Così Fassino è diventato una vittima

L'ultima condanna di Berlusconi è assurda: le frasi su Unipol erano vere, ma per i giudici dovevano restare segrete

"Se io ti dico: 'sei un ladro' non puoi rispondermi: 'è un segreto'". Così ai tempi di Mani Pulite il pubblico ministero Piercamillo Davigo, il Dottor Sottile delle indagini su Tangentopoli, replicava a chi si lamentava delle continue fughe di notizie, che portavano verbali ancora coperti dal segreto istruttorio ad approdare praticamente in diretta sulle pagine dei giornali. "Il segreto istruttorio - spiegava Davigo, nel caso che il concetto non fosse sufficientemente chiaro - è posto a tutela della efficacia delle indagini, non della onorabilità delle persone".

Da allora, il "teorema Davigo" è stato applicato in modo quasi universale dalla magistratura italiana. Fino a ieri. Quando nelle motivazioni della sentenza per il caso Unipol-Fassino, che ha portato alla condanna senza condizionale di Silvio Berlusconi e suo fratello Paolo, il tribunale di Milano affronta, e liquida in poche righe, un tema invece cruciale: il diritto di Piero Fassino, oggi sindaco di Torino e nel 2005 segretario dei Democratici di Sinistra, a vedersi risarcire il danno sofferto per la pubblicazione sul "Giornale" del suo dialogo con Giovanni Consorte, numero Uno di Unipol. Questo del risarcimento a Fassino può sembrare un dettaglio marginale, in una sentenza che oggi si guadagna le pagine dei giornali soprattutto per l'assenza di dubbi con cui attribuisce a Silvio Berlusconi il ruolo di mandante a fini politici - anche se solo per "concorso morale" - dello scoop del "Giornale". Ma se la condanna del Cavaliere è destinata a venire inghiottita tra poche settimane dalla prescrizione, il risarcimento a Fassino resta e costituisce un precedente pericoloso. È ben vero che i giudici hanno riconosciuto all'ex leader dei Ds una somma molto lontana da quanto pretendeva (ottantamila euro anzichè un milione). Ma in casi come questi è davvero il principio che conta. Ed il principio affermato dai giudici milanesi è davvero una rivoluzione copernicana rispetto al "teorema Davigo".

Di cosa si doleva, infatti, Piero Fassino? Il sindaco di Torino non ha mai negato di avere pronunciato, parlando con Giovanni Consorte, la festosa affermazione passata alle cronache con il titolo "Abbiamo una banca". Certo, ne ha fornito in aula una sua interpretazione, più o meno credibile, anche se indubbiamente legittima. Ma quella frase è vera. E vere sono dalla prima all'ultima tutte le frasi, e le singole parole, che gli articoli del "Giornale" nel dicembre 2005 attribuirono al segretario dei Ds. Anzi: proprio la assoluta fedeltà degli articoli al contenuto delle intercettazioni è uno dei motivi che porta alla condanna dei fratelli Berlusconi, perchè per i giudici è la dimostrazione più chiara che le notizie utilizzate dal "Giornale" provenivano dall'interno dell'indagine coperta da segreto.

Ancora non è chiaro chi si prese, all'epoca dell'indagine sulle scalate bancarie, la responsabilità di considerare irrilevanti quelle conversazioni di Fassino, come pure quelle di Massimo D'Alema, tanto da non trascriverle e non depositarle. Ed è appena il caso di ricordare che proprio per avere imposto il disvelamento di quelle chiacchierate il giudice preliminare Clementina Forleo fu sottoposta ad una sorta di mobbing al termine del quale fu costretta a lasciare il tribunale di Milano. Ma le telefonate ci sono. Sono vere. "Abbiamo una banca!", disse davvero Fassino. E allora perchè deve essere risarcito con ottantamila euro?

Che la pubblicazione sia avvenuta in violazione del segreto istruttorio è evidente. Nel suo intervento nell'aula del processo, Silvio Berlusconi ha fatto presente che di violazioni simili in Italia ne avvengono frequentemente, specie ai suoi danni, e che l'unica su cui si è indagato è invece questa del caso Unipol Fassino. Ma è un argomento che non incide sulla sostanza del processo: un reato resta tale anche se sono in molti a commetterlo, e anche se viene perseguito raramente. La frequenza con cui in Italia si viola il segreto istruttorio non comporta una sua depenalizzazione di fatto. Il problema è un altro: chi è la vittima della violazione? È, come sosteneva Piercamillo Davigo, il buon andamento delle indagini, che da quella violazione avrebbero potuto subire dei danni(in realtà non ne subirono alcuno, perchè sul ruolo dei Ds non si indagò mai, ma questo è un altro paio di maniche)? In questo caso la vittima avrebbe dovuto essere individuata nell'amministrazione della giustizia, e il ministero della Giustizia avrebbe dovuto venire invitato a costituirsi parte civile. Ma questo non è accaduto. La sentenza depositata ieri individua e ricompensa come vittima Piero Fassino, che pure quelle cose le ha dette davvero, e sono parole la cui assoluta rilevanza viene riconosciuta anche dai giudici: la frase è "significativa della capacita della sinistra di fare affari e mettersi a tavolino coi poteri forti, in aperto contrasto con la tradizione storica, se non di quel partito, quanto meno dell orientamento del suo elettorato". E però i giudici scrivono che per colpa dell'articolo, che rese note a tutti le frase che lui aveva effettivamente pronunciato, Fassino "è stato al centro di una campagna mediatica rispetto alla quale ha dovuto giustificarsi davanti alla opinione pubblica e nel partito". Insomma, e senza che questa semplificazione suoni irrispettosa del lavoro dei giudici: a Fassino stava effettivamente assai a cuore la conquista di Unipol, ma era un segreto. E tale doveva restare. Ridateci Davigo.

