Così il linciaggio della verità trasforma vittime in colpevoli

Dalla politica alla giustizia, ecco come la sinistra è maestra nel rovesciare la realtà. E se il Cav denuncia la persecuzione dei pm è descritto come un eversore da far fuori

Cominciò tutto vent'anni fa, quando IlSabato pubblicò su Antonio Di Pietro il più iconoclasta dei dossier. Pagine e pagine che grondavano prestiti in denaro, telefonini garçonnière, Mercedes e cavalli. La grande stampa, invece di andare a verificare le crepe aperte nel monumento nazionale, sbadigliò ed emise un verdetto lungo appena una parola: veleni. Era tutto vero, o quasi, ma questo non interessava. Pigrizia e ipocrisia vanno a braccetto e tutte e due poggiano su una grande piattaforma lessicale da cui si possono pescare facilmente formule politically correct per umiliare l'avversario. Se il Giornale denuncia l'esasperante lentezza di un magistrato che deve ancora scrivere le motivazioni della sentenza di condanna di uno stupratore ed è stato invece rapidissimo nello spiegare la condanna del Cavaliere, quella è la macchina del fango.
Se tre pentiti prendono le difese di qualche leader del centrodestra, allora siamo agli schizzi di fango. Parenti stretti della macchina del fango. Se invece un gip dispone di interrogare tutti i collaboratori di giustizia che potrebbero sapere qualcosa delle frequentazioni mafiose di Renato Schifani, questo non è accanimento giudiziario ma, controllo di legalità. Ci mancherebbe.

L'Italia è divisa in due. E per entrare dalla parte che conta, ci vuole anche un passaporto linguistico. Bisogna usare i codici, gli stilemi e le parole passepartout dei soloni della Repubblica e del Fatto quotidiano e dell'Unità e di tutti quelli convinti di essere gli eredi di Indro Montanelli e prima di lui di Gramsci, di Gobetti, di Mazzini e pure dell'Illuminismo. Perché gli altri, quelli che più o meno razzolano nel perimetro di quel ghetto chiamato centrodestra, sono l'Italia alle vongole, l'Italia cafonal e caciarona in bilico fra rumorosi e goffi picnic anni Cinquanta e feste fuori misura alla fratelli Vanzina.
Ha ragione Francesco Merlo su Repubblica: «Oggi l'eversione è l'inversione dei significati più semplici». Il problema è capire chi ha capovolto il mondo e ha trasformato il vocabolario in un tapis roulant su cui corrono le bugie.

Antonio Esposito fa a pugni con la lingua italiana in un'intervista spericolata che sarebbe un pezzo cult per Techetechetè. Niente: resta per i giornali e le tv il giudice impermeabile, austero, tutto d'un pezzo. Se la casta non l'avesse portato quasi in cima alla piramide degli ermellini l'avrebbero abbattuto come un albero malato. Il suo italiano zoppo, il suo andirivieni fra Roma e Sapri, i suoi affarucci nella microuniversità, con tanto di numero del cellulare ben esposto in bacheca, ne avrebbero fatto un bersaglio ideale. Il prototipo di quegli italiani col piede più veloce di Maradona nel correre da una scarpa all'altra, alla Scilipoti.

Del resto quelli che hanno compiuto il percorso da sinistra a destra, i Razzi e gli Scilipoti, sono diventati, nella lingua comune, quasi dei proverbi, più che macchiette maschere vere e proprie della commedia dell'arte. Gli altri, quelli che da destra sono andati a sinistra, hanno acquistato il profilo di politici inquieti, pronti a perdere tutto pur di non smarrire la libertà e uscire finalmente dalla cappa soffocante del partito di plastica. Il partito padronale del Cavaliere.

I giudici che condannano Berlusconi ascendono in automatico: Marco Travaglio disegna le tavole di un'epopea e attribuisce a Esposito «un coraggio da leoni». Il leone di Sapri, dopo la Spigolatrice. Se Berlusconi denuncia le troppe inchieste è un eversore, il Caimano. Le parole, a seconda di come le si torce, certificano la gogna o sono lo scivolo giusto per atterrare sulla sabbia della standing ovation. Se il governo balbetta di voler scrivere una norma sulle intercettazioni, allora siamo alla legge bavaglio, allora suonano le campane dell'indignazione e Repubblica colora di giallo lo spazio dell'informazione a rischio. Se i pm si mettono di traverso ad una nuova norma e la boicottano quella è difesa della legalità contro la voglia di impunità.
Se un giudice spedisce alla Consulta una norma è per smascherare qualche legge ad personam, se invece si solleva il tema dell'incostituzionalità della Severino, vuol dire che si sta cavillando per tirarla in lungo. Così il linguaggio rivernicia antiche frustrazioni e si chiude come una saracinesca sulla realtà.

Commenti
Ritratto di depil

depil

Sab, 24/08/2013 - 08:41

due soluzioni non più procrastinabili: cancellare questa magistratura criminale ed eversiva o guerra civile.

Beaufou

Sab, 24/08/2013 - 08:55

A questa situazione i politici nè possono, nè vogliono rimediare. Ma una riforma del sistema giudiziario italiano è improcrastinabile, e sarà il popolo a far piazza pulita di trent'anni di irresponsabile arbitrio di una casta improduttiva, imbelle e dedita alla sovversione della democrazia.

KARLO-VE

Sab, 24/08/2013 - 09:01

Articolo insulso, scritto da giornalaio a libro paga del padrone che è obbligato a difendere, oltre ogni logica e buon senso. MA voi sareste i titolari della verità?

nonmi2011

Sab, 24/08/2013 - 09:03

Avevo 2 bottiglie di ottimo champagne. Una, ovviamente, l'ho stappata (e bevuta) appena saputo della condanna definitiva dell'Attila di arcore (altro che erba, un'intera nazione rasa al suolo). Una la stapperò quando il vecchio zio tibia lo seguirà (e non basterà questa volta la spocchiosa pietà dell'anziano comunista del Quirinale per evitare la sacrosanta galera ad un - lautamente pagato - diffamatore seriale). Ora, consigliatemi voi: ne compro un'altra quando il povero zurlo seguirà i due o, trattandosi di figura minore, ma minore assai, basterà una bottiglia di lambrusco da supermercato? Anche perché il nostro potrebbe essere degnamente sostituito dalla sempre valida amorosi o dal di lei consorte pernicioli i quali, poverini, le loro (ridicole) farneticazioni a difesa di un vecchio pregiudicato le scrivono gratis. E di questi tempi anche risparmiare sugli stipendi ha un suo perché.

gigi0000

Sab, 24/08/2013 - 09:12

Concordo nelle necessità della guerra civile, magari senza fucili, ma con le armi del voto, della protesta sociale e di quella fiscale. Se queste fallissero, allora l'opzione potrebbe davvero essere quella peggiore. L'alternativa è rappresentata dall'emigrazione di massa, non soltanto delle imprese, ma anche delle persone, verso i molti paradisi nei quali si riesce ancora a vivere bene e con pochi soldi.

