Dallo slow-food alle case chiuse Sgarbi presenta la sua Rivoluzione

Niente cravatta, qui si fa la rivoluzione. Lo Sgarbi che si presenta a Palazzo Ferrajoli per lan­ciare il "Partito della Rivoluzione, Laboratorio Sgarbi" è quello migliore, da battaglia

Niente cravatta, qui si fa la rivoluzione. Lo Sgarbi che si presenta a Palazzo Ferrajoli per lan­ciare il «Partito della Rivoluzione, Laboratorio Sgarbi» è quello migliore, da battaglia, senza fronzoli. Camicia bianca e classico pallore, si fa attendere una mezz’oretta. Fa caldo, l’avvocato Taormina e il vecchio amico Sforza Ruspoli scal­pitano. Eccolo, sogghigna: «Sono qui per sodo­mizzare il potere dei c... ». Qualche microfono ar­retra, lui no, avanza. Aveva promesso di parlare di programma elettorale rivoluzionario e comin­cia citando Pasolini, il nuovo soggetto politico nasce sotto una buona stella. «Pasolini è il punto di riferimento per i rivoluzionari, disse più volte che il parlamento è la sede dei vizi e dell’incapaci­tà, ed è ancora così». Cita anche Benedetto Cro­ce: «Capì che il vero politico è quello capace. Og­gi al comando c’è una banda di inetti».

Una rivoluzione, la sua, che brinda alla vita. Vittorio ne sa qualcosa. E allora vai con la riaper­tura delle case chiuse, abrogando la legge Merlin e facilitando il ritorno alla vita di un tempo, «quando i nostri nonni, la sera, si ritiravano a ca­sa felici, in pace con l’universo mondo,con le en­dorfine che giravano meravigliosamente, bei tempi quelli dei bordelli». Si vivrebbe meglio an­che entrando a scuola «in orari decenti, senza le­vatacce e comunque mai prima delle dieci ». O al­lungando le vacanze estive «fino all’1 ottobre per dar modo di scaglionare meglio le ferie degli ita­liani ». C’è anche l’idea meravigliosa di reintro­durre il doppio prezzo lira- euro a tutti i prodotti, per consentire ai consumatori «di tutelarsi dalla speculazione sui prezzi» e di «limitare al 35 per cento la pressione fiscale». Ricette semplici per ridare serenità a un popolo sull’orlo dell’austeri­ty. Nel programma cerchietto rosso alla diffusio­ne del modello Slow Food per l’economia italia­na. Lui ci crede davvero. «Uno stile di vita più so­brio- spiega- nel rispetto della natura, della qua­lità dei prodotti agroalimentari e del consumo di prodotti a chilometri zero». L’antiGrillo di idee ne ha a iosa. Sgarbi sogna un bel ministero del te­soro dei Beni culturali, «perché qua dentro, tra vasi, quadri e tovaglie c’è più roba di valore di una Ferrari, ve ne siete accorti?». E promette di battersi per l’abolizione delle Regioni, inutile spreco di denaro. Rivoluzione. Ma se gli parli dei politici, di questi politici qua si innervosisce. E giù botte. «Vendola? Sta devastando la meravi­gliosa-Puglia con le sue pale eoliche e sta distrug­gendo i campi di coltivazione con i pannelli foto­voltaici ». «Bersani? È incapace di guidare la futu­ra sinistra».

Meglio tornare alle strategie elettorali. «In Ita­lia ci sono due partiti. Basta, il modello america­no non funziona più, troppa gente, troppe liti, troppe pressioni e le alleanze diventano una pri­gione ». Già, le alleanze. Sgarbi auspica un cen­trodestra più forte, «anche se io con la destra cen­tro poco». L’obiettivo è «arrivare a sei, sette liste battagliere. Al limite ci si può accordare anche con i radicali». Quanto al Cavaliere «dovrebbe li­mitarsi a fare il segretario del Pdl ». Un piano poli­tico quello di Sgarbi che dovrebbe garantire al­meno un 10 per cento dei consensi piazzandosi subito dietro la lista dell’aquilone tricolore,quel­la di Silvio Berlusconi.