Commenti

Libertà75

Mer, 05/06/2013 - 11:55

Se il comune di Torino non ha i soldi per pagare i pubblici dipendenti, vi è un palese "concorso morale" di Berlusconi che non paga 1 milione a Fassino per i suoi affari internazionali.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 05/06/2013 - 12:00

""Se io ti dico: 'sei un ladro' non puoi rispondermi: 'è un segreto'". "Il segreto istruttorio - spiegava Davigo, nel caso che il concetto non fosse sufficientemente chiaro - è posto a tutela della efficacia delle indagini, non della onorabilità delle persone". Eccezion fatta, aggiungo io, che non c'entri in qualche modo Berlusconi! E si continua a chiamarla "giustizia"!

makeng

Mer, 05/06/2013 - 12:04

condannato chi denuncia e libero chi ruba??? Giusto lo sciopero fiscale. Che si arrangino loro a mantenere una giustizia di parte rossa. Luigipiso sei un codardo: parla delle ladrate MPS TELEKOM SERBIA e "la banca" DI FASSINI e smettila di sviare con IMU e balle varie. Tu difendi LADRI CHE DA DECENNI RUBANO !! Vai a raccontare le tue balle da qualche altra parte! SCIOPERO FISCALE!!!!!!!

daniele c

Mer, 05/06/2013 - 12:08

ma basta, mettetelo in galera e andiamo avanti con questo paese

silvano45

Mer, 05/06/2013 - 12:10

I compagni sono sempre vittime vedi fassino i compagni non rubano mai vedi penati i compagni non rovinano le società vedi monte paschi siena lo certifica la magistratura italiana massimo organo di equità dispensatrice di giustizia salomonica sperando che non tutti siano in ferie per 62 giorni o siano impegnati in conferenze stampe a parlare di quanto berlusconi sia il diavolo.Complimenti giustizia capisco perchè è data al 160 posto nel mondo come dire poveri cittadini ma a loro i magistrati cosa importa guadagnano quanto 10 pensionati.

mastra.20

Mer, 05/06/2013 - 12:10

stanno esagerando...perchè le regole vanno applicate solo per i rappresentanti di tutte le forze politiche tranne gli ex comunisti,chi si mette contro è finito,,si diano una calmata prima che qualcuno arrivi ad atti estremi,,poi non ci meravigliamo?????poi per fare quella scalata serviva (SERRAVALLLE )50 MILIONI DI

Ritratto di marystip

marystip

Mer, 05/06/2013 - 12:14

Questa sentenza è una tale assurdità, anzi ingiustizia, che solo un popolo di coglioni rossi accecati dall'odio può non vedere. Non ci sono parole. Mi meraviglio, invece, che ancora non abbiano accusato Berlusconi per il delitto di Avetrana, del caso Gambirasio ed altre cosucce del genere. Siamo sicuri, poi, che Andreotti sia morto senza che il Cav. ci abbia messo lo zampino? Io indagherei; fossi un magistrato del tribunale di Milano, aprirei un fascicolo. Non si sa mai!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mer, 05/06/2013 - 12:16

makeng dei partecipanti a questo forum le tasse le pagano solo i compagni e baio57, quindi come gia' sottolineato, lo sciopero fiscale sara' inutile...

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 05/06/2013 - 12:17

I kompagni, cominciando dai magistrati, non hanno capito che noi "impresentabili" non voteremmo mai i kompagni di merende. Si sentono tanto superiori che non sanno fare 2+2, ma solo, i loro squallidi interessi, venderebbero l'Italia e gli italiani al miglior offerente. Oramai le porte della Lubianka sono aperte.

enzo1944

Mer, 05/06/2013 - 12:18

Mi viene solo da ridere(per non piangere),a vedere come PCI-PD e magistratura rossa,trattano S.B. e gli Italiani(ci credono tutti polli)!..........ne hanno combinate e fatte più di bertoldo: bugie,fandonie,fantasticherie,invenzioni,costruzioni di processi con colpe/responsabilità non dimostrabili,aiutati dai media sinistri,dalle TV sinistre etc.etc.etc............ma i pollastri che continuano a votare i sindacalisti ed i servi sciocchi politici del PCI-PD,veramente ........continuano ad essere le metastasi dell'Italia! Buffoni!!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 05/06/2013 - 12:20

Si perché dovevano farsi i caxxi loro con la complicità della Mag..rebina

CALISESI MAURO

Mer, 05/06/2013 - 12:22

Luigiiiii ( e comari )helloooo c'e' nessuno in casa? no chiaramente.. ma lo sapete che a forza di ruberie e mala gestione voi la pensione e le paghette senza produrre niente ve le dovrete scordate fra sei mesi... forse vi tocca pure andare a raccogliere cipolle e patate? No eh?... pensate che la grande Tr..a vi protegga... e possiate cosi continuare a cazz...e. A me fregano 31 anni di versamenti ma ci sta' e lo sapevo e mi sono preparato ,voi cominciate veramente a pensare come fare ... non dovete aspettare molto garantito:))

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 05/06/2013 - 12:24

qua s non ci si muove con una commissione di inchiesta parlamentare su certi ambienti della magistratura, connivente con certi ambienti politici, probabilmente anche nello spartirsi prebende statali..con le banche non se ne esce..Berlusconi prendi il toro per le corna...

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Mer, 05/06/2013 - 12:33

Nella pagina del Giornale non c'è un articolo che parli della crisi in cui versa il paese. In compenso c'è ne sono tre o quattro che parlano delle malefatte di Berlusconi. L'unico articolo che parla, seppur in senso lato, di economia è quello che prospetta di non pagare le tasse. Dove volete che vada un paese dove un partito di governo e i suoi elettori si occupano di questi argomenti. Vergogna.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 05/06/2013 - 12:34

Berlusconi ha compromesso l'acquisto di una banca da parte dei coministi (e visti i precedenti, gli italiani gli saranno grati in eterno per questo), e loro si vendicano tramite la magistratura politicizzata.

michetta

Mer, 05/06/2013 - 12:37

Insomma, noi Popolo Italiano, sul nome del quale questi impiegatucci da quattro soldi della Pubblica Amministrazione travestiti da giudici, sentenziano, NON siamo autorizzati a conoscere quello che i politici si dicono, nottetempo o sotterfugiamente, pregustando un imbroglio grosso come una casa ai danni, sicuramente del....Popolo Italiano deficiente? Ma come mai sia possibile, che sortiscano fuori certe sentenze da certi giudici, occorrerebbe chiederlo ai santoni della suprema corte del Palazzaccio ed al signor Presidente della Repubblica, Capo del Consiglio Superiore della Magistratura, ogni volta che, la faccenda, interessi loro e gli amici loro. Il Paese Italia, non e' credibile da un pezzo (Strasburgo docet), proprio perche' nei concorsi per la Magistratura, si presentano solamente gli affiliati al partito comunista o pds o pd e da essi, consegnando la loro tessera, vengono stabilite le regole per essere e divenire magistrati! Soltanto così, si puo' spiegare simile presuntuosa, pretestuosa, arrogante, meschina considerazione, di una notizia attinta e registrata pubblicandola sul Giornale, che portava a conoscenza del Popolo Italiano, comportamenti quanto meno fuori dalle norme etiche, di politici rappresentanti (Fassino e D'Alema) contro lo stesso. E' da tempo, ormai, che non mi meraviglio piu'. Dal 1995, quando presentammo ricorsi vari per ottenere Giustizia, ancora non arrivata dopo quasi venti anni. Al Presidente Berlusconi, ogni giorno, questi stessi giudici, pretenderebbero di sanzionare condanne a getto continuo, solamente perche' lui, il Presidente,un giorno dello stesso periodo (1994), decise di NON voler lasciare il Paese, nelle mani della Gioiosa Macchina da Guerra di Occhetto, comunista dalla cima dei capellia lle unghie dei piedi. Proprio come Fassino e D'Alema. Proprio come i loro difensori in toga, per ogni volta che ci sia da condannare qualcuno dell'altra parte. Io, al posto di Berlusconi (anche per non averne le necessarie disponibilita' finanziarie), per le continue persecuzioni passate, avrei fatto sfraceli, a costo di sparire dalla faccia della terra, prima del tempo......

libertus

Mer, 05/06/2013 - 12:42

Come per il caso Marrazzo, d'altra parte, lui sarebbe una vittima e per poco non imputavano Berlusconi..., è evidente che ci sono delle Procure sfacciatamente schierate...