Bartleby

Sab, 24/08/2013 - 09:19

Troppe inchieste = troppi crimni. Se il vostro padrone ha deciso di darsi alla politica per salvarsi dalla galera e per salvare le sue aziende poi non vi dovete meravigliare se subisce delle inchieste e dei processi. Peraltro se non avesse legiferato in tutti questi anni a proprio favore (falso in bilancio, prescrizione ecc.) sarebbe in galera già da qualche anno

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 24/08/2013 - 09:20

@KARLO-VE: c'è tanto amore in questo articolo, non so come fà a non vederlo: amore per il cavaliere, per il presidente, per il datore di lavoro e per il proprio lavoro di giornalista. Voi sinistri non avete capito che il partito dell'amore non predica l'amore per il prossimo ma l'amore per una persona sola: Silvio Berlusconi

Bartleby

Sab, 24/08/2013 - 09:21

Di Pietro è stato prosciolto da ogni accusa e i supposti fatti erano appunto veleni. Il vostro padrone invece si è sempre salvato, finora, o per prescrizione o cambiando le leggi. Questa è la differenza. E' ora che vada in galera

nonmi2011

Sab, 24/08/2013 - 09:24

Depil, lascia perdere la guerra civile. Non dico un carabiniere, un poliziotto o un finanziere, ma se trovi un ex partigiano comunista novantenne ti fa fare a calci nel sedere tutto lo stivale. Quindi, lo dico per te, invece di dedicarti a guerre più o meno civili, dedicati a forniti giovanotti che ti faranno comprendere, in fretta e a 90 gradi, i piaceri della vita da te tanto desiderati.

handy13

Sab, 24/08/2013 - 09:25

...bè Zurlo scopre l'acqua calda,...sono anni che è così,...deriva dal fatto che la sx ha una scuola di PROPAGANDA migliore che comincia appunto dalle scuole, dalle sedi di partito in ogni zona con affisso gratis L'UNITA'...che ha i conduttori di trasmissioni di approfondimento tutti di sx,..(tranne recentemente una su RAI 2 , ma è un virus, lo debelleranno),..x non parlare di sindacati, NO-TUTTO, centri sociali,..insomma una macchina della lotta-propaganda,..alla quale la destra NON contrappone niente,..buonista come è si deve solo e sempre difendere..

Ritratto di gianluca1961

gianluca1961

Sab, 24/08/2013 - 09:27

karlo-ve, invece di sputare la tua poco illuminante sentenza spiega perchè l'articolo è insulso, se ci riesci. Ad offendere gratuitamente siete tutti bravi. Ad argomentare no, passate direttamente ad offendere. nonmi2011 stai attento che finisci con l'ubricarti oltre il dovuto.. perchè per te qualsiasi scusa è buona per alzare il gomito

Ritratto di giusburzagli

giusburzagli

Sab, 24/08/2013 - 09:31

Mi pare di ricordare che sul "Candido" di Guareschi ci fosse una rubrica intitolata: "Visto da destra e visto da sinistra". Già allora l'indimenticabile Giovannino metteva in evidenza la doppiezza e la spregiudicatezza del PCI e del suo campione di falsità Palmiro. Come ben illustrato dal dottor Stefano, pare che i suoi eredi abbiano ben imparato la lezione su tale argomento che, a quanto pare, rappresentava una delle materie più importanti della scuola per futuri dirigenti.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 24/08/2013 - 09:33

E' ancora l'Italia del Carducci e di Mussolini. Oggi ben rappresentata dai democratici. Sedicenti, ignoranti, ladri e corrotti come i comunisti. Dei quali hanno la cultura assassina. E' l'Italia fascista e comunista, compare di Cuba e Corea del Nord. Il Berluska, visionario e vanesio, lo ha impedito per anni ma non per sempre. Grazie lo stesso.

electric

Sab, 24/08/2013 - 09:35

Quello che fa piu' senso e' vedere come tanti personaggi, anche in questo blog, continuino a difendere l'operato di certi magistrati. E' da sciacalli inveire contro chi e' stato accusato ingiustamente e in modo documentato, con una serie di processi-farsa che sono una offesa alla Giustizia (quella vera, non quella di Esposito & Company). In un Paese veramente civile, tutti i liberi cittadini sarebbero dovuti intervenire con veemenza, per porre fine allo scandalo di una magistratura cosi' scellerata. E invece tanti continuano a difenderla...

terzino

Sab, 24/08/2013 - 09:41

Disinformatja e mistificazione da sempre nelle corde di certa stampa e certi politici il cui doppiopesismo è talmente evidente che stanno perdendo consensi giorno dopo giorno.Hai voglia a sbraità!

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 09:42

Come mai Zurlo non ci dice che Di Pietro per quelle accuse venne portato in tribunale ben due volte e due volte venne ASSOLTO CON FORMULA PIENA? Dimenticanza o mala fede? Quanto a Esposito Zurlo si dimentica di dire che tutta la grande stampa, lungi dal farne un "monumento" come dice lui, è stata concorde sul fatto che quella intervista è stata perlomeno inopportuna ma da qui a dire che dovrebbe addirittura portare all'annullamento della sentenza, come vorrebbero i berluscones, ce ne corre... E Berlusconi non è un eversore perchè "denuncia le troppe inchieste" ma perchè nei suoi discorsi DELEGITTIMA LE ISTITUZIONI DELLO STATO, dalla Magistratura alla Corte Costituzionale allo stesso Capo dello Stato (che nominerebbe alla Consulta "i suoi amici"...)