L’appuntamento con Vit­torio Sgarbi è per il 23 al teatro Del Verme di Mila­no.

Commenti

tartavit

Dom, 15/07/2012 - 09:59

Sono sicuro che lo stesso Sgarbi non si prende sul serio. Si diverte a fare lo sbruffone. Ma oggi in questo povero paese c'è bisogno solo di persone serie e volenterose.

Giancarlob

Dom, 15/07/2012 - 10:13

Quella dei bordelli riaperti è un' idea che appoggio. Non capisco perché anche Berlusconi non la faccia sua.

Contenextus

Dom, 15/07/2012 - 10:42

Mi può stare bene solo se il limite massimo della pressione fiscale sia il 25%. Diversamente quanto afferma e propugna lo Sgarbi non ha senso e nessuna premessa per raccattare voti e per riuscire. In una società libertaria ,come pare intende Sgarbi, le tasse sono ridottissime e lo stato è magro all'osso. Stato minimo,burocrazia minima,tasse minime, spazio all'iniziativa privata in ogni settore,anche quelli "strategici". O così, oppure neanche iniziare. Meglio stare zitti.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 15/07/2012 - 10:51

Finchè si darà risonanza a personaggi della caratura di Sgarbi non ci sarà speranza per questa povera penisola. L'Italia ha bisogno di tutto, tranne che di isterici, caratteriali e...fasulli.

andrea da grosseto

Dom, 15/07/2012 - 11:09

La riapertura delle case chiuse va bene, anche un limite alla tassazione ma il 35% mi sembra un pò troppo. Del resto lo dice anche lui che non è un liberale. Quindi per ora, tra vecchi e nuovi il meglio è sempre Berlusconi.

Al2011

Dom, 15/07/2012 - 11:23

Se Sgarbi si batterà per la riduzione delle tasse al 35% (e per i tagli agli sprechi della pa) lo voterò sicuramente. @Contenextus: per favore, vediamo di non dire frescate. Sarebbe già tantissimo - in un Paese immobile come l'Italia - arrivare ad un 35% di tasse, con una pressione fiscale che supera il 55% ( e quasi al 70% per le pmi). Chi delira di impossibili riduzioni fiscali fino al 25% è come chi vuole lasciare le cose come stanno!

Ritratto di ricciani

ricciani

Dom, 15/07/2012 - 11:38

non sono mai stato un suo fan, lo ammetto . ma non sarebbe ora che la smettesse e si ritirasse a vita privata, senza più propinarci le sue verità assolute?

mariett

Dom, 15/07/2012 - 11:54

La proposta più sgarbiana di tutte che si è dimenticata, è quella di abolire il lavoro. Lui non ci è proprio tagliato.

'o munaciello

Dom, 15/07/2012 - 11:59

Giancarlob...ha scritto.."Quella dei bordelli riaperti è un' idea che appoggio. Non capisco perché anche Berlusconi non la faccia sua"..scusa ma pekkè nonlo ha gia fatto con le sue ville???

giottin

Dom, 15/07/2012 - 12:04

Anche se il suo progetto riuscisse dubito che lo porterebbe alla fine, con il carattere che si trova non potrebbe durare 5 anni: vedi le esperienze da sindaco a Salemi e in quel comune delle Marche di cui adesso mi sfugge il nome!! Quante volte darebbe della capra a chiunque.

falcione gaetano

Dom, 15/07/2012 - 12:35

Da molto tempo che lo vado dicendo, sono fvorevole alla riapertura delle case chiuse per il bene delle prostitute e per le casse dello Stato.Berlusconi questa idea la deve fare Sua dicendo che vuole evitare che un domani queste ragazze non avranno nulla ( soldi, pensione ecc. ) e che i nostri figli saranno piu' sicuri con i controlli medici alle ragazze.

