prima,comunque c'è stata di fatto un impennata di vendite di bottiglie di vino e spumante negli ultimi due giorni.Pare che gli Italiani non vedono l'ora di stappare e festeggiare,sebbene poi non succederà nulla.

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 29/07/2013 - 13:05

se non sarà domani, sarà per un altro processo! ormai l'emirato di arcore sta per franare, per le vostre figlie dovrete trovare un lavoro vero!

pieropomiga

Lun, 29/07/2013 - 13:58

poniamo che i aprlamentari PDL si dimettano davvero...a parte che ci vorrebbe il voto favorevole della camera: ma poniamo che vengano effettivamente lasciati andare. Verrebbero sostituiti dai primi non eletti, poniamo che questi rinuncino...volete che non si trovi a cascata uno che non rinuncia e che si presta ad andarci lui in parlamento? A me, scusate, ma pare una fesseria

chiara63

Lun, 29/07/2013 - 17:59

Dice bene la Biancofiore (simpaticona)"noi tutti siamo quel che siamo grazie a Berlusconi e gliene siamo grati". Certo questi e queste sarebbero nessuno e naturalmente devono pararsi la loro poltrona soprattutto e allora è troppo ipocrita fare gli indignati e gridare alla persecuzione e altre fandonie.

nino47

Mar, 30/07/2013 - 12:45

@bassfox: considerato gli ottimi risultati che le ricerche hanno conseguito su di te ho delle ottime speranze!

nino47

Mar, 30/07/2013 - 12:47

@Giuseppe boroni: che è?...ho toccato qualche nervo scoperto?

nino47

Mer, 31/07/2013 - 18:03

@bassfox: e la sua, di figlia? l'ha finalmente trovato un lavoro vero?