Contrordine, grillini: meno rabbia, più proposte

Il M5S prova a cambiare la comunicazione: "Abbiamo perso perché Renzi trasmette serenità costuttiva, mentre noi energia ansiosa"

Contrordine grillini: basta con la rabbia e con il voler distruggere tutto, è ora delle proposte. È questo in sintesi la nuova linea dettata al Movimento 5 Stelle dallo staff comunicazione.

"Gli italiani in questa fase difficile hanno dimostrato di aver bisogno di affidarsi a un uomo forte (fattore che ciclicamente torna nella storia, da Mussolini a Berlusconi) e hanno bisogno di serenità", si legge in un documento interno circolato tra i parlamentari, "Renzi ha saputo trasmettere serenità costruttiva, mentre noi abbiamo trasmesso energia sì, ma ansiosa e fatta percepire dai media e dagli altri competitor come distruttiva". Il "tonfo" alle Europee, quindi, è dovuto a un problema di comunicazione da correggere per tornare ad attirare elettori: "Renzi è stato capace di lasciare il segno con un messaggio di novità, grazie al suo linguaggio e ai suoi toni", scrivono ancora, "Renzi (volutamente) è apparso diverso dal suo stesso partito, un partito che non trascina, che non ha mai toccato le emozioni del Paese. E Renzi lo sapeva pure. Noi abbiamo cercato di sovrapporre l’immagine del premier a quella del suo partito (il messaggio del burocrate), lui ha sempre giocato a disallinearsi, a discostarsi dal suo partito".

In particolare, l'analisi sulle Europee mostra come il voto del 25 maggio "non è stato tanto pro-Renzi o pro-Pd, nonostante le percentuali bulgare, quanto contro il Movimento 5 stelle e lo spettro della paura, costruito finemente ed efficacemente per portare quindi tutti gli elettori in un alveo di sicurezza rappresentata da Renzi". In conclusione: "La chiamata alle armi contro la forza del male (riproduzione del modello anti berlusconiano) è riuscita tanto è vero che a sinistra, invece di esultare per un risultato mai ottenuto, hanno invece tirato un sospiro di sollievo (la Repubblica è salva) o inveito contro il grillino sconfitto".

Intanto qualcuno sta già cambiando atteggiamento: dopo che Grillo ha detto che il voto del 25 maggio non è stata una Caporetto, anche Alessandro Di Battista - lo stesso che si era detto "a pezzi" all'indomani delle Europee - ora parla di trionfo. "Chi è stato in piazza San Giovanni ha visto qualcosa di incredibile", scrive oggi su Facebook, "Non c'erano elettori ed eletti, c'erano cittadini informati. 5.807.362 persone hanno oggi, grazie al lavoro di tutti e grazie soprattutto alla rete, un livello di informazione altissimo, ancor più alto se considerata la scarsissima qualità e la malafede della stragrande maggioranza degli organi di stampa italiani asserviti come nell'Argentina di Videla. Questo non è un successo, è un trionfo! Oggi milioni di cittadini sanno che esistono le commissioni parlamentari, sanno cosa sia un emendamento, conoscono i limiti ma anche le opportunità
del bicameralismo. In tanti oggi (anche chi, legittimamente, non apprezza il M5S) hanno un livello di consapevolezza politica e istituzionale straordinario. Ripeto, il lavoro è lungo ma paga. Pagano le agorà, paga la passione, paga l'impegn
o".

Commenti

schiacciarayban

Gio, 29/05/2014 - 16:18

Il problema non è come comunicate ma COSA comunicate. Quindi siete senza speranze, spero...

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 29/05/2014 - 16:37

scassa giovedì 29 2014 Allora cari Grillini se volete fare cosa gradita al Paese,anche se non vi piace,dovete votare le riforme con PD ,FI ,LEGA ,anche perché il Parlamento e' Italiano come pure il Governo e pazienza se dovrete infettarvi,vi staremo vicini facendocene una ragione . Tutto per il Paese !bravi Silvana Sassatelli.

axl68

Gio, 29/05/2014 - 16:43

proposte dai pentagrulli........IMPOSSIBILE

schiacciarayban

Gio, 29/05/2014 - 16:57

"In tanti oggi (anche chi, legittimamente, non apprezza il M5S) hanno un livello di consapevolezza politica e istituzionale straordinario" dice tale Alessandro di Battista del M5S. Ma questi veramente pensavano che ci volessero loro per capire la politica? Mi fanno tenerezza, ma sono veramente un gruppo di incapaci...

Romolo48

Gio, 29/05/2014 - 17:02

Alessandro Di Battista non ti entusiasmare troppo. Gli Italiani non sono stati rieducati dal vostro movimento come sostieni, bensì hanno capito di che pasta siete fatti: pecore asservite senza diritto di parola.

vilo55

Gio, 29/05/2014 - 17:09

Fino a quando ci saranno in Parlamento " cittadini " ( guai a chiamarli onorevoli )che si rifiutano di salutare porgendo la mano ad un avversario politico ( una "cittadina" del M5S ad inizio legislatura vs la Bindi ) , oppure che si puliscono la giacca toccata da Civati non hanno dove andare perché fra le altre cosa mancano delle basi di educazione civile

giovanni PERINCIOLO

Gio, 29/05/2014 - 17:33

..."energia ansiosa!"...??? insulti gratuiti e stronzate a go-go vorrete dire!

schiacciarayban

Gio, 29/05/2014 - 18:09

M5S, se non fossero un pericolo per l'Italia sarebbero anche una simpatica Armata Brancaleone!

vince50

Gio, 29/05/2014 - 18:42

Le proposte fatte,il no a prescindere e le urla sono state la scelta giusta.Si perchè hanno consentito loro di campare a sbafo come chi li ha preceduti e li affianca,grazie ai voti di chi è in grado di percepire solo e soltanto le cose urlate senza per questo capirle.Non importa come e non importa per cosa,ciò che conta è di trovare il modo di convincere molte pecore.