Enzolino

Dom, 15/07/2012 - 13:18

Sgarbi è un "falso d`autore",ma sempre un falso è!

andreamilano

Dom, 15/07/2012 - 13:31

Sono perfettamente in accordo con la legalizzazione della prostituzione, i vantaggi che ne derivano sono infiniti, intanto pagherebbero le tasse e ne uscirebbe un cospicuo gettito, poi ci sarebbe meno delinquenza che gira intorno alle attuali professioniste del sesso, indiscussi vantaggi per la salute, perche' ci sarebbero controllo medici adeguati e i padri ma anche le madri di famiglia(si' anche le madri che vanno con gigolo' o transessuali) tornerebbero a casa senza il rischio di aver contratto malattie mortali come l'aids o altre pericolose come sifilide gonorrea ecc . per non parlare di innumerevoli tipi di micosi epatiti ecc. e anche il ervizio sanitario ne gioverebbe quindi tutti noi perche' risparmierebbe le conseguenti cure di queste persone, fra le quali innumerevoli clandestini soprattutto transessuali brasiliani che prendono a gratis medicine costosissime per curarsi l'hiv ma che poi tranquillamente scorazzano per le strade o per le discoteche infettando clienti e ragazzi ignari conosciuti a ballare, insomma sono infiniti i vantaggi di rendere legale questo mondo, solo in Via Paolo Sarpi a Milano ci sono almeno 3 case chiuse nel primo tratto tra via Lomazzo e via Canonica nonostante la pattuglia dei vigili proprio sotto le finestre di questi appartamenti ma nessuno dice niente, e forse questo e' il punto, forse a qualcuno non conviene che questo mondo venga legalizzato, molti e molte di queste lavoratrici del sesso magari sono informatori delle forze dell'ordine o forse per quali altri motivi a me sconosciuti, rimane il fatto che i vantaggi superano di gran lunga gli svantaggi. Complimento Sgarbi, ti appoggio in pieno.

teramano

Dom, 15/07/2012 - 13:55

Ma non è lo stesso Vittorio Sgarbi, ex sindaco di Salemi la cui giunta fu sciolta per infiltrazioni mafiose e che affermò di non essersi mai accorto di niente? Un personaggio del genere fonda un partito e vorrebbe che qualcuno lo votasse, siamo proprio un paese allo sbando!

silvientusiasta

Dom, 15/07/2012 - 14:02

aver chiuso i manicomi. Ecco che te li ritrovi in politica.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 15/07/2012 - 14:17

Se questa è una rivoluzione?!Un ennesimo casino(visto che si parla di "case chiuse".....) 1-Ve lo immaginate nel 2012,con il vessillo "privacy" che sventola da tutte le parti,la coda di CLIENTI che entra,che esce,le "signorine",che entrano che escono,telecamere nacoste,etc.etc....VUOTI!....Forse qualche 18ttenne di scarso successo,alle prime armi... Questa è una RIVOLUZIONE?....Mah! 2-La Vera rivoluzione fiscale,non è passare l'aliquota "CALDERONE" al 35%,ma rivedere di sana pianta il sistema fiscale che nel tempo è diventato sempre più INIQUO,farraginoso e vessatorio,di tipo medievale. Occorrerebbe una vera rivoluzione fiscale,e funzionale del sistema per ridurre il costo di questo enorme calderone,pagato sempre dai soliti,che non sono più disposti a mantenere “gli altri. Il sistema ci sarebbe,facile,semplice ed automatico,ma nessun politicante(Sgarbi incluso),lo vuole affrontare,per paura di perdere consensi. Quindi,solo PROPAGANDA POPULISTA,senza affrontare alla radice il problema,ovvero:RIDURRE LA SPESA PUBBLICA(incluso l’”accoglienza” di milioni di “migranti”),e contemporaneamente,RIVEDERE DI SANA PIANTA,L’IMPIANTO IMPOSITIVO,per renderlo più EQUO,secondo l’uso che uno fa del SERVIZIO reso dallo STATO,ripartendolo secondo classi di reddito,con la totale eliminazione di Tutte le attuali forme impositive:IVA-IMU,Accise,IRAP,etc. 3-Serve una "nuova politica",basata su rappresentanze elette in base ad affinità maggioritarie, su temi concreti,su prospettive,su valori condivisi di base. Come ho già scritto,la tecnologia consentirebbe di gestire questa "nuova-moderna politica",veramente DEMOCRATICA,senza guru,come uno spaccato delle esigenze del "popolo",che si proietta,in un esecutivo funzionale,per l'attuazione delle sue esigenze maggioritarie. Questo è il NUOVO PARTITO,che non è certo ne Grillo,ne la attuale destra,sinistra,centro,ma il minimo comun denominatore trasversale,delle varie affinità ed esigenze,mediante decisioni operative,demandate a costanti "referendum" propositivi ed abrogativi "ON LINE",esecutivi della volontà popolare LOCALE E NAZIONALE, espressa a maggioranza,su tutto.