Ritratto di bussirino

bussirino

Mer, 05/06/2013 - 12:46

Per la giustizia italiana sulle le scoregge scomode si deve tappare il culo per quelle comode si deve tappare solo il naso. E poi si dice che i giudici non sono politicizzati!!!!!!!!!!!!! cesare da fiorenzuola

topogigio100

Mer, 05/06/2013 - 12:53

@ LUIGIPISO FINALMENTE ABBIAMO SGAMATO CHI SEI ASPETTATI STRISCIAL LA NOTIZIA E VEDIAMO CHE KOMUNISTELLO SEI TRA QUALCHE GIORNO CI FACCIAMO DUE RISATE PER TELEVISIONE !!! HAHAHHA LAVORA MANGIA PANE A TRADIMENTO SEI COME GLI ALTRI KOMPAGNI NON FAI UNA MAZZA DALLA MATTINA ALLA SERA SEI SOLO SUI BLOG

francesco de gaetano

Mer, 05/06/2013 - 12:59

Se il sindaco di Torino è un uomo d'onore,ma ne dubito,dovrebbe rinunciare al risarcimento anche perchè per sua stessa confessione ha dichiarato di aver detto quella frase.Ma a parte queste sciocchezze,la magistratura di Milano ha usato un comportamento vergognoso nei confronti del PM Clementina Forleo che l'anno costretta ad abbandonare la Procura di Milano per mobbing.Milano è la capitale economica dell'Italia ma è anche la capitale dell'ingiustizia giudiziaria.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 05/06/2013 - 12:59

Questi magistrati hanno letto molto bene il libro di Pinocchio e si sono attenuti strettamente a quanto in esso contenuto circa il furto dei tre zecchini d'oro, evidentemente la giustizia rossa funziona a questo modo, stavano compiendo un reato,forse anche con un giro di sondi pescati da operazioni molto sospette, ogni riferimento allo scandalo MPS è voluto, sono stai beccati, non sono stati perseguiti, e ora vogliono condannare chi avrebbe moralmente autorizzato la pubblicazione del misfatto., coperto da segreto istruttorio, in un Paese dove la fuga voluta di notizie è giornaliera. Poi ci vengono a dire che i comunisti non ci sono più!

Stefano Fontana

Mer, 05/06/2013 - 13:00

No problem, quindi siamo d'accordo Fazzo... Si possono pubblicare quelle di Fassino... e si possono pubblicare quelle di Berlusconi... quindi non romperete più gli zebedei sulle intercettazioni intercettate di Berlusconi.

max pc

Mer, 05/06/2013 - 13:00

Fassino pronuncio' quella frase perche' stava seguendo con passione, e non solo lui, il tentativo di scalata dell'Unipol su Bnl. Bisogna pero' ricordare che quell'operazione proseguiva di pari passo al tentativo di scalata della BPI su antonveneta ( a 1/4 del prezzo poi pagato da MPS ) e della RCS Corriere della sera. Gli attori erano i medesimi per tutte e tre le operazioni ( Consorte, Fiorani, i bresciani attraverso Hopa di Gnutti, e gli immobiliaristi romani ). E anche le modalita' poi erano le medesime. Modalita' illegali volte a acquisire la maggioranza delle societa' raggirando la legge sull'opa totalitaria. Essendo perfettamente a conoscenza di come la sua parte si stesse comportando, Fassino poteva a tutti gli effetti essere considerato uno dei " furbetti del quartierino ". Ma anziche' essere indagato e sottoposto a giudizio come Fazio per aver avallato questi metodi, e' stato salvato e promosso sindaco di Torino. Salvo poi scoprire che i suoi amici di MPS qualche anno dopo hanno pagato la stessa Antonveneta il 400% del valore di mercato di quei tempi, con un buco di Lit 8.000.000.000.000 per le casse dell'istituto senese. Fassino, pertanto, dovrebbe spiegare agli Italiani un bel po' di cose e non essere risarcito.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 05/06/2013 - 13:07

...E' giusto che Fassino venga risarcito, cosi avrà la possibilità di contribuire a realizzare il loro sogno.

Stratocaster

Mer, 05/06/2013 - 13:10

Ma parlare di cose serie no?

giorgiandr

Mer, 05/06/2013 - 13:14

COMUNQUE VOGLIO SOTTOLINEARE UNA COSA : A PRESCINDERE DAL CASO SPECIFICO, OGGI IN ITALIA ESISTE UNA CATEGORIA IN GRADO DI ESSERE SOPRA A TUTTI, DI FARE E DISFARE A PROPRIO PIACIMENTO E DI INDIRIZZARE LE SORTI POLITICHE ED ECONOMICHE DI UN PAESE. CAPITO DI QUALE CATEGORIA PARLO ?

Marzia Italiana

Mer, 05/06/2013 - 13:23

La dea della Giustizia è bendata? In Italia no! Usa due pesi e due misure. Berlusconi è sempre colpevole e la parte avversaria sempre vittima! Non è che si indaga sulle tresche di questi personaggi che hanno messo le mani su una banca ( oggi sappiamo si tratta del Monte dei Paschi)no! È sufficiente condannare Berlusconi. È a proposito della banca, non si dice più niente? Tutto seppellito? I responsabili tutti al sicuro? Come al solito, nessuno paga?

aldopastore

Mer, 05/06/2013 - 13:27

Di questa giustizia mi vergogno. E' sotto gli occhi di tutti che usa due pesi e due misure!Questa sentenza è ridicola. Questa che segue una precisazione di un magistrato del Pool: "Il segreto istruttorio - spiegava Davigo, nel caso che il concetto non fosse sufficientemente chiaro - è posto a tutela della efficacia delle indagini, non della onorabilità delle persone"........E ora?