nonmi2011

Sab, 24/08/2013 - 09:45

Caro Gianluca, ti ringrazio per l'interessamento. E a dire che sono astemio da sempre. Ma, sai com'è, quando un delinquente finisce in galera bisogna pur festeggiare in qualche modo. Anche se penso che seguirò il tuo consiglio e cambierò il modo di festeggiare visto che tra ruby, la compravendita di deputati, tarantini, lavitola e chi più ne ha più ne metta, per festeggiare nei prossimi mesi le condanne del vecchio pregiudicato con champagne dovrei trasferirmi direttamente nella omonima zona nel nord-est della Francia.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 24/08/2013 - 09:45

la scuola ex sovietica continua a gonfie vele nelle teste bacate dei sinistronzi e alla fina la PRAVDA trionferà

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 24/08/2013 - 09:47

mommi 2011 comprati un oncia di olio di ricino scaricando la merda che hai nella testa

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 09:48

@electric...B. "accusato ingiustamente e in modo documentato"? E dove starebbero questi "documenti"? Non sapete nemmeno di cosa state parlando...

nonmi2011

Sab, 24/08/2013 - 09:50

Depil, gigi0000 (0000 immagino sia il numero complessivo di neuroni), lasciate perdere la guerra civili. Per due omuncoli come voi non servono carabinieri o poliziotti: basta un ex partigiano novantenne per farvi fare a calci nel sede tutto lo stivale, da Trapani a Bolzano.

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 09:53

@mauriziogiuntoli...Adesso l'erede di Mussolini sarebbe...il PD...Questa non l'avevo ancora sentita...

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 24/08/2013 - 09:55

Semplicmente da incorniciare questa descrizione della realta' italiana. La colpa di questo? della DC, che si accontentava di gestire il potere ($$, posti di lavoro, ecc.), lasciando la "cultura" in mano ai suoi nemici. Vedrete, sono talemente falsi nella SX che cosi' come Montanelli divenne un'icona di Veltroni, lo sara' un giorno Craxi, e ancora lo potrebbe essere Silvio. Il tutto in funzione della deleggitimazione del DC-Craxi-Silvio di turno. Diranno, ma questo che fa X no l'avrebbe fatto nemmeno .... Silvio od altro ex-nemico di una volta.

xwil

Sab, 24/08/2013 - 09:56

Berlusconi vittima???? Ma se persino Confalonieri ammise che senza fare politica il nano sarebbe finito al gabbio... Solo quintali di ammassi cerebrali e lobotomizzati che a gratis qui scrivono non ci arrivano ma solitamente sono persone abbondantemente sopra gli anta cresciuti a minchia e televisione e che presto creperanno e non inquineranno più il voto con il loro dannosissimo contributo... Basta fare un giro alle edicole: fateci caso, quelli che escono con il giornale sotto le ascelle sono sempre e dico sempre persone mature che se le senti parlare sono fermi alla seconda media: ciò che voleva silvio nel suo programma di rinascita di piduistica memoria, vero Zurlo? Perché non la racconti questa verità??? Aaaaah la pagnotta...

rossono

Sab, 24/08/2013 - 09:59

pinux3 Minkia che paragone!! Giudici che difendono giudici!! cosa si aspettava?

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 10:00

@handy13...Non ti viene il sospetto che la destra ha difficoltà a "difendersi" proprio perchè ha scelto (scelto si fa per dire...) a proprio paladino un soggetto che è, in tutta evidenza, INDIFENDIBILE? Magari se la destra italiana fosse più, diciamo, "normale" o "europea" avrebbe meno difficoltà a "difendersi", non credi?

Efesto

Sab, 24/08/2013 - 10:01

a KARLO-VE ed altri che rifiutano di ragionare a doppio senso. "Può un uomo giusto vivere in una società ingiusta?" da SOCRATE.

pansave

Sab, 24/08/2013 - 10:03

Ed io che sfottevo una mia amica ucraina, dopo l'arresto politico della loro primo ministro, bollandoli per stalinisti, barbari ed incivili. Ora fuggo per non incontrarla.

rossono

Sab, 24/08/2013 - 10:08

xwil E lei come sta crescendo?

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 10:08

@a-tifoso...No, guarda, che "Silvio" possa in futuro diventare un'icona della sinistra è escluso...Mi sentirei di garantirlo...sulla testa dei miei figli..ahahahahah...

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 10:12

@rossono...Peccato che quei giudici fossero del tribunale di BRESCIA, quello al quale i difensori di B. vorrebbero sempre appellarsi...E poi Silvio vostro non ha detto che la "grande maggioranza dei giudici fa il proprio dovere"?

pinux3

Sab, 24/08/2013 - 10:17

@panseve...E infatti oggi in Italia c'è un regime stalinista, vero? Ma perchè non la piantate di scrivere certe scemenze, pensate così di "acquistare dei punti"?

pgbassan

Sab, 24/08/2013 - 10:26

Ottimo, Stefano. Detto in maniera pacata e ce ne sarebbe altro da dire e in termini di fuoco. E' la realtà di sempre teorizzata da quel "migliore" (migliore nelle nefandezze) tal Togliatti che propugnava la teoria della doppia verità, dei due pesi e due misure, della legge che si applica agli avversari e si interpreta per gli amici, scusate, kompagni.

electric

Sab, 24/08/2013 - 10:26

In Italia ci sono poteri forti, fortissimi, inattaccabili, che hanno concentrato e continuano a concentrare la loro bestiale forza verso chi tenta la strada del rinnovamento. Questi poteri conoscono ed usano una forza di persuasione incredibile, capace di far apparire a milioni di persone una realta' diversa dal reale. Cosi', mentre sarebbe stato logico e giusto ricusare una giuria palesemente inadatta a svolgere il ruolo preposto, molti ne diventano la cassa di risonanza, e sostengono a gran voce una tesi deprecabile, loro che si autodefiniscono paladini della giustizia, e invece sono solo volgari giustizieri. Secondo questa tesi, il fatto che un tribunale da terzo mondo abbia espresso un suo opinabile giudizio di frode fiscale verso chi al contrario ha notevolmente contribuito all'arricchimento del suo Paese, automaticamente autorizza il linciaggio morale di quella persona, la quale non ha neppure il diritto di difendersi, perche' la sua difesa viene vista come un oltraggio... E' dunque questo il senso della giustizia della sinistra?!?...

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 24/08/2013 - 10:28

L'unica speranza degli italiani onesti, è che il dottor Banner venga in vacanza da noi, si renda conto di dov'è capitato e, incazzato come si deve, si trasformi nell'incredibile Hulk e faccia piazza pulita, a cominciare dai commentatori di merende sinistre che il Giornale, liberale com'è, purtroppo ospita e pubblica, nonostante le loro frasi offensive.