violina66

Dom, 15/07/2012 - 14:20

..mai a scuola prima delle dieci!!! Lui neanche al lavoro andava prima delle dieci. Anzi quando era sovrintendente non ci andava proprio. ASSENTEISTA e PARASSITA, venditore di fumo... ma ancora date spazio a questo pallone gonfiato, è la caricatura di sè stesso.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 15/07/2012 - 14:20

Se questa è una rivoluzione?!Un ennesimo casino(visto che si parla di "case chiuse".....) 1-Ve lo immaginate nel 2012,con il vessillo "privacy" che sventola da tutte le parti,la coda di CLIENTI che entra,che esce,le "signorine",che entrano che escono,telecamere nacoste,etc.etc....VUOTI!....Forse qualche 18ttenne di scarso successo,alle prime armi... Questa è una RIVOLUZIONE?....Mah! 2-La Vera rivoluzione fiscale,non è passare l'aliquota "CALDERONE" al 35%,ma rivedere di sana pianta il sistema fiscale che nel tempo è diventato sempre più INIQUO,farraginoso e vessatorio,di tipo medievale. Occorrerebbe una vera rivoluzione fiscale,e funzionale del sistema per ridurre il costo di questo enorme calderone,pagato sempre dai soliti,che non sono più disposti a mantenere “gli altri. Il sistema ci sarebbe,facile,semplice ed automatico,ma nessun politicante(Sgarbi incluso),lo vuole affrontare,per paura di perdere consensi. Quindi,solo PROPAGANDA POPULISTA,senza affrontare alla radice il problema,ovvero:RIDURRE LA SPESA PUBBLICA(incluso l’”accoglienza” di milioni di “migranti”),e contemporaneamente,RIVEDERE DI SANA PIANTA,L’IMPIANTO IMPOSITIVO,per renderlo più EQUO,secondo l’uso che uno fa del SERVIZIO reso dallo STATO,ripartendolo secondo classi di reddito,con la totale eliminazione di Tutte le attuali forme impositive:IVA-IMU,Accise,IRAP,etc. 3-Serve una "nuova politica",basata su rappresentanze elette in base ad affinità maggioritarie, su temi concreti,su prospettive,su valori condivisi di base. Come ho già scritto,la tecnologia consentirebbe di gestire questa "nuova-moderna politica",veramente DEMOCRATICA,senza guru,come uno spaccato delle esigenze del "popolo",che si proietta,in un esecutivo funzionale,per l'attuazione delle sue esigenze maggioritarie. Questo è il NUOVO PARTITO,che non è certo ne Grillo,ne la attuale destra,sinistra,centro,ma il minimo comun denominatore trasversale,delle varie affinità ed esigenze,mediante decisioni operative,demandate a costanti "referendum" propositivi ed abrogativi "ON LINE",esecutivi della volontà popolare LOCALE E NAZIONALE, espressa a maggioranza,su tutto.

violina66

Dom, 15/07/2012 - 14:18

..mai a scuola prima delle dieci!!! Lui neanche al lavoro andava prima delle dieci. Anzi quando era sovrintendente non ci andava proprio. ASSENTEISTA e PARASSITA, venditore di fumo... ma ancora date spazio a questo pallone gonfiato, è la caricatura di sè stesso.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 15/07/2012 - 14:21