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mer, 05/06/2013 - 13:29

Capisco l'odio per B.,nel senso che ognuno è libero di odiare chi vuole, ma fu Berlusconi a dire "Abbiamo una banca"? Fosse stato il contrario? Per non parlare di tutte le intercettazioni rilasciate dai pm ai giornali. Certamente l'equilibrio é quello che manca. ha ragione Pelobici: ha moralmente autorizzato la pubblicazione del misfatto., coperto da segreto istruttorio, in un Paese dove la fuga voluta di notizie è giornaliera. Allucinante!

Ilgenerale

Mer, 05/06/2013 - 13:30

E' da anni che e' palese: MAGISTRATURA EVERSIVA E CRIMINALE !!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 05/06/2013 - 13:33

Ma, perche noi ci meravigliamo se all,Estero tutti ridono di noi?,vedendo come é fatta la Giustizia Italiana tutto il Mondo ci deve ridere in faccia!, in Italia gli orologi della Giustizia vanno all,incontrario chi ruba 100ia di Miliardi di Euro come ha fatto é fá la Sinistra viene premiato, é chi fá il suo dovere e paga ogni giorno 2,2 Milioni di Euro di Tasse! viene persequitato da 20 anni con 32 processi,ma come vogliamo che l,Italia si rialzi se chi dovrebbe dare un esempio di correttezza ed equita si comporta da criminale?, il capo dello stato Napolitano che é il capo del CSM si volta ogni volta dall,altra parte quando si tratta di redimere una Giustizia politica e faziosa, con questi chiari di Luna il nostro Paese non si riprenderá mai, é tutti i Paesi del Mondo rideranno della Nostra incapacitá di regolare una Giustizia che agisce come una mina vagante della Sinistra!.

cgf

Mer, 05/06/2013 - 13:47

altra sentenza boomerang per il PD, vogliono diventare tanto lindi che si stanno "assottigliando" sempre più.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/06/2013 - 13:49

"Al ladro al ladro..." - "Zitto fallo scappare." Ora, il favoreggiamento dei ladri è un delitto. Dispiace che che tale delinquente sia il solito magistrato "democratico".

giovauriem

Mer, 05/06/2013 - 14:00

è ovvio, solo le procure possono inviare atti giudiziari,che riguardano berlusconi, ai giornali di sinistra amici,berluscono l'ha mandata a il giornale e perciò il reato è gravissimo

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 05/06/2013 - 14:01

Forse la colpa è di chi mette sotto il piede e non di chi lo calpesta.Ci vuole una rivoluzione altrimenti non se ne viene a capo.

Baloo

Mer, 05/06/2013 - 14:02

Una magistratura sempre più oligarchia di potere, piuttosto che struttura di servizio al paese, alternativa al ricorso del cittadino alle armi ( ne cives ad arma ruant ),non è utile al popolo italiano e non attua le deleghe ricevute dal medesimo.

sphinx

Mer, 05/06/2013 - 14:06

Ormai l'abbiamo capita: per le marachelle dei sinistri, colpevole non è chi le commette, ma chi le scopre e le denuncia! Marrazzo, Fassino ecc. insegnano.

Libertà75

Mer, 05/06/2013 - 14:11

@Il corvo, si faccia coraggio, si parlava della sentenza qui, se è per i problemi del Paese, Lei da persona onesta dovrebbe difendere Berlusconi, visto che i problemi veri del Paese sono altri (come lei dice) per quale motivo lo scontro politico deve passare per le vie giudiziarie? Se si è privi di coerenza si è privi di ragione. E comunque sulla prima pagina del sito online ci sono 3 notizie di economia, così come l'ansa... poi ognuno vede dove vuole vedere

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/06/2013 - 14:13

anche con questi atteggiamenti si sono mostrati mafiosi. i giudici e i comunisti! non conoscono veramente il concetto di vergogna, di pudore, di saper averla fatta grossa e di farla franca! semplicemente patetici e cretini!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mer, 05/06/2013 - 14:14

@Stratocaster. ma qui siamo su "ilgiornale" ! ah.. ho capito la tua era una battuta :)

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/06/2013 - 14:24

La responsabilità dei delitti è personale. Cosa c'entra Berlusconi? Sarebbe come dire che la visionaria Boccassini sarebbe in colpa per di tutte le truffe alle assicurazioni dei suoi concittaddini napoletani.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Mer, 05/06/2013 - 14:27

Sphinx- Hai una bella confusione in testa. Marrazzo si è dimesso perchè scoperto in una casa d'appuntamenti. Berlusconi invece a casa sua faceva le "cene eleganti" con signorine che venivano ricompensate con regalini. Mi spieghi che differenza c'é.Quanto a Fassino quello penalmente rilevante è la pubblicazione di intercettazioni coperte da segreto istruttorio. Berlusconi e i suoi giornalisti si sono sempre battuti affinchè i giornali non pubblicassero nemmeno le intercettazioni consentite. Come sempre la giustizia deve essere a senso unico e se non fa quello che vuole lui è comunista.

vacabundo

Mer, 05/06/2013 - 14:28

Questa concepita così non è più politica.è associazione a delinquere.Quando è così la magistratura dovrebbe intervenire nelle due parti e non solamente in una.Se effettivamente Fassino, abbia detto:dunque abbiamo una banca?,questa non è politica, è affarismo.Un politico non può dire abbiamo una banca, sarebbe la fine del politico,secondo me.Questa gente, non ha più il rispetto verso i loro elettori.Non servono più a niente come politici.Fassino pensava e forse pensa ancora,che è meglio avere una banca anzichè il popolo,tanto ormai il popolo non li elegge prù,si eleggono fra di loro.Andiamo al succo della questione,la magistratura dovrebbe togliere tutti gli incarichi pubblici che fassino riveste fino adesso, metterlo in quarantena, indagare e dopo che la giustizia fà il suo corso,rimetterlo di nuovo in politica o eliminarlo completamente.Come ha fatto Fassino, è danneggiare non solo la politica ma anche gli elettori,ragione per cui,Fassino è stato eletto e quando non riescono in questo,che vadano a casa,e se non ci vanno spontaneamente, sia la magistratura a farlo,si dice che la Legge e' uguale per tutti o no?Finiamola una volta e per sempre il politico non può scavalcare la legge e se lo fà è fuorilegge.quindi.......

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Mer, 05/06/2013 - 14:29

Non è che Fassino sia una vittima, la sostanza è che Berlusconi è colpevole di aver pubblicato un'intercettazione segretata. Cerchiamo di non capovolgere come al solito la realtà.

