Cottarelli scopre le tasse: "L'80% della mia pensione va nelle casse dello Stato"

Il commissario per la spending review: "Altro che superstipendio. prendo 2mila euro al mese"

"Chi scrive a proposito del costo del Commissario per lo Stato, dovrebbe stimare che il mio lavoro costa alla Repubblica Italiana circa 28.500 euro l’anno". Dopo aver dichiarato di percepire quasi 260mila euro lordi, Carlo Cottarelli si sfoga sul suo blog e replica (ancora) a chi lo accusa di prendere troppo.

Questa volta il commissario per la spending review si fa i conti in tasca e pubblica "tutte le informazioni riguardanti il mio stato patrimoniale e il mio reddito, scegliendo come riferimento le norme rigorose che riguardano i componenti degli organi di indirizzo politico, pur non essendo annoverabile nella categoria". Tra gli immobili posseduti da Cottarelli spunta una casa a Washington del valore di 850 mila dollari e una a Cremona da 250 mila euro, entrambe in comproprietà con la moglie. Poi si contano un milione e 800mila euro di investimenti nel Fondo Azimut, 220mila di pensione percepita dal Fmi.

Poi c'è lo stipendio da commissario: 258 mila euro lordi. Quest'ultimo, precisa, si traduce in circa 140 mila netti ("380 euro al giorno"). A cui bisogna togliere le tasse, visto che lavorando in Italia la pensione dell'Fmi è assoggettata al fisco italiano, che prevede un'aliquota del 46,23%. "Le tasse che pago in Italia sulla pensione del Fmi coprono più dell’80% del compenso che ricevo per il lavoro di commissario (115 mila euro di tasse contro 140 mila di retribuzione netta)", scrive, "il mio lavoro di Commissario costa alla Repubblica Italiana circa 28.500 euro l’anno. Se, come da me proposto, si riducessero i compensi per i dirigenti pubblici, troverei giusto che la stessa riduzione si applicasse alla mia retribuzione, anche se, formalmente, il ruolo di Commissario non è equiparato a quello di un dirigente pubblico".

Commenti

igiulp

Ven, 28/03/2014 - 12:13

Subito una colletta pubblica per il povero Cottarelli.

Gianca59

Ven, 28/03/2014 - 12:46

Non capisco: come commissario guadagna 258K lordi di cui netti in tasca ne percepisce 140; poi paga le tasse in Italia sugli emolumenti del FMI e dice che alla fine all' Italia lui costa 28500 euro, netti immagino, all' anno. Se questi sono i conti che ha fatto anche per la spending review, mandiamolo a casa: risparmieremmo 258K e introiteremmo 115K di tasse…….

agosvac

Ven, 28/03/2014 - 13:02

Non è che cottarelli abbia bevuto un po' troppo??? Se dice di prendere 140 mila euro netti come può sostenere che su questi paga altre tasse??? Sulla pensione del Fmi, ovviamente, deve pagare le tasse italiane del 46% circa che, dice lui , sono 115 mila euro che sottrae ai 140 mila netti che prende dallo Stato. In pratica visto che all'Italia costa 140 mila euro netti ma che sulla pensione del Fmi paga 115 mila euro, ritiene che lo Stato italiano gli dia solo 28500 euro!!! La realtà, se fosse del tutto sobrio è diversa: lui prende 140mila euro dallo Stato italiano e circa 120 mila dal Fmi per un totale di 260 mila euro netti l'anno!!! Egregio cottarelli, cerca di bere di meno e di agire di più visto che anche il Capo dello Stato ha sostanzialmente detto che il tuo lavoro è del tutto sbagliato!!!

schiacciarayban

Ven, 28/03/2014 - 14:00

Spero che non faccia così anche i conti dell'Italia se no siamo rovinati! Ma come può mischiare due redditi diversi? Uno dal FMI e uno dallo Stato, che senso ha? Forse era ubriaco? Dallo Stato lui prende 140.000 euro netti, cioè oltre 10.000 euro al mese!! Dal FMI ne prende altri 110.000 netti a occhio e croce, altri 9000 al mese, cioè 19.000 euro netti al mese!! Certo, ne paga altrettanti in tasse, ma così fan tutti, pensava di essere esente?