LUCIO DECIO

Sab, 24/08/2013 - 10:29

x nomni 2011,ma quanto sei ubriaco,per me racconti palle perche se usi lo stesso post per piu articoli sei un mentecatto la tua fantasia e alla frutta,lo champagne deve esserti andato a male meglio il lambrusco di bettola.prosit,

bruna.amorosi

Sab, 24/08/2013 - 10:30

MA NON PREOCCUPATEVI oramai il loro giochetto è stato scoperto ,non vogliono interferenze su la loro strada ma gli ITALIANI li hanno smascherati .non sono più credibili e lo sanno .ci vedremo alle urne .ci sia o non ci sia BERLUSCONI FORZA ITALIA vincerà .

Totonno58

Sab, 24/08/2013 - 10:35

Un articolo veramente surreale...

Ritratto di randel

randel

Sab, 24/08/2013 - 10:36

@electric...ma da dove arriva tutta questa sua sicurezza ? Dagli articoli a senso unico di questo quotidiano ........guarda caso di proprietà del pregiudicato ? Ma si documenti meglio e si svegli finalmente.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 24/08/2013 - 10:38

Dovete smetterla di soffrire la superiorità intellettuale della sinistra e per farlo avete bisogno di lavorare con la zappa

pgbassan

Sab, 24/08/2013 - 10:41

a-tifoso,09:55: sottoscrivo. Intanto quel "criminale" di De Gasperi i sinistri lo hanno già santificato, prima ancora che finisca l'iter di beatificazione in corso. Fra un po' di anni toccherà a quel "belzebù" di Andreotti. Meglio tardi che mai? I danni fatti restano. E infine la DC grande colpa di aver lasciato che la sinistra comunista invadesse cultura, magistratura ecc.

rossono

Sab, 24/08/2013 - 10:44

pinux3 A parte il fatto che Silvio non e il mio!!Ormai passa che Silvio sia il male assoluto! Io tanti anni fa emigrai per lo schifo chi i compagni perpetravano in quel paese Posti creati per amici parenti e conoscenti! E Silvio ancora non cera NON CERA Non tutti i giudici e giusto ,ma cane che giudica cane ,a me qualche dubbio viene a lei no?

miseriaboia

Sab, 24/08/2013 - 10:50

nonmi 2011 ha ragione, basterebbe un vecchio partigiano novantenne, un discepolo di Moranino magari, pluriassassino e senatore della repubblica perché graziato da Saragat, oppure prendere un libro di Pansa e vedere se troviamo il nome di qualche altro partigiano pluriassassino ancora in vita, quelli si che festeggiavano a Lambrusco quando riuscivano a fare la pelle a preti, maestre elementari, carabinieri e a qualche minorenne, impara da loro nonmi2011.

luigi1947

Sab, 24/08/2013 - 10:52

Ormai gli Italiani hanno capito ! i comunisti e i giudici rossi vogliono lo status quo..., per mantenere i privilegi acquisiti, invece devono sparire dalla faccia della terra, vogliamo essere governati da liberali e facce nuove, gente pulita e onesta ! Berlusconi ha fatto quello che poteva e quello che gli hanno consentito di fare (poco) ora tocca ai giovani di destra prendere in mano la situazione per salvare il nostro paese.

Holmert

Sab, 24/08/2013 - 10:53

Ma in fondo chi era la moglie di Cesare? Pompea, della quale si invaghì Clodio, detto il bello? Al solo sospetto che Pompea fosse della tresca, Cesare la ripudiò. A chi gli chiedeva perché avesse ripudiato la moglie, senza un fondato motivo, Cesare rispose: "Perché credo che mia moglie non debba neppure essere sospettata". Strano a dirsi, ma la sede penale del palazzo di giustizia si trova proprio in piazzale Clodio a Roma. Ecco perché i magistrati si dicono al di sopra delle parti e sono come la moglie di Cesare. Su di loro non deve aleggiare la benché minima ombra di sospetto. Anche se a volte commettono errori grossolani.

Chanel

Sab, 24/08/2013 - 10:53

Certi commenti trasudano odio puro e mi fanno paura. E' evidente che le condanne vanno rispettate, ma solo una cieca ideologia e la frustrazione del perdente possono non fare comprendere la perversione di questo sistema giudiziario, dove si decide chi perseguire e chi no, dove i tempi sono un optional, dove le leggi si applicano ai nemici e si interpretano per gli amici. Non so se Berlusconi sia un frodatore fiscale visto che non è stato provato, ma mi viene da dire che potrebbe anche essere in un paese che ha vissuto e vive sull'evasione. Questo non significa che è giustificabile, ma che tale rigore avrebbe dovuto applicarsi a tutta la classe imprenditoriale italiana, indipendentemente dalle tessere di partito e ai vari manager e professionisti, operai con il doppio lavoro e... A quel punto nessuno avrebbe avuto da ridire, anzi si sarebbero applauditi giudici così seri e competenti e tutti i cittadini onesti avrebbero beneficiato di un sistema fiscale equo e corretto. Così invece è evidente che si vuol eliminare un avversario politico e come questo non preoccupi tutti i cittadini mi è incomprensibile. Se riescono a far fuori uno con i soldi e i mezzi di Berlusconi non vi preoccupa di essere nelle mani di tali giudici o vi sentite tranquilli perchè avete la tessera di partito giusta ? Al posto di Berlusconi smetterei di pietire una via d'uscita che non intendono dargli, salvi l'immagine, accetti i servizi sociali, faccia cadere il governo e si vada al voto. A volte si vince ritirandosi. Questa sinistra vada al governo se ci riesce, perchè continuo a credere che la maggioranza degli taliani non vuole loro affidare il governo del paese, poi ci sarà da ridere perchè dovranno cominciare a fare politica mentre sono 20 anni che non hanno uno straccio di idea se non quella di far fuori il cav. Mi stupisco che gli elettori di sinistra abbiano così velocemente dimenticato l'esperienza del governo Prodi, sono bastati due anni per far stravincere il centrodestra nel 2008.