Se questa è una rivoluzione?!Un ennesimo casino(visto che si parla di "case chiuse".....) 1-Ve lo immaginate nel 2012,con il vessillo "privacy" che sventola da tutte le parti,la coda di CLIENTI che entra,che esce,le "signorine",che entrano che escono,telecamere nacoste,etc.etc....VUOTI!....Forse qualche 18ttenne di scarso successo,alle prime armi... Questa è una RIVOLUZIONE?....Mah! 2-La Vera rivoluzione fiscale,non è passare l'aliquota "CALDERONE" al 35%,ma rivedere di sana pianta il sistema fiscale che nel tempo è diventato sempre più INIQUO,farraginoso e vessatorio,di tipo medievale. Occorrerebbe una vera rivoluzione fiscale,e funzionale del sistema per ridurre il costo di questo enorme calderone,pagato sempre dai soliti,che non sono più disposti a mantenere “gli altri. Il sistema ci sarebbe,facile,semplice ed automatico,ma nessun politicante(Sgarbi incluso),lo vuole affrontare,per paura di perdere consensi. Quindi,solo PROPAGANDA POPULISTA,senza affrontare alla radice il problema,ovvero:RIDURRE LA SPESA PUBBLICA(incluso l’”accoglienza” di milioni di “migranti”),e contemporaneamente,RIVEDERE DI SANA PIANTA,L’IMPIANTO IMPOSITIVO,per renderlo più EQUO,secondo l’uso che uno fa del SERVIZIO reso dallo STATO,ripartendolo secondo classi di reddito,con la totale eliminazione di Tutte le attuali forme impositive:IVA-IMU,Accise,IRAP,etc. 3-Serve una "nuova politica",basata su rappresentanze elette in base ad affinità maggioritarie, su temi concreti,su prospettive,su valori condivisi di base. Come ho già scritto,la tecnologia consentirebbe di gestire questa "nuova-moderna politica",veramente DEMOCRATICA,senza guru,come uno spaccato delle esigenze del "popolo",che si proietta,in un esecutivo funzionale,per l'attuazione delle sue esigenze maggioritarie. Questo è il NUOVO PARTITO,che non è certo ne Grillo,ne la attuale destra,sinistra,centro,ma il minimo comun denominatore trasversale,delle varie affinità ed esigenze,mediante decisioni operative,demandate a costanti "referendum" propositivi ed abrogativi "ON LINE",esecutivi della volontà popolare LOCALE E NAZIONALE, espressa a maggioranza,su tutto.

Ritratto di Dhigufinolhu

Dhigufinolhu

Dom, 15/07/2012 - 14:22

Tutti i partiti dovrebbero sottoscriverla. Bravo Sgarbi!

gigggi

Dom, 15/07/2012 - 14:32

andrea da grosseto; sarei d'accordo se il meglio possibile che lei dinisce essere berlusconi , avesse dato il meglio, ma non mi sembra sia cosi'...comunque dato che una presidenza non si nega a nessuno io chiedo a lei e quelli che vedono questo attempatissimo vecchietto ancora sulla cresta dell'onda e con un curriculum politico scarsissimo( i risultati sono pessimi altrimenti non avremmo monti), se dovesse fallire ancora una volta ...avrete ancora la stessa fiducia???TENETE CONTO DELL'ETA'...che è piuttosto avanzata...

BUBUCCIONE

Dom, 15/07/2012 - 14:36

Francamente il buon Sgarbi le sta’ sparando molto …….molto grosse!!!! Tuttavia, se pensiamo che un comico-buzzurro come Grillo, con il suo movimento possa prendere un 15-20% di voti alle future elezioni politiche, non mi meraviglierei più di tanto, se anche Sgarbi possa piacere ed essere votato da moltissimi italiani che si identificano nella sua indiscussa intelligenza e preparazione culturale.

erasmodarotterdam

Dom, 15/07/2012 - 15:01

Ma perchè fa il numero tre con la mano? Conta i neuroni che gli rimangono?