Ritratto di Senior

Senior

Mer, 05/06/2013 - 14:35

Non c'è prova migliore di questa per credere che i magistrati sono proprio alla caccia di Berlusconi. Quando il cav presiedeva a Napoli un congresso, con altri Capi di stato, sui metodi da adottare per sconfiggere la malavita nel mondo, uscì sul corriere della sera fregandosene del momento delicato, che il premier era indagato, se ricordo bene, per mafia. Cadde il governo nessuno pagò per aver pubblicato una notizia ancora segreta. Berlusconi fu processato e prosciolto perché innocente, ed anche per questo nessuno pagò. Gli "scalatori" di banche facevano sul serio tant'è vero che fanno finta di processarli, e finirà che Berlusconi sarà punito e quelli che "ci avevano una banca" saranno lasciati in pace. Due pesi e due misure. senior

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 05/06/2013 - 14:42

facciamo una benedetta cosa. mettiamo in galera Berlusconi e commissariamo Mediaset e tutte le Aziende di su proprieta' mandando Fassino come amministratore straordinario. Nooo? allora facciamone un'altra: mandiamo in galera Fassino e commissariamo il comune di Torino mandando Berlusconi come amministratore straordinario.

Boxster65

Mer, 05/06/2013 - 14:55

Da non credersi, in un Paese dove il segreto istruttorio di fatto non esiste unico condannato Berlusconi. E Fassino (ennesimo fantoccio sinistrato) che doveva sparire dalla circolazione dopo una figura di palta del genere (purtroppo ai fini processuali le sue parole sono irrilevanti) ad avere pure un risarcimento del danno!! Di quale danno poi?? Beh uno che dice evviva, abbiamo una banca!! ha di sicuro un danno cerebrale (demenza o qualcosa del genere).

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 05/06/2013 - 15:10

Finirà questo porcaio? Sarebbe ora di dare una riassettata a questo indecente modo di operare.

Ritratto di enkidu

enkidu

Mer, 05/06/2013 - 15:16

E' la stessa fattispecie del marito che,-avendo comprato un dvd porno e scoperto che la moglie arrotonda come attrice hard-, invece di ottenere il divorzio viene condannato per mancata lealtà al coniuge

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 05/06/2013 - 15:30

Ah,adesso capisco perché non si è mai indagato sui ladri del tesoro di Dongo, (non dico,il colore politico dei ladri)c'è la possibilità che alla fine i ladri mi denunciano, e qualche giudice mi condanna. Questa è la cosiddetta giustizia italiana!

Luigi Fassone

Mer, 05/06/2013 - 15:32

Signori Giudici (vi rispetto,lo scrivo perfino Maiuscolo) non affannatevi tanto,mica siamo trogloditi,discendiamo dai latini,mica dalle scimmie,abbiamo capito bene,anzi benissimo. Berlusconi è un uomo eccezionale,probabilmente di natura sovraumana. Perchè ha sempre saputo tutto e sa sempre tutto,dirige personalmente tutte le baracche che,direttamente e indirettamente,lo riguardano,e anche quelle degli altri. Ad esempio,ha carpito lui stesso medesimo la telefonata tra Fassino e Consorte e ne ha tratto vantaggio,pubblicandola sul suo Giornale,a scapito dei poveri DS alle elezioni del 2006. Mentre gli antagonisti sono smemorati,se ne stanno lì,impicciati senza sapersi togliere le castagne dal fuoco,non sanno mai niente,neppure di quello che riguarda loro da presso. Probabilmente sono una razza di ominidi diversi dai comuni mortali,i quali sono anche peccatori. E le notizie di prima mano,anche quelle succose che riguardano il Cavaliere,ci pensano altri Quotidiani a "carpirle", e a pubblicarle senza pagar pegno. Quindi,alla prossima occasione,condannate Silvio senza star lì a zinzanarvi con le motivazioni,lo incenserete un pò meno...

Boxster65

Mer, 05/06/2013 - 15:32

@filippo agostani... TUTTI HANNO PUBBLICATO INTERCETTAZIONI SECRETATE.... e ripeto TUTTI!! Non ti viene in mente nella tua testolina che l'unico a cui infliggono una pena sia Berlusconi?? Ma voi sinistrati c'avete le fette di salame negli occhi o credete che gli altri non riescano ad arrivare a capire che la Magistratura in Italia è pulita come le fogne di Calcutta?? Ragazzi c'abbiamo fior di riprove di Magistrati che hanno fatto i soldi dicendo falsità (Di Pietro in primis) che ora (da ricco) è a fare il lavoro che gli compete per onestà e capacità intellettuali (ovvero spargere il letame) nei campi di Montenero di Bisaccia che si è comprato a spese della collettività e facendo false denuncie di diffamazione a carico di giornalisti (ottenendo risarcimento dei danni in associazione a delinquere con i Magistrati amici suoi che, chissà come mai, gli davano sempre ragione in giudizio, anche quando palesemente non ne aveva). Se questa è giustizia......

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mer, 05/06/2013 - 15:36

Infatti così funziona in Italia!i comunisti avendo in mano parte della giustizia si trovano sempre d'accordo con essa e mai contro!!Ah dimenticavo il caso MONTE DEI PASCHI DI SIENA??Perché si tace?forse si vuole far passare silenziosamente il caso in secondo piano?!la gente della banca toscana non deve sapere più nulla,ma deve sapere solo del Cavaliere vero?!che disgusto

Lino1234

Mer, 05/06/2013 - 15:37

E' di ieri il mio commento nel quale inneggiavo alla bontà di Stalin rispetto ai comunisti nostrani che processano e condannano i denuncianti di un reato pienamente dimostrabile e dimostrato, a carico del "sacro Dio comunismo" e ricompensano i colpevoli del reato, ovviamente comunisti. A questo punto, per procedere nella stessa direzione, in senso peggiorativo, dovrei ritenere che si giungerà a condannare i denuncianti di un reato a favore del colpevole per spartirsi il ricavato. Al peggio non riesco ad arrivare nemmeno con la sola immaginazione. Saluti Lino. W Silvio

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mer, 05/06/2013 - 15:42

Attenzione si comunica ai cortesi italiani che le indagini sul caso MONTE DEI PASCHI DI SIENA sono ferme e non ci sono condanne!al posto dei responsabili del MPS si comunica che è stato condannato il Cavaliere Berlusconi...che pena!:-)

moshe

Mer, 05/06/2013 - 15:49

Quello che dice Berlusconi in merito alla giustizia italiana è vero al 100%. Questa è l'ennesima riprova.