Requiem sharmutta

Sab, 24/08/2013 - 10:55

La legge Severino è molto chiara: chi viene condannato ad una pena superiore a due anni... decade dalla sua posizione di senatore o deputato. Quindi per cortesia smettetela di seccarci con le vostre lamentele. E va beh! probabilmente il PdL perderà le prossime elezioni e molti del PdL si troveranno a spasso (disoccupati): pazienza, andrete a fare i badanti al bauscia Berlusconi

@ollel63

Sab, 24/08/2013 - 10:57

Son fatti così: testa nei piedi e coglioni nella testa. Che altro cisi può attendere da komunisti, pds ds pd bla bla bla, sinistri magistrati, sconsulte, scassazioni, md, csm.. bla bla bla..!! Anvedi 'Oh queste facce bavose grassocce! E gli scarabocchi lessicali che vomitano da quelle bocche verminose! Povera Italia!

luigi1947

Sab, 24/08/2013 - 10:58

Mi fa piacere scoprire che "LUIGIPISO" è di destra !!! perchè nel suo caso di superiorità intellettuale ne vedo davvero poca e niente!!!

Giampaolo Ferrari

Sab, 24/08/2013 - 10:59

Lasciando perdere quella parte di poverini che non anno il cervello e soltanto una scatola sopra le spalle per appenderci il cappello.Mi sembra evidente per tutti gli altri che dopo quasi vent'anni non ci sia nessun dubbio sull'accanimento giudiziario contro Silvio Berlusconi e le sue aziende.Prima che si schierasse contro i comunisti nel 94 era osannato come l'imprenditore modello,cavaliere del lavoro, mai sfiorato da un processo.Con tutto quello che ha fatto quell'uomo in questo stupido paese è stato un grande a riuscire a restare in libertà fino adesso.Per qualsiasi lavoro in edilizia ti serve un'autorizzazione, quindi in automatico vuol dire pagare per averla.Questo stupido paese funziona così.Chi sostiene il contrario è un deficente che nella vita si è solo masturbato.Questo non puo andare avanti ancora per molto,probabilmente i continui sbarchi porteranno anche la guerra civile dalle sponde del nordafrica a quelle dell'europa il resto arriva da solo senza che nessuno possa impedirlo.

rossono

Sab, 24/08/2013 - 11:13

Requiem sharmutta non credi che sia il contrario? Io non aspetto il reddito di cittadinanza,Lavoro da 40anni O ti aspetti dai compagni il posto fisso? Oppure ti trovi messo in qualche posto per volonta' divina ops (ROSSA)che vuoi salvaguardare?

eddie02

Sab, 24/08/2013 - 11:24

@ollel63@ Per fortuna c'è una mente superiore come la sua pronta ad illuminarci e a guidarci. Saluti

lupo.rex

Sab, 24/08/2013 - 11:26

Con le sole parole questa magistratura eversiva non cambierà mai. Forse passare a maniere più forti, prenderli a schiaffi in faccia e vedere da vicino le facce sfatte e vili di certi magistrati porterebbe a qualche risultato. Così non si ottiene nulla e continueranno a relegare l'Italia in serie B, la serie degli Esposito, dei De Pasquale, dei Woodcock e compagnia cantando.

nonmi2011

Sab, 24/08/2013 - 11:49

Ferrari, senza offesa: quelli che hanno il cervello hanno, solitamente, anche le acca. E non sono, solitamente, analfabeti come lei. Analfabeta, quindi berlusconiano, quindi bananas.

electric

Sab, 24/08/2013 - 11:49

@pinux3: Basta leggere le carte della difesa per trovare le prove documentate della sua innocenza...Perche', secondo te la prova della sua colpevolezza sta nel giudizio di individui come Esposito o Boccassini?!? Ma fammi il piacere.....

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 24/08/2013 - 11:51

Giustizia italiana all'esposito!!!

Cirisiamo

Sab, 24/08/2013 - 11:59

Mi chiedo perché i miei commenti non vengano quasi mai pubblicati...eppure esprimo la mia opinione civilmente e non uso volgarità a differenza di altri che commentano in totale libertà...in piú dovreste apprezzare lo sforzo compiuto nel leggere articoli come questo che non solo non parlano di niente ma puntano solo a disinformare...

wilson2

Sab, 24/08/2013 - 12:03

electric: quello che fa senso è vedere come ci possa essere ancora tanta gente che difenda il signor B. In un paese civile la popolazione si sarebbe mobilitata per fare uscire definitivamente dalla scena politica un buffone,corruttore e corrotto,evasore fiscale, puttaniere,amico dei mafiosi e dei peggiori personaggi (Putin, Gheddafi etc....)!!! Una dritta per Sallusti & co.: Il giuduce Esposito è stato sentito canticchiare "Silvio io ti ammazzero'..." sulle note della celebre canzone di Alberto Fortis. Mi raccomando, domani TITOLONE!!

xgerico

Sab, 24/08/2013 - 12:15

@nonmi2011- Al limite puoi usare il sidro di mele, o al massimo la birra analcolica, e ottima!

rossono

Sab, 24/08/2013 - 12:16

Luigipiso scrive:"Dovete smetterla di soffrire la superiorità intellettuale della sinistra e per farlo avete bisogno di lavorare con la zappa" Ora si capisce perche' come cultura l'Italia si trova negl'ultimi posti in Europa.. Io a consegnare un figlio per farlo istruire da un Luigipiso? no meglio non pensarci.....

volp

Sab, 24/08/2013 - 12:16

Il problema e' che Berlusconi e' stato condannato con sentenza definitiva, questa e' l'unica verità'. Fate finta di non capirlo e vi inventate il fango, si, il fango come quello piuttosto datato su Esposito che, mi creda, caro Zurlo, e' cosa diversa dalla verità' che voi non raccontate mai.

killkoms

Sab, 24/08/2013 - 12:28

@nonmi2011,l'Italòia è stata rasa al suolo dal sinistrume con annessi sindacati e dalla diccì,compagna di merende in molti campi! basti pensare al mancato presidente della repubblica,mortadella! quello che dopo avere"ben lavorato"all'iri(prima spendi e spandi e poi svendite)si ritrovò premier quando l'Italia(pur non rispettando i parametri)adottò l'€!"con l'€,lavoreremo un giorno in meno a settimana",disse!e poi si ritrovò presidente della ue quando la stessa avallò la desiderata Usa della cina nel wto!atto che ha fatto fuori gran parte del sistema manifatturiero europeo! quindi sai a chi darlo il premio attila!

Ivano66

Sab, 24/08/2013 - 12:31

nonmi2011: grande!