forbot

Dom, 15/07/2012 - 15:19

Ogni cosa, che da una moltitudine di parti è normale, quì da noi diventa un problema irrisolvibile. Le case chiuse: Sin dai tempi di Noe', si è risaputo che l'uomo ogni tanto ha bisogno di ripulire il fucile, per non dare i numeri all'impazzata. Ci sono Paesi, altrettanto civili e bene formati, che li hanno legalizzati. Perchè a noi deve essere vietato? Forse che è meglio tenerle per la strada e dare apertamente scandalo ai minori? Ad Amburgo c'è un quartiere apposta per questo, ma non si può andare fin là per questo. Ovvia, Sgarbi datti da fare; almeno questa è una battaglia che si può vincere.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Dom, 15/07/2012 - 15:26

semplice demagogia. Sgarbi lo fa solo per rimanere a galla.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 15/07/2012 - 16:05

Se questa è una rivoluzione?!..Un ennesimo casino(visto che si parla di "case chiuse".....) punto 1-Ve lo immaginate nel 2012,con il vessillo "privacy" che sventola da tutte le parti,la coda di CLIENTI che entra,che esce,le "signorine",che entrano che escono,telecamere nacoste,etc.etc....VUOTI!....Forse qualche 18ttenne di scarso successo,alle prime armi... Questa è la RIVOLUZIONE di Sgarbi?....Mah! punto 2-La Vera rivoluzione fiscale,non è passare l'aliquota "CALDERONE" al 35%,ma rivedere di sana pianta il sistema fiscale, che nel tempo è diventato sempre più INIQUO,farraginoso e vessatorio,di tipo medievale. Sgarbi,parli di ridurre il costo di questo enorme calderone,pagato sempre dai soliti,che non sono più disposti a mantenere “gli altri. Il sistema ci sarebbe,facile,semplice ed automatico,ma nessun politicante(Sgarbi incluso),lo vuole affrontare,per paura di perdere consensi. Quindi,solo PROPAGANDA POPULISTA,battute,senza affrontare alla radice il problema,ovvero:RIDURRE LA SPESA PUBBLICA(incluso l’”accoglienza” di milioni di “migranti”),e contemporaneamente,RIVEDERE DI SANA PIANTA,L’IMPIANTO IMPOSITIVO,per renderlo più EQUO,secondo l’uso che uno fa del SERVIZIO reso dallo STATO,ripartendolo secondo classi di reddito,con la totale eliminazione di Tutte le attuali forme impositive:IVA-IMU,Accise,IRAP,etc. 3-Serve una "nuova politica",basata su rappresentanze elette in base ad affinità maggioritarie, su temi concreti,su prospettive,su valori condivisi di base. Come ho già scritto,la tecnologia consentirebbe di gestire questa "nuova-moderna politica",veramente DEMOCRATICA,senza guru,come uno spaccato delle esigenze del "popolo",che si proietta,in un esecutivo funzionale,per l'attuazione delle sue esigenze maggioritarie. Questo è il NUOVO PARTITO,che non è certo ne Grillo,ne la attuale destra,sinistra,centro,ma il minimo comun denominatore trasversale,delle varie affinità ed esigenze,mediante decisioni operative,demandate a costanti "referendum" propositivi ed abrogativi "ON LINE",esecutivi della volontà popolare LOCALE E NAZIONALE, espressa a maggioranza,su tutto. Queste sono RIVOLUZIONI!!