Ritratto di Zione

Zione

Mer, 05/06/2013 - 16:01

Zione e il Fetentissimo Giudiciume (solo quello passato (e "Piemontese ?" ...)) ----- L'Immondo "avvocato ..." Di Pietro, scrive sul suo Blog: "Cambiano la costituzione per sbianchettare i reati del Cavaliere"; ma come osa, questo ignobile MARJUOLO parlare ancora della Legge, sulla quale e in allegra Compagnia di Briganti e Mafiosi (tribunalizi e non ...) vi ha molto lungamente infierito; ma ancora più Oscenamente e alla faccia del dissanguato Popolo, ci ha tanto Superbamente, pubblicamente e Ciclopicamente Defecato sopra ??? ----- La vile Prepotenza e l'infame Turpitudine del nostro blasfemo e IMPUNITO GIUDICIUME, ha portato questo sventurato Paese sull'orlo del BARATRO, di un incommensurabile "Caos Civile"; a causa della Scellelleratezza eccelsa, di questi luridissimi Affamatori e ASSASSINI del Popolo siamo riprecipitati in un clima di cieca Follia, che si alimenta di bieco Odio e sanguinosi sogni di truce Violenza; e fa rigermogliare così anche venefiche piante, mai estirpate alle radici.

roberto.morici

Mer, 05/06/2013 - 16:04

Ma allora sto Fassino der cacchio, ce l'aveva o no sta Banca?

mzee3

Mer, 05/06/2013 - 16:04

Se ci fosse una stampa onesta dovrebbe dire cosa è successo davvero ma mi rendo cnto che a coloro che comprano o leggono on line questo giornale i giornalisti dovrebbero scriverlo con parole povere, senza tanti ghitigori dato che hanno delle grosse difficoltù ad essere onesti intellettualmente e si fidano della Santanchè. Allora, è successo questo, : La Magistratura, nell'ambito di un'inchiesta che con Berlusconi non centrava nulla, ha avuto, tra le tante anche un'intercettazione in cui Fassino diceva Consorte : "ma allora abbiamo una banca". Qusta telefonata intercettata fu ritenuta dalla Magistratura IRRILEVANTE E NON PENALMENTE PERSEGUIBILE, tanto che la registrazione fu archiviata in una cassaforte. Il responsabile dell'agenzia che ha fatto la registrazione per conto del magistrato, essendo in difficoltà economiche ha SOTTRATTO questa registrazione SEGRETATA e accompagnato dal fratellino Berlusconi l'ha portata a Berlusconi alla vigilia di Natale. Sentita la registrazione lo stesso Berlusconi, per ammissione del dirigente del'agenzia, disse: le saremo grati per tutta la vita". La registrazione poi resto in possesso dello stesso Berlusconi che poi diede l'OK alla pubblicazione (secondo la motivazione delgiudice!). Questo è il reato che gli viene contestato. L'aver trattenuto un corpo di reato segretato e aver divulgato atti segretati. CAPITE ORA POVERI STUPIDI DI PIDIELLINI? Non è Fassino che ha fatto un reato. Come potrà spiegare anche il direttore, non è il fatto che sia stata data una NOTIZIA SEGRETATA; quante notizie segretate sono state date da tutti i giornali compreso questo, ma non c'è stato mai che un giornalista abbia fatto il nome dell'informatore. In questo caso invece, è lo stesso informatore che ha fatto i nomi dei RICETTATORI. Ecco spiegato, spero di essere stato chiaro e il più preciso possibile, nel caso ci fosse qualche manchevolezza me ne scuso in anticipo.

roseg

Mer, 05/06/2013 - 16:13

@ filippo agostani--L'unica cosa capovolta è il tuo cervello hehehe ma va a ciapà i rat...

roseg

Mer, 05/06/2013 - 16:27

@ mzee3--Grazie Prof. per i chiarimenti,mio nipotino che ha 5 anni ama le favole,gli farò leggere il tuo post,che fantasia,se senti una sirena e vedi degli uomini col camice bianco non temere e solo la neurodeliri è per il tuo bene. hahahahahahahsha...

SONOSOLIO

Mer, 05/06/2013 - 16:28

NON C'E' NIENTE DA FARE. BERLUSCONI ERA ED È SCOMODO A CERTI POTERI, QUEI POTERI CHE DA 20 ANNI STANNO CERCANDO DI ELIMINARLO. L'ITALIA È UNA FALSA DEMOCRAZIA E TOTALMENTE IMPERFETTA. E LA GIUSTIZIA IN ITALIA È LA CONFERMA DI CIÒ.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Mer, 05/06/2013 - 16:36

Questa magistratura è un lupo feroce al quale è ora di iniziare a strappare i denti! Mi chiedo quali possano essere i commenti della magistratura di altri Paesi "democratici" sulla nostra giustizia (con la "g" minuscola)! Ovviamente, sperando che riesca a estrapolare dal contesto l'imputato Silvio Berlusconi! Perché se l'idea è che, quando l'imputato è Berlusconi, la nostra magistratura non sbaglia mai, i miei dubbi non hanno motivo di esistere!! Morale: mai mettersi "penalmente" contro i comunisti e/o la sinistra italiana! C'è solo da rimetterci!!

paci.augusto

Mer, 05/06/2013 - 16:37

Certo che Fassino per i fiancheggiatori rossi in toga è una vittima! Le porcherie della falce e martello devono essere coperte e protette! Esempio lampante è il Monte Dei Paschi, usato come bancomat da decine di anni e per creare enormi provviste come nei casi 121 e Antonveneta. Comunque, si indagano i disonesti di nomina politica che hanno preso una provvigione su alcune operazioni finanziarie, col tacito assenso dei loro elettori politici, come compenso della loro complicità nelle porcherie assai più importanti. Con questo andazzo, anche una antica e solida banca come il Monte, a seguito anche della grave crisi finanziaria mondiale, si è trovata sull'orlo del fallimento! E chi comanda da decenni al Monte, tramite Fondazione, Comune e provincia di Siena e Regione Toscana?? E la magistratura cosa faceva???!!!

gedeone@libero.it

Mer, 05/06/2013 - 16:45

#filippo agostani, ma mi faccia il piacere ipocrita sepolcro imbiancato!

Noidi

Mer, 05/06/2013 - 16:46

@Boxster65: Visto che Lei è cosi ben informato faccia almeno 2 esempi di quello che afferma (che tutti pubblicano interecctazioni secretate). Se non sa rispondere capirò (è già tanto se Lei sa leggere e scrivere).

eureka

Mer, 05/06/2013 - 16:47

Ma che giustizia è mai questa? Si indaga Berlusconi Silvio perché Berlusconi Paolo ha diffuso tramite stampa la notizia e non si indaga su Fassino per quell'affermazione? Perché nessuno mai ha indagato sui giudici che hanno lasciato fuoriuscire, per usare un eufemismo, tutte le intercettazioni che loro hanno usato su Berlusconi? E il CSM che fa? è latitante? Non è in grado di rimettere in riga alcuni giudici? Solitamente se non si interviene è perché c'è connivenza tra ambo le parti ed allora se é così la giustizia è andata a gambe all'aria, non esiste più. Che desolazione assistere alla totale mancanza di fiducia in quello che dovrebbe essere un diritto imparziale per ogni cittadino.....a prescindere da che parte politica stia.