Giacinto49

Sab, 24/08/2013 - 12:32

La verità è solo una: dopo cinquant'anni Berlusconi è riuscito nella impresa di impedire alla sinistra trinariciuta di impadronirsi del potere di cui ormai sembrava padrona (nel '94 , perse le elezioni Occhetto sprizzava veleno, in diretta televisiva, da tutti i pori) costringendola a mettere in campo tutte le più infami strategie alla ricerca di una vendetta perseguita per vent'anni e conclusasi ora. Riforma della giustizia e messa al bando del partito comunista in Italia il sogno di una mattina di fine estate.

killkoms

Sab, 24/08/2013 - 12:33

coraggio da leoni!?ad uno che non sarebbe buono nemmeno a fare il passatempo preferito dei pensionati,ovvero gettare il mangime ai piccioni?

Ivano66

Sab, 24/08/2013 - 12:39

Stefano Zurlo, cortigiano aggiunto tra i mezzani del pregiudicato, riesce addirittura, con una giravolta semantica degna di un illusionista, a dare dignità politica ai prezzolati Razzi e Scilipoti! Non c'è niente da fare: questa destra impresentabile del pregiudicato (non a caso in tutto il mondo nessuno lo vuole nemmeno come vicino in foto) ha un solo grande dogma: legittimare la corruzione, il ladrocinio, l'evasione e la frode fiscale, la deroga a qualsiasi legge. E chi la vota non è da meno, ovviamente.

gardadue

Sab, 24/08/2013 - 12:52

Bruttissime facce fanno parte della feccia MERIDIONALE ITALICA e tutti ancora si chiedono perchè il paese va a rotoli basterebbe l'interdizione dai pubblici uffici di chi è MERIDIONALE per vedere il paese uscire in un attimo dalla fogna in cui i terroni l'hanno cacciato

benny.manocchia

Sab, 24/08/2013 - 12:57

Karlo-ve - rileggi le tue cazzate,prova,comunque.Il giornalista Zurlo e' pagato dal padrone (Mauro,invece,e' un giglio candido!),scrive - secondo te - delle non verita'ecc.ecc. Bene/ Sempre poi' impariamo come sono fatti i comunmisti:ripetono quanto qualcuno ha detto loro di scrivere.Menti eccelse. Ma al di sopra di tutto questo,Karlo-Ve,perche' non provi a smentire qwuanto ha scritto il giornalista Zurlo? Parola per parola.situazione per situazione.Su,stronzo,prova a smentire. Unitaliano in usa

@ollel63

Sab, 24/08/2013 - 13:03

E' vero, è una fortuna che su queste pagine appaiono i commenti dei sinistrati, cloni vaganti dei loro rappresentanti in parlamento, forse gli stessi che là siedono e, nulla avendo di utile da fare, ciarlano su questo blog.. (i nick.. son sempre gli stessi, inutile riportarli, dai pisi, giù giù, li conosciamo tutti) ciarlano con scritti di squallore unico, logoro, incancrenito. E' una fortuna per noi, dicevo, leggere le loro farneticazioni, ci confermano sempre più nelle nostre ferree convenzioni di 'umanità liberale e saggezza'. Non ci curiamo di loro se non per la miseria culturale, morale.. umana in cui giacciono.

Triatec

Sab, 24/08/2013 - 13:07

I tinariciuti che oggi acclamano i magistrati, ieri canatvano: Signor giudice (Vecchoni) Le stelle sono chiare Per chi le può vedere Magari stando al mare. Signor giudice Chissà chissà che sole Si copra per favore Che le può fare male Immaginiamo che avrà Cose più, grandi di noi Forse una moglie Troppo giovane E ci scusiamo con lei D'importunarla così Ma ci capisca in fondo siamo uomini così, così Abbiamo donne abbiamo amici così, così Leggiamo poco leggiamo libri così, così E nelle foto veniamo sempre così, così Signor giudice Lei venga quando vuole Più ci farà aspettare Più sarà bello uscire Signor giudici Si compri il costumino si mangi l'arancino col suo pomodorino Noi siamo tanti siam qua, già la chiamiamo papà Di quei papà Che non si conoscono Quel giorno quando verrà giudichi senza pietà Ci vergognamo tanto d'essere uomini Così, così Sogniamo poco sogniamo sogni così, così Abbiamo nonne abbiamo mamme così, così E quasi sempre sposiamo mogli così, così Se ci riusciamo facciamo figli così, così Abbiamo tutti le stesse facce così, così Viaggiamo poco, vediamo posti così, così Ed ogni sera ci ritroviamo così, così Signor giudice noi siamo quel che siamo Ma l'ala di un gabbiano può far volar lontano Signor giudice qui il tempo scorre piano Ma noi che l'adoriamo col tempo ci giochiamo L'ombra sul muro non è una ragazza Però ci fai l'amore per abitudine Lei certamente farà quello che è giusto Per noi che ci fidiamo e continuiamo A vivere così, cosìcosì, cosìcosì, cosìcosì, così Così, così

1filippo1

Sab, 24/08/2013 - 13:11

Sarà anche definitiva la sentenza della Cassazione,ma non è affatto credibile.E non è credibile perchè non è credibile il presidente che l'ha emessa."Se Berlusconi mi capita a tiro,gli faccio un mazzo..."-così ebbe a dire tempo fa,il signor presidente.Il quale,se avesse avuto un barlume di autocoscienza,avrebbe dovuto autoricusarsi,rinunciando alla pronuncia.Così non è stato.Il suo giudizio di condanna è perciò poco credibile,perchè carente di serenità,di imparzialità e di obiettività,come invece prescrive la legge.Un giudice siffatto,che usa la giustizia come arma di lotta politica,non fa certamente onore alla categoria.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 24/08/2013 - 13:17

Nonmi2011: ne prenda una magnum e se la metta dove dico il.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 24/08/2013 - 13:44

Mi sembra ormai inutile continuare a parlare del sistema giudiziario italiano, lo sappiamo dal 1994 che è disastrato e in tutti questi anni ha solo finito per peggiorare ulteriormente. La domanda che ci si deve rivolgere non riguarda il fatto che il nostro sistema giudiziario fa schifo, è cosa nota e accettata, ma perchè i nostri politici non hanno fatto niente per rimediarvi. Continuare a dire che il sistema giudiziario fa schifo non serve a risolvere il problema, ci fa, invece, rendere conto dell'impotenza dei politici e delle istituzioni in merito.