titina

Ven, 28/03/2014 - 14:08

Se l'aliquota irpef massima è il 43? come fa a pagarne 80%? Anzi, dovrebbero mettere qualche altro scaglione per chi supera i 100000 euro!!!

titina

Ven, 28/03/2014 - 14:10

Cottarelli, scusa, ma non dici che vuoi tagliare le pensioni di 2000 netti perchè le consideri d'oro? Hai una pensione "d'oro" e ti lamenti?

Ritratto di giangilo

giangilo

Ven, 28/03/2014 - 14:14

Cottalelli, diamogli un contributo per favore!

Libertà75

Ven, 28/03/2014 - 14:27

@agosvac, schiacciarayban... non siate così magnanimi però. Dobbiamo presumere che dai 258mila euro come commissario si ingenerino altri 70mila euro di contributi previdenziali, visto che l'aliquota dovrebbe essere del 27%.

sphinx

Ven, 28/03/2014 - 14:34

Certo che mi fa pena, poveraccio... Con la mia super pensione da 1500 euri al mese e un appartamento da 130.000 in comproprietà con la banca, penso di dovermi quasi vergognare!

ilfatto

Ven, 28/03/2014 - 14:35

bananieri, per fare questo lavoro di spending risiede in Italia invece che a Washington dove la sua pensione sarebbe tassata meno che la metà di quello che è tassata in Italia...ma possibile che nemmeno arrivate a capire quello che leggete? e poi avete anche il coraggio di commentare e di lamentarvi se uno vi prende, giustamente, per il c..?

sphinx

Ven, 28/03/2014 - 14:37

Hanno una faccia tosta questi qua, che si potrebbe usare come suola di scarpe!

gneo58

Ven, 28/03/2014 - 14:50

non ho capito, prende un sacco di soldi, lo stato glene mangia una valanga e il suo stipendio e' solo di 2000 euro ? - insomma, rispetto ai politicanti comuni uno straccione ? - che vada a fare dell'altro, magari alzandosi alle 5 del mattino e tornando a casa alla sera alle 8 portando avanti un lavoro normale guadagna di piu'

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 28/03/2014 - 15:11

Compriamogli un pallottoliere

Libertà75

Ven, 28/03/2014 - 15:27

@titina, no quello che dice cottarelli, è che a risiedere in Italia lui paga 115mila euro di tasse sulla sua pensione, quindi a fare il commissario lo stato gli versa solo 28500 euro in più di quello che gli preleva... tutta pretestuosità... non era mica obbligato a rientrare qua

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 28/03/2014 - 17:15

Chi è che può trovare il malloppo se non il boiardo che lo ha nascosto? Non certo il Cottarelli. Dunque il primo taglio da fare è quello dello stipendio di quello che vuole insegnare ai gatti ad arrampicarsi. Allora gli unici tagli possibili sono quelli lineari (vedi Berlusconi). E se i boiardi non tagliano vengano sostituiti perché vuol dire che sono incapaci, almeno si risparmia il loro stipendio. Per assurdo, se i tagli li facesse Napolitano, con la solita mentalità tribale, si butterebbero via tutti i bambini e si terrebbe tutta l'acqua sporca, cioè gli Schettino, i D'Alema, Gabrielli, Staffan de Mistura, i Marino, dr. Frankestein...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 28/03/2014 - 17:26

Quelle di Cottarelli sono tasse figurative, nel senso che sono prese dal gettito fiscale di chi compra o vende qualcosa, anche solo mano d'opera, sul libero mercato.

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 28/03/2014 - 19:24

Per guadagnare quello che Cottarelli prende in un mese devo aspettare più di un anno. Sarò stato dimenticato dal Buon Dio? La spocchia e l'arroganza di certa gente è COLOSSALE