Cyber

Dom, 15/07/2012 - 16:12

Sagarbi da Bottiglia altro che da Battaglia...Caro titolista, ma per favore. L'unica rivoluzione da fare in Italia è quella meritocratica. Le donne a comandare insieme ai pochi maschi validi quelli che studiano le materie scientifiche senza piecing e tatuaggi. Nelle società evolute sono questi la classe dirigente. Altro che le interviste dei pallonari per chi ha deficit cognitivi. Negli anni '20-'30-'40-'50-'60 si studiava ancora con il metodo classista di Givanni Gentile ma uscivano fuori gli Scalfari, gli Eco, i Pavese, i Pasolini,i Caselli, le Hack, i Fellini. Cioè gente che poi è passata all'altra sponda perché lì c'era il vuoto dei Peppone. Poi hanno creato la scuola del 18 politico dell'abolizione del latino ed ecco che non c'è neanche una bella capoccia da presentare alle elezioni. L'unico che ha frequentato le medie dopo lo sfascio sessantottino appena, appena presentabile è Renzi. Se ripristinare i casini serve per uscire dai Casini, per carità ben vengano, però Cribbiooo partiamo dalla scuola. Sottraiamo i ragazzi e quelle mezze seghe di genitori (finti-tolleranti perché indifferenti e buonisti perché vigliacchi). Meglio una società sovietica alle vongole (in Italia anche i soviet tanto diventano bordelli) che la situazione attuale. La nostra età media è di 45 anni e i giovani che arrivano non hanno istruzione a parte i cinesi. I cinesi con la loro grande intelligenza e scarsa fantasia (basta fantasia al potere) sono gli unici a cui affidarci per non scendere al livello dell'Egitto, altro che Grecia. Cyber

Alberto67

Dom, 15/07/2012 - 16:28

Sono d'accordo.Il problema è che se si riaprono le case chiuse non si fidanza e non si sposa più nessuno.ahahaha!BENE!Ormai le fidanzate e mogli Italiane sono delle sanguisughe che hanno dimenticato il loro ruolo ed ogni tipo di femminilità...Grande Sgarbi!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Dom, 15/07/2012 - 16:33

Formaggio di fossa e mig...te. Accidenti che programma!

Atlantideo

Dom, 15/07/2012 - 16:38

... che è diventato il PdL si sentiva davvero la mancanza di uno come Sgarbi.

Leo Vadala

Dom, 15/07/2012 - 17:01

Ho sempre ammirato Sgarbi, come del resto ho sempre ammirato tutti i faccendieri. Uno che riesce ad ottenere una certa notorieta' grazie ad una discreta cultura e, sopratutto, grazie ad un ribelle ciuffo di capelli, merita tutta la mia stima. Pensateci bene, ve lo immaginate uno Sgarbi con la testa pelata? Uno che, con un gesto ben studiato, non puo' scuotere la testa all'indietro per rimetter a posto quel diavoletto di ciuffo che continua a cadergli sugli occhi? Senza quello sarebbe al massimo un professore di quarto ginnasio in qualche oscuro paesetto.

Ritratto di Aulin

Aulin

Dom, 15/07/2012 - 17:21

Le tasse vanno portate (e intendo INPS + IRPEF, non il solito trucco di non contare l'INPS), al 20%, massimo 25%. Se no tanto vale aprire la P.IVA in Romania o Svizzera (!) dove si paga moooolto di meno che il nostro 45% (e passa). Le case chiuse vanno reintrodotte e messe sotto il controllo dello stato. La Merlin ha fatto già abbastanza danni col suo finto moralismo tipicamente marxista.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 15/07/2012 - 17:33

E' una prova che faccio, per vedere se viene pubblicato. Voglio molto bene a Sgarbi, come a Giuliano Ferrara. Ma entrambi sono due perdenti quando si candidano come leaders di Partiti.

Ritratto di Dhigufinolhu

Dhigufinolhu

Dom, 15/07/2012 - 17:41

E' proprio ora di abolirla per eliminare lo scempio dalle strade e facilitare il controllo sanitario delle prostitute: sarebbe giusto inoltre che pagassero le tasse.

Coriolanus

Dom, 15/07/2012 - 17:48

Le sue idee possono essere condivisibili o meno ma non c'è dubbio che Vittorio Sgarbi rappresenta una anomalia nel panorama politico italiano per le sue straordinarie doti di cultura ed intelligenza. Quando poi il grande polemista ferrarese dice che con la destra c'entra poco, mi pare che faccia una affermazione abbastanza scontata. La destra come categoria concettuale non esiste, così come non esiste una sinistra. Non si può essere qualcosa che non esiste. Esistono solo le idee.