Boxster65

Mer, 05/06/2013 - 16:59

@noidi.... caro sinistrato sai navigare su internet?? Scrivi in un motore di ricerca (non so se arrivi a capire di cosa parlo) le parole pubblicazione di intercettazioni secretate.... ti si aprirà il cervello e comicerai a capire. Certo che per un sinistrato immagino sia quasi impossibile....

Cosean

Mer, 05/06/2013 - 17:12

Guardate che è stato Berlusconi ad ascoltare e decidere di pubblicare delle intercettazzioni segrete, ancora prima che le abbiano ascoltate dei Giuduci! Fassino non ne ha colpa!

LAMBRO

Mer, 05/06/2013 - 17:23

Lo capirebbe un mongolo che CHI RUBA E' COMUNQUE UN LADRO e se qualcuno lo DICE fa una OPERA MERITORIA nei confronti della COMUNITA': tant'è che CHI NON LO DICE potrebbe essere accusato di CONNIVENZA. Ma in Italia i giudici possono tutto specie contro Berlusconi che, anche se non è vero, è accusato di NON AVER DETTO ma di AVER INDOTTO non importa se NON C'è PROVA! PER CONTRO I LADRI DIVENTANO OGGETTO DI DIFFAMAZIONE CHE LEDE IL LORO ONORE! Quale onore?

tiptap

Mer, 05/06/2013 - 17:29

Si sa che in Italia la prassi, quando non le leggi, è "ad partitum", quello rosso, naturalmente. Sepolcri imbiancati.

Ritratto di Alessandro Genovese

Alessandro Genovese

Mer, 05/06/2013 - 17:41

Sentenza incredibile! La prima di centinaia di fughe di notizie punita. Ma non si vergognano un po'questi giudici?

Angelo48

Mer, 05/06/2013 - 17:44

mzee3: egregio lettore, le sono molto grato per la sua fedele ricostruzione dei fatti in esame. C'è però qualcosa che mi sfugge e che vorrei esser chiarito da lei. Dunque, in un passo del suo resoconto, lei scrive: "...Questa telefonata intercettata fu ritenuta dalla Magistratura IRRILEVANTE E NON PENALMENTE PERSEGUIBILE, tanto che la registrazione fu archiviata in una cassaforte..." Tutto vero per carità! Successivamente lei aggiunge:"...Questo è il reato che gli viene contestato(a Silvio). L'aver trattenuto un corpo di reato segretato.." chiudendo e chiosando con un :" ..CAPITE ORA POVERI STUPIDI DI PIDIELLINI?" Dunque, se non ho inteso male, il vulnus" giuridico consisterebbe nell'aver trattenuto e poi divulgato un corpo di reato segretato. Essendo però uno di quegli stupidi a cui si è rivolto, le chiedo sommessamente ed in punta di piedi: ma di quale reato trattasi, se la Magistratura ha ritenuto quella telefonata NON PENALMENTE PERSEGUIBILE? Quale corpo di reato avrebbe trattenuto Silvio? In buona sostanza, si tratterebbe di una di quelle tante telefonate prive di significato penale alcuno che - se divulgata - non produce effetti nocivi alla comunità che l'ascolta. Perché se così non è, dovrebbe spiegarmi perché non è partita una inchiesta contro Fassino. Spero nella mia stupidità, di averle reso al meglio il dubbio che mi assale! Resto fiducioso in attesa di un suo riscontro!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/06/2013 - 17:51

i soliti cretini che insultano tutti tranne proprio la sinistra! ma come mai, secondo voi, fassino compie un reato (l'opa totale e informazioni riservate) ed a essere punito è berlusconi??? vi è sfuggito qualcosa di strano??? :-)))

oiramissor

Mer, 05/06/2013 - 18:02

Scusatemi avrei voluto dire la mia su questa magistratura ma....scu...scus...scusatemi mi stanno venendo dei conati di vomito devo rinunciarci altrimenti mi affogano i tasti della tastiera.

Triatec

Mer, 05/06/2013 - 18:16

mzee3 # Scrive: "Allora, è successo questo" Lei, non sapendo niente, minimizza un po' troppo. Lei sa che sono 73 le intercettazioni telefoniche relative all'inchiesta sulle scalate bancarie Antonveneta e Bnl. Nel luglio 2005 sono state effettuate telefonate che hanno coinvolto, tra gli altri, i diessini Massimo D’Alema, Piero Fassino, Nicola La Torre e l’allora presidente del gruppo finanziario Unipol, Giovanni Consorte. E' vero che nonostante tutto, la magistratura abbia ritenuto questa telefonata IRRILEVANTE.

Settimio.De.Lillo

Mer, 05/06/2013 - 18:20

REPUBBLICA ITALIANA ? NO, REPUBBLICA DELLE BANANE! Cosi' l'hanno ridotta i KOMUNISTI E LA MAGISTRATURA POLITICIZZATA. Un tempo i komunisti venivano foraggiati dall'unione sovietica,ma adesso ci deve pensare BERLUSCONI.

Settimio.De.Lillo

Mer, 05/06/2013 - 18:20

REPUBBLICA ITALIANA ? NO, REPUBBLICA DELLE BANANE! Cosi' l'hanno ridotta i KOMUNISTI E LA MAGISTRATURA POLITICIZZATA. Un tempo i komunisti venivano foraggiati dall'unione sovietica,ma adesso ci deve pensare BERLUSCONI.

michetta

Mer, 05/06/2013 - 18:24

mzee3 - a parte tutto quanto detto e chiesto dall'amico ANGELO48 alle 17.44, che condivido in toto (tranne "l'egregio" a lei diretto), vorrei farle animosamente presente, che io, non ci vengo "in punta di Piedi", ma userei molto volentieri gli stessi per prendere a calci nel culo gente come lei, che si permette di chiamarci STUPIDI! Non lo siamo affatto, anzi e forse siamo solamente STUPITI in continuazione, per il trattamento di favore che la magistratura riserva sempre ai sinistri, mentre quando si tratta di Berlusconi o qualcuno di noi, NO! Understand? E faccia un favore a se' stesso, oltre che a noi, se ne vada a leggere e commentare Repubblica o il Messaggero o l'Unita', che sono piu' degni di ricevere i suoi pensieri!