giusto1910

Sab, 24/08/2013 - 13:46

Articolo condivisibile al 95%.Quello che Zurlo non dice é che il rovesciamento della realtà é un'arte frutto di un percorso scolastico occulto che ha proprie Università e corsi di specializzazione.Soprattutto all'estero.Abbiamo assistito molte volte alle reazioni di giornali inglesi contro Berlusconi,ancor prima che certe notizie si sapessero in Italia!!!Com'é possibile?E poi la grancassa mediatica sparata contro il Cavaliere da plotoni di esecuzione composti da attori,comici,cantanti,filosofi,professori universitari,magistrati,giullari della televisione,giornalisti televisivi.Un popolo in delirio,stordito dal pensiero unico e dall'odio,che invoca freneticamente e ossessivamente il berlusconicidio.Tutti affetti dal terribile Berlus-kolis.Il morbo che,una volta insediatosi nella materia grigia, non lascia speranze di guarigione.I cervelli,che contraggono questa malattia non si rendono più conto del loro stato di salute,perché il morbo uccide Realtà,Legge,Diritto, Morale,Obbiettività.Pensiero.E' un morbo pernicioso che toglie al malato tutte le possibilità di uscire dalla sua alterazione mentale.Il morbo Berlus-kolis,al pari di un novello Moloch,richiede un solo sacrificio umano:quello del Cavaliere.Non ci sono al momento terapie conosciute.Si assiste però,ultimamente,ad una regressione della forza virale.Molti cervelli rifiutano infatti il batterio,lo percepiscono prima che possa agire.Lo isolano con la forza della propria materia grigia,non ancora contaminata,e riescono a superarlo.Madre Natura,nei secoli, à sempre risposto positivamente alle grandi epidemie!

wilson2

Sab, 24/08/2013 - 14:26

Giusto 1910: è probabile che lei, come Silvio B.e tutti i vostri pari, vi sentiate spiritosi ma siete di una tristezza terrificante. Triatec: una volta era difficile ma molto difficile che un potente finisse sotto inchiesta. Era per questo che la destra non parlava di magistratura rossa o giudici corrotti. Fate pena, siete duri con i deboli e vigliacchi con i potenti!

Ritratto di Ninaninafvg

Ninaninafvg

Sab, 24/08/2013 - 14:27

Nonmi2011: la ringrazio per aver confermato che i giornalisti de Giornale rischiano grosso se esprimono le proprie idee.

Ritratto di UomoVitruviano

UomoVitruviano

Sab, 24/08/2013 - 14:37

che tocca fare a un giornalista per portare un tozzo di pane a casa

wilson2

Sab, 24/08/2013 - 14:48

Gardadue: stasera (visto che probabilmente abiti sul Garda) sarai al Bentegodi a gridare BUUH a Balotelli vero idiota razzista?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 24/08/2013 - 14:54

“Cari amici, con mia enorme sorpresa mi sono visto bloccare Facebook e mi sono trovato nella impossibilità di proseguire le mie modeste battaglie in favore della verità ogni giorno manipolata e della giustizia , ogni giorno vilipesa. Non conosco la ragione di questa assurda decisione e chi l’abbia presa in un momento in cui ero impegnato a difendere il magistrato Antonio Esposito da ingiusti e vili attacchi diffamatori solo perchè ha applicato la legge secondo il principio della eguaglianza di tutti i cittadini. Il monopolio dei media nelle mani di chi ha subito la condanna ha consentito la diffusione delle accuse diffamatorie e la impossibilità di difendere un giusto almeno su FB. Il mio tentativo di ripristinare FB è fallito e cercherò di parlare attraverso twitter, la mailing list e google+ . Vi chiedo pertanto la cortesia di fare sapere ai vostri e miei amici del grave e pericoloso attentato alla mia libertà di parola e di comunicazione. Sappiamo che la fine della libertà di opinione e di manifestazione del pensiero è il principio della fine della democrazia e della libertà per tutti. Vi chiedo anche di iscrivervi a tutti i canali da me indicati per potere interagire con me. Grazie per la vostra collaborazione.” Ferdinando Imposimato

Angel59

Sab, 24/08/2013 - 15:03

Il fatto che nessuno ha notato è che in Italia ormai viviamo in un sistema comunista mascherato da stato democratico e questa è la più grossa ipocrisia mai esistita. Basta pensare alle retribuzioni elargite ai nuovi assunti per rendersi conto per esempio che un ingegnere se riesce a trovare una collocazione idonea alla sua professione si inizia con circa 800euro mensili contratto a sei mesi ecc.ecc. Un lavoratore autonomo tra iva, irpef, irap, inps, inail, imu, raccolta rifiuti, addizioni, comunali. provinciali, regionali,cciaa, e ulteriori balzelli vari, si trova a sborsare oltre 80% del suo reddito e quindi se non praticasse un po di nero sarebbe alla fame più completa per come appunto avveniva e avviene tuttora in quei paesi comunisti. La giustizia nostrana e alla stessa loro stregua, idem per l'apparato politico e burocratico e via dicendo...i maledetti della sinistra comunque sono riusciti nel loro intento gli manca solo la ciliegina sulla torta e questa si concretizzerà quando saranno solo loro al governo, hanno brigato alacremente per questo e sono quasi al traguardo...Viviamo sotto regime comunista e ce ne dobbiamo ancora rendere conto e devo aggiungere che hanno lavorato molto bene per riuscire nel loro diabolico intento, considerato che quasi tutta la totalità degli italiani, stampa compresa ancora se ne deve accorgere. Popolo ma quando ti svegli??

Lo Iacono Enzo

Sab, 24/08/2013 - 15:06

io avevo (per tasse non pagate) un debito con lo stato di euro 20.000 dal '99 ora sono 200.000 cosa mi faranno i giudici di md?non so' piu' che fare.

acquario13

Sab, 24/08/2013 - 15:10

Io sono pronto per prendere il forcone, basta un cenno, mi sono rotto!!!