Ritratto di monique

monique

Dom, 15/07/2012 - 17:57

p

Proserpino

Dom, 15/07/2012 - 18:22

L'idea di Sgarbi mi piace, io aggiungerei anche la legalizzazione delle droghe leggere che porterebbe sicuramente infiniti vantaggi.

giuseppe giordano

Dom, 15/07/2012 - 18:27

Finalmente,era ora!Anch'io sono nato l'8 di maggio ma del 1945! Giorno esatto della fine ufficiale della seconda guerra mondiale e sono pronto ad iniziarne un'altra al tuo fianco...fidati di me e vedrai che una volta conosciutomi non mi lascierai andare...garantito! Sono Bresciano di origini(alta valle Camuna) ma quando rientro in Italia sono presso una delle mie figlie a Ferrara. Ora sono in Cina e rientrarò a fine agosto. Vai al mio profilo e troverai il mio numero telefonico ed email. Attendo fiducioso un tuo fischio,grazie! Auguri Italia.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 15/07/2012 - 18:42

Sgarbi e le stupidate. Forse non per il suo comportamento “incazzete”che non è diventato Ministro della Cultura? Mi dispiace per il professore Sgarbi, uomo più intelligente d'Italy, ma incompetente come Politico! Io credo che la prima cosa dell'Onorerevole, deve Onorare il Popolo per questo occupa in sua veci lo scranno, invece, keskì si sono solo aumentati 11 volte di più lo stipendio più optional, e se guardiamo Fini nemmeno abbia avuto la decenza di lasciare lo scranno visto che nessuno l'abbia votato, (anche se, velo pietoso sulla Democrazia di “Re Giorgio I” ) senza meriti visto che, siamo manco ci restano le mutande per pagare le tasse e 1 su 3 fallirà entro 2012! Tranne per “onorevoli senza Onore e Valori, inoltre non credo che la Sinistra l'abbia sfiorato la Democrazia, visto che, il suo N° 1 ha toppato col suo Governo dell'Uomo dei Monti con carnevalate con barbecue al Festival de L'Unità, poi da cattivi Amministratori lo hanno fatto fallire per ben due volte e con tutto i miliardi che Pantalone gli dava? In pratica, abbiamo visto, che, la Segreteria Franceschini era la più squallida, mentre incompetente è questa di Bersani: per questo affidargli il Paese da Presidente o chiamerà Penati o SMEmo che era il suo braccio destro? E se noi poveri cristi facciamo fare i sacrifici come, mai dare per legge tanti soldi ai giornali e, c'azzecca che L'Unione Europea che mantenga due Sedi, una a Bruxelles e l'altra a Strasburgo? Io credo che non serve urlare e dire parolacce facendo gazzarre in TV e che queste diano frutti, se non al botteghino di popolarità, ma sono i fatti e le opere scritte e realizzate per i Cittadini non Copy$Incolla alla Saviano possono migliorare la Politica e il quiete vivere: sì servono tagli, ma pure investimenti ma pure una Legge per far sparire i Paradisi Fiscali in Usa, UE e Commonwealth nemici dello sviluppo, ma sappiamo che sono solo piranha a spolpare i risparmi dei Cittadini cicala coi i bond UE e l'Euro diventate carni fresche per keskì: da Casini non confonderlo per Pierfry, serve Legge di riordino piaccia o no al Vaticano perchè piace sentire di matrimoni gay?

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Dom, 15/07/2012 - 18:46

Io vivo a Firenze, anzi ormai con l'amministrazione Renzi non si chiama più vivere, ma più o meno sentirsi di passaggio e messi in un angolo, per fare spazio ai turisti; noi paghiamo multe e parcheggi stratosferici, paghiamo la nettezza che è aumentata del 20 per cento con Matteo Renzi, siccome non si può fare a meno di considerare la vita nele città d'are, mi chiedo che posizione abbia Vittorio Sgarbi verso questo aspetto, perchè mi piacerebbe votare Sgarbi, ma molto dipende da come la pensa a riguardo!