Settimio.De.Lillo

Mer, 05/06/2013 - 18:25

Filippo Agostini e Stefano Fontana: Due italiani che vivono su un altro pianeta. Ora fassino manderà una astronave per recuperarli, altrimenti alle prossime elezioni mancherebbero all'appello 2 voti.E' proprio vero, del maiale non si butta via niente.

cast49

Mer, 05/06/2013 - 18:42

Le motivazioni della sentenza di condanna - UNICA NEL SUO CASO - contro Berlusconi per la pubblicazione delle intercettazioni di Fassino e Consorte ("abbiamo una banca !") indicano un concorso morale del Cavaliere nella pubblicazione in quanto lesiva della avversa parte politica. Aspettiamo ora l'incriminazione e la condanna dei funzionari di partito, tempo per tempo "compagni segretari" del pci/pds/ds/pd per tutte le intercettazioni pubblicate ai danni di Berlusconi. Le "vittime" non si considerano tali. Ne' Ruby, nè i funzionari di Polizia che confermano, sotto giuramento, come Berlusconi avesse solo fatto una telefonata informativa, mentre Ruby ha confessato, ugualmente sotto giuramento, che si è inventata tutto, che non c'è stato sesso e che nascondeva (e poteva farlo eccome !) la sua minore età. Insomma dichiarava più anni di quelli che aveva come facevamo noi per entrare al cinema e guardare i film vietati ai minori di 14 anni o, un paio di anni dopo, quelli vietati ai minori di 18 anni. Però Berlusconi DEVE essere condannato. A prescindere.

gedeone@libero.it

Mer, 05/06/2013 - 18:49

#Angelo48, mi creda, con falcemartelluti tipo mzee03 lei perde il suo prezioso tempo.

gedeone@libero.it

Mer, 05/06/2013 - 18:58

Auguro che gli 80.000 euro possano servirgli tutti, in medicinali ...

Paolo Fanfani

Mer, 05/06/2013 - 19:00

Gli effetti civili della sentenza di condanna possono essere impugnati anche se il reato è estinto per prescrizione; la parola fine non è stata ancora data. Del resto la nostra Giurisdizione è organizzata sul presupposto che il Giudice di primo e secondo grado sbaglino; altrimenti non ci sarebbe il terzo grado di Cassazione. Molto interessante il "precedente Davigo" che dimostra la fondatezza del principio del povero Andreotti sull'interpretazione della legge.

SONOSOLIO

Mer, 05/06/2013 - 19:01

Ma vogliamo dirla tutta? E CHI HA TRATTENUTO, FATTO USCIRE E PORTATO LE INTERCETTAZIONI A BERLUSCONI NON È STATO NEMMENO PROCESSATO. È COME CONDANNARE UN RICETTATORE SENZA CHE VI SIA UN LADRO E NEMMENO IL FURTO. CE NE VUOLE MOLTA DI FANTASIA. QUESTO STABILISCE CHE È ORA DI CAMBIARE LA SCRITTA NEI TRIBUNALI, "LA LEGGE UGUALE PER TUTTI" con: "LA LEGGE È DEI GIUDICI, E LA APPLICANO COME VOGLIONO SECONDO CHI HANNO DAVANTI"

fumonero

Mer, 05/06/2013 - 19:13

è storico come quelli di sx rigirano la frittata ed è storica l'ignoranza delle persone che ancora continuano a votarli ad ogni costo....finchè quel costo non comincino a pagarlo loro.

pgbassan

Mer, 05/06/2013 - 20:21

"un reato resta tale anche se sono in molti a commetterlo, e anche se viene perseguito raramente": ma si perseguono i nemici e si lasciano stare gli amici. Balle galattiche quelle dell'obbligatorietà dell'azione penale. Magistrati rossi decisamente e da molti decenni sempre in prime linea a combattere per la loro parte. Indegnamente messi nell'ambito giustizia. I soliti Kompagni che ribaltano le opinioni e articoli e atteggiamento quando fa loro comodo. Niente di nuovo sotto il sole. E lo schifo continua. Fino a quando?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 06/06/2013 - 00:16

Ci dovrebbero spiegare, nella motivazione della sentenza contro Berlusconi, come mai il segreto d'ufficio viene ritenuto valido solo per quelli di sinistra. C'E' ANCORA QUALCHE SPROVVEDUTO CHE CREDE ANCORA ALL'IMPARZIALITA' DI CERTI MAGISTRATI?

acam

Gio, 06/06/2013 - 00:16

ma ö ovvio che é vittima come la sua maicerra rosy per la sua intelligenza, tutti da quelle parti sono vittime, non sono mica come i pdllini che fanno sempre tutto senza mostrare niente nun avete ancora capito de che razza so fatti...

acam

Gio, 06/06/2013 - 00:18

é vero che equitalia é un mostro, ma é anche vero che habbimo 3 milioni de gente che nun sa fa e deve essere mantenuta....

piero1939

Gio, 06/06/2013 - 07:38

mezzasega e mantenuto. bidonaro di un rosso. la cmc ha finito con le cooperative rosse di rompere le palle vi siete scoperti da soli. dite la verita' che oltre al finanziamento pubblico volete anche altri soldi dalle tangenti e dalle mazzette nere.

sisone

Gio, 06/06/2013 - 08:54

La stragrande maggioranza degli Italiani, di destra, sinistra, berlusconiani, odiatori di Berlusconi, disoccupati, precari, manovali, muratori imprenditori, statali, management di varie società stanno aspettando tutti che Berlusconi tolga l’IMU. Secondo voi cosa sta aspettando Berlusconi? Una cosa è evidente: E’ il politico che si trova sempre due passi avanti tutti gli altri.

decespugliatore

Gio, 06/06/2013 - 08:54

Praticamente è come se zio Paperone avesse fatto pubblicare le foto della Banda-Bassotti (leggi PD), mentre scassinava i forzieri(banche) dello Stato e fosse stato processato e condannato lui. Sui fumetti queste cose non accadono ma nello stato italiano di magistratura-sinistra la cosa non solo è possibile ma è accaduta!

pansave

Gio, 06/06/2013 - 09:31

Quando L'URSS esaltava il KGB ed arrestava Solženicyn.

Cosean

Gio, 06/06/2013 - 13:29

@ Runasimi Il segreto d'ufficio viene ritenuto valido solo per quelli di sinistra perche chi rispetta il segreto d'ufficio vota sinistra e chi se ne frega di rispettarlo vota destra!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 07/06/2013 - 00:18

#Cosean Allora possiamo finalmente affermare che non esistono più toghe rosse che fanno filtrare furbescamente i segreti dai loro uffici. Ora sappiamo che sono tutti magistrati di destra coloro che fanno filtrare i segreti d'ufficio. GRAZIE PER LA RIVELAZIONE.

ilbarzo

Ven, 07/06/2013 - 17:17

Le frasi di Fassino su Unipol,pare siano state vere,ma per i giudici,dovevano restare segrete.Naturalmente la magistratura non puo' mica indagare un loro compagno comunista.Per cui mi sembra piu' che giusto condannare Berlusconi,il quale pare non sia capace di tenere la bocca chiusa.Non e' accettabile svelare gli interessi di Fassino con le banche.