Triatec

Sab, 24/08/2013 - 15:12

wilson2 # Oggi, che sotto inchiesta finiscono anche i potenti di una sola parte, ovviamente,i giudici sono cambiati? Ora non comprano più il costumino non mangiano più l'arancino col suo pomodorino? Loro certamente faranno quello che è giusto. Buono a sapersi. Tutto cambia escluso voi, che veramente fate pena.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 24/08/2013 - 15:12

@rossono, qual'è il problema? Vorresti insegnare tu nelle scuole spiegando che l'illegalità è giustificabile? La vostra pochezza si nota in qualsiasi discussione in cui mischiate capre e cavoli involontariamente. @benny.macchietta, prova a chiederlo ad Imposimato e vedrai che smentirà tutto l'articolo. Prova a dimostrare tu che Zurlo dice verità. Zurlo sta dicendo che si può tranquillamente denigrare la legge.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 24/08/2013 - 15:13

vedo con la dovuta ilarità che i miei compagni di sventura 'vedono' una sudditanza cieca nel centra-dx, non riesco a scoprire quale forma di schiavitù professano, però!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 24/08/2013 - 15:24

@Lo Iacono Enzo se nel 99 avevi un debito di 20.000 euro ed oggi solo di 200.000 lire, significa che MD ti ha aiutato.

Lino1234

Sab, 24/08/2013 - 15:25

Ho letto male ? Ho letto che un delinquente è finito in galera. Era ora. Io di delinquenti che commentano su questo GIORNALE ne conosco uno solo e si posta # nonmi2011. Finalmente una buona notizia. Spero tanto che non sia una notizia taroccata alla Travaglio, Saluti. Lino. W Silvio.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 24/08/2013 - 15:40

ho motivo di credere che luigipiso, benché sinonimo , non può essere QUEL Ferdinando Imposimato!|

gardadue

Sab, 24/08/2013 - 15:44

wilson2 la verita passata per razzismo ecco la vostra vera faccia feccia immonda che non sei altro

wilson2

Sab, 24/08/2013 - 16:04

Triatec: sotto inchiesta finiscono anche potenti della sinistra se non te ne sei accorto. La differenza è che noi, poi, ne chiediamo le dimissioni a vivavoce. Comunque ho sprecato fin troppo tempo su questo blog idiota. Saluti.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 24/08/2013 - 16:11

@nuvmar e che motivo hai di aver motivo?

cicero08

Sab, 24/08/2013 - 16:22

Credo si dovesse aggiungere che Di Pietro è stato indagato e processato più volte ma, difendendosi nei processi e non dai processi, ne è venuto fuori senza macchia e senza fare ricorso a prescrizioni o indulti. Per quel che riguarda la legge Severino noto che Zurlo non deve aver letto quanto Paolo Cirino Pomicino (non Breznev o Fassina) ha scritto ieri sul Foglio di Ferrara. Ma Zurlo non deve essere super partes....

mifra77

Sab, 24/08/2013 - 16:55

NONMI 2011, ho letto(da semianalfabeta) i tuoi commenti al veleno, in articoli diversi, pur essendo dei copia-incolla. Dalle panzane da te scritte, ho ritenuto che tu abbia esagerato nel bere(come da te dichiarato), oltre che aver fatto un miscuglio di sostanze alcoliche ed altro. Il fatto che tu continui a dare dell'analfabeta a chi la pensa diversamente da te, mi lascia pensare ad una demenza incipiente (non proprio senile). Se poi sei solo stato travolto dalla macchina dell'odio, continua pure a bere e rosicare ma fattene una ragione ché per te non ci sono speranze. Alcol,odio e cattivo sangue,spappolano il fegato.

giusto1910

Sab, 24/08/2013 - 17:50

Caro Wilson2,ognuno vede la sentenza del processo Mediaset/Berlusconi come crede.Non pretendo che lei ne afferri il significato politico,e neppure quello prettamente giudiziario.Io ho sempre creduto che una condanna fosse il frutto di prove precise che inchiodano il colpevole.In questo caso ho visto solo teoremi costruiti da pm politicizzati e magistrati dell'Alta Corte più politicizzati dei PM.Detto questo aggiungo che se Berlusconi é colpevole é giusto che sia condannato,ma con lui devono essere condannati tutti gli imprenditori e i lavoratori autonomi italiani perché a causa di una legislazione fiscale iniqua ed elefantiaca é impossibile poter agire nella totale legalità.Spero che lei sig. Wilson abbia un bello stipendio dello Stato,o da dipendente,sicuro,protetto e intoccabile.Per i lavoratori che creano la ricchezza del Paese non é così:sono sempre in trincea,non sono mai sicuri dei loro guadagni,e possono essere colpiti dalla giustizia in ogni momento.Salutiiiiii

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 24/08/2013 - 18:02

@pinux che mi risponde cosi: No, guarda, che "Silvio" possa in futuro diventare un'icona della sinistra è escluso...Mi sentirei di garantirlo...sulla testa dei miei figli..ahahahahah... Caro Pinux, rida quanto vuole, nel frattempo cerchi d'immaginare uno solo del PCI che nel 1956 avesse "imaginato" Montanelli un'icona della SX da parte del segretario di turno, Veltroni in questo caso, e poi cerchi di ridere se ci riesce.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 24/08/2013 - 18:11

@pinux che dice: "Sab, 24/08/2013 - 10:12 "Peccato che quei giudici fossero del tribunale di BRESCIA, quello al quale i difensori di B. vorrebbero sempre appellarsi...". Pinux ci sta' dicendo che i giudici di Brescia non sono alla pari di quelli di Milano, allora la legge non e' uguale per tutti???????????? Non lo e' sicuramente, se dopo 33 cause, escludendo le 5 o 6 prescritte (che non significvano colpevolezza!!) ne rimangono sulle 25 cause in cui Silvio esce innocente. Certo, prima o poi un "collegio" lo doveva fucilare, allora fate festa, ma almeno toglietevi la parola DEMOCRATICO dal nome di partito, chiamateci piuttosto Partito Deleggitimante che vi si addice meglio. Ha dubbi? chieda a Leone, cucinato dalla marmaglia del PCI (Espresso - Cederna), la vergogna non la conoscete perche nel lessico di Marx non esiste, tutto li'.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 24/08/2013 - 18:21

Dott. Zurlo, le faccio una piccola aggiunta alla sua SPLENDIDA e VERITIERA NOTA. Pensi un po se una persona della segretaria di Berlusconi avesse conmbinato le cose fatte da Penati cosa avrebbero detto gl'illuminati di noantri? semplicemente che Silvio non poteva non sapere, giusto? Invece di Bersani cosa dicono? poverino, non sapeva, insomma: SILENZIO ASSOLUTO!!! ecco l'esenza del doppiopesismo scientifico, sviluppato dal centralismo democratico, ossia, la pensiamo diverso nel Comitato? non importa, usciamo da qui e diciamo che siamo monolitici, alla faccia della